Articolo taggato “Raina Kabaivanska”

Il tenore italiano (è stato allievo di Pavarotti) ha appena trionfato al Teatro Real con Madama Butterfly e Carmen.

 Andrea Carè, uno dei tenori più importanti della sua generazione, ha appena trionfato al Teatro Real di Madrid interpretanto Pinkerton in Madama Butterfly e Don José in Carmen. Ora prepara il suo debutto al Palau de les Arts di Valencia dove tornerà nei panni del protagonista dell’opera Don Carlo di Verdi, titolo che l’interprete italiano ha già cantato in Canada, Francia e nel leggendario Bolshoi di Mosca. “Si tratta di un personaggio affascinante per la complessità psicologica che rappresenta e per la sua difficoltà vocale e interpretativa, ma credo che si adatti molto bene al mio strumento”, commenta il tenore, entusiasta di cantare quest’opera in Spagna, paese in cui si ambienterà la performance. Questa volta incarnerà l’infante al fianco del Rodrigo di Plácido Domingo, artista con cui Andrea Carè ha cantato in diverse occasioni e con il quale ha inciso Nabucco in DVD (Sony).

Vincitore del Spoleto International Opera Com­petition (2005), ha perfezionato la sua arte con il mitico soprano Raina Kabaivanska oltre che con il leggendario Luciano Pavarotti. E se nelle prossime stagioni debutterà al Metropolitan di New York e alla Staatsoper di Vienna, Carè ha già cantato in alcuni dei teatri più importanti del mondo, come la Royal Opera House del Covent Garden di Londra, il Gran Teatre del Liceu di Barcellona, ??il Teatro Regio di Torino, l’Opera di Roma, la Deutsche Oper di Berlino, la NCPA di Pechino e il Teatro alla Scala di Milano.

Con questa produzione valenciana, Carè consolida la sua presenza nel mercato operistico spagnolo dopo i suoi debutti a Barcellona e Madrid.

Info:

www.andreacare.it

<https://www.facebook.com/andreacaretenore/>

https://www.facebook.com/andreacaretenore/

<https://www.lesarts.com/temporada-2017-2018/operas/don-carlo/>

https://www.lesarts.com/temporada-2017-2018/operas/don-carlo/

 

 

 

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Qualche giorno fa un’amica che si sta avvicinando al mondo della musica classica da qualche mese, mi domandava il significato della “voce che corre” , frase che che ha sentito spesso alla fine dei concerti. Le ho spiegato che è un termine tecnico che sta ad indicare una voce o anche il suono di uno strumento, che arriva in maniera nitida all’ascoltatore che si trova anche nella poltrona più lontana dal palcoscenico.

Ricordo il mio primo maestro di canto che diceva spesso di non fidarsi delle voci che a pochi metri di distanza sembrano enormi, non è detto che queste “corrano” cioè arrivino lontano “bucando” l’orchestra. Il cantante o il musicista solista, come ho sempre detto, non usano amplificazione meccanica e quindi l’ampiezza della voce l del suono dipende dalla corretta impostazione , (nel caso di uno strumentista dal tocco dello strumento) affichè possa arrivare lontano sfruttando tutte le cavità della “maschera” (ossa craniche). Spesso una voce piccola ma ben timbrata e ben sostenuta da una buona respirazione, può arrivare lontanissimo. Impossibile dimenticare una Boheme cui assistetti all’Arena di Verona, (gli anni in cui non si usava l’amplificazione), la cui protagonista era la grande Raina Kabaivanska, famosa per i  filati, suoni impalpabili che raggiungevano ogni algolo dell’antica struttura. Grande maestra di tecnica del belcanto.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

117_1MASTERCLASS IN CANTO LIRICO CON RAINA KABAIVANSKA  17-29 settembre 2010 nella Sala da Camera Bulgaria a Sofia
Scadenza Iscrizioni: 13 settembre 2010
Audizione: 16 settembre 2010 alle ore 10 nella Sala da Camera Bulgaria
Concerto di Gala: 30 settembre 2010.

L’avvenimento è sotto il patrocinio del Sindaco di Sofia, del Ministro dell’istruzione, la gioventù e la scienza e dell’Ambasciatore della Repubblica Italiana in Bulgaria.
La Nuova Università Bulgara organizza il decimo giubilare Master Class di Raina Kabaivanska in Bulgaria. Come forma di studio la Master Class permette ai partecipanti di attingere dall’esperienza di personalità insigne, di fondere gli studi con la pratica, di internazionalizzare ed ottenere una competitività europea.

Studenti di canto e professionisti fino all’età di 32 anni possono partecipare alla Master Class di Raina Kabaivanska. I candidati preparano un repertorio di cinque arie per l’audizione e la loro eventuale partecipazione nel Master Class. L’audizione sarà presieduta personalmente da Raina Kabaivanska.
Dieci partecipanti attivi e corsisti vengono selezionati dopo l’audizione. Pianisti accompagnatori saranno a disposizione dei partecipanti.
La Master Class si concluderà con un concerto di gala al quale i partecipanti avranno l’opportunità di esibirsi. Il concerto sarà con la partecipazione speciale di Raina Kabaivanska e sarà accompagnato dall’Orchestra Filarmonica di Sofia.

Modulo d’iscrizione

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »