Articolo taggato “vincitrice”

Ancora un successo per la giovanissima cantante di Assemini (CA) Laura Aramu, che ha trionfato  in  Romania. Lei ha solo 12 anni ma un grande talento vocale e scenico. Ascoltarla e vederla è sempre uno spettacolo . Ora commovente, ora divertente, riesce ad interpretare ogni parola di ciò che canta.

Ho avuto il piacere di sentirla dal vivo durante un concorso in cui ero membro di giuria  e vi garantisco che anche in quella occasione   il suo primo premio è stato strameritato.

Laura , qualche giorno fa, ha partecipato all’ Euro Pop Music Vision a Bucarest, trionfando nella sezione composizione inedita con la canzone “Tu ci sei”, dedicata al papà. Il brano ideato da Gianna Melis ‘è stato scritto da Ivan Meli, Mauro Nacci e Gianna Melis, e gli arrangiamenti curati da Meli, Nacci e Sandro Savarese e i cori  di Max Sabetta.

Ha solo 12 anni ma ha già al suo attivo un curriculum di tutto rispetto.

Laura Aramu ha iniziato a cantare già dalla scuola materna.  Ha amato da subito la musica classica. I genitori , vedendola danzare sulle note delle più belle sinfonie,  la iscrivono in una scuola di danza classica.  A 5 anni e mezzo entra nell’oratorio  della parrocchia  dove oltre al catechismo si svolgono anche attivita’ teatrali.   Le educatrici  che si sono subito accorte  che oltre al talento teatrale c’era anche quello del canto consigliano bene  i famigliari di iscriverla ad una scuola di canto .

Comincia così a breve a partecipare a varie rassegne e concorsi , sempre con successo.
Fra quelli più importanti si ricorda il Primo concorso nazionale in Sardegna ” Punto in alto” con giuria composta da Anastasi, Franchi e presieduta da Mogol, arrivando in finale vincendo nella categoria Junior.
Successivamente ha partecipato a Sanremo junior arrivando tra i primi 5 con menzione speciale. Poi Sbaragliando Show, presentato da Max Sabetta, vincendo il primo premio che le ha garantito la semifinale Nazionale al Cantagiro con il brano inedito “ Tu ci sei”,  brano dedicato al papa’ e scritto da Gianna Melis, Ivan Meli e Mauro Nacci, con arrangiamenti di Meli, Nacci e Savarese, cori di Max Sabetta.
Nel tour del Cantagiro, è stata vincitrice Regionale.

Laura ha poi partecipato ad altri due importanti concorsi canori: Il Festival internazionale della Citta’ di Uta, dove ha vinto il premio più ambito ” Premio Maria Giovanna Mallei”, e il Festival Citta’ di Elmas  vincendo per la sua categoria.
Grazie al Festival Internazionale Citta’ di Uta, ideato da Susanna Mallei e condotto da Max Sabetta, Laura ha potuto partecipare al Festival internazionale di Bucarest in Romania  trionfando ancora.
Frequenta la terza media che porta avanti con ottimo profitto.

Questa foto è stata scattata dopo l’intervista che  Anna Crecco ( madrina del festival della Citta’ di Uta), ha realizzato al rientro  dal Festival di Bucarest.
Laura è con  Max SabettaGianna MelisAnna Crecco e Susanna Mallei e i genitori

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ancora un riconoscimento per la dodicenne  di Assemini Laura Aramu che questa estate ha fatto incetta di premi ai concorsi per giovani cantanti. Dopo la vittoria al concorso Festival di Uta e a quello di Elmas ecco ancora una vittoria al Cantagiro 2017 e questa volta il premio è nazionale.

Dopo aver superato tutte le selezioni è arrivata alla finalissima di Fiuggi  sbaragliando quasi un centinaio di concorrenti e vincendo per la sezione  Junior con un inedito: “Tu ci sei“.

Lei ha un talento artistico enorme sia dal punto di vista vocale che scenico. Ha mostrato di essere capace di affrontare il palcoscenico come una matura professionista.. E’ disinvolta, interpreta ogni parola del suo brano e questo le permette di trasmettere forti emozioni in chi ascolta, e in più dalla sua ha anche una bella presenza.

Tantissimi auguri alla giovanissima Laura Aramu da parte di Musicamore blog


YouTube Video

 

 

 

Tag:, ,

Comments 1 Commento »

 

San Marino, 29 settembre 2013

È andato al mezzo-soprano svizzero-francese Eve-Maud Hubeaux, classe ’88, il 1° Premio della 5. edizione del Concorso Internazionale Tebaldi, conclusosi ieri sera a San Marino.

Con l’interpretazione di Cruda sorte, amor tiranno da L’Italiana in Algeri di Rossini – accompagnata dall’Orchestra Sinfonica di San Marino diretta dal Edoardo Müller – ha incantato la gremita platea del Teatro Nuovo. Oltre ai 10.000 euro in palio, la giovane cantante si è aggiudicata una scrittura presso l’Opéra de Lyon e il premio come concorrente più giovane offerto dal Kiwanis Club.

 Il 2° Premio – 6.000 euro – è andato invece al baritono sudcoreano Kyu Bong Lee, 30 anni, che ha vinto anche il Premio offerto dal Lions’ Club al più giovane candidato maschile.

Marina Nachkebiya, soprano georgiano ventiseienne, ha avuto il 3° Premio (4.000 euro).

Il Premio del pubblico è andato al soprano statunitense Jeannette Vecchione-Donatti (1984) che ha convinto la maggioranza dei votanti con una versione molto coinvolgente di Glitter and be gay dal Candide di Bernstein.

 Carlo Vistoli, già vincitore della sezione Antico e Barocco, novità inserita quest’anno dal direttore artistico Angelo Nicastro, ha ricevuto anche il Premio Rotary.

La Fondazione Renata Tebaldi, nel congedarsi dando appuntamento al 2015 per la prossima edizione del Concorso, ha ringraziato le istituzioni, i partner e gli sponsor che garantiscono la continuità di quest’iniziativa il cui prestigio – lo ha più volte sottolineato anche il presidente della giuria internazionale Serge Dorny in queste giornate di lavoro – è percepito in evidente e netto incremento sul piano internazionale.

 Ufficio Stampa

Fondazione Renata Tebaldi

Isella Marzocchi

isella.marzocchi@progettocaffeina.com

tel.: +39 335 8154798


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Come da previsioni la vincitrice della trasmissione The Voice Italy è stata  Elhaida Dani, 19 anni, di Tirana. Ha iniziato a cantare a soli sei anni. Nel suo paese, l’Albania, Elhaida è nota per aver vinto, nel 2009, l’edizione albanese di “Star Accademy” e per essersi classificata prima, nel 2012, a “TopFest” con una canzone inedita che ha riscosso grande successo. Vittoria meritata in pieno, per la qualità vocale, l’estensione e la padronanza scenica.
Elhaida, che aveva come coatch il cantautore Riccardo Cocciante, ha mostrato tutte le sue qualità  in ogni fase della gara: dal brano inziale, al duetto con Cocciante, dal brano inedito sempre scritto da Cocciante al suo cavallo di battaglia tratto dall’Adagio di Albinoni chiamato appunto Adagio. Ha sbaragliato i suoi colleghi che , a mio avviso, non le hanno dato tanto filo da torcere cosa che, secondo me, le avrebbe dato la mia conterranea Roberta Orrù eliminata già dalla prima puntata, ingiustamente, perchè fatta esibire con  un brano che non che non era per le sue corde.

Gli altri tre finalisti erano Veronica De Simone per la squadra di Raffaella Carrà, la quale le ha regalato i suoi guantini di pelle come portafortuna; Timothi Cavicchini per la squadra di Piero Pelù. Cantante interessante se non fosse che ha scimiottato il suo coatch, e anche Vasco Rossi. Poco personale in tutte le sue esibizioni. E ancora Silvia Capasso per la squadra di Noemi. Bella voce, bella personalità però  spesso in qualche occasione ha peccato d’ intonazione e questo l’ha relegata un gradino sotto rispetto agli altri.

Comunque è stata complessivamente una bella gara in una bella trasmissione.

In bocca al lupo alla brava Elhaida che potrà finalmente confermare una brillante carriera già in corso.

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ed è la cantante Roberta Orrù a vincere il Primo premio per la sezione canto leggero, al concorso online Musicamore 2012, assegnato dalla giuria tecnica. Roberta vince un ex equo col cantante pugliese Gianfranco Sgura.

Motivazione: Voce estesissima e sicura nell’intonazione e nella tecnica.

Consigli: Variare il repertorio verso qualche brano più intimista e non esclusivamente improntato sul virtuosismo vocale.

Roberta Orrù video

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

La vittoria di Emma era scontata ma anche meritata. Questa volta, secondo me, la De Filippi non c’entra proprio. Emma ha vinto per merito, bel testo, bella musica, bella voce.

Io amo Sanremo solo ed esclusivamente per la musica .  Col Festival sono cresciuta, musicalmente parlando. Da piccola, ricordo che era una punta d’orgoglio poter tornare a scuola il giorno dopo la manifestazione e poter fare ” a gara” con chi aveva già imparato tutte le canzoni. Poi è arrivata la chitarra, ed era una grande soddisfazione riuscire a cantarle accompagnadosi e ritrovando gli accordi giusti.  La canzone, quella italiana, è stata l’alba della  mia professione nel mondo della musica lirica, e non l’ho mai abbandonata. Mi piace sempre riascoltare ed analizzare tutte le voci. E’ vero che fra tante belle cose, nel Festival c’è anche tanta spazzatura. Ma questa è altra cosa. Quel Sanremo non mi interessa. Purtroppo la televisione deve anche soddisfare la curiosità di tutta quella fetta di pubblico al quale, della musica, del concorso e della canzoni non gliene importa nulla.

Altra cosa importante per me sono i concorsi regionali in  cui spesso mi capita  d’essere invitata a partecipare in qualità di giurata. In questo caso bisogna avere un’idea generale delle canzoni in voga, conoscere i testi e gli artisti per poter poi giudicare le giovani promesse.

Con mia figlia poi, il Festival è anche un momento di dialogo, si discute su tutto . L’adolescenza è un momento molto difficile e la canzone abbatte quel muro che generalmente si erge fra madre e figlia.

Ancora complimenti alla giovane Emma ma anche ad Arisa, artista di qualità che con i suoi successi incoraggia tutti quei giovani che sono convinti che per farsi strada nel mondo dello spettacolo sia indispensabile la perfezione della propria immagine.

Io sono convinta che chi ha talento va avanti ugualmente.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Quest’ artista è considerata la possibile vincitrice del Festival della canzone sanremese. Forse per la prima volta lo è con merito. Personalmente la inserisco fra le più belle voci che Sanremo abbia presentato nell’ultimo decennio.

Nella sua tesina di maturità Emma Marrone scriverà che la musica per lei è essenziale come l’acqua e il cibo.
Ha cominciato a cantare seguendo suo padre, nelle serate di piazze e nei locali accompagnata dalda una la band, e interpretando soprattutto le canzoni di Mina. Il pubblico nota subito la voce e la presenza di quella che sembra poco più di una ragazzina, ed EMMA inizia così ad avere i suoi primi fans, gente che si ripresenta puntuale ogni qual volta lei torni a cantare nei paraggi.
All’inizio degli anni 2000 la scena musicale del Salento è in totale fermento: Negramaro, Aprés la Classe sono solo due delle band che vanno per la maggiore, e che EMMA frequenta attivamente in quegli anni. Una serie di coincidenze, la portano a Roma, dove, si presenta ai provini per AMICI, e supera la prima selezione per partecipare al programma.
EMMA vince l’edizione del 2010 di AMICI, esce il suo primo album, intitolato “Oltre.
L’album è da subito al 1° posto della classifica degli album su iTunes e stabilisce immediatamente un altro record entrando direttamente al n. 1 della classifica di vendita.
Lanciato dal singolo intitolato “Calore” scritto da Roberto Angelini, l’ep ottiene risultati straordinari che confermano il grandissimo seguito e affetto del pubblico, raggiungendo il Doppio Disco di Platino per le vendite conseguite e risultando essere il secondo disco più venduto dell’anno.
L’estate 2010 la vede impegnata in un tour di successo che tocca tutta Italia “A ME PIACE COSI” è un disco rivelazione, Emma si è affacciata ad Amici quasi smarrita e ora è un’interprete a tutto tondo. Grazie alla produzione e agli arrangiamenti di Pino Perris e di Fabrizio Barbacci, ha raccolto intorno a sé grandi autori italiani come Roberto Casalino, Saverio Grandi, Roberto Angelici e Antonio Galbiati.
A Febbraio 2011 partecipa insieme ai Modà al Festival di Sanremo 2011 con il brano Arriverà, classificandosi al secondo posto, dietro Roberto Vecchioni e il 16 febbraio 2011 viene pubblicata “A ME PIACE COSI SANREMO EDITION”, già disco di platino a fine dello stesso mese.
Eccola quest’anno quindi ancora a Sanremo e ancora favorita col brano intitolato “Non è l’inferno”, ancora una grande interpretetazione con una grande vocalità.

Pensare di lei che sia la favorita è dovuto. Emma ha tutte le qualità per meritarsi la vittoria.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Nilla-PizziE’ morta a Milano Nilla Pizzi. La cantante, prima vincitrice del festival di Sanremo nel 1951 con Grazie dei fiori, avrebbe compiuto 92 anni il 16 aprile.Era ricoverata in una clinica dopo un intervento subito tre settimane fa. ”Sanremo è passato e futuro, Nilla Pizzi è nel Dna di tutti”, scrisse Maurizio Costanzo alla vigilia del festival ’97. Pura verità’, e la conferma è arrivata nell’edizione dello scorso anno, quando la regina della canzone italiana poco prima del 91esimo compleanno è tornata sul palco dell’Ariston, visibilmente emozionata, ma intonando alla perfezione Vola colomba, tra l’ovazione del pubblico. Quella di Nilla (all’anagrafe Adionilla) Pizzi, nata il 16 aprile 1919 a Sant’Agata Bolognese, è una carriera iniziata tra spettacoli per militari e la vittoria al concorso Eiar del ’42 a Montecatini (ma in un primo momento la sua voce venne osteggiata dalla radio perché giudicata “moderna, esotica e sensuale”), tra l’orchestra Zeme e il grande Angelini.E’ l’epoca del 78 giri quando vince, a 18 anni, le Cinquemila lire per un sorriso, progenitrice di Miss Italia e dei concorsi dibellezza. Poi, nel ’51, arriva Sanremo, in edizione radio. A cantare i venti brani selezionati sono solo in tre: Nilla Pizzi, Achille Togliani e il Duo Fasano. (tiscali notizie)


YouTube Video

Tag:, , , , , ,

Comments 1 Commento »

simona-colori-415x245Simona Collu, la vincitrice del 1° concorso di canto online bandito da questo blog Musicamore (proclamata dalla giuria tecnica per la sezione canto leggero), si racconta .

Sono nata a San Sperate (CA) 32 anni fa. La mia musica comincia per caso
Siamo 3 sorelle e mio padre, convinto che fosse piu’ dotata la seconda di noi, la inizia allo studio del pianoforte.
Io l’accompagnavo. Un bel giorno, mentre eseguiva il Rossomandi (libro di pianoforte più usato da generazioni di ragazzi) in maniera disastrosa, chiesi al maestro: “Posso provare io?” Lui rimase a bocca aperta perchè esegui gli studi sia a mani separate che unite, tutto correttamente. Studiavo di nascosto perche’ il pianoforte era di mia sorella!
Da allora lei lasciò  e invece continuai io: il Conservatorio di Cagliari fu il mio primo obbiettivo.
Mi iscrissi appunto in pianoforte passando direttamente al secondo anno con la conferma facendo un ottimo esame a memoria.
Quando finii la commissione mi domandò chi fosse  la mia insegnante ed io risposi che era: la Giangrandi .
“La tua insegnante deve essere molto orgogliosa di te!”
Tutti gli anni ho goduto di borse di studio scolastiche.
A diciotto anni ho aperto la mia prima agenzia di spettacoli con il supporto di mio padre.
Ho lavorato come gruppo spalla con vari artisti dell’ isola Benito Urgu, S’Oleandru, Gennaro Longobardi.
Allora avevamo  due impianti audio e luci che portavamo in giro per tutta la Sardegna.
Un anno preparai tutti i partecipanti del festival Sanlurese.
In seguito misi a disposizione i miei impianti per moltissime associazioni benefiche nella sala convegni dell’ospedale BROTZU .
Al quinto anno dei miei studi musicali, decisi di espandere il mio bagaglio musicale iscrivendomi anche in canto lirico  classificandomi al terzo posto nelle graduatori di ammissione.
La mia insegnante Rosi Orani era entusiasta del mio risultato.
Due anni dopo per motivi familiari, mia madre chiude la sua attivita’ e non potendo sostenere i miei studi decido di concludere.
Cambio citta’,  lavoro: commessa e poi direttrice di una delle gioiellerie del centro storico di Trento.
Mi sposo e vado a vivere  in un condominio molto piccolo col terrore che i vicini si potessero lamentare della mia musica
Invece tutti vogliono ascoltarmi ed è perciò che mi vien voglia di fare pianobar nei piccoli locali dell’interland di Trento .
La nostalgia prevale, mi manca troppo la mia Sardegna. Prendo coraggio e decido di ritornare. Concludo i lavori di una casa nel mio paese natio vicino a Cagliari( Villasor), ed eccomi di nuovo nella mia terra solare.targa-premio-musicamoreSimo
La mia famiglia aumenta con un meraviglioso bambino ma, la musica non l’ho dimenticata. Ho ricominciato,  per gioco, da un CONCORSO di canto ONLINE organizzato dal blog di una mia conterranea.
Cagliari mi rende con gioia cio che in fondo ha sempre fatto parte di un mio sogno.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

maria-aleida-rodriguezIl pubblico vuole conoscere più a fondo i vincitori del primo concorso di canto online bandito da questo blog.Per questo vi propongo il curriculum della prima classificata, Maria Aleida Rodriguez. Un vero fenomeno della coloratura vocale. La sua è una voce veramente fuori dal comune per estensione (3 ottave), per musicalità e qualità.

Maria Aleida Rodriguez è venezuelana ed ha iniziato i suoi studi musicali presso il Conservatorio Emilio Sojo Vicente in Venezuela nel 1999. Durante questo periodo, Aleida, ha cantato in diversi spettacoli organizzati dal Conservatorio ed ha eseguito inoltre  le musiche del compositore venezuelano Federico Ruiz Los Martirios de Colon.

Come solista si è esibita con l’Orchestra Sinfonica di Lara, il Falcon Symphony Orchestra e l’Orchestra Sinfonica del Venezuela presso il Teatro Teresa Carreño, sotto la direzione di Tarcisio Barreto, Angelo Pagliuca e Bruno Aprea, attuale direttore artistico dell’Opera di Palm Beach .

Aleida Maria Rodriguez ha partecipato a masterclass con soprani di fama mondiale quali Mirella Freni e Montserrat Caballé.

Nel 2008 è stata premiato al concorso internazionale di canto Montserrat Caballe a Saragozza, in Spagna ed è stata, a New York, finalista per il concorso Francescesco Vinas cil prestigioso oncorso  internazionale di Barcellona, Spagna.

Vive a Miami, dove studia con Manny Perez.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments 4 Commenti »