Articolo taggato “poesie”

Nella raccolta di poesie e canzoni  intitolata Passato, presente e futuro,  l’autore  Fernando Cuccu canta l’amore infinito per la sua amata .

Un amore ritrovato, dopo tantissimi anni, in cui si pensava che il destino avesse deciso diversamente. In questa silloge è tangibile la  gioia dell’autore per quell’amore che pareva perduto. Un amore nato in giovane età, tra  due anime artistiche che guardavano lontano ammirando e amando la bellezza della più bella opera d’arte mai esistita: la natura, ed in particolare della propria terra di Sardegna.

Il tuo respiro”  : …e respiri forte e più forte ancora, decisa come una farfalla tra i fiori del campo.

Nel buio una rosa“: Scende la sera sui monti, chiaro di luna sul mare, tu sulla sabbia racconti della tua voglia d’amare.

Per l’amore che lo lega alla sua terra non potevano mancare anche le poesie in limba. Ismeraldos, completa di traduzione, chiude la raccolta.

 Fernando Cuccu ha incontrato la sua amata la prima volta quando tutti gli elementi descritti in precedenza erano presenti,  completati dalla grande passione per la musica. Lo recita bene nella poesia del 1974

lei venne nel mio gruppo, la sua voce era gentile, suonavo la mia vecchia chitarra e lei chiese  ancora di me, era come la brezza sul mare…

La musica e la sua terra spingono Cuccu a trasformare alcune  poesie in canzoni. La bella collaborazione col musicista cagliaritano Andrea Costa e gli arrangiamenti del maestro di Baradili Luis Fregapane ex chitarrista dei Nuovi Angeli , hanno prodotto dei brani che sono stati presentati anche in rassegne, festivals e persino a concorsi come quello dedicato a Lucio Dalla. Proprio qui, il brano Musica addosso, (non presente nella raccolta) è arrivato fra le prime posizioni.

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Una cartolina rossa, un giovane in partenza per il fronte russo, quelli “de sos laris biancos”, il campanaro del paese e ogni anno l’appello dei giovani mai più tornati a casa.

Arasolè è l’ultimo altrove di Cultura Popolare III, casa del giovane Culubiancu che partito con altri giovani compaesani per laSeconda Guerra Mondiale torna al suo paese solo. 


Unico superstite, diventa lui stesso memoria e ricordo vivente di coloro che 
sono morti insensatamente e senza sapere quasi il perché.
La narrazione di Gianluca Medas è tratta dal libro di poesie “Poesias in duas limbas” di Francesco Masala e da “Memorias” uno spettacolo degli anni ‘80 dei Figli d’Arte Medas. 



Lo spettacolo si svolgerà venerdì 
23 giugno a Guasilaalle ore 21:00 presso il Teatro Fratelli Medas.
L’ingresso ha un costo di 5 euro.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

A tutti i miei lettori consiglio vivamente per questo fine settimana, la partecipazione a due serate che si prospettano interessantissime. Ci sarà cultura per tutti i gusti dalla Poesia all’Opera lirica e all’Operetta. Fra i protagonisti si potrà ascoltare dal vivo una delle belle  voci vincitrici del Concorso di Canto online Musicamore 2012: il soprano Valentina Marghinotti.

Note e rime nella Chiesa di Santa Chiara a Cagliari per la Stagione Concertistica 2012 degli Amici della Musica , è firmato dalla direzione artistica del maestro Valerio Carta per un “Viaggio tra Musica e Parole” stasera, venerdì 26 ottobre, alle 20.45 e, sabato 27 ottobre alla stessa ora.

Sarà quindi l’intrigante “Viaggio tra Musica e Parole” con la voce recitante di Maurizio Mezzorani, il soprano Alice Madeddu e il tenore Samuel Pilia sulle note del pianoforte di Valerio Carta a dare il La al raffinato dittico che intreccia la metrica dei versi alle suggestioni liriche e sonore. In programma pagine di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, dell’autore di “Musica Proibita” Stanislao Gastaldon e del creatore di celebri operette Franz Lehár, e ancora di Vincenzo di Chiara, Harold Arlen e Giuseppe Rachel che s’intrecciano ai versi di Gabriele D’Annunzio e Giacomo Leopardi, e ancora Giovanni Pascoli e Eugenio Montale fino a Pablo Neruda e A. Melis.

Riflettori puntati poi sull’attore Tino Petilli, protagonista sabato 27 ottobre alle 20.45 di un recital fra “Armonie e Poesia” che propone un eclettico itinerario fra il Canzoniere di Giacomo Leopardi e la poesia visionaria di Arthur Rimbaud, le liriche di Salvatore Quasimodo e la vita in versi di Charles Bukowski, accanto a pagine d’opera e operetta e romanze da Verdi a Bellini a Lehár e Gastaldon interpretate da Valentina Marghinotti (soprano) e Luigi Masala (tenore) con Valerio Carta alla tastiera.

Ingresso: 3 euro

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Associazione

ITAMICONTAS

di Flumini di Quartu (CA)

Calendario manifestazioni

 

 11 ottobre     Vittorio Melis,  ci parlerà, aiutato da una serie di diapositive,  del suo romanzo epico, come lui lo definisce, Sardo luce degli Dei che si ispira e narra in  orme fantasiose le realtà storiche del periodo nuragico,  proponendo, tra l’altro, una diversa collocazione temporale di questa epoca.

 18 ottobre Il professor Casula  scioglierà l’enigma riguardante Amsicora: Chi era costui? Un ascaro o un eroe sardo? Primo della serie di conferenze su personaggi importanti della Sardegna.

 25 ottobre presentazione a cura di Paolo Maccioni del romanzo di Costanza di Leio con letture di Enrica Boy.  Una delicata autobiografia che ci propone forti riflessioni su alcuni aspetti dell’animo umano.

 8 novembre  Sempre il professor Casula proseguirà la serie dei personaggi famosi della Sardegna con  Eleonora D’Arborea e la sua Carta de Logu

 29  novembre sarà la volta di Sigismondo Arquer, l’intellettuale e scrittore cagliaritano, martire della libertà, condannato al rogo dall’inquisizione.

 13 dicembre  è la volta di Giovanni Maria Angioy, il leader sfortunato della rivoluzione sarda, nazionale e antifeudale di fine settecento.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Se dovessi  domandare al primo passante per la strada se ha mai ascoltato musica contemporanea, sono certa che mi sentirei rispondere un secco no. Io invece sono convinta del contrario. Infatti la musica contemporanea è un po’ dappertutto ed in particolare come colonna sonora di molti films. Quando però la si ascolta in concerto sembra una cosa assurda e spesso di cattivo gusto. Insomma difficile da apprezzare.

In occasione del Concerto di Natale  al Teatro Lirico di Cagliari, sarà eseguito un  brano per coro femminile ed orchestra che trae  ispirazione (e testo cantato) da una lirica della poetessa polacca Wislawa Szymborska. Il brano è tratto dalla raccolta Attimo, appartenente a «La gioia di scriveretutte le poesie (1945-2009)», edita, in Italia, da Adelphi e musicata da Michele Dall’Ongaro. 

Questo brano (come tutta la musica contemporanea d’altronde)presenta moltissime difficoltà sia musicali (il ritmo cambia in continuazione) che d’intonazione . Noi esecutrici dobbiamo fidarci esclusivamente del nostro orecchio in quanto l’orchestra, avendo anch’essa una scrittura complessa, suonerà senza sostenerci. Ma questa è una caratteristica della musica contemporanea. Se nella musica classica le voci e gli strumenti si compensano, in quella contemporanea quasi sempre ognuno percorre strade diverse.

Io suggerisco di leggere bene il testo prima dell’ascolto e sono certa che poi, la musica vi farà rivivere la poesia come in un film con la sua colonna sonora.

Sopra un’anteprima della partitura che ricorda un po’ le zampette di un gatto. ,magari è stato proprio il gatto ad ispirare il musicista.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »