Articolo taggato “musiche Verdiane”

foto di P.Tolu

Questa sera, vigilia di Ferragosto,vi invito a passare una serata a Teatro con le belle musiche di Giuseppe Verdi. Brani corali, sinfonie e intermezzi delle opere più popolari, saranno eseguite dal coro e dall’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari.  Un omaggio alla nostra città e ai tanti turisti che in questo periodo popolano le nostre spiagge. Grazie a questi, ieri sera , in occasione della Turandot, c’è stato il tutto  esaurito.

Riuscirà Cagliari a diventare Capitale della Cultura?

Noi artisti sardi ce la stiamo mettendo tutta.

 

Quindi questa sera ore 21 , con un biglietto di soli 10 euro potrete ascoltare il seguente programma

Giovanna d’Arco:SinfoniaMacbeth: Coro delle stregheIl finto Stanislao: SinfoniaI due Foscari: Preludio; Alla gioia; Tace il ventoOberto, Conte di San Bonifacio: SinfoniaIl Trovatore: Coro degli zingari;Attila: PreludioI Lombardi alla prima Crociata: O Signore, dal tetto natìoLa Traviata: Preludio; Coro di zingarelle e mattadoriRigoletto: Scorrendo unitiNabucco: Sinfonia; Và pensiero.

Dirige il maestro Walter Attanasi  (nella foto)- maestro del coro Marco Faelli

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

I colleghi del Teatro La Fenice che in questi giorni si trovano in Giappone per una tourné teatrale,(vedi post precedenti) sono stati svegliati da una potente scossa di terremoto.

dal quotidiano http://nuovavenezia.gelocal.it/

OSAKA – Una scossa di terremoto di magnitudo 6,3, alle 5.33 ora locale (22.33 ora italiana) ha buttato giù dal letto l’Orchestra e il Coro della Fenice al loro sesto giorno di tournée in Giappone. L’epicentro del sisma, che ha provocato solo qualche danno nella vicina città di Kobe, è stato a una trentina di chilometri da Osaka dove la Fenice ha inaugurato mercoledì sera con un concerto la nuova Festival Hall da 2.700 posti. Qualche attimo di paura tra i 265 orchestrali e coristi del teatro che, poco dopo, sono ritornati a dormire. Non è il primo “imprevisto” per le maestranze del teatro veneziano durante le loro tournée in giro per il mondo. Erano infatti a Varsavia, la notte del 29 gennaio 1996, quando un incendio distrusse il teatro. Erano In Islanda, nell’aprile del 2010, quando l’eruzione di un vulcano paralizzò i cieli di mezza Europa. Giampaolo Baldin, corista “storico” della Fenice, la prende con filosofia: «Il mondo deve preoccuparsi quando ci muoviamo, ma in fondo questi “contrattempi” ci hanno sempre portato fortuna».

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Ieri mattina è stata davvero una giornata memorabile. Noi del Teatro lirico abbiamo sfidato il tempo. Mai come ieri desideravamo esserci, uniti per ricordare l’Italia e soprattutto la nostra storia e la nostra cultura.
Nel piazzale del Bastione cagliaritano erano forse migliaia le persone accorse a sentirci, anch’esse speranzose che il tempo ci venisse incontro. In parte così è stato e, fra una goccia e l’altra siamo riusciti a regalare un piccolo concerto ai nostri concittadini, di cui molti, forse, vedevano per la prima volta un coro ed un’orchestra lirico sinfonica dal vivo. Erano tutti intorno a noi, in piedi e commossi. Hanno cantato l’inno Nazionale con noi ed ascoltato in religioso silenzio la sinfonia verdiana della Giovanna d’Arco. Dopo una presentazione del giornalista di RAI 3 Ottavio Olita e un intervento del nuovo sovrintendente Gennaro Di Benedetto, si sono alternati al microfono colleghi del coro e tecnici, a sottolineare ancora con determinazione che la cultura deve rimanere viva e che i fondi ci sono ma vanno distribuiti meglio fra i vari settori.
Però la pioggia era in agguato e all’improvviso ha cominciato a sentirsi con poche gocce costringendo i musicisti a riparare soprattutto i loro strumenti. Sembrava che il concerto dovesse finire cosi’, ma la gente non ha abbandonato il campo anzi, con senso protettivo ha aperto gli ombrelli ed ha tentato di ripararci .
Per rispetto a loro abbiamo sentito di dover ancora donare qualcosa e, senza accompagnamento strumentale abbiamo intonato il Va pensiero, diretto dal giovane Andrea Battistoni (come il resto del concerto) , che è stato condiviso anche dal pubblico e da qualche professore d’orchestra coraggioso .
Poi sembrava che il cielo fosse stufo di trattenere ed un acquazzone corposo ha veramente costretto tutti a scappare.
Giornata memorabile!
foto L.Murgia
foto L. Murgia
foto L. Murgia
foto L. Murgia

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »