Articolo taggato “moderno”

Qualche giorno fa un’allieva mi chiedeva la differenza che passa tra l’impostazione della voce classica e quella moderna. Non è facile da spiegare, almeno per chi non è del mestiere. La tecnica del fiato è la stessa, ma ciò che distingue il classico dal moderno è lo sviluppo e l’utilizzo dei registri.

Nel caso del canto classico si studia per sviluppare il registro medio (misto) e di testa, e soprattutto si mira a portare la voce avanti , girando i suoni  (e sollevando il palato)   affinchè acquisisca volume nel raggiungere le cavità del volto , (cassa di risonanza): il così detto suono in maschera. Il cantante lirico non utilizza microfoni per cui la voce deve ampliarsi per poter superare anche un’orchestra.

Nel caso del canto moderno lo studio è mirato allo sviluppo della voce di petto, cioè quello più vicino alla voce naturale (parlata) allenandola  all’estensione ma in altra tessitura rispetto alla voce classica. Diversamente da quest’ultima, si evita il così detto giro delle note acute.

Naturalmente anche per l’impostazione moderna si deve avere la consapevolezza della tecnica del fiato e la conoscenza dei registri sia quello di testa che di falsetto. Quest’ultimo è un suono leggero che nella lirica non si utilizza perchè privo di armonici. Nel canto moderno,  il falsetto lo si usa per dare maggiore espressività alle note molto acute ma anche negli incipit dei brani. Sarà il microfono a garantire la risonanza adeguata.

Una cosa è certa. L’apertura della bocca è di fondamentale importanza sia che si canti il classico che il moderno. Cantare con la bocca semichiusa e rigida non giova nè a chi canta e nè  chi ascolta.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Tiziana Nauaui

La scuola di musica Vi.U. Music Academy apre al canto jazz. Con l’ingresso in accademia della cantante e insegnante Tiziana Nauaui la scuola si arricchisce di una nuova disciplina musicale nel settore canoro.  Elide Uchesu, Silvia Murru, Alessandra Atzori sono le insegnanti per canto classico e moderno.

La scuola di Musica cagliaritana che si trova in Via San Giorgio n. 10, nel cuore della Cagliari storica, è aperta a tutti senza limiti di età.

Oltre alle tre specialità di canto  si può scegliere di studiare solfeggio, pianoforte, chitarra, tutti gli strumenti ad arco e  quelli a fiato. Inoltre si può accedere al corso per tecnico del suono.

Potrete chiamare al n. 338 997 3103 o scrivere una mail a viumusicacademy@gmail.com

TIZIANA NAUAUI- E’ nata a Roma, si diploma nel 1993 in violino e, l’anno dopo, in canto, al Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” di L’Aquila. In seguito si perfeziona all’Accademia Musicale Umbra con Carmen Gonzalez ed all’Accademia Internazionale delle Arti di Roma, nei diversi stili di emissione vocale con Doris Andrews.

Successivamente partecipa a numerosi concerti in Italia, Germania e Australia, sia come cantante che come violinista, alternando il suo impegno nella musica classica nei cori di enti lirico-sinfonici quali: Coro Giovanile “Luca Marenzio” e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma; Coro del Teatro Regio di Parma; Coro “Città di Roma” diretto da Ennio Morricone; Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

A Madrid collabora, come aiuto-regista, nello spettacolo “Farinelli Estasi incanto” (già rappresentato nella rassegna “Estate romana” del 2002), e in altri generi musicali come il gospel e il jazz, partecipando a diverse manifestazioni organizzate in vari comuni del Lazio.

Incide per Rai, Radio Vaticana e per le case discografiche Opus101 e AFM Records. Vincitrice di due edizioni del Concorso per giovani cantanti della Comunità Europea “Rome Festival”, ha quindi proseguito l’attività concertistica (Teatro Brancaccio e Teatro Nazionale di Roma, Teatro La Pergola di Firenze, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Greco di Taormina, Auditorium Barattelli de L’Aquila, teatri di Sulmona, Brindisi, Rovigo, Teatro Sperimentale di Spoleto), affiancata all’insegnamento del canto nelle scuole civiche e dell’educazione musicale nelle scuole materne, elementari e medie.

Nel 2005 fonda e partecipa con la voce al “Quartetto Jazz Epistrophy”, con il quale partecipa, nel 2008, alla trasmissione radiofonica di Rai Radio3Suite “La Stanza della Musica”.

Dal 2006 è a Cagliari, dove collabora con il Coro del Teatro Lirico, vantando anche una partecipazione da solista nella rassegna “Un’Isola di Musica 2008”. Sempre a Cagliari frequenta il corso di jazz al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina”. Tra il 2011 e il 2015 prende parte a diverse manifestazioni fra cui: Rassegna Jazz “Seui in Musica”, “Women in action” all’Auditorium del Conservatorio di Cagliari, concerto di sue composizioni all’Aula Magna dello stesso conservatorio, “Notti colorate”, “Natale a Villa Muscas”.

Partecipa, nel 2012, all’Eje European Jazz Expo e canta, con il Nauaui Jazz Quintet, al Teatro Lirico di Cagliari, durante la Festa della Musica 2013.

Si dedica alla composizione di brani soul -jazz che esegue con il gruppo Nauaui Sound Project. A luglio si è esibita per conto del Teatro lirico di Caglari con il Nauaui Jazz Quartet per la rassegna “Un’isola di musica 2015″ e a dicembre per “Cagliari Suona” manifestazione organizzata dal comune e dal Teatro Lirico di Cagliari.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Francesco Scalas, Claudio Gasperoni, Valeria Onnis

Da quando ho ripreso ad insegnare canto mi accorgo di quante persone  sono sempre più desiderose di imparare a cantare in maniera  corretta con la giusta tecnica della respirazione ed emissione. Quello che per tanti era quasi un mondo proibito, oggi è alla portata di tutti al di là dell’età anagrafica, grazie alle scuole civiche e  private. Se il Conservatorio statale (giustamente) è costretto a selezionare gli allievi attraverso degli esami di ammissione, nelle scuole private questo non avviene. Si fa in modo che tutti possano accedere almeno per cercare di sfruttare   al massimo le proprie potenzialità anche se minime. Cantare in maniera corretta una canzone,  una romanza, un brano accompagnato alla chitarra, al pianoforte o semplicemente al Karaoke può aiutare a sentirsi meglio.

Inizialmente si cerca di migliorare la qualità della voce e l’estensione attraverso i vocalizzi, (vera ginnastica per le corde vocali) e gli esercizi di respirazione, per passare poi allo studio di un brano   per poter mettere in pratica ciò che si è fatto con la tecnica . I saggi finali danno la possibilità a chi lo desidera di sperimentarsi su un palcoscenico di un vero teatro davanti ad un pubblico.

Generalmente lo studio della tecnica avviene davanti ad uno specchio che, stranamente, in alcuni casi mette a disagio. C’è infatti chi, pur di non guardarsi mentre esegue i vocalizzi, preferisce guardare altrove. Ma lo specchio è essenziale sia per la posizione della bocca che per la postura.

 Nella nostra scuola si ha la possibilità di imparare anche il solfeggio e gli strumenti per potersi accompagnare;   corsi di recitazione e teatro, importantissimi soprattutto per chi vuole intraprendere lo studio del canto lirico.

Chi desidera  lavorare in qualche pianobar  nella nostra scuola troverà anche il tecnico del suono che insegna come utilizzare un mixer, i microfoni, le amplificazioni ecc.e ciò che serve   per poter essere indipendenti e fare della  propria voce una professione.

Nell’Accademia di canto “Vi.U.Music Academy”  non ci sono limiti di età. Potrete studiare la musica in ogni sua forma, dai 3 ai 99 anni.

Si prepara inoltre per esami di ammissione e concorsi.

Nella foto di testa due allievi e l’insegnante -tecnico del suono Claudio Gasperoni

Per informazioni telefonare al 338 9973 103 o invia una mail a    viumusicacademy@gmail.com  lasciando un messaggio con i vostri dati. Sarete richiamati.

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »