Articolo taggato “tutto esaurito”

Foto di Emilio Casali

Un piccolo tornado si è abbattuto sull’Arena di Verona questa sera , prima dell’inizio della recita dell’opera AIDA di Giuseppe Verdi,  la  storica rievocazione del 1913 nell’allestimento di Gianfranco de Bosio.

 È successo prima dello spettacolo, non c’era nessuno per fortuna, 7 o 8 colonne sono state sollevate nel vortice che si è creato proprio all’interno dell’Arena, e si sono schiantate rovinandosi. Si è provveduto a sistemare alla bene meglio la scenografia portando fuori le parti pericolanti. Una gran parte del pubblico delle gradinate è stato fatto attendere fuori perché i passaggi laterali erano occupati dagli operai. Lo spettacolo è cominciato 25 minuti più tardi in una splendida serata ormai raffrescata .
Successo di pubblico. Già da ieri (per la prima di Carmen di Bizet) si è  registrato il tutto esaurito  a dispetto di chi aveva dichiarato che la lirica era morta,  ed era  pronto a chiudere i battenti.
Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Il nostro Governo ce la sta mettendo davvero tutta per affossare la lirica e i teatri. Le considerazioni che questo genere teatrale non interessa più a nessuno sono spesso sulla bocca di tanti di loro: “Con la cultura non si mangia; la lirica è uno spettacoli per vecchi ecc. ecc. ” Ebbene, al di là delle polemiche legate al fatto che i lavoratori della fondazione milanese lavoreranno anche il primo maggio, la Turandot in programma al Teatro alla Scala, prevista appunto per il giorno della festa dei lavoratori, ha già fatto il tutto esaurito. E non stiamo  parlando di costi dei biglietti ad un euro! Guardate di seguito questo articolo del quotidiano “Corriere della sera”.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Tutto esaurito per La Traviata di Verdi: spettacolo record per presenze e incassi

Con 17 mila spettatori paganti e un incasso al botteghino di 285 mila euro, l’allestimento di La Traviata, in scena sino a domenica 16 novembre al Teatro Lirico di Cagliari, conferma il successo dell’intera Stagione lirica e balletto 2014 e l’interesse crescente del pubblico per la programmazione teatrale e concertistica proposta della prima istituzione culturale della Sardegna.

Dopo gli eccezionali risultati della Turandot estiva con le scene di Pinuccio Sciola, che, con una programmazione di 15 recite, ha fatto conoscere il teatro cagliaritano a migliaia di turisti e, grazie al connubio con la tecnologia dei Google Glass, ha portato il Lirico sui media di tutto il mondo (tra gli altri, hanno parlato del primo esperimento di “opera interattiva” il New York Times, il Wall Street Journal, il londinese Guardian, oltre a decine di telegiornali, portali, riviste e siti specializzati), la ripresa autunnale della stagione ha visto pienamente confermato il calore e il forte interesse del pubblico per le attività del teatro.

Con 7365 abbonati alla Stagione lirica e di balletto (pari a un incremento del 46% nel solo 2014) che vanno a sommarsi ai 1985 della Stagione concertistica, il Teatro Lirico di Cagliari ha conquistato la terza posizione per numero di abbonati tra le fondazioni lirico-sinfoniche italiane (dopo il Regio di Torino e la Scala di Milano). E il forte interesse del pubblico per le attività del teatro cagliaritano sembra confermato anche sul web, dove la pagina Facebook del Lirico è di gran lunga in testa per numero di interazioni (2900), di contenuti postati e condivisi (67) e per l’incremento settimanale degli utenti iscritti (+2,3% contro lo 0,1% dell’Arena di Verona, lo 0,2% del Piccolo di Milano, lo 0,6% della Scala).

A confermare un trend decisamente positivo è, in questi giorni, lo spettacolare allestimento di La Traviata di Giuseppe Verdi, firmato per regia, scene e costumi dai coniugi Karl-Ernst e Ursel Herrmann, (in programmazione dallo scorso 7 novembre e sino a domenica prossima) che ha consentito al teatro cagliaritano di raggiungere la quota record di 17 mila spettatori paganti: teatro al completo in ogni ordine di posti, sia per le 7 recite in abbonamento che per le 2 anteprime aperte al pubblico e i 2 matinée in forma ridotta riservati alle scolaresche provenienti da tutta la Sardegna.

Un tutto esaurito che premia il lavoro di coro, orchestra, tecnici e artisti impegnati nelle diverse attività del Teatro e che sembra destinato a ripetersi anche per gli ultimi due appuntamenti della stagione: il balletto Lo schiaccianoci di ?ajkovskij (in scena dal 22 al 30 novembre) e il fantasmagorico allestimento dell’opera Gli stivaletti, sempre del grande compositore russo, in programmazione dal 19 al 30 dicembre.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

teatro-lirico-cagliariFinalmente! Poter vedere platea e galleria completamente esaurite è una grandissima soddisfazione. Da più di un anno nel nostro teatro desideravamo questo. Un artista senza il suo pubblico non è un artista completo.

Un mio collega spiritoso ieri ha esordito dicendo: “mi stavo stufando di vedere il pubblico che riempiva il teatro, sempre vestito di rosso!” Naturalmente si riferiva al colore delle poltrone.

Ieri il pubblico era multicolore e soprattutto molto caloroso e per noi artisti è una carica e una soddisfazione enorme.

Peccato per quei politici che continuano a dire che la lirica non ha seguito. Mi spiace solo che non potranno mai provare la gioia che proviamo noi nel vedere dal palcoscenico un teatro “Tutto esaurito” proprio per un’opera lirica!

E che dire dell’Arena di Verona? Esaurita in tutti i suoi spettacoli  con prenotazioni che arrivano da tutto il mondo e in particolare dall’oriente.

In questi giorni,  il presidente Napolitano ha assistito ed applaudito l’apertura della stagione areniana con una Traviata firmata 4 mori. Il nostro tenore Francesco Demuro, astro nascente della lirica mondiale, era il protagonista nella parte di Alfredo, e a fine opera ha potuto stringergli la mano .

256875_2028826793814_1038406011_2399044_7257490_o

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »