Articolo taggato “seminario”

Il Rotary Club è sempre in prima linea per gli aiuti umanitari  e lo è sempre con eventi speciali come quello di ieri al quale ho assistito con molto piacere.

Presso l’Auditorium del Seminario Arcivescovile di Cagliari, i club Rotary Cagliari Nord e Cagliari Sud., hanno organizzato un concerto per raccogliere fondi che andranno ad un progetto interessantissimo: la creazione di orti sinergici per i detenuti del carcere di Uta (CA).

Dopo le varie esposizione dei progetti ecco presentarsi sul palco un ragazzo dalla  voce meravigliosa che intona il primo canto mentre dal fondo della sala, in mezzo al pubblico, sfilano coristi in tunica azzurra (abbigliamento tipico delle formazioni corali gospel americane) che , unendosi al solista si sviluppa in un meraviglioso canto nero. Sono i componenti  della  formazione corale Black Soul Gospel Choir  che quest’anno festeggerà il  20esimo anniversario dalla sua fondazione.

Avevo assistito ad un loro concerto molti anni orsono, mi entusiasmarono allora come oggi. Un ensamble vocale di altissimo livello, con un repertorio di  Gospel ( canti del Vangelo), mix di Spiritual, Blues, Jazz e Soul .

Si capisce da subito che dietro questa formazione c’è un bel lavoro musicale e vocale  del direttore Francesco Mocci . Il coro è accompagnato da una piccola orchestra formata dalle chitarre di Andrea Morrone  , Michele Pilia  ; dal  Basso di Antonio Madeddu; da una sezione ritmica di
Francesco Bellisai (Batteria), Nicola Ladu   (Percussioni); dalle  tastiere di  Luca Manca  (Tastiere, Organo Hammond) e dal pianoforte dello stesso Francesco Mocci.

Il loro impegno è sempre a scopo benefico e i loro progetti sono finanziati dal ricavato dalla vendita dei biglietti e del loro CD.


YouTube Video

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Il Quintetto Sardò presenta il suo nuovo CD intitolato da “Debussy a Piazzolla“, dedicato interamente alla figura del Maestro Onofrio Figliola recentemente scomparso.

Onofrio fu insegnante di pianoforte al Conservatorio di musica di Cagliari, ricoprì l’incarico di Maestro del coro del Teatro Lirico di Cagliari e si dilettò come trascrittore di musica.
Il ricavato del biglietto di Euro 10, comprensivo del cd e dell’ingresso al concerto, verrà parzialmente devoluto al progetto ” Musica e Lettura” ad opera del reparto pediatrico dell’ospedale microcitemico di Cagliari, promosso dalla Fondazione Giulini e sovvenzionato dall’azienda Secauto.

Presenterà l’evento il giornalista Fabio Marcello.

 

Domenica 14 gennaio 2018 dalle ore 18:00 alle ore 19:3

Aula magna del Seminario Arcivescovile – Via Monsignor Cogoni 9 – Cagliari

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto http://aforisticamente.com/2015/01/05/frasi-citazioni-e-aforismi-sulla-voce/

Seminario teorico-pratico di Medicina della Voce (con ECM)
ECM per LOGOPEDISTI, FISIOTERAPISTI E MEDICI
interessati alla Medicina della Voce (16 ore)

E’ aperta la partecipazione a professionisti della voce (cantanti, attori ….) in qualità di uditori.

Docente: Alfonso Gianluca Gucciardo

organizzato da Logos Gesti e parole srl Centro di riabilitazione

Sede: SELARGIUS ( CA)
presso il CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE “CASA SORO”, loc. San Lussorio via delle Begonie
si rilascia attestato di partecipazione

Razionale: Il corso teorico-pratico si prefigge di valutare e migliorare la qualità della vita (anche vocale) delle persone con soggettivi od oggettivi problemi/disturbi della voce. Per far questo bisogna che i clinici (logopedisti, fisioterapisti, osteopati e, ovviamente, medici) usino medesimi linguaggi, possibilmente in tutte le Nazioni del Mondo, affinché possano comprendere il problema della voce del cliente attraverso un codice condiviso e translinguistico. Si approfondiranno strumenti valutativi e riabilitativi, con ampio spazio allo studio e alla pratica (più di otto ore di pratica)

Docente Dr. Prof. Alfonso Gianluca Gucciardo
Medico delle Arti dello Spettacolo e della Voce artistica; Specialista in Otorinolaringoiatria – Specialista in Bioetica & Sessuologia; Iscritto presso l’Ordine dei Medici di Agrigento al n. 3680; Docente medico a contratto, Conservatorio e Università – MIUR 2004-2012 e 2015; Consulente Performing Arts Medicine, Accademia internazionale del Musical; Presidente CEIMArs, Associazione italiana interdisciplinare di Medicina dell’Arte; Honorary Member, Pacific Voice & Speech Foundation, San Francisco, USA; Specialist e Associate Faculty Member, Faculty of 1000 Medicine, Londra, UK per l’area: “Laringologia, Fonochirurgia & Logopedia”; Regular Member, CoMeT, Collegium Medicorum Theatri, Groninga, NL; Membro APSArts, Association de Prévention Santé des Artistes, Lille, F.
www.gianlucagucciardo.it

Si chiede ai partecipanti di portar (previo accordo con il docente) e dei casi clinici per eventuali discussioni in gruppo. Abbigliamento comodo per lavori in movimento.

INFORMAZIONI :

per aderire al Seminario contattare :
Rita Batzella
070 562746
329 4499240
329 9587151
mail :
amministrazione@centrologos.it

Responsabili scientifici: Rita Batzella e Rita Antoniazzi 

Logos Gesti e parole srl Centro di riabilitazione
via Monte Marganai, sn/c
09042 Monserrato
tel 070 562746
fax 178 2727706

PROGRAMMA
25 nov. 2016 
Orario
8.30 – 9.00 Registrazione dei partecipanti e consegna cartella
9.00 – 10.30 Cos’è la Medicina dell’Arte e della Voce? Il fenomeno multidimensionale “voce parlata e cantata”
I registri e la loro gestione.
Igiene della voce parlata, recitata e cantata
Care and cure: la prassi medica (tradizionale e/o alternativa), psicologica, chirurgica, riabilitativa.
10,30 – 13,30
SESSIONE PRATICA Teoria e pratica della prevenzione in Medicina dell’arte
-Laboratorio medico e riabilitativo della voce artistica
-L’analisi della voce (con esempi e simulazioni di palcoscenico)
- Le più frequenti occorrenze IN MEDICINA DELLA VOCE
13.30-14.30 Pausa pranzo
14.30-18.30
PRATICA Come gestire fisiologicamente voce parlata e artistica, psiche e sessualità
Discussione

 PROGRAMMA

26 nov. 2016
Orario
9.00-11.00
PRATICA I metodi di riscaldamento e di raffreddamento Le tecniche detensionanti

11.00-13.30
PRATICA Alcuni topics di Alta specializzazione
Parlare e cantare in movimento e in stasi: teoria e pratica
La clinica e la psicologia al servizio della voce e del silenzio nella vita ordinaria e sulla scena (Cenni teorico pratici sul mio Metodo)
Simulazioni di professional voice efforts e gestione di essi
13.30-14.30 Pausa pranzo
14.30-16.00
PRATICA Potenziamento acrobatico: esercizi pratici sul palcoscenico (a gruppo e singolarmente)
Gestione dell’ansia di palcoscenico 
16.00-18.00
PRATICA Cenni teorico-pratici sulle Manipolazioni laringee statiche
Discussione
18.00-18.30 Questionario ECM
18.30 Chiusura lavori

QUOTA DI ISCRIZIONE entro il 15 ottobre 2016 :
€ 240 +i IVA (52,80)

QUOTA DI ISCRIZIONE IN DATA SUCCESSIVA al 15 ottobre:
€ 270 + IVA (59,40); 50% all’atto di iscrizione, saldo 10 gg prima della data di inizio del corso.

LA QUOTA COMPRENDE KIT CONGRESSUALE, ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE, MATERIALE DEI LAVORI IN FORMATO CARTACEO E/DIGITALE
AGEVOLAZIONI: Quota Ridotta del 15% per: partecipazione senza ECM, o per 3 o più iscritti della stessa organizzazione, o per iscrizione a 3 o più corsi;
Per Studenti riduzione del 25% (3 anno di: Logopedia, TdR, TNPEE, Medicina)

È aperta la partecipazione a professionisti della voce (cantanti, attori ….) in qualità di uditori. Quota di partecipazione € 120,00+iva.

L’acconto versato può essere restituito se viene comunicata la disdetta almeno 30 gg prima della data di inizio del corso salvo una penale del 10% dell’acconto; non verrà pagata penale se l’iscrizione disdetta viene sostituita con altra iscrizione almeno 7 gg prima dell’inizio del corso.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Con ALBERTO SANNA 
SEMINARIO – VIAGGIO NELLA FORMA CANZONE
Come accedere ai meccanismi base del più importante format espressivo della musica moderna: la canzone.

Cos’è la canzone moderna?

Com’è strutturata?
Come nasce una nuova canzone?

CONTENUTO E FORMA: cosa dire e come dirlo
METRICA E RIMA: uso della metrica e della rima, assonanza, accenti testuali e accenti musicali
STRUTTURE: analisi delle più comuni strutture della canzone moderna, dal blues al jazz, dal musical al rock, al pop, ai giorni nostri
PRIMA IL TESTO O PRIMA LA MUSICA?.. musicare un testo o mettere le parole a una melodia?
“… Abbiamo imparato di più da un disco di 3 minuti che da 13 anni di scuola dell’obbligo …”
(da “No Surrender” – Bruce Springsteen)

***La quota di partecipazione totale sarà di 40€ per gli ‘esterni’, 35€ per gli iscritti alla Voice Power Mmi Cagliari.
Il Seminario sarà attivato al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

NB: POSTI LIMITATI! E’ NECESSARIO PRENOTARE ANTICIPATAMENTE!

***Il Seminario si svolgerà nell’arco di un intero weekend (4 ore al giorno, intervallate dalla pausa pranzo), ed il calendario prevede i seguenti giorni ed orari:
- Venerdì 28 settembre, 11-13 e 15-17
– Sabato 29 settembre, 11-13 e 15-17
– Domenica 30 settembre, 11-13 e 15-17

***Per info ed iscrizioni, contattare:
Voice Power Mmi Cagliari
Via Ettore Pais 20, Selargius (CA)
070 2347535
340 1491954
info@voicepower.it

BIOGRAFIA ALBERTO SANNA

*** … parla Alberto:

SCRIVERE CANZONI, SUONARLE, CANTARLE … lo faccio da una vita, la mia!
Alla scuola elementare, In questa città, Quando i cani… e altre cento … ogni volta che nasce una nuova canzone rinasco anch’io, amo il rock and roll e il blues in tutte le loro forme più spontanee e genuine da Elvis a Joe Strummer, da Edo rinnegato primi ’70 agli Eisedisì Bon Scott version, da Muddy Waters a Bob Dylan …
ma in fondo, aldilà dei generi e delle generazioni, per me ciò che conta veramente in musica … è una bella canzone. Credo nella forza delle canzoni … forse sono ingenuo, ma non mi dispiace!

*** … parlano di lui:

Icona del rock sardo, cantautore e musicista poliedrico, dagli esordi degli anni ‘80 con i gruppi storici che hanno tracciato un percorso importante nella storia rock della Sardegna, Alberto Sanna non ha mai smesso di scrivere canzoni e di andare in giro a suonarle, facendo della musica il punto principe della sua vita, diventando una voce significativa dell’isola contemporanea …
Coerente da sempre al suo modo di essere, non si è mai fermato né arreso davanti agli schemi consolidati della iconografia musicale isolana. Proteso verso un continuo divenire artistico ed umano, è un artista che porta ovunque la sua carica musicale e umana, fatta di autentiche emozioni che trasmette dal vivo al suo pubblico nei suoi concerti …
Cagliaritano DOC, Alberto Sanna è cresciuto suonando rock bianco, e blues, quello della sua pelle, nuda come la sua anima, nera e trasparente come la sua personalità. Un artista sincero che ha dedicato e dedica la sua vita alla sua passione, la musica, ma soprattutto il rock, né sardo, né anglosassone, solo il rock di Alberto Sanna…
Da quando esordì come bassista con i Masoko Tanga nel 1985, sino agli High Voltage/TNT, i Sanna Rock’ n’roll Breakers, Animanera e tanti altri gruppi, l’irriducibile del rock and roll ha segnato un itinerario importante nella storia musicale della Sardegna rivedendo in chiave molto personale i generi a lui più cari in tutte le loro forme più spontanee e più genuine…
La sua carriera è segnata da un interminabile e appassionante viaggio a ritroso negli anni d’oro del blues, dell’hard rock, dello swing, fino al jive, allo swing e al rock’n’roll delle origini. Un percorso istintivo dentro le radici della musica che ama.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

BannerTitoSchipaE’ on line il bando di Concorso per giovani cantanti lirici dedicato al grande tenore Tito Schipa.

Potete accedere a tutte le informazioni cliccando su questo link http://www.concorsotitoschipa.it/

Ma chi era Tito Schipa?

Per tutti coloro che si sono avvicinati alla lirica da poco , magari attraverso questo blog, può risultare un nome insignificante.

Eppure leggendo la sua biografia qui di seguito capirete la  grandezza di questo tenore.Tito schipa

Raffaele Attilio Amedeo Schipa nasce a Lecce, in una famiglia negli ultimi giorni del 1888, ma viene iscritto all’anagrafe il 2 Gennaio 89 per questioni di leva militare.

Fu il suo maestro elementare Giovanni Albani che si accorse delle sue straordinarie qualità vocali ma il vescovo napoletano Gennaro Trama (1902) vero talent scout dell’epoca, diede avvio alla sua carriera.

Titu” come era soprannominato per via della sua piccola statura, entra in seminario dove studierà anche da compositore.

In seguito, su consiglio del  maestro di canto, Alceste Gerunda, Tito “emigra” a Milano per completare gli studi con Emilio Piccoli e cercare l’occasione per debuttare.

Ci riuscì a Vercelli con una Traviata (4 Febbraio 1909) dietro naturalmente un compenso.

Il successo non è immediato (la voce del ragazzo è inconsueta per il pubblico medio dell’epoca. Dopo essersi fatto le ossa nella compagnia operistica di Giuseppe Borboni, culminata a Roma per l’Esposizione Universale del 1911, ecco il primo a Napoli nella stagione del 1914 diretta da Leopoldo Mugnone, dove con una Tosca leggendaria il nome d’arte “Tito Schipa” si impone definitivamente alle cronache artistiche e mondane.

Il successo lo porta subito in Spagna, e lo spagnolo è la lingua più esemplare della sua naturale predisposizione poliglotta (ne parlerà correntemente quattro e ne canterà undici compreso l’aborigeno australiano più, come ripeteva, il napoletano) il che lo aiuta a conquistare con facilità il cuore degli spagnoli, orfani del loro idolo, il tenore catanese Giuseppe Anselmi.

Schipa con quadroCon una Manon del 14 Gennaio 1918 al Real di Madrid anche il primo trionfo all’estero è assicurato.

Segue un periodo di viaggi tra la Spagna e il Sud America, dove si gettano le fondamenta di un lungo intenso rapporto con il pubblico, specialmente argentino. Ma la guerra, col pericolo dei sottomarini, vede il giovane Schipa intentare e vincere una causa con la sua agenzia artistica per farsi riconoscere il diritto a non navigare fino alla cessazione delle ostilità.

Il 1919 approda negli Stati Uniti, invitato dalla soprano Scozzese Mary Garden e dall‘impresario Cleofonte Campanini, che insieme gestiscono la Civic Opera di Chicago. Qui sposa la soubrette francese Antoinette Michel d’Ogoy, conosciuta a Montecarlo in occasione della prima assoluta di La Rondine di Giacomo Puccini, da cui avrà due figlie, Elena e Liana.

Questa volta è Rigoletto l’opera del debutto trionfale a Chicago (4 Dicembre). Inizia per Tito Schipa l’avventura statunitense, cominciata come probabile successore di Caruso ma in realtà definitasi come quella dell’Anti-Caruso per eccellenza, che lo vede tenore stabile di Chicago per 15 anni, indi primo tenore al Metropolitan di New York, ormai tra i più famosi e i più pagati cantanti dell’epoca, specialmente nella categoria del “tenore leggero” o “di grazia” dove si assicura il titolo di massimo interprete d’ogni tempo.

La permanenza e la quasi naturalizzazione americana comportano, per il carattere dinamico e curioso del soggetto, una serie di coinvolgimenti artistici, mondani e sociali di grande importanza e spesso di grande rischio :

Progetta di scrivere un’opera-jazz (quindici anni prima di Gershwin), si avvicina al repertorio leggero spagnolo e napoletano con risultati insuperati nell’ambito tenorile (grazie anche alla amicizia e collaborazione con gli autori José Padilla e Richard Barthelemy), si apre all’esperienza del nuovo cinema sonoro diventando anche un più che discreto attore di musicals (Vivere! del 1937 capeggerà il box-office italiano sia con la pellicola stessa che con le due canzoni di Bixio incluse, Vivere e Torna piccina mia), si compromette con i gangster di Al Capone venendone classicamente prima ricattato poi blandito, colleziona onorificenze e riconoscimenti prestigiosi, tra cui la Legion d’Onore francese, passa da un’avventura sentimentale all’altra con risultati disastrosi per il suo matrimonio, e soprattutto guadagna cifre vertiginose che sperpera con abilità diabolica, rimbalzando continuamente dalla classifica degli uomini più ricchi del mondo a quella di bersaglio ideale per le stangate di ogni tipo.

La seconda guerra mondiale e il suo nuovo legame sentimentale con l’attrice Caterina Boratto, che lo riavvicina all’Italia, lo portano a coinvolgimenti eccessivi con il regime fascista, soprattutto per l’antica amicizia personale con Achille Starace, suo conterraneo. L’America del pre-maccartismo lo dichiara indesiderato, e lo stesso fa l’Italia del Teatro alla Scala appena restaurato e riaperto.

L’opera di autocritica e di rigenerazione è lunga e faticosa, ma a metà degli anni ’40 il cinquantenne Tito Schipa è pronto a ripartire per un’altra lunga fetta di carriera che lo porta davanti ai pubblici di tutto il pianeta con la sola esclusione di Cina e Giappone.

Nel 1944 conosce l’attrice Teresa Borgna, in arte Diana Prandi, che sposerà nel 1947 e da cui avrà Tito Jr.

Nel 1956 un invito a dirigere una scuola di canto a Budapest lo porta per la prima volta oltre cortina, esperienza che culminerà con la presidenza della giuria del festival della gioventù a Mosca nel 1957. Le sue nuove simpatie per il pubblico sovietico gli fruttano i sospetti dei servizi segreti italiani, che gli dedicano un fascicolo del SIFAR e boicottano il suo progetto di aprire un’Accadenia di canto in Italia sotto gli auspici del Quirinale.

Accusato stavolta di filocomunismo, vittima di gravi traversie economiche e coinvolto in manovre poco chiare di alcuni suoi manager e collaboratori, è costretto a tornare negli Stati Uniti, dove viene accolto, ancora una volta, con entusiasmo.

La scuola di canto nasce a New York, ed è mentre insegna canto che il diabete contratto negli anni ’40 lo porta a morte il 16 Dicembre 1965,  settantasettenne, dopo una carriera di 57 anni, del tutto straordinaria in un cantante lirico per lunghezza, varietà e glamour .

Specializzatosi in un repertorio limitatissimo (segreto della sua strabiliante longevità vocale) Tito Schipa ha raggiunto i vertici della sua Arte nei tre ruoli di protagonista di Werther di Massenet, di L’Elisir d’Amore di Donizetti e di L’Arlesiana di Cilea, in cui resta a tutt’oggi insuperato e forse insuperabile, oltre che nel repertorio classico della canzone spagnola e napoletana.

Notizie e foto tratte dal sito della famiglia Schipa

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

ValerioGiorgio Ecco un nuovo video di un’altro concorrente in gara al Concorso di canto online Musicamore 2011: Valerio Giorgio ci invia anche il suo lungo curriculum.  Purtroppo per problemi di spazio siamo costretti a pubblicarlo solo in parte.

Diplomato in Canto presso il Conservatorio musicale “N. Piccinni” di Bari con il M° Giacomo Colafelice.

Inizia a cantare all’età di tre anni e all’età di sei a studiare Pianoforte classico privatamente, proseguendo poi gli studi presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari con il M° Maria Lucrezia Pedote.

Parallelamente agli studi musicali classici, si dedica anche allo studio del pianoforte nel campo della Musica Pop e della Musica da Film.

- 1988 – Entra a far parte del coro della parrocchia San Giovanni Battista di Bari.

- 1992 – Assume il ruolo di organista che manterrà per quattordici anni.

- 1994 – Consegue la Licenza di Teoria e Solfeggio presso il Conservatorio musicale “Nino Rota” di Monopoli (Ba).
Inizia a coltivare la passione per i sintetizzatori e i campionatori, esplorando vari territori sonori, dalla Musica New Age alla Musica Elettronica.

- 1995 – Scrive la sua prima canzone ed inizia la sua attività di compositore – cantante – pianista, lavorando nei piano-bar della sua città e nelle sale ricevimenti.

Interprete di brani italiani e stranieri, è anche autore delle musiche per le sue canzoni, con la collaborazione di Silvana Mastrodonato autrice dei testi.

- 1997 – Ottiene la qualifica di Compositore Melodista presso la SIAE di Roma.

Dal 1998 al 2004 studia Composizione presso il Conservatorio di Bari con il M° Davide Remigio e il M° Maria Pia Sepe.

Diversi seminari tra i quali quello tenuto dal M° Armando Trovajoli su “La Musica da Film e le Commedie Musicali” presso il Conservatorio di Monopoli.

Numerosi concorsi come interprete e come cantautore tra i quali l’Accademia di Sanremo.

Ospite in diverse emittenti televisive, radiofoniche e manifestazioni culturali e religiose.

Impartisce lezioni di teoria e solfeggio, pianoforte e canto.



YouTube Video

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

voce“LA VOCE E IL CANTO TRA PERCEZIONE ED AZIONE”
Seminario di canto

Pabillonis – Cagliari
23 – 24 luglio 2011

Docenti: Marco Mustaro e Furio Fabris

Il seminario affronterà alcuni aspetti fondamentali del canto solistico e d’assieme e della tecnica vocale, alla luce della didattica tradizionale del Belcanto e del più moderno approccio del Metodo Funzionale.

Lo studio si articolerà in:
- lezioni individuali sulla voce parlata e cantata
- esperienze di percezione e di relazione con lo strumento-corpo e con il suono vocale
- canto d’assieme
- momenti di approfondimento teorico

Il seminario prevede 10 ore di lezione (sabato dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 domenica dalle 10.00 alle 13.00)
Il costo del seminario con 13 / 15 iscritti è di 110,00 euro da corrispondere durante il primo giorno
del seminario.

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi all’indirizzo: via genova 11 pabillonis­­
cell: 3471018704
E-mail: officinesonore@yahoo.it
mauramustaro@gmail.com

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »