Articolo taggato “cori”

Se per il 2 settembre alle 21 non avete ancora preso impegni, vi consiglio un concerto frizzante davvero originale. I protagonisti sono “Il cinquetto”,  ensamble vocale con l’accompagnamento del pianoforte. Lo spettacolo porta la firma della compagnia teatrale “Lucido sottile” .

CINQUETTO TIRATO A LUCIDO
- il concerto che sconcerta -

con
FEDERIQUE: Federico Melis
DOTTOREDDA: Carla Caredda
ONI: Stefano Onano
LA RICCIA: Daniela Pibiri
PANDA: Alessandro Ragatzu

Scritto da Tiziana Troja e Maurizio Temporin
Regia Tiziana Troja

Il gruppo vocale “Il Cinquetto” nasce nel 2008 dall’idea di quattro giovani sardi – Carla Caredda, Daniela Pibiri, Alessandro Ragatzu e Stefano Onano – i quali, cresciuti artisticamente insieme in un coro di Selargius, decidono di unirsi per creare un gruppo vocale.
Dopo alcune iniziali collaborazioni con diversi pianisti, il gruppo si consolida in una formazione a cappella. Ma è nel 2012, con l’ingresso del sedicenne pianista Federico Melis, che questo progetto musicale prende davvero forma. Il gruppo – è subito evidente – entra in perfetta sintonia con il nuovo arrivato, creando  quindi l’alchimia giusta che determina l’avvio di una proficua collaborazione.

Punti di riferimento nell’elaborazione delle loro performance sono gli australiani The Idea of North, gli americani Manhattan Transfer e Pentatonix, oltre allo storico Quartetto Cetra.

Il loro repertorio quindi gioca con canzoni di diversi generi musicali che il gruppo propone arrangiate con armonizzazioni a 4 voci e interpretate con un tocco di brio e leggerezza.

Vi posto di seguito un simpatico concerto proposto alla stazione complementare di Cagliari qualche tempo fa.


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Cristina Melis Elisabetta Scano

Un successo annunciato quello di ieri, per l’evento dedicato al maestro Gustavo Melis a 30 anni dalla sua scomparsa. La chiesa di Sant’Anna a Cagliari, era gremita e molte persone pur di assistere  hanno trovato posto in terra ai lati della navata centrale. Il concerto comprendeva Lo Stabat Mater di Pergolesi e il Requem di Faurè . Ad eseguirlo sono stati due cori storici cagliaritani: il Collegium Kalaritanum e la Polifonica Karalitana preparati rispettivamente dai maestri Carmine dell’Orfano e Gianfranco Deiosso.

Elena Schirru Nicola Ebau

Le voci solistiche erano quelle di due artiste cagliaritane: il soprano Elisabetta Scano e il mezzosoprano Cristina Melis, per lo Stabat Mater ,invece per il Requiem ,il soprano Elena Schirru e il baritono Nicola Ebau.  Ad accompagnare i complessi vocali c’era l’Orchestra Kamerata Karalis   diretta dal maestro Sandro Sanna.

Per l’occasione il Requiem di Faurè è stato eseguito in una emozionante versione per Arpa e Organo con Paloma Tironi e Francesca Ajossa.

Fra un brano e l’altro, il vescovo Arrigo Miglio è intervenuto per una breve riflessione sulla Pasqua.

La serata è stata presentata dal giornalista Giacomo Serreli

L’EVENTO è stato organizzato anche grazie alla preziosa collaborazione del LIONS CLUB CAGLIARI SAINT REMY per raccogliere fondi  da destinarsi  alla nuova Casa di accoglienza della Caritas in via Santa Croce.

La  cronaca fotografica è di Stefano Anedda.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Musica dappertutto, come direbbe un mio conterraneo, in tutti i luoghi e in tutti i laghi, tantissima e sempre in modo originale come è nello stile di Stefania Pineider e della sua associazione Studium Canticum. Per Stefania fare musica non è solo un lavoro, ma una  grande passione.  Sfogliando le pagine del nuovo programma si leggono delle cose davvero interessanti.(guarda qui tutto il programma)

Troverete laboratori (per bambini, ragazzi, adulti, per esperti, per principianti) e concerti (di polifonia ‘classica’, di canzoni per bambini, di musica antica, di canto popolare sardo, abruzzese, di musica da ballo).

Troverete cori di ogni etaà, piccoli ensemble, pianisti o violinisti o percussionisti, ma anche ballerini di danze antiche o body percussionists, performer, o una marching band. Li incontrerete in teatri e chiese ma anche in scuole, parchi, mercati, o in biblioteca.
In questo caos apparente sta la nostra idea del far coro: un mezzo potente e altamente essibile per fare incontrare le persone con la musica e per ammettere chiunque all’esperienza del fare la musica.

L’eterogeneita? E’ anche un modo per sfatare alcuni falsi miti legati al coro. Incrociare linguaggi, competenze, luoghi e persone è un modo per mostrare che il coro aborre la staticità, anzi invita chi canta e ascolta al movimento (verso se stessi, gli altri, la musica); che non è una appendice della architettura sacra (che a volte predilige perche? bellissima e accogliente); che non e? legato al passato, anzi, grazie alla sua natura camaleontica, canta cose di oggi, sacre, profane, spiritose, gravi, pensierose, divertenti, cose comprensibili, perche? parlano di noi.

Il primo evento, appena passato era dedicato ai bambini dai 3 ai 5 anni. Il prossimo sarà questo pomeriggio e vedrà protagonisti oltre ai bambini, anche i genitori.

Ascoltare i propri bambini cantare, è sempre bello, sembrano angeli, non è vero? E se per una volta ci fossero anche i genitori dall’altra parte del palco, a buttarsi con loro nell’ebbrezza del cantare insieme, a più voci? Dentro il suono, per imparare ad ascoltare meglio e soprattutto divertirsi un po’! Impareremo un piccolo canone d’orchestra, con trombe, timpani, corni e altri strumenti, ma … tutto con la nostra voce! L’orchestra di voci’ si esibirà durante il Concerto d’estate del coro Scuole in Coro (18/06).

Ingresso libero

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ti racconto la musica di Bach è il titolo dello spettacolo che si è svolto lunedì 26 ottobre al Piccolo Auditorium di Cagliari, ad opera dell’Associazione Studium Canticum e della direttrice Stefania Pineider,  con un concerto per trio d’archi e azioni di contrappunto. Un percorso che ha coinvolto le classi III  IV e V  della di Via Garavetti e il coro Scuole in Coro ripercorrendo i principali eventi biografici della vita di Bach per mezzo di alcune sue composizioni. E’ stata l’ occasione per mettere in luce una caratteristica della musica scelta: la forma, gli strumenti, la destinazione, le caratteristiche melodiche.

C’è stato il canto, il ballo, il ragionamento.

In omaggio a Bach è stato eseguito in prima assoluta Il magnifico ruscello, una cantata per coro e strumenti scritta per l’occasione da Tullio Visioli.

Di seguito alcune foto dell’evento

 

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ecco che riparte il Festival corale  Voci d’Europa 2015, (forse più importante della Sardegna), giunto ormai alla 32^ edizione, fra amarezze e polemiche. Il direttore artistico Luca Sannai apre così la conferenza stampa di presentazione.

E’ con un misto di sensazioni agrodolci che mi accingo a scrivere quella che forse sarà la mia  ultima pagina di saluto in qualità di direttore artistico del festival. 

Come ormai noto, il Coro Polifonico Turritano, organizzatore di Voci d’Europa fin dal 1979, ha  dallo scorso anno una nuova e giovane guida artistica con la quale proseguire l’attività e dare corpo ai progetti futuri. E, come successe al sottoscritto nel 1996, l’onere e l’onore derivante dalla direzione di quest’associazione musicale comporta automaticamente l’affidamento delle redini artistiche del festival, sia da soli che, come quest’anno, con costituzione di apposita commissione.  

Se questo modus operandi fu all’epoca fonte di aspre polemiche, con critiche giunte da ogni dove, smentite in seguito dai risultati e dall’immenso sforzo profuso per mantenere il coro e il festival ai livelli abituali, stavolta esso giunge con naturalezza e senza clamore alcuno, ad ennesima dimostrazione che le norme che hanno regolato l’attribuzione di questa carica sono state uguali per tutti, a prescindere dal prestigio, dai titoli e dall’età di chi ha avuto il privilegio di farne parte. Fatta questa debita considerazione, mi accingo a presentare l’edizione 2015 di Voci d’Europa  che, a differenza delle precedenti, si farà notare per alcuni cambiamenti, dettati purtroppo da un annoso quadro economico e finanziario che ci permette appena di navigare a vista ma che, per una fortunata serie di coincidenze, non c’impedirà comunque di ospitare grandi nomi del panorama corale mondiale, sebbene non tutti insieme; si è deciso pertanto di abbandonare momentaneamente l’idea di un percorso tematico: di conseguenza l’edizione di quest’anno non avrà un filo conduttore, ma ogni gruppo avrà mani libere nella scelta del repertorio.  

Gli appuntamenti concertistici saranno sei, diluiti in un periodo che va dal 21 agosto al 9 settembre, con una serata inaugurale che si svolgerà all’aperto nella splendida cornice dell’Antiquarium Turritano, i cui protagonisti saranno il Complesso Musica Antiqua diretto da Laura Lambroni ed il sestetto tedesco Daarler Vocal Consort.

Il secondo concerto si svolgerà nella Basilica di San Gavino, ancora con il gruppo tedesco che si alternerà stavolta con il Coro Polifonico Turritano

Il terzo concerto chiuderà la prima parte del festival e si svolgerà nella Chiesa di Cristo Risorto, con il Daarler Vocal Ensemble e il Coro Giovanile Sardo diretto da Tiziana Puggioni e Tobia Simone Tuveri, la piacevole novità isolana di freschissima istituzione che, sotto l’egida della FER-SACO, raggruppa giovani ragazzi e ragazze provenienti da diversi centri della Sardegna e che quest’anno sarà protagonista anche all’Expo di Milano. 

Il secondo ciclo di concerti si è reso realizzabile grazie alla collaborazione con la Polifonica Santa Cecilia di Sassari, la quale raggiunge quest’anno il traguardo dei 70 anni di attività e ci ha dato la possibilità di ospitare alcune delle formazioni corali che saranno protagoniste dei loro festeggiamenti. Grazie questa fortunata coincidenza (come accennavo prima) e al rapporto di amicizia che ci ha legato in questi anni, il festival Voci d’Europa potrà offrire altre tre imperdibili serate concertistiche, previste per il 4, 6 e 9 settembre con eccezionali protagonisti: il celeberrimo coro tedesco di voci bianche del Tölzer Knaben Chor, gli svedesi dello Stockholms Chamber Choir e gli americani dell’Azusa Pacific University Chamber Singers, per una piacevole uscita nel pano-rama extra europeo. 

A tutti gli appassionati di musica corale, a chi ci ha seguiti e continua ad apprezzare l’immane lavoro che cerchiamo di portare avanti nonostante le difficoltà vada il nostro più sentito ringraziamento, il nostro più affettuoso saluto e il più caloroso augurio di buon ascolto.

Ecco di seguito la presentazione dei cori che si esibiranno in questa edizione 2015

DAARLER VOCAL CONSORT (GERMANIA)

Il nome dell’Ensemble deriva da “ Daarle” nome che, nel dialetto del Saarland, identifica il quartiere della città di Saarbrücken del quale i componenti sono originari.

Il Daarler Vocal Consort svolge attualmente una intensa attività concertistica, annoverando nel suo curriculum partecipazioni ai più importanti Festival di Musica Corale del mondo, fra i quali “Concordia Vocis” (Sardegna, 2008), “Night of the Churches” (Berlino 2009 – 2011).

L’ensemble è stato altresì ospite ai Festival di Salamanca, Borja e Tolosa. Nel 2010, incide il suo primo CD, dal titolo “Zwischen Himmel und Erde” (“Fra il cielo e la terra”), prodotto da RONDEAU in collaborazione con Saarland Radio. Il lavoro viene largamente apprezzato dalla critica, e, poco dopo la sua pubblicazione, riceve il premio “Pizzicato Excellentia Award”. Nel 2012 l’Ensemble si aggiudica il 2^ posto nella categoria Gruppi Vocali Professionisti del Concorso Corale Internazionale della città di Tolosa. Nel 2013 l’ensemble ha preso parte al Festival Internazionale di Tolosa (Spagna) e all’Incontro Polifonico Internazionale Città di Fano (Italia). Il secondo CD del Daarler Vocal Consort, “Lost in Transition”, prodotto nuovamente in collaborazione con Saarland Radio, viene pubblicato da RONDEAU nel 2014 e viene nominato nello stesso anno per il “Deutschen Schallplattenpreis nominiert”, premio nazionale Tedesco conferito all’eccellenza delle pubblicazioni di carattere musicale.

 CORO GIOVANILE SARDO (ITALIA)

Il Coro Giovanile Sardo (CGS) nasce nel 2015 per iniziativa della FERSACO (Federazione Regionale Sarda Associazioni Corali), in occasione dei 25 anni dalla suacostituzione. Si tratta di un coro misto, i cantori che ne fanno parte, selezionati tramite audizione, provengono da tutta la Sardegna e hanno un’età compresa tra i 18 e i 30 anni. Il repertorio affrontato si articola in generi ed epoche diverse, dal Rinascimento al Vocal Pop. I due Direttori, Tiziana Puggioni e Tobia Tuveri, hanno superato brillantemente le prove predisposte per il bando diselezione, e guideranno il coro per il triennio 2015-2017. Nonostante la recente formazione, il CGS si è esibito in varie occasioni e in località quali Nuoro e Oristano e svolgerà un concerto al Oadiglione Italia dell’Expo di Milano. La creazione del CGS concretizza l’intento di promuovere la passione per la Musica Corale fra i giovani, offrendo loro l’opportunità di crescere e rappresentare la coralità sarda in appuntamenti regionali, nazionali e internazionali.

Tiziana Puggioni nasce a Nuoro nel 1987. Inizia lo studio della musica col pianoforte e in coro. È corista nel “Complesso Vocale di Nuoro”, diretto da Franca Floris, con cui partecipa a numerosi festival e concorsi internazionali. Ha diretto la sezione giovanile del coro, dedicandosi in particolare all’esecuzione di brani pop a cappella. Nel 2011 è stata docente di canto corale per il progetto “Il canto nel corso dei secoli”, presso il Liceo scientifico “E. Fermi” di Nuoro. Nello stesso anno ha fatto parte dell’Ensemble vocale e strumentale Rarae musicae, diretto da Anna Galterio, con concerti e l’incisione di un cd per l’etichetta RARA Records. Nel 2013 ha conseguito il Diploma accademico di primo livello in Musica corale, presso il Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari, con il massimo dei voti e lode. È iscritta all’ultimo anno del Biennio di II livello in Direzione di coro, e al V anno del corso di Composizione sperimentale, presso lo stesso conservatorio. Ha frequentato vari corsi per direttori di coro e di vocalità, con docenti quali P. Neumann, E. Westberg, D. Tabbia, M. Berrini, A. Cadario, J. Busto, G. Morgan, G. Abbà, G. Costi, T. Visioli, S. Noschese, e workshop di composizione e analisi con F. Oppo, D. Bravi, E. Pozzi, D. Venturi, M. Garuti, C. Cassinelli, G. Mattietti.

Tobia Simone Tuveri nasce a Cagliari nel 1989. Si diploma brillantemente al Conservatorio di musica “G.P. da Palestrina” di Cagliari sotto la guida della Prof.ssa Francesca Giangrandi, e perfezionandosi dal 2012 al 2014 col Maestro Aldo Ciccolini. Frequenta il Laboratorio permanente per direttori di coro organizzato dall’Associazione “Studium Canticum”; ha partecipato alla manifestazione “People play jazz” sotto la direzione del Maestro Gary Graden, al workshop di vocal training tenuto dalla cantante e docente Ghislaine Morgan, al corso di tecnica vocale “A lingua sciolta” tenuto dal soprano Magda Koczka e al laboratorio madrigalistico tenuto a Cagliari dal Maestro Marco Berrini. È iscritto al primo anno di Direzione e Composizione Corale presso il Conservatorio di Cagliari, è iscritto all’ultimo anno del Corso di Musicoterapia presso il Cesfor di Bolzano, è maestro del coro polifonico “Ave Verum”, del quale è direttore dal 2009, è maestro del coro dell’I.I.S. “Primo Levi” di Quartu Sant’Elena, di cui è direttore dal 2013, ed è maestro del Coro polifonico “San Giacomo” di Cagliari. Dal 2014 è direttore del coro “Hic et Nunc” di Quartu Sant’Elena con cui si dedica all’approfondimento della musica modernae contemporanea, dalla polifonia sacra e profana al vocal pop.

 TÖLZER KNABENCHOR (GERMANIA)

Il Tölzer Knabenchor  (Coro dei bambini di Tölz) è un coro Tedesco fondato nel 1956 nella città Bavarese di Bad Tölz, avente sede a Monaco dal 1970.

Il coro è considerato fra i cori di voci bianche più versatili e ricercati al mondo, ed è ancora oggi condotto dal suo fondatore e direttore musicale Gerhard Schmidt-Gaden.

Il “Tölzer” ha dato un contributo significativo nell’evoluzione delle modalità di esecuzione (storicamente coerenti) della musica barocca.

Ai ragazzi di Tölz sono state più volte affidate parti da voce bianca solista nei maggiori Teatri dell’Opera Europei. Il coro è largamente richiesto dalle più rinomate orchestre e dai più affermati direttori per l’esecuzione di Oratori e Composizioni Sinfoniche. Il coro annovera fra i suoi sostenitori artisti di spicco quali Carl Orff, August Everding, Hans Werner Henze, Leonard Bernstein, Gustav Leonhardt, Nikolaus Harnoncourt, e Claudio Abbado. Herbert von Karajan ha definito il Tölzer “uno dei migliori cori al mondo” e lo ha scelto per le sue esecuzioni dal vivo e le registrazioni con la Berlin Philharmoniker (Orchestra Filarmonica di Berlino) e il Festival di Salisburgo ogni volta in cui ci fosse necessità di un coro di voci bianche. Il Tölzer Knabenchor ha viaggiato in tutta l’Europa, così come in America e in Asia. Il coro ha  inciso più di cento LP e CD  (fra le altre, con etichette discografiche quali Deutsche Grammophon, EMI Classics, Sony Classical, Teldec e Deutsche Harmonia Mundi), molti dei quali hanno ricevuto prestigiosi premi o sono stati nominati per gli stessi, fra i quali Deutscher Schallplattenpreis, Echo Klassik, Choc de la musique, e una nomination al Grammy Awards.

Il repertorio del Coro si estende dalla musica vocale Medioevale a quella moderna e contemporanea, folk, madrigalistica e mottettistica, musica sacra dal Barocco al Classico, parti soliste e Opere per Cori di Voci Bianche. Alcuni membri del Coro hanno eseguito il Drei Knaben (Tre ragazzi) nell’opera Die Zauberflöte (Il flauto magico) di Mozart in numerose produzioni operistiche.

L’educazione dei coristi inizia all’età di sei anni, ogni membro riceve un intensa istruzione al canto solista in aggiunta alle prove d’insieme settimanali.

STOCKHOLMS KAMMARKÖR (SVEZIA)

Lo Stockholm Kammarkör è un coro misto indipendente fondato nel 1981 e costituito da circa 30 membri. Dal 2012 Florian Benfer ne ricopre il ruolo di direttore del coro e direttore artistico. Il repertorio del coro varia dalla musica sacra a quella profana, e annovera grandi opere per coro e orchestra, composizioni a cappella contemporanee e anteriori ai giorni nostri, così come canzoni della tradizione Svedese. Nel corso della sua attività il Coro ha viaggiato in Canada, Russia, Italia e Francia.

Lo Stockholm Kammarkör si esibisce regolarmente a Stoccolma, e collabora da anni con il Ulriksdals slottsteater Confidence, importante Teatro Lirico Svedese. Il Coro si è altresì esibito durante la Notte di Valpurga quando anche la cantante lirica Kjerstin Dellert era coinvolta, e durante un altro concerto dello stesso ambito nello stesso anno. Fra le produzioni degli ultimi anni ricordiamo La Passione di S. Giovanni di Bach, concerti a Vienna e presso il Sound of Stockholm Kulturhuset, Carmina Burana Folkoperan / Globe, i concerti di Natale al Concert’s Hall, partecipazioni alla Notte della Cultura di Stoccolma, la Missa Brevis e i Salmi Chichester di Leonard Bernstein a Stoccolma e Gävle, e l’Oratorio Messia di Handel.

Florian Benfer, nato nel 1984, è il direttore dello Stockholm Kammerkor. Ha lavorato come Direttore di Coro presso la Royal Opera House di Stoccolma ed è attualmente direttore artistico dell’ARTON Vocal Ensemble. Nel 2011 ha iniziato a lavorare con il Coro della Radio Svedese, per il quale ha preparato regolarmente programmi dal 2012. Ha diretto il Coro da Camera Eric Ericsons. Ha lavorato anche con Ensemble quali il German Chamber Choir, il Mikaeli Chamber Choir, il Gustaf Sjökvists Chamber Choir, il Chamber Choir Josquin des Préz, il Vocalensemble Novo Canto Innsbruck, l’Orchestra del Folkoperan Stockolm e lo Swedish Wind Ensemble. Prossimi ingaggi vedranno Befer lavorare con il MDR Runfunkchor Leipzig, Cappella Amsterdam e il Kölner Vokalsolisten. Ha collaborato con direttori quali Daniel Harding, Louis Langrée, Esa-Pekka Salonen, Lorin Maazel, Thomas Dausgaard, Christopher Hogwood, Sakari Oramo e Masaaki Suzuki. È stato ospite come direttore e cantore in festival come Kuhmo Chamber Music Festival, Bachfest Leipzig, Festival van Vlaanderen, Baltic Sea Festival, Musik Triennale Köln e Sound of Stockholm. Ha maturato esperienza canora in ensemble quali lo Stuttgart Chamber Choir, il Lucerne Festival Academy Vocalists e il World Youth Choir.

 AZUSA PACIFIC UNIVERSITY CHAMBER SINGERS (USA)

Fondata nel 1899 come Istituto di Formazione per Lavoratori Cristiani, la Azusa Pacific University è una Università Cristiana Evangelica devota a Dio, eccellenza nell’ambito dell’istruzione superiore. L’Università garantisce una preparazione di alta qualità a quasi 11.000 studenti, in campus, online e in sei differenti centri regionali sparsi per l’area Meridionale della California ed è riconosciuta fra i migliori College della Nazione da U.S. News and World Report e dal Princeton Review.

Il Coro da Camera dell’Università di Azusa, diretto da Michelle Jensen, esegue molteplici generi musicali di diversi periodi storici, dal primo Rinascimento alla musica vocale contemporanea. Oltre ai loro concerti locali, l’ensemble si è esibito in Germania, Repubblica Ceca, Nuova Zelanda, Australia e Italia, prendendo altresì parte a performance al Teatro dell’Opera di Sydney e presso il Vaticano. Hanno collaborato con artisti quali Morten Lauridsen, Eric Whitacre, Hila Plitman, Linda Eder, Sydney Guillaume, Ben Bram e Ralph Carmichael.

Nel 2013, l’Ensemble ha rappresentato gli Stati Uniti nella 50^ edizione del

Concorso Internazionale di Musica Corale di Spittal an der Drau, in Austria, ottenendo il primo posto nelle categorie Classica e Folk, diventando così il primo coro americano a vincere la competizione dal 1987. Al gruppo è stato riconosciuto il premio Ferdinand-Grossman per la migliore esecuzione di un brano contemporaneo per l’esecuzione di “With a Lily in Your Hand” di Eric Whitacre.

Il Coro da Camera si è di recente esibito nel Regno Unito, ha preso parte all’International Music Eisteddfod a Llangollen, nel Galles e ha cantato in Irlanda presso la Cattedrale di St. Patrick a Dublino. Nel 2007 l’ensemble ha rappresentato gli Stati Uniti nel prestigioso Choir of the World Competition, vincendo tre primi premi e tre secondi premi.

Michelle Jensen è direttore di coro, medico e insegnante. Attualmente si trova al suo 15o anno in qualità di direttore dei Chamber Singers e di insegnante di Educazione Musicale all’Azusa Pacific University, ha anche svolto l’incarico di docente aggiunto alla University of Southern California, in cui ha ottenuto Diplomi di laurea in Musica Corale, equiparabili ai massimi riconoscimenti italiani. E’ rappresentata dalla Fred Bock Music Company in Michelle Jensen Choral Series, dedita alla pubblicazione di edizioni musicali e pedagogiche di letteratura corale di alta qualità.

CORO POLIFONICO TURRITANO (ITALIA)

Il Coro Polifonico Turritano, istituito nel 1959, è l’associazione culturale che ha dato più lustro alla coralità sarda. E’ stato diretto per 37 anni dal M° Antonio Sanna, che ha diffuso nel territorio la passione per la  musica corale. Dal 1996 al 2014 il coro è stato diretto dal M° Luca Sannai, che ha portato avanti l’impegno artistico del suo predecessore in ambito polifonico e sinfonico-corale. Dal 2014 il direttore artistico del coro è Laura Lambroni, con la quale l’associazione porta avanti nuovi progetti

Il coro al suo attivo un’intensa attività artistica (oltre 1300 concerti), con un repertorio che spazia dal canto gregoriano, alla coralità contemporanea, alla musica di ispirazione popolare sarda. Ha in bacheca 50 premi, tra i quali 9 primi premi (Arezzo, Gorizia, Tolosa, Vittorio Veneto, Zagarolo). Si è distinto in esecuzioni di musiche gregoriane e rinascimentali in vari contesti nazionali (Gorizia ’83, Arezzo ’84). Ha partecipato ad innumerevoli festival in Italia e all’estero. Ha registrato per Radio Colonia e la RAI. Ha inciso per la Fonè il doppio Cd “Coro Polifonico Turritano”, con musiche di Palestrina, ricevendo i premi di Audio records e Choq de la musique; il Cd

“Su Concordu Turritanu”, che raccoglie brani composti dal M° Sanna ispirati a musiche popolari sarde, recensito dalle riviste Suono e Cd Classics; il Cd “Ave maris stella” di canti medievali, allegato al volume “Il regno di Torres”. Tra le più recenti produzioni: la Missa brevis in B-dur e la Missa brevis in F per soli, coro e orchestra di W.A. Mozart, il TeDeum per soli coro e ochestra di M.A. Charpentier, l’Oratorio di Natale BWV 248 di J.S. Bach.

Nel 2014 e 2015 ha partecipato come Coro Laboratorio a corsi di formazione per

Direttori di Coro tenuti da Maestri quali Dario Tabbia e Marco Berrini. Organizza dal 1979 il Festival Internazionale di Musiche Polifoniche “Voci d’Europa”, che prevede la partecipazione dei migliori complessi corali europei.

Laura Lambroni nata a Sassari nel 1989. Consegue il Diploma Accademico di Secondo Livello in Pianoforte, con orientamento cameristico, presso il Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari. Inizia un’intensa attività corale all’interno dell’Associazione Polifonica “Santa Cecilia” di Sassari, in qualità di corista, prima nel Coro delle Voci Bianche e successivamente nel Coro Misto. Dal 2009 al 2013 è Maestro Sostituto e Maestro Collaboratore del Coro Misto della stessa Associazione e dal 2014 Direttore della sezione Voci bianche. Dal 2011 frequenta, come allieva effettiva, i corsi di formazione per direttori di coro della FE.R.S.A.CO, con docenti come il M°  Dario Tabbia, il M° Mauro Marchetti, il M° Marco Berrini. Nel 2015 conclude il triennio del corso di direzione corale “Il respiro è già canto” a Torino, tenuto dal M° Dario Tabbia, in cui acquisisce esperienza di direzione con le più importanti e attive realtà corali e musicali d’Italia. È docente di Canto Corale presso l’Università della Terza Età, dirige il Coro dell’Università degli studi di Sassari ed è il Direttore del Complesso Musica Antiqua. È membro del Coro da Camera del Conservatorio “L. Canepa” di Sassari, diretto dal M° Clara Antoniciello.  Assieme al M^ Luca Sannai compone la direzione artistica del Festival Internazionale di Musiche Polifoniche “Voci d’Europa”.

 

 

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

“I sogni son desideridi felicità ”Così cantava Cinderella in quel meraviglioso film d’animazione della Disney che ci ha accompagnato nella nostra prima infanzia.

Ebbene, ho sognato che in quel palcoscenico che mi ha accolto per più di 30anni, c’erano tantissimi  artisti riuniti in un’ unica voce. Un grande spettacolo dove la musica, il teatro, la poesia, il cinema, la danza ,la poesia , la pittura, non aveva limiti. Non c’erano invidie, non c’erano gelosie, ma solo complicità tra chi è stato toccato dal Divino ricevendo un talento da mettere al servizio della società.

E allora ho visto  attori di diverse compagnie recitare insieme, i cori di diverse associazioni uniti in unico canto, un corpo di ballo formato da rappresentanti di tutte le scuole di danza, e ancora poeti che recitano insieme versi di pace, e una grande orchestra formata da musicisti di tutte le città. Luci e costumi realizzati da artisti che non litigano ma dialogano; scenografi che realizzano un meraviglioso fondale dai colori della speranza che, come in un abbraccio, fa da sfondo ad uno spettacolo senza eguali.

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Boghes, una serata speciale dedicata a Piero Sanna

Mercoledì 7 maggio, (con inizio alle 20,30) il Teatro Lirico di Cagliari dedica una serata speciale ai cori e ai canti della Sardegna. Il concerto (inserito nella programmazione del XIV Festival di Sant’Efisio) vuole essere un affettuoso omaggio alla memoria di Piero Sanna, indimenticabile voce del Tenores di Bitti Remunnu ‘E Locu, recentemente scomparso.

Il concerto sarà aperto da un’esibizione del Coro del Teatro Lirico, che darà il benvenuto al pubblico e agli artisti invitati proponendo un repertorio di musica contemporanea ispirata alla tradizione musicale sarda (“Canzone religiosa, La processione di S. Efisio” di Ennio Porrino, “Ninna Nanna” di Franco Oppo e la “Danza di Desulo” di Ennio Porrino). A seguire le esibizioni del Coro Femminile di Tonara, dei Cantori della Resurrezione di Porto Torres e del Coro a Cuncordu di Cuglieri. A chiudere la serata saranno i Tenores di Bitti Remunnu ‘E Locu con uno speciale omaggio a Piero Sanna.

Le esibizioni dei gruppi saranno introdotte da Enzo Favata, artista jazz da sempre vicino alle sonorità e alla poetica della musica sarda. A lui il compito di evidenziare il forte legame che esiste tra la sensibilità contemporanea e le voci della tradizione più antica.

Questa prima serata speciale dedicata ai cori e alla vocalità popolare della Sardegna rientra in un progetto del Teatro Lirico di Cagliari che punta a una collaborazione sempre più stretta e fertile con le realtà musicali che operano nel territorio di tutta l’isola, in una prospettiva di dialogo e di scambio costante.

Un nuovo appuntamento è già stato fissato (sempre nell’ambito del VIX Festival di Sant’Efisio) per domenica 11 maggio, negli spazi all’aperto del Parco della Musica, quando in occasione della manifestazione Monumenti Aperti le bande musicali provenienti da tutta la Sardegna sono state invitate a esibirsi in un grande concerto dalla mattina alla sera per le famiglie e le migliaia di visitatori che verranno a fare visite guidate al Teatro.

La serata Boghes, pur essendo a ingresso gratuito, prevede la possibilità di prenotare i posti in Teatro. Gli interessati possono contattare la Biglietteria del Teatro Lirico (ingresso di via Sant’Alenixedda) o chiedere informazioni per telefono (+39 0704082230, + 39 0704082249) o via mail biglietteria@teatroliricodicagliari.it

PRENOTATE I POSTI!!

 mercoledì 7 maggio ore 20,30

 

BOGHES
Coro del Teatro Lirico di Cagliari

Ennio Porrino

Tre canzoni italiane:

 La processione di S. Efisio, Danza di Desulo

Franco Oppo

Ninna nanna campidanese

*******

Coro Femminile di Tonara

Coro a Cuncordu Cuglieri

Stabat mater semplice

Miserere

1° E 2° CORO

Cantori della resurrezione Porto Torres

Tenores di Bitti Remunnu ‘e locu

canti della tradizione profana

Presenta

Enzo Favata

ingresso libero

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »


"Riceviamo e pubblichiamo di seguito l’appello per le motivazioni della manifestazione di oggi pomeriggio a Roma per i tagli previsti sul FUS.
Il taglio previsto di oltre il 30 per cento delle risorse significa mettere in liquidazione il Settore ed evidenzia una chiara volontà di totale disinteresse per il nostro Patrimonio Culturale e lo Spettacolo concepiti come spesa e non come investimento e importante volano economico.
Quale azienda pubblica o privata che programma preventivamente può sopravvivere con un improvviso taglio di un terzo delle risorse previste?
Il nostro Paese si distingue in negativo poiché destina solo lo 0,16% del PIL alla Produzione Culturale e allo Spettacolo rispetto ad una media degli altri paesi intorno al 1,4% (Francia Germania ecc.), parimenti le retribuzioni delle masse artistiche sono inferiori alla media europea.
Basta con la diffusione di false informazioni e dati sbagliati o spot allarmistici di Ministri e dei relativi Dicasteri costruiti artificiosamente per legittimare provvedimenti destabilizzanti e non realmente efficaci.
I dati relativi alle Fondazioni Lirico Sinfoniche diffusi anche dal Mibac e ripresi con titoli scandalistici dai più autorevoli quotidiani nazionali non corrispondono assolutamente alla realtà; non sono veritieri né i dati sull’indice di produttività né sul costo del lavoro né sull’indebitamento delle Fondazioni Lirico Sinfoniche.

Quale nazione civile permette al Capo di Gabinetto del Ministero, nonché Direttore Generale dello Spettacolo dal vivo, di essere contemporaneamente Commissario in diversi teatri italiani, nei fatti controllore di se stesso?
E’ evidente che si vogliono trasformare i prestigiosi Teatri italiani da centri nazionali di produzioni culturale in vuoti contenitori di pura circuitazione finalizzata all’arricchimento di agenzie e impresari o ad altre attività di puro business.

Occorre come da molto tempo da noi sostenuto identificare titolarità e o prerogative con l’assunzione di responsabilità con la rispondenza in solido dei Sovrintendenti e degli Amministratori. (Si deve intervenire verso chi presenta bilanci di esercizio che non rispettano i bilanci previsionali approvati)

(continua…)

Tag:, , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Ieri sera si è svolta a Cagliari la Rassegna Polifonica d’Autunno giunta alla 2^ edizione.

(continua…)

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »