Articolo taggato “quartu sant’elena”

 

Il brindisi intrigante e malizioso di Mirandolina.
“Signor Cavaliere, facciamo un brindisi …”

Il 21 febbraio il Teatro dell’Anima”, diretto da Elisa Piano, con la collaborazione del Teatro Houdini, apre il Corso di Teatro su “La locandiera”, il capolavoro di Carlo Goldoni. Iscrizioni e Info in:https://www.facebook.com/events/820171021495746/
https://www.facebook.com/corsoditeatrolalocandiera/

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Prima esecuzione integrale

Domenica 5 Novembre alle ore 19.15 presso la Basilica di Sant’Elena Imperatrice a Quartu, l’Associazione Culturale Musica Viva Cagliari sarà lieta di presentare l’esecuzione del Requiem op. 9 del compositore e organista Maurice Duruflé, nella versione per Soli, Coro, Organo e violoncello.

Maria Pala Nonne

L’opera, dedicata alla memoria del padre dell’autore, è divisa in nove movimenti:  Introitus, KyrieDomine Jesu Christe, Sanctus, Pie Jesu, Lux aeterna, Libera me, In Paradisum.

Si tratta di un capolavoro unico nel suo genere perché rappresenta l’affascinante e significativo incontro tra due mondi apparentemente lontani; in esso, infatti, Duruflé è capace di coniugare mirabilmente gli antichi canti gregoriani della Messa per i defunti  con il linguaggio novecentesco vicino allo stile musicale francese di Debussy, Fauré e Ravel.

L’allestimento di questo Concerto, reso possibile grazie alla cortese e preziosa accoglienza del Parroco e Rettore della Basilica Mons. Alfredo Fadda, è il risultato di un intenso percorso di studio e della proficua collaborazione tra il Coro Musica Viva Cagliari, diversi amici cantori vicini all’Associazione, l’organista e compositore Fabrizio Marchionni, il violoncellista Marco Testa, e i solisti Federica Moi e Alessandro Porcu.

Il progetto Requiem, ideato e concertato dal direttore artistico dell’associazione, Maria Paola Nonne, nasce dall’intento di favorire la conoscenza e la diffusione di questa perla musicale, già apprezzata in Italia e in Europa, con la prima esecuzione integrale dell’opera in Sardegna.

Per questo motivo  il Concerto  sarà preceduto da una breve conferenza di presentazione, un momento di introduzione all’ascolto e di analisi, curata dal liturgista Don Davide Collu, Vicario Parrocchiale della Basilica di S. Elena, e dal direttore Maria Paola Nonne.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Anche quest’anno il Teatro Actores Alidos inaugura la rassegna tanto attesa dai bambini e dalle famiglie “Il Teatro delle Meraviglie”, a partire da domenica 1 Ottobre, con tantissimi ed imperdibili appuntamenti, per colorare la vita culturale della città di Quartu!

Quest’anno tutti gli spettacoli si terranno presso l’Auditorium della Basilica di Sant’Elena (di fronte al Teatro Centrale Alidos – ingresso da Via Diaz) come sempre alle ore 18:00.

Di seguito la programmazione dell’intera stagione 2017/18:

- 1 Ottobre - “I Tre Porcellini” del Teatro Actores Alidos

- 8 Ottobre – “Zitti Zitti” del Teatro Actores Alidos

- 22 Ottobre - “La Fiaba del Re Orcone” di C’è un Asino che Vola

- 1 Novembre - “Il Brutto Anatroccolo” del Teatro Actores Alidos

- 12 Novembre - “Concertino” di New Karalis

- 26 Novembre - “Latzus” di Fueddu e Gestu

- 3 Dicembre – “Bianca come la Neve” di Effimero Meraviglioso

- 8 Dicembre - “I Bestiolini” di Gek Tessaro

- 17 Dicembre - “Messieur, che Figura” del Teatro Tascabile di Bergamo

Il costo del biglietto per ogni singolo spettacolo è di Euro 5,00.

Per info e prenotazioni: 

TEATRO ACTORES ALIDOS | h 9:00 – 18:00

070/828331 – 070/8899027 – 377/7095932

 

teatroactoresalidos@gmail.com

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Il 6 Gennaio 2017 alle ore 18:00 presso il Teatro Centrale di Quartu si terrà il 1° appuntamento dell’anno con “Il Teatro delle Meraviglie”.

Ad inaugurare la stagione 2017 sarà l’artista Virginia Viviano dell’associazione “Circus Maccus” con il suo spettacolo “Nata dalla Luna”, un musical di Teatro Circo tratto da “Le cosmicomiche” di Italo Calvino, con musiche di Rossella Faa e coreografie di Enrica Spada; uno spettacolo per tutti, grandi e bambini.

Tutti, infatti, possono sentire, gustare il brivido della magia del corpo acrobatico sul trapezio, o mentre gioca col fuoco o si arrampica su sino alla luna. Tutti possono vedere i pesci volanti, la luna che si tuffa in mare…tutti possono sentire il sapore dolce del latte lunare.

Questi sono gli ingredienti di uno spettacolo prezioso come un gioiello, ideato ed interpretato da Virginia Viviano: un’attrice, acrobata, giocoliera, cantante ed incantatrice che vi trasporterà in fantastici mondi lunari dove è possibile volare!

A seguito del recente incendio che ha mandato in fiamme il camper dell’artista e bruciato tutto il materiale contenuto al suo interno, raccolto in oltre 16 anni di lavoro, l’ingresso avrà eccezionalmente il costo di 10 Euro per gli adulti ed 8 Euro per i bambini.

L’incasso verrà, infatti, interamente devoluto all’artista per consentirle di “ricominciare a volare” dopo tale sventura.

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Bastano le pieghe straordinarie di un’arte millenaria come quella dell’OriGami, accompagnate da una voce narrante ricca di storie mitologiche, ed ecco che il cielo entra in una stanza. Luogo misterioso in cui si rinnova la memoria del mondo, e dove si possono ascoltare – ma soprattutto “vedere” – le storie antiche dell’universo stellato.
Gli spettatori si accomoderanno a turno in semicerchio di fronte a una baracca-teatrino, stanza e luogo del kaos firmamento, indosseranno le cuffie audio, ed ecco che con la grande magia dell’arte millenaria dell’OriGami, prenderanno forma quei personaggi e quelle figure che donarono il nome ad alcune costellazioni.
Lo spettacolo è stato prodotto in occasione del IX Festival della Scienza di Cagliari.

Come funziona?
* sei spettatori alla volta
1) entrate e sedete; 2) indossate le cuffie d’ascolto; 3) seguite la storia e guardate;
4) qualche minuto e… hoplà! 5) avanti gli altri!

L’origami
L’origami è l’arte giapponese di piegare la carta; il nome deriva da due parole giapponesi “ori”, piegare e “kami”, carta. Da quest’arte del piegare la carta prendono forma svariati modelli, dal mondo degli animali agli oggetti quotidiani. Con l’avvento della carta (Cina) nacque l’arte di ripiegarla, e per oltre duemila anni essa è stata fonte di interesse, divertimento e stimolo intellettuale per adulti e bambini.

Mercoledì 7 dicembre alle ore 16:30
Arcoiris Onlus a Quartu Sant’Elena
Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

 Domenica 31 Agosto 2014  alle ore 21, ci sarà la serata conclusiva della Rassegna per Famiglie “Il Teatro delle Meraviglie 2014”, organizzata dal Teatro Actores Alidos, con il contributo del Comune di Quartu S. E.,  presso l’Ex Caserma dei Carabinieri, in Via Roma n. 30 a Quartu S. Elena. In scena il nuovo spettacolo della Compagnia “Zitti Zitti” che ha riscosso un grande successo anche a livello nazionale, vincendo il Premio del Pubblico all’importante Fringe Festival di Roma.

Ore 21.00. L’ingresso è gratuito.

 “Zitti Zitti”, con la regia di Valeria Pilia ed interpretato dalla stessa Pilia, oltre che da Manuela Sanna, Roberta Locci e Manuela Ragusa, è uno spettacolo visuale, tenero, ironico, divertente ed emozionante; è uno sguardo poetico su alcuni momenti dell’esistenza umana che arriva al cuore di grandi e piccini.

Non ci sono parole, ma il linguaggio è tra i più comunicativi: è quello dell’espressività del corpo, dell’azione, della danza, della clownerie che, intrecciandosi tra loro, trasmettono in perfetto equilibrio i vari stati d’animo umani che fanno sognare, sorridere e commuovere. La forte componente musicale fa da sostegno all’azione creando varie atmosfere incalzanti, cullanti, inquietanti, evocative, romantiche.

Personaggi genuini e naif, delicati e poetici, che vivono piccoli e grandi momenti dell’esistenza (l’infanzia, il gioco, la paura, il consumismo, la tecnologia, il sesso, la vecchiaia, la morte), situazioni e destini affrontati a volte in modo concreto e quotidiano, altre volte surreale e grottesco.

Un creatore, un po’ goffo ed eccentrico, in un giorno di noia mortale crea l’uomo. E dopo qualche tentativo mal riuscito (ops!) gli mette accanto una donna, e che donna! Uniti in matrimonio l’uomo e la donna vivono felici e contenti… e si moltiplicano; dalla prima genìa salta fuori un’umanità genuina e naif: bimbi, mamme, operai, vecchietti, ragazzi,: tutti quanti a vivere la routine della vita con i suoi bellissimi imprevisti tra notti insonni, capricci tra le corsie di un supermercato, ragazzi travolti da tecnologie spersonalizzanti, gente comune che si trova in situazioni paradossali e ridicole, alle prese con esigenze primordiali o amori mai sopiti.

Non è una storia in senso stretto, ma tante storie che s’intersecano tra loro, si alternano, si rincorrono facendo sognare e commuovere. I personaggi di “Zitti zitti” (dove è facile riconoscersi e riconoscere gli altri) hanno diverse età, sono eterogenei e bizzarri e si ritrovano a vivere momenti di vita a volte concreti e quotidiani, altre volte surreali e grotteschi.

E il cerchio si chiude tra minuti e minuti di applauso a scroscio durante i quali le attrici, finalmente, gettano la maschera.” (Antonella Tocca – Tempi dispari .com)“Quando il teatro è fatto bene le parole non servono e Zitti Zitti è uno spettacolo ben fatto, visuale, tenero, ironico, divertente…(Il Giornale 24 Agosto 2014)

Un esperimento riuscitissimo per la compagnia cagliaritana del Teatro Actores Alidos, che ha letteralmente incantato il palco del Roma Fringe Festival con un’estrema semplicità, mai pretenziosa. (Stefania D’Orazio – Ghigliottina .it)

“…quattro stelle per la bravura delle attrici davvero straordinarie nell’alternarsi tra ruoli maschili e femminili ricreando attraverso il corpo la storia del loro personaggio” (Giuseppe Sciarra - Saltinaria.it)

“Zitti zitti è una splendida rappresentazione della nostra vita di tutti i giorni, raccontata con un’innocenza e una sincerità immediata, capace di fare breccia nel cuore di chiunque e a qualunque età. Originale e suggestivo”. (Giorgio Morino – Periodico Italiano Magazine)

 “…..Molti i motivi per ridere, e commuoversi durante la visione di Zitti Zitti, un lavoro dove la bravura delle interpreti [...]bravissime nel restituire con la postura gli atteggiamenti maschili  e femminili senza esagerare o proporne una macchietta ma cogliendone l’essenza con occhio vigile e rispettoso è tutta al servizio di un arte che si possiede pienamente e della quale non si fa sfoggio ma si dà tributo, competente e umanissimo…Poetico, commovente e geniale il corteggiamento a tre tra una signora anziana concupita da un vecchietto a sua volta oggetto di attenzioni amorose e profferte di fiori da parte di un altro vecchietto”. (Alessandro Paesano - Teatro.it).

 Per informazioni contattare l’Ufficio Organizzativo ai numeri di tel. 070 828331 – 8899027, cell. 3777095932, e-mail: actores.alidos@tiscali.it.

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Era il mese d’agosto del 2011 e l’attore Gaetano Marino decise di organizzare una serata all’insegna della cultura e dell’arte, invitando liberamente artisti di vario genere,  al parco di Monte Claro di Cagliari.

Attraverso Facebook  riunì  musicisti, illusionisti, scrittori e poeti dando  appuntamento per  il 13 agosto ai piedi dell’Ulivo secolare del parco. Nessuno sapeva esattamente come si sarebbe svolta la serata.  Giunti sul posto si capì che non ci sarebbero state sedie, né luci o microfoni  ma  ognuno si sarebbe arrangiato come poteva : chi in terra su un asciugamano , chi con qualche sedia pieghevole e soprattutto ognuno avrebbe illuminato il proprio spazio con un lumino anche per tenere lontane le zanzare. Una cosa  però si sapeva da subito: la serata era dedicata alla luna. Più tardi poi si è capito il perchè. Proprio la luna, luminosissimaera la vera protagonista di quella calda sera d’agosto!

Esperimento riuscito che si è ripetuto  l’anno successivo in una piazza del centro storico della città di Cagliari. In quella occasione ci furono anche altri artisti come il  il burattinaio , il musicista di strada, il prestigiatore . C’erano sedie,  microfoni e   l’opportunità di poter  mettere qualche cosa sotto i denti.  L’evento si è replicato  una terza volta lo scorso anno.

Siamo quindi arrivati alla  quarta edizione che  finalmente si svolgerà in un Teatro con poltroncine, luci e microfoni: l’Isola Teatro di Gaetano Marino,completamente restaurato.

Gli artisti sono tanti, oltre 25, noti e meno noti. Sarà una vera festa, anzi diciamo pure un  Festival. Il titolo?

  Lo sguardo nudo – condominio poesia

Se desiderate passare una serata diversa dal solito sappiate che il teatro è aperto a tutti domani sera dalle 19 in poi .

Il Patron definisce così la serata:

Una feroce, implacabile e inesauribile raccolta di video-audio-poesie, scritte, registrate, montate e/o smontate da poeti e scribacchini, meglio se antipoeti ed incoerenti, avvelenatori di un cenacolo delle muse, danzatrici che bivaccano nelle grotte delle janas, non per amore della bellezza e dell’assoluto divino, ma perché sfrattate dal condominio della ragione la propria virtù…”
25 Maggio ore 19  Isolateatro di Quartu, in via Danimarca 4 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Hai mai scritto una poesia, un verso un frammento o qualcosa da voler proporre nel nostro teatro?

Stiamo  pensando ad un Festival di poesia da proporre all’Isolateatro, per la domenica 25 maggio 2014, aperto a tutti.

Si chiamerà “LO SGUARDO NUDO – CONDOMINIO POESIA”.

regolette:

Potranno essere proposte un massimo di 2 opere e per un tempo complessivo di 6 minuti.

Ad ogni proposta/elaborato, che sarà letto o recitato da te stesso o chiunque vorrai, si dovrà affiancare un’opera figurativa, scultorea, video o altro, non necessariamente da te composta. Sarà disponibile un videoproiettore.

Le opere potranno essere composte in qualsiasi lingua, dialetto e linguaggio artistico.

Non potremo sopportare i costi SIAE, pertanto le opere dovranno essere inedite o libere da eventuali diritti.

Insomma, hai mai scritto una poesia, un verso un frammento o qualcosa da voler proporre nel nostro festival? beh, allora fallo e subito… potrai utilizzare qualsiasi lingua linguaggio e forma di scena.

Gaetano Marino ti aspetta!

 ps: il Festival sarà registrato su cd audio, per il quale progetto vi chiederemo la liberatoria ai fini sociali e divulgativi senza scopo di lucro

per le adesioni:

basta inviare una email avente per oggetto: adesione festival condominio poesia, indicando nominativo e titolo delle opere e modalità… a uno dei seguenti indirizzi: bandamarino@tiscali.it – isolateatro.quartu@tiscali.it -

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Sabato 14 Dicembre 2013 alle ore 20.00 presso l’Auditorium della la Basilica di Sant’Elena a Quartu ci sarà il Concerto di Natale “Su Pitzinneddu” del Teatro Actores Alidos, con il contributo del Comune di Quartu,

L’ingresso sarà gratuito.

Accorrete numerosi!

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Giuseppina non è una ragazza come potrebbe sembrare dal nome, ma una cagnolina, per l’esattezza una barboncina bianca, che ha superato la selezione come figurante per poter prendere parte allo spettacolo Pagliacci, in scena in questi giorni al Teatro Lirico con la regia di Franco Zeffirelli. Quindi oltre all’asinella Distinta  (v. post) c’è anche Giuseppina,  che arriva da Quartu Sant’Elena .

Chi verrà a vedere lo spettacolo la potrà notare fra le braccia di Arlecchino all’interno del carrozzone dei Pagliacci al suo arrivo in scena. Un’anteprima nella bellissima foto di priamo Tolu in testa all’articolo.

Questa sera replica dello spettacolo alle 20,30 con il secondo cast

REGIA Franco Zeffirelli , costumi Raimonda Gaetani , luci di Gianni Paolo Mirenda.

La direzione musicale è, invece, affidata al giovane maestro torinese Marcello Mottadelli,  dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico e il Coro di voci bianche del Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari. Il maestro del coro è Marco Faelli. Il maestro del coro di voci bianche è Enrico Di Maira.

Protagonisti dell’opera sono giovani ed, in alcuni casi, affermati cantanti che si alternano nelle recite quali: Cellia Costea (22, 24, 26, 29)/Maria Pia Piscitelli (28, 30) (Nedda/Colombina), Rubens Pelizzari (22, 24, 26, 29)/Francesco Anile (28, 30) (Canio/Pagliaccio), Alberto Gazale (22, 24, 26, 29)/Leo An (28, 30) (Tonio/Taddeo), Saverio Fiore (Peppe/Arlecchino), Gianpiero Ruggeri (22, 24, 26, 29)/Krum Galabov (28, 30) (Silvio), Carlo Checchi (primo contadino), Marco Tomasoni (secondo contadino)

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13, e nell’ora precedente lo spettacolo; telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube; acquisto online www.greenticket.it.

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

A volte accade … accade che un incontro diventi pura magia e che la musica e le parole comincino improvvisamente a volare.
Questa potrebbe essere la sintesi del progetto discografico di Alberto Sanna & Francesco Fry Moneti, la straordinaria alchimia creata dal cantautore cagliaritano e dal solista dei Modena City Ramblers prende forma in questo Cd registrato dal vivo lo scorso maggio 2012.
Numero 23 del catalogo di S’ardmusic (distribuito da EGEA – produzione artistica Michele Palmas) il disco presenta 12 brani quasi tutti inediti , alcuni dei quali “inediti famosi”, perché saranno finalmente presenti in un disco di Alberto, brani che hanno caratterizzato la sua intera carriera (Alla scuola elementare – Correre – In questa città) ma mai incisi nella loro versione originale, vecchie canzoni dimenticate in un cassetto (Proprio adesso, Dentro di me), cavalli di battaglia (Angeli di Strada, Quelli come noi) e nuove composizioni (Spiagge bianche – Ogni uomo – Nel mare – Tutto quello che ho – Limpido e chiaro).
Sarà ancora l’FBI club di Quartu S.Elena ad ospitare il concerto presentazione del disco   martedì 14 maggio 2013.
Questa è la storia di un incontro …  un incontro di terre, di musiche, di uomini.
Dalla terra di Sardegna, l’anima stanziale e introversa di un rocker “one man band”, innamorato della forma canzone, avvezzo ad accompagnare la sua voce e la sua armonica con una chitarra acustica e un’anomala batteria a pedali, incontra l’indole esuberante di un violinista giramondo, toscano di nascita, emiliano d’adozione, irlandese per estrazione musicale, ma legato a doppio filo all’America meticcia di Jimi Hendrix da una passione segreta che riversa nel suo inedito mandolino elettrico a forma di Gibson Explorer!!!
Eccoli, sono loro:
ALBERTO SANNA: voce, armonica, chitarra, batteria a pedali (la voce rock del cantautorato sardo)
FRANCESCO FRY MONETI: violino, mandolino, voce (ModenaCityRamblers/CasaDelVento e molto altro)
Da quell’incontro sono passati tre anni di musica dal vivo, che li hanno portati alla realizzazione di un CD, naturalmente live, di ormai imminente uscita … ALBERTO SANNA & FRY MONETI SUL PALCO ALL’FBI CLUB,
12 brani inediti catturati in concerto + una traccia video a cura del videomaker Luca Percivale
3 anni di musica dal vivo sono 3 anni di canzoni, di concerti, tanti km, tanti locali, tante piazze e tanti nuovi incontri … tra i quali anche quello con il contrabbasso di Maurizio Congiu e le percussioni di Sixto Marquez Tamayo che accompagnano Alberto e Fry nella realizzazione del disco.

Alberto Sanna – voce, chitarra, armonica e batteria a pedali
Francesco Fry Moneti – violino e mandolino elettrico, voce
Sixto Marquez – percussioni
Matteo Muntoni – contrabasso

Ingresso con cena a buffet e tavolo su prenotazione € 15.00 dalle ore 20.30
Telefono 070 882332
E-mail info@fbiclub.it
Sito Web http://www.fbiclub.it

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Stage intensivo di studio sul gesto creativo

diretto da Roberta Locci

 Che cos’è lo spazio creativo? 

Come trovarlo? 

“Lo spazio e il corpo sono i dispositivi costruttivi dell’opera e coincidono come sistema metaforico: l’opera /feto è localizzata nell’utero, l’atto violento della nascita coincide con l’atto creativo, per cui lo spazio creativo si identifica con lo spazio originario dove si forma la vita.” 

Il lavoro parte da questa “metafora” come spunto di riflessione per trovare insieme la volontà di imprimere una forma, di sfiorare il gesto creativo.

 

TEATRO CENTRALE ALIDOS QUARTU S. ELENA (CA)

giorni e orari:

venerdì 22 Febbraio dalle 19:30 alle 22:30 

sabato 23 Febbraio dalle 19:30 alle 22:30

domenica 25  Febbraio  dalle 16:00 alle 20:00

Il Teatro Actores Alidos (che dall’antico logudorese -una delle lingue sarde- significa “teatro di attori che si rinnovano”) svolge una costante attività di ricerca e sperimentazione sui linguaggi scenici ed è stato fondato a Cagliari nel 1982 dal proprio regista e direttore artistico Gianfranco Angei e dall’attrice Valeria Pilia. Fin dai primi anni di attività, si impone con importanti attività sia nella produzione di spettacoli che nella organizzazione di manifestazioni culturali. Dal 1985 viene riconosciuto e sovvenzionato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come Compagnia professionale di Interesse Nazionale ed è oggi riconosciuto come Teatro d’Innovazione per la Ricerca e Sperimentazione.

L’allestimento e la distribuzione dei propri spettacoli sono sicuramente l’attività principale del TAA che in 25 anni ha prodotto oltre 35 spettacoli, creazioni originali con le quali circuita in territorio nazionale ed extranazionale.

La Compagnia è stata ospite di prestigiosi Festival Internazionali in Italia e all’Estero (Portogallo, Spagna, Francia, Lussemburgo, Svizzera, Germania, Danimarca, Belgio, Austria, Polonia, Finlandia, Repubblica Ceca, Albania, Norvegia, Olanda, Gran Bretagna, Irlanda, Egitto, Grecia) dove, in diverse occasioni, è stata unica rappresentante dell’Italia.

La Compagnia ha ottenuto importanti riconoscimenti ed è stata vincitrice di diversi premi tra cui il recente 1° premio del Festival concorso Malzhaus di Plauen in Germania, il Premio Maria Carta in Sardegna e si è classificato al terzo posto nel festival concorso Teatro Ragazzi di Padova.

Sede organizzativa TEATRO ACTORES ALIDOS

Via Marconi 272 – 09045 – Quartu Sant’Elena (CA) – Italia

Tel. +39 070 828331 Tel. e Fax +39 070 8899027

 actores.alidos@tiscali.it

Sede operativa TEATRO CENTRALE ALIDOS

Piazza Sant’Elena – 09045 – Quartu S. E. (CA) – Italia

Tel. +39 070 822842

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Nasce ad Alghero il Club della  Magia. Insegnamento dell’arte magica, spettacoli, laboratorio e sperimentazione sono gli obiettivi dell’iniziativa che è modellata sull’esempio dell’Houdini Theatre del prestigiatore cagliaritano Alfredo Barrago e che, per il nord Sardegna, rappresenta un’assoluta novità.

Il progetto verrà illustrato dallo stesso Barrago nel corso di una conferenza-stampa che si terrà il prossimo 28 gennaio con inizio alle ore 18.00 nella sede dell’Associazione Culturale “Spazio T “, in via La Marmora, 84, Alghero.

Al termine, con inizio alle ore 21, Alfredo Barrago darà vita allo spettacolo inaugurale “Nothing is impossibile “. Data la novità ed il desiderio di far conoscere un’ iniziativa rivolta al pubblico degli appassionati, ai bambini ed a tutti coloro che amano l’arte magica, sarebbe un privilegio, per il nostro Club Magico, poter contare   sulla presenza di un redattore della vostra testata giornalistica.

 Perché un Club Magico ad Alghero?

 Le ragioni sono molteplici e vanno dalla richiesta sempre più insistente del pubblico algherese fino al bisogno di estendere e perfezionare un’arte, quella della magia, che in città ha già numerosi cultori che, a questo punto, hanno sentito il bisogno di dare forma professionale ad un’attività artistica che coniuga la spettacolarità con il  talento, la creatività e la ricerca. A tutto ciò si aggiunge la volontà di approfondire un aspetto dell’attività  artistica che rappresenta un arricchimento per chi voglia fare del teatro e della comunicazione una scelta culturale. Non è un caso che l’iniziativa abbia trovato la solidarietà e la collaborazione di un’ associazione , come ” Spazio T” che fa, del teatro, la ragione del suo impegno culturale. A riunire questi elementi ed a unificarli in una iniziativa concreta si è aggiunto poi l’incontro fortunato con un grande prestigiatore come Alfredo Barrago, nome di rilievo nel campo della magìa  nazionale e che ha creato a Quartu S. Elena un teatro-laboratorio, intitolato al celebre illusionista Houdini, nel quale l’arte magica costituisce materia di insegnamento, di formazione, di socializzazione e di spettacolo, che ha raccolto un ampio consenso negli ambienti più qualificati come dimostrano gli attestati di stima e la collaborazione offerti da  professionisti come Silvan, Binarelli, Walter Rolfo e tanti altri. Tra gli altri riconoscimenti, ad Alfredo Barrago è stato conferito il titolo di miglior illusionista innovatore dell’arte magica nell’edizione 2010 di “Masters of Magic” svoltosi a Saint Vincent.

Sulla base di queste premesse il Club Magico di Alghero inizia la sua avventura il prossimo 28 gennaio con l’intendimento di creare ad Alghero un punto di riferimento nel campo di un’arte antica e fortemente radicata nella fantasia e nell’immaginario della gente.  A tal fine verrà predisposto un programma di eventi con la partecipazione di nomi importanti della magia italiana con lo scopo, anche, di allargare l’offerta degli incontri e delle opportunità di svago della prossima stagione turistica.

L’iniziativa nasce con l’incoraggiamento entusiasta di nomi importanti dello spettacolo magico. Tra questi , Tony Binarelli che ha scritto:” in bocca al lupo a questa nuova iniziativa che sarà la fucina per tanti nuovi appassionati . Sono sicuro che nel cilindro di almeno uno di loro, sotto i colpi della bacchetta di Barrago, nascerà una nuova star della  magia”!

 Con questo preziosissimo augurio si parte. Sperando di avere, accanto a noi, l’incoraggiamento di tutti gli algheresi, della stampa e di tutti coloro che hanno ancora la voglia di stupirsi e di provare  la gioia della meraviglia.

  Fulvio  Riu illusionista, prestigiatore e socio fondatore tel. 348 0588999

 Il Club  Magico Houdini di Alghero  

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

27 gennaio 1945 – GIORNO DELLA MEMORIA
ciclo di letture ad alta voce a cura di Gaetano Marino
In occasione del’ anniversario dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz

Oggi inizia un programma di letture presso biblioteche, centri sociali e scuole di alcuni comuni della Sardegna.
Attraverso immagini, suoni e parole Gaetano Marino racconterà la Shoah con storie cariche di significato e di emozioni che sottolineano, con l’intensità dei  ricordi d’infanzia,  la drammaticità del male e la luce della speranza viste con gli occhi dei bambini e dei ragazzi.
Frammento delle storie
“Dal 1933 al 1945 sei milioni di ebrei, della mia gente, furono sterminati. Io no. Io sono nata intorno al 1944. Non so esattamente quando. Non so neanche il mio vero nome. Non so da dove vengo. Non so se avevo fratelli o sorelle L’unica cosa che so, è che avevo solo pochi mesi, quando fui strappata all’olocausto… Nel suo viaggio verso la morte, mia madre mi scaraventò dentro la vita”.
Tratto da La storia di Erika di Ruth Vander Zee e Roberto Innocenti, edizioni la Margherita

Le Nazioni Unite hanno proclamato il 27 gennaio di ogni anno – anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz – come l’annuale Giornata Internazionale di Commemorazione per onorare le vittime dell’Olocausto, esortando gli Stati Membri a sviluppare programmi educativi per non far dimenticare alle generazioni future il ricordo della tragedia e per impedire che ciò accada nuovamente.
La celebrazione della Giornata Internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto 2012 avrà come tema “I bambini e l’olocausto”.
Le Nazioni Unite intendono ricordare il milione e mezzo di bambini ebrei deceduti a causa dell’olocausto, insieme alle migliaia di bambini Rom e Sinti, disabili e molti altri, che hanno sofferto e sono morti per mano dei nazisti e dei loro collaboratori. Alcuni bambini sono riusciti a sopravvivere nascondendosi, altri sono fuggiti in zone sicure prima che fosse troppo tardi, mentre molti altri sono stati usati come cavie per esperimenti medici o sono stati inviati nelle camere a gas al loro arrivo nei campi di concentramento.
Il tema di quest’anno, che vuole sottolineare l’impatto che le violenze di massa hanno avuto sui bambini, ha importanti conseguenze per il 21° secolo.

Ecco i comuni coinvolti nel progetto: Cagliari: biblioteca provinciale dei ragazzi e libreria Murru, Masainas: centro sociale giovani e scuole, Simaxis: sala multimediale e scuole, Dolianova: scuole medie, Quartu Sant’Elena: biblioteca comunale ragazzi e nelle biblioteche comunali di Borore, Bolotana, Silanus, Sindia, Macomer e Bortigali.

per informazioni: info@gaetanomarino.net – tel.3491051841 – www.gaetanomarino.net

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »