Articolo taggato “giovanissimi”

Il Teatro di San Carlo di Napoli, questa estate, lancia un nuovo progetto dedicato ai giovani e ai giovanissimi: Opera Camp, un innovativo campo estivo che per due settimane li travolgerà nell’entusiasmante mondo del teatro. Avranno la possibilità di vivere un’esperienza unica: all’interno della magica cornice del Teatro San Carlo, verranno introdotti alle diverse fasi che permettono la realizzazione di uno spettacolo e a tutto ciò che avviene “dietro le quinte”.

I ragazzi saranno divisi in due gruppi: per i più piccoli, dai 7 ai 13 anni, Opera Camp Junior, mentre dai 14 ai 18, Opera Camp Youngers.

Attraverso momenti di gioco e improvvisazione, i ragazzi saranno accompagnati in un percorso di creazione, sperimentazione e condivisione, in cui potranno mettersi alla prova e cimentarsi nelle diverse pratiche teatrali: lezioni di canto e recitazione, laboratori di costume, trucco e parrucco daranno loro gli strumenti per far emergere la propria espressività e immaginazione, e dal confronto con gli altri, acquisire una maggiore consapevolezza e sicurezza di sé.

Opera Camp vuole avvicinare in modo attivo e coinvolgente i ragazzi all’opera lirica, facendo crescere in loro l’interesse e la curiosità per il teatro, la musica, la danza, e anche per tutti i mestieri creativi che sono necessari alla messa in scena di uno spettacolo, dimostrando che si può imparare divertendosi.

Per informazioni e dettagli, è possibile consultare il nostro sito web, oppure contattare l’Ufficio Promozione Pubblico al numero 0817972468 o via email all’indirizzo promozionepubblico@teatrosancarlo.it.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

In occasione del concorso di canto nazionale Il Girodoro ho avuto l’occasione di conoscere il maestro Fio Zanotti, presidente della commissione. Conoscevo bene questo musicista , fin da ragazzina, essendo un’appassionata dei concorso canori ed in particolare del Festival di Sanremo.

Mia figlia , però, essendo giovanissima mi ha domandato chi fosse . Beh, ci sono personaggi che sono entrati nella storia della musica rimanendo nell’ombra pur essendo di fondamentale importanza per tantissimi cantanti.

Fiorenzo Zanotti (questo il nome completo), dopo aver studiato presso il conservatorio “G.B. Martini”[ di Bologna,inizia la propria carriera nel mondo della musica nel gruppo musicale di rock progressivo dei Gjudas, di cui faceva parte anche Jimmy Villotti, a cui nel 1989 segue il progetto Sorapis di cui fa parte anche Adelmo Fornaciari (Zucchero). Proprio per Fornaciari, Zanotti nel 2004 dirige l’orchestra alla Royal Albert Hall di Londra per il concerto ZU & Co.

Nel 1980 prende parte al tour di Loredana Berté, ed in seguito collaborerà con numerosi cantanti e gruppi italiani, fra cui Anna Oxa, Mietta, Milva, Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia, Eros Ramazzotti, Vasco Rossi, Marcella Bella, Fiordaliso, Ivana Spagna, Francesco Baccini, Ricchi e Poveri, Pooh, Al Bano & Romina, Den Harrow, Adriano Celentano , Renato Zero, Francesco De Gregori, Claudio Baglioni (per il quale ha scritto l’inno dei giochi olimpici invernali Torino 2006), e Gianluca Grignani.

Collabora con la Rai in occasione delle trasmissioni La situazione di mia sorella non è buona e 125 milioni di cazzate di Celentano, di Il cielo è sempre più blu di Giorgio Panariello e di Music Farm, condotto da Simona Ventura. Nel 1979 ha scritto il brano Disco Bambina interpretato da Heather Parisi e sigla di Fantastico. Ha inoltre composto la colonna sonora della serie televisiva Valentina del 1989 

Ha partecipato a quasi tutte le edizioni del Festival di Sanremo in qualità di direttore d’orchestra dal 1990 in avanti,vincendone uno da direttore d’orchestra (nel 1999 dirigendo la canzone Senza pietà di Anna Oxa) e vincendo anche un’edizione delle nuove proposte (nel 2010 dirigendo la canzone Il linguaggio della resa di Tony Maiello).

E ancora lo abbiamo visto alla RAI nell’ultimo festival di Sanremo e, come presidente di Giuria, dell’ultimo concorso per voci nuove di Castrocaro.

Il suo motto ricorrente , ma anche un consiglio, è quello che un giovane cantante per raggiungere un buon obiettivo, non deve assolutamente imitare nessuno, sia vocalmente che fisicamente ma essere originale  e mettere sempre del suo anche quando esegue una cover.

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

No, non voglio parlare dei pianisti come le cronache di questi ultimi tempi ci stanno abituando e ciè di quei deputati che fanno timbrare la presenza ad altri colleghi senza essere presenti.

(continua…)

Tag:, , , , , , ,

Comments 10 Commenti »