Articolo taggato “dolianova”

Con 4 concerti a Cagliari, Monserrato, Monastir e Dolianova, prosegue

il protocollo d’intesa culturale fra Arcidiocesi e Teatro Lirico di Cagliari

 Mercoledì 25 ottobre alle 20, nella sontuosa cornice della Cattedrale di Santa Maria Assunta di Cagliari, si tiene il primo di quattro concerti del Coro femminile del Teatro Lirico di Cagliari, diretto da Donato Sivo. L’accompagnamento musicale è affidato a: Maria Elena Bovio (arpa), Luca Maria Leone (corno), Alessandro Cossu (corno).

 

Il programma musicale prevede: Vier Gesänge op. 17 per arpa, due corni e coro femminile di Johannes Brahms (Amburgo, 1833 – Vienna, 1897); Choral Hymns da The Rig Veda op. 26 per arpa e coro femminile di Gustav Theodore von Holst (Cheltenham, 1874 – Londra, 1934); A Ceremony of Carols op. 28 (nn. 2-6-10) per arpa e coro femminile di Benjamin Britten (Lowestoft, 1913 – Aldeburgh, 1976).

 L’ingresso alla manifestazione, della durata di 40 minuti circa, è libero.

 Il concerto viene replicato, nei giorni successivi, in altri tre luoghi di culto della Diocesi di Cagliari: giovedì 26 ottobre alle 20, nella Parrocchia di Sant’Ambrogio di Monserrato; venerdì 27 ottobre alle 19, nella Chiesa di Nostra Signora di Fatima di Monastir; sabato 28 ottobre alle 20, nella Cattedrale di San Pantaleo di Dolianova.

 

Con questi importanti concerti prosegue la collaborazione fra Arcidiocesi e Teatro Lirico di Cagliari nell’ambito del protocollo d’intesa culturale, stipulato nel marzo 2016, che prevede l’attuazione di «un progetto culturale finalizzato all’esecuzione di vari concerti dell’Orchestra e del Coro della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari nelle varie Parrocchie della Diocesi di Cagliari».

Un particolare ringraziamento al Rotary Club Cagliari che affianca il Teatro Lirico di Cagliari nel progetto di valorizzazione dei beni culturali di Cagliari e della Sardegna.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

Maria Elena Bovio – arpa

Diplomata in arpa al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Torino nel 1989 nella classe di Gabriella Bosio, prosegue gli studi perfezionandosi e diplomandosi alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, nel 1992, sotto la guida di Giuliana Albisetti, Judith Liber e Susanna Mildonian. Successivamente, nel 1994, si diploma al Conservatorio Nazionale di Musica e Danza “Pierre Cochereau” di Nizza sotto la guida di Elizabeth Fontan-Binoche e, nel 1996, sotto la guida di Elena Zaniboni, al Corso di specializzazione di Arpa dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma. Inoltre si è perfezionata con Ursula Holliger, Vera Vergiat Barlati, Fabrice Pierre e, all’Accademia Chigiana di Siena, con Susanna Mildonian. Vincitrice di numerosi concorsi di esecuzione musicale nazionali ed internazionali (“Città di Stresa”, 1990; “Città di Asti”, 1990 e 1992; “Franz Schubert”, 1991; “Amici di Castel Sant’Angelo”, 1992; “Rovere d’oro”, 1994), svolge un’intensa attività concertistica in Europa, sia come solista sia in formazioni cameristiche, interpretando il più importante repertorio per arpa. È stata diretta ed affiancata da noti direttori e solisti quali: Massimo De Bernart, Maxence Larrieu, Donato Renzetti, Robert Cohen. Già docente d’arpa nei Conservatori Statali di Musica di Adria (1993), Reggio Calabria (1994), Novara (1995), Benevento (1999), Palermo (2000), Salerno (2001), Monopoli (2002), Cuneo (2003), Potenza (2003-2010), è attualmente titolare della cattedra di arpa al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano. Dal 1993 ha ricoperto il ruolo di “prima arpa” dell’Orchestra Filarmonica di Torino, con la quale ha partecipato a celebri concerti, in diretta televisiva in mondovisione, “Pavarotti & Friends” (1995, 1996, 1997), “Natale in Vaticano” (1996, 1998) “I tre Tenori”, da cui, in seguito, sono stati realizzati numerosi cd. Vincitrice delle audizioni indette da numerosi teatri italiani: Regio di Torino (1997), Verdi di Pisa (1997), Massimo Bellini di Catania (1998, 1999, 2000), Massimo di Palermo (1999, 2001), Vittorio Emanuele di Messina (1999), collabora con le stesse orchestre con l’incarico di prima arpa o arpa di fila. Ha collaborato inoltre con l’Orchestra Internazionale d’Italia, con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia di Roma (con quest’ultima ha preso parte alla tournèe in Giappone nel 2001 diretta da Myung-whun Chung), con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI ed attualmente collabora, come prima arpa, con l’Orchestra della Radio della Svizzera Italiana. È stata membro di giuria in commissioni di concorsi ed esami ed è autrice di numerose trascrizioni per arpa e strumenti. Ha inciso per RAISAT e, come solista, ha inciso due cd, uno edito dalla Stradivarius di musica contemporanea ed un altro, edito dalla SMC, con musiche di Faurè (Impromptu), Roussel (Impromptu), Debussy (Sonata e Danses) e Ravel (Introduction et Allegro).

 Coro femminile del Teatro Lirico di Cagliari

Protagonista di un’importante attività che, a partire dal dopoguerra, lo ha portato ad eseguire oltre cento titoli di lirica, si qualifica anche per la capacità di affrontare il repertorio sinfonico. Ha avuto tra i suoi direttori Bonaventura Somma, Roberto Benaglio, Giorgio Kirschner e, in anni recenti, è stato diretto dal 1997 al gennaio 2005 da Paolo Vero, dal giugno 2005 al dicembre 2007 da Andrea Faidutti, dal gennaio 2008 al dicembre 2011 da Fulvio Fogliazza, dal gennaio 2012 al novembre 2014 da Marco Faelli e, dal dicembre 2014, da Gaetano Mastroiaco. La disponibilità e la capacità di interpretare lavori di epoche e stili diversi in lingua originale sono caratteristiche che lo hanno reso tra le compagini più duttili ed apprezzate da direttori d’orchestra e registi. Il complesso ha avuto particolare cura per le opere di compositori del Novecento, tra cui Le Roi David di Honegger, Stabat Mater di Poulenc, Assassinio nella cattedrale di Pizzetti, Sinfonia di Salmi di Stravinskij, Coro di morti di Petrassi, La visita meravigliosa di Rota, Stabat Mater di Szymanowski. Tra le interpretazioni delle ultime stagioni hanno particolare rilievo il Te Deum di Berlioz con la direzione di Gabor Ötvös, la Seconda Sinfonia di Mahler con Alun Francis, il Requiem e la Messa dell’Incoronazione di Mozart con Ton Koopman, il Requiem di Cherubini diretto da Frans Brüggen, il Requiem tedesco di Brahms e La Creazione di Haydn con Gérard Korsten, la Passione secondo Giovanni e la Passione secondo Matteo di Bach con Peter Schreier, le opere Sebastian, tratta da Le martyre de Saint-Sébastien di Debussy (prima produzione italiana), con la direzione di Georges Prêtre, ?erevi?ki di ?ajkovskij diretta da Gennadi Rozhdestvensky. Negli anni scorsi ha collaborato con registi quali Dario Fo, Beni Montresor, Stefano Vizioli, Lorenzo Mariani, Filippo Crivelli, Luca Ronconi, Hennings Brockhaus, Alberto Fassini, Denis Krief, José Carlos Plaza, Stephen Medcalf, Pier Luigi Pizzi, Graham Vick. Sotto la guida di Lorin Maazel ha eseguito con successo la Nona Sinfonia di Beethoven nel 1999, e l’anno successivo in un’apprezzata versione multimediale. Nel 2002 il Coro, insieme all’Orchestra del Teatro Lirico, ha rappresentato l’Italia nell’ambito della rassegna Italienische Nacht, organizzata dalla Bayerischer Rundfunk al Gasteig di Monaco di Baviera e trasmessa in diretta dalla radio bavarese. Particolarmente apprezzate sono state, inoltre, le esecuzioni della Liturgia di San Giovanni Crisostomo di ?ajkovskij e il Vespro in memoria di S. Smolenskij di Rachmaninov. Nel giugno 2003 ha eseguito, con la New York Philharmonic diretta da Lorin Maazel, brani da Porgy and Bess di Gershwin. Per la casa discografica Dynamic ha inciso Die Feen di Wagner, Dalibor di Smetana, (premiate, rispettivamente, da “Musica e Dischi” quale miglior disco operistico italiano del 1997, e da “Opéra International” col “Timbre de Platine” – gennaio 2001), ?erevi?ki di ?ajkovskij, Die ägyptische Helena di Richard Strauss, Goyescas di Granados e La vida breve di De Falla, la Passione secondo Giovanni di Bach, Euryanthe di Weber, Opri?nik di ?ajkovskij, Alfonso und Estrella di Schubert, Hans Heiling di Marschner, Chérubin di Massenet, Die Vögel di Braunfels, Lucia di Lammermoor di Donizetti. È in preparazione l’edizione discografica di A Village Romeo and Juliet di Delius. Per la Rai ha registrato, nel 1998, La Bohème (con Andrea Bocelli nel ruolo di Rodolfo), trasmessa in tutto il mondo, e, nel 2003, Don Pasquale (edito in dvd da Rai Trade).

Alessandro Cossu – corno

Si diploma in corno nel 2011 al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari, sotto la guida di Mario Seoni. Ha partecipato all’attività dell’Orchestra del Conservatorio di Cagliari e collabora regolarmente con l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, oltre che con diverse formazioni da camera attive su tutto il territorio sardo.

 

Luca Maria Leone – corno

Allievo di Augusto Bartoli (primo corno dell’Orchestradel Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” di Trieste), ha conseguito, da autodidatta, il diploma al Conservatorio diMusica“Giuseppe Tartini” di Trieste. Ha frequentato, in seguito, i corsi di perfezionamento tenuti a Portogruaro ed a Fiesole da Radovan Vlatkovic e Jozé Falout, Dale Clevenger all’isola d’Elba e Guido Corti ancora a Portogruaro. Ha collaborato con diversi enti ed istituzioni del Friuli Venezia Giulia fra le quali: l’Aurora Ensemble, l’Associazione Musicisti Giuliani, l’Opera Giocosa e l’OrchestraSinfonica Regionale; ha presieduto, inoltre, l’attività del Quintetto di Ottoni Triestino che si è brillantemente classificato alla VII Rassegna diMusicad’Insieme a Genova. Ha collaborato conil TeatroComunale “Giuseppe Verdi” di Trieste e, sempre in qualità di primo corno, con l’OrchestraFilarmonica di Udine. Vincitore di diverse audizioni, ha svolto la sua attività al Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” di Pisa, alTeatro Massimodi Palermo, all’OrchestraSinfonica Siciliana, al Teatro Comunale di Bologna, alla Fondazione Arturo Toscanini, all’Orchestradel MaggioMusicale Fiorentino, al Festival Puccini di Torre del Lago e all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma.

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

L’ape musicale, delizioso pastiche di Lorenzo Da Ponte,

nel Sagrato della Cattedrale di S. Pantaleo a Dolianova

 Lunedì 24 luglio, alle 21, nello spettacolare Sagrato della Cattedrale di San Pantaleo a Dolianova va in scena L’ape musicale (IV), azione teatrale in un atto che il librettista Lorenzo Da Ponte, autore, fra l’altro, della trilogia mozartiana (Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte), scrisse per il Park Theatre di New York nel 1830, combinando musiche del repertorio lirico di quel tempo, a partire dalle opere più famose di Gioachino Rossini.

Un’occasione rara e preziosissima per ascoltare ottima musica lirica davanti ad uno dei principali monumenti romanici della Sardegna che farà da cornice all’opera che viene eseguita, per la prima volta, nella ricostruzione effettuata dal musicologo Francesco Zimei, su commissione del Teatro Lirico di Cagliari.

La regia è affidata a Davide Garattini Raimondi, vincitore, lo scorso marzo, del prestigioso Premio della Critica “Franco Abbiati”, sezione speciale “Filippo Sienbaneck”, per un progetto didattico-operistico per le classi primarie del Carcere minorile Beccaria di Milano. Le scene e le luci sono di Paolo D. M. Vitale, mentre i costumi sono affidati a Giada Masi e la coreografia a Barbara Palumbo. In questo nuovo allestimento del Teatro Lirico di Cagliari, viene proposto lo squisito intreccio musicale di Lorenzo Da Ponte in una versione contemporanea, coloratissima ed estiva che ben si adatta con l’attualità del libretto e della musica.

La direzione musicale di L’ape musicale è affidata a Fabrizio Ruggero che dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco. L’accompagnamento al fortepiano è di Giancarlo Salaris.

L’opera si avvale di un cast di giovani cantanti: Beatrice Mezzanotte (Lucinda), Daniele Terenzi (Mongibello), Salvatore Salvaggio (Don Nibbio), Anibal Mancini (Narciso), Mauro Secci (Don Canario).

“L’Ape musicale era un cavallo di battaglia di Lorenzo Da Ponte fin dal 1789, quando un primo lavoro con questo titolo aveva esordito al Burgtheater di Vienna in seguito a una sottoscrizione fra gli amanti del genere per il mantenimento in vita della compagnia d’Opera Italiana. La formula, semplice e d’effetto, era quella del pastiche: su un apposito canovaccio venivano cioè inanellati i cori e le arie più ammirate, coinvolgendo i cantanti stessi che le avevano in repertorio. Affidandosi a testi sempre diversi e a programmi costantemente aggiornati, Da Ponte aveva poi ripreso il lavoro ancora a Vienna nel 1791 e l’anno successivo a Trieste, per motivi principalmente commerciali.” (da: Francesco Zimei, “Aspettando L’ape musicale”, saggio per il programma di sala)

 La trama della versione newyorkese, che cambia i nomi dei personaggi ma mantiene l’originale impianto, ambienta l’opera in una delle Isole Fortunate, metafora di Manhattan, dove un gruppo di appassionati di opera lirica italiana – fra cui un musicista, un cantante squattrinato, un poeta furbacchione ed un impresario teatrale – sono in fermento per l’arrivo di una cantante dall’Italia che dovrà risollevare le sorti della compagnia.

 

L’opera, che ha una durata complessiva di 1 ora e 30 minuti circa, sarà preceduta da un prologo composto per l’occasione da Antonio Marcotullio, Bridges (reminiscenze americane), per tenore, coro e orchestra.

 

L’ape musicale viene replicata mercoledì 26 nell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini e venerdì 28 luglio nel Sagrato della Chiesa di San Platano a Villaspeciosa sempre alle 21.

 

Tutte le rappresentazioni dell’opera L’ape musicale rientrano nel Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

 

L’ingresso alla manifestazione è libero.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 22 luglio 2017

 

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

We Live in Christmas: dal 18 al 25 dicembre nel Parteolla 

va in scena la rievocazione itinerante del Natale in costume sardo. 

Sarà un Avvento riscaldato dal fuoco della tradizione quello che quest’anno avvolgerà il Parteolla, storica regione della Sardegna sud-orientale: dal 18 al 25 dicembre nei suoi comuni si terrà la prima edizione di “We Live in Christmas”, rievocazione itinerante del Natale in costume tradizionale sardo, progetto volto alla riscoperta delle tradizioni e dei più rappresentativi luoghi di culto della zona.

Gli storici sagrati delle chiese faranno da scenario alle sette rappresentazioni delle tappe che accompagnano il tempo liturgico che precede il Natale e vedranno coinvolti i centri di Serdiana, Donori, Settimo San Pietro, Soleminis, Barrali e Dolianova.

Ideato da Nicola Michele e dalla Cooperativa Sociale Salto del Delfino con il sostegno dell’Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna e il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Parteolla e Basso Campidano, il progetto coinvolge alcune tra le più importanti realtà artistiche e culturali della zona tra le quali la Compagnia Doliense (Dolianova) e il Gruppo Folk Città di Dolianova.

GLI APPUNTAMENTI  

 Il progetto “We Live in Christmas” prenderà vita domenica 18 dicembre a Serdiana, con la prima tappa presso la Chiesa Parrocchiale del S.S. Salvatore. Alle ore 11, nella cornice del complesso architettonico risalente al XV secolo, andrà in scena “Il Sogno di Maria”, prima rappresentazione che avrà come momento di approfondimento il tema culturale del vino e della sua arte.

Il giorno dopo (lunedì 19) il cammino dell’Avvento continuerà a Donori, dove alle 18:30 presso la Chiesa di San Giorgio Vescovo, verrà rappresentata “La visita di Maria alla cugina Elisabetta”, con il tema culturale questa volta incentrato sul formaggio nella tradizione parteollese.

Martedì 20 dicembre l’aria del Natale soffierà in quel di Settimo San Pietro dove nella Chiesa di San Pietro Apostolo alle ore 18:30 sarà inscenato “Il dubbio di Giuseppe. L’editto del censimento”, con un focus dedicato al pane e le sue forme. Un viaggio di circa sette chilometri accompagnerà il cammino avventizio nella cornice della Chiesa di San Giacomo Apostolo a Soleminis il

21 dicembre ore 18:30, con la rappresentazione della “Partenza di Giuseppe e Maria per Betlemme” e il tema culturale questa volta dedicato al miele e la sua produzione. A Barrali (Chiesa di Santa Lucia) si giungerà il giorno seguente

 (22 dicembre) alle 18:30 con ”Il viaggio e l’incontro con i contadini” (tema culturale: i frutti della terra).

Dolianova terminerà il cammino di Maria e Giuseppe verso la tanto attesa Natività: il 23 dicembre ore 19 nel sagrato della Cattedrale di San Pantaleo verrà rappresentato “L’arrivo a Betlemme e il rifugio nella mangiatoia” con il tema culturale dedicato all’olio e la sua luce e il 24 dicembre alle ore 23:30 si assisterà alla “Nascita di Gesù”.

Il programma completo con ulteriori informazioni e aggiornamenti è disponibile sul sito www.weliveinchristmas.it

L’ORGANIZZAZIONE - La cooperativa sociale “Salto del Delfino” si propone di valorizzare e convogliare le innumerevoli risorse culturali presenti nel territorio del Parteolla nel quale opera da oltre dieci anni. Fondata nel 2002, la compagnia svolge la propria attività di produzione e distribuzione di spettacoli teatrali e conduzione di percorsi di educazione al teatro e laboratori espressivi nell’ambito del teatro sociale e della teatroterapia. Da anni rivolge le sue energie al teatro per l’infanzia e al teatro contemporaneo presentando i propri spettacoli presso le scuole di vario ordine e grado, nei comuni, biblioteche, centri di aggregazione sociale e vari enti pubblici e privati. La direzione artistica si snoda in un percorso di ricerca espressivo che contempla i vari linguaggi performativi: dal teatro alla danza, alla clownerie, con la commistione di impianti visuali e sonorità e che richiamano caratteri antropologici e elementi naturali. Alla base dei propri lavori vi sono molto spesso le scritture originali e una continua sperimentazione sul gesto e sul movimento.

La direzione artistica è affidata a Nicola Michele, formatosi presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica di Cagliari e specializzatosi presso la Scuola di Formazione Triennale di Teatro e Teatroterapia diretta da Walter Orioli a Milano, e presso la Biennale di Venezia con il Maestro argentino Ricardo Bartis. Forte dell’esperienza maturata sul territorio, la Compagnia vuole coinvolgere le risorse umane e paesaggistiche all’insegna di una maggiore visibilità e attrattività turistica.

I LUOGHI - Il Parteòlla è una regione storica della Sardegna sud-orientale. Il territorio corrisponde a quello della curatoria di Dolia del Giudicato di Cagliari. Il nome Parteolla deriva dalla Curatoria (o partes) di Dolia, detta anche parte Olla. Situata nel Basso Campidano, ha come capoluogo Dolianova e anticamente è stata anche sede della diocesi. L’Unione dei Comuni del Parteolla e Basso Campidano rappresenta una rete territoriale di piccoli centri urbani contigui in associazione tra loro e comprende i comuni di Serdiana, Donori, Settimo San Pietro, Soleminis, Barrali e Dolianova. Il principio alla base della costituzione della rete di partenariato, oltre che quello di fornire adeguata rappresentatività della società locale e dei settori coinvolti dalle ricadute del progetto, mira a fornire un importante contributo in termini di competenze tecniche specifiche per l’attuazione degli interventi, al fine di elevare la fattibilità del progetto in termini organizzativi e gestionali. (fonte: www.regione.sardegna.it)

Cattedrale di San Pantaleo – Dolianova

We Live in Christmas

18 > 25 dicembre 2016

Unione dei Comuni del Parteolla e del Basso Campidano

Serdiana – Donori – Settimo San Pietro – Soleminis – Barrali - Dolianova

PROGRAMMA

18 dicembre – ore 11

“Il Sogno di Maria”

Chiesa Parrocchiale del S.S. Salvatore – Serdiana

TEMA CULTURALE: Il vino e della sua arte

19 dicembre – ore 18:30

“La visita di Maria alla cugina Elisabetta”

Chiesa di San Giorgio Vescovo - Donori

TEMA CULTURALE: Il formaggio nella tradizione parteollese

20 dicembre – ore 18:30

“Il dubbio di Giuseppe. L’editto del censimento”

Chiesa di San Pietro Apostolo - Settimo San Pietro

TEMA CULTURALE: Il pane e le sue forme

21 dicembre – ore 18:30

“La Partenza di Giuseppe e Maria per Betlemme”

Chiesa San Giacomo Apostolo - Soleminis

TEMA CULTURALE: Il miele

22 dicembre – ore 18:30

Il viaggio e l’incontro con i contadini”

Chiesa di Santa Lucia - Barrali

TEMA CULTURALE: I frutti della terra

 23 dicembre – ore 19

“L’arrivo a Betlemme e il rifugio nella mangiatoia”

Cattedrale di San Pantaleo - Dolianova

TEMA CULTURALE: L’olio e la sua luce

24 dicembre – ore 23:30

La Nascita di Gesù”

Cattedrale di San Pantaleo - Dolianova

Compagnia Salto del Delfino

telefono: +39 338 9135337

sito: www.saltodeldelfino.it

email: ilsaltodeldelfino@tiscali.it 

facebook: facebook.com/salto.teatrostudio

Ufficio Stampa

Simone Cavagnino

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

La scuola di Architettura dell’Università di Cagliari e Casa Falconieri, con la collaborazione di INARCH Sardegna e SARDARCH, promuovono la qualità dell’architettura emergente in Sardegna organizzando una selezione di opere e progetti realizzati da architetti sardi di età inferiore a 40 anni. L’iniziativa, intitolata “SYA2016 – SARDINIA. Young Architects”, prevede l’esposizione dei lavori durante il mese di giugno negli spazi del Centro culturale e d’arte Torre dell’acqua di Dolianova. Presentata ieri a Cagliari nella sede della Fondazione di Sardegna, la manifestazione e i suoi cinque eventi si inquadrano all’interno delle attività del progetto D’ART previste dalla Fondazione Casa Falconieri per il biennio 2016-18.

Il calendario delle attività in programma a Dolianova prevede l’inaugurazione il 4 giugno alle 19, con una esposizione e la presentazione dei giovani architetti selezionati per SYA2016; il 9 giugno, ore 19:30: Giovani architetti e concorsi internazionali; il 17 giugno, ore 19:30: Giovani architetti e architettura effimera; 24 giugno, 19:30: Arte e Architettura e la biennale di Venezia; 1 luglio, 19:30: Giovani architetti e OPERE REALIZZATE

Comitato Scientifico e Commissione di selezione

direttore scientifico
Carlo Atzeni, Facoltà di Ingegneria e Architettura UNICA

componenti
Andrea Casciu, INARCH Sardegna
Pier Francesco Cherchi, Facoltà di Ingegneria e Architettura UNICA
Gianmarco Chiri, Facoltà di Ingegneria e Architettura UNICA
Matteo Lecis Cocco Ortu/Francesco Cocco/Nicolò Fenu - SARDARCH
Gabriella Locci, Presidente Casa Falconieri
Giorgio Peghin, Facoltà di Ingegneria e Architettura UNICA
Dario Piludu, Direttore Artistico Casa Falconieri
Antonello Sanna, Facoltà di Ingegneria e Architettura UNICA
Giuseppe Vallifuoco, INARCH Sardegna

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Bellissima serata culturale quella di ieri a Dolianova (CA) nella splendida cornice del Museo “Sa Mola de su Notariu” !

Il mezzosoprano Anna Katarzyna Ir e il chitarrista  Valerio Celentano hanno proposto un repertorio per chitarra e voce tratto  delle più belle pagine di musica spagnola di autori della seconda metà dell’800: Granados, De Falla, Rodrigo.

Ha presentato la serata il giornalista Giovanni Sanna  che ha illustrato in maniera semplice la vita di questi autori e il periodo storico e culturale che li ha caratterizzati,   condendo il tutto con aneddoti curiosi della loro vita privata. Il pubblico ha potuto così “gustare” con maggiore interesse il concerto che, devo dire , era veramente di altissimo livello.

Il chitarrista Valerio Celentano ci ha incantato con i suoi virtuosismi e la sua interpretazione  evidenziando una tecnica superba acquisita in anni di studio e perfezionamento con grandi maestri tra i quali spiccano Alirio Diaz e Frederic Zigante.

Il mezzosoprano Anna Katarzyna Ir ha cantato con una voce morbida e rotonda, sempre sul fiato, priva di qualunque forzatura,  emozionando per la qualità tecnica e interpretativa e mostrando  grande affiatamento con il chitarrista.

Insomma un bel concerto che ha fatto godere il numerosissimo pubblico che ha affollato lo spazio all’aperto del museo e che ha potuto concludere la serata con una cena a base di prodotti tipici della zona, famosissima soprattutto per la produzione dell’Olio.

Nelle foto alcuni momenti della serata.

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Sarà un concerto tutto dedicato alle canzoni e danze spagnole quello che si terrà domani sera 12 agosto a Dolianova (CA).

Il mezzosoprano Anna Katarzyna Ir accompagnata dal chitarrista  Valerio Celentano, eseguiranno un repertorio che comprende Canzoni e danze di  Enrique Granados, Manuel De Falla , Joaquin Rodrigo.

Il concerto,che si terrà presso il “MUSEO DELL’OLIO” SA MOLA DE SU NOTARIU IN VIALE EUROPA 18 -DOLIANOVA, sarà presentato dal giornalista Giovanni Sanna.

Chi volesse può consumare una cena a base di prodotti locali al costo di 10 euro.

Anna Katarzyna Ir , mezzosoprano, è nata a Cracovia (Polonia). Ha completato i suoi studi musicali in Italia  presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Martucci” di Salerno, sotto la guida del M° Daniela Del Monaco.
Già dall’età di cinque anni entra a far parte del coro di voci bianche della Cattedrale di Cracovia appassionandosi così alla musica vocale.
È ammessa in seguito al Conservatorio “Mieczyslaw Karlowicz” di Cracovia e all’’“Akademia Muzyczna” a Breslavia.

Al suo arrivo in Italia si esibisce presso Castel Gandolfo davanti a Sua Santità Giovanni Paolo II . In seguito si perfeziona con artisti di fama internazionale come Elisabetta Scatarzi, Luciana D’Intino, Filippo Morace, Anne Gjevang, Martin Loritz, Regina Himmelbauer , Monica Frölich.

Nel 2008 entra a far parte del Coro lirico del Teatro “G. Verdi” di Salerno. Nel 2013 s col suddetto coro si esibisce in “Traviata” presso il Teatro dell’Opera di Guangzhou (Cina) sotto la direzione del M° Daniel Oren.

Dall’anno in corso  lavora in qualità di aggiunta nel coro del Teatro Lirico di Cagliari.

La sua attività concertistica la vede impegnata in diverse formazioni cameristiche dal duo all’orchestra da camera e di fiati.

Il suo repertorio spazia dalla Musica Sacra al Lieder, al melodramma. È inoltre laureata in Lingue e Letterature straniere presso l’“Akademia Pedagogiczna” di Cracovia.

Valerio Celentano è nativo di Nuoro da genitori campani. Ha compiuto i suoi studi e la sua formazione musicale nel salernitano. Diplomatosi in chitarra col massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Martucci” di Salerno sotto la guida del M° Antonio Grande.

Ha preso parte a numerosi corsi di perfezionamento con chitarristi di fama internazionale come Alirio Diaz, Pavel Steidl, Jyrki Myllärinen, Alvaro Company, Carlo Marchione, Frank Bungarten, Edoardo Isaac, e con Oscar Ghiglia presso l’Accademia Chigiana di Siena.

Dal 2012 si perfeziona col M°Frédéric Zigante presso l’Accademia musicale “A. Corelli” di Castellaneta (TA).

Svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera, imponendosi in numerosi concorsi di esecuzione musicale sia nazionali – Città di Noto (SR), “B. Albanese” di Caccamo (PA), Belvedere di San Leucio (CE), Città di Forio d’Ischia (NA), Concorso “Stillo” di Paola (CS), 2° al Premio delle Arti 2011, Xmas Guitar Contest di Lecce – che internazionali – 2° premio Gargnano 2009, 2° premio “A. Diaz” di Roma 2013, 3° premio “E. Pujol” 2010 di Sassari, 3° premio Città di Sorrento 2013.

È inoltre laureato in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Salerno con una tesi in estetica musicale dal titolo “Il Seicento musicale napoletano attraverso la moda della chitarra spagnola”. Insegna chitarra presso le scuole secondarie di I grado ad indirizzo musicale della provincia di Salerno.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto di Priamo Tolu

Voi mi chiederete cosa hanno a che fare le mollette con la musica. Si, le mollette, quelle per stendere i panni.

Avete presente quelle raffiche di forte maestrale che tanto caratterizzano le serate estive in Sardegna?

Immaginate di assistere ad un concerto durante una di queste serate. I musicisti non riuscirebbero a leggere una nota se non fosse per merito proprio delle mollette. Infatti, grazie a queste, gli spartiti stanno ben saldi sul leggio. I musicisti sono diventati abilissimi nel voltare pagina velocemente sistemando le mollette per bloccarli. Purtroppo però, qualche rara volta,  questa operazione può non riuscire completamente, e allora si può anche assistere ad un fuori programma  dove il professore d’orchestra durante il concerto rincorre lo spartito. Ma questo, lo ripeto, succede davvero di rado.

Questa sera il concerto sarà replicato al Teatro Lirico di Cagliari. Non ci sarà bisogno nè di mollette e nè di scialli. Acquistate tranquillamente il vostro biglietto mezz’ora prima dello spettacolo, accomodatevi e gustatevi le splendide musiche di Rossini, Bizet, Weber, Cajkovskij  dirette da Cristiano Del Monte.

Prezzi biglietti: posto unico € 10,00 (Cagliari), € 5,00 (Dolianova).

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it. Il TeatroLirico di Cagliari si può seguire anche su FacebookTwitterYouTube. Biglietteria online:www.vivaticket.it

Osservate queste due bellissime foto scattate dal fotografo Priamo Tolu in occasione del concerto del Coro e dell’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari a Dolianova qualche sera fa .

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Un’Isola di musica è la rassegna di concerti ideata dal Teatro Lirico di Cagliari per portare la musica direttamente nei centri d’ interesse storico-archeologico della provincia di Cagliari . Un’occasione per i tanti turisti di poter ascoltare della buona musica immersi nella storia millenaria della Sardegna: Paulilatino, Barumini, Nora, Dolianova.

Archiviato il concerto su I Shardana di Porrino è ora la volta di “Pagine d’opera”, medaglione di brani sinfonico-corali estratti da opere di Rossini,Weber, Bizet, Pëtr Il’ic Cajkovskij. Si ascolteranno popolarissimi brani  del Guglielmo Tell o della Carmen di Bizet.

Questa sera il coro e l’orchestra saranno a Dolianova sul sagrato della antichissima chiesa di San Pantaleo. Uno spazio accogliente dove il pubblico, ormai da anni, mostra sempre di gradire i nostri concerti accorrendo numeroso. Lo stesso concerto verrà poi replicato  al Teatro Lirico di Cagliari il prossimo giovedì.

Inizialmente lo spazio cagliaritano doveva essere quello del Parco della Musica. Lo scorso anno in questo luogo, migliaia di persone hanno applaudito i nostri spettacoli e quest’anno era l’occasione per replicare questo successo. Siamo ancora in attesa di capire questo cambio di rotta. Certo che il nostro paese è davvero strano, quando le cose funzionano anziché incoraggiarle si troncano in partenza. Mah!

Ecco di seguito il programma di questo concerto.

Pagine d’opera

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari
direttore Cristiano Del Monte
maestro del coro Marco Faelli

Gioachino Rossini Semiramide: Sinfonia

Gioachino Rossini Guillaume Tell: Quel jour serein; Hyménée; Pas de six; Gloire, honneur

Carl Maria von Weber Der Freischütz: Ouverture; Jagerchor «Was gleicht wohl auf Erden»

Georges Bizet Carmen: PréludeCoro delle sigaraieEntr’acte

Pëtr Il’i? ?ajkovskij Evgenij Onegin: Introduzione e valzer

Nella foto un momento delle col maestro Cristiano Del Monte

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ecco il programma dei concerti decentrati per la stagione lirico-sinfonica estiva. Chi si trova in vacanza in Sardegna in questo periodo potrà prendere nota di tutte le date e i luoghi per poter assistere a questi concerti. Fra tutti spicca I Shardana, l’opera del musicista cagliaritano Ennio Porrino ,  eseguito in forma scenica lo scorso settembre 2013, e che verrà riproposta  in forma oratoriale con le principali arie e l’aiuto di un attore. Da sottolineare che tale concerto verrà eseguito in diversi siti archeologici. Una vera “prelibatezza” per i turisti.

Di seguito tutto il cartellone.

Un’Isola di Musica 2014

8 luglio – 14 agosto

martedì 8 luglio 2014, ore 21 – Teatro Lirico di Cagliari

giovedì 10 luglio 2014, ore 21- Barumini, area archeologica “Su Nuraxi”

martedì 15 luglio 2014, ore 21 - Pula, area archeologica di Nora

giovedì 17 luglio 2014, ore 21 - Paulilatino, complesso nuragico di Santa Cristina

I Shardana

Gli uomini dei nuraghi

dramma musicale in tre atti

libretto e musica Ennio Porrino

riduzione in forma di concerto

personaggi e interpreti principali

Gonnario Alessandro Frabotta

Torbeno Giampaolo Ledda

Bèrbera Jonia Lucia Dessanti

Perdu Moreno Patteri

voce recitante Simeone Latini

maestro concertatore e direttore Anthony Bramall

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

maestro del coro Marco Faelli

martedì 22 luglio 2014, ore 21 - Dolianova, Sagrato della Cattedrale di San Pantaleo

giovedì 24 luglio 2014, ore 21 – Teatro Lirico di Cagliari

pagine d’opera

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Cristiano Del Monte

maestro del coro Marco Faelli

Gioachino Rossini Semiramide: Sinfonia

Gioachino Rossini Guillaume Tell: Quel jour serein; Hyménée; Pas de six; Gloire, honneur

Carl Maria von Weber Der Freischütz: Ouverture; Jagerchor «Was gleicht wohl auf Erden»

Georges Bizet Carmen: PréludeCoro delle sigaraieEntr’acte

Pëtr Il’i? ?ajkovskij Evgenij Onegin: Introduzione e valzer

lunedì 28 luglio 2014, ore 21 - Paulilatino, complesso nuragico di Santa Cristina

martedì 29 luglio 2014, ore 21 - Barumini, area archeologica “Su Nuraxi”

giovedì 31 luglio 2014, ore 21 – Teatro Lirico di Cagliari

lunedì 4 agosto 2014, ore 21 - Iglesias, Centro culturale

martedì 5 agosto 2014, ore 21 - Dolianova, Sagrato della Cattedrale di San Pantaleo

fiati virtuosi

Orchestra di Fiati del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Michelangelo Mazza

clarinetto Corrado Giuffredi

Wolfgang Amadeus Mozart Serenata in do minore per fiati K. 388

Richard Strauss Serenata in Mi bemolle maggiore per 13 strumenti a fiato op. 7

Michele Mangani Verdiana per clarinetto e orchestra, fantasia su temi delle opere di Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi Nabucco: Sinfonia

martedì 5 agosto 2014, ore 21 - Barumini, area archeologica “Su Nuraxi”

giovedì 7 agosto 2014, ore 21 – Teatro Lirico di Cagliari

carmina burana

Ensemble Strumentale e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Marco Faelli

soprano Valentina Farcas

tenore Gregory Bonfatti

baritono Carlo Checchi

pianoforti Gaetano Mastroiaco, Francesca Pittau

Carl Orff Carmina Burana, cantiones profanae per soli, coro, due pianoforti, timpani e percussioni

giovedì 14 agosto 2014, ore 21 – Teatro Lirico di Cagliari

pagine d’opera

Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Walter Attanasi

maestro del coro Marco Faelli

Giuseppe Verdi

Giovanna d’Arco: Sinfonia

Macbeth: Coro delle streghe

Il finto Stanislao: Sinfonia

I due Foscari: Preludio; Alla gioia; Tace il vento

Oberto, conte di San Bonifacio: Sinfonia

Il Trovatore: Coro degli zingari

Attila: Preludio

I Lombardi alla prima Crociata: O Signore, dal tetto natìo

La Traviata: Preludio; Coro di zingarelle e mattadori

Rigoletto: Scorrendo uniti

Nabucco: Sinfonia; Và pensiero

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Dopo avervi presentato la coppia Mazzucato-Cosotti, protagonisti dello spettacolo Operetta Eterno Amore (v. precedente post) eccovi oggi il direttore d’orchestra Romolo Gessi che racconta il suo percorso professionale: dai grandi direttori d’orchestra che hanno segnato la sua preparazione musicale all’incontro con la violinista Alessandra Carani, diventata poi sua moglie, e all’approccio con l’Operetta.

Ma ascoltatelo direttamente dalla sua voce nel video-documento sottostante che ho realizzato qualche giorno fa a Cagliari in occasione della stagione decentrata col Teatro Lirico.

Questa sera lo spettacolo Operetta Eterno Amore diretto da Romolo Gessi andrà in scena a Dolianova (CA), con Daniela Mazzucato, Max Renée Cosotti, Andrea Binetti, Miriam Cosotti, la Lo spettacolo è realizzato da: Alessandro Gilleri (regia), Antonio Giacomin (video proiezioni), Manuela Peresutti (costumi), Claudio Schmid (luci), Luciano Pasini (coreografie).

La manifestazione prevede un biglietto d’ingresso (€ 5 intero, € 3 ridotto) ed ha una durata di un’ora e trenta minuti circa, senza intervallo.


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

parcoProsegue l’interessante corso di tecnica per filmakers organizzato da Schermi Rubati e tenuto da Maurizio Casu.
Ognuno di noi ha realizzato un soggetto sotto la guida del docente Diego Massa, e di questi ne è stato scelto uno, il più semplice da realizzare: quello del corsista Efisio Ibba di cui tutti abbiamo collaborato poi per realizzarne la sceneggiatura.
Ieri ci siamo recati in escursione per visitare i luoghi dove presumibilmente potremmo cominciare le riprese del film . E qui la sorpresa! Il nostro insegnante Maurizio Casu ci ha portato in questo bellissimo parco a me totalmente sconosciuto, sito in Dolianova (CA).
Il parco è tenuto dall’artista Gianni Argiolas che vi lavora ed espone le sue opere. Una meraviglia! Un luogo da visitare assolutamente soprattutto per i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado.(v. notizie http://http://albixpoeti.blog.tiscali.it)
All’interno di questo parco abbiamo individuato una zona dove potrebbe essere possibile ambientare la prima parte del corto. Si è discusso soprattutto su come poter far interpretare all’attore principale la scena di una caduta per renderla credibile.
parco argiolas 1

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

tramonto-1

La bella musica, quando è ben eseguita è davvero terapeutica.

Poter ascoltare ad occhi chiusi un concerto, dove ogni vibrazione di violino entra dentro te fino a farne parte in maniera assoluta, ti ritempra corpo e spirito.
La musica è natura e lo dimostra il fatto che si attribuisce la  sua origine ai rumori naturali quali soffio del vento, rumore del mare, dei temporali, del fuoco ecc.
La stessa sensazione inebriante che provo ad ascoltare una bella musica la provo in egual misura ad ammirare un tramonto.

In questo periodo  particolare, che per motivi di lavoro mi reco quasi ogni sera (più o meno alla stessa ora) in diversi centri della provincia di Cagliari, mi  ritrovo ad ammirare sempre un tramonto, ogni volta da un’angolazione diversa.
Impossibile non fermare questi quadri naturali che ti levano il respiro!

Ho voluto immortalarli, anche se attraverso un finestrino di pulmann in velocità .

Nella bellezza di questi tramonti ogni volta che li osservo, vedo e sento forte tutta la grandezza del mistero del Creato.

tramonto2

Foto realizzate ieri sera sulla strada per Dolianova

Tag:, , , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Ieri sera, a Dolianova (CA) abbiamo provato una bellissima sensazione nel vedere che il pubblico faceva ressa dietro i cancelli per poter assistere al nostro spettacolo.

(continua…)

Tag:, , , , , , , , ,

Comments 3 Commenti »