Articolo taggato “omaggio”

Finalmente qualcuno si ricorda di questo grande baritono cagliaritano! Peccato che a farlo non è il comune di Cagliari ma il comune di

Capoterra.

 Sarà infatti l’assessore alla Cultura  in collaborazione con la Pro loco, a donare un premio alla carriera al grande  baritono cagliaritano

AngeloRomero che ha onorato la sua città cantando nei palcoscenici di tutto il mondo.

Una vita, la sua, molta avventurosa. Una persona simpatica e umile che qualche anno fa mi ha concesso una lunga intervista per il mio blogMusicamore e per la Banca della memoria, e che vi ripropongo alla fine de questo post.

Il 3 settembre alle ore 20,30 a Capoterra il premio sarà assegnato durante una serata-concerto in cui si esibiranno oltre ad Angelo Romero, anche suo figlio Michelangelo, tenore, i soprani Cinzia Todde e Monica Fadda accompagnati al pianoforte dal maestro Andrea Cossu. Ci saranno inoltre  Las Mamas, gruppo vocale diretto da Annalisa Melis, e il coro “L’Accademia” diretto da Marina Pinna.

Ingresso è libero

Le mie videointerviste a Romero cliccando sul link sottostante

Angelo Romero si racconta

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Cristina Melis mezzosoprano

Gustavo Melis è stato un maestro di canto, il mio, ma anche quello di tanti altri artisti che dopo un diploma hanno deciso di perfezionare la tecnica con lui. Il M° Melis era un vero artigiano della voce. Trattava lo strumento vocale con grande cura e proprio per questo motivo molti artisti si rivolgevano a lui per poter “aggiustare” qualche cosa che stava andando fuori binario. E’ stato il primo maestro di tantissimi artisti che poi hanno preso il volo in teatri internzionali come il contralto Bernadette Manca di Nissa, il soprano Paoletta Marroccu e il soprano Rossella Ragatzu tanto per citarne alcuni.

A 30 anni dalla sua scomparsa, Cagliari vuole ricordarlo con un concerto sinfonico corale dove fra le interpreti ci sarà anche sua figlia Cristina, apprezzato mezzosoprano oggi in carriera.

Il maestro Gustavo Melis è stato anche un ottimo maestro di coro (diresse per un periodo anche il coro del Teatro Lirico di Cagliari), in particolare portò in auge il coro del Centro Universitario Musicale  col quale partecipò alle più importanti competizioni internazionali vincendo diversi premi.

Domenica 9 aprile, alle ore 20,30, nella Chiesa Collegiata di Sant’Anna in via Azuni a Cagliari, sarà eseguito lo STABAT MATER, una delle ultime opere di Giovanni Battista Pergolesi per soprano, contralto e orchestra e il monumentale Requiem di  Gabriel Faure’ per soprano, baritono, coro e orchestra . Tra i protagonisti, oltre alla citata Cristina Melis ci sarà il soprano Elisabetta Scano, il soprano Elena Schirru, il baritono Nicola Ebau;  la classe di fiati del Conservatorio di musica di Cagliari, l’Orchestra Kamerata Karalis e due dei più antichi cori cagliaritani: il Coro Collegium Karalitanum e la Polifonica Karalitana ancora insieme dopo il grande successo del precedente concerto in cui fu eseguito il Gloria di Vivaldi.

La direzione sarà affidata al maestro Sandro Sanna che per questa occasione si avvale di una sua innovativa ed accattivante trascrizione per fiati, organo, arpa e contrabbasso.

Il Concerto verrà introdotto dalle riflessioni di Mons. Miglio in preparazione alla Pasqua.

L’EVENTO è stato organizzato anche grazie alla preziosa collaborazione del LIONS CLUB CAGLIARI SAINT REMY

L’ingresso a offerta libera servirà per raccogliere fondi  da destinarsi  nuova Casa di accoglienza della Caritas in via Santa Croce.

 

 

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto  Sardinia Fashion

Si intitola“Pinuccio Sciola. Genesi della Turandot la mostra che il Teatro Lirico dedicherà al grande artista di San Sperate (scomparso lo scorso anno) in occasione della messa in scena dell’opera Pucciniana Turandot. L’omaggio all’artista sarà allestito nel foyer di platea da mercoledì 15 marzo fino a lunedì 15 maggio 2017.

L’ occasione sarà appunto quella della messinscena dell’ultimo capolavoro di Giacomo Puccini che viene rappresentato, nell’ambito della Stagione lirica e di balletto 2017, nel celebre allestimento dell’estate 2014 con lo straordinario impianto scenico che resta la prima ed unica esperienza di Pinuccio Sciola nel teatro musicale.

L’allestimento di questa Turandot mostra una Cina atemporale ed una Pechino di pietra dalle tonalità chiare (si passa dal bianco al grigio, attraverso le varie sfumature del beige), dove si “muovono” 220 costumi dai colori puri, lontani dal decorativismo cinese, ma strettamente legati alle forme e fogge orientali dei primi del ‘900.

Il monumentale impianto scenico di Pinuccio Sciola supera l’area tradizionale a lui designata, quella appunto del palcoscenico, per proseguire idealmente negli altri spazi del Teatro, in particolare l’ingresso principale ed il foyer di platea, dove è stata collocata una gigantesca riproduzione di 9 metri di altezza di una sua scultura che riconduce alle architetture futuristiche della Pechino pietrificata immaginata dall’artista-scenografo per il capolavoro pucciniano. Ad incorniciare il tutto una serie di segni grafici, realizzati con l’uso di canne, dell’artista di San Sperate che riportano ad atmosfere orientali ed a suggestioni legate agli ideogrammi cinesi, oltre alle affascinanti maschere in basalto e granito, alle possenti “Città sonore” ed ai bozzetti originali delle diverse scene che appariranno agli occhi del pubblico in una filologica ricostruzione del “tavolo dell’artista”, sul quale nacque anche una poesia autografa, dedicata a Giacomo Puccini, che, per la prima volta, viene esposta.

Idee, fatica, passione, emozioni, genio, umanità che, ancora oggi come già nella magica estate del 2014, consegnano all’eternità questa straordinaria opera d’arte scenografica che rende il capolavoro pucciniano ancora di più unico ed indimenticabile.

L’esposizione è ideata e curata da Maria Sciola e Rossella Atzori e le fotografie esposte sono di Ivan Capra e Attila Kleb.

L’inaugurazione della mostra, con ingresso libero, si tiene martedì 14 marzo 2017 alle 18, alla presenza di Claudio Orazi (sovrintendente Teatro Lirico di Cagliari), Mauro Meli (direttore artistico Teatro Lirico di Cagliari), Tomaso Sciola (presidente Fondazione Pinuccio Sciola), Chiara Sciola (vice presidente Fondazione Pinuccio Sciola), Maria Sciola (direttore generale Fondazione Pinuccio Sciola).

La mostra, con ingresso libero, è aperta, oltre che durante gli spettacoli, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13.

Il foyer di platea del Teatro si conferma quale importante punto di incontro cittadino e spazio per la fruizione dell’arte: gli ambienti più ampi nel rispetto dell’originario progetto architettonico, l’illuminazione conformata alle pareti ridipinte e perfettamente sgombre, consentono un respiro maggiore ed un uso più appropriato delle volumetrie del Teatro.

Di seguito un video realizzato al Teatro Lirico in occasione della messa in scena del 2014


YouTube Video

La mostra “Pinuccio Sciola. Genesi della Turandot” si avvale del contributo ed è realizzata in collaborazione con la Fondazione di Sardegna e la Fondazione Pinuccio Sciola.

Turandot di Giacomo Puccini viene rappresentata: venerdì 17 marzo alle 20.30 (turno A), sabato 18 marzo alle 19 (turno G); domenica 19 marzo alle 17 (turno D); martedì 21 marzo alle 20.30 (turno F); mercoledì 22 marzo alle 20.30 (turno B); domenica 9 aprile alle 17 (turno E); martedì 11 aprile alle 20.30 (turno C). Le recite per le scuole, edizione “ridotta” dell’opera della durata complessiva di 75 minuti circa, sono: martedì 21 marzo e martedì 11 aprilesempre alle 11.

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Foto di Italo Medda

Un lungo applauso ha accompagnato l’uscita del feretro dalla chiesa di San Lucifero a Cagliari, della grande artista cagliaritana Assunta Pittaluga, ballerina  e insegnante di danza di intere generazioni. Erano centinaia le persone che ieri hanno preso parte al rito religioso. Un rito sobrio, senza musica, essenziale e rispettoso come lo era lei per tutto ciò che era artisticamente spirituale.

Entrando in una chiesa gremita, ciò che mi ha colpito sono stati i banchi occupati da file di giovani e meno giovani “crocchiette“, la maggior parte vestite di nero. Se non avessi saputo di essere all’interno di una chiesa per un funerale, avrei pensato ad una coreografia di danza contemporanea. Quelle “crocchiette” , la pettinatura simbolo della danza , che tanto mi faceva  penare quando dovevo preparare le mie bambine per i saggi di fine anno anche per la scuola di Assunta.

C’erano tanti rappresentanti delle scuole di danza provenienti da tutta l’isola; i colleghi delle avventure televisive e di quella cinematografica; tanti musicisti, attori, ma anche amici comuni. C’erano le sue alunne storiche, quelle che per quasi trent’anni  hanno continuato a  frequentare la sua scuola di via Ada Negri sino a qualche giorno fa , quando la lezione è stata  interrotta   solo dall’arrivo dell’ambulanza che ha accompagnato Assunta all’ospedale verso il suo ultimo viaggio. Mi riferisce così Daniela, commossa, sua allieva da 22 anni, che ha lasciato la sua scuola solo nel periodo del parto.

Tanti fiori per Assunta, ma questa volta erano gli omaggi per l’inizio di una danza infinita.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

foto P.Tolu

 

Ci sarà anche il coro del Teatro Lirico di Cagliari a San Sperate, questo pomeriggio, per omaggiare il maestro Pinuccio Sciola.

Il Coro, che per l’occasione sarà diretto dal maestro Andrea Mudu, eseguirà il Padre Nostro  dalla liturgia di San Giovanni Crisostomo e il Locus Iste. I brani saranno eseguiti a cappella all’aperto a fine funzione.

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari rende omaggio a Pinuccio Sciola, visionario, geniale, immortale artista

 Il Teatro Lirico di Cagliari rende omaggio a Pinuccio Sciola, nel giorno della sua prematura ed improvvisa scomparsa, ricordando, con commozione e gratitudine, la poliedricità e la genialità del suo percorso artistico che culmina anche nel visionario e monumentale allestimento di Turandot di Giacomo Puccini dell’estate 2014.

Lo scultore ed artista di San Sperate che ha fondato la sua vita sull’esaltazione della Sardegna e delle sue tradizioni ancestrali, raccontandole al mondo intero attraverso il “suono delle sue pietre”, debutta, con l’entusiasmo e l’energia di un ragazzo, nel mondo della lirica a 72 anni e costruisce, al Teatro Lirico di Cagliari, una Pechino magica e fantastica, ma anche futuristica ed atemporale, totalmente “pietrificata”, dove ambientare il dramma dell’estremo capolavoro pucciniano. Il pubblico e la critica accolgono con grande successo le 15 rappresentazioni dell’opera, decretando in particolare a Pinuccio Sciola, che ogni sera continuava a salire in palcoscenico a fine spettacolo per i ringraziamenti, la più lunga e sentita delle ovazioni.

Cagliari, 13 maggio 2016

 Le foto sono di Priamo Tolu

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Giorgia Damasco e Roberto Magnabosco

Domani pomeriggio, alla casa di riposo  Vittorio Emanuele II di Terramaini (Pirri), ritorna la danza con uno spettacolo ideato da Giorgia Damasco intitolato   La Pietra e la luna. Questa volta però ci sarà l’aggiunta della poesia.

Lo spettacolo è un lavoro nato sulle poetiche di Lucio Dalla. “Il senso non è tanto un tradizionale “omaggio” in memoria – volutamente ne abbiamo svincolato il titolo – ma un viaggio soprattutto tra i testi – essendo nato anche da una sinergia attoriale. Il non nasce come omaggio convenzionale si riferisce solo alla forma di presentazione, ma chiaramente è una dichiarazione d’amore artistico e volontà di valorizzazione di ciò che nel mio piccolo colgo e cogliamo della sua opera”.  Così sottolinea la Damasco che insieme al suo maestro Roberto Magnabosco e a Nicola Serra sarà protagonista della serata. Insieme ai danzatori farà da cornice la poesia recitata dall’attore Andrea Marongiu.

L’orario è sempre quello delle 16,30 e l’ingresso è aperto a tutti gratuitamente.

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è tenuto ieri un altro appuntamento della rassegna “Artisti a Terramaini“, nella casa di riposo comunale “Vittorio Emanuele II” di Cagliari-Pirri. Questa volta lo spettacolo era imperniato sulla danza. I ballerini del centro coreografico Arabesque di Benedetta Bucceri e Roberto Magnabosco, hanno infatti presentato un brano tratto dalla Lucia di Lammermoor, sulla voce del soprano cagliaritano Giusy Devinu   alla quale era dedicata la performance. Pochi ma essenziali elementi scenici hanno caratterizzato la piece volutamente ambientata a fine 800: un finto specchio, pochi veli, due sedie, movimenti scenici essenziali. Lucia in due momenti di vita diversi, e tutta  la storia in 15 minuti, il tempo dell’Aria della pazzia.

Ancora una volta, grazie alla generosità degli artisti, siamo riusciti a regalare agli ospiti della casa di Terramaini, un momento di distrazione come intermezzo nella monotonia  di una vita fatta di giornate tutte uguali.

Di seguito il mio video-documento della serata.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 Con Serena Daolio, Trio Concerto Italiano, Cristiano Cremonini e Paolo Andreoli.

La città ricorda il grande tenore con un concerto del soprano Serena Daolio, che apre la Stagione, un coinvolgente e inaspettato programma che prevede una panoramica dei brani più celebri e amati del repertorio operistico (e non solo) del grande tenore. Con la partecipazione del Trio Concerto (Matteo Ferrari Flauto - Gentjan Luckaci Violino – Luigi Verrini Chitarra) e Paolo Andreoli il programma spazia dalle Ouvertures di Rossini alle più celebri arie e romanze d’opera. La partecipazione del poliedrico tenore Cristiano Cremonini, definito “un timbro che rievoca il giovane Pavarotti” darà il via a duetti e arie da solista.

Un grande tributo di artisti carpigiani in ricordo di uno dei Tenori più importanti nella storia della lirica.

Auditorium San Rocco – via San Rocco, 1 – Carpi 

Venerdì 21 novembre alle ore 21.00

 

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il maestro Marco Faelli, attuale direttore del coro del Teatro Lirico di Cagliari, ricorda, in questa video-intervista, il grande direttore d’orchestra Claudio Abbado negli anni in cui era direttore artistico del teatro lirico più importante del mondo. Il maestro Faelli all’epoca giovanissimo, era assistente del maestro del coro e direttore d’orchestra e muoveva i primi passi da professionista  .


YouTube Video

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Da Fiorenza Cedolins a Daniela Dessì, i grandi della lirica si danno appuntamento allo Sferisterio il 2 agosto per ricordare Mario Del Monaco nel trentennale della scomparsa.

Macerata ha un legame particolare con il grande tenore, che fu tra i protagonisti della nascita della stagione lirica dello Sferisterio nel 1967 con un trionfale Otello di Verdi. Il gala è promosso dal figlio Giancarlo.
Cinque soprani (tra cui Daniela Dessì e Fiorenza Cedolins), otto tenori (tra cui Celso Albelo, Roberto Aronica, la giovane stella emergente Jorge De Leon, Aquiles Machado e Vladimir Galouzine), il basso Roberto Scandiuzzi, il mezzosoprano Anna Malavasi e il baritono Marco Di Felice hanno voluto partecipare gratuitamente a questa serata ideata e curata da Giancarlo Del Monaco, figlio del tenore. Macerata, che in passato ha ospitato oltre a Del Monaco tenori come Gigli, Di Stefano, Corelli, Pavarotti e Carreras, torna così ad essere un palcoscenico di riferimento per le grandi voci.


YouTube Video

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Tutti pazzi per la banda del sultano: cagliaritani e stranieri insieme in una serata magica a Bonaria

di Federica Lai

Molta partecipazione, nel sagrato della Basilica di Bonaria, a Cagliari, per l’esibizione delle bande musicali del Sultano dell’Oman, Quaboos Bin Said al Said. Arrivato due giorni fa, pare per una vacanza, ha voluto omaggiare la città con le musiche delle sue due bande, una chiamata Big band e una militare, che hanno eseguito brani anche italiani. Molti arabi, residenti a Cagliari, ma anche parecchi cagliaritani, hanno partecipato incuriositi dall’evento, che si è rivelato molto coinvolgente, nonostante il Sultano, tanto atteso, non fosse presente. Oltre alle musiche delle bande, che sono le più rinomate del Medio Oriente, anche stand della Marina, che offrivano opuscoli sul Sultanato dell’Oman, nonché bibite locali. La decisione del Sultano di omaggiare la cittadinanza con un concerto, non è una novità: accadde anche nella prima visita a Cagliari, nel 1996, ma anche nelle tappe di Palermo, Bari, e Napoli. La permanenza del Sultano pare durerà una settimana: un po’ di vacanza, con la speranza si possa occupare anche di affari, e decida di investire nell’isola. http://www.castedduonline.it

Chissà che il Coro e l’orchestra del Teatro Lirico non decidano di restituire l’omaggio!

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Fra le mie tante passione c’è sempre stata anche quella di documentare eventi attraverso foto e video, passione  tramandata da mio padre. Lo ricordo, (ed ero veramente piccola) con la sua macchina fotografica e poi con la sua telecamera che documentava  diversi momenti della nostra infanzia, e dell’ultimo periodo di vita di mia nonna, intervistandola del suo passato. Ma allora non esistevano le riprese con l’audio e la documentazione si fermava alle espressioni del viso. Lui però aveve sempre il registratore  a portata di mano (il mitico Gelosino)  registrando così le voci anche di noi bambini e delle nostre prime canzoncine. Ho diverse testimonianze dell’epoca che mi riprometto sempre di digitalizzare per non perderle . Anche io, come lui, do’ un piccolo contributo alla storia ed in particolare a quella del mio ambiente lavorativo: il Teatro. In occasione della Festa della Musica ho cercato di documentare , anche se solo pochi minuti, di tutto ciò che è accaduto. Dalle presentazioni alle esibizioni. Chiunque volesse rivedere i momenti della giornata del 21 giugno può farlo attraverso il mio canale youtube.

Qui di seguito pubblico un video dell’ultimo evento della giornata, quello dedicato  alla mia compagna di studi Giusy Devinu. Un quartetto di danzatori ( Assunta Pittaluga, Claudia Tronci, Roberto Magnabosco e Gabriele Vaccargiu) ha  voluto omaggiare l’artista cagliaritana danzando sulla sua voce, in due brani: il famosissimo Brindisi della Traviata col tenore Pietro Ballo e l’Aria della Pazzia tratta dalla Lucia di Lammermoor. La speranza che Il Parco della Musica (luogo dell’evento) possa essere dedicato al soprano, è sempre viva. Intanto la sua voce ha cominciato a  risuonare proprio lì in quel parco.  FACEBOOK -Un parco per Giusy 


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

Se c’è una cosa che mi ha sempre colpito di quest’ attrice è la sua voce roca, il suo sguardo impenetrabile e la sua verve che l’hanno resa davvero inconfondibile. Lei è Monica Vitti, ma il suo vero nome è Maria Luisa Ceciarielli .

Il 3 Novembre l’attrice che è stata diretta da registi come Antonioni, Monicelli e Scola, compirà 80 anni. Per festeggiare il suo compleanno Cinecittà e il Festival Internazionale del Cinema di Roma hanno deciso di omaggiarla con proiezioni, mostre fotografiche e libri.

Presso l’Auditorium Parco della Musica sarà allestita una mostra di tutti i ruoli recitati da Monica Vitti. Le curatrici, Anna De Marchi e Antonella Felicioni, hanno raccolto delle immagini dell’Archivio fotografico della Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia che mostrano tutti i diversi tipi di donna interpretati dall’attrice e hanno intitolato la mostra “Monica e il cinema. L’avventura di una grande attrice”.

Nel giorno del suo compleanno verrà proiettato i film “Scandalo segreto”.

Purtroppo l’attrice non ci sarà . E’ malata da tempo. Il marito Roberto Russo ha sottolineato che trascorreranno “Il giorno del suo compleanno, il 3 novembre, in solitudine.E’ ormai da diverso tempo che la coppia ha deciso di stare lontano dai riflettori.
Mi sono sempre chiesta come mai, un’attrice come lei non avesse mantenuta viva la sua attività, come tante sue colleghe, attraverso i nuovi sceneggiati televisivi.
Auguri Monica!

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »


Oggi 4 ottobre festa di San Francesco d’Assisi vorrei ricordarlo con questa bella canzone

Fratello Sole e Sorella Luna

(Dolce Sentire)

Dolce sentire come nel mio cuore
ora umilmente sta nascendo amore
Dolce capire che non son più solo,
ma che son parte di una immensa vita
che generosa risplende intorno a me:
dono di lui, del suo immenso amor. (2 v.)

Ci ha dato il cielo e le chiare stelle,
fratello sole e sorella luna,
la madre terra con frutti, prati e fiori,
il fuoco, il vento, l’ aria e l’ acqua pura,
fonte di vita per le sue creature:

Sia laudato nostro Signore,
che ha creato l’universo intero
Sia laudato nostro Signore,
noi tutti siamo sue creature:
dono di lui, del suo immenso amor
Beato chi lo serve in umiltà.

Tag:, , , , , , , ,

Comments 1 Commento »