Articolo taggato “Giorgia Luppi”

I designer cagliaritani Giorgia Luppi e e Pierluigi Sanna hanno partecipato al concorso   Lighthouse interior, organizzato da “Competitions for designers” per Cerasarda Atelier. Il brief consisteva nel progettare una collezione in ceramica avente come tema il “faro”.

“Il progetto si sviluppa dall’immagine iconica di faro generalmente rappresentato con un tronco di cono. Una forma semplice arricchita da sagome stilizzate e in rilievo di onde, e da smalti sgargianti ( punto  di riconoscibilità del brand Cerasarda).
Lo smalto viene inserito in maniera morbida e non ordinata, richiamando il flusso delle onde. La palette di  colori che propone tre diverse tonalità di smalto, acquamarina, azzurro e blu, rappresenta varie fasi climatiche che vanno dalla placidità alla turbolenza del mare.”

Per questo progetto hanno ottenuto una menzione d’onore.

Cerasarda Atelier raccoglie le collezioni di oggettistica di design nate dalla creatività artistica di un’antica tradizione artigianale unita ad un raffinato gusto contemporaneo. Complementi d’arredo in ceramica che definiscono una scelta di stile e contraddistingue il mood di Cerasarda nel mondo.

“La ceramica della Costa Smeralda” nasce nel 1963 a Olbia per volere del principe Karim Aga Khan. I colori solari dei suoi smalti e i rafffnati decori delle ceramiche artistiche, il km zero, la progettazione di altissimo livello sono i tratti dell’azienda che hanno contribuito alla notorietà internazionale della Costa Smeralda quale luogo glamour di vacanza e di sogno. Il pathos si traduce in eleganza architettonica progettuale di massimo livello e lusso, impronta di un territorio diventato mito. Dal 2002 Cerasarda entra a far parte del Gruppo con le proposte raffinate ed esclusive di pavimenti e rivestimenti in cotto smaltato, portando nel mondo tutta l’eleganza del Mediterraneo, nata dall’incontro fra artigianalità, cultura e sviluppo tecnologico, che ogni giorno sa evolversi e diventare contemporaneo e fruibile, pur senza perdere la forte caratterizzazione delle origini”

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Giorgia Luppi, designer cagliaritana, è stata fra gli artisti premiati al concorso DAB ( Design per Artshop e Bookshop) .

Nel concorso DAB veniva richiesto a dei designer di progettare degli articoli da produrre e vendere nei bookshop e artshop museali. Giorgia ha progettato una t-shirt ( visto che sono più facili da vendere anche ai turisti), che raffigurasse il nostro patrimonio culturale e che desse un messaggio di cultura senza barriere.

Spesso nei maggiori musei affianco alle opere d’arte di valore, ci sono dei pannelli in rilievo per persone cieche e ipovedenti.

- Ho voluto unire alla rappresentazione grafica del nostro patrimonio culturale ,(rappresentato con le piante architettoiche di importanti monumenti), al ricamo del perimetro di essi…in modo che fosse in rilievo - Il rilievo del ricamo serve appunto per fare in modo che la maglia offra anche un’esperienza tattile – Il progetto è piaciuto e mi hanno offerto una piccola somma per iniziare la produzione.

La mostra con le opere dgli artisti vincitori del concorso è ora al MAXXI di Roma e successivamente sarà una mostra itinerante in diversi musei nazionali.  Di seguito alcune maglie progettate da Giorgia Luppi che ricordo, è anche produttrice del marchio Anomalye.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Giorgia Luppi

Il mio blog, come ricordo sempre, è aperto sia ai musicisti ma anche ad ogni genere d’arte, soprattutto quando questa arriva dai miei conterranei. Quest’oggi voglio presentarvi un’artista molto originale, la designer cagliaritana Giorgia Luppi.

Il suo percorso iniziato con studi classici ha avuto una svolta in quella che è sempre stata la sua passione fin dalla più tenera età: il disegno.

 Giovanissima, si è trasferita a Roma dove si è laureata allo IED, l’Istituto Europeo di Designer specializzandosi nel designer dei gioielli. Ma il suo destino evidentemente non era quello di rimanere nella penisola ma di tornare nella sua Sardegna.
Proprio qui  ha deciso di lanciare il suo marchio Anomalye, originalissimo nel suo genere. Linee essenziali, in prevalenza bianco e nero, stilizzati come da voler sottolineare che ogni cosa nella vita è legata ad un ingranaggio. I suoi disegni sono diventati oggetti utili alla nostra vita quotidiana, dalle classiche T-shirt (personalizzate anche nella forma) ai copripiumini; dalle tazze ai cuscini, orologi, tende,cover per cellulari e borse, borselli anche per Ipad ecc.

Della sua linea sono stata attratta  in particolare dai fenicotteri, i bellissimi volatili di casa nella mia terra. Lei è riuscita, senza abbandonare il suo stile , a disegnarli inserendoli nella sua collezione  per ricordare che la Sardegna è sempre nel suo cuore.

Per poter visionare e acquistare i suoi oggetti online potrete visitare il suo negozio nel sito ANOMALYE, nella sua pagina FACEBOOK, nel suo profilo INSTAGRAM

Di seguito la mia intervista all’artista


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »