Articolo taggato “Parma”

Sabato sera al Castello di Tabiano il concerto di

Simonide Braconi, scelto da Riccardo Muti a soli 22 anni
come prima viola del Teatro alla Scala

Virtuosi e virtuosismi

per il penultimo weekend di grande musica del SSC&F

Ospite d’onore Simonide Braconi, prima viola del Teatro alla Scala
sabato sera al Castello di Tabiano. In programma la Sinfonia n.29 di Mozart
Aperitivo in musica domenica alla scoperta del Barocco musicale

Salsomaggiore Terme, 27 luglio – L’VIII edizione del Salso Summer Class & Festival si avvia alla conclusione. Dopo quattro weekend di grande musica, che hanno portato il numeroso pubblico a contatto con arie, opere e brani di grande suggestione tra le bellezze del territorio salsese, I Musici di Parma propongono un altro fine settimana in compagnia della musica classica e dei suoi interpreti. Ospite d’eccezione di questo quinto appuntamento sarà Simonide Braconi, il violista strappato a soli 22 anni dal maestro Riccardo Muti all’Accademia di Santa Cecilia per ricoprire il ruolo di prima viola al Teatro alla Scala.

Sabato 29 luglio, alle ore 21.15, Simonide Braconimembro anche del Quartetto d’archi della Scala, con cui ha compiuto numerose tournèes negli Stati Uniti, Sudamerica, Francia, Germania, Giappone e nelle maggiori società concertistiche in Italia, si esibirà in qualità sia di solista che di direttore d’orchestra nella splendida cornice del Castello di Tabiano, a pochi chilometri da Salsomaggiore Terme. In programma il Concerto per viola d’amore in re minore di A. Vivaldi, la Romanza per viola e pianoforte op. 72 di H. Sitt, trascritta per ensamble d’archi, e il Concerto in Fa maggiore di A. Rolla. Lasciate le vesti di solista, Simonide Braconi vestirà poi quelle di direttore d’orchestra e alla guida de I Musici di Parma proporrà la la Sinfonia n. 29 in La Maggiore K 201 in la maggiore di W.A. Mozart.

Prima del concerto sarà possibile visitare il millenario Castello di Tabiano, per scoprire la magia e e la bellezza di un maniero ricco di storia, che gode di una posizione panoramica unica, tra sale affrescate, terrazze, giardini e un borgo medievale davvero ben conservato. La visita guidata inizierà alle ore 19.00, per una durata di 45 minuti. Prenotazione obbligatoria al numero 3488955378. Biglietto euro 8, gratis per i minori di 8 anni. È previsto il bus navetta andata/ritorno da Salsomaggiore (per info I.A.T. 0524580211). In caso di mal tempo il concerto si terrà presso le Scuderie dell’Antico Borgo di Tabiano Castello, altro luogo ricco di storia.

Il weekend sarà aperto, invece, dal concerto di venerdì 28 luglio, alle ore 21.15. Protagonisti gli allievi di Simonide Braconi, insieme agli allievi della classe di Clavicembalo dei maestri Francesco Tasini e Giovanna Fornari, che proporranno musiche di F.A. HoffmeisterC. Stamitz e P.Hindemith. “Questi concerti offrono al pubblico esecuzioni di altissima qualità ma sono anche il frutto di un lungo lavoro portato avanti con entusiasmo dai Musici di Parma e dall’Accademia”, spiega il Direttore Artistico Carlo D’Alessandro Caprice, alla guida della rassegna dal 2010. “L’obiettivo, oggi come ieri, è quello di creare un bacino di giovani, di cultura e di musica. Un impegno fatto di scambi culturali fra giovani italiani e stranieri, fra musicisti di livello internazionale e studenti che si affacciano alla ribalta dei più grandi palcoscenici italiani ed europei”.

Domenica 30 luglio, consueto appuntamento al mattino con l’aperitivo in musica nel foyer di Palazzo Berzieri, alle ore 11.00. I maestri Simonide BraconiGiovanna Fornari e Francesco Tasini coinvolgeranno il pubblico in un percorso alla scoperta del Barocco musicale, tra strumenti e linguaggi del Seicento. Per l’occasione, alle ore 10.00, sarà possibile visitare il Palazzo delle Terme Berzieri. Vista guidata a cura dell’agenzia Verd&Acque (durata visita 1 ora;prenotazione obbligatoria, 052483377, info@verdeacque.it). La sera, alle ore 21.15, si terrà il concerto che chiuderà il weekend: con Virtuosi e virtuosismi, I Musici di Parma propongono un programma variegato, tra pezzi solistici e brani da camera. Musiche di ShostakovichGlazunovBrahmsPiazzolla e Massenet. Il concerto sarà nella splendida cornice di Palazzo Berzieri, che ormai da quattro anni ospita l’Accademia de I Musici di Parma con oltre 80 allievi.

“Il progetto del Salso Summer Class & Festival rappresenta, all’interno di un ambito territoriale così ricco, un veicolo di promozione non solo culturale ma anche turistica ed economica”, spiega la Responsabile de I Musici di Parma, Elisabetta Pè. “L’iniziativa delinea un mezzo straordinario per l’incremento dei benefici turistici della Città di Salsomaggiore Terme e delle zone circostanti. È un errore non considerare il forte impatto finanziario che la Cultura riesce a far conseguire. L’idea di proporre eventi culturali decontestualizzati dal sistema sociale ed economico nel quale si svolgono, valutandone solo i contenuti artistici, è sbagliata e fuori tempo. L’obiettivo, per I Musici di Parma, è quello di valorizzare il nostro immenso e strategico patrimonio culturale e artistico, sia con il SSC&F, sia con il lavoro costante e continuativo dell’Accademia durante tutto l’anno”.

I concerti sono tutti ad ingresso gratuito.

CALENDARIO

Venerdì 28 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Pieve Romanica di San Giovanni, Località Contignaco, ore 21,15

I Fiori musicali

I Musici di Parma e gli allievi delle classi di Viola e Clavicembalo

Musiche di W.A. Mozart, F.A. Hoffmeister, C. Stamiz e D. Scarlatti

E’ previsto il servizio Bus Navetta andata/ritorno

Per Info: IAT Salsomaggiore Terme – Tel. +39 0524 580211 - E-mail: info@portalesalsomaggiore.it

 

# Sabato 29 luglio

Castello di Tabiano, Frazione di Tabiano Terme, Via Tabiano Castello, ore 21,15

Virtuosismi Barocchi 

Simonide Braconi e I Musici di Parma

Musiche di A. Vivaldi, A. Rolla e L. Janacek

Il concerto sarà preceduto, alle 19,00, dalla visita guidata al Castello di Tabiano. Costo euro 8,00. Gratis per i minori di 8 anni.Prenotazione obbligatoria: tel. +39 348 8955378 / sito web: www.castelloditabiano.com

In caso di mal tempo il concerto si terrà presso le Scuderie dell’Antico Borgo di Tabiano Castello.

Servizio Bus Navetta andata/ritorno. Info: IAT  - +39 0524 580211 - info@portalesalsomaggiore.it

 

Domenica 30 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Palazzo Berzieri, Piazza Lorenzo Berzieri, ore 11,00

Il Barocco. Strumenti e linguaggi del seicento

Aperitivo in Musica . Incontro con Giovanna Fornari, Francesco Tasini e Simonide Braconi

Il concerto sarà preceduto alle ore 10,00 dalla visita guidata alle Terme Berzieri a cura dell’agenzia Verd&Acque. Costo a persona visita guidata: adulti euro 5,00, gratis per i minori di 10 anni.

Prenotazione obbligatoria: tel. +39 0524 83377 / e-mail: info@verdeacque.it

 

Domenica 30 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Palazzo Berzieri, ore 21,15

Virtuosi e virtuosismi

Musiche di S.Reich, A. Cirone e I. Xenakis

I Musici di Parma e gli Allievi della classe di percussione

In caso di mal tempo si terrà presso Palazzo Berzieri, Piazza Lorenzo Berzieri, Salsomaggiore Terme

 

 

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Musica, teatro, comicità e divertimento

Grande successo sabato sera a Salsomaggiore Terme per il Barbiere di Siviglia

Serata inaugurale dell’VIII edizione del Salso Summer Class & Festival,

il festival estivo de I Musici di Parma a Salsomaggiore Terme

 

Il Barbiere di Siviglia

di Gioacchino Rossini

 Una versione inedita, pensata specificatamente per il SSC&F dal regista Roberto Catalano e dai Musici di Parma. Un tributo alla RAI anni 60 e alla comicità del grande Alighiero Noschese

Un cast di professionisti affermati, accanto a giovani talenti. Un mix su cui si fonda tutto il festival. Con la partecipazione straordinaria dell’attrice Franca Tragni e di Adriano Engelbrecht

 Salsomaggiore Terme, 24 giugno – È iniziata l’VIII edizione del Salso Summer Class & Festival, il festival estivo organizzato da I Musici di Parma, che fino al 6 agosto animerà le terme, le piazze, i palazzi, i teatri e i castelli di Salsomaggiore Terme. Sabato sera al Teatro Nuovo è andato in scena Il Barbiere di Siviglia, l’opera in due atti di Gioacchino Rossini, in una versione inedita, firmata Roberto Catalano, pensata e riadattata specificatamente per l’occasione.

Grande successo, tra opera lirica, teatro, comicità e divertimento. Sul palco grandi artisti hanno incantato il numeroso pubblico e che ha riempito le poltrone rosse del Teatro: Mauro Bonfanti (Figaro), che ha avuto l’onore di essere uno degli ultimi allievi di Luciano Pavarotti, di cui quest’anno ricorrono i 10 anni dalla morte; il baritono trentino Giulio Mastrototaro (in un riuscitissimo Don Bartolo), Massimiliano Catellani (Don Basilio), Francesco Tuppo (Conte d’Almaviva) e l’affermato soprano Annamaria Dell’Oste (una divertentissima Rosina), prossima al suo debutto nei panni di Donna Anna nel Don Giovanni al Teatro Bellini di Catania. Accanto a loro, in un binomio peculiare a tutto il festival dei Musici di Parma, si sono esibiti  giovani cantanti di grande talento come la talentuosa Incoronata Maria Buttino, ex allieva dell’Accademia dei Musici di Parma, al suo debutto. In buca l’Orchestra de I Musici di Parma. Sul palco, invece, il Coro dell’Opera di Parma diretto da Emiliano Esposito. Ideazione scenica e costumi: Ilaria Ariemme

Sotto la direzione esperta di Daniele Agiman, i Musici di Parma hanno proposto una verisone mai vista prima dell’opera rossiniana, firmata dal regista Roberto Catalano. Mantenute  tutte le arie sono stati, invece, tagliati i recitativi, in una soluzione snella, che risponde alle esigenze del libretto (di Cesare Sterbini,) e che ha lasciato spazio, nell’opera, alla divertentissima recitazione teatrale dell’affermata attrice Franca Tragni. In un tandem riuscitissimo con il poeta, musicista e attore Adriano Engelbrecht, ha tessuto la trama dell’intera narrazione.

Opera buffa e commedia teatrale: due generi in uno, durata circa due ore e un quarto. La scena si è mossa sul set di uno studio televisivo. Non un’ambientazione a caso, però, ma un tributo alla grande TV degli anni Sessanta, la RAI del servizio pubblico. La scena ha riprodotto l’atmosfera degli studi storici di via Teulada a Roma. Il giovane ma già affermato regista Roberto Catalano ha creato un gioco di scatole cinesi, su un piano metateatrale. Sul set televisivo di un immaginario “Studio Uno”, una coppia di attori sedeva dietro la scrivania, tra le mura a vista di un ufficio postale, dentro il quale di sono mossi i personaggi rossiniani. Nel Barbiere di Siviglia di Catalano è andato in scena un mondo nel quale tutto, o quasi, era dichiaratamente finto.

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Leonardo Benazzi

Si chiama Leonardo Benazzi ed è un ex percussionista ora Direttore d’orchestra . E’ lui il vincitore della Prima edizione del premio “per talenti del podio” dedicato alla memoria di Paolo Vero, direttore di coro in vari teatri lirici, scomparso prematuramente lo scorso anno.

Il premio,  diverso da tutti gli altri,  consiste non soltanto nel mettere a disposizione di un giovane una borsa di studio per il periodo di a tirocinio, ma soprattutto nel dargli la possibilità di essere seguito per un anno da direttori e manager esperti,  che lo condurranno a muovere i primi passi  della carriera in maniera autonoma.

Benazzi si è diplomato in strumenti a percussione presso il Conservatorio di Parma e per qualche anno ha collaborato con l’Orchestra Cherubini diretta da Riccardo Muti e con l’Orchestra del Teatro Regio di Parma (quando ancora il Regio aveva una sua orchestra…). Poi, ha deciso di dedicarsi alla direzione e dopo i primi studi all’Accademia di Pescara, si è trasferito per due anni a Londra, ottenendo l’ammissione al Postgraduate Conducting Programme della Royal Academy of Music e quindi conseguendo la laurea. In questo biennio ha collaborato con prestigiosi direttori quali Mark Elder, Robin Ticciati e Edward Gardner e ha fatto le prime esperienze personali sul podio.

Il primo impegno importante dopo la vittoria al concorso, è quello di affiancare il grande direttore Michele Mariotti   al teatro alla Scala di Milano dove dirigerà I due Foscari” di Verdi, con un cast eccezionale: Placido Domingo, Anna Pirozzi, Luca Salsi, Francesco Meli tanto per citarne alcuni . Lo vedremo anche a Cagliari fra qualche mese, in occasione della Traviata, dove affiancherà Gerard Korsten.

La commissione che ha presenziato il premio “Paolo Vero” e che ha assegnato il premio a Leonardo Benazzi , era composta oltre che da Michele Mariotti anche da Roberto Abbado, Gianluigi Gelmetti e Alberto Zedda, nonché i sovrintendenti Massimo Biscardi e Mauro Meli, tutti amici di Paolo Vero.

Il promotore dell’iniziativa è Giancarlo Liuzzi, già collaboratore di Meli sia al Lirico di Cagliari che al Teatro Regio di  Parma . “Se con questi giovani faremo buone scelte, dice Liuzzi, il nome di Paolo Vero sarà riportato ancora per molti anni nei programmi di sala di tutto il mondo”.

Paolo Vero

 

 

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »


X° EDIZIONE
CONCORSO LIRICO INTERNAZIONALE “R. PELIZZONI”


Uscito il bando per la X° edizione del concorso lirico internazionale dedicato al tenore scomparso “Rinaldo Pelizzoni“, la cui scadenza per potersi iscrivere è al 30 novembre 2015. Il concorso come sempre si terrà dal 5 al 7 Dicembre 2015 presso Teatro Comunale di Sissa (PR) e non ci sono limiti di età per i cantanti che vogliono partecipare.
Oltre ai premi in denaro – 1° Premio: 1.000 euro , 2° Premio: 500 euro , 3° Premio: 200euro  - il concorso assegnerà anche due borse di studio: Premio Giuria del pubblico: 200 euro , assegnato dalla giuria popolare del pubblico che assisterà al concerto finale del 7 dicembre 2015 in Teatro a Sissa; Premio “Grazia Cavanna”: 200 euro assegnato al più giovane concorrente che abbia qualità e doti vocali.
Il concorso offrirà ai finalisti e vincitori anche la possibilità di esibirsi nei concerti organizzati da Parma OperArt, la possibilità di essere inseriti nel cast dell’Opera lirica (titolo da definire) che si svolgerà a Sissa nella stagione estiva 2016, e infine i vincitori saranno invitati a partecipare all’edizione 2016 del “CantoFestival“, rassegna di vincitori di concorsi lirici internazionali con possibilità di audizione con importanti operatori del settore, esibizione al Galà conclusivo con un cantante “big” e selezione per concerti e cast operistici.

Il concorso offre l’opportunità a tutti i partecipanti di farsi ascoltare da chi si occupa del “mercato lirico” e cioè da Managment Lirici e Direttori d’Orchestra. Nella giuria del concorso “R. Pelizzoni” infatti abbiamo la presenza del M° Antonio Desiderio, agente lirico della “Dance & Opera Management” di Roma; il direttore d’orchestra M° Lorenzo Bizzarri; inoltre gli altri membri di giuria sono: il M° Romano Franceschetto, baritono e docente al Conservatorio “A. Boito” di Parma; il Dr. Danilo Boaretto, Critico musicale e Direttore Responsabile di OperaClick quotidiano online d’informazione operistica.
La giuria sarà capitanata dalla prof.ssa Ieda Valtriani Pelizzoni, soprano e pianista, nonché moglie del tenore scomparso, e nativo di Sissa, Rinaldo Pelizzoni.

In allegato bando e scheda di iscrizione.

Informazioni:
Tel: 0521 1641083 – 393 0935075
Email: info@parmaoperart.com,
Sito web:  http://www.parmaoperart.com/premiopelizzoni2015/
Pagina facebook: https://www.facebook.com/premioPelizzoni
Possibile iscrizione online: http://www.parmaoperart.com/premiopelizzoni2015/index.php?p=iscrizioneonline

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

L’opera Tosca di Puccini, aprirà la seconda parte della stagione al Teatro Lirico di Cagliari .Fra i tanti personaggi di quest’opera voglio soffermarmi su un personaggio così detto “di carattere”: il sagrestano. Questo è un ruolo dove la scrittura e l’interpretazione hanno bisogno di un baritono, sicuro vocalmente e scenicamente. Puccini ha scritto questo ruolo per un personaggio che deve essere sempre agitato  fra chierichetti che saltano e si rincorrono , e ciò crea difficoltà  negli attacchi e nel ritmo. Il baritono Armando Gabba che interpreterà il sagrestano  nella edizione cagliaritana, riesce egregiamente a superare qualunque problema grazie anche alla sua lunga esperienza  .

Di seguito potrete ascoltare  questa mia video-intervista in cui il baritono di Parma  racconta in esclusiva per Musicamore la sua vita artistica.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

MASTERCLASS con NICOLA MARTINUCCI

Reggia di Colorno 10 – 14 Giugno 2013

Concerto finale 15 giugno 2013, Sala del Trono

Presentazione

Interprete di primissimo piano della scena lirica intenzionale, dopo 50 anni di carriera artistica come tenore lirico e lirico drammatico in tutti i più grandi teatri del mondo, Nicola Martinucci è oggi un Maestro raro per competenza, scrupolo, passione. In una settimana di masterclass è in grado di porre riparo ad autentici disastri, avviando gli allievi sulla strada della resurrezione vocale affinché possano realizzare la propria vocazione ed esprimere il loro talento. Il Mastercalss di alto perfezionamento da lui condotto è quindi dedicato all’approfondimento dell’interpretazione vocale, oltre che del repertorio e della tecnica volta al perfezionamento scenico dei giovani cantanti lirici e alle loro potenzialità espressive, affinché raggiungano l’alto grado di professionalità che il teatro richiede.

Non pone limiti d’età ed è quindi rivolto tanto ai giovani cantanti quanto ai più esperti che vogliano raggiungere un ulteriore miglioramento vocale e stilistico.

Ospitato nel palazzo storico che un tempo veniva definito la “Versailles dei Duchi di Parma” – la Reggia di Colorno – il mastercalss si concluderà con un concerto finale nella Sala del Trono della Reggia, sabato 15 giugno 2013, che sarà anche l’evento conclusivo della rassegna concertistica “Verdi nella Versailles dei duchi di Parma” diretta da Eddy Lovaglio.

Parma Operat, associazione culturale che organizza il Masterclass e la rassegna, è da anni impegnata nella diffusione della cultura musicale con particolare attenzione alla lirica, promossa tra i giovani con il concorso internazionale di canto lirico “Rinaldo Pelizzoni” che giungerà nel 2013 alla sua nona edizione.

 Scheda tecnica del Masterclass

• FINALITA’ DELLA MASTER CLASS

Il master è destinato all’approfondimento dell’interpretazione vocale, oltre che del repertorio e della tecnica volta al perfezionamento scenico dei giovani cantanti lirici e alle loro potenzialità espressive, affinché raggiungano l’alto grado di professionalità che il teatro richiede.

Il corso si svolgerà dal 10 al 14 giugno 2013 alla Reggia di Colorno (Parma) e si concluderà con un concerto finale aperto a tutto il pubblico e che si svolgerà alla Sala del Trono il 15 giugno 2013.

Durante il corso i partecipanti potranno decidere autonomamente il loro percorso didattico scegliendo di perfezionare arie d’opera e/o approfondire un ruolo operistico.

• MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE E FREQUENZA

La partecipazione è riservata ad un massimo di 15 allievi, senza limiti di età.
Le lezioni avranno inizio il giorno di lunedì 10 giugno e saranno articolate in due sessioni giornaliere: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

Ad ogni cantante è garantita una lezione individuale, almeno una volta al giorno. Ma tutte le lezioni saranno in gruppo e quindi con la possibilità per tutti gli allievi di assistere a tutte le sessioni giornaliere. La partecipazione è obbligatoria.

La sera del 15 giugno 2013 gli allievi si esibiranno in un concerto pubblico alla Sala del Trono della Reggia di Colorno, quindi sabato 15 giugno sarà dedicata alla preparazione del concerto finale.

Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di merito.

 • ISCRIZIONE

Le persone interessate possono presentare domanda compilando l’apposita scheda allegata, inviandola tramite email entro e non oltre il 25 maggio 2013 oppure al seguente indirizzo:

Parma OperArt

Via G. Garibaldi m. 57 – 43121 Parma

Farà fede il timbro postale.

Alla domanda dovrà essere allegata la ricevuta del versamento della quota di iscrizione di euro 600,00= (Seicento//00), importo che dovrà essere corrisposto tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate IBAN: IT27M0693012701100000000242, presso Banca Monte Parma, conto intestato a Parma OperArt.

Il corso è aperto anche a uditori al costo di euro 150,00= (centocinquanta) da corrispondersi tramite bonifico bancario al medesimo Iban suindicato.

La quota non è rimborsabile, salvo che il masterclass non venga cancellato.

 Oltre alla domanda, compilata in ogni sua parte, è necessario presentare:

documento di identità, foto, curriculum artistico e i brani che si intendono studiare, autorizzazione al trattamento dei dati personali.

Le domande incomplete non saranno considerate valide ai fini dell’iscrizione.
I partecipanti sono tenuti a portare con sé copia degli spartiti oggetto del loro percorso di studio e un abito da concerto per la partecipazione alla serata finale.

INFO E ASSISTENZA
La segreteria del corso è a disposizione per qualsiasi chiarimento e informazione ai seguenti recapiti telefonici:
• +39 0521 1641083  Claudia Cattani
• +39 393 0935075
Oppure scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica:
info@parmaoperart.com

L’organizzazione inoltre si rende disponibile a fornire assistenza per eventuali necessità di pernottamento a Colorno con alberghi convenzionati. Il costo del pernottamento sarà a carico degli allievi. L’organizzazione si riserva la facoltà di apportare modifiche al presente regolamento qualora ne ravvisasse la necessità.Per ogni controversia è competente il Foro di Parma ed è valido il presente regolamento in lingua italiana.

Breve biografia del M° Nicola Martinucci

Nato a Taranto, è considerato da anni uno dei maggiori interpreti del suo repertorio. Depositario della scuola di Mario del Monaco, avendo intrapreso lo studio del canto col fratello di questi Marcello, si è perfezionato poi in teatro con i maggiori direttori e registi, proseguendo oggi gli studi con la Signora Gianfranca Ostini. Nel 1966 risultò vincitore del concorso As.Li.Co. a seguito del quale avvenne il suo debutto operistico con Il Trovatore. La sua brillante carriera lo ha portato a cantare nei maggiori teatri del mondo quali il Teatro alla Scala, il Metropolitan, l’Arena di Verona, la Royal Opera House Covent Garden di Londra, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro Comunale di Firenze, la Staatsoper di Vienna, la Opernhaus di Zurigo, la Deutsche Oper di Berlino e la San Francisco Opera. Del suo repertorio ricordiamo Aida, Turandot, Andrea Chenier, Tosca, Pagliacci, Norma, Fanciulla del West, Manon Lescaut, Madama Butterfly, Trovatore. E’ stato inoltre apprezzato interprete di opere quali: I Lombardi, Francesca da Rimini, Gioconda, Lorely, Iris. Ha collaborato con numerosi direttori d’orchestra, tra i quali ricordiamo: Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Sir Colin Davis, Gianandrea Gavazzeni, Gian Luigi Gelmetti, Lorin Maazel, Lovro Von Matacic, Riccardo Muti, Daniel Oren, Giuseppe Patanè, Georges Pretre, Nello Santi, Giuseppe Sinopoli e Antonino Votto. Nel 1998 è salito sul palcoscenico de La Maestranza di Siviglia e del Regio di Torino interpretando il Principe Calaf in Turandot. Questo ruolo lo ha visto impegnato anche nella stagione estiva dell’Arena Sferisterio di Macerata, dove ha ottenuto un personale successo di pubblico e critica. In seguito ha interpretato il ruolo di Canio in Pagliacci al Ravenna Festival con la direzione di Riccardo Muti, si è esibito in un concerto di tenori ad Ankara in Turchia ed ha partecipato alla tournèe in Cina del Comunale di Firenze, interpretando Radames in Aida, ruolo che ha riproposto recentemente con grande successo alla Staatsoper Unten den Linden di Berlino.

Nicola Martinucci ha anche cantato in Iris di Mascagni al Regio di Torino, Pagliacci alla Maestranza di Siviglia, in Andrea Chenier al Regio di Parma, a Piacenza e a Reggio Emilia e in Turandot a Cagliari. Tra gli ultimi impegni più importanti ricordiamo ancora ruoli protagonisti del repertorio italiano quali Turandot ad Amsterdam, Aida a Luxor in Egitto, e all‘Arena di Verona dove ha interpretato il ruolo di Mario Cavaradossi in Tosca. Partecipa con successo nel 2001 a Pagliacci a Torino, Norma a Tel Aviv, Chenier a Genova e riscuote unanimi consensi di pubblico e critica presso il Teatro alla Scala di Milano con Turandot per la direzione di G. Pretre da cui viene tratto un video dvd e viene trasmessa a cura di RAI 2, oltre a riprendere l’allestimento di Aida presso l’Arena Sferisterio di Macerata per la regia di De Ana. Tra i suoi impegni anche l’inaugurazione del Teatro San Carlo di Napoli per la stagione 2001-2002 con Turandot, l’inaugurazione del Teatro dell’Opera di Roma con Tabarro, Andrea Chenier a Tel Aviv e Pagliacci nuovamente all’Opera di Roma oltre a mantenere un rapporto privilegiato con il Teatro alla Scala ove canterà Turandot nella stagione 2004.

Di recente ha cantato il ruolo di Canio ne I Pagliacci all’Arena Sferisterio di Macerata e Cavaradossi in Tosca a Cipro con la Fondazione Arena e al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Da segnalare il grande successo ottenuto al Carlo Felice di Genova con Calaf in Turandot. Tra gli impegni futuri figurano Turandot al Teatro alla Scala di Milano, Tosca al Teatro Filarmonico di Verona, Cavalleria Rusticana al Teatro dell’Opera di Roma.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

VII° Concorso Internazionale di Canto Lirico

Rinaldo Pelizzoni

Teatro Comunale di Sissa (Parma)

5-7 dicembre 2012

 

Rinaldo Pelizzoni? Per i melomani un grande artista, per i suoi allievi del Conservatorio un grande maestro, per i profani di musica lirica colui che ha saputo infondere entusiasmo dimostrando che la spontaneità e le generosità del canto può raggiungere bellezza e grandiosità, purché dietro ci sia un assiduo, accurato e costante, studio dell’arte del canto.

E. Lovaglio, “Rinaldo Pelizzoni, il Clarck Gable della Lirica”

Azzali ed., 2007

Presentazione

Con le parole scritte da Eddy Lovaglio ci piace ricordare la figura del tenore Rinaldo Pelizzoni (1920 / 1998) a cui il Concorso Internazionale di Canto Lirico di Sissa è intitolato. Un grande protagonista del melodramma che ha vissuto una lunga e splendente carriera artistica sui più prestigiosi palcoscenici italiani, incluso quello del Teatro Regio di Parma e della Scala di Milano, per poi dedicarsi negli ultimi anni

all’insegnamento del canto nei Conservatori di Parma e Torino.

Per questo suo amore verso i giovani e la didattica, il modo migliore di ricordarlo è un concorso rivolto ai cantanti, di ogni età e di ogni nazionalità, che offra loro occasioni di studio, crescita professionale e artistica, nonché di confronto prima di tutto umano.

Giunto alla sua settima edizione e da poco conquistato il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Concorso vuole anche quest’anno rinnovare quella che è ormai una tradizione ben consolidata e un’occasione di visibilità per i cantanti, di tutte le età, che desiderino sperimentare una crescita personale e artistica garantita da un’esperienza come questa.

Non cambiano gli elementi che caratterizzano da sempre l’appuntamento, e che lo rendono un tributo alla memoria di un grande cantante e docente: la competizione si svolge a Sissa, paese natale di Pelizzoni, e si conclude la sera del 7 dicembre, anniversario della morte, con il tradizionale Concerto Finale sempre molto seguito dal pubblico. Pietra miliare del concorso e Presidente della Giuria è la Prof.ssa Ieda

Valtriani Pelizzoni, soprano e moglie di Rinaldo, che con inesauribile entusiasmo VII° Concorso Lirico Rinaldo Pelizzoni continua a dedicarsi ai giovani cantanti, mentre l’aspetto organizzativo è curato come sempre da Eddy Lovaglio di Parma OperArt che si adopera nel fornire ai partecipanti, e soprattutto ai finalisti, importanti occasioni per esibirsi in pubblico.

Il concorso non prevede limiti di età e di nazionalità (se non l’aver compiuto 18 anni)

Per tutte le informazioni potrete andare nel sito

PARMA OPERA ART

Contatti:
Parma OperArt – str. Garibaldi, 57 – 43121 Parma (PR)
Presidente: Eddy Lovaglio – Tel: 0521 1641083 – 393 0935075
www.parmaoperart.com – info@parmaoperart.com

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »