Articolo taggato “Teatro Lirico di Cagliari”

Venerdì 4 agosto alle 21.30 alla Caritas Diocesana di Tortolì 

Alessandro Palumbo dirige Barbara Bargnesi, Matteo Desole ed
Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

Venerdì 4 agosto alle 21.30, alla Caritas Diocesana di Tortolì (via Mons. Virgilio, 108), il Teatro Lirico di Cagliari offre una serata di musica lirica al pubblico ed ai numerosi turisti presenti sull’Isola: celeberrime scene corali, arie, duetti e brani popolari tratti dalle più famose opere liriche di Verdi, Puccini, Donizetti e Rossini.

Il concerto straordinario presenta l’esibizione di: Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretti dal giovane e già affermato Alessandro Palumbo e, in qualità di solisti, Barbara Bargnesi, soprano lirico dalla luminosa carriera, e Matteo Desole, giovanissimo e promettente tenore sassarese. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale della serata prevede: Sinfonia da Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini; Noi siamo zingarelle - Di Madride noi siam mattadori da La TraviataVedi! Le fosche notturne spoglie da Il TrovatoreLunge da lei… De’ miei bollenti spiriti da La TraviataCaro nomeda RigolettoSinfonia - Gli arredi festivi da Nabucco di Giuseppe Verdi; Che gelida manina da La Bohème, di Giacomo Puccini; Benedette queste carte! da L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti; Va’, pensiero da NabuccoLibiam ne’ lieti calici da La Traviata di Giuseppe Verdi.

L’ingresso alla manifestazione, della durata complessiva di un’ora circa, è libero.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

I Solisti del Teatro Lirico di Cagliari – “Quintetto Sardò”

rendono omaggio al sito di Barumini Patrimonio dell’Umanità

Mercoledì 2 agosto alle 21, nella suggestiva cornice dell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, sito Patrimonio dell’Umanità, I Solisti del Teatro Lirico – “Quintetto Sardò”, formazione cameristica composta da: Luca Soru, Mario Pani (violini), Martino Piroddi (viola), Fabio Mureddu (violoncello), Andrea Piras (contrabbasso), tutti professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, propongono una serata interamente dedicata alle sonorità americane ed alle immortali atmosfere del jazz e del musical del Novecento, spaziando fino alla musica pop ed a celeberrime colonne sonore, passando dai vorticosi e trascinanti tanghi argentini.

Il programma musicale prevede: When I’m Sixty-Four di John Lennon-Paul McCartney; Fascination di Fermo Dante Marchetti; Summertime di George Gershwin; Makin’ Whoopee di Walter Donaldson; Milonga del Angel di Astor Piazzolla; Bésame mucho di Consuelo Velázquez; Eleanor Rigby di John Lennon-Paul McCartney; The Man I Love di George Gershwin; Schindler’s List di John Williams; Volver di Carlos Gardel; Meditango di Astor Piazzolla; Misty di Erroll Garner; Oblivion di Astor Piazzolla; Jalousie di Jacob Gade.

 

La manifestazione ha una durata di un’ora circa.

 

Prezzi biglietti (posto unico): € 5.

 

Vendita e informazioni: Biglietteria Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21), viale Su Nuraxi, Barumini, telefono +393771805443, info@fondazionebarumini.it, www.fondazionebarumini.it, Facebook: BARUMINI: Su Nuraxi – Casa Zapata – Centro Giovanni Lilliu, Twitter: Fondazione Barumini, Instagram: Fondazione Barumini.

 

La serata è realizzata in collaborazione con il Comune di Barumini e la Fondazione Barumini Sistema Cultura.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 31 luglio 2017

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

I Solisti del Teatro Lirico di Cagliari
rendono omaggio al sito di Barumini Patrimonio dell’Umanità

Sabato 29 luglio alle 21, nella suggestiva cornice dell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, sito Patrimonio dell’Umanità, I Solisti del Teatro Lirico, formazione cameristica composta da: Stefania Bandino (flauto), Francesca Viero, Viviana Marongiu (oboi), Pasquale Iriu, Cristina Mannu (clarinetti), Francesco Orrù, Roberto Pes (fagotti), Luca Maria Leone, Beatrice Melis (corni), tutti professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, propongono una serata dedicata alla celebre ed accattivante musica da camera e rendono omaggio al principale monumento dell’era nuragica in Sardegna.

Il programma musicale prevede: Otto variazioni in Do maggiore sopra «Là ci darem la mano» dal Don Giovanni di Mozart di Ludwig van Beethoven; Carmen Suite (trascrizione David Walter) di Georges Bizet; Serenata per fiati in do minore K. 388 di Wolfgang Amadeus Mozart.

La manifestazione ha una durata di un’ora circa.

Prezzi biglietti (posto unico): € 5.

Vendita e informazioni: Biglietteria Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21), viale Su Nuraxi, Barumini, telefono +393771805443, info@fondazionebarumini.itwww.fondazionebarumini.it, Facebook: BARUMINI: Su Nuraxi – Casa Zapata – Centro Giovanni Lilliu, Twitter: Fondazione Barumini, Instagram: Fondazione Barumini.

La serata è realizzata in collaborazione con il Comune di Barumini e la Fondazione Barumini Sistema Cultura.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

L’ape musicale, delizioso pastiche di Lorenzo Da Ponte,

nel Sagrato della Cattedrale di S. Pantaleo a Dolianova

 Lunedì 24 luglio, alle 21, nello spettacolare Sagrato della Cattedrale di San Pantaleo a Dolianova va in scena L’ape musicale (IV), azione teatrale in un atto che il librettista Lorenzo Da Ponte, autore, fra l’altro, della trilogia mozartiana (Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte), scrisse per il Park Theatre di New York nel 1830, combinando musiche del repertorio lirico di quel tempo, a partire dalle opere più famose di Gioachino Rossini.

Un’occasione rara e preziosissima per ascoltare ottima musica lirica davanti ad uno dei principali monumenti romanici della Sardegna che farà da cornice all’opera che viene eseguita, per la prima volta, nella ricostruzione effettuata dal musicologo Francesco Zimei, su commissione del Teatro Lirico di Cagliari.

La regia è affidata a Davide Garattini Raimondi, vincitore, lo scorso marzo, del prestigioso Premio della Critica “Franco Abbiati”, sezione speciale “Filippo Sienbaneck”, per un progetto didattico-operistico per le classi primarie del Carcere minorile Beccaria di Milano. Le scene e le luci sono di Paolo D. M. Vitale, mentre i costumi sono affidati a Giada Masi e la coreografia a Barbara Palumbo. In questo nuovo allestimento del Teatro Lirico di Cagliari, viene proposto lo squisito intreccio musicale di Lorenzo Da Ponte in una versione contemporanea, coloratissima ed estiva che ben si adatta con l’attualità del libretto e della musica.

La direzione musicale di L’ape musicale è affidata a Fabrizio Ruggero che dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco. L’accompagnamento al fortepiano è di Giancarlo Salaris.

L’opera si avvale di un cast di giovani cantanti: Beatrice Mezzanotte (Lucinda), Daniele Terenzi (Mongibello), Salvatore Salvaggio (Don Nibbio), Anibal Mancini (Narciso), Mauro Secci (Don Canario).

“L’Ape musicale era un cavallo di battaglia di Lorenzo Da Ponte fin dal 1789, quando un primo lavoro con questo titolo aveva esordito al Burgtheater di Vienna in seguito a una sottoscrizione fra gli amanti del genere per il mantenimento in vita della compagnia d’Opera Italiana. La formula, semplice e d’effetto, era quella del pastiche: su un apposito canovaccio venivano cioè inanellati i cori e le arie più ammirate, coinvolgendo i cantanti stessi che le avevano in repertorio. Affidandosi a testi sempre diversi e a programmi costantemente aggiornati, Da Ponte aveva poi ripreso il lavoro ancora a Vienna nel 1791 e l’anno successivo a Trieste, per motivi principalmente commerciali.” (da: Francesco Zimei, “Aspettando L’ape musicale”, saggio per il programma di sala)

 La trama della versione newyorkese, che cambia i nomi dei personaggi ma mantiene l’originale impianto, ambienta l’opera in una delle Isole Fortunate, metafora di Manhattan, dove un gruppo di appassionati di opera lirica italiana – fra cui un musicista, un cantante squattrinato, un poeta furbacchione ed un impresario teatrale – sono in fermento per l’arrivo di una cantante dall’Italia che dovrà risollevare le sorti della compagnia.

 

L’opera, che ha una durata complessiva di 1 ora e 30 minuti circa, sarà preceduta da un prologo composto per l’occasione da Antonio Marcotullio, Bridges (reminiscenze americane), per tenore, coro e orchestra.

 

L’ape musicale viene replicata mercoledì 26 nell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini e venerdì 28 luglio nel Sagrato della Chiesa di San Platano a Villaspeciosa sempre alle 21.

 

Tutte le rappresentazioni dell’opera L’ape musicale rientrano nel Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

 

L’ingresso alla manifestazione è libero.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 22 luglio 2017

 

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

bozzetto di scena di Paolo D. M. Vitale

L’ape musicale è un “pasticcio”, ovvero un’opera costruita con brani tratti da lavori esistenti di diversi autori, in questo caso tutti operanti in Europa nell’ultimo decennio del Settecento. Ne esistono quattro versioni: tre riguardano il repertorio settecentesco dei teatri imperiali asburgici (le viennesi del 1789 e del 1791, e la triestina del 1792) e una, la più recente, incentrata sull’opera rossiniana, destinata nel 1830 al Park Theatre di New York.

La regia è affidata a Davide Garattini Raimondi, vincitore, lo scorso marzo, del prestigioso Premio della Critica “Franco Abbiati”, sezione speciale “Filippo Sienbaneck”, per un progetto didattico-operistico per le classi primarie del Carcere minorile Beccaria di Milano. Le scene e le luci sono di Paolo D. M. Vitale, mentre i costumi sono affidati a Giada Masi e la coreografia a Barbara Palumbo. In questo nuovo allestimento del Teatro Lirico di Cagliari, viene proposto lo squisito intreccio musicale di Lorenzo Da Ponte in una versione contemporanea, coloratissima ed estiva che ben si adatta con l’attualità del libretto e della musica.

La direzione musicale di L’ape musicale è affidata, per le recite cagliaritane, ad Alessandro Palumbo, e, per le recite in decentramento nell’Isola, a Fabrizio Ruggero che dirigono l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco. L’accompagnamento al fortepiano è di Giancarlo Salaris.

L’opera si avvale di un cast di giovani cantanti: Beatrice Mezzanotte (Lucinda), Daniele Terenzi(Mongibello), Salvatore Salvaggio (Don Nibbio), Anibal Mancini (Narciso), Mauro Secci (Don Canario).

Nel video sottostante , realizzato durante le prove al Teatro Lirico di Cagliari, il regista spiega bene cosa sia questa composizione variegata. Intanto vi ricordo che gli spettacoli si terranno al Teatro Civico di Castello a Cagliari nei giorni  Venerdì 14 luglio,  lunedì 17, martedì 18 e sabato 22 luglio sempre alle 21 e, in tre diverse località del circuito regionale ancora da definire, lunedì 24, mercoledì 26 e venerdì 28 luglio sempre alle 21.

 
YouTube Video

Informazioni Biglietteria

Biglietteria del Teatro Lirico via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari,

telefono 0704082230 | biglietteria@teatroliricodicagliari.it

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

A Cagliari, ieri sera,   si è tenuto un concerto straordinario nella splendida e panoramica terrazza del Bastione Saint Rémy. Il bastione è un monumento molto amato dai cagliaritani perchè durante la  stagione estiva si piò godere sempre di un po’ di fresco essendo posto sul colle di Castello che domina la città. La bella cornice, insolita per Coro e orchestra del Teatro lirico di Cagliari ha richiamato migliaia di cagliaritani e turisti. Il concerto era offerto alla cittadinanza gratuitamente.

Per motivi personali, ahimè, non ho potuto presenziare , ma ho seguito attraverso i social e qualche diretta video quasi tutto l’evento   . Il collega Alessandro Raffa, tenore del coro, mi ha raccontato di un bel concerto, sia dal punto di vista  musicale  con cantanti solisti di buon livello (Tiziana Caruso e Lavinia Bini soprani, Agostina Simmero  mezzosoprano, Angelo Villari tenore, Devid Cecconi baritono, direttore Gerard Korsten),sia nel programma, popolare , adatto anche ad un pubblico che non frequenta il teatro e la musica lirica.  Un amico, che mi ha ringraziato per la segnalazione del concerto,  ha messo in evidenza che  ci sarebbero volute  delle sedie  perchè diverse persone anziane hanno dovuto lasciare il concerto a metà per la stanchezza. L’acustica poi  lasciava un po’ a desiderare. L”amplificazione era povera rispetto alla maestosità della piazza . Un problema risolvibile per le prossime occasioni.

Bella serata comunque, molto apprezzata e il desiderio di tanti è stato quello di poter vedere ancora il coro e l’orchestra in questi luoghi alla portata di tutti. Il pubblico sente più vicini gli artisti e i musicisti apprezzando e valutando il loro lavoro maggiormente.

Nella foto di testa i due tenori Alessandro Raffa e Alessandro Bellanova prima del concerto. Le foto di coda sono di Priamo Tolu

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Vi posto di seguito il programma che sarà eseguito domani sera al Bastione di Cagliari (vedi post)

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Amore, amicizia, passione, morte in Un ballo in maschera di Verdi, per la Stagione lirica e di balletto 2017

 Venerdì 30 giugno alle 21 (turno A), la Stagione lirica e di balletto 2017 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue nei mesi estivi, a favore non solo del pubblico di abbonati, ma anche dei numerosissimi turisti presenti nell’Isola, con il quarto appuntamento con l’opera: va in scena, infatti, l’amato ed immortale capolavoro del massimo operista italiano Un ballo in maschera, melodramma in tre atti, su libretto di Antonio Somma, tratto dal dramma Gustave III ou Le Bal masqué di Eugène Scribe e musica di Giuseppe Verdi (Roncole di Busseto, Parma, 1813 – Milano, 1901).

 

Viene proposto l’affascinante allestimento del 2004 del Teatro Regio di Torino che si avvale della regia di Lorenzo Mariani, ripresa a Cagliari da Elisabetta Marini, delle scene di Maurizio Balò, dei costumi di Maurizio Millenotti e delle luci di Christian Pinaud. «L’azione non si svolge nel Settecento americano come previsto dal libretto, ma è ambientata tra gli anni Venti e Trenta del ‘900: come se il governatore Riccardo fosse il viceré dell’India o di un’altra colonia […]. Tutta l’opera si basa sul contrasto ombra e luce, le scenografie hanno un carattere altamente drammatico e simbolico, dove si percepisce la tensione del noir. C’è molto bianco e nero, c’è l’atmosfera thriller, ma anche i colpi di colore: il rosso del sangue, dell’amore, della passione.» (Lorenzo Mariani).

 

La direzione musicale è affidata a Gérard Korsten che ritorna sul podio cagliaritano, dopo La Traviata della scorsa estate, a dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

 

Protagonisti dell’opera sono giovani ed affermati cantanti che si alternano nelle recite quali: Roberto De Biasio (30 giugno, 2-5-8-12-15 luglio)/Angelo Villari (1-4-7-9-19 luglio) (Riccardo), Roberto de Candia (30 giugno, 2-5-8-12-15 luglio)/Devid Cecconi (1-4-7-9-19 luglio) (Renato), Tiziana Caruso (30 giugno, 2-5-8-12-15 luglio)/Monica Zanettin (1-4-7-9-19 luglio) (Amelia), Carolyn Sproule (30 giugno, 2-5-8-12-15 luglio)/Agostina Smimmero (1-4-7-9-19 luglio) (Ulrica), Eva Mei (30 giugno, 2-5-8-12-15 luglio)/Lavinia Bini (1-4-7-9-19 luglio) (Oscar), Francesco Verna (Silvano), Federico Benetti (Samuel), Stefano Rinaldi Miliani (Tom), Mauro Secci (Un Giudice), Marco Puggioni (Un Servo d’Amelia).

 

Rappresentata per la prima volta al Teatro Apollo di Roma il 17 febbraio 1859, l’opera patì numerose traversìe di carattere censorio e l’ambientazione svedese iniziale venne trasferita in un improbabile Massachusetts, con il protagonista che da re diviene conte, dato che la censura romana non gradiva regicidi in scena, soprattutto dopo il fallito attentato a Napoleone III.

 

L’opera, della durata complessiva di 3 ore circa compresi due intervalli, viene, ovviamente, rappresentata in lingua italiana, ma, come ormai tradizione al Teatro Lirico di Cagliari, viene eseguita con l’ausilio dei sopratitoli che, scorrendo sull’arco scenico del boccascena, favoriscono la comprensione del libretto.

 

Un ballo in maschera che va in scena per undici rappresentazioni, di cui 8 in abbonamento e 3 fuori abbonamento (queste ultime dedicate soprattutto ai turisti) e ritorna a Cagliari dopo dieci anni (l’ultima edizione è del maggio-giugno 2007), viene replicato: sabato 1 luglio alle 21 (turno G); domenica 2 luglio alle 21 (turno D), martedì 4 luglio alle 21 (turno F); mercoledì 5 luglio alle 21 (turno B); venerdì 7 luglio alle 21 (turno C); sabato 8 luglio alle 17 (turno I); domenica 9 luglio alle 21 (turno E); mercoledì 12 luglio alle 21 (fuori abbonamento); sabato 15 luglio alle 21 (fuori abbonamento); mercoledì 19 luglio alle 21 (fuori abbonamento).

 

Prezzi biglietti: platea da € 75,00 a € 50,00 (settore giallo), da € 60,00 a € 40,00 (settore rosso), da € 50,00 a € 30,00 (settore blu); I loggia da € 55,00 a € 40,00 (settore giallo), da € 45,00 a € 30,00 (settore rosso), da € 40,00 a € 25,00 (settore blu); II loggia da € 35,00 a € 25,00 (settore giallo), da € 25,00 a € 20,00 (settore rosso), da € 20,00 a € 15,00 (settore blu).

 

La Stagione lirica e di balletto 2017 prevede sette turni di abbonamento (A, B, C, D, E, F, G), ai quali è ancora possibile abbonarsi, sebbene, ovviamente, ad un numero ridotto di spettacoli.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da venerdì 27 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione lirica e di balletto; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

 

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 26 giugno 2017

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Ulrica è uno dei personaggi dell’opera lirica “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi. Lei è una maga  e già questo è un elemento che incuriosisce per il mistero che la circonda ;  ha  poi una voce di contralto, quindi rara, e questo mi affascina particolarmente perchè amo le voci gravi .

Ma chi è e quale ruolo ha all’interno dell’opera? Lei è una maga che predice il futuro, dispensa consigli di ogni genere e nel caso dell’opera in questione, Ulrica consiglia ad Amelia,( moglie di Renato, segretario e amico del governatore Riccardo) di recarsi in un campo alla ricerca di un’erba che la guarirà dall’amore impuro. Amelia infatti è segretamente innamorata proprio di Riccardo.

E’ bellissimo ascoltare la musica di Giuseppe Verdi che sottolinea il personaggio con un’orchestrazione cupa in cui sono in evidenza gli strumenti dal suono più grave: contrabassi, tromboni, corni, violoncelli, percussioni. La stessa  Ulrica, con la sua voce di contralto, è terribilmente impressionante quando  invoca le forze del male per raggiungere i suoi scopi. “Re dell’abisso” è la sua romanza di presentazione, ascoltatela in questo video sottostante eseguita dal contralto giapponese Qiulin Zhang che mi ha colpito in modo particolare per il timbro scurissimo della sua voce.


YouTube Video

Intanto voglio ricordare  che Un ballo in Maschera, sarà rappresentato al Teatro Lirico di Cagliari dal 30 Giugno, sabato 1 luglio alle 21 (turno G); domenica 2 luglio alle 21 (turno D), martedì 4 luglio alle 21 (turno F); mercoledì 5 luglio alle 21 (turno B); venerdì 7 luglio alle 21 (turno C); sabato 8 luglio alle 17 (turno I); domenica 9 luglio alle 21 (turno E); mercoledì 12 luglio alle 21 (fuori abbonamento); sabato 15 luglio alle 21 (fuori abbonamento); mercoledì 19 luglio alle 21 (fuori abbonamento).

 Info biglietteria: telefono: 0704082230 – 0704082249
email: biglietteria@teatroliricodicagliari.it
biglietteria online: www.vivaticket.it

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

La Stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, giovedì 15 giugno alle 20.30 (turno A), con il dodicesimo appuntamento: il Duo Perfetto, formazione composta da Robert Witt (violoncello) e Clorinda Perfetto (pianoforte), professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, si esibisce in un’unica, imperdibile serata dedicata alla musica da camera romantica ottocentesca, da quella russa con precise influenze classiche e jazz, fino a quella brillante afro-americana novecentesca.

Il programma della serata presenta: Sonata in sol minore per violoncello e pianoforte op. 65 e Introduzione e polacca brillante in Do maggiore op. 3 di Fryderyk Chopin; Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte op. 63 di Nikolai Kapustin; Porgy and Bess Suite (trascrizione di Jascha Heifetz) di George Gershwin.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

 La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), ai quali è ancora possibile abbonarsi, sebbene, ovviamente, ad un numero ridotto di spettacoli.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

 Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

 La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

Il Duo Perfetto di recente ha vinto il Primo Premio assoluto al Concorso Tim, il torneo internazionale di musica, che si è svolto a Torino e la cui partecipazione era legata al superamento di una serie di preselezioni che la commissione ha svolto in tutta Europa nei due anni precedenti (da Firenze a San Pietroburgo, da Lisbona a Londra). Il Duo nasce dall’incontro di due personalità molto simili dal punto di vista musicale, ma provenienti da percorsi notevolmente differenti. Proprio la similitudini di intento musicale ed origini eterogenee caratterizzano il Duo, il quale vanta un repertorio che spazia dalle forme compositive più classiche a quelle più innovative d’ispirazione jazzistica. Numerosi sono i concerti e le rassegne che li ha visti protagonisti in tutta l’isola e nel resto d’Italia, e vari sono i progetti che li vedranno impegnati anche all’estero. In settembre, per esempio, effettueranno diversi concerti tra Dresda e Berlino. Tra le più recenti partecipazioni si ricordano la “Festa della Musica” per Cagliari Capitale europea della cultura 2015, il Festival internazionale all’isola di Carloforte e per l’associazione Gremio di Roma. Recentemente, inoltre, si ricorda il concerto svolto a Torino all’associazione “Libera”, nella quale hanno utilizzato un pianoforte Steinway and Sons del 1870 interamente costruito con legno di rose; con tale manifattura esistono solo altri due esemplari al mondo dei quali uno è conservato alla Casa Bianca. Il Duo ha preso parte all’inaugurazione della mostra “Eurasia” (Palazzo di Città, Cagliari, 2016), realizzata in collaborazione con il Museo Ermitage di San Pietroburgo che introduceva, dinanzi alla delegazione russa, il gemellaggio tra Cagliari e la città sulla Neva oltre che per l’inaugurazione di una mostra d’arte contemporanea su Sant’Antioco itinerante tra l’isola di Sant’Antioco, Roma e New York. In attivo il Duo vanta già un cd e un secondo, che si intitola “Russian cello jazz”, che è in fase di realizzazione al Forum Music Village di Roma, gli studi dove il Premio Oscar Ennio Morricone ha realizzato tutte le sue indimenticabili colonne sonore. Infine, il Duo è stato ospite di diverse trasmissioni radiofoniche e televisive, tra le quali si ricorda la trasmissione “Radio3 Suite” del 23 maggio scorso su RadioRai condotta dal compositore Francesco Antonioni. (duoperfetto.com)

Cagliari, 12 giugno 2017

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Ancora un riconoscimento alla memoria del soprano cagliaritano Giusy Devinu, deceduta a soli 47 anni nel pieno di una luminosa carriera. La città di di Cagliari ha mostrato riconoscenza a colei che ha portato alta la bandiera della nostra terra nei palcoscenici più importanti del mondo, dedicandole nel 2015, l’Arena sita nel Parco della Musica e che sta a metà strada tra il Conservatorio G.P. Da Palestrina, (scuola che l’ha vista nascere artisticamente) e il Teatro Lirico sede di tanti  successi. Dopo l’Arena , il Teatro le ha voluto dedicare un Concorso per giovani promesse.

In questi giorni ho avuto la bella notizia che la Direzione di una scuola media  ad indirizzo musicale, ha deciso di titolare l’Istituto proprio a nome di Giusy Devinu.   L’Istituto comprensivo (ex Mulinu Becciu, Mameli, Ciusa)  diventerà quindi Istituto “Giusy Devinu” ,

il 29 giugno alle ore 18 nell’Auditorium della scuola di  Via Meilogu 18 a Cagliari.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il mercato di San Benedetto a Cagliari è il più grande mercato coperto d’Italia ed uno dei maggiori d’Europa, ospita spazi dedicati alla vendita di pesce, carne, ortofrutta, generi alimentari e servizi vari.

E’ stato inaugurato il 1° giugno 1957 e con i suoi 8.000 metri quadrati di esposizione su due livelli . Ad oggi nel Mercato operano quasi 300 concessionari. Al Piano terra è situato il reparto ittico, mentre nel piano superiore ci sono i reparti ortofrutta, carni alimentari, generi vari e servizi. In occasione dei 60 anni dalla sua apertura, la città di Cagliari organizza varie manifestazioni.

Anche il Il Teatro Lirico di Cagliari partecipa alla festa con due aperitivi musicali affidati a due ensemble sonori, composti da professori dell’Orchestra del Teatro Lirico, che allieteranno il pubblico nelle corsie e tra i 200 box dei due piani della struttura.

Venerdì 2 giugno, il Mercato sarà aperto dalle 7 alle 18 e il Teatro Lirico di Cagliari partecipa

Alle 11 si esibisce Filippo Gianfriddo che, con la sua marimba e le multipercussioni, propone quattro coinvolgenti ed accattivanti brani musicali, di cui uno composto per l’occasione: Yellow after the Rain di Mitchell Peters; Mercato SB60 di Filippo Gianfriddo; Rhythm Song di Paul Smadbeck; Rain Dance di Alice Gomez e Marilyn Rife.

 

Alle 17 si esibisce, invece, il trascinante Quintetto di Ottoni, composto da Lorenzo Panebianco (corno), Vinicio Allegrini (tromba), Luigi Corrias (tromba), Luca Mangini (trombone), Claudio Lotti (basso tuba), che animeranno il pomeriggio attraverso brani celebri, immortali canzoni e motivi da famose colonne sonore di film come: Sonata da Bankelsangerlieder di Anonimo; Sir Duke di Stevie Wonder (arrangiamento John Swan); My Funny Valentine di Richard Rodgers (arr. Roberto Di Marino); Misty di Erroll Garner (arr. Novelli); Yesterday di John LennonPaul McCartney (arr. David Short); Tango di David Short; Fuga BWV578 di Johann Sebastian Bach; Stardust di Hoagy CarmichaelMitchell Parish (arr. Lennie Niehaus); Latin di David Short; Polka Miseria di David Short; Round Midnight di Thelonius MonkCootie Williams (arr. Ingo Luis); The Pink Panther Theme di Henry Mancini (arr. Arthur Frackenpol); Danze inglesi del XVI secolo; No Potho Reposare “A Diosa” di Giuseppe RachelSalvatore Sini (arr. Claudio Lotti).

L’ingresso alla manifestazione è libero.

Cagliari, 31 maggio 2017

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Avviso di selezione figuranti
Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi

In occasione della messinscena dell’opera Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi, regia Lorenzo Mariani, ripresa da Elisabetta Marini, il Teatro Lirico di Cagliari ricerca le seguenti figure:

n. 8 figuranti uomini, altezza minima cm. 175, attitudine al palcoscenico, buona presenza scenica;
n. 2 figuranti donne, altezza minima cm. 165, corporatura snella, bella presenza.

La Direzione si riserva di valutare eventuali altre caratteristiche e competenze in possesso dei candidati, nonché variare il numero dei figuranti scelti.

Il periodo di impegno (prove e spettacoli) è programmato, indicativamente, dall’8 giugno al 9 luglio, con ulteriori repliche il 12, 15 e 19 luglio 2017.

Gli interessati dovranno inviare la propria candidatura all’indirizzo di posta elettronica produzione@teatroliricodicagliari.it entro e non oltre lunedì 5 giugno 2017 indicando i propri dati anagrafici (luogo e data di nascita, indirizzo, codice fiscale), nonché un recapito telefonico e un breve curriculum, allegando una fotografia a figura intera.

La selezione si tiene
MARTEDÌ 6 GIUGNO alle ore 14 
nella Sala Regia del Teatro Lirico di Cagliari (IV piano).

n.b.: non è prevista mail di conferma per l’avvenuta ricezione della candidatura.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla Direzione di Produzione: telefoni 0704082208-0704082257.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

L’opera verdiana inaugurerà la Forte Arena di Santa Margherita di Pula

I tecnici del Teatro Lirico di Cagliari sono in piena operatività per cercare di allestire al meglio il palco e l’opera  Rigoletto, celeberrimo melodramma di Giuseppe Verdi, che andrà in scena nelle serate del 10, 17 e 24 giugno 2017, alle 21.30, sull’ampio palcoscenico della Forte Arena di Santa Margherita di Pula.

La Forte Arena si apre all’opera lirica nel panorama degli altri grandi anfiteatri italiani, ponendosi come spazio molteplice per il territorio e per l’intera Sardegna.

 La Forte Arena è un suggestivo anfiteatro naturale con una capienza di 5000 posti, immerso nella natura incontaminata della costa sud-occidentale della Sardegna.

Il pubblico attende curioso il ritorno di uno dei più grandi e longevi baritoni della storia dell’opera italiana Leo Nucci, che canterà il ruolo del “giullare di corte” per la 500^ volta proprio qui, nell nostra terra di Sardegna.  Le tre rappresentazioni dell’opera Rigoletto rientrano nel Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

Un Progetto pilota che nasce dalla collaborazione tra Teatro Lirico di Cagliari e Forte Village Resort, sfruttando le prerogative dell’Art Bonus e motivando così il connubio tra Aziende e Imprese Culturali Pubbliche e l’investimento sulla risorsa del Turismo Culturale che concretizza l’accesso ai grandi spettacoli con prezzi popolari e numerose agevolazioni per giovani e meno giovani.

In uno scenario unico a pochi passi dal mare l’imponente scenografia restituirà al pubblico la Mantova del XVI secolo dove, tra le mura del Palazzo Ducale e nella locanda sul fiume Mincio, si consumano sentimenti, maledizioni e vendette dei personaggi di Rigoletto, di sua figlia Gilda e del gaudente Duca.

Sul podio a dirigere Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari ci sarà la bacchetta di Donato Renzetti e, nella serata del 10 giugno, Leo Nucci nel ruolo del titolo.

La regia è di Joseph Franconi Lee, mentre le scene e i costumi sono di Alessandro Ciammarughi.

Sotto un video di Leo Nucci del 2016 nel  famosa “Vendetta”


YouTube Video

 

Prezzi biglietti: platea (posto unico) € 40,00 (intero), € 20,00 (ridotto).

La riduzione del 50% è applicata agli abbonati alle Stagioni lirica e di balletto e concertistica 2017 e ai giovani under 30.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

La Direzione del Forte Village Resort informa che, in occasione delle tre rappresentazioni di Rigoletto, il pubblico potrà usufruire di un servizio di bus-navetta (Cagliari/Piazza dei Centomila – Forte Arena – Cagliari/Piazza dei Centomila) a pagamento (€ 15). La partenza da Cagliari è prevista per le 19.

Per informazioni e vendita: Box Office, viale Regina Margherita 43, 09124 Cagliari; dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, telefono 070657428.

Cagliari, 26 maggio 2017

Teatro Lirico di Cagliari, via Efisio Cao di San Marco, 09128 Cagliari – Italia

telefono +39 0704082209 – stampa@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

 

foto Neda Navaee

Silvia Careddu è  La flautista cagliaritana per eccellenza, non una qualunque.  Il grande talento per la musica e per questo particolare strumento sono stati determinanti per la vittoria come  Primo  flauto dell’orchestra Wiener Philharmoniker.

Ma cosa rende unica questa orchestra? Perchè entrare a farne parte è così difficile?

Innanzitutto le selezioni sono molto rigorose. Preparare un programma per un’ audizione o un concorso in questa orchestra ti mette a confronto e in concorrenza con  i migliori musicisti che giungono da tutto il mondo.

A Vienna la musica,  nella società, ha un ruolo molto importante; non è  considerata solo un passatempo, ma una vera fonte di crescita culturale per tutta la popolazione. E’ poi un grande business.  I teatri fanno sempre il tutto esaurito  perchè  la promozione è viva. I manifesti e i totem giganti con i volti dei protagonisti   sono dislocati in ogni angolo del paese; in quasi tutti i ristoranti e fast food si trovano i volantini con i programmi. Tante sono le offerte turistiche collegate ai teatri come ad esempio i menù a basso costo , i pacchetti tutto compreso negli alberghi, la vendita di oggetti ricordo come borse, manifesti, penne, magliette ecc., che richiamano questo o quel musicista. Il tutto rigorosamente sponsorizzato dalle ditte fornitrici e da accordi permanenti con le agenzie turistiche.

I bambini, fin dalla scuola materna studiano la musica e uno strumento . Il cittadino cresce con la capacità di distinguere un prodotto musicale di qualità da uno scarso.

La Wiener Philharmoniker  è considerata fra le migliori orchestre del mondo  e la nostra musicista cagliaritana Silvia Careddu è entrata a farne parte a tutti gli effetti, mantenendo sempre anche la possibilità di esibirsi come solista.

Non dimenticandosi della sua città natale, questo venerdì e sabato, si esibirà a Cagliari,  la città che l’ha vista nascere sia anagraficamente che artisticamente. Si è infatti diplomata al conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina sotto la guida del maestro Riccardo Ghiani, primo flauto dell’orchestra cagliaritana.

Il programma che presenterà il 26-27 maggio, per l’11° appuntamento della Stagione concertistica 2017 al Teatro Lirico di Cagliari comprende il Concerto in Re maggiore per flauto e orchestra op. 283 di Carl Reinecke.

Nella stessa serata si esibirà anche il coro (preparato da Gaetano Mastroiaco) e l’orchesta del Teatro Lirico tutto diretto dal maestro Gérard Korsten, col Te Deum in Do maggiore per coro e orchestra Hob. XXIIIc:2 di Franz Joseph HaydnPrima Sinfonia in Si bemolle maggiore “La Primavera” op. 38 di Robert Schumann.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

 

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

L’oboe è uno strumento musicale aerofono a fiato ad ancia doppia appartenente al gruppo orchestrale dei legni. Ha un suono leggero e assai penetrante. Di forma conica, è generalmente fatto di Grenadilla, o, meno frequentemente, di palissandro. Per chi non è del mestiere, è uno strumento poco conosciuto ed anzi, qualcuno nel pronunciarlo sbaglia l’accento, la pronuncia giusta è  òboe.

Se site curiosi e volete vedere e sentire questo strumento, vi invito al prossimo concerto della stagione sinfonica 2017 al Teatro Lirico di Cagliari in cui  l’oboista Viola Wilmsen sarà accompagnata dall’orchestra del Lirico diretta dal maestro Pietro Rizzo.

Il concerto sarà venerdì 19 maggio alle 20.30 (turno A) e sabato 20 maggio alle 19 (turno B), con il decimo appuntamento: Pietro Rizzo, uno fra i più talentuosi giovani direttori italiani di oggi, al suo debutto a Cagliari, dirige l’Orchestra del Teatro Lirico e l’oboe solista della tedesca Viola Wilmsen, vincitrice dei più rinomati concorsi internazionali dello strumento a fiato.

 Il programma delle due serate presenta: Sinfonia n. 40 in sol minore K. 550; Concerto in Do maggiore per oboe e orchestra K. 314 di Wolfgang Amadeus Mozart; Ottava Sinfonia in si minore “Incompiuta” D. 759 di Franz Schubert.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), ai quali è ancora possibile abbonarsi, sebbene, ovviamente, ad un numero ridotto di spettacoli.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Venerdì 19 maggio alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326 – 0704082250 – 0704082252; attivitagiovani@teatroliricodicagliari.it).

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Pietro Rizzo – È stato Direttore Principale dell’Opera di Göteborg (2006-2009), Direttore Musicale dell’Orquesta Joven de la Sinfónica de Galicia de La Coruña (2010-2014), Primo Kapellmeister dell’Aalto Theater di Essen (2003-2007), attualmente è considerato uno fra i più talentuosi giovani direttori italiani di oggi e ha già diretto le orchestre dei più grandi teatri al mondo, fra i quali: Metropolitan di New York, Dallas Opera, New Israeli Opera di Tel Aviv, New National Theatre di Tokyo, Deutsche Oper di Berlino, Maggio Musicale Fiorentino, Finnish National Opera di Helsinki, Royal Swedish Opera di Stoccolma, Volksoper di Vienna, Rossini Opera Festival di Pesaro, Savonlinna Festival, Baden-Baden Festival. Dirige regolarmente importanti orchestre internazionali, fra le quali: Finnish Radio Symphony Orchestra, Tampere Philharmonic Orchestra, Belgium Radio Symphony Orchestra, Essener Philharmoniker, Bergische Symphoniker, WDR Rundfunkorchester, Aalborg Symfoniorkester, Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Fra gli impegni operistici più recenti si segnalano le produzioni di: Rigoletto e Don Carlo al New National Theatre di Tokyo, La Cenerentola alla Finnish National Opera di Helsinki, La Traviata alla Bayerische Staatsoper di Monaco, La Gioconda allo Stadttheater di St. Gallen, Lucrezia Borgia alla Staatsoper di Amburgo e Roberto Devereux alla Deutsche Oper di Berlino. Ha inaugurato la Stagione 2015-2016 dirigendo il balletto Beauty and the Beast alla Finnish National Opera di Helsinki, in seguito ha diretto le produzioni di Macbeth allo Stadttheater di St. Gallen, La Favorite alla Deutsche Oper di Berlino e Madama Buttefly al Concertgebouw di Amsterdam. Ha anche fatto il suo debutto sul podio dell’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino. Ha inaugurato la Stagione 2016-2017 dirigendo il balletto Romeo e Giulietta di Prokof’ev ancora alla Finnish National Opera di Helsinki, seguito da concerti sinfonici allo Stadttheater di St. Gallen, La Bohème all’Opera Australia di Sydney ed Andrea Chenièr al Teatro dell’Opera di Roma. Fra i suoi prossimi impegni figurano: Rigoletto alla Finnish National Opera di Helsinki e nei teatri di Pavia, Jesi, Como, Bergamo e Brescia; Otello alla Semperoper di Dresda; Il Pirata allo Stadttheater di St. Gallen e Norma all’Opera de Bilbao. Dirigerà inoltre concerti con la Filarmonica Toscanini a Lugano e con la Radio Vara al Concertgebouw di Amsterdam.

 

Viola Wilmsen – Nel 2012 è stata nominata Primo oboe della Deutschen Sinfonie-Orchester di Berlino, dopo essere stata per tre anni Primo oboe della Deutsche Oper di Berlino. È inoltre attiva come solista e camerista in prestigiose sale da concerto di tutto il mondo. Come solista si è esibita con compagini quali: Münchener Kammerorchester, Hamburger Camerata, Kansai Philharmonic Orchestra (Giappone), Orchestra Haydn (Italia), Kammerphilharmonie Graubünden (Svizzera), Klassischen Philharmonie di Bonn. Nel 2014 è uscito il primo cd del suo sestetto “Berlino Contrappunto” e l’ensemble è stato premiato nel 2013 con il “Usedom Music Prize”. Nello stesso anno, con il “Berolina Ensemble”, gli viene stato assegnato il Premio “Echo Klassik” nella categoria “Ensemble dell’anno”. Viola Wilmsen suona regolarmente con la Camerata Bern e, come musicista ospite, ha fatto parte di orchestre come: Staatsoper Berlin, Münchener Staatsoper, Oper Frankfurt, Bamberger Symphonikern, Rundfunk-Sinfonie Orchester Berlin, Berliner Philharmoniker con la direzione di Valery Gergiev, Riccardo Chailly, Andris Nelsons, Christoph Eschenbach, Alain Altinoglu, Vladimir Ashkenazy, Marcus Bosch, Gianandrea Noseda. Viola Wilmsen ha studiato con Diethelm Jonas a Lubecca, con Jacques Tys a Parigi e con Dominik Wollenweber a Berlino. Nel 2009 ha vinto il Primo Premio al Concorso internazionale per oboe della Sony in Giappone. È inoltre vincitrice di numerosi primi premi di concorsi internazionali in Germania, Italia (AudiMozart! – 2012), Polonia e Inghilterra in qualità di oboista e pianista. Nel 2011 al Concorso “Deutsche Musik Wettbewerb”, Viola Wilmsen si aggiudica una borsa di studio con concerti in Germania. La televisione tedesca WDR3 ha mandato in onda ritratti sulla sua attività in lingua inglese e tedesca. L’artista ha partecipato a numerose registrazioni e trasmissioni radio per le maggiori emittenti tedesche. Viola Wilmsen è docente, per l’anno 2015-2016, alla Musikhochschule Lübeck ed insegna in vari corsi di perfezionamento.

Cagliari, 17 maggio 2017

Ufficio Stampa

Teatro Lirico di Cagliari, via Efisio Cao di San Marco, 09128 Cagliari – Italia

telefono +39 0704082209 – stampa@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Sarà la Forte Arena ad ospitare Il Rigoletto di Giuseppe Verdi , produzione del Teatro Lirico di Cagliari , che vedrà nel ruolo del protagonista il mitico  baritono Leo Nucci . L’opera verdiana sarà il primo di una lunga serie di spettacoli della location di Pula (CA) di cui troverete ampia descrizione cliccando su questo link.   Di seguito il cast e le date dell’opera

Forte Arena

Forte Village Resort, Santa Margherita di Pula

sabato 10 giugno 2017, ore 21.30

sabato 17 giugno 2017, ore 21.30

sabato 24 giugno 2017, ore 21.30

Rigoletto

melodramma in tre atti

libretto Francesco Maria Piave, dal dramma Le roi s’amuse di Victor Hugo

musica Giuseppe Verdi

personaggi e interpreti

Il Duca di Mantova Antonio Gandìa

Rigoletto, suo buffone di corte Leo Nucci (10)/Giovanni Meoni (17, 24)

Gilda, sua figlia Barbara Bargnesi

Sparafucile, bravo Cristian Saitta

Maddalena, sua sorella Martina Serra

Giovanna, custode di Gilda Leonora Sofia

Il Conte di Monterone Gocha Abduladze

Marullo, cavaliere Nicola Ebau

Matteo Borsa, cortigiano Enrico Zara

Il Conte di Ceprano Francesco Leone

La Contessa, sua sposa Ivana Canovic

Usciere di corte Francesco Leone

Paggio della Duchessa Ivana Canovic

maestro concertatore e direttore Donato Renzetti

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

regia Joseph Franconi Lee, da un’idea di Alberto Fassini

scene e costumi Alessandro Ciammarughi

luci Fabio Rossi

allestimento del Teatro Lirico di Cagliari

Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione

e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”.

Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale”

che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020.

Prezzi biglietti: platea (posto unico) € 40,00 (intero), € 20,00 (ridotto).

La riduzione del 50% è applicata agli abbonati alle Stagioni lirica e di balletto e concertistica 2017 e ai giovani under 30.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari partecipa alla

XXI edizione di “Cagliari Monumenti Aperti”

 Sabato 13 e domenica 14 maggio, dalle 9 alle 14, il Teatro Lirico di Cagliari partecipa, per l’undicesimo anno consecutivo, alla manifestazione “Cagliari Monumenti Aperti”, promossa dal Comune di Cagliari e dall’Associazione Culturale Imago Mundi Onlus, giunta quest’anno alla XXI edizione, con una serie di visite guidate al Teatro, realizzate in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.

La manifestazione prevede la visita dell’intera struttura: le sale prove musicali e la sala regìa, i laboratori di sartoria, scenografia, illuminotecnica e falegnameria, il palcoscenico. Le visite guidate previste sono tre al giorno, con partenza alle 9.30, alle 11 e alle 12.30.

Oltre a ciò viene anche presentata la formula, già sperimentata negli anni passati, delle “sale musicali”: durante la visita, ogni sala viene “animata” dagli allievi del Conservatorio, musicisti e cantanti, attraverso brevi intermezzi musicali che allieteranno il percorso dei visitatori. Questa formula, molto gradita al pubblico, rientra nella rassegna “Monumenti in Musica”, una delle iniziative speciali della manifestazione “Cagliari Monumenti Aperti”.

L’ingresso a tutte le manifestazioni è libero.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioniBiglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it

 

Cagliari, 12 maggio 2017

 

 

 

Pierluigi Corona

Responsabile Ufficio Stampa

Teatro Lirico di Cagliari, via Efisio Cao di San Marco, 09128 Cagliari – Italia

telefono +39 0704082209 - stampa@teatroliricodicagliari.it - www.teatroliricodicagliari.it

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Avviso di selezione figuranti
Rigoletto

 In occasione della messinscena dell’opera Rigoletto di Giuseppe Verdi, alla Forte Arena del Forte Village Resort, regia di Joseph Franconi Lee, il Teatro Lirico di Cagliari ricerca le seguenti figure:

 n. 6 figuranti uomini (altezza min. 175, taglia 50-54, ottima presenza scenica e attitudine al palcoscenico, alcuni particolarmente atletici);

n. 6 figuranti uomini (altezza media, agili e pratici di palcoscenico);
n. 5 figuranti uomini (fisico statuario, bella presenza);
n. 4 figuranti donne (giovani, bella presenza, capelli lunghi);
n. 4 figuranti donne (taglia 44-46, capelli lunghi);
n. 3 figuranti uomini (altezza media, bella presenza, con formazione da danzatori);
n. 4 figuranti donne (bella presenza, capelli lunghi, formazione da danzatrici).

La Direzione si riserva di valutare eventuali altre caratteristiche e competenze in possesso dei candidati.

Il periodo di impegno (prove e spettacoli) è programmato, indicativamente, dal 25 maggio al 24 giugno, con recite il 10, 17 e 24 giugno 2017.

Gli interessati dovranno inviare la propria candidatura all’indirizzo di posta elettronica produzione@teatroliricodicagliari.it entro e non oltre SABATO 20 MAGGIO 2017 indicando i propri dati anagrafici (luogo e data di nascita, indirizzo, codice fiscale), nonché un recapito telefonico e un breve curriculum, allegando una fotografia a figura intera.

La selezione si tiene
MARTEDÍ 23 MAGGIO 2017 alle ore 11
nella Sala Regia del Teatro Lirico di Cagliari (IV piano)

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla Direzione di Produzione, telefono 070 4082208-257.

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Damiana Pinti e Mariella Devia

Sono particolarmente affezionata a quest’Opera perchè è la prima che ho potuto ammirare dal vivo, al teatro Massimo di Cagliari.

Avevo poco meno di 16 anni. Una zia ci regalò i biglietti per vedere la Lucia di Lammermoor di Donizetti.  L’idea dell’opera un po’ mi spaventava, perchè fino a quel momento avevo sempre seguito la musica leggera, ma allo stesso tempo  mi incuriosiva vedere come fosse  allestito un palcoscenico per uno spettacolo così particolare. Avevamo dei bei posti, molto vicini per cui potei notare tante cose che a distanza mi sarebbero sfuggite.

Le soprese  iniziarono appena misi piede in teatro. Mi colpirono le maschere vestite con tuniche stile medioevale e un grande medaglione. Praticamente erano in costume di scena, forse erano comparse. Loro accompagnavano il pubblico in sala fino al posto indicato nel biglietto.

Sulle pareti del foyer vi erano delle gigantografie degli artisti che avevano preso parte alle stagioni precedenti: Virginia Zeani, Mario Del Monaco, Veriano Luchetti ecc.

L’eleganza della gente, i suoni dell’accordatura degli strumenti,  il silenzio tombale per l’arrivo del direttore d’orchestra in buca mi lasciarono letteralmente senza fiato. Incredibile! Il mondo che non conoscevo era di fascino unico.
I cantanti, il coro, la scenografia, tutto mi impressionò. Non capii nulla della trama perchè ero distratta da ogni cosa sul palco.  Lo guardavo incantata come se fossi stata dentro ad un sogno. Sentivo solo la musica. Ma ciò che mi tolse letteralmente il fiato fu   l’”aria della pazzia“. La romanza in cui Lucia, protagonista dell’opera, si esibiva in acrobazie vocali così impressionanti tali da farmi scendere le lacrime senza volerlo. Quella voce, così acuta e potente  che duettava con un flauto e aver difficoltà a distinguerli, mi arrivò così profondamente conquistandomi in pieno.

Questo ricordo  è diventato  ricorrente soprattuto ogni volta che ho preso parte a questa opera durante tutti gli anni della mia professione artistica.  Un’ emozione grande come quella, la provai nuovamente quando mi trovai a  mezzo metro di distanza dal soprano Mariella Devia (che io considero una vera specialista di questo ruolo), che eseguiva la pazzia con una perfezione da manuale.  Sembrava che avessi davanti un personaggio irreale come se stessi sognando, proprio come la prima volta. Questo stato d’animo era anche dovuto al fatto che in sala non si sentiva volare una mosca, il silenzio nell’ascoltare questa artista era palpabile.

La Lucia di Lammermoor torna  al Teatro Lirico di Cagliari

venerdì 5 maggio, ore 20.30 – turno A

sabato 6 maggio, ore 19 – turno G

domenica 7 maggio, ore 17 – turno D

martedì 9 maggio, ore 20.30 – turno F

mercoledì 10 maggio, ore 20.30 – turno B

venerdì 12 maggio, ore 20.30 – turno C

sabato 13 maggio, ore 17 – turno I

domenica 14 maggio, ore 17 – turno E

Lucia di Lammermoor

dramma tragico in due parti (e tre atti)

libretto Salvatore Cammarano, dal romanzo The Bride of Lammermoor di Walter Scott

musica Gaetano Donizetti

 personaggi e interpreti

Lord Enrico Ashton Davide Luciano (5, 7, 10, 12, 14)/Luca Grassi (6, 9, 13)

Miss Lucia Gilda Fiume (5, 7, 10, 12, 14)/Marigona Qerkezi (6, 9, 13)

Sir Edgardo di Ravenswood Roberto De Biasio (5, 7, 10, 12, 14)/Matteo Desole (6, 9, 13)

Lord Arturo Bucklaw Manuel Pierattelli (5, 7, 10, 12, 14)/Murat Can Güvem (6, 9, 13)

Raimondo Bidebent Gabriele Sagona (5, 7, 10, 12, 14)/Gianluca Margheri (6, 9, 13)

Alisa Lara Rotili

Normanno Mauro Secci

maestro concertatore e direttore Salvatore Percacciolo

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

 regia, scene, costumi e luci Denis Krief

 allestimento del Teatro Lirico di Cagliari

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Giusy Devinu durante la prova generale della Traviata a Cagliari

Ricordo come fosse oggi, quell’annuncio  che la direttrice di scena fece tra un atto e l’altro dell’opera “Uccelli” di Walter Braunfels. Un’opera lirico-fantastica rara, mai rappresentata. C’era una certa tensione per la difficoltà di questa esecuzione. Un’opera del 1920 difficilissima. Ma quel giorno, credo fosse la seconda recita, dietro le quinte c’era un’aria strana, girava voce che il soprano Giusy Devinu, grande artista cagliaritana che aveva compiuti gli studi al Conservatorio con molti di noi) fosse peggiorata nel corso della sua malattia. Una malattia che lei aveva tenuto nascosta per diversi anni nonostante fosse sempre sotto terapia . Nessuno immaginava che quel peggioramento, da li a poco, avrebbe portato  così velocemente alla fine della vita terrena di Giusy.

Ricordo che alla notizia della sua morte, mi venne una sorta di malessere generale e la voglia di lasciare velocemente il palcoscenico per andare a darle l’ultimo saluto.

Il pubblico, all’annuncio della sua morte reagì con un forte brusio e poi con un silenzio impressionante, difficile da pensare con mille persone e più fra sala e palcoscenico  . E Giusy, improvvisamente era lì,su quel palcoscenico che lei stessa aveva inaugurato insieme a tanti di noi nel 1993.

Oggi , a dieci anni dalla scomparsa , tutti ancora la ricordano come quel giorno che interpretò a Cagliari Violetta Valery nella Traviata, bella e brava con le sue acrobazie vocali del primo atto ma anche la sua grande espressività drammatica dell’ultimo.

Il comune di Cagliari, nel 2015, le ha dedicato l’arena antistante il Teatro Comunale mentre il Teatro Lirico di Cagliari, quest’anno, ha istituito un Concorso di canto a suo nome .

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

 

foto P. Tolu

Anticamente si usava spesso combinare i matrimoni soprattutto quando c’erano problemi economici o di dinastia. Purtroppo in tanti paesi è una pratica ancora in uso, pratica devastante dal punto di vista psicologico. Convivere con una persona spesso estranea  credo che prima o poi possa portare alla follia.

Quella che sto per raccontarvi è una storia ambientata nel 1500. Lui si chiama Enrico ed ha una sorella, Lucia. Enrico vuole che sua sorella sposi il ricco e nobile Arturo. Questo matrimonio potrebbe sistemare le questioni politiche ed economiche della famiglia .  Ma Lucia, ovviamente, è innamorata di un altro. Lui si chiama Edgardo ed è eterno rivale della sua famiglia e quindi anche di Enrico suo fratello. Diciamo che è un clichè classico. Enrico, prima di partire per un viaggio all’estero, chiede a Lucia se può domandare al fratello la sua mano così da poter tentare anche una pace famigliare. Ma Lucia lo dissuade ben sapendo che Enrico non accetterà mai questo matrimonio.I due si scambiano un pegno d’amore .

Intanto ad Enrico giunge voce che Lucia ama il suo rivale e per evitare che questa storia possa andare avanti vuole accelerare il matrimonio con Arturo. Ma come convincere Lucia ad accettare? Si inventa di aver intercettato una fantomatica lettera di Edgardo che dall’estero scrive ad un’altra donna. Lucia, presa dalla disperazione per tale notizia, accetta di sposare l’uomo imposto da suo fratello. Sarà la sua morte.

Durante il rito delle nozze, nel momento in cui firma la sua condanna, irrompe Edgardo che, sentitosi tradito, le sbatte in faccia l’anello col quale aveva precedente siglato la promessa d’amore con lei.

Lucia, dopo le nozze impazzisce e presa da raptus uccide il marito Arturo e si uccide a sua volta. Edgardo viene informato di ciò e, conosciuta la verità si ammazza per la disperazione.

Questa è la trama in pillole dell’Opera Lucia di Lammermoor che andrà in scena al Teatro Lirico di Cagliari per la stagione 2017. Intanto

Venerdì 28 aprile, alle 17, nel foyer di platea del Teatro Lirico di Cagliari, il giornalista e musicologo Guido Zaccagnini presenta l’opera Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, in un incontro con il pubblico. Il celeberrimo dramma tragico in due parti (e tre atti) va in scena, venerdì 5 maggio alle 20.30 (turno A), per la Stagione lirica e di balletto 2017 del Teatro Lirico di Cagliari.

 

L’ingresso alla presentazione è libero.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Alpesh Chauhan (foto Priamo Tolu)

Ritorna al Teatro Lirico di Cagliari il giovanissimo direttore d’orchestra Alpesh Chauhan  per dirigere  il pianista Michail Lifits e l’Orchestra del Teatro Liricoil 21-22 aprile,  Stagione concertistica 2017

Il  giovane direttore britannico, considerato una vera rivelazione presenterà un programma musicale tanto elegante e raffinato quanto celebre ed affascinante.

In qualità di solista si esibisce Michail Lifits, giovane pianista uzbeko dalla tecnica strepitosa (vincitore del prestigioso Concorso Pianistico Internazionale “Ferruccio Busoni” nel 2009) che ritorna a Cagliari dopo il suo recital di piano solo del 29 ottobre 2016.

Il programma delle due serate presenta: Romeo e Giulietta: fantasia ouvertüre di Pëtr Il’i? ?ajkovskij; Concerto per pianoforte e orchestra in Sol maggiore n. 17 K. 453 di Wolfgang Amadeus Mozart; La bella addormentata: suite dal balletto di Pëtr Il’i? ?ajkovskij.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 11 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (11 spettacoli) già in vendita da lunedì 16 gennaio 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Venerdì 21 aprile alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326 – 0704082250 – 0704082252; attivitagiovani@teatroliricodicagliari.it).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

Michail Lifits (foto Felix Broede)

 

Michail Lifits – Recensito dalla Frankfurter Allgemeine Zeitung con toni entusiastici per «la magnifica propensione ai colori», il giovane pianista Michail Lifits ha rapidamente catturato l’attenzione internazionale. La sua musicalità avvolgente e «la maturità del suono, apparentemente piena di saggezza» (Süddeutsche Zeitung) sono state accolte calorosamente dal pubblico e dalla critica di tutto il mondo. I principali impegni della Stagione 2016-2017 includono concerti con la Munich Chamber Orchestra e con la Munich Symphony Orchestra, i debutti con la NDR Radiophilharmonie Hannover, con l’Orchestra di Valencia e l’Orchestra dell’Arena di Verona con Jean-Luc Tingaud. Michail Lifits parteciperà, anche quest’anno, a numerosi festival tra cui: Kissinger Sommer Festival, Schwetzingen SWR Festival, Festspiele Mecklenburg-Vorpommern, Festival de l’Epau, Salzburg Festival. Dopo la vittoria della 57a edizione del Concorso “Ferruccio Busoni” nel 2009, Michail Lifits ha calcato i palcoscenici dei più importanti teatri internazionali: Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Philharmonie di Berlino, Herkulessaal e Philharmonie di Monaco, Laeiszhalle di Amburgo, Sala Verdi di Milano, Tonhalle di Zurigo, Concertgebouw di Amsterdam, Palais des Beaux-Arts di Bruxelles. Come solista ha suonato con grandi orchestre quali: Deutsche Symphonie-Orchester Berlin (DSO), Hague Philharmonic, Munich Symphony Orchestra e Munich Chamber Orchestra, Heidelberg Philharmonic Orchestra, Orchestra Haydn di Bolzano, Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, I Solisti di Mosca. Tra le sue partecipazioni più importanti figurano quelle ai: Festival di Verbier, Rheingau Musikfestival, Festspiele Mecklenburg-Vorpommern, Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo, Festival d’Auvers-sur-Oise, Ruhr Piano Festival, Bergen International Festival, Menuhin Festival Gstaad, BBC Proms. Dal 2011 Michail Lifits è artista esclusivo Decca Classics. Nel 2012 il suo album di debutto, con musiche di Mozart, ha ricevuto ottime recensioni da una critica entusiasta e unanime ed è stato nominato cd del mese da molte testate giornalistiche e radiofoniche. Il suo secondo album, con due Sonate di Schubert, è stato pubblicato nel 2015, primo album del progetto che vede Michail Lifits impegnato nell’incisione dell’integrale per pianoforte di Schubert. Nato a Tashkent (Uzbekistan) e trasferitosi in Germania a 16 anni, Michail Lifits vive ad Hannover, città con cui sente una profonda connessione artistica e culturale. Ha studiato alla Hochschule für Musik und Theater con Karl-Heinz Kämmerling e Bernd Goetzke, proseguendo poi gli studi con Boris Petrushansky all’Accademia Internazionale di Imola. Michail Lifits è un artista Steinway dal 2014.

Tag:, , , ,

Comments 2 Commenti »

Il giovane direttore britannico, di origine asiatica, Alpesh Chauhan, considerato una vera rivelazione e che ha appena debuttato nella direzione d’opera proprio al Teatro Lirico di Cagliari con Turandot di Puccini, sarà ancora nella stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari. Venerdì 14 aprile alle 20.30 (turno A) e sabato 15 aprile alle 19 (turno B), con l’ottavo appuntamento, dirigerà l’Orchestra del Teatro Lirico in tre notissime pagine della letteratura musicale mondiale.

Il programma delle due serate presenta: Egmont, ouverture op. 84 di Ludwig van Beethoven; Sinfonia n. 31 in Re maggiore “Parigi” K. 297 di Wolfgang Amadeus Mozart; Terza Sinfonia in Fa maggiore op. 90 di Johannes Brahms.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 7 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (7 spettacoli) già in vendita da lunedì 10 aprile 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Venerdì 14 aprile alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326 – 0704082250 – 0704082252; attivitagiovani@teatroliricodicagliari.it).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Alpesh Chauhan – È Direttore Principale designato della Filarmonica Arturo Toscanini di Parma, una posizione che assumerà a partire dalla Stagione 2017-2018. Rapidamente cresciuto in notorietà internazionale, l’intuizione che Alpesh Chauhan mette nella musica è stata apprezzata dalle orchestre e dal pubblico e il suo naturale rapporto con i musicisti gli ha già permesso di stabilire collaborazioni con alcune delle maggiori orchestre inglesi ed europee. È stato Assistant Conductor alla City of Birmingham Symphony Orchestra dal 2014 al 2016, dopo esserne stato in precedenza il primo Conducting Fellow. Nell’estate 2016 Alpesh Chauhan ha fatto la sua prima apparizione ai BBC Proms dirigendo due dei Ten Pieces Concerts con la BBC Philharmonic Orchestra, sulla scia del film Ten Pieces Secondary che aveva registrato con l’orchestra nell’estate 2015. Nel novembre 2016 ha fatto il suo debutto negli USA con l’Alabama Symphony Orchestra e, nel gennaio 2017, ha diretto, per la prima volta, la London Symphony Orchestra al Barbican Centre, presentando Morte e Trasfigurazione di Richard Strauss e il Primo Concerto per pianoforte di Brahms con Benjamin Grosvenor. La carriera di Alpesh Chauhan include, sino ad oggi, concerti con la Netherlands Symphony Orchestra, con la BBC Symphony, con la BBC Scottish, con la BBC Philharmonic, con la Kymi Sinfonietta e con le orchestre dell’Opéra National de Lorraine, del Teatro Carlo Felice di Genova, del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro Lirico di Cagliari, del Teatro Petruzzelli di Bari. La prossima stagione vedrà Alpesh Chauhan ritornare a dirigere molte di queste orchestre e fare il proprio debutto con la BBC National Orchestra of Wales e con la Philharmonia. Alpesh Chauhan è stato primo violoncello della CBSO Youth Orchestra, avendo l’opportunità di partecipare a masterclass di direzione d’orchestra, come parte della Youth Orchestra Academy 2007. Nel 2008 è stato ammesso al Royal Northern College of Music per studiare violoncello con Eduardo Vassallo, prima di proseguire la frequenza del prestigioso Masters Conducting Course, sotto gli auspici di Clark Rundell e Mark Heron. Ha studiato con Stanislaw Skrowaczewski, partecipato a masterclass con Juanjo Mena e Vasily Petrenko, mentre Andris Nelsons e Edward Gardner sono stati suoi mentori. Apparendo regolarmente nei media, Alpesh Chauhan è stato presentato come “Stella nascente” su BBC Music Magazine e intervistato da BBC Radio 4 e BBC World Service. È stato “blogger ospite” per Gramophone Magazine e membro della giuria del BBC Young Musician of the Year 2016.

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari – È stata fondata nel 1933 e ha consolidato, negli anni, un fecondo rapporto con i maggiori direttori italiani, tra cui Tullio Serafin, Vittorio Gui, Antonino Votto, Guido Cantelli, Franco Ferrara, Franco Capuana, Willy Ferrero, e con compositori quali Ottorino Respighi, Ildebrando Pizzetti, Ermanno Wolf Ferrari, Riccardo Zandonai, Alfredo Casella. Risalgono agli anni ‘50-’60 le apparizioni sul podio di Lorin Maazel, Lovro von Matacic, Claudio Abbado, Sergiu Celibidache, Riccardo Muti, e le collaborazioni con Gioconda De Vito, Leonid Kogan, Henryk Szering, Andrés Navarra, Dino Ciani, Maria Tipo, Nikita Magaloff, Wilhem Kempff, Martha Argerich. In questi ultimi anni l’Orchestra ha collaborato, tra gli altri, con direttori come Lorin Maazel, Georges Prêtre, Emmanuel Krivine, Mstislav Rostropovich, Ton Koopman, Iván Fischer, Frans Brüggen, Carlo Maria Giulini, Gennadi Rozhdestvensky, Rafael Frühbeck de Burgos, Neville Marriner, Christopher Hogwood, Hartmut Haenchen e con solisti come Martha Argerich, Aldo Ciccolini, Kim Kashkashian, Viktoria Mullova, Misha Maisky, Truls Mørk, Sabine Meyer, Yuri Bashmet, Salvatore Accardo. Dal 1999 al 2005 Gérard Korsten ha ricoperto il ruolo di direttore musicale e ha, fra l’altro, diretto in prima esecuzione nazionale, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber e A Village Romeo and Juliet di Delius. Negli ultimi anni l’Orchestra ha collaborato regolarmente con Lorin Maazel, compiendo nel 1999 una tournée in Europa ed eseguendo con successo una serie di concerti. Nel 2002 ha rappresentato l’Italia nella rassegna “Italienische Nacht”, organizzata dalla Bayerischer Rundfunk al Gasteig di Monaco di Baviera e trasmessa in diretta dalla radio bavarese. Nel 2005 ha suonato in un concerto in onore del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. Negli ultimi anni, anche nell’ambito della rassegna “Cinque passi nel Novecento”, ha eseguito, in prima assoluta, composizioni per orchestra che il Teatro Lirico di Cagliari ha commissionato a compositori come Sylvano Bussotti, Giorgio Tedde, Azio Corghi, Fabio Nieder, Alberto Colla, Carlo Boccadoro, Franco Oppo, Francesco Antonioni, Ivan Fedele. Per la casa discografica Dynamic ha inciso opere in prima esecuzione in Italia, quali: Die Feen di Wagner, Dalibor di Smetana, (premiate, rispettivamente, da “Musica e Dischi” quale miglior disco operistico italiano del 1997, e da “Opéra International” col “Timbre de Platine” – gennaio 2001), ?erevi?ki e Opri?nik di ?ajkovskij, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Euryanthe di Weber, Alfonso und Estrella di Schubert, Hans Heiling di Marschner, Chérubin di Massenet, Lucia di Lammermoor di Donizetti. Ha inciso, inoltre, Goyescas di Granados e La vida breve di De Falla, La Passione secondo Giovanni di Bach per la Dynamic e Don Pasquale per Rai Trade. Per la Rai ha registrato, nel 1998, La Bohème trasmessa in tutto il mondo.

 

Cagliari, 12 aprile 2017

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

L’affascinante recital di Ksenija Sidorova ispirato a Carmen di Bizet,

martedì 28 marzo alle 20.30, per la Stagione concertistica 2017

 La Stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, martedì 28 marzo alle 20.30 (turno A), con il settimo appuntamento che prevede, subito dopo il concerto di Federico Colli, l’altrettanto interessante recital ispirato alla Carmen di Bizet dell’ensemble di Ksenija Sidorova, giovane e talentuosissima suonatrice di fisarmonica, nata a Riga nel 1988 ma già famosa in tutto il mondo.

L’album di debutto di Ksenija Sidorova consiste in un’affascinante rivisitazione di Carmen, personaggio fatale nel quale la musicista si identifica. Protagonista nella reinterpretazione della celebre opera di Georges Bizet, Ksenija Sidorova, accompagnata da un ensemble di straordinari solisti composto da: Alejandro Loguercio (violino), Claudio Constantini (pianoforte), Roberto Koch (contrabbasso), Daniel Wirtz (chitarra), David Kuckhermann (percussioni), fonde ritmi flamenco, gypsy jazz, ballate romantiche in un’imperdibile combinazione piena di passione ed irresistibile charme.

 

Questo album “Carmen” che va ben oltre i confini musicali, è stato pubblicato nel giugno 2016 dalla Deutsche Grammophon Gesellschaft e, a seguito dei grandi successi ai Festival di Jurmala (Lettonia) e Ravinia, viene ora presentato a Berlino (Kammermusiksaal della Philahrmonie), Monaco di Baviera (Prinzregenttheater) e, in prima italiana, al Teatro Lirico di Cagliari.

 

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 11 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (11 spettacoli) già in vendita da lunedì 16 gennaio 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

 

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

Claudio Constantini- Intensa la carriera internazionale come pianista e fisarmonicista, come compositore ed arrangiatore. È stato invitato dai più importanti festival e sale da concerto del

mondo e molti dei suoi conerti sono stati trasmessi dalle radio e televisioni internazionali. Ha pubblicato tre album come solista, uno di questi “Refelts dans l’eau” dal Primo volume della integrale di Claude Debussy, ha ottenuto eccellenti critiche e la rivista “Fanfare” lo ha messo al secondo posto della top ten 2015. Come fisarmonicista ha esplorato soprattutto tre generi: il tango argentino, la musica classica e il jazz. La combinazione di questi tre generi vive nel “Constantini tangojazz ensemble”. Ha tenuto masterclass in Europa ed in numerosi altri paesi. Ha vinto numerosi premi internazionali, fra cui il Primo Premio al Concorso Piazzolla di Milano e il Primo premio al Concorso Internazionale Litmann di New York. Il Governo olandese gli ha assegnato il Premio HSP Huygens per l’eccellenza dei suoi studi musicali. Nato a Lima in una famiglia di musicisti, si è perfezionato in Finlandia ed in Olanda, diplomandosi poi con tutti gli onori a Parigi.

Roberto Koch – Nato a Caracas, è considerato uno dei più versatili contrabbassisti venezuelani. Si è diplomato alla Escuela de Musica Lino Gallardo di Caracas, perfezionandosi poi in Svizzera. Ha suonato con tutti i più importanti solisti e gruppi venezuelani ed internazionali di jazz e musica classica ed ha inciso più di 50 cd e tenuto masterclass di musica venezuelana in molti centri musicali, fra cui il Barklee College of Musica e l’Università di Tokyo.

David Kuckhermann – Ha studiato percussioni in tutti i possibili stili con docenti come Ustad Fayaz Khan, Benham Samani e Glen Velez. Quando non è in tournée con varie formazioni, tiene masterclass in tutto il mondo, compone musiche per il cinema ed il teatro e produce video di insegnamento per tutti i tipi di percussioni.

Alejandro Loguercio – Molto apprezzato per il suo virtuosismo, ha un’intensa attività sia come solista che con complessi di musica da camera ed orchestre. Il Primo Premio al Concorso Internazionale Luis Angel Arango di Bogotà gli ha spalancato le porte delle maggiori istituzioni concertistiche dell’America Latina. Da allora ha suonato in tutto il mondo fra cui: a Vienna nel quadro delle Wiener Festwochen, al Festival di Rheingau, al Mozart Festival di Wuerzburg e al Festival di Musica da Camera di Bratislava. Oggi vive a Vienna, è concert master dell’Orchestra Max Steiner e continua a collaborare con molte altre orchestre. Intensa anche l’attività cameristica: ha fondato il Trio con pianoforte “Acros” che partecipa regolarmente all’European Chamber Music Academy. Il Trio Acros ha pubblicato il suo primo cd nel 2009 e nel 2013 ha vinto il Premio Josef Windisch. Alejandro Loguercio fa parte anche del Tango-Comedy Quartet “Garufa” e suona con il Rojatango Ensemble, il cui leader è il celebre baritono Erwin Schrott. I primi studi musicali di Alejandro Loguercio si svolgono nell’ambito del celebre progetto “El Sistema”, fondato da Antonio Abreu. Ha studiato poi a Valencia e, nel 2003, si è trasferito a Vienna per continuare gli studi alla Università per la Musica e le Arti di Vienna con Klaus Maeztl dell’Alban Berg Quartet e con Johannes Meissl del Quartetto Artis. Ha frequentato, inoltre, le masterclass di Hatto Beyerle, Alberto Lysy, Gerhard Schlz, Shmuel Ashkenazy.

Ksenija Sidorova – Una del sempre più ampio numero di musicisti lettoni, è sicuramente l’ambasciatore più importante del suo strumento: la fisarmonica. L’attività di Ksenija Sidorova si estende in tutto il mondo, in recital, collaborazioni con importanti artisti (Miklos Karadaglic, Juan Diego Florez, Nicola Benedetti, Thomas Gould, Avi Avital, Joseph Calleja) e concerti con le più importanti orchestre. Di recente è stata invitata a prendere parte alle celebrazioni per i 50 anni di Bryn Terfel alla Royal Albert Hall di Londra ed al celebre Ballo annuale dei Wiener Philharmoniker al Musikverein di Vienna. Nella Stagione 2016-2017 suonerà con orchestre quali: NHK di Tokyo, Liverpool Philahrmonic Orchetra, MDR di Lipsia, le compagini di Hong Kong e Edmonton, Kremerata Baltica, Estonian Festival Orchestra (diretta da Paavo Jarvi).

 

Daniel Wirtz – Si muove, con assoluta libertà, in tutti gli stili che appartengono alla chitarra: la musica folkloristica, la classica, l’improvvisazione e partecipa regolarmente a numerosi progetti musicali. Ha suonato con il Quartetto Stromlarken che si ispira alla musica folkloristica antica della Norvegia. Ha eseguito antichi ritmi siciliani con il complesso Zagara e la cantante Noemi La Terra e suona in concerti con il Duo Dirks&Wirtz, vincitore dell’European Guitar Award. Dal 2014 tiene corsi di chitarra acustica all’Università “Carl Maria von Weber” di Dresda.

 

 

 

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

(foto Thomas Woland)

Federico Colli, giovane astro del pianoforte,

debutta a Cagliari il 25 marzo, per la Stagione concertistica 2017

 

La Stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, sabato 25 marzo alle 19 (turno B), con il sesto appuntamento che prevede il debutto a Cagliari del giovane pianista bresciano Federico Colli che sostituisce l’annunciato Fazil Say che ha annullato la tournée italiana per gravi motivi familiari.

 

Il programma musicale della serata presenta: Sei Variazioni in Fa maggiore sull’aria “Salve tu, Domine” da I filosofi immaginari di Giovanni Paisiello K. 398 di Wolfgang Amadeus Mozart; Sonata in Fa maggiore op. 54, Sonata in Mi maggiore op. 109 di Ludwig van Beethoven; Sonata in si minore K. 197, Sonata in Mi maggiore K. 380, Sonata in re minore K. 9, Sonata in Re maggiore K. 492, Sonata in re minore K. 32, Sonata in La maggiore K. 39 di Domenico Scarlatti; Carnevale di Vienna op. 26 di Robert Schumann.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 11 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (11 spettacoli) già in vendita da lunedì 16 gennaio 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Federico Colli – La rivista britannica “International Piano” ha inserito Federico Colli fra i trenta pianisti “under 30” candidati a dominare la scena musicale mondiale negli anni a venire. Il 2017 di Federico Colli si apre al Teatro Dal Verme di Milano insieme all’Orchestra I Pomeriggi Musicali diretta da Alessandro Cadario (Concerto n. 2 di Saint-Saëns) e prosegue poi al Teatro della Pergola di Firenze, al Palazzo Reale di Napoli, al Festival per Musica da Camera di Eilat (Polonia) per il Festival Pianistico “Chopin” ed il Festival Pianistico “Rubinstein”. Sono, inoltre, in programma alcuni debutti importanti fra cui: al Seoul Arts Center (Corea del Sud) con la Filarmonica di Suwon e alla Royal Albert Hall di Londra con la Royal Philharmonic Orchestra diretta da Andrew Nethsingha (Concerto n. 5 di Beethoven). Dopo il Primo Premio ottenuto al Concorso Mozart di Salisburgo nel 2011 e la vittoria con Medaglia d’oro al Concorso Pianistico Internazionale di Leeds del 2012, Federico Colli si è esibito in prestigiosi concerti con la London Philharmonia Orchestra diretta da Alpesh Chauhan, la Klassische Philharmonie di Bonn diretta da Heribert Beissel (Konzerthaus di Berlino, Herkulessaal di Monaco, Laeiszhalle di Amburgo, NDR Landesfunkhaus di Hannover, Beethovenhalle di Bonn), l’Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo diretta da Yuri Temirkanov (Teatro degli Arcimboldi di Milano, Auditorium Lingotto di Torino), l’Orchestra da Camera di Vienna diretta da Joji Hattori (Konzerthaus di Vienna), la South Netherlands Philharmonic diretta da Ed Spanjaard (Royal Concertgebouw di Amsterdam), l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Juraj Valcuha (Auditorium Parco della Musica di Roma), l’Orchestra Mariisnky diretta da Valery Gergiev (Teatro Mariinsky di San Pietroburgo), l’Orchestra Sinfonica della Radio Nazionale Polacca diretta da Jacek Kaspszyk (Philharmonic Concert Hall di Varsavia). Il “suo” Terzo Concerto di Rachmaninov, eseguito insieme alla BBC Symphony Orchestra diretta da Sakari Oramo, è stato particolarmente apprezzato. “The Times” ha scritto: «Federico Colli ha suonato con una formidabile delicatezza, toni limpidi e fraseggio calligrafico; quest’opera è stata come un bacio di Rodolfo Valentino. Imperturbabile, un po’ mesta, pacata ed elegante. Tuttavia, Federico Colli si coccola l’ascoltatore per sedurlo prima di conquistarlo del tutto». Ha anche riscosso grande successo di pubblico e critica al Musikverein di Vienna, alla Nikkei Hall, alla Bunka Kaikan Hall ed alla Musashino Cultural Hall di Tokyo, alla Salle Cortot di Parigi, alla Dvorak Hall del Rudolfinum di Praga, alla City Concert Hall di Hong Kong, alla Gewandhaus di Lipsia ed al Teatro Sociedad Filarmonica di Bilbao. In coincidenza con il suo debutto alla Queen Elizabeth Hall di Londra è stato pubblicato un cd prodotto dall’etichetta discografica “Champs Hill Records” con opere di Beethoven, Skrjabin e Musorgskij: «L’affascinante capacità di Federico Colli di illuminare anche i fraseggi musicali più densi emerge in una struttura interpretativa di logica suprema» (Julian Haylock, “BBC Music Magazine”). Molto acclamate sono state le sue esibizioni alla Cidade Des Artes e al Teatro Municipal di Rio de Janeiro con l’Orchestra Sinfonica Brasiliana diretta da Neil Thomson, alla Sala Nezahualcoyotl di Città del Messico con l’Orquesta Filarmonica de la UNAM diretta da Pier Carlo Orizio, alla Philharmonic Hall di Liverpool con la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra diretta da Vasily Petrenko, alla National Concert Hall di Dublino con la RTE National Symphony Orchestra diretta da Alan Buribayev, al Teatro Filarmonico di Verona con l’Orchestra dell’Arena diretta da Federico Ferri ed alla Royal Concert Hall di Glasgow ed alla Usher Hall di Edimburgo con la Royal Scottish National Orchestra diretta da Thomas Søndergård. «Il suo pianismo si è dimostrato costantemente distaccato, seppur mai meccanico, e fenomenale per limpidezza» (Michael Tumelty, “The Herald”). Altri concerti hanno incluso esibizioni al Teatro Grande di Brescia ed al Teatro Donizetti di Bergamo con la Filarmonica del Festival Pianistico Internazionale diretta da Umberto Benedetti Michelangeli, al Teatro Lysenko di Kiev con la Filarmonica Nazionale Ucraina diretta da Roman Kofman, al Teatro Verdi di Firenze con l’Orchestra della Toscana diretta da Stanislav Kochanovsky, all’Auditorium Toscanini di Torino con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI diretta da Filippo Maria Bressan ed alla Town Hall di Leeds con l’Orchestra of Opera North diretta da Kees Bakels. «Federico Colli, pianista del tutto particolare, porta indietro ai tempi di Lupu e Perahia. Da celebrare la cristallina genialità e la luminosità che conduce dritto al cuore di ogni opera che suona» (B. Morrison, “Gramophone”). Federico Colli ha avuto l’onore di condividere il palcoscenico con artisti del calibro di Martha Argerich, Leonidas Kavakos, Vladimir Ashkenazy, Nelson Freire e Lang Lang ed è apparso sulla copertina delle riviste “Suonare News” e “Pianist Magazine”. Nato a Brescia nel 1988, Federico Colli ha studiato al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano, all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola ed al Mozarteum di Salisburgo sotto la guida di Sergio Marengoni, Konstantin Bogino, Boris Petrushansky e Pavel Gililov.

 

Cagliari, 22 marzo 2017

 

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Foto A.Atzori

Ieri sera, al Teatro Lirico di Cagliari è andata in scena la prima dell’opera Turandot di Giacomo Puccini, per la Stagione Lirica 2017. La produzione, nata nel 2014 porta la firma di un grande artista sardo: Pinuccio Sciola che proprio in questi giorni avrebbe compiuto gli anni. Ed è proprio la sua scenografia che ancora una volta stupisce lo spettatore! L’ambientazione geniale della fiaba, nella Pechino futurista, è stata vincente. Le luci strategiche di Simon Corder e i costumi di Marco Nateri, essenziali ma di valore, hanno contribuito  a  dipingere la glacialità della protagonista .L’uscita della principessa Turandot, secondo la regia di Pier Francesco Maestini e ripresa da  Alessandra Panzavolta, avviene dall’interno di un blocco immaginario di ghiaccio, situato sotto il trono dell’imperatore,  suo padre.

Nel 2014 il sovrintendente Mauro Meli ha avuto  un bell’intuito ad invitare  l’artista di San Sperate  a cimentarsi nella scenografia teatrale lirica. Se l’orologio del tempo non ci avesso privato troppo presto di questo artista, chissà quante altre belle ed emozionanti collaborazioni con la lirica, ci avrebbe riservato.

Il cast artistico ieri, però, non è stato all’altezza della situazione. I problemi si sono presentati quasi subito con la sostituzione del tenore Rudy Park, acclamanto nella edizione del 2014, che in tanti attendevamo. .  Il cantante coreano, durante la prova generale, non era riuscito a portare a termine l’opera, sicuramente per problemi di salute, e ieri ha lasciato il campo al tenore tunisino Amadi Lagha. Questa  è una voce importante, dotata di un grande volume ma ahimè con ancora tante pecche tecniche. Noi insegnanti di canto ci battiamo affinchè gli allievi imparino prima di tutto a respirare bene senza sollevare le spalle, ad amalgamare i registri , a cantare sul fiato e, morbidamente a fraseggiare. Ebbene, lui non ha fatto nulla di tutto ciò. Il suo è stato un canto senza binario, se così si può dire, Ha spesso allargato i suoni nel registro centrale creando un varco sempre più ampio col registro acuto. Al culmine della sua performance, quello in cui avrebbe potuto raccogliere i frutti esibendosi nella famosa romanza “Nessun dorma” purtroppo, ha ceduto. Il pubblico cagliaritano della prima, educatamente, si è limitato al non applauso risparmiandogli le “buate”.

La voce della principessa Turandot, interpretata dal soprano Susanna Branchini, pur non essendo di bellissima qualità, è rientrata nei canoni del personaggio richiesto da Puccini. Scenicamente è riuscita bene a dipingere la principessa di gelo . In tanti avremo voluto vederla sciogliersi con l’Amore, ma nella versione cagliaritana il Maestro si è fermato alla morte di Liù, il punto in cui Puccini ha lasciato prima di morire.

La voce  di Lìù era quella del soprano  Olga Busuioc . Lei contrariamente a Turandot ha invece una bella voce  ma nonostante ciò non è riuscita a delineare la dolcezza e l’amore per il suo principe. Nel suo canto,  ho sentito poco  fraseggio e mezze voci, (soprattutto  nella romanza “Signore ascolta”), gli elementi che Puccini ha scritto per questo personaggio (guarda partitura).  

Gli altri artisti sono stati nell’insieme più che decorosi.

Il giovanissimo direttore d’orchestra Alpesh Chauhan , che ci aveva deliziato con Beethoven durante la stagione sinfonica, deve ancora capire che l’opera è altra cosa.  Il coro (diretto da Gaetano Mastroiaco),  ha dato il meglio di se mostrando di essere sempre fuori dalle grandi sonorità orchestrali , avendo poi la parte in repertorio  ha camminato quasi da solo.Nei momenti di maggiore difficoltà però, avrebbe avuto bisogno di una direzione più esperta. Aggiungerei poi che , visto l’impegno vocale, sarebbe stato necessario qualche elemento maschile in più  (v. bassi).

Il coro delle voci bianche preparato con precisione da Enrico Di Maira, ha completato il cast.

Voglio aggiungere un plauso per l’impegno dei figuranti che è stato superlativo e con loro i geniali artisti del settore trucco e parrucco


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

foto  Sardinia Fashion

Si intitola“Pinuccio Sciola. Genesi della Turandot la mostra che il Teatro Lirico dedicherà al grande artista di San Sperate (scomparso lo scorso anno) in occasione della messa in scena dell’opera Pucciniana Turandot. L’omaggio all’artista sarà allestito nel foyer di platea da mercoledì 15 marzo fino a lunedì 15 maggio 2017.

L’ occasione sarà appunto quella della messinscena dell’ultimo capolavoro di Giacomo Puccini che viene rappresentato, nell’ambito della Stagione lirica e di balletto 2017, nel celebre allestimento dell’estate 2014 con lo straordinario impianto scenico che resta la prima ed unica esperienza di Pinuccio Sciola nel teatro musicale.

L’allestimento di questa Turandot mostra una Cina atemporale ed una Pechino di pietra dalle tonalità chiare (si passa dal bianco al grigio, attraverso le varie sfumature del beige), dove si “muovono” 220 costumi dai colori puri, lontani dal decorativismo cinese, ma strettamente legati alle forme e fogge orientali dei primi del ‘900.

Il monumentale impianto scenico di Pinuccio Sciola supera l’area tradizionale a lui designata, quella appunto del palcoscenico, per proseguire idealmente negli altri spazi del Teatro, in particolare l’ingresso principale ed il foyer di platea, dove è stata collocata una gigantesca riproduzione di 9 metri di altezza di una sua scultura che riconduce alle architetture futuristiche della Pechino pietrificata immaginata dall’artista-scenografo per il capolavoro pucciniano. Ad incorniciare il tutto una serie di segni grafici, realizzati con l’uso di canne, dell’artista di San Sperate che riportano ad atmosfere orientali ed a suggestioni legate agli ideogrammi cinesi, oltre alle affascinanti maschere in basalto e granito, alle possenti “Città sonore” ed ai bozzetti originali delle diverse scene che appariranno agli occhi del pubblico in una filologica ricostruzione del “tavolo dell’artista”, sul quale nacque anche una poesia autografa, dedicata a Giacomo Puccini, che, per la prima volta, viene esposta.

Idee, fatica, passione, emozioni, genio, umanità che, ancora oggi come già nella magica estate del 2014, consegnano all’eternità questa straordinaria opera d’arte scenografica che rende il capolavoro pucciniano ancora di più unico ed indimenticabile.

L’esposizione è ideata e curata da Maria Sciola e Rossella Atzori e le fotografie esposte sono di Ivan Capra e Attila Kleb.

L’inaugurazione della mostra, con ingresso libero, si tiene martedì 14 marzo 2017 alle 18, alla presenza di Claudio Orazi (sovrintendente Teatro Lirico di Cagliari), Mauro Meli (direttore artistico Teatro Lirico di Cagliari), Tomaso Sciola (presidente Fondazione Pinuccio Sciola), Chiara Sciola (vice presidente Fondazione Pinuccio Sciola), Maria Sciola (direttore generale Fondazione Pinuccio Sciola).

La mostra, con ingresso libero, è aperta, oltre che durante gli spettacoli, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13.

Il foyer di platea del Teatro si conferma quale importante punto di incontro cittadino e spazio per la fruizione dell’arte: gli ambienti più ampi nel rispetto dell’originario progetto architettonico, l’illuminazione conformata alle pareti ridipinte e perfettamente sgombre, consentono un respiro maggiore ed un uso più appropriato delle volumetrie del Teatro.

Di seguito un video realizzato al Teatro Lirico in occasione della messa in scena del 2014


YouTube Video

La mostra “Pinuccio Sciola. Genesi della Turandot” si avvale del contributo ed è realizzata in collaborazione con la Fondazione di Sardegna e la Fondazione Pinuccio Sciola.

Turandot di Giacomo Puccini viene rappresentata: venerdì 17 marzo alle 20.30 (turno A), sabato 18 marzo alle 19 (turno G); domenica 19 marzo alle 17 (turno D); martedì 21 marzo alle 20.30 (turno F); mercoledì 22 marzo alle 20.30 (turno B); domenica 9 aprile alle 17 (turno E); martedì 11 aprile alle 20.30 (turno C). Le recite per le scuole, edizione “ridotta” dell’opera della durata complessiva di 75 minuti circa, sono: martedì 21 marzo e martedì 11 aprilesempre alle 11.

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Foto P.Tolu

Mauro Balestrazzi presenta Turandot di Giacomo Puccini,

al Teatro Lirico di Cagliari

 Venerdì 10 marzo, alle 17, nel foyer di platea del Teatro Lirico di Cagliari, il giornalista Mauro Balestrazzi presenta l’opera Turandot di Giacomo Puccini, in un incontro con il pubblico. Il celeberrimo dramma lirico in tre atti va in scena, venerdì 17 marzo alle 20.30 (turno A), per la Stagione lirica e di balletto 2017 del Teatro Lirico di Cagliari.

L’ingresso alla presentazione è libero.

 Mauro Balestrazzi – È nato a Parma nel 1953. Appassionato di giornalismo fin da bambino, ha cominciato a scrivere sulla “Gazzetta di Parma” a 14 anni. Giornalista professionista dal 1978, è stato redattore, per 35 anni, della “Gazzetta dello Sport”, occupandosi sempre di calcio ma trovando anche il modo di pubblicare, sulle sue celebri pagine rosa, articoli su Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Arturo Toscanini, Claudio Abbado, Riccardo Chailly e altri campioni della musica. Da anni collabora con il mensile “Classic Voice”, per cui ha realizzato inchieste su vari argomenti: dalla produttività delle fondazioni liriche all’attività delle orchestre sinfoniche, dagli stipendi dei musicisti alle quotazioni dei cantanti. La denuncia dell’inaccessibilità agli studiosi dell’archivio privato di Verdi ha avuto risonanza su buona parte della stampa nazionale ed è stata ripresa anche da “The Times”. Ha scritto tre libri: “Toscanini secondo me. Il più celebre direttore d’orchestra in un secolo di testimonianze”, “Carlos Kleiber. Angelo o demone?” e “Pavarotti dossier”, tutti pubblicati da L’Epos.

Turandot viene replicata: sabato 18 marzo alle 19 (turno G); domenica 19 marzo alle 17 (turno D); martedì 21 marzo alle 20.30 (turno F); mercoledì 22 marzo alle 20.30 (turno B); domenica 9 aprile alle 17 (turno E); martedì 11 aprile alle 20.30 (turno C). Le recite per le scuole, edizione “ridotta” dell’opera della durata complessiva di 75 minuti circa, sono: martedì 21 marzo e martedì 11 aprile, sempre alle 11.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it

 

Cagliari, 8 marzo 2017

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Foto Priamo Tolu

Teatro Lirico di Cagliari e New York City Opera:

dopo 90 anni La campana sommersa di Respighi ritorna in America

 Presentazione del progetto di rifunzionalizzazione ed internazionalizzazione del Teatro Lirico di Cagliari

Venerdì 17 marzo 2017, alle 11.30, nella Sala Conferenze dell’Associazione della Stampa Estera di Roma (via dell’Umiltà, 83/c), in occasione della trasferta del Teatro Lirico di Cagliari alla New York City Opera con La campana sommersa di Ottorino Respighi (31 marzo/1, 4, 5 aprile), viene presentato il progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”.

 Progetto peculiare ed unico che comprende anche: le nuove produzioni de L’ape musicale di Lorenzo Da Ponte, de La fanciulla del West di Giacomo Puccini in cooperazione con Teatro del Giglio di Lucca, Opera Carolina di Charlotte e New York City Opera e de La Ciociara di Marco Tutino con la San Francisco Opera; il Concorso Internazionale dedicato al grande soprano Giusy Devinu; Rigoletto di Giuseppe Verdi sotto le stelle della Forte Arena del Forte Village Resort, e che, con l’apertura del Nuovo Teatro, un’arena all’interno del Parco della Musica e il restyling del Teatro del Conservatorio, lega il territorio straordinario della Sardegna all’immagine di terra antica che investendo nei propri attrattori, guarda al futuro attraverso Arte e Cultura.

Saranno presenti alla conferenza stampa: prof. Raffaele Paci (vice presidente della Regione Autonoma della Sardegna), dott. Claudio Orazi (sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari).

Cagliari, 8 marzo 2017

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Preziose atmosfere moldave nel concerto diretto da Marco Guidarini,

il 3-4 marzo, per la Stagione concertistica 2017

 

Il quinto appuntamento della Stagione concertistica 2017 al Teatro Lirico di Cagliari prosegue, venerdì 3 marzo alle 20.30 (turno A) e sabato 4 marzo alle 19 (turno B), e prevede il ritorno del maestro  Marco Guidarini, che venne a Cagliari per dirigere un apprezzato Requiem di Giuseppe Verdi e che per l’occasione  rilasciò un’ intervista per il mio blog che vi posto di seguito .

Guiderà l’Orchestra del Teatro Lirico, e, in qualità di solisti, si esibiranno alcune prime parti del settore fiati della compagine cagliaritana: Riccardo Ghiani (flauto), Salvatore Chierchia (oboe), Lorenzo Panebianco (corno), Andrea Cellacchi (fagotto). Il concerto prevede anche la presenza del mezzosoprano ceco Ester Pavl?.

Il programma musicale delle due serate presenta: Il Demetrio: ouvertüre di Josef Myslive?ek; Sinfonia concertante in Mi bemolle maggiore per fiati e orchestra K. 297b di Wolfgang Amadeus Mozart; Canti biblici per mezzosoprano e orchestra op. 99 di Antonín Dvo?ák; Sinfonia in Re maggiore “Praga” K. 504 di Wolfgang Amadeus Mozart.

 Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 11 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (11 spettacoli) già in vendita da lunedì 16 gennaio 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Venerdì 3 marzo alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326 – 0704082250 – 0704082252; attivitagiovani@teatroliricodicagliari.it).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Andrea Cellacchi – Nato a Roma nel 1997 è figlio di genitori musicisti. A 10 anni inizia lo studio del fagotto ed a 16 si diploma con lode e menzione d’onore al Conservatorio di Musica “Ottorino Respighi” di Latina. Si impone a 18 anni all’attenzione internazionale vincendo il Primo Premio all’Aeolus International Competition di Düsseldorf e il Primo Premio al The Muri Competition 2016, primo italiano ad aggiudicarsi questi prestigiosi riconoscimenti. È inoltre vincitore del Premio Abbado 2015 e del Primo Premio nei concorsi internazionali di fagotto “AudiMozart 2016”, “Gioachino Rossini” di Pesaro e “Città di Chieri”. A 15 anni viene ammesso all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, dove frequenta il Corso di Perfezionamento di Fagotto tenuto da Francesco Bossone. Ha preso parte a numerose masterclass tenute da: Dag Jensen, Matthias Rácz, Giorgio Mandolesi, Ole Kristian Dahl, Giorgio Versiglia. Attualmente frequenta il Master Music Performance all’Hochschule der Künste di Zurigo nella classe di Matthias Rácz. A 19 anni vince il posto di Primo Fagotto Solista nell’Orchestra del Konzerthaus di Berlino diretta da Iván Fischer. Si è esibito come solista con orchestre quali: Münchner Symphoniker, Izmir State Symphony Orchestra, Meininger Hofkapelle, Düsseldorfer Symphoniker, Argovia Philharmonic, Bad Reichenhaller Philharmonie, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. Ha collaborato con: Orchestra della Svizzera Italiana OSI, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Filarmonica del Teatro Regio, Orchestra Filarmonica di Torino sotto la direzione di John Axelrod, Antonio Pappano, Gianandrea Noseda, Daniele Rustioni. Ha partecipato ad importanti stagioni concertistiche ed a festival europei, tra cui: Rome Chamber Music Festival, Encuentro de Música di Santander, Campus RheinMein di Francoforte; esibendosi con musicisti quali: Alessandro Carbonare, Guglielmo Pellarin, Lawrence Dutton, Hans-Jörg Schellenberger, András Adorján, Eduard Brunner, Lorenza Borrani, Lucas Macías Navarro, Matthias Rácz, Radovan Vlatkovi?.

 

Salvatore Chierchia – Nato nel 1961 ha studiato oboe al Conservatorio di Musica “San Pietro a Majella” di Napoli. Ha proseguito gli studi seguendo diversi corsi di perfezionamento, sia in Italia che all’estero, sotto la guida di musicisti di fama internazionale come Pietro Borgonovo e Pierre Pierlot. Durante il corso di studi ha svolto intensa attività cameristica per inportanti associazioni musicali. Nel 1984 inizia a collaborare con Roberto De Simone nelle rappresentazioni delle sue opere principali come La gatta Cenerentola, L’opera buffa del giovedì santo e Requiem in memoria di Pier Paolo Pasolini, svolgendo anche diverse tournée all’estero: Stati Uniti, Francia, Argentina Svizzera e Messico, dove ha suonato alla presenza di Leonard Bernstein. In seguito ha iniziato la sua attività di musicista nell’Orchestra “Alessandro Scarlatti” di Napoli ed al Teatro di San Carlo, collaborando con direttori di fama mondiale come Daniel Oren, Wolfgang Sawallisch, Riccardo Muti, Carlo Maria Giulini e collaborato con i solisti dell’Orchestra “Birch Run Funchen” eseguendo, al Conservatorio di Musica di Cagliari, le Serenate di Mozart per ottetto di fiati. Ha svolto attività in qualità di solista, eseguendo il Concerto K. 314 di Mozart, il Concerto in re minore di Vivaldi, il Concerto per oboe ed archi di Benedetto Marcello con l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, dove, dal 1989, ricopre il posto di primo oboe.

 

Riccardo Ghiani – Primo flauto dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari. Cagliaritano, nato nel 1961, si è formato sotto la guida di Salvatore Saddi, Raymond Guiot, Maxence Larrieu. Nel frattempo ha frequentato numerose masterclass tenute da Alain Marion e Robert Dick per il flauto e da Bruno Canino e Maurice Bourgue per la musica da camera. Ha fatto parte, per diversi anni, dell’Ensemble Spaziomusica di Cagliari, con il quale ha svolto un’intensa attività nel campo della musica contemporanea. Parallelamente all’attività di primo flauto dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, viene invitato a collaborare con: ORT Orchestra della Toscana (Firenze); Orchestra Sinfonica di Sanremo; Ensemble Instrumental de l’Ile de France (Paris); Pomeriggi Musicali di Milano; Orchestra Sinfonica Siciliana (Palermo); Orchestra del Teatro Nazionale dell’Opera Roma; Orchestra Haydn di Bolzano e Trento; Konzerthaus Orchester Berlin. Ha suonato sotto la direzione di: Gérard Korsten, Lorin Maazel, Carlo Maria Giulini, Pinchas Steinberg, Cristopher Hogwood, Roberto Abbado, Christopher Hogwood, Gennadi Rozhdestvensky, Raphael Frühbeck de Burgos, Emmanuel Krivine, Georges Prêtre, Iván Fischer, George Benjamin, Frans Bruggen, Ton Koopman, Trevor Pinnock, Peter Schreier, Luciano Berio, Serge Baudo. Ha insegnato nei conservatori di musica di Cagliari, Sassari, Reggio Calabria e Palermo. Dal 1996 al 2001 è stato docente assistente di Aurèle Nicolet all’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Dal 2001 al 2006 è stato docente, al fianco di Nicolet, all’Accademia Estiva di Hvar (Croazia). È stato docente dei corsi superiori dell’Accademia Flautistica Travesera Siglo XXI di Madrid. Viene regolarmante invitato a tenere masterclass flautistiche e come membro di giuria in Italia e all’estero. Da diversi anni è invitato come expert agli esami finali di master all’HEM – Haute Ecole de Musique de Geneve. È docente all’Accademia estiva Bosaantica, ai Cursos de Musica de Segovia e all’Accademia “Non solo Flauto” a Poggio Ubertini (Montespertoli). È stato membro fondatore dell’Hoffmansthal Ensemble e condirettore artistico del Festival “Le piace Richard Strauss?”, in collaborazione con il Richard Strauss Institut di Garmisch Partenkirchen.


YouTube Video

 

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 Elio Boncompagni dirige il contralto Sara Mingardo e i complessi stabili cagliaritani, il 24-25 febbraio, per la Stagione concertistica 2017

 La Stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, venerdì 24 febbraio alle 20.30 (turno A) e sabato 25 febbraio alle 19 (turno B), con il quarto appuntamento: ritornano ad esibirsi l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico, diretti, quasta volta, dall’ottantatreenne Elio Boncompagni, «il direttore d’orchestra più vecchio insieme e più giovane che io conosca» come lo ha definito il critico musicale Paolo Isotta. Il romanticismo musicale di Schumann e Brahms per un concerto che vede la presenza anche del contralto veneziano Sara Mingardo, forte di una carriera internazionale che la vede protagonista sia in concerti che in opere liriche. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale delle due serate prevede: Ouvertüre in re minore “Tragica” op. 81 di Johannes Brahms; Nachtlied op. 108 di Robert Schumann; Rapsodia per contralto, coro maschile e orchestra op. 53 di Johannes Brahms; Terza Sinfonia in Mi bemolle maggiore “Renana” op. 97 di Robert Schumann.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 11 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (11 spettacoli) già in vendita da lunedì 16 gennaio 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

Venerdì 24 febbraio alle 11 è prevista, come ormai consuetudine, l’Anteprima Giovani, aperta alle scuole che potranno assistere, dalla I loggia, alla prova generale del concerto serale. (prezzi: posto unico € 3; informazioni: Servizio promozione culturale, telefono 0704082326 – 0704082250 – 0704082252; attivitagiovani@teatroliricodicagliari.it).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Foto Bernard-Rosenberg

Il prezioso recital del violoncellista Mischa Maisky,

sabato 18 febbraio alle 19, per la Stagione concertistica 2017

 La Stagione concertistica 2017 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, sabato 18 febbraio alle 19 (turno B), con la seconda, altrettanto imperdibile, serata di ottima musica da camera con un’altra magnifica stella che ritorna a Cagliari dopo nove anni di assenza (l’ultima esibizione, con la figlia Lily, risale al 22 febbraio 2008): il violoncellista lettone, tra i più grandi del mondo, Mischa Maisky che affascinerà il pubblico con la sua interpretazione delle Suite di Johann Sebastian Bach.

Il programma musicale della serata, appunto interamente dedicato al genio creativo di Johann Sebastian Bach (Eisenach, 1685 – Lipsia, 1750), prevede: Suite n. 3 in Do maggiore BWV 1009; Suite n. 2 in re minore BWV 1008; Suite n. 6 in Re maggiore BWV 1012.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

La Stagione concertistica 2017 prevede due turni di abbonamento (A, B), per 11 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica prosegue con i nuovi abbonamenti (11 spettacoli) già in vendita da lunedì 16 gennaio 2017.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 11 gennaio 2017 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.vivaticket.it.

 

Ai giovani under 30 sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Mischa Maisky – Può vantarsi di essere l’unico violoncellista al mondo ad aver studiato sia con Mstislav Rostropovich che con Gregor Piatigorsky. Rostropovich ha lodato Mischa Maisky con le seguenti parole: «…one of the most outstanding talents of the younger generation of cellists. His playing combines poetry and exquisite delicacy with great temperament and brilliant technique.» Nato in Lettonia, ha studiato in Russia e, dopo il suo rimpatrio in Israele, Mischa Maisky è stato accolto con grande entusiasmo a Londra, Parigi, Berlino, Vienna, New York, Tokyo e in tutti gli altri più importanti centri musicali. Mischa Maisky si considera un cittadino del mondo: «Suono un violoncello italiano, con archetti francesi e tedeschi, corde austriache e tedesche. Mia figlia è nata in Francia, mio figlio maggiore in Belgio, il terzo in Italia e il più piccolo in Svizzera. Guido un’auto giapponese, indosso un orologio svizzero, una collana indiana e mi sento a casa ovunque ci siano persone che amano la musica classica.» Durante gli ultimi 25 anni, con contratto in esclusiva per la Deutsche Grammophon, ha effettuato più di 30 registrazioni con orchestre quali: Wiener Philharmonic, Berliner Philharmonic, London Symphony, Israel Philharmonic, Orchestre de Paris, Orpheus und Chamber Orchestra of Europe. Nel 2000 l’artista ha raggiunto uno dei momenti più alti della sua carriera, impegnando l’intero anno in una lunghissima tournée dedicata a Bach con più di 100 concerti. A dimostrazione della grandissima ammirazione dell’artista per il grande compositore, Mischa Maisky ha registrato le Suite di Bach per la terza volta. Le sue registrazioni sono state acclamate dai critici di tutto il mondo e sono state premiate per ben 5 volte con il prestigioso “Record Academy Prize” a Tokyo, 3 volte con il “Deutscher Schallplattenpreis”, inoltre con il “Grand Prix du Disque” a Parigi e con il “Diapason d’Or of the Year”, cosi come con le ambite Grammy nominations. Musicista di vera fama mondiale, ospite regolarmente dei maggiori festival internazionali, ha collaborato con direttori quali: Leonard Bernstein, Carlo Maria Giulini, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Lorin Maazel, James Levine, Vladimir Ashkenazy, Giuseppe Sinopoli, Daniel Barenboim, e con musicisti quali: Martha Argerich, Radu Lupu, Nelson Freire, Evgeny Kissin, Lang Lang, Peter Serkin, Gidon Kremer, Yuri Bashmet, Vadim Repin, Maxim Vengerov, Joshua Bell, Julian Rachlin, Janine Jansen.

 

Cagliari, 16 febbraio 2017

 

 

 

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Avviso di selezione acrobati
Turandot di Giacomo Puccini

In occasione della messinscena dell’opera Turandot di Giacomo Puccini, con la regia di Pierfrancesco Maestrini, il Teatro Lirico di Cagliari ricerca le seguenti figure:

- n. 3 acrobati uomini per controfigure di Ping, Pong e Pang.

I candidati ideali dovranno avere una formazione da ginnasti e/o ballerini di capoeira o arti consimili e comunque in grado di compiere salti mortali, rondate, etc. e, in ogni caso, senza l’utilizzo delle mani.

La Direzione si riserva di valutare eventuali altre caratteristiche e competenze in possesso dei candidati.

Il periodo di impegno (prove e spettacoli) è programmato, indicativamente, dal 21 febbraio al 22 marzo e dal 09 all’11 aprile 2017.

Gli interessati devono inviare la propria candidatura all’indirizzo di posta elettronica produzione@teatroliricodicagliari.it entro e non oltre martedì 14 febbraio 2017 indicando i propri dati anagrafici (luogo e data di nascita, indirizzo, codice fiscale), nonché un recapito telefonico e un breve curriculum, ed allegando una fotografia a figura intera.

La selezione si terrà
MERCOLEDI’ 15 FEBBRAIO 2017 alle ore 13
nella Sala Regia del Teatro Lirico di Cagliari (IV piano)

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla Direzione di Produzione, telefono 0704082208-0704082257.

 

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Foto di Priamo Tolu

Ho sempre pensato che se un artista tiene nascosta nel cassetto una sua opera vuol dire che non era molto convinto di ciò che aveva creato. Credo sia il caso di Ottorino Respighi e la sua “La bella dormente nel bosco” .

Ho assistito alle prove generali dell’opera al Teatro Lirico di Cagliari con la seconda compagnia. Ho potuto constatare ancora una volta che a salvare lo spettacolo è stata la geniale regia con annessi costumi, luci e scenografia. La musica banale e insignificante a mio avviso poteva anche non esserci, noiosa e scopiazzata.

Il regista pugliese Leo Muscato, ha mostrato anche in altre occasioni di essere un “grande” per  idee innovative. Impossibile non ricordare il bellissimo “Nabucco” realizzato ,( come quest’opera),totalmente dal Teatro Lirico di Cagliari e che ha conquistato l’ambito  Premio Abbiati 2012 per la migliore regia.

Leo Muscato ha saputo creare con pochi elementi a disposizione,   una regia gradevole grazie anche alla stretta collaborazione della scenografa Giada Abiendidella costumista Vera Pierantoni Giua, del light designer  Alessandro Verazzi e dell’aiuto regia di Alessandra De Angelis. L’utilizzo di alcune proiezioni di Fabio Massimo IaquoneLuca Attilii hanno riempito alcuni vuoti .  Le coreografie erano di Luigia Frattaroli.

La direzione era affidata al maestro Donato Renzetti, il maetro del coro Gaetano Mastroiaco.

Bravissimi gli artisti del reparto trucco e parrucche che hanno fatto di ogni personaggio delle piccole opere d’arte.

Martina Serra (il cuculo)

I costumi, realizzati in brevissimo tempo dalle brave sarte del Teatro Lirico cagliaritano,  hanno dato  vivacità e colore.

foto priamo Tolu

Il cast vocale era di buon livello :  La Regina/La Rana/La vecchietta Marina Ogii ; La principessa Barbara Massaro ;Il Principe Aprile  Davide Giusti ; Il Re/L’Ambasciatore Filippo Fontana ; La Fata azzurra  Leslie Visco; La Fata verde Martina SerraIl Gatto/La Duchessa/Il Cuculo Martina Serra ; Il Fuso/L’Usignolo Martina Bortolotti ; Mister Dollar/Il Buffone Enrico ZaraUn Boscaiolo Nicola Ebau;  I Quattro Medici Nicola Ebau, Francesco Leone, Marco Puggioni, Enrico Zara.

Sono felicissima di aver notato che fra gli artisti alcuni erano sardi. Un plauso particolare va sicuramente al bravo Enrico Zara che ancora una volta ha mostrato di avere grande dimestichezza col palcoscenico e ottime doti di caratterista.

Queste le date delle repliche

martedì 7 febbraio, ore 20.30 – turno F
mercoledì 8 febbraio, ore 20.30 – turno B
venerdì 10 febbraio, ore 20.30 – turno C
sabato 11 febbraio, ore 17 – turno I
domenica 12 febbraio, ore 17 – turno E

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 Teatro Lirico di Cagliari - Stagione lirica e di balletto 2017

 venerdì 3 febbraio, ore 20.30 – turno A

sabato 4 febbraio, ore 19 – turno G

domenica 5 febbraio, ore 17 – turno D

martedì 7 febbraio, ore 20.30 – turno F

mercoledì 8 febbraio, ore 20.30 – turno B

venerdì 10 febbraio, ore 20.30 – turno C

sabato 11 febbraio, ore 17 – turno I

domenica 12 febbraio, ore 17 – turno E

(La bella addormentata nel bosco)

fiaba musicale in tre atti

libretto Gian Bistolfi, dalla fiaba omonima di Charles Perrault

musica Ottorino Respighi

 personaggi e interpreti

La Regina/La Rana/La Vecchietta Veta Pilipenko (3, 5, 8, 10, 12)/Marina Ogii (4, 7, 11)

La Principessa Angela Nisi (3, 5, 8, 10, 12)/Barbara Massaro (4, 7, 11)

Il Principe Aprile Antonio Gandìa (3, 5, 8, 10, 12)/Davide Giusti (4, 7, 11)

Il Re/L’Ambasciatore Vincenzo Taormina (3, 5, 8, 10, 12)/Filippo Fontana (4, 7, 11)

La Fata Azzurra Shoushik Barsoumian (3, 5, 8, 10, 12)/Leslie Visco (4, 7, 11)

La Fata Verde Lara Rotili

Il Gatto/La Duchessa/Il Cuculo Lara Rotili (3, 5, 8, 10, 12)/Martina Serra (4, 7, 11)

Il Fuso/L’Usignolo Claudia Urru (3, 5, 8, 10, 12)/Martina Bortolotti (4, 7, 11)

Mister Dollar/Il Buffone Enrico Zara

Un Boscaiolo Nicola Ebau

I Quattro Medici Nicola Ebau, Francesco Leone, Marco Puggioni, Enrico Zara

 maestro concertatore e direttore Donato Renzetti

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

 regia Leo Muscato

scene Giada Abiendi

costumi Vera Pierantoni Giua

luci Alessandro Verazzi

video Fabio Massimo Iaquone, Luca Attilii

coreografia Luigia Frattaroli

 nuovo allestimento del Teatro Lirico di Cagliari

 La bella dormente nel bosco

La trama

Atto I

Quadro primo

Paesaggio lacustre

Nella pace notturna di un placido paesaggio sulle rive di un lago, cantano al chiaro di luna l’Usignolo e il Cuculo e gracidano le Rane. Il silenzio cala all’improvviso quando si sente uno scalpiccio di passi. A fatica, sorretto dall’Araldo, si fa strada l’Ambasciatore e in singhiozzi si accascia stanco e sconsolato. Subito però si ricompone e dà ordine al suo accompagnatore di suonare la tromba ai quattro venti. Legge dunque, ancora una volta, il bando rimasto fin lì senza risposta: il sovrano del Regno di Maggio, novello padre di una meravigliosa bambina, invita le fate benigne a far da madrine alla piccola. A poco a poco si diffonde dal cielo una musica soave e dai cespugli di biancospino spuntano le sette Fate Buone, radiose nelle loro vesti ricamate di stelle. Risponde per tutte la Fata Azzurra, che rassicura l’Ambasciatore sul benevolo accoglimento dell’invito del Re ed esorta le sue sorelle a preparare splendidi doni per la neonata.

Quadro secondo

Grande sala del palazzo reale

È il giorno del battesimo della principessina. Il Buffone di corte ha appena finito di cantare alla bimba la sua ironica ninna nanna, quando si annuncia il corteo di gala: precedute dal Re e dalla Regina, entrano le Fate Buone, seguite da una folla di invitati. Di fronte alla culla la Fata Azzurra elenca i doni di bellezza e gioia che accompagneranno la vita della piccola. Ma un clamore sinistro interrompe la festa. Tra nuvole di fumo piomba sui presenti la Fata Verde, furiosa per non essere stata invitata. Brandendo la bacchetta magica, la megera pronuncia con voce stridula il suo maleficio dinanzi agli esterrefatti genitori: la bambina crescerà bella, gentile e serena, ma, a vent’anni, si pungerà con un fuso e cadrà in un sonno che nulla potra dissipare. Subito il sovrano convoca il Gran Fusiere e gli intima di cacciare dal regno tutti i fusi e gli arcolai. I puntuti strumenti sfilano mogi, sferzati dai servitori armati di staffile.

 

 

Atto II

Quadro primo

Stanza nella torre del castello

Relegata in cima alla torre in compagnia del Gatto, una Vecchietta sdentata fila la lana. La Principessa, che ha compiuto vent’anni, si e persa tra i meandri della reggia ed entra nella piccola stanza. È allegra e spensierata e, alla vista di un Fuso abbandonato su una poltrona, si avvicina incuriosita. Chiede di provare a filare e la Vecchietta l’accontenta, nonostante i brontolii del Gatto. Il nuovo gioco finisce presto, perché la fanciulla si punge un dito e cade addormentata. Mentre la Vecchietta corre a cercare aiuto, il Fuso sogghigna soddisfatto.

Quadro secondo

Sala del palazzo reale

Di fronte ai genitori inconsolabili, tra le lamentazioni dei Piangitori, sfila il triste corteo della Bella Addormentata adagiata su un carro. Un improvviso fulgore illumina la sala: è la Fata Azzurra, giunta a riparare con un nuovo incantesimo la tragica magia della strega. Il bacio di un principe innamorato – annuncia trionfante – sarà capace di ridestare un giorno la fanciulla e, insieme a lei, tutta la corte che adesso scivola in un sonno profondo. Mentre l’oscurità avvolge la reggia e i Ragni cominciano a tessere un’immensa rete, la fata scompare.

Prove di scena con regista Leo Muscato e l'aiuto regista Alessandra De Angelis

Atto III

Quadro primo

Bosco attiguo al castello incantato

Sono passati trecento anni dal sortilegio della fata e nel castello tutti dormono come allora. Nel bosco circostante arriva una rumorosa comitiva di cavalieri e amazzoni. La brigata, impegnata in una partita di caccia, è guidata dal Principe Aprile, affiancato dalla Duchessa de la Bandolière e da Mister Dollar Chèque. Il Principe apprende da un Boscaiuolo la magia che grava sull’antico maniero e la sorte della bella principessa addormentata che solo un bacio potra risvegliare. Affascinato dal racconto e sentendosi predestinato, decide di separarsi dai compagni e raggiungere il castello. I fitti rami dei rovi si piegano e si aprono al suo passaggio. La Duchessa, delusa dall’abbandono del suo cavaliere, si allontana stizzita al braccio di Mister Dollar.

Quadro secondo

Sala del palazzo reale

Dopo aver combattuto con un grosso Ragno, il Principe riesce a penetrare nel salone del palazzo, dove tutti sono immobili come statue. Un grande chiarore lo guida verso la principessa dormiente, che bacia con ardore facendola ridestare. Apparsa in un lampo di luce, la Fata Azzurra dichiara spezzato l’antico maleficio. Ora anche i sovrani e la corte riprendono vita e assistono felici al miracolo d’amore. Si organizzano infine le nozze e tutti, cortigiani e cavalieri, si abbandonano alle danze: dapprima il minuetto, poi un moderno fox-trot.


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari aderisce alle iniziative 18app e Carta del Docente

 18app è un bonus cultura per i diciottenni. La Legge di Stabilità 2016 (Legge del 28 dicembre 2015, n. 208) assegna a tutti i giovani classe 1998, che hanno compiuto diciotto anni nell’anno 2016, un Bonus Cultura di € 500 da spendere in cultura. Lo scopo è quello di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale. Il programma permette di spendere il bonus in: opere liriche, concerti, spettacoli di prosa e di danza, cinema, manifestazioni culturali varie, libri, musei, monumenti, parchi.

La Carta del Docente è un’iniziativa (bonus) del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, prevista dalla Legge 107, art. 1, comma 121, del 13 luglio 2016 (Buona Scuola), che istituisce la Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche.

Entrambi i bonus possono essere utilizzati per l’acquisto di abbonamenti e/o biglietti per la Stagione concertistica e la Stagione lirica e di balletto 2017 del Teatro Lirico di Cagliari, rivolgendosi direttamente alla Biglietteria del Teatro Lirico entro il 31 dicembre 2017.

Per ottenere i bonus occorre accedere alle app dedicate dal Ministero e scaricare i buoni che potranno esser salvati su smartphone oppure stampati su carta. Per ogni informazione è possibile consultare i siti www.18app.it, www.cartadeldocente.istruzione.it.

Sei un docente di ruolo? Accedi al sito www.cartadeldocente.istruzione.it per poter utilizzare € 500 per l’aggiornamento professionale.

 

È possibile utilizzare il bonus cultura per acquistare biglietti e abbonamenti degli spettacoli del Teatro Lirico di Cagliari direttamente alla Biglietteria entro il 31 dicembre 2017.

 

Per utilizzare il tuo bonus crea un buono sul sito www.cartadeldocente.istruzione.it. Al momento dell’acquisto di uno dei nostri biglietti e/o abbonamenti, l’intero importo del buono verrà dedotto dal tuo saldo. Per conoscere tutti gli spettacoli in programma consulta le pagine della Stagione lirica e di balletto e della Stagione concertistica 2017 sul sito www.teatroliricodicagliari.it.

Che cos’è la Carta del Docente?

È un’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, prevista dalla Legge 107, art. 1, comma 121, del 13 luglio 2016 (Buona Scuola), che istituisce la Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche.

Chi sono i beneficiari?

La Carta è assegnata ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all’art. 514 del Dlgs.16/04/94, n. 297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero e quelli delle scuole militari.

Qual è l’importo della carta?

L’importo nominale della carta è di € 500 annui per ciascun anno scolastico.

Cosa si può acquistare con la carta?

La carta può essere utilizzata per l’acquisto di:

- libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e di riviste comunque utili all’aggiornamento professionale;

- hardware e software;

- iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

- iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;

- titoli di accesso per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;

- titoli per l’ingresso a musei, mostre, manifestazioni culturali e spettacoli dal vivo;

- iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione, di cui all’articolo 1, comma 124, della Legge n. 107 del 2015 (Buona Scuola).

Che cos’è cartadeldocente.istruzione.it?

È l’applicazione web che permette ai docenti di spendere l’importo assegnato utilizzando annualmente buoni di spesa elettronici per i beni o i servizi previsti.

Inizia a usare cartadeldocente.istruzione.it e crea il tuo primo buono:

- vai alla pagina “crea buono” accessibile dal Menu;

- scegli se acquistare di persona o online presso un esercente o un ente di formazione aderente all’iniziativa e il bene/servizio che desideri acquistare;

- inserisci l’importo del buono corrispondente al prezzo del bene o servizio che vuoi acquistare;

- il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che potrai salvare sul tuo dispositivo o stampare per utilizzarlo online o presentarlo all’esercente o ente aderente all’iniziativa e ottenere così il buono/servizio desiderato.

 

Carta del Docente ti permette di:

- creare uno o più buoni dell’importo che vuoi fino a un massimo complessivo del tuo portafoglio;

- vedere i buoni creati e pronti da spendere;

- vedere i buoni già spesi;

- verificare quanto ancora puoi spendere.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 26 gennaio 2017

 

Teatro Lirico di Cagliari, via Efisio Cao di San Marco, 09128 Cagliari – Italia

telefono +39 0704082209 – stampa@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Giangiorgio Satragni presenta

La bella addormentata nel bosco di Ottorino Respighi,

al Teatro Lirico di Cagliari

 Venerdì 27 gennaio, alle 17, nel foyer di platea del Teatro Lirico di Cagliari, il musicologo e giornalista Giangiorgio Satragni presenta l’opera La bella addormentata nel bosco di Ottorino Respighi, in un incontro con il pubblico. La fiaba musicale in tre atti inaugura, venerdì 3 febbraio alle 20.30 (turno A), la Stagione lirica e di balletto 2017 del Teatro Lirico di Cagliari.

L’ingresso alla presentazione è libero.

Giangiorgio Satragni – Dottore di ricerca in Musicologia alla Humboldt-Universität di Berlino e in Culture classiche e moderne all’Università degli Studi di Torino, è docente di Filosofia della musica al Conservatorio di Musica “Giovan Battista Martini” di Bologna e ha in precedenza insegnato Storia della musica al Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze e al Politecnico di Torino. È inoltre critico musicale del quotidiano «La Stampa», corrispondente del mensile «Amadeus», condirettore de «Gli spazi della musica», rivista online di musicologia e comparatistica dell’Università di Torino. Studioso della musica dell’Ottocento e del Novecento, è autore della monografie: Richard Strauss dietro la maschera. Gli ultimi anni (Edt, 2015); La modernità in musica. Dodici variazioni sul tema (L’Epos, 2014); curatore della silloge Fulvio Vernizzi. Testimonianze sulla vita e sulla musica (VisualGrafika, 2009); traduttore di documenti d’epoca nel volume I Mozart in Italia (Accademia Nazionale di Santa Cecilia, 2006) e di alcuni saggi nella raccolta Gustav Mahler. Il mio tempo verrà (il Saggiatore, 2010).

 

La bella addormentata nel bosco viene replicata: sabato 4 febbraio alle 19 (turno G); domenica 5 febbraio alle 17 (turno D); martedì 7 febbraio alle 20.30 (turno F); mercoledì 8 febbraio alle 20.30 (turno B); venerdì 10 febbraio alle 20.30 (turno C); sabato 11 febbraio alle 17 (turno I); domenica 12 febbraio alle 17 (turno E). Le recite per le scuole che, vista la breve durata dell’opera, vengono eseguite eccezionalmente in forma integrale, sono: martedì 14 febbraio, mercoledì 15 febbraio, giovedì 16 febbraio, venerdì 17 febbraio, sabato 18 febbraio, sempre alle 11.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

 

Cagliari, 25 gennaio 2017

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

La bella addormentata nel bosco, la bella fiaba che tutti noi da bambini abbiamo ascoltato dalle nostre mamme o letto prima della nanna, ha avuto diverse trascrizioni.

Le prime versioni però assomigliavano solo lontanamente a quella che tutti conosciamo

La storia era molto cruda: raccontava la vicenda della Bella Addormentata e del suo stupratore.

I saggi avevano avvertito il grande Re che sua figlia Talia sarebbe stata messa in grave pericolo di avvelenamento a causa di un lino presente a palazzo.

Così, il sovrano, bandì l’uso del lino a corte, ma come previsto, Talia si punse con una scheggia avvelenata mentre filava il lino sul suo fuso. Colto da grande disperazione, il re depose il corpo addormentato (o morto) della figlia su un velluto e lo lasciò nella foresta.

Qualche tempo dopo, un nobile ricco, mentre era a caccia nei boschi, si imbattè nel corpo abbandonato della Bella Addormentata.

Lungi dal darle un casto bacio come vuole la nostra versione della fiaba! Il nobile violentò il corpo addormentato della giovane, mettendola incinta. Nove mesi più tardi, la Bella Addormentata diede alla luce due bambini (Sole e Luna) e le fate della foresta si presero cura delle due creature mentre Bella Addormentata continuava nel suo sonno.

Allorchè le fatine attaccarono al seno della Bella Addormentata , i figli. Uno dei due, accidentalmente, scambiato il pollice di lei per un capezzolo le succhiò via la scheggia avvelenata. Fu così che Talia si svegliò dal suo sonno profondo.

Mesi dopo, il nobiluomo decise di tornare nei boschi per avere un altro rapporto sessuale con il corpo della Bella Addormentata, ma, con sua grande sorpresa, la trovò sveglia.

Il nobile le confessò di averla violentata e, di nuovo, ebbe un rapporto con la principessa ma questa volta nel fienile. Alla fine, lungi dallo sposarsi e vivere felici e contenti, l’uomo se ne tornò a casa dalla moglie. La moglie del nobile, però, scoperto il tradimento, ordinò che i figli di lui venissero rapiti e cotti vivi. Il cuoco, fedelmente  cucinò e servì al nobile il piatto diabolico. Come il signore ebbe finito il pasto, la moglie gli annunciò: “hai mangiato ciò che è tuo!”. Ma,a quanto pare, il cuoco aveva un cuore tenero, e anzichè uccidere e cucinare i bambini, li sostituì con una capra.

Solo a questo punto Talia si ricongiunge ai figli e  al suo stupratore e così vissero felici e contenti.

Questa versione fa parte della raccolta scritta nel 1600 da Giambattista Basile. Si intitola Il Pentamerone (50 racconti)   nota anche come Lo cunto de li cunti, tradotto dal dialetto napoletano però solo nel 1747.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il principe azzurro è sempre uno che dispensa baci miracolosi . Il suo aspetto è  quello di un giovane bellissimo, forte, onnipotente, ed è sempre circondato da una corte di amici fidati pronti a seguirlo ovunque . Lui è sempre a cavallo, rigorosamente bianco, e spesso ha l’hobby della caccia in particolare della volpe. No, attenzione! Il nostro principe è un animalista e mai ammazzerebbe una volpe per il solo piacere di distruggerela. La sua caccia alla volpe si chiama“Paper-Hunt”,  una sorta di finta battuta di caccia giocata su tracce di carta disseminate nella vegetazione. I suoi compagni più fidati sono la Duchessa de la Bandolière e Mister Dollar Chèque.  Questo  sport , lo porta a girare in lungo e largo per le campagne e i boschi. Ed è  proprio inoltrandosi in uno di questi boschi, vicino ad un lago, che scorge un castello. Incontra un Boscaiolo il quale gli racconta della magia che grava sull’antico maniero e la sorte della bella principessa addormentata che solo un bacio potrà risvegliare.

Affascinato dal racconto, decide di abbandonare i suoi compagni e farsi strada tra i rovi per raggiungerlo. Le fronde si piegano e si aprono al suo passaggio, riuscendo così a penetrare nel salone del palazzo dove tutti sono immobili come statue. Cosa succederà?

Lo saprete andando a vedere l’Opera Lirica La bella dormiente del bosco.

L’opera fiaba musicale in tre atti su libretto di Gian Bistolfi, (ispirato dalla fiaba omonima di Charles Perrault ) e musicata da Ottorino Respighi, aprirà la Stagione Lirica 2017 al Teatro Lirico di Cagliari venerdì 3 febbraio.

L’allestimento nuovo è del Teatro Lirico di Cagliari. Nelle foto sotto di Priamo Tolu, alcuni scenografi   sono alle prese con la realizzazione di alcuni oggetti di scena.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »