Articolo taggato “gaetano mastroiaco”

foto Priamo Tolu

I Solisti del Teatro Lirico di Cagliari – “Ottetto vocale”

si esibiscono a Carbonia per la I edizione di SulciScienza

 Domenica 19 novembre alle 20.30, nella Sala Astarte della Miniera di Serbariu a Carbonia, in occasione della I edizione di SulciScienza, I Solisti del Teatro Lirico – “Ottetto vocale”, formazione cameristica composta da:Cristiano BarrovecchioGiampaolo LeddaSalvatore MarinoLoris Triscornia (tenori); Francesco CardinaleSergio Pinna (baritoni); Giacomo LutzuAntonello Pippia (bassi), tutti artisti del Coro del Teatro Lirico di Cagliari, propongono una serata interamente dedicata a musiche e sonorità rigorosamente a cappella, sia religiose che laiche, in un immaginario ed affascinante viaggio, nel tempo e nello spazio, dal Cinquecento ai giorni nostri, dall’Europa all’America, dai canti ed inni cristiani ai trascinanti gospel e spiritual statunitensi.

Il concerto sarà diretto da Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale nel dettaglio prevede: Duo Seraphim di Tomás Luis de Victoria; O bone Jesu di Giovanni Pierluigi da Palestrina; Domine, non sum dignus di Tomás Luis de Victoria; Adoramus te, Christe di Giovanni Pierluigi da Palestrina; Personent Hodie da “Piae Cantiones” (arrangiamento Roberto Beccaria); Da pacem, Domine di Charles Gounod; Tibie Paiom di Dmytro Bortniansky; Ave verum di Francesco Marceddu; L’ora dei ricordi di Francesco Marceddu; seguono una serie di canti tradizionali americani i cui arrangiamenti sono stati curati da Roberto Beccaria: Roll Jordan Roll, Soon a Will Be Done, Go Down Moses, Old Time Religion, Sweet, Sweet Spirit, Jericho, Great Gettin’ Up Morning.

 La manifestazione, il cui ingresso è libero, ha una durata di un’ora circa.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Gaetano Mastroiaco

Nato a Cagliari, studia con Gabriella Artizzu e si diploma in pianoforte al Conservatorio della sua città, dove studia anche direzione d’orchestra. Dal 2000 lavora per il Teatro Lirico di Cagliari come maestro collaboratore di sala e palcoscenico, pianista in orchestra, clavicembalista e organista, accompagnatore al pianoforte di cantanti e strumentisti. Da oltre dieci anni è pianista accompagnatore per le selezioni e i concorsi per professori d’orchestra indetti dalla Fondazione. Nel corso della sua carriera ha collaborato con importanti direttori come: Lorin Maazel, Roberto Abbado, Marko Letonja, Gennadi Rozhdestvensky, Alexander Vedernikov, Renato Palumbo, Mikhail Jurowski, Maurizio Benini, Rafael Frühbeck de Burgos, Aldo Ceccato, Gianluigi Gelmetti, Hubert Soudant, Donato Renzetti, e registi quali: Giancarlo Cobelli, Giancarlo Del Monaco, Lorenzo Mariani, Stefano Vizioli, Denis Krief, Eimuntas Nekrosius, Stephen Medcalf, Hugo De Ana, Graham Vick, Alberto Fassini, Pier Luigi Pizzi, Michele Mirabella, Luca Ronconi. Da anni lavora con il Coro del Teatro Lirico di Cagliari, di cui è stato pianista accompagnatore (per la direzione di Paolo Vero, Andrea Faidutti, Fulvio Fogliazza e Marco Faelli) e direttore in concerti per le scuole. Ha collaborato come consulente musicale per la casa discografica Dynamic e per la Rai, in occasione della registrazione di opere liriche e della loro diffusione audio-video in Europa. Nel 2006 ha inciso la colonna sonora di “Jimmy della collina” (regia di Enrico Pau), film in concorso in prestigiosi festival internazionali. Nel 2008, per la Stagione lirica e di balletto del Teatro Lirico di Cagliari, ha eseguito l’accompagnamento strumentale di Falstaff, sostituendo l’Orchestra nella riduzione pianistica della partitura, in occasione di due rappresentazioni dell’opera diretta da Gabriele Ferro. Svolge attività concertistica come solista e in ensemble da camera. Da diversi anni si dedica inoltre alla direzione d’orchestra (recentemente è stato assistente di Julia Jones e Hubert Soudant). Dal 2010 al 2013 ha ricoperto il ruolo di Direttore musicale di palcoscenico del Teatro Lirico di Cagliari, dove è stato Altro Maestro del coro e assistente del maestro del coro Marco Faelli. Dal dicembre 2014 al luglio 2017 è Maestro del Coro del Teatro Lirico di Cagliari ed attualmente, con l’arrivo in settembre del maestro Donato Sivo, è Altro Maestro del coro.

 

Ottetto vocale

L’Ottetto vocale maschile del Coro del Teatro Lirico di Cagliari propone, da alcuni anni, un repertorio vocale che spazia dalla musica polifonica alla cameristica, con ampia presenza di diverse espressioni musicali tradizionali e di estrazione popolare. Ogni brano viene attentamente curato nelle linee esecutive e proposto secondo una visione vocalistica lirica, dove la generosità della vocalità mediterranea si fonde con repertori che talora sono di diversa matrice, come nel caso della musica popolare. Questo connubio offre felici punti di incontro tra le varie forme espressive, con lo scopo principale di rendere sempre più vive le emozioni trasmesse dalle singole composizioni. Tutti i componenti dell’Ottetto hanno una formazione ed un’esperienza pluriennale che li vede in molti casi proporsi come solisti in diverse occasioni sia nell’ambito dell’attività musicale del Teatro Lirico di Cagliari che nella musica sacra. L’Ottetto vocale è diretto da Gaetano Mastroiaco.

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Quando ho partecipato alla conferenza stampa della stagione sinfonica, sono rimasta attratta nel particolare dalla presentazione del concerto cui ho assistito ieri sera. Le musiche erano di  Jhon Rutter (autore contemporaneo), Franz Shubert e W.Amadeus Mozart. Ciò che mi ha incuriosito maggiormente durante la conferenza stampa di gennaio, è stata la presentazione del baritono Luca Pisaroni che il direttore artistico ha definito come una star mondiale.

Con queste premesse non potevo non ritagliare un po’ del mio tempo per sentire questo artista! Devo dire che mi attendevo qualche cosa fuori dal comune. Così non è stato. Luca Pisaroni è un buon baritono (in qualche momento ho anche avuto il dubbio che potesse essere un tenore) che ha eseguito correttamente una serie di lied di Shubert e Mozart.

Ero seduta in ultima fila di platea e i momenti in cui ho avuto difficoltà a sentirlo sono stati diversi. I brani erano accompagnati dall’orchestra  diretta dal maestro Giampaolo Bisanti, che ha fatto davvero l’impossibile affinchè la voce non venisse sommersa dal suono. L’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari ha seguito il gesto sicuro di Bisanti cercando veramente di mettere il baritono in condizioni di poter dare il massimo delle sue qualità.  Personalmente ho sempre sostenuto che i lieder debbano essere accompagnati dal pianoforte col quale sicuramente il baritono si sarebbe trovato pienamente a suo agio.

Come faccio da sempre quando assisto ad un concerto, (soprattutto da quando sono passata dal palcoscenico alla platea), ascolto anche i pareri di chi  in sala occupa i posti in  punti diversi dal mio. Chi stava nelle prime file ha apprezzato il baritono  in tutte le sue sfumature, chi invece era vicino a me ha condiviso la mia delusione.  Di belle voci ce ne sono tantissime e sinceramente definire Pisaroni un fenomeno mi è parso davvero esagerato.

La prima parte del concerto conprendeva l’esecuzione del “Magnificat” per coro e soprano di Jhon Rutter  autore contemporaneo che non conoscevo . La voce solistica era affidata al soprano Daniela Schillaci che è stata all’altezza della situazione. La sua è una voce pulita, timbratissima sempre fuori dall’orchestra sia nel forte che nelle bellissime mezzevoci.  Il coro (preparato da Gaetano Mastroiaco), impegnato in tutti i 40 minuti di musica corale , ha avuto dei bellissimi momenti. Purtroppo i mali di stagione (e la crisi economica dei teatri) ha penalizzato il numero degli artisti del coro, e questo si è sentito soprattutto in quei momenti in cui erano previsti interventi delle singole sezioni.

Il direttore Giampaolo Bisanti (nominato da qualche giorno Direttore Stabile della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari) ha saputo tenere sempre l’orchestra con la giusta dimensione di suono, tale da non prevaricare mai le voci, rara dote per un direttore, che sempre più spesso tende a godere dell’ampiezza del suono dimenticandosi delle vocalità.

La musica di John Rutter è stata per me una bella scoperta. Ricca e mesta, gioiosa e dolorosa. In alcuni momenti mi ha ricordato la colonna sonora di un famoso film, in altri  alcune danze popolari, ma senza mai perdere  di spiritualità considerato l’alta sacralità del testo.

Di seguito un video-documento della serata


YouTube Video

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Teatri aperti”  è una iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (Mibact) e dall’Associazione Generale Italiana dello spettacolo (Agis), in collaborazione con la Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE)

In tutta Italia più di 100 teatri hanno aperto le loro porte al pubblico per iniziative gratuite di vario genere: dagli spettacoli di teatro e danza ai concerti e alle opere liriche, dalle visite guidate alle prove aperte, dagli incontri con registi e artisti ai laboratori, e poi convegni, letture, conferenze e molto altro.

Anche il Teatro Lirico di Cagliari, ha voluto prender parte alla manifestazione presentando un concerto gratuito nel foyer del Teatro. Il pubblico ha gradito l’omaggio accorrendo numeroso.

Il concerto prevedeva il “Sogno di una notte di mezza estate”  di Felix Mendelssohn Bartholdy , musiche che  sono state scritte  per il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare. Fra i brani , la Marcia Nuziale è indubbiamente la parte più popolare e chissà in quanti non ne conoscono l’origine!

La serata è stata introdotta dal sovrintendente Claudio Orazi che ha  messo in evidenza l’importanza di questa manifestazione che mira a far conoscere a tutti il lavoro che si svolge dentro i teatri.

La versione del concerto di Mendelssohn presentata ieri  prevedeva l’esibizione del Coro Femminile del Teatro Lirico accompagnato dal pianoforte a quattro mani (Angela Oliviero e Michele Nurchis) e non, come è consueto, dall’orchestra. Le voci solistiche  nei ruoli degli Elfi, erano quelle di due artiste cagliaritane: il soprano Barbara Crisponi e il Mezzosoprano Martina Serra, due belle voci che spero di poter riascoltare in altra occasione, magari in qualche opera della prossima stagione lirica.

La direzione era affidata al maestro del coro Gaetano Mastroiaco.

Di seguito un videodocumento della serata.


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Silvia Colasanti e i complessi artistici del Teatro Lirico di Cagliari rendono omaggio al sito di Barumini Patrimonio dell’Umanità

Martedì 26 luglio alle 21, nella suggestiva cornice dell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, sito Patrimonio dell’Umanità, la compositrice Silvia Colasanti, in assoluto tra i migliori talenti nella composizione classica contemporanea, presenta, su invito del Teatro Lirico di Cagliari ed in prima esecuzione assoluta, un brano per violoncello solo. La pagina, scritta per l’occasione, è intitolata Lamento e, spiega Silvia Colasanti, «dispiega sonorità arcaiche e arabeschi lontani, riletti oggi da un violoncello in forma di Lamento, ad evocazione delle suggestioni e delle antichissime origini di Barumini». Solista al violoncello è Robert Witt che ricopre il ruolo di prima parte nell’Orchestra della fondazione cagliaritana.

 La seconda parte della serata è un Omaggio a Giuseppe Verdi ed è dedicata a celeberrime pagine d’opera, nell’interpretazione di Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretti da Francesco Ommassini. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale, ovviamente interamente dedicato a Giuseppe Verdi, prevede: Giovanna d’Arco: Sinfonia; Macbeth: Coro delle streghe; Un giorno di regno: Sinfonia; I due Foscari: Preludio; Alla gioia; Tace il vento; Oberto, conte di San Bonifacio: Sinfonia; Il Trovatore: Coro degli zingari; Attila: Preludio; I Lombardi alla prima Crociata: O Signore, dal tetto natìo; La Traviata: Preludio; Coro di zingarelle e mattadori; Rigoletto: Scorrendo uniti; Nabucco: Sinfonia; Và pensiero.

Un’occasione eccezionale e preziosa per ascoltare, nuovamente o per la prima volta, sinfonie, cori, brani famosi e popolari del massimo operista italiano: Giuseppe Verdi (Roncole di Busseto, Parma, 1813 – Milano, 1901).

 La manifestazione ha una durata di un’ora circa.

 Prezzi biglietti: posto unico € 5,00.

 Vendita e informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, fax 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it. Biglietteria area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21), viale Su Nuraxi, Barumini, telefono +393771805443, info@fondazionebarumini.it, www.fondazionebarumini.it,

Facebook: BARUMINI: Su Nuraxi – Casa Zapata – Centro Giovanni Lilliu, Twitter: Fondazione Barumini, Instagram: Fondazione Barumini.

 La serata è realizzata in collaborazione con il Comune di Barumini e la Fondazione Barumini Sistema Cultura.

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto P.Tolu

Il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco, esegue

la maestosa Liturgia di San Giovanni Crisostomo di Cajkovskij

in Cattedrale e al Santo Sepolcro a Cagliari

 Giovedì 19 maggio alle 20.30, nella sontuosa cornice della Cattedrale di Santa Maria Assunta, e sabato 21 maggio alle 20.30 nell’altrettanto affascinante Chiesa del Santo Sepolcro a Cagliari, si esibisce il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale prevede l’esecuzione della Liturgia di San Giovanni Crisostomo per coro a cappella op. 41 di Pëtr Il’i? ?Cajkovskij.

Grandiosa e maestosa pagina sacra di Pëtr Il’i? Cajkovskij (Kamsko-Votkinsk, governatorato di Vjatka, 1840 – San Pietroburgo, 1893), la Liturgia di San Giovanni Crisostomo viene composta nel 1878. Concepita per un coro di voci miste a cappella, ribadendo il proprio carattere funzionale all’ufficio sacro, richiede l’intervento di una voce narrante, lo stesso officiante che introduce i vari interventi del coro. Scritta in lingua slava ecclesiastica è una delle tre sequenze ufficiali della liturgia eucaristica adottate dalla Chiesa russa ortodossa.

 

L’ingresso alla manifestazione, della durata di 45 minuti circa, è libero.

 I due concerti rientrano nel protocollo d’intesa culturale, stipulato lo scorso marzo fra Arcidiocesi e Teatro Lirico di Cagliari, che prevede l’attuazione di «un progetto culturale finalizzato all’esecuzione di vari concerti dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari nelle varie Parrocchie della Diocesi di Cagliari».

 

Un particolare ringraziamento alla Fondazione di Sardegna che ha dedicato un contributo aggiuntivo alla Fondazione Teatro Lirico di Cagliari per la programmazione di concerti a Cagliari e sul territorio della Regione Sardegna.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco, esegue il Requiem tedesco di Brahms in Cattedrale e al Santo Sepolcro a Cagliari

 Giovedì 12 maggio alle 20.30, nella sontuosa cornice della Cattedrale di Santa Maria Assunta, e sabato 14 maggio alle 20.30 nell’altrettanto affascinante Chiesa del Santo Sepolcro a Cagliari, si esibisce il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco. Le parti solistiche sono affidate al soprano Barbara Crisponi ed al baritono Nicola Ebau. L’accompagnamento al pianoforte è di Clorinda Perfetto e Francesca Pittau.

 Il programma musicale prevede l’esecuzione di Ein deutsches Requiem op. 45 per soli, coro e pianoforte a quattro mani di Johannes Brahms.

 Composto tra il 1854 e il 1868 (prima esecuzione: Cattedrale di San Pietro a Brema, 10 aprile 1868), Ein deutsches Requiem segna un momento cruciale del cammino creativo di Johannes Brahms (Amburgo, 1833 – Vienna, 1897) e rappresenta una meditazione religiosa sulla morte secondo un percorso di pensiero scelto liberamente dall’autore. La morte, qui rappresentata nel suo aspetto più amichevole e consolatorio come riposo dal dolore, è lontana dalle consuete immagini cariche di ansie ultraterrene e di gestualità violente. Il Requiem cerca la sua dimensione tragica nella solennità anziché nel dinamismo drammatico.

 L’ingresso alla manifestazione, della durata di 70 minuti circa, è libero.

 I due concerti rientrano nel protocollo d’intesa culturale, stipulato lo scorso marzo fra Arcidiocesi e Teatro Lirico di Cagliari, che prevede l’attuazione di «un progetto culturale finalizzato all’esecuzione di vari concerti dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari nelle varie Parrocchie della Diocesi di Cagliari» e sono inseriti nell’ambito della rassegna “I Suoni dell’anima 2016”, il cui obiettivo è la valorizzazione delle più belle Chiese, Basiliche e luoghi di culto della Sardegna, attraverso la realizzazione di spettacoli musicali di carattere sacro o di ispirazione religiosa.

 Un particolare ringraziamento alla Fondazione di Sardegna che ha dedicato un contributo aggiuntivo alla Fondazione Teatro Lirico di Cagliari per la programmazione di concerti a Cagliari e sul territorio della Regione Sardegna.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Ieri sera ho riempito il mio tempo libero con musica di ogni genere. Qualcuno mi ha chiesto  come avrei fatto a conciliare il diavolo e l’acqua santa ovvero il classico e moderno.

Quando la musica è fatta bene non ci sono distinzioni. La musica classica, leggera e pop se fatta con tutti i crismi è sempre musica e d’altronde come per me, anche tantissimi altri cantanti lirici si sono avvicinati al canto classico attraverso  la musica leggera.

Ieri sono stata nel mio Teatro ad assistere ad un concerto diretto da Hansjörg Albrecht . Non  conoscevo questo direttore . L’ho trovato di un livello molto alto e, miracolo, è stato uno dei pochi che ha saputo controllare bene le sonorità fra coro e orchestra.

Il programma, a mio avviso troppo lungo,  prevedeva  Meeresstille und glückliche Fahrt per coro e orchestra op. 112 e la Settima sinfonia  di Ludwig van BeethovenPrima Sinfonia in fa minore op. 10 di  Dmitrij Šostakovi?  e in chiusura Il Principe Igor: Danze polovesiane di Aleksandr Borodin. Due ore e mezzo di musica sono troppe.  La seconda sinfonia sarebbe bastata a riempire una sola parte. Vabbè, queste sono considerazioni personali ma sta di fatto che qualcuno, ad un certo punto, ha preferito abbandonare la poltrona. Il teatro era abbastanza pieno e il pubblico  ben preparato; una considerazione  rilevata ascoltando i giudizi tra un tempo e l’altro.  Le reazioni del pubblico mi incuriosiscono in modo particolare soprattutto quando, per anni si è stati dall’altra parte.

Il direttore Hansjörg Albrecht   , ha curato coro e orchestra nel dettaglio  in modo quasi maniacale, evidenziando i colori che gli autori chiedevano nella partitura. I pianissimi e i fortissimi finalmente avevano un senso. Dico finalmente perchè non tutti riescono ad ottenere questi risultati così ben definiti soprattutto con gli strumenti a fiato (più facile con gli archi) .  Devo però fare un appunto. Pur mantenendo positivo il mio giudizio su questo direttore, non posso non sottolineare l’esecuzione delle danze Polovesiane come mediocre. Ho cercato senza trovarla, quella emozione provata tante volte quando ad eseguirla c’ero anche io. La voce si spiegava libera e con l’orchestra sentivamo che la sala era inondata del nostro suono. Dal canto suo il pubblico rispondeva calorosamente al finale maestoso.  Purtroppo ieri questo non è avvenuto soprattutto perchè il  coro e forse anche l’orchestra, era  numericamente   insufficiente per un brano del genere. Il risultato è stato quello di una esecuzione quasi cameristica che nulla aveva a che vedere con l’originale, e non mi si parli di esecuzione filologica .

Il diavolo e l’acqua santa? Questa era l’acqua santa, ma per il diavolo (Festival di Sanremo) vi rimando (a chi può interessare) ad altro post .

Nel video sottostante il finale  delle danze Polovesiane di ieri sera


YouTube Video

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Direttore Giampaolo Bisanti - foto di Priamo Tolu

Cagliari, 21 dicembre 2015

 È con grande piacere che comunico, agli organi di stampa, agli abbonati e al pubblico, la Stagione concertistica 2016 e l’Attività musicale, rivolta ai giovani e alle scuole di ogni ordine e grado, del Teatro Lirico di Cagliari che, questa mattina, è stata deliberata dal Consiglio d’Indirizzo della Fondazione.

 Ritengo un grande privilegio poter lavorare, insieme alle maestranze tutte del Teatro Lirico di Cagliari, per il bene comune che scaturisce anche dalle emozioni create dalla buona musica e ringrazio, fin d’ora, tutti gli abbonati che, con il loro sostegno e la loro presenza, vorranno condividere con noi questi momenti.

 Colgo, infine, l’occasione per formulare a tutti i miei migliori auguri per le prossime festività.

 Il Sovrintendente  Claudio Orazi

Come preludio alla Stagione concertistica 2016, sia temporalmente che tematicamente, viene proposto un nuovo, accattivante spettacolo ideato per le scuole e per tutti i giovani, di introduzione al ciclo sinfonico beethoveniano ed intitolato Piacere, Beethoven. Otto appuntamenti

musicali, dal 15 gennaio fino al 23 gennaio (ad esclusione di domenica 17) sempre alle 11, che vedono impegnati l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretti da Gérard Korsten, e nell’esilarante ruolo di narratore, il comico cagliaritano Massimiliano Medda. Lospettacolo è incentrato su uno dei più imponenti capolavori della storia della musica, le Nove Sinfonie di Ludwig van Beethoven appunto, ed è un emozionante viaggio musicale che, partendo dalla Prima Sinfonia e, toccando, musicalmente parlando, tutte le nove composizioni, arriva fino al sontuoso “Inno alla gioia” della Nona Sinfonia.

Speciale Giovani 2016

 

venerdì 15 gennaio, ore 11

sabato 16 gennaio, ore 11

lunedì 18 gennaio, ore 11

martedì 19 gennaio, ore 11

mercoledì 20 gennaio, ore 11

giovedì 21 gennaio, ore 11

venerdì 22 gennaio, ore 11

sabato 23 gennaio, ore 11

Piacere, Beethoven

nuovo spettacolo, ideato per le scuole, di introduzione al ciclo sinfonico beethoveniano

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Gérard Korsten

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

narratore Massimiliano Medda

Ludwig van Beethoven Le Nove Sinfonie: brani scelti

 Stagione concertistica 2016

venerdì 29 gennaio, ore 20.30 – turno A

sabato 30 gennaio, ore 19 – turno B

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Gérard Korsten

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

Ludwig van Beethoven Egmont, ouvertüre op. 84

Ludwig van Beethoven Nona Sinfonia in re minore per soli, coro e orchestra op. 125

venerdì 5 febbraio, ore 20.30 – turno A

sabato 6 febbraio, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Giampaolo Bisanti

Ludwig van Beethoven Ottava Sinfonia in Fa maggiore op. 93

Antonín Dvo?ák Ottava Sinfonia in Sol maggiore op. 88

lunedì 8 febbraio, ore 20.30 – turno A

Igudesman & Joo

violino Aleksey Igudesman

pianoforte Richard Hyung-ki Joo

A Little Nightmare Music

prima esibizione in Sardegna

venerdì 12 febbraio, ore 20.30 – turno A

sabato 13 febbraio, ore 19 – turno B

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Hansjörg Albrecht

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

Ludwig van Beethoven Meeresstille und glückliche Fahrt per coro e orchestra op. 112

Ludwig van Beethoven Settima Sinfonia in La maggiore op. 92

Dmitrij Šostakovi? Prima Sinfonia in fa minore op. 10

Aleksandr Borodin Danze polovesiane da “Il Principe Igor”

venerdì 19 febbraio, ore 20.30 – turno A

sabato 20 febbraio, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Michelangelo Mazza

Ludwig van Beethoven Coriolano, ouvertüre op. 62

Ludwig van Beethoven Prima Sinfonia in Do maggiore op. 21

Ludwig van Beethoven “Zu namensfeier”, ouvertüre in Do maggiore op. 115

Ludwig van Beethoven Seconda Sinfonia in Re maggiore op. 36

venerdì 4 marzo, ore 20.30 – turno A

sabato 5 marzo, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Donato Renzetti

Ludwig van Beethoven Quinta Sinfonia in do minore op. 67

Nikolaj Rimskij-Korsakov Šeherazada, suite sinfonica op. 35

venerdì 11 marzo, ore 20.30 – turno A

sabato 12 marzo, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Grzegorz Nowak

pianoforte Krystian Zimerman

Ludwig van Beethoven Le Creature di Prometeo, musiche per il balletto op. 43

Ludwig van Beethoven Quarto Concerto in Sol maggiore per pianoforte e orchestra op. 58

giovedì 7 aprile, ore 20.30 – turno B

violino Viktoria Mullova

Johann Sebastian Bach Partita n. 3 in Mi maggiore per violino BWV 1006

Johann Sebastian Bach Sonata n. 2 in la minore per violino BWV 1003

Johann Sebastian Bach Partita n. 2 in re minore per violino BWV 1004

giovedì 28 aprile, ore 20.30 – turno A

violino Kyoko Takezawa

pianoforte Edoardo Maria Strabbioli

Johannes Brahms Sonata n. 1 per violino e pianoforte op. 78

Johannes Brahms Sonata n. 2 per violino e pianoforte op. 100

Johannes Brahms Sonata n. 3 per violino e pianoforte op. 108

giovedì 5 maggio, ore 20.30 – turno A

baritono Markus Werba

pianoforte James Baillieu

musiche Franz Schubert, Gabriel Fauré, Claude Debussy, Maurice Ravel, Robert Schumann

venerdì 13 maggio, ore 20.30 – turno A

sabato 14 maggio, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Gérard Korsten

soprano Eva Mei

Wolfgang Amadeus Mozart Le nozze di Figaro: Ouvertüre

Wolfgang Amadeus Mozart “Alma grande e nobil core” K. 578

Wolfgang Amadeus Mozart “Chi sa qual sia” K. 582

Wolfgang Amadeus Mozart “Bella mia fiamma” K. 528

Ludwig van Beethoven Terza Sinfonia in Mi bemolle maggiore “Eroica” op. 55

venerdì 3 giugno, ore 20.30 – turno A

sabato 4 giugno, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Alpesh Chauhan

sassofoni Signum Sax Quartet

Sergej Prokof’ev Cenerentola, suites nn. 1-2 op. 87

Philip Glass Concerto per quartetto di sassofoni e orchestra (1995)

John Williams Star Wars, suite per orchestra

venerdì 10 giugno, ore 20.30 – turno A

sabato 11 giugno, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Robert Tuohy

violino Anna Tifu

Modest Musorgskij La chovanš?ina: preludio e danza degli schiavi persiani

Ottorino Respighi Concerto gregoriano per violino e orchestra P 135

Modest Musorgskij-Maurice Ravel Quadri di un’esposizione

venerdì 9 settembre, ore 20.30 – turno A

sabato 10 settembre, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Speranza Scappucci

Franz Joseph Haydn Sinfonia n. 82 in Do maggiore “L’orso”

Antonín Dvo?ák Serenata per archi op. 22

Ludwig van Beethoven Sesta Sinfonia in Fa maggiore “Pastorale” op. 68

venerdì 16 settembre, ore 20.30 – turno A

sabato 17 settembre, ore 19 – turno B

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Alpesh Chauhan

pianoforte Olli Mustonen

Ludwig van Beethoven Quarta Sinfonia in Si bemolle maggiore op. 60

Ottorino Respighi Concerto in modo misolidio per pianoforte e orchestra P. 145

venerdì 23 settembre, ore 20.30 - turno A

sabato 24 settembre, ore 19 – turno B

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Alessandro d’Agostini

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

Gioachino Rossini L’assedio di Corinto: Sinfonia

Gioachino Rossini Guglielmo Tell: Sinfonia

Maurice Ravel Le tombeau de Couperin

Johannes Brahms Nänie per coro e orchestra op. 82

Johannes Brahms Schicksalslied per coro e orchestra op. 54

sabato 29 ottobre, ore 19 - turno B

pianoforte Michail Lifits

Franz Schubert Sonata n. 21 in Si bemolle maggiore D 960

Robert Schumann Waldszenen op. 82

Robert Schumann Sonata n. 2 in sol minore op. 22

venerdì 25 novembre, ore 20.30 – turno A

sabato 26 novembre, ore 19 – turno B

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Giampaolo Bisanti

baritono Luca Pisaroni

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

sabato 3 dicembre, ore 19 – turno B

pianoforte Olli Mustonen

Pëtr Il’i? ?ajkovskij Album pour enfants: 24 pièces faciles op. 39

Fryderyk Chopin Trois mazurkas nn. 33-34-35 op. 56

Fryderyk Chopin Trois mazurkas nn. 36-37-38 op. 59

Rodion Š?edrin Album per la gioventù, 15 pezzi op. 59

Sergej Prokof’ev Settima Sonata in Si bemolle maggiore op. 83

 

 

venerdì 23 dicembre, ore 20.30 – fuori abbonamento

Concerto di Natale

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Giampaolo Bisanti

maestro del coro Gaetano Mastroiaco

nuova composizione, su commissione del Teatro Lirico di Cagliari, in prima esecuzione assoluta

La Biglietteria del Teatro Lirico di Cagliari

 Anche per questa stagione i posti in teatro sono identificati per ordine (platea, prima e seconda loggia) e per settore (giallo, rosso e blu). Ad ogni settore corrisponde un prezzo, secondo il diverso valore dei posti.

La Stagione concertistica 2016 prevede due turni di abbonamento, i turni A e B, per 16 concerti ciascuno.

La campagna abbonamenti per la Stagione concertistica si apre mercoledì 23 dicembre 2015 con le conferme e variazioni su posti disponibili, possibili fino a mercoledì 20 gennaio 2016. I nuovi abbonamenti saranno in vendita da giovedì 21 gennaio a sabato 30 gennaio 2016.

In seguito, sarà comunque possibile abbonarsi per un numero ridotto di spettacoli.

Da sottolineare, inoltre, la possibilità di acquistare da mercoledì 27 gennaio 2016 i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione concertistica; lo stesso servizio è possibile anche online attraverso il circuito di prevendita www.greenticket.it.

Ai giovani under 30 e agli studenti sono applicate riduzioni del 50% sull’acquisto di abbonamenti e biglietti. Ulteriori agevolazioni sono previste per gruppi organizzati.

La Direzione si riserva di apportare al programma le modifiche che si rendessero necessarie per esigenze tecniche o per cause di forza maggiore. Eventuali modifiche al cartellone saranno indicate nel sito internet del teatro www.teatroliricodicagliari.it.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13. Rimane chiusa la domenica e i giorni festivi.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube.

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari presenta in questi giorni una mini-rassegna fuori sede.   Obiettivo della rassegna “I Suoni dell’anima” è la valorizzazione delle più belle Chiese, Basiliche e luoghi di culto della Sardegna, attraverso la realizzazione di spettacoli musicali di carattere sacro o di ispirazione religiosa

Venerdì 18 settembre alle 21 e sabato 19 settembre alle 21, nella Parrocchia della Beata Vergine della Salute, in via Ausonia 22 a Cagliari (quartiere Poetto), si esibiscono, per la prima volta, l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

Venerdì 18 si esibisce il Coro del Teatro Lirico, diretto da Gaetano Mastroiaco, con l’accompagnamento all’organo di Andrea Mudu, ed eseguono la Messa in Re maggiore op. 86 di Antonín Dvo?ák, capolavoro sacro del 1890 che lo stesso compositore definisce «un’opera di fede, di speranza e d’amore»; mentre sabato 19 è la volta dell’Orchestra del Teatro Lirico, diretta da Roberto Gianola, che eseguono l’Ouverture da Die Zauberflöte di Wolfgang Amadeus Mozart e la celeberrima Settima Sinfonia in La maggiore op. 92 di Ludwig van Beethoven.

Entrambi i concerti sono preceduti da due brevi presentazioni, a cura di Renato Versace, nelle quali si affrontano gli aspetti culturali e musicali dello stretto rapporto che intercorre tra Musica e Dio.

L’intero ricavato verrà devoluto ai lavori di restauro e conservazione della Chiesa Parrocchiale.

Per informazioni: Lia Bianca Deidda 3392324659; Salvatore Palla 3486538932; Enrico Ruffi 3200778538 – Biglietteria del Teatro Lirico, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, fax 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube.

Le immagini di Priamo Tolu sono relative alla presentazione della Rassegna alla stampa, realizzate  questa mattina

Gaetano Mastroiaco maestro del coro

 

Roberto Gianola direttore d'orchestra

Cagliari, 15 settembre 2015

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto Priamo Tolu

Questa sera si riparte con la Stagione lirica al Teatro Lirico di Cagliari e  l’opera sarà AIDA di Giuseppe Verdi. Non sarà l’AIDA tradizionale fra le Piramidi, ma ambientata nel periodo della guerra Franco prussiana. Ascoltiamo dalla voce del regista Stephen Medcalf  la motivazione di uscire dagli schemi tradizionali .  La compagnia di canto vede spiccare, nel ruolo della protagonista, il celebre soprano greco Dimitra Theodossiou, affiancata da nomi di prestigio quali: Francesco Anile (Radamès), Anna Maria Chiuri (Amneris)Alberto Gazale (Amonasro). Maestro del coro Gaetano Mastroiaco, direttore è Antonello Allemandi.


YouTube Video

Le prove di Aida

Tag:, , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Nell’opera Aida di Giuseppe Verdi, il Trionfo, è sicuramente il brano più popolare in assoluto sia dal punto di vista scenografico che da quello vocale, in particolare per il coro, che, in questa parte si può esprimere con tutta la sua gamma vocale. Verdi amava il coro e il coro ama Verdi perchè cantarlo, da 

soddisfazione. Le voci si esprimono in tutta la loro tessitura  in una maniera “comoda”. Vi posto di seguito le pagine dello spartito che riguarda proprio il Trionfo. Coloro che conoscono la musica potranno capire meglio ciò che voglio dire:  vocalità ampia e fortissima all’inizio, piena di accenti, ma anche momenti di mezze voci , e un finale dove la voce raggiunge la massima estensione (v. secondo spartito), tutto per sottolinere la gioia del popolo per il Trionfo di Radames.

Ci troviamo in una piazza vicino alle porte di Tebe e la folla si è riunita intorno al trono del RE e di sua figlia . Spettacolare la sfilata delle truppe mentre le trombe egizie (strumento diverso dalla tromba che si trova in orchestra), suonano al passaggio  dei carri di guerra, delle insegne,  e dei vari trofei. Radames arriva su un baldacchino e dietro di lui chiudono il corteo i prigionieri Etiopi. Le danze, bellissime, completano questo  meravigliose momento verdiano.

L’edizione che andremo a vedere fra qualche giorno  al Teatro lirico di Cagliari, però non avrà l’ambientazione classica.

Questa edizione era già stata presentata a Cagliari  nel luglio 2003 e nel luglio 2009, e porta la firma registica di Stephen Medcalf, che viene ripreso e realizzato, in quest’occasione (come anche nel 2009), da Marco Carniti, con scene e costumi di Jamie Vartan. L’ambientazione è all’epoca della “prima” di Aida (1871) con particolare attenzione alla guerra franco-prussiana del 1870 (scena del trionfo), all’esotismo e al gusto orientaleggiante che pervase le le arti figurative e non alla fine dell’Ottocento (la scena I dell’atto secondo, “l’appartamento di Amneris”, è un tripudio di sete e damaschi con precisi riferimenti agli harem).

L’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari sono diretti dal maestro concertatore e direttore Antonello Allemandi. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco. arti figurative e non alla fine dell’Ottocento (la scena I dell’atto secondo, “l’appartamento di Amneris”, è un tripudio di sete e damaschi con precisi riferimenti agli harem). Le luci sono di Giuseppe Di Iorio, riprese da Marco Mereu, mentre la coreografia è di Gloria Pomardi.La compagnia di canto vede spiccare, nel ruolo della protagonista, il celebre soprano greco Dimitra Theodossiou, affiancata da nomi di prestigio che si alternano nelle recite quali: Riccardo Ferrari (Il Re), Anna Maria Chiuri/Patrizia Patelmo (Amneris), Maria Pia Piscitelli/Elena Lo Forte (Aida), Francesco Anile/Roberto Iuliano (Radamès), Dario Russo (Ramfis), Vittorio Vitelli/Alberto Gazale/Giuseppe Altomare (Amonasro), Mauro Secci (Un messaggero), Loredana Rita Megna (Una sacerdotessa).

L’opera, della durata complessiva di 2 ore e 50 minuti circa compreso l’intervallo fra il II e il III atto, viene, ovviamente, rappresentata in lingua italiana, ma, come ormai tradizione al Teatro Lirico di Cagliari, viene eseguita con l’ausilio dei sopratitoli che, scorrendo sull’arco scenico del boccascena, favoriscono la comprensione del libretto.

La prova generale sarà mercoledì 27 maggio alle 19.

venerdì 29 maggio ore 20,30 turno A, viene replicata: sabato 30 maggio alle 19 (turno G); domenica 31 maggio alle 17 (turno D); mercoledì 3 giugno alle 20.30 (turno B); giovedì 4 giugno alle 20.30 (fuori abbonamento); venerdì 5 giugno alle 20.30 (turno C); domenica 7 giugno alle 17 (turno E); martedì 9 giugno alle 20.30 (turno F). La recita per le scuole, edizione “ridotta” dell’opera della durata complessiva di un’ora circa, è fissata per sabato 6 giugno alle 11.

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Con una selezione dei Carmina Burana di Carl Orff si è conclusa ieri la manifestazione Monumenti Aperti al Teatro Lirico di Cagliari. Un evento che ha visto centinaia di visitatori in giro per il  teatro accompagnati da giovanissimi studenti , come dei piccolo cronisti, della scuola “Infanzia lieta” e del “Conservatorio G.P. da Pastrina”. Inoltre gli alunni della scuola “I Pini” hanno presentato un progetto  dal titolo “Questo spettacolo s’ha da fare”, tratto dal racconto “Alla ricerca dell’ispirazione perduta!” di Luigi Dal Cin, scritto con i bambini delle classi IV e V  e che è stato messo in scena, negli spazi del Teatro Lirico di Cagliari, grazie alla drammaturgia e regìa degli attori Fabio Marceddu e Antonello Murgia del Teatrodallarmadio. Obiettivo dello spettacolo era quello di condurre i visitatori (bambini e adulti) in un accattivante itinerario, attraverso le varie sale e laboratori del teatro, in maniera “drammaturgica” e guidati da un “piccolo-grande regista” (interpretato, di volta in volta, da un diverso bambino della scuola) che, rievocando il suo fantastico e glorioso passato di regista di opere liriche, ha fatto scoprire al visitatore la magìa e i segreti della “macchina teatrale”.

Il Coro del Teatro, diretto da Gaetano Mastroiaco con mano sicura, era accompagnato al pianoforte da Francesca Pittau.   L’opera di Orff è stata intervallata dalla narrazione di Maria Cristiana Ardu che ha letto la storia dei teatri cagliaritani riportandoci indietro nel tempo in cui i bei teatri come il Politeama regina Margherita ospitava i grandi nomi della lirica. Le notizie sono state tratte  dal libro di Antonello Angioni, “Cagliari va a Teatro“.  Sotto un videodocumento che ho realizzato per l’occasione


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto P.Tolu

Gaetano Mastroiaco dirige un concerto dedicato a Luigi Cherubini,

il 23-24 aprile, al Teatro Lirico di Cagliari

 

La Stagione concertistica 2015 del Teatro Lirico di Cagliari prosegue, giovedì 23 aprile alle 20.30 (turno A) e venerdì 24 aprile alle 20.30 (turno B), con il nono appuntamento: il concerto dell’Orchestra e del Coro del Teatro Lirico, diretti da Gaetano Mastroiaco. L’anteprima del concerto, giovedì 23 aprile alle 11, viene, come consuetudine, aperta ai giovani e rivolta alle scuole.

Il programma musicale, interamente dedicato a Luigi Cherubini, prevede, nella prima parte, l’esecuzione della Sinfonia in Re maggiore e, nella seconda parte, del Requiem in do minore per coro e orchestra.

Prezzi biglietti: platea € 35,00 (settore giallo), € 30,00 (settore rosso), € 25,00 (settore blu); I loggia € 30,00 (settore giallo), € 25,00 (settore rosso), € 20,00 (settore blu); II loggia € 10,00 (settore giallo), € 10,00 (settore rosso), € 10,00 (settore blu).

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13. Rimane chiusa la domenica e i giorni festivi.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, fax 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube. Biglietteria online: www.vivaticket.it

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

La composizione per coro a cappella di Cajkovskij , “Liturgia di San Giovanni Crisostomo”, è stata scritta nel 1878, in lingua slava ecclesiastica ed è stata adottata dalla chiesa russo-ortodossa per i suoi riti. La struttura musicale è semplice e si basa su un diatonismo chiaro e lineare.

Ieri sera  il coro del Teatro Lirico di Cagliari ha eseguito alcuni brani  di questa composizione, nella chiesa di Santa Maria del Monte a Cagliari .

Il luogo non era certo ideale per un coro di tale portata, piccolo spazio per un coro enorme che si è dovuto adattare in 8 file creando così un effetto sonoro maestoso per chi ascoltava, ma sicuramente  molta confusione per chi eseguiva e ciò , in qualche momento, non ha permesso di poter gestire al meglio la propria voce.  Il brano, essendo scritto per coro a cappella, è sicuramente più adatto ad un coro polifonico quindi con una diversa impostazione vocale.Un direttore artistico che programma i concerti , sa bene che un coro  lirico nasce per la Lirica e la lirico-sinfonica ed eseguire un brano come questo, senza alcun supporto strumentale, lo costringe ad un sacrificio immane.

Nonostante ciò l’impatto vocale al pubblico è stato di grande effetto, le voci hanno un colore intenso e le dissonanze e certi effetti sonori sono emersi grazie all’abilità del maestro Gaetano Mastroiaco  che, pur avendo avuto pochissimo tempo a disposizione per la preparazione, è riuscito a gestire al meglio la vocalità del coro.

p.s : Il Teatro Lirico di Cagliari attualmente non possiede un direttore artistico

Di seguito un video-documento che ho realizzato durante il concerto.


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si intitolava da Le Roncole ai Nuraghi il concerto straordinario che si è tenuto ieri sera al Teatro Lirico di Cagliari. Per la prima volta, dopo quasi 34 anni ho cambiato postazione. D’ora in poi, quando vorrò, il mio posto sarà tra il pubblico.

Certo non sarà facile per me giudicare il concerto che comprendeva brani che ho eseguito decine, se non centinaia di volte dal palcoscenico. Ogni nota, ogni sfumatura , ogni segno sono scolpiti nella mia mente in maniera indelebile. Il concerto non l’ho ascoltato ma l’ho visto come se avessi avuto tra le mie mani gli spartiti.

I brani, erano tra i più popolari del repertorio lirico corale di Giuseppe Verdi (Trovatore, Aida, Macbeth ecc.) e del compositore cagliaritano Ennio Porrino che il coro, preparato da Gaetano Mastroiaco, ha eseguito senza problemi  lasciandosi plasmare dal direttore d’orchestra Stefano Rabaglia .   Nei brani per sola orchestra ed in particolare in quelli che riguardavano la parte dedicata a Porrino, il maestro Rabaglia è riuscito a trovare il giusto equilibrio facendo emergere ora i fiati, ora gli archi, ora gli ottoni, sempre in maniera equilibrata, ottenendo una vasta gamma di belle sonorità e sfumature.

Per quanto riguarda i solisti posso solo dire che il mezzosoprano Anna Maria Chiuri , dalla bella qualità vocale e dal timbro incisivo, ha ben interpretato i  personaggi verdiani (Azucena e Aida), ricordandomi in alcuni momenti la grande Fiorenza Cossotto. Il Tenore Roberto Iuliano era chiaramente fuori gioco per via di una evidente laringite. Penso che il pubblico però avrebbe gradito che fosse annunciata la sua indisposizione considerato che per questo motivo non è stato eseguito il duetto Manrico -Azucena.

Il concerto nel suo insieme è stato bello, anche se il programma ormai usurato non ha interessato il pubblico cagliaritano che ha preferito trascorrere  il fine settimana in altro modo.Poche volte mi è capitato di cantare in questa situazione, dove il pienone era composto quasi tutto da sedie rosse. E’ umiliante per i maestri e gli esecutori, che hanno studiato meticolosamente, vedere questa desolazione. E’ un po’ come un padrone di casa che  organizza una grande festa a casa sua dedicando giornate intere all’allestimento e poi, arrivato il grande giorno, nessuno si presenta all’ evento. Con questo ho detto tutto.

p.s. Che senso ha avuto tenere per quasi 3 quarti d’ora il coro sul palcoscenico se aveva finito di cantare? Il pubblico sperava che questi eseguisse almeno l’ultimo brano, la Danza di Desulo, che invece è stato proposto solo dall’orchestra.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è scritto e riscritto, che la musica è salutare per il corpo e lo spirito e soprattutto quando questa entra a far parte dell’individuo fin dalla prima infanzia. In questi giorni, con  il coro e l’orchestrao del Teatro Lirico di Cagliari, stiamo portando la musica nelle scuole .

Ieri ed oggi abbiamo cantato davanti agli scolari della scuola primaria Regina Elena di Cagliari. Era sorprendente vedere i bambini di 1^ e 2^ elementare che ci ascoltavano incantati, con le bocche aperte! Ho chiesto ad alcuni di loro  cosa li avesse maggiormente sorpresi. Una bimbetta con gli occhi vispi  mi ha risposto che era “bello il grande volume che usciva dal coro senza il microfono“.  Qualcuno tentava di imitare la direzione del maestro, altri le mani del pianista. La collega Giuliana Carone ha spiegato quanto sia difficile e lungo lo  studio del canto lirico, e la differenza che corre fra un cantante lirico e uno di musica leggera.

I mesi scorsi gli stessi bambini erano stati accompagnati dalle loro insegnanti  nelle visite guidate ai laboratori del Teatro Lirico. Ora hanno potuto ascoltare da vicino coloro che il teatro lo fanno vivere.

Dopo l’esibizione del coro diretto dal maestro Gaetano Mastroiaco e accompagnato dal pianista Andrea Mudu, è stata la volta dell’Orchestra diretta dal maestro Giampaolo Zucca. Anche qui il repertorio era tra i più popolari e i bambini, anche in questo caso, hanno potuto vedere da vicino gli strumenti che compongono tutta l’orchestra: gli archi, i fiati, le percussioni.

Per tutta la settimana si continuerà a portare i concerti nelle scuole, attività importantissima che paragonerei ad una sorta di semina con la speranza di un futuro raccolto.

In questo momento di stallo, al Teatro Lirico di Cagliari, si attende con ansia la nomina del  sovrintendente (l’attuale sovrintendente Mauro Meli resterà in carica fino alla nuova nomina), da parte del nuovo Consiglio d’indirizzo che deve approvare il bilancio e la nuova programmazione sinfonico-operistica per il 2015.

Ecco un piccolo documento delle prime due giornate nelle scuole.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Quando si canta per passione e soprattutto per professione, a volte si è obbligati ad eseguire un certo repertorio che non sempre gratifica completamente lo spirito. Ogni tanto quindi si ha l’esigenza di uscire da quei binari obbligatori per potersi “rilassare” cantando anche ciò che non rientra nella quotidianità. Nascono così delle piccole formazioni vocali e orchestrali proprio con l’intento di sperimentare cose nuove  .  All’interno del  coro e dell’Orchestra del Teatro lirico di Cagliari (ma questo succede anche in altri teatri ) sono nati quindi diversi gruppi e fra questi  la formazione vocale maschile In Cantigas. (vedi curriculum in questo link)

Ieri sera, al Teatro di Serrenti (Cagliari) si è esibita questa formazione composta da dieci colleghi del coro: Cristiano Barrovecchio, Giampaolo Ledda, Enrico Zara, Salvatore Marino, Loris Triscorinia,  Antonio Balzani, Tenori; Sergio Pinna, Francesco Cardinale, Giacomo Lutzu, Antonello Pippia, baritoni e bassi. Il repertorio è stato prevalentemente di brani a cappella estrapolati nella maggior parte dei casi, da canti popolari della tradizione natalizia e  afro americana.

Di grande effetto è stato il brano d’apertura, tratto dall’opera russa Opricniki,  che gli artisti hanno intonato da dietro le quinte concludendolo con l’entrata in scena.

Un bel repertorio ricco, dove le voci si sono alternate anche in parti solistiche .La maggior parte dei brani era  a cappella e solo in alcuni casi accompagnati dal pianoforte. A dirigere la formazione c’era il maestro Gaetano Mastroiaco che è riuscito a plasmare le voci ottenendo effetti stupendi e volumi estremi . Sicuramente l’originalità delle armonizzazioni ,create dal maestro Francesco Marceddu, e per alcuni brani dal maestro Giuseppe Di Bianco, ha contribuito ad esaltare quegli effetti e quei volumi.

Allestire un vasto repertorio di questo tipo non è semplice, considerando che la preparazione dei brani è stata realizzata nei ritagli di tempo . Chi parla conosce le difficoltà che si incontrano in questo genere di lavoro e soprattutto l’ umiltà che ci vuole da parte di ogni artista nel cercare  il risultato di gruppo , sapendo ascoltarsi  senza prevalere sugli altri. Un plauso personale va al tenore Enrico Zara (ma senza sminuire gli altri),  che ha saputo interpretare  le parti solistiche degli spirituals,  usando con maestria la voce  in tutta la sua gamma di registri e volumi adattandola nello specifico ad ogni singolo brano.

Il concerto è stato accompagnato da una mostra di opere dello scultore Antonio Rais e da degustazione di vini della ditta Fratelli Serra e di dolci di Sardelizia.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

In Cantigas Ensemble vocale è nato nel 2014, ed  è composto da cantanti lirici, uniti dall’amore e passione per la musica, provenienti da diverse realtà territoriali, con alle spalle un’esperienza musicale pluriennale non soltanto di tipo corale ma anche solistica. I componenti dell’ensemble fanno parte tutti del Coro del Teatro Lirico di Cagliari.
Il nome del gruppo è un richiamo diretto alle canzoni monofoniche spagnole del XIII secolo, raccolte in un codice musicale, in onore della Vergine Maria e dei suoi miracoli.
La scelta del nome, proviene dall’esigenza di approfondire la letteratura vocale, dal canto gregoriano fino a giungere ad autori contemporanei, per abbracciare le sonorità mediterranee riconducibili alla stessa tradizione.
La formazione è modulata tenendo presenti le esigenze del repertorio: dalla piccola formazione madrigalista sino al gruppo corale da camera.
In Cantigas organizza una serie di attività volte alla conoscenza e alla diffusione della Musica vocale, proponendo l’ascolto di un coro lirico maschile dalla vocalità ricca e generosa che conserva il calore delle voci latine e mediterranee.
La formazione vocale è diretta da Gaetano Mastroiaco.
Con l’ensemble collabora sin dagli inizi il Compositore Francesco Marceddu.

Prossimi appuntamenti: “Note di Natale” – Sorgono “Teatro Comunale” 22 dicembre 2014 ore 20.30
Bosa “Cattedrale dell’Immacolata” 26 dicembre 2014 ore 19,00
Serrenti Teatro Comunale 29 dicembre 2014 ore 20.30

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Gli imprevisti fanno parte della vita. Anche in teatro possono capitare. Se  all’ultimo momento si ammala un cantante, deve essere sostituito subito, affinché lo spettacolo possa andare avanti. Così pure nell’orchestra. Una prima parte che manca (violino, tromba,flauto, corno ecc) , deve essere sostituita   perchè senza di essa, che spesso svolge un ruolo solistico,  l’opera o il concerto non avrebbe ragione di esistere.

In questo periodo di intensa attività legata alla messa in scena de Gli Stivaletti, è avvenuto un fatto inaspettato: il maestro del coro del Teatro Lirico di Cagliari , Marco Faelli ha concluso il suo contratto, ed è stato chiamato a dirigere il coro del Teatro San Carlo di Napoli.

In breve tempo si doveva trovare un valido sostituto, che avesse un bel curriculum ed una certa esperienza. Il coro di Cagliari composto da più di 70 professionisti, (ognuno nello specifico con esperienze e curriculum di buon livello), non poteva essere messo nelle mani del primo che capita.

Si è optato perciò in una sostituzione momentanea  con un giovane maestro locale, che lavora  già da diverso tempo al Lirico, come maestro collaboratore : Gaetano Mastroiaco.

Gaetano ha preso in mano  il lavoro di preparazione dell’opera Gli Stivaletti ( cominciato col maestro Faelli), fino alla messa in scena. Un lavoro duro e difficoltoso, considerati la lingua straniera  (russo), le parti  spesso divise in 8 voci, e le difficoltà  sul  palcoscenico con una regia molto movimentata, dove il coro, oltre che cantare, ha anche l’impegno di danzare semplici coreografie.

Gaetano se l’è cavata egregiamente sia nelle prove di sala, sia in palcoscenico.

Ieri, in occasione della Prima, è  entrato lui stesso in scena vestito da cosacco potendo dare così gli attacchi più facilmente e risolvendo difficili momenti musicali causati dalla complessità registica.  Un’ottima trovata che ha colmato qualche lacuna che si era presentata  durante le prove generali.

E’ stato un piacere lavorare con lui e penso  che ciò sia stato reciproco. Ieri sera in camerino ci ha fatto trovare una bella sorpresa.

 

 

Gaetano Mastroiaco – Nato a Cagliari, si diploma in pianoforte sotto la guida di Gabriella Artizzu al Conservatorio della sua città, dove studia

anche direzione d’orchestra. Dal 2000 lavora per il Teatro Lirico di Cagliari come maestro collaboratore di sala e palcoscenico, pianista in orchestra, clavicembalista e organista, accompagnatore al pianoforte di cantanti e strumentisti. Da oltre dieci anni è pianista accompagnatore per le selezioni e i concorsi per professori d’orchestra indetti dalla Fondazione. Nel corso della sua carriera ha collaborato con importanti direttori come: Lorin Maazel, Roberto Abbado, Marko Letonja, Gennadi Rozhdestvensky, Alexander Vedernikov, Renato Palumbo, Mikhail Jurowski, Maurizio Benini, Rafael Frühbeck de Burgos, Aldo Ceccato, Gianluigi Gelmetti, Hubert Soudant, Donato Renzetti, e registi quali: Giancarlo Cobelli, Giancarlo Del Monaco, Lorenzo Mariani, Stefano Vizioli, Denis Krief, Eimuntas Nekrosius, Stephen Medcalf, Hugo De Ana, Graham Vick, Alberto Fassini, Pier Luigi Pizzi, Michele Mirabella, Luca Ronconi.

Da anni lavora con il Coro del Teatro Lirico di Cagliari, di cui è stato pianista accompagnatore (per la direzione di Paolo Vero, Andrea Faidutti, Fulvio Fogliazza e Marco Faelli) e direttore in concerti per le scuole. Ha collaborato come consulente musicale per la casa discografica Dynamic e per la Rai, in occasione della registrazione di opere liriche e della loro diffusione audio-video in Europa.

Nel 2006 ha inciso la colonna sonora di Jimmy della collina (regia di Enrico Pau), film in concorso in prestigiosi festival internazionali. Nel 2008, per la Stagione lirica e di balletto del Teatro Lirico di Cagliari, ha eseguito l’accompagnamento strumentale di Falstaff, sostituendo l’Orchestra nella riduzione pianistica della partitura, in occasione di due rappresentazioni dell’opera diretta da Gabriele Ferro. Svolge attività concertistica come solista e in ensemble da camera. Da diversi anni si dedica inoltre alla direzione d’orchestra (recentemente è stato assistente di Julia Jones e Hubert Soudant). Dal 2010 ad oggi ha ricoperto il ruolo di Direttore musicale di palcoscenico del Teatro Lirico di Cagliari, dove è stato Altro Maestro del coro e assistente del maestro del coro Marco Faelli. Attualmente è Maestro preparatore del Coro del Teatro Lirico di Cagliari.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Che fine ha fatto la corona di RE diesis? Chi l’avrà rubata?”  Sono le prime parole che Maria Cristiana Ardu, guida e animatrice del Teatro Lirico di Cagliari, pone ai piccolissimi della scuola materna di Assemini (CA), prima di cominciare la ormai tradizionale Caccia al Tesoro all’interno dei spazi teatrali.

Questa mattina l’ingresso era più affollato del solito. Infatti , oltre alla fila di persone formata per acquistare  abbonamenti alla nuova stagione lirica, c’erano anche diversi gruppi di scolari e studenti delle scuole cagliaritane pronti per la visita guidata a teatro.

Maria Cristiana Ardu è impegnata con i piccolissimi della scuola materna, incantati da ciò che racconta prima di cominciare il tour.

I personaggi di questa avventura portano i nomi delle note musicali; in tal modo i bambini prendono dimestichezza con i rudimenti della musica. Hanno poi seguito un percorso disseminato da foglie, che li ha portati alla corona del RE diesis dopo aver però visitato il laboratorio della falegnameria con i  falegnami all’opera nella costruzione delle scene; le sarte alle prese con la confezione degli abiti  della Norma che inaugurerà la nuova Stagione Lirica; gli artisti del coro diretti dal maestro Marco Faelli durante le prove nella loro sala coro accompagnati al pianoforte da Gaetano Mastroiaco; e poi la sala prove orchestra e gli strumenti musicali e naturalmente il palcoscenico ; fino a raggiungere la tanto ricercata corona. Una giornata ricca di  nuove scoperte che,( e questo è garantito), i bambini non dimenticheranno facilmente.

Ideatore di tutto ciò è il maestro Eugenio Milia al quale ci si può rivolgere per  informazioni e per poter  prenotare una visita guidata. L’invito è rivolto naturalmente a tutte le scuole di ogni ordine e grado università compresa, ma anche alle scuole di danza, ai gruppi di centri culturali per giovani e anziani, scuole di teatro, associazioni musicali ecc.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Questa mattina, al Teatro lirico di Cagliari si è tenuto un cencerto-lezione per i ragazzi delle scuole elementari del Convitto di Cagliari e delle scuole medie Rosas di Quartu Sant’Elena. Il tema era quello della professione dell’artista del coro.

Dopo un’ esposizione del maestro Eugenio Milia (responsabile della diffusione dell’attività del teatro nelle scuole), dove presentava il coro e le differenze vocali delle varie sezioni (soprani, contralti,tenori,bassi),  il maestro Gaetano Mastroiaco ha diretto il coro in un famossissimo brano verdiano, il”Fuoco di gioia” tratto dall’Otello di Giuseppe Verdi in cui le voci hanno una scrittura musicale tale da emulare il rumore delle scintille del fuoco nell’atmosfera che si crea intorno ad un falò .

L’artista del coro Giuliana Carone ha poi evidenziato la differenza fra le voci  impostate della lirica e quelle della musica leggera e il percorso di studi di un artista del coro che non si limita solo alla voce ma anche allo studio del pianoforte e a quello di tante altre materie tra le quali  la storia della musica e l’arte scenica. Gli artisti del coro infatti non solo cantano ma si differenziano dai coristi perchè recitano in palcoscenico indossando costumi di scena trucco e parrucche. I ragazzi sono stati attentissimi e forse  perchè  erano stati preparati dai loro insegnanti a questo evento. Si sono eseguiti poi altri brani corali tratti da opere  di Donizetti e Leoncavallo. Oltre alla direzione del maestro Mastroiaco, il coro è stato accompagnato al pianoforte dal maestro Andrea Mudu.

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

villasimius concertoPuò capitare di imbattersi in un pubblico diciamo così “ignorante”, col rispetto, considerando che la parola ignorante significa persona che ignora, che non conosce. In questo caso parlo di un pubblico che non conosce le regole per l’ascolto di un concerto classico. Di questo naturalmente non ne faccio alcuna colpa. Il pubblico per un artista è sempre sacro. Le regole di cui parlo, oltre quella di arrivare con una certa puntualità ad un concerto (per rispetto a chi lo ha fatto), quella di non rumoreggiare (tutti hanno diritto di ascoltare senza disturbo) c’è anche quella di applaudire al momento opportuno.
Quando però ci si trova in un ambiente che di suo non è quello ideale per un concerto, queste regole in generale decadono. Ieri notte col coro del Teatro lirico di Cagliari abbiamo eseguito il primo dei concerti decentrati, dedicati principalmente ai tanti turisti che animano la nostra isola in questo periodo.
Il programma prevedeva i Carmina Burana accompagnati da due pianoforti e percussioni, il luogo era la rinomata località di Villasimius, che come sempre pullulava di turisti. Nell’Anfiteatro, nonostante il forte vento di maestrale, il pubblico ha riempito la platea e le gradinate ed è stato particolarmente generoso scandendo ogni fine brano con gli applausi . Ugualmente piacevole.
Domani ci sposteremno in un altro paese,molto suggestivo: Segariu.

Nelle foto alcuni momenti precedenti l’inizio dello spettacolo.

IMG_3743

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »