Articolo taggato “Priamo Tolu”

Il principe azzurro è sempre uno che dispensa baci miracolosi . Il suo aspetto è  quello di un giovane bellissimo, forte, onnipotente, ed è sempre circondato da una corte di amici fidati pronti a seguirlo ovunque . Lui è sempre a cavallo, rigorosamente bianco, e spesso ha l’hobby della caccia in particolare della volpe. No, attenzione! Il nostro principe è un animalista e mai ammazzerebbe una volpe per il solo piacere di distruggerela. La sua caccia alla volpe si chiama“Paper-Hunt”,  una sorta di finta battuta di caccia giocata su tracce di carta disseminate nella vegetazione. I suoi compagni più fidati sono la Duchessa de la Bandolière e Mister Dollar Chèque.  Questo  sport , lo porta a girare in lungo e largo per le campagne e i boschi. Ed è  proprio inoltrandosi in uno di questi boschi, vicino ad un lago, che scorge un castello. Incontra un Boscaiolo il quale gli racconta della magia che grava sull’antico maniero e la sorte della bella principessa addormentata che solo un bacio potrà risvegliare.

Affascinato dal racconto, decide di abbandonare i suoi compagni e farsi strada tra i rovi per raggiungerlo. Le fronde si piegano e si aprono al suo passaggio, riuscendo così a penetrare nel salone del palazzo dove tutti sono immobili come statue. Cosa succederà?

Lo saprete andando a vedere l’Opera Lirica La bella dormiente del bosco.

L’opera fiaba musicale in tre atti su libretto di Gian Bistolfi, (ispirato dalla fiaba omonima di Charles Perrault ) e musicata da Ottorino Respighi, aprirà la Stagione Lirica 2017 al Teatro Lirico di Cagliari venerdì 3 febbraio.

L’allestimento nuovo è del Teatro Lirico di Cagliari. Nelle foto sotto di Priamo Tolu, alcuni scenografi   sono alle prese con la realizzazione di alcuni oggetti di scena.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto P.Tolu

Il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco, esegue

la maestosa Liturgia di San Giovanni Crisostomo di Cajkovskij

in Cattedrale e al Santo Sepolcro a Cagliari

 Giovedì 19 maggio alle 20.30, nella sontuosa cornice della Cattedrale di Santa Maria Assunta, e sabato 21 maggio alle 20.30 nell’altrettanto affascinante Chiesa del Santo Sepolcro a Cagliari, si esibisce il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale prevede l’esecuzione della Liturgia di San Giovanni Crisostomo per coro a cappella op. 41 di Pëtr Il’i? ?Cajkovskij.

Grandiosa e maestosa pagina sacra di Pëtr Il’i? Cajkovskij (Kamsko-Votkinsk, governatorato di Vjatka, 1840 – San Pietroburgo, 1893), la Liturgia di San Giovanni Crisostomo viene composta nel 1878. Concepita per un coro di voci miste a cappella, ribadendo il proprio carattere funzionale all’ufficio sacro, richiede l’intervento di una voce narrante, lo stesso officiante che introduce i vari interventi del coro. Scritta in lingua slava ecclesiastica è una delle tre sequenze ufficiali della liturgia eucaristica adottate dalla Chiesa russa ortodossa.

 

L’ingresso alla manifestazione, della durata di 45 minuti circa, è libero.

 I due concerti rientrano nel protocollo d’intesa culturale, stipulato lo scorso marzo fra Arcidiocesi e Teatro Lirico di Cagliari, che prevede l’attuazione di «un progetto culturale finalizzato all’esecuzione di vari concerti dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari nelle varie Parrocchie della Diocesi di Cagliari».

 

Un particolare ringraziamento alla Fondazione di Sardegna che ha dedicato un contributo aggiuntivo alla Fondazione Teatro Lirico di Cagliari per la programmazione di concerti a Cagliari e sul territorio della Regione Sardegna.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari rende omaggio a Pinuccio Sciola, visionario, geniale, immortale artista

 Il Teatro Lirico di Cagliari rende omaggio a Pinuccio Sciola, nel giorno della sua prematura ed improvvisa scomparsa, ricordando, con commozione e gratitudine, la poliedricità e la genialità del suo percorso artistico che culmina anche nel visionario e monumentale allestimento di Turandot di Giacomo Puccini dell’estate 2014.

Lo scultore ed artista di San Sperate che ha fondato la sua vita sull’esaltazione della Sardegna e delle sue tradizioni ancestrali, raccontandole al mondo intero attraverso il “suono delle sue pietre”, debutta, con l’entusiasmo e l’energia di un ragazzo, nel mondo della lirica a 72 anni e costruisce, al Teatro Lirico di Cagliari, una Pechino magica e fantastica, ma anche futuristica ed atemporale, totalmente “pietrificata”, dove ambientare il dramma dell’estremo capolavoro pucciniano. Il pubblico e la critica accolgono con grande successo le 15 rappresentazioni dell’opera, decretando in particolare a Pinuccio Sciola, che ogni sera continuava a salire in palcoscenico a fine spettacolo per i ringraziamenti, la più lunga e sentita delle ovazioni.

Cagliari, 13 maggio 2016

 Le foto sono di Priamo Tolu

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Foto di P.Tolu

La Jura di Gavino Gabriel, debutta questa sera al teatro Comunale con diverse modifiche nella partitura  rispetto alla prima del 1928.

La produzione è tutta del Lirico, dai costumi alle scene. Vi do qualche anticipazione con le foto di Priamo Tolu scattate durante la prova generale

Intanto domani , sabato 21 novembre, alle 11.20 su   Rai Radio3 (96,3 MHz), la trasmissione “Momus, il caffè dell’opera”  è interamente dedicata all’allestimento dell’opera La Jura di Gavino Gabriel. Il programma è di Annarita Caroli che cura anche la regia.Conduce in studio Sandro Cappelletto

 La puntata di domani, della durata di 40 minuti, prevede una lunga intervista alla musicologa Susanna Pasticci, in collegamento telefonico da Cagliari, e numerosi ascolti musicali.

La Jura viene replicata: sabato 21 novembre alle 19 (turno G), domenica 22 novembre alle 17 (turno D), martedì 24 novembre alle 20.30 (turno F), mercoledì 25 novembre alle 20.30 (turno B), venerdì 27 novembre alle 20.30 (turno C), domenica 29 novembre alle 17 (turno E).

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13. Rimane chiusa la domenica e i giorni festivi.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, fax 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube. Biglietteria online: www.vivaticket.it

 

 

 

Orchestra del Lirico diretta da Sandro Sanna

 

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto Priamo Tolu

L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti domani a Radio Rai Sardegna

 Domani, venerdì 3 luglio, alle 12.30, a Radio Rai Sardegna (90,7 MHz), la trasmissione “Mediterradio Estate”, curata e condotta da Stefania Martis, è, in parte, dedicata all’allestimento dell’opera L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti che, dal 3 al 12 luglio, va in scena al Teatro Lirico di Cagliari.

La puntata, della durata di 30 minuti, prevede le interviste al regista Michele Mirabella ed al maestro concertatore e direttore Fabrizio Maria Carminati, ospiti in studio, oltre ad ascolti musicali tratti dall’opera lirica di Donizetti.

Cagliari, 2 luglio 2015

www.teatroliricodicagliari.it

foto P.Tolu

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

foto Priamo Tolu

Cominciano le prove dell’opera AIDA al Teatro Lirico di Cagliari e come da copione il direttore d’orchestra incontra tutti i cantanti in una sala prove, per coordinare i diversi ruoli prima che questi comincino le prove di regia. Questa prova è detta “prova musicale“.

Intanto il direttore ha già incontrato l’orchestra con la quale si è già iniziata tutta la lettura dello spartito e l’assemblamento. Anche il coro, preparato del maestro Gaetano Mastroiaco, incontrerà il direttore per poter accordarsi sui  tempi e su diversi punti d’interpretazione personale.

A breve quindi, i solisti , il coro, e le comparse potranno cominciare le prove di regia con gli aiuto registi. L’accompagnamento sarà solo col pianoforte coordinati da un maestro collaboratore.

AIDA

opera in quattro atti
libretto Antonio Ghislanzoni
musica Giuseppe Verdi

personaggi e interpreti
Il Re Riccardo Ferrari
Amneris Anna Maria Chiuri/Patrizia Patelmo
Aida Dimitra Theodossiou/Maria Pia Piscitelli/Elena Lo Forte
Radamès Francesco Anile/Roberto Iuliano
Ramfis Dario Russo
Amonasro Vittorio Vitelli/Alberto Gazale/Giuseppe Altomare
Un messaggero Mauro Secci
Una sacerdotessa Loredana Rita Megna

maestro concertatore e direttore Antonello Allemandi
Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari
maestro del coro Gaetano Mastroiaco

regia Stephen Medcalf, ripresa da Marco Carniti
scene e costumi Jamie Vartan
luci Giuseppe Di Iorio, riprese da Marco Mereu
coreografia Gloria Pomardi

allestimento del Teatro Lirico di Cagliari

Nelle foto di Priamo Tolu un momento delle prove col direttore  Antonello Allemandi e i solisti, accompagnati al pianoforte da Francesca Pittau, maestro collaboratore

foto Priamo Tolu

Metti MI PIACE alla pagina facebook del Teatro Lirico di Cagliari

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Gli Stivaletti - Foto di Priamo Tolu

E un altro anno si è concluso anche  per il Teatro Lirico di Cagliari , che ieri ha messo in scena l’ultima replica  dell’opera Stivaletti con grande successo di pubblico.

Al momento non c’è alcuna programmazione per il prossimo anno . Siamo tutti in attesa dei risultati  del nuovo Consiglio di Amministrazione che dovrebbe decidere oggi se riconfermare il sovrintendente Mauro Meli o nominarne uno nuovo; approvare  la nuova programmazione e permettere così che il teatro, nel 2015, riprenda a funzionare regolarmente continuando a regalare al nostro pubblico momenti di relax culturale.   Un augurio che estendo ovviamente a tutti i teatri nazionali. Per molti purtroppo non è stato un buon anno. L’episodio del Teatro di Roma (v. post)  ha provato un po’ tutti. Non si può vivere con l’angoscia di perdere il posto di lavoro da un momento all’altro per colpa di chi gestisce senza averne le capacità , e per i capricci e le vendette personali. Mi auguro davvero che tutto ciò possa finire .

Chi verrà  a gestire il nostro ma anche altri teatri, si metta una mano sulla coscienza e cerchi di fare le cose onestamente secondo legge. Ma è davvero tanto difficile?

Buon anno a tutti da Musicamore 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

(1 atto)   

Atto II

Solocha e Bes danzano insieme il gopak, ma all’improvviso qualcuno bussa alla porta. È Pan Golova, il capo del villaggio, anch’egli invaghito della donna. Bes fa appena in tempo ad infilarsi in un sacco prima che l’uomo entri e cominci a conversare. Bussano nuovamente: a Golova tocca un uguale nascondiglio, mentre entra un altro goffo corteggiatore, il maestro di scuola, che invano cerca di sedurre Solocha. Per lui c’è un ultimo sacco quando bussa ?ub, accolto con grande affetto dalla bella strega. Rincasa infine Vakula, e Solocha, non trovando soluzione migliore, impone al vecchio di trovar rifugio nello stesso sacco del maestro di scuola. La donna consiglia quindi al figlio di andare a dormire nella sua bottega. Il ragazzo tenta di trascinare via anche i sacchi, e solo dopo molti sforzi, credendo che la delusione d’amore sia causa di tanta fatica, riesce a portare fuori di casa quel carico così pesante. Nella strada coperta di neve la brigata di giovani canta le koljadki.

Oksana si unisce a loro e, quando scorge la presenza di Vakula affranto, per mortificarlo ancora di più, racconta quanto è successo poco prima con suo padre. In vena di capricci loda gli stivaletti indossati da una fanciulla, Odarka, e sospira dicendo che nessuno a lei fa mai regali così belli. Pur di riconquistarla, Vakula si impegna a portarle in dono gli stivaletti più preziosi, addirittura quelli della zarina. Oksana è lusingata ma continua a infierire sul fidanzato e scherzosamente promette di sposarlo. Vakula si allontana portando in spalla solo un sacco e abbandonando gli altri. Il gruppo di giovani pensa siano pieni di cibo raccolto con le koljadki, invece, inaspettatamente, escono Golova, ?ub e il maestro di scuola.

 L’opera, della durata complessiva di 2 ore e 30 minuti circa compresi due intervalli, viene rappresentata in lingua originale russa, ma, come ormai tradizione al Teatro Lirico di Cagliari, viene eseguita con l’ausilio dei sopratitoli in italiano che, scorrendo sull’arco scenico del boccascena, favoriscono la comprensione del libretto.

Gli stivaletti viene replicata: sabato 20 dicembre alle 19 (turno G); domenica 21 dicembre alle 17 (turno D); martedì 23 dicembre alle 20.30 (turno B); sabato 27 dicembre alle 20.30 (turno F); domenica 28 dicembre alle 17 (turno E); martedì 30 dicembre alle 20.30 (turno C);

Prezzi biglietti: platea da € 70,00 a € 45,00 (settore giallo), da € 55,00 a € 35,00 (settore rosso), da € 40,00 a € 25,00 (settore blu); I loggia da € 50,00 a € 30,00 (settore giallo), da €40,00 a € 25,00 (settore rosso), da € 35,00 a € 20,00 (settore blu); II loggia da € 30,00 a € 20,00 (settore giallo), da € 20,00 a € 15,00 (settore rosso), da € 15,00 a € 10,00 (settore blu).

La Biglietteria è aperta dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223,biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube. Biglietteria online: www.vivaticket.it

La Stagione lirica e di balletto 2014 si avvale del contributo della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione Banco di Sardegna e, in qualità di media partner, di Tiscali.

Sotto, un momento delle prove in uno scatto di Priamo Tolu

Gli stivaletti (Cerevicki) – Foto di P. Tolu

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Per un piccolo infortunio del tenore Marcello Giordani ieri sera, il ruolo di Calaf nella Turandot al Teatro Lirico di Cagliari, è stato interpretato dal tenore calabrese  Francesco Anile riscuotendo ugualmente un grande successo. I cagliaritano lo avevano già applaudito in precedenti produzioni quale interprete principale di Norma e Pagliacci.

La sua interpretazione non ha fatto rimpiangere il tenore infortunato , e nell’aria Nessun Dorma ha strappato applausi a scena aperta.

Anche ieri, come nella recita del 30 luglio, alcuni artisti hanno indossato i google glass riprendendo l’opera dall’interno del palcoscenico e mostrando così al pubblico del web , una Turandot  da un punto di vista  insolito. L’esperimento proseguirà fino alla fine delle recite.

Francesco Anile  è nato a Polistena in provincia di Reggio Calabria. Si è diplomato in Clarinetto nell’ 85 e nell’89 in Canto con il massimo dei voti al Conservatorio “F. Cilea” di Reggio  Calabria. 

Successivamente, si è perfezionato con il Baritono Aldo Protti a Cremona, e in seguito al cambio di vocalità da Baritono a Tenore, è stato seguito dal Tenore Ottavio Taddei a Firenze.

Nel 2001 ha seguito i corsi di alto perfezionamento del “Verdi Opera Festival” di Parma tenuti da Renata Scotto e Maja Sunara. Più volte premiato con attestati, segnalazioni e  riconoscimenti, quale finalista in prestigiosi Concorsi Nazionali e Internazionali come il “Toti Dal Monte” di Treviso; il “Laurivolpi” di Latina; il “Cilea” di Reggio Calabria; il “Bellini” di Caltanisetta . Ha vinto il I premio “E. Bastianini” al Concorso “Grandi Voci Toscane” di Campi Bisenzio – Firenze ; III premio al Concorso Internazionale M. Del Monaco “Marsala”.

Dal 1999 ha iniziato la carriera nei maggiori teatri d’Europa e del Mondo, Tokio, Seoul, Teatro nazionale dell’opera di Zagabria, Lubiana, Malta, Cairo, Daegu, Otzu, Jerevan, Stadtische Theater Chemnitz (Germania). Da anni è presente, in ruoli principali, anche nei cartelloni dei più prestigiosi Teatri italiani, La Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, Teatro del Giglio, Comunale di Bologna, “Terme di Caracalla-Teatro dell’Opera di Roma” Teatro Lirico di Cagliari, Sociale di Como, Teatro D. Alighieri di Ravenna. Grande di Brescia, Ponchielli di Cremona, Fraschini di Pavia, Filarmonico di Verona, Teatro Bellini di Catania.

Nel 2011 ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano in Cavalleria Rusticana. Successivamente è stato impegnato al Maggio Musicale Fiorentino in Manon Lescaut.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto di Priamo Tolu

Voi mi chiederete cosa hanno a che fare le mollette con la musica. Si, le mollette, quelle per stendere i panni.

Avete presente quelle raffiche di forte maestrale che tanto caratterizzano le serate estive in Sardegna?

Immaginate di assistere ad un concerto durante una di queste serate. I musicisti non riuscirebbero a leggere una nota se non fosse per merito proprio delle mollette. Infatti, grazie a queste, gli spartiti stanno ben saldi sul leggio. I musicisti sono diventati abilissimi nel voltare pagina velocemente sistemando le mollette per bloccarli. Purtroppo però, qualche rara volta,  questa operazione può non riuscire completamente, e allora si può anche assistere ad un fuori programma  dove il professore d’orchestra durante il concerto rincorre lo spartito. Ma questo, lo ripeto, succede davvero di rado.

Questa sera il concerto sarà replicato al Teatro Lirico di Cagliari. Non ci sarà bisogno nè di mollette e nè di scialli. Acquistate tranquillamente il vostro biglietto mezz’ora prima dello spettacolo, accomodatevi e gustatevi le splendide musiche di Rossini, Bizet, Weber, Cajkovskij  dirette da Cristiano Del Monte.

Prezzi biglietti: posto unico € 10,00 (Cagliari), € 5,00 (Dolianova).

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it. Il TeatroLirico di Cagliari si può seguire anche su FacebookTwitterYouTube. Biglietteria online:www.vivaticket.it

Osservate queste due bellissime foto scattate dal fotografo Priamo Tolu in occasione del concerto del Coro e dell’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari a Dolianova qualche sera fa .

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto di Priamo Tolu

E’ possibile fermare il tempo, bloccare una situazione, un’espressione? Certo, con la fotografia tutto è possibile. Se non fosse per questa non si potrebbero immortalare momenti visivi indimenticabili come quelli , ad esempio,di un concerto.

Il fotografo Priamo Tolu  ieri lo ha fatto durante il concerto de I Shardana al Teatro Lirico di Cagliari: l’espressività del direttore nell’attimo di un crescendo musicale dell’orchestra, il duetto d’amore del tenore col soprano; l’incisività espressiva del basso, la narrazione del tenore, l’intensità vocale del coro e quella sono ecc.

Il coro e l’orchestra del Teatro Lirico hanno eseguito il primo dei quattro concerti dedicati a I Shardana opera di Ennio Porrino . Sullo sfondo si possono notare due elementi che caratterizzano la mia bella isola di Sardegna: la scenografia di Pinuccio Sciola relativa alla Turandot che sarà in scena fino al 16 agosto, e alcune riproduzioni di bronzetti realizzati in occasione dell’opera di Porrino in forma scenica rappresentata lo scorso settembre.

Il concerto  sarà replicato in tre siti archeologici della Sardegna: Nora, Paulilatino, Barumini

Ecco tutti i protagonisti

Gonnario Alessandro Frabotta - Torbeno Giampaolo LeddaBèrbera Jonia Lucia Dessanti - Perdu Moreno Patteri - voce recitante Simeone Latini

maestro concertatore e direttore Anthony Bramall
Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari - maestro del coro Marco Faelli

Di seguito un piccolo album della serata di ieri al teatro Comunale cagliaritano.

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Turandot -Teatro lirico di Cagliari

Nei primi anni settanta i mitici gruppi rock, durante i loro spettacoli, utilizzavano grandi effetti speciali di luci e di fumo. Proprio quest’ultimo venne poi utilizzato anche negli spettacoli teatrali di lirica e prosa. Inizialmente le sostanze usate per creare questo effetto erano abbastanza fastidiose soprattutto per la voce e la respirazione. Veniva  utilizzata una macchina ad olio e brillantina, costruita da Renato Neri, che era in grado di produrre dense quantità di fumo che si espandevano sul palco mediante dei comuni tubi di gomma da giardinaggio. Per diffondere il fumo poi, la macchina ad olio veniva messa in pressione attraverso l’utilizzo di apposite bombole caricate con anidride carbonica (CO2).

Anche per la Turandot in scena al Teatro Lirico di Cagliari ci sono alcuni momenti in cui  il regista ha pensato di utilizzare questo effetto  per creare un’atmosfera più irreale. I macchinari si sono evoluti così pure la sostanza utilizzata . Si tratta infatti di ghiaccio secco fuso che non crea nessun problema nè alle voci nè agli strumenti a fiato .

Oggi, solo per i lettori di Musicamore che andranno alle rappresentazioni di Turandot  svelo il segreto di come viene diffuso il fumo sul palco. Guardate il piccolo video sottostante realizzato durante le prove.


YouTube Video

Intanto ricordo che questa sera ci sarà ancora una rappresentazione di Turandot. Chi volesse informazioni sui dei biglietti per oggi o per le prossime recite può telefonare alla  Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223,biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto di Priamo Tolu

Turandotte è il titolo della quarta di dieci fiabe scritte da Carlo Gozzi. Fu rappresentata per la prima volta in forma teatrale a Venezia nel 1762 ed era suddivisa in 5 atti.  Gozzi , per la sua fiaba, si era rifatto alla traduzione francese di alcune fiabe persiane molto note in Europa dalla metà del ’700. Il nome, Turan, deriva dal persiano Turkestan.  

Nella sua Turandotte, Gozzi attribuisce alla regina un animo meno crudele rispetto al libretto scritto da Adami e Simoni per l’Opera Turandot di Giacomo Puccini. Infatti essi trasformarono la regina in un personaggio dalla “barbarie grandiosa”, sotto suggerimento del musicista.

Fra le tante modifiche fatte dai due librettisti  rispetto alla fiaba di Gozzi, c’è anche l’aggiunta del personaggio Liù. Uno sprazzo di umanità in tanta crudeltà.

Turandot di Giacomo Puccini andrà in scena al Teatro Lirico di Cagliari nelle seguenti date

venerdì 27 giugno 2014, ore 21 – turno A
mercoledì 2 luglio 2014, ore 21 – turno F
sabato 5 luglio 2014, ore 21 – turno D
mercoledì 9 luglio 2014, ore 21 – turno B
sabato 12 luglio 2014, ore 21 – turno E
mercoledì 16 luglio 2014, ore 21 – turno C
sabato 19 luglio 2014, ore 21 – turno G
mercoledì 23 luglio 2014, ore 21 – fuori abbonamento
sabato 26 luglio 2014, ore 21 – fuori abbonamento
mercoledì 30 luglio 2014, ore 21 – fuori abbonamento
sabato 2 agosto 2014, ore 21 – fuori abbonamento
mercoledì 6 agosto 2014, ore 21 – fuori abbonamento
sabato 9 agosto 2014, ore 21 – fuori abbonamento
mercoledì 13 agosto 2014, ore 21 – fuori abbonamento
sabato 16 agosto 2014, ore 21 – fuori abbonamento

Per tutte le informazioni sull’acquisto dei biglietti contattare la Biglietteria del Teatro Lirico via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari telefono +39 0704082230, + 39 0704082249; fax +39 0704082223

biglietteria@teatroliricodicagliari.it

Vivaticket: acquista i biglietti anche via web

Nella foto il costumista Marco Nateri alle prese con la realizzazione dei costumi di Turandot per l’edizione cagliaritana

 

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ecco le splendide immagini realizzate dal fotografo Priamo Tolu per il Teatro Lirico di Cagliari ispirate da un connubio artistico fra musica e regia: Ennio Porrino autore dell’opera lirica I Shardana e il regista Davide Livermore.

Davide Livermore,  debutta al Teatro Lirico di Cagliari, insieme alle scenografie di GIÒ FORMA production design, al videodesign di D-wok, al costumista cagliaritano Marco Nateri ed alle luci di Loïc Hamelin, firmano un nuovo e monumentale allestimento scenico, dai colori primitivi e naturali, in un’atmosfera nuragica, sicuramente unica e magica.
La direzione musicale è, invece, affidata ad Anthony Bramall, apprezzato direttore d’orchestra inglese ed abituale presenza nelle stagioni musicali cagliaritane, che dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico. Il maestro del coro è Marco Faelli.
Protagonisti dell’opera sono giovani ed, in alcuni casi, affermati cantanti che si alternano nelle recite quali: Manrico Signorini (20, 24, 27)/Nicolò Ceriani (22, 26, 28) (Gonnario), Angelo Villari (20, 24, 27)/Sebastian Ferrada (22, 26, 28) (Torbeno), Gianpiero Ruggeri (20, 22, 24, 27)/Alessandro Senes (26, 28) (Orzocco), Domenico Balzani (20, 22, 24, 27)/Nicola Ebau (26, 28) (Norace), Paoletta Marrocu (20, 24, 27)/Rossana Cardia (22, 28)/Nila Masala (26) (Bèrbera Jonia), Alessandra Palomba (Nibatta), Gabriele Mangione (20, 22, 24, 27)/Moreno Patteri (26, 28) (Perdu),   Nicola Ravarino Guagenti (Un guerriero, Una voce), Enrico Zara (Un altro guerriero, Un pastore sardo, La vedetta), Vittoria Lai (Prima dolorante), Francesca Pierpaoli (Seconda dolorante), Caterina D’Angelo (Terza dolorante). Lo spettacolo prevede anche la partecipazione straordinaria di Elena Ledda, impegnata in un prezioso cameo vocale.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 10 alle 13, e nell’ora precedente lo spettacolo; telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube; acquisto online www.greenticket.it.

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ormai manca poco alla prima della nuova edizione dell’opera “I Shardana” di Ennio Porrino, che verrà rappresentata al Teatro Lirico di Cagliari.  (Nella foto un momento delle prove al Lirico magistralmente ritratto dal fotografo Priamo Tolu- I costumi sono di Marco Nateri)

 Un anno dopo la scomparsa del compositore cagliaritano, in uno scritto che approfondiva i legami tra Ennio Porrino e la Sardegna, l’illustre musicologo tedesco Felix Karlinger scriveva che «[…] l’opera di Porrino, eccellente quant’altra mai nell’ambito della produzione musicale italiana d’oggi, costituisce come un ponte ideale tra la musica popolare della sua terra e le tendenze ed esigenze dell’arte musicale moderna, tra un glorioso passato e il presente. E anche se primo comandamento di un musicologo è quello di evitare i superlativi, è ben vero che dopo Puccini nessun musicista ha dato alla musica italiana tanto quanto Porrino. Con ciò non si vogliono sminuire i meriti, indiscutibili, dei molto insigni maestri italiani contemporanei; soltanto, si intende sottolineare l’importante funzione del maestro sardo quale intermediario fra tradizione e progresso, fra patria e mondo» (F. Karlinger, Ennio Porrino e la Sardegna, Cagliari 1960, p. 3).

Karlinger si recò alla prima del San Carlo e Porrino lo ringraziò di questo gesto in una lettera da Roma del 26 giugno 1959: «Sono io che debbo ringraziarLa della Sua amicizia e stima e di essere venuto sino a Napoli per assistere alla prima della mia opera I Shardana facendo un viaggio tanto lungo. Come Lei ben comprende, la vita di un artista è sempre dura e difficile e carica di battaglie. Essere seguito da un uomo colto e appassionato come Lei è un grande conforto che ricompensa di tante lotte. Il Suo giudizio sulla mia opera mi lusinga e mi auguro davvero anch’io che un giorno I Shardana venga rappresentata anche in Germania». Lo stesso musicologo tedesco, nelle sue lettere inviate dapprima a Porrino e in seguito alla moglie Màlgari fino al 1994, testimonia in modo commovente il suo immenso, a volte vibrante amore non solo nei confronti de I Shardana ma dell’intera produzione artistica porriniana. Scorrendo l’epistolario intercorso tra Karlinger e Màlgari Onnis Porrino, consorte del compositore sardo, l’opera lirica I Shardana ricorre innumerevoli volte, già da quando Porrino era ancora in vita, addirittura commovente è l’impegno costante affinché le opere porriniane venissero conosciute anche in Germania.

Dopo la morte di Porrino, Karlinger riceve dalla moglie del compositore un nastro con la registrazione integrale dell’opera: «[…] stamattina ho ricevuto il nastro con I Shardana. Lei non si può immaginare quanto mi sento felice di avere questa bellissima musica! Ero pronto per uscire, quando è arrivato il pacchettino col nastro. Mi sono subito svestito del cappotto, ho portato l’apparecchio magnetofonico per suonare il nastro. E – non mi vergogno di dire – sotto lacrime ho sentito la prima parte dell’opera. Mi sono ricordato dei felici momenti a Napoli, quando eravamo tutti in gioia e felicità. Questa sera subito quando sarò ritornato a casa vorrei sentire tutta l’opera» (Monaco, 31 gennaio 1961). Lo stesso anno, incredulo, esprime la sua profonda tristezza per le difficoltà di una nuova rappresentazione de I Shardana in Italia: «Ma non posso capire che la bellissima opera lirica I Shardana non può trovare l’interesse di un teatro italiano» (Monaco, 13 agosto 1961).

Alcuni mesi più tardi la comunicazione di aver iniziato corsi universitari sulla musica porriniana che verranno riproposti annualmente fino al suo pensionamento universitario: «Io al momento non posso fare quasi nulla. Nell’università tecnica (in una serie di conferenze sulla musica teatrale moderna) parlerò il 17 gennaio su Gli Orazi e L’Organo di Bambù, e il 24 gennaio su I Shardana» (Monaco, 26 dicembre 1961). Karlinger incomincia addirittura a vagheggiare una possibile traduzione del testo de I Shardana in tedesco: «Una traduzione de I Shardana sarebbe più difficile, perché il libretto è più poetico di quello de L’Organo di Bambù» (Monaco, 24 marzo 1962). E ancora la speranza di una incisione su disco: «Cosa fanno i dischi? Aspettiamo con tanta ansietà e desiderio! E per I Shardana non c’è speranza di poter vederla di nuovo rappresentata nel teatro?» (Monaco, 20 settembre 1962). (fine prima parte)

Stralcio
dalla prefazione di Giuanne Masala, in: Ennio Porrino, I Shardana – Gli uomini dei nuraghi: dramma musicale in 3 atti,
Stoccarda 2009 (www.sardinnia.it), volume contenente il libretto d’opera
in tre atti a firma dell’autore, nonché le critiche all’indomani della rappresentazione
al Teatro San Carlo di Napoli (1959) e al Teatro Massimo di Cagliari (1960).
Fotografie inedite di scena della «prima», i bozzetti di Màlgari Onnis Porrino,
una prefazione di G. Masala, un articolo di F. Karlinger sulla sardità
dell’arte porriniana, un’intervista al compositore, la lettera-testamento di
Porrino e altri materiali inediti rievocano una delle giornate più memorabili
della storia dell’opera lirica contemporanea.

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Una serie di splendidi immagini realizzate dal fotografo cagliaritano Priamo Tolu, in occasione del Nabucco al Teatro Lirico di Cagliari in corso di rappresentazione.

Tag:, , , ,

Comments 1 Commento »

IMG_0002Finalmente in ferie, anche se da un lato sono contenta perchè il riposo è necessario, dall’altro ho un velo di malinconia: i colleghi del teatro Carlo Felice di Genova entreranno in cassa integrazione, ma anche altri teatri al rientro avranno problemi con le programmazioni, compreso il nostro.

Che dire: noi continueremo a lottare per difendere il nostro posto di lavoro e soprattutto la nostra produzione culturale (alternativa alla massificazione televisiva) chiedendo al pubblico che ci segue da sempre, di sostenerci.

Noi ringrazieremo continuando a donare i nostri talenti artistici.

Nella foto di Priamo Tolu, il grande successo ottenuto nel maggio scorso, dal teatro Lirico di Cagliari a Wiesbaden in Germania.

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »