Articolo taggato “concorso”

I designer cagliaritani Giorgia Luppi e e Pierluigi Sanna hanno partecipato al concorso   Lighthouse interior, organizzato da “Competitions for designers” per Cerasarda Atelier. Il brief consisteva nel progettare una collezione in ceramica avente come tema il “faro”.

“Il progetto si sviluppa dall’immagine iconica di faro generalmente rappresentato con un tronco di cono. Una forma semplice arricchita da sagome stilizzate e in rilievo di onde, e da smalti sgargianti ( punto  di riconoscibilità del brand Cerasarda).
Lo smalto viene inserito in maniera morbida e non ordinata, richiamando il flusso delle onde. La palette di  colori che propone tre diverse tonalità di smalto, acquamarina, azzurro e blu, rappresenta varie fasi climatiche che vanno dalla placidità alla turbolenza del mare.”

Per questo progetto hanno ottenuto una menzione d’onore.

Cerasarda Atelier raccoglie le collezioni di oggettistica di design nate dalla creatività artistica di un’antica tradizione artigianale unita ad un raffinato gusto contemporaneo. Complementi d’arredo in ceramica che definiscono una scelta di stile e contraddistingue il mood di Cerasarda nel mondo.

“La ceramica della Costa Smeralda” nasce nel 1963 a Olbia per volere del principe Karim Aga Khan. I colori solari dei suoi smalti e i rafffnati decori delle ceramiche artistiche, il km zero, la progettazione di altissimo livello sono i tratti dell’azienda che hanno contribuito alla notorietà internazionale della Costa Smeralda quale luogo glamour di vacanza e di sogno. Il pathos si traduce in eleganza architettonica progettuale di massimo livello e lusso, impronta di un territorio diventato mito. Dal 2002 Cerasarda entra a far parte del Gruppo con le proposte raffinate ed esclusive di pavimenti e rivestimenti in cotto smaltato, portando nel mondo tutta l’eleganza del Mediterraneo, nata dall’incontro fra artigianalità, cultura e sviluppo tecnologico, che ogni giorno sa evolversi e diventare contemporaneo e fruibile, pur senza perdere la forte caratterizzazione delle origini”

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Premio Paolo Vero 2017 è stato assegnato, sabato scorso, al giovane direttore Bostoniano Yuga Cohler nel corso del 10º Concorso Internazionale di Direzione d’Orchestra Arturo Toscanini organizzato dalla Fondazione Arturo Toscanini. In accordo con la Fondazione, il Premio Paolo Vero ha coinciso con quello assegnato dall’orchestra ad uno dei finalisti del prestigioso concorso.

La giuria, guidata dal maestro Gianluigi Gelmetti, era composta da Marianne Chen, Rosetta Cucchi, Luigi Ferrari, Natalia Gutman , Elaine Padmore e Stefan Anton Reck.
Il Premio Paolo Vero ricorda il musicista, maestro del coro di prestigiosi teatri quali quelli della Fondzione Teatro Lirico di Cagliari, della Fondazione Teatro Massimo Palermo, del Teatro Comunale di Bologna e della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi – Trieste, prematuramente scomparso.
A Yuga vanno i migliori auguri di una felicissima carriera.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Daniela Pes è stata l’asso piglia tutto del Premio Andrea Parodi 2017, l’unico contest italiano dedicato alla world music, in scena al Teatro Auditorium Comunale di Cagliari da giovedì a sabato con la direzione artistica di Elena Ledda.

Alla giovane cantante sarda sono andati entrambi i riconoscimenti principali: il premio assoluto e quello della critica. Ma non solo: a lei anche il premio della giuria internazionale, la menzione per la miglior musica, quella per il miglior arrangiamento ed il premio dei ragazzi in sala.

La menzione per il miglior testo è andata invece ai Rebis e quella per la migliore interpretazione a Giuditta Scorcelletti. Il riconoscimento per la migliore renterpretazione di un brano di Andrea Parodi (eseguito venerdì da tutti i concorrenti) se lo sono aggiudicati i Musaica, che hanno anche portato a casa la menzione dei concorrenti a pari merito con Aksak Project e Rebis. I premi sono realizzati dall’artista orafa Maria Conte.

Durante la serata finale la portoghese Daniella Firpo ha ricevuto il Premio Bianca d’Aponte International, assegnato scegliendo una artista straniera fra tutte le iscritte al Parodi grazie al gemellaggio fra i due contest. Come già annunciato, il Premio Albo d’oro è andato invece al regista Gianfranco Cabiddu.

Daniela Pes è nata a Tempio Pausania nel 1992. Nonostante la giovane età ha collaborato con gli artisti più in vista del panorama del jazz sardo. Recentemente ha allargato il suo approccio stilistico alla musica elettronica e alla world music. Ha portato in gara il brano con “Ca Milla Dia Dì” (tratto da una poesia in gallurese di Don Baignu Pes). Con lei si sono esibiti Christian Marras al chapman stick e alla direzione artistica, Roberto Schirru alla batteria e programmazioni, Andrea Pica alla chitarra elettrica.

Gli altri finalisti erano gli Aksak Project con “Agouamala” (cantata in sabir), Davide Campisi con “Piglialu” (in siciliano), Daniella Firpo con “Destino” (in portoghese), i Musaica con “Inferno V”, (in calabrese), Frida Neri con “Aida” (in italiano), Daniela Pes con “Ca Milla Dia Dì” (in gallurese), i Rebis con “Cercami nel mare ????? ??? ?? ?????” (in arabo), Il Santo con “Magarìa” (in calabrese), Giuditta Scorcelletti con “Se tu sapessi…” (in italiano e toscano). I turchi Entu non hanno potuto invece partecipare per un inconvenente alle serate finali.

 

Il Premio Andrea Parodi ha toccato quest’anno il traguardo della decima edizione. Nella serata finale insieme ai finalisti si sono avvicendati sul palco tre ospiti di rilievo che hanno dato vita ad esibizioni emozionanti: l’interprete bosniaca Amira Medunjanin (accompagnata dal chitarrista Ante Gelo), i Tenores Di Bitti “Remunnu ‘e locu” e Luisa Cottifogli in duo col violoncellista Enrico Guerzoni. La cantante romagnola in apertura e chiusura di serata ha anche avuto modo di duettare con Elena Ledda. Hanno presentato la serata Ottavio Nieddu con Gianmaurizio Foderaro.

La manifestazione intende ricordare Andrea Parodi, passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa.

La vincitrice ha diritto ad un premio particolarmente consistente: un tour di otto concerti realizzato grazie ai fondi dell’art.7 L. 93/92 del bando del NUOVOIMAIE. Il premio si aggiunge a una somma in denaro erogata a copertura di tutti i costi di master class, eventuale acquisto o noleggio di strumenti musicali, corsi e quant’altro il vincitore sceglierà per la propria crescita artistica e musicale, per un importo massimo di 2.500 euro. Inoltre, gli verrà offerta l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2018 del Premio Andrea Parodi, dell“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA) e in altri eventi che saranno man mano annunciati.

Come vincitrice del Premio della critica, Daniela Pes avrà anche la possibilità di realizzare un videoclip del brano in concorso, offerto dalla Federazione degli Autori.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari rende omaggio a Giusy Devinu con il Concorso Internazionale di Canto lirico dal 27 al 30 settembre

 Il Teatro Lirico di Cagliari, nella gestione di un’intensa attività di programmazione, divulgazione, e promozione della musica e dell’opera lirica, in Italia e nel mondo, si propone come palcoscenico di formazione per giovani cantanti, offrendo loro la possibilità di essere ascoltati e, per il medesimo mondo del belcanto, diventa l’occasione per scoprire nuove voci che perpetuino, con entusiasmo e convinzione, la tradizione.

Lo stesso entusiasmo che il soprano cagliaritano Giusy Devinu è riuscita a trasmettere alle platee di tutto il mondo grazie alle sue interpretazioni, nelle quali voce e anima si fondevano senza soluzione di continuità.

Nel decimo anniversario della sua prematura scomparsa, avvenuta nel 2007, al suo rigore di artista ed alla sua sensibilità di donna il Teatro Lirico di Cagliari dedica la I edizione del Concorso Internazionale di Canto lirico “Giusy Devinu” che si tiene, dal 27 al 30 settembre, al Teatro Lirico di Cagliari.

Il Concorso si articola in quattro giornate, nelle prime tre (27-28-29 settembre) si svolgeranno le fasi eliminatorie e la semifinale, mentre nella quarta, sabato 30 settembre alle 20.30, aperta al pubblico, è prevista una Serata di Gala con l’esibizione dei finalisti, dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, diretta da Donato Renzetti, del soprano Paoletta Marrocu, del baritono Domenico Colaianni e, in qualità di ospite d’onore, del grande baritono Leo Nucci, al quale verrà consegnato un premio speciale in nome di Giusy Devinu, collega e con lui testimone di pagine memorabili del teatro d’opera.

Presenta la serata Sabino Lenoci, nella duplice veste di Direttore della rivista “L’opera” e Direttore artistico del Concorso.

In ossequio all’internazionalità della fama del soprano cagliaritano, la Giuria del Concorso “Giusy Devinu” vanta la presenza di grandi nomi dei teatri d’opera del panorama mondiale: Paulo Abrão Esper (Direttore Generale ed Artistico Concorso di Canto “Maria Callas” di San Paolo e Consulente artistico Festival de Ópera di Manaus, Brasile), Toni Gradsack (Responsabile casting Teatro alla Scala di Milano), Dominique Meyer (Sovrintendente Staatsoper di Vienna), Christoph Seuferle (Direttore Artistico Deutsche Oper di Berlino), Marco Tutino (Compositore), Claudio Orazi (Presidente di Giuria e Sovrintendente Fondazione Teatro Lirico di Cagliari).

Grandi nomi anche nella Giuria Ospite che assegnerà riconoscimenti speciali ai prescelti: Nicoletta Mantovani (Presidente Fondazione “Luciano Pavarotti” di Modena), Piero Maranghi (Presidente Sky Classica), Paolo Gavazzeni (Assistente artistico Sky Classica).

«Mi lega a Giusy Devinu il ricordo del mio primo anno, in qualità di Sovrintendente, allo Sferisterio di Macerata. Era il 1992 e lei, nel pieno di una carriera straordinaria, mi colpì per la professionalità con la quale affrontava il suo lavoro, precisa e severa con se stessa per poi, fuori dal palco, sciogliersi in una gentilezza ed una umanità che la rendevano una perenne ragazza. Per quel ricordo, una volta giunto nella sua città, ho voluto fortemente un concorso di voci che legasse Giusy ed il Teatro Lirico di Cagliari in un abbraccio universale. So che si dedicava molto ai giovani, con generosità di artista vera voleva trasmettere tutto ciò che era stato il suo studio, il suo impegno, le sue doti e le sue fatiche. Noi ci crediamo con lei ed auguro ai tanti ragazzi che parteciperanno al concorso il medesimo sentire.» (Claudio Orazi, Sovrintendente Teatro Lirico di Cagliari)

Il Concorso Internazionale di Canto lirico “Giusy Devinu” rientra nel Progetto “Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari – Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali”. Finanziato dal Piano d’Azione Coesione “Progetti strategici di rilevanza regionale” che valorizzano le priorità del POR FESR nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con l’Unione Europea, il Governo Italiano e la Regione Sardegna.

L’ingresso alla Serata di Gala è gratuito e i biglietti possono essere ritirati, fino ad un massimo di 4 a persona, alla Biglietteria del Teatro Lirico a partire da sabato 23 settembre.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it

sabato 30 settembre 2017, ore 20.30

Serata di Gala

Concorso Internazionale di Canto lirico “Giusy Devinu”

 esibizione dei finalisti del Concorso

Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari

direttore Donato Renzetti

 soprano Paoletta Marrocu

baritono Domenico Colaianni

ospite d’onore Leo Nucci

presenta Sabino Lenoci

(Direttore Artistico Concorso “Giusy Devinu” e Direttore rivista “L’opera”)

Giuria del Concorso “Giusy Devinu”

Paulo Abrão Esper (Direttore Generale ed Artistico Concorso di Canto “Maria Callas” di San Paolo e Consulente artistico Festival de Ópera di Manaus, Brasile)

Toni Gradsack (Responsabile casting Teatro alla Scala di Milano)

Dominique Meyer (Sovrintendente Staatsoper di Vienna)

Claudio Orazi (Presidente di Giuria e Sovrintendente Fondazione Teatro Lirico di Cagliari)

Christoph Seuferle (Direttore Artistico Deutsche Oper di Berlino)

Marco Tutino (Compositore)

Giuria Ospite

Nicoletta Mantovani (Presidente Fondazione “Luciano Pavarotti” di Modena)

Piero Maranghi (Presidente Sky Classica)

Paolo Gavazzeni (Assistente artistico Sky Classica)

L’ingresso alla Serata di Gala è gratuito e i biglietti possono essere ritirati, fino ad un massimo di 4 a persona, alla Biglietteria del Teatro Lirico a partire da sabato 23 settembre

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20,

il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ho conosciuto il grande tenore Luciano Pavarotti, per la prima volta il 14 agosto 1985, quando fece il concerto per la sua città, Modena.

Con alcune amiche e colleghe ci trovavamo nelle vicinanze e sentito che Pavarotti regalava questa serata gratuitamente ci siamo messe in fila dalle 15 del pomeriggio (la serata era prevista per le 21) per poter guadagnare un posto che fosse il più vicino possibile . Passammo tutta la sera a cantare sedute in terra contente di poter assistere a questo grande evento.

Riuscimmo a trovare un posto in decima fila, nella Piazza Grande di Modena.

Il concerto, come lo furono tantissimi altri, era un collage di arie d’opera e canzoni da camera . Anche in quell’occasione come in altre si alternava al flautista Andrea Griminelli.

Ciò che mi impressionò fu la purezza della sua voce, la chiarezza nella dizione e la perfezione delle esecuzioni sempre nelle tonalità originali e sempre senza risparmio di acuti. Ero un po’ diffidente sulle tonalità e avevo appresso il diapason.

Insomma, sembrava di ascoltare un disco e vi garantisco che il dubbio mi è anche venuto ma ero abbastanza vicino per capirlo. Fu generoso nei bis accontentando i suoi concittadini fino a notte fonda.

La seconda volta che incontrai Pavarotti a distanza ancora più ravvicinata, fu a Pesaro in occasione del concorso a lui intestato.

Andai con un gruppetto di artisti sardi miei allievi che erano stati ammessi alla semifinale . Lui era seduto nella platea del teatro, circa a metà sala, con accanto la moglie Adua da un lato e una segretaria dall’altro, noi qualche fila più indietro.

Ciò che mi colpì della sua personalità era il suo sorriso e la disponibilità  proprio come eravamo abituati a vederlo in TV e nelle riviste .

Quando chiamò a voce alta uno del mio gruppo, si espresse con qualche frase in spagnolo per via del nome e cognome che potevano trarre in inganno: Ignazio Perra.

Quando Ignazio salì sul palco, lui gli si rivolse chiedendogli  da quale paese spagnolo provenisse e Ignazio sorridendo disse che il suo era un paesino italiano e per l’esattezza della Sardegna. Sorrise scusandosi per l’equivoco. Fu comunque prodigo di suggerimenti per la voce e per la tecnica.

Quando finirono le audizioni, si alzò e venne verso di noi che lo assalimmo per foto ed autografi.

Fu disponibilissimo ma mi impressionò la mole fisica.  Zoppicava camminando a fatica e teneva con la mano destra un secchiello pieno di  cubetti di ghiaccio che masticava in continuazione. Il caldo di quel 14 agosto era davvero afoso e lui probabilmente  lo faceva per mantenere bassa la sua temperatura corporea.

Oggi ricorre il decimo anniversario della sua scomparsa. Voglio ricordarlo con un servizio TV   della serata cui assistii quel lontano 1985


YouTube Video

 

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Saranno tre gli artisti che provengono dall’Accademia Vi.U. Music Academy di Cagliari, che si metteranno in gioco questa sera al concorso per giovani voci di Uta (CA) . Un Concorso- Festival molto importante per la provincia di Cagliari che ha una sua storia.

I tre ragazzi, Maria Loi 16 anni, Paolo Mameli 12 e Mattia Sanna 20, sono tutti giovanissimi ma hanno al loro attivo già delle vittorie e partecipazioni a importanti manifestazioni  e spettacoli televisivi regionali e nazionali.

Il Festival Canoro Città di Uta nasce nel 1989, ideato e organizzato da Susanna Mallei : in 21 anni hanno cantato oltre 600 ragazzi preparati da Maria Giovanna Mallei , sino al 2006, quando, con la sua prematura scomparsa, il Festival ha avuto un anno di stanbay , lasciando in quanti l’hanno conosciuta un profondo dolore .
Nel 2008 sua sorella Susanna Mallei , riprende l’insegnamento del canto e la realizzazione del Festival, istituendo, in suo ricordo, ” il premio Maria Giovanna Mallei “, assegnato al più meritevole della serata, indicato/a da una giuria imparziale di musicisti e insegnanti esperti. Il Festival Internazionale Città di Uta , da tantissimi anni rappresenta il fiore all ‘ occhiello della Città di Uta , il suo obbiettivo è quello di promuovere lo scambio culturale e musicale ,con Artisti, Insegnanti, Direttori , Scuole di Musica , con un unico obbiettivo di consolidare l amicizia attraverso la musica ed il canto, tra i concorrenti dei varie nazionalità. Nato nel 1989, hanno partecipato artisti di varie nazionalità, tra cui Malta, Romania, Bulgaria ,Georgia. Nell’ ed.2016 aggiunge il premio “Mariele Ventre” ospite la sorella dell’indimenticabile maestra dello Zecchino d’oro- Maria Antonietta Ventre.

Nel 2017 siamo giunti alla 28^ Edizione e la Madrina di questa sera sarà la Designer Anna Crecco - Partnership: www.oltretuttoradio.it - www.brixiachannel.tv - www.retetop.it - www.eterearte.com - uff.cio stampa Terry Melani

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Nazionale Canto Lirico 

Destinatari

Cantanti lirici italiani dai 18 ai 30 anni

Iscrizione

Quota d’iscrizione €45

Programma

Semifinale. Programma libero contenente due arie d’opera

Finale. Programma libero contenente due arie d’opera

Premi

1° Classificato €500 più due recital da solista con cachet complessivo di €300

Premio Speciale Sa Limba, per la migliore esecuzione di un brano non in lingua italiana €150

Internazionale Canto Lirico

Destinatari

Cantanti lirici italiani e stranieri dai 18 anni in su

Quota d’iscrizione €65

Programma

Eliminatorie. Programma libero contenente due arie d’opera

Semifinale. Programma libero contenente due arie d’opera

Finale. Programma libero contenente due arie d’opera

Premi

1° Classificato €700 più due recital da solista con cachet complessivo di €500

Premio Speciale Puccini, per la migliore esecuzione di un brano di Puccini €150

Informazioni?

Contattaci via email

Vai alla nostra pagina Facebook

Internazionale di Pianoforte

Destinatari

Pianisti italiani e stranieri dai 18 anni

Quota d’iscrizione €55

Programma

Eliminatorie. Programma libero della durata massima di 8 minuti

Semifinale. Programma libero della durata massima di 15 minuti

Finale. Programma libero della durata massima di 20 minuti

Premi

1° Classificato €600 più due recital da solista con cachet complessivo di €500

Premio Speciale Barocco, per la migliore esecuzione di un brano barocco €150

 Premio Sardegna 2017 – Regolamento

 Premio Sardegna 2017 – Moduli

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Da qualche parte nello spazio il poeta latino Virgilio e il poeta italiano Dante si sono incontrati nuovamente dopo quasi settecento anni, per iniziare un nuovo viaggio nell’universo dei vizi e delle virtù umane…

Ci sono persone che amano la lettura in inglese per poter migliorare la conoscenza della lingua, ma ci sono anche coloro che hanno una vera e propria passione sia per il Cinema che per il Teatro sempre nella lingua anglosassone. Per questo motivo, propongo a tutti coloro che amano questo genere di lettura, l’ultimo lavoro teatrale scritto da Ignazio Salvatore Basile,  il quale partecipa ad un concorso con questo lavoro.

Cliccando nel link sottostante potrete accedere al sito dove poter acquistare il suo libro e allo stesso tempo votarlo.

Si può scegliere  sia la versione online che quella cartacea.

https://www.amazon.co.uk/Travelling-space-time-Virgil-drama-prologue-ebook/dp/B071FB9SGV/ref=sr_1_1590?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1495466078&sr=1-1590

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

E’ la band degli Almamediterranea la rappresentante della Sardegna al concorso CapiTalent, il music-talent di Radio Capital, emittente radiofonica del Gruppo Editoriale l’Espresso tra le più prestigiose e importanti nel panorama italiano. La Sardabanda è stata selezionata su oltre quattromila candidati e dallo scorso 15 maggio (per le successive due settimane) gareggia per conquistare la qualificazione alle fasi successive della competizione. Il titolo del brano con cui la formazione isolana ha conquistato il prestigioso traguardo è “100 anime”, composizione dedicata al tema dell’immigrazione clandestina.

Sarà possibile votare gli Almamediterranea nell’apposita sezione del sito di Radio Capital, ogni utente avrà a disposizione dieci voti al giorno che potrà assegnare a un’unica canzone o distribuire tra tutti i partecipanti.

VOTA GLI ALMAMEDITERRANEA

IL BRANO – “100 anime è un brano dedicato alle immigrazioni cosiddette clandestine, a quelle genti costrette a lasciare le proprie case, villaggi, famiglie e affetti, spinte dal sogno di trovare al di là del mare un domani migliore. E’ una canzone che si rivolge a tutti i popoli costretti a fuggire a causa delle guerre volute dai signori del terrore, i veri e unici terroristi moderni, i mercanti di morte che a braccetto con gli stati e i governi complici, affamano e sventrano ogni resto di speranza. Il brano punta il dito sull’indifferenza, l’intolleranza e l’ignoranza, elementi che rendono le menti dei cosiddetti televisionari, fertili ad ogni sorta di inganno ben articolato e confezionato come la sceneggiatura di un film di guerra o di mafia, creando così paura e diffidenza nei confronti di chi cerca un posto migliore dove coltivare il proprio futuro” (Roberto “Almo” Usai – Almamediterranea).

IL CONCORSO - Nato nel 2013, CapiTalent è il primo music-talent italiano nel quale, da sempre, gli artisti non solo cantano ma suonano le loro canzoni. Musica di qualità garantita da Radio Capital. Dopo aver selezionato i brani migliori, tra le migliaia di canzoni ricevute, saranno ascoltabili su Radio Capital. Per trovare tutte le canzoni originali in gara ed esprimere le preferenze è possibile visitare la pagina dedicata.

Obiettivo dell’operazione è quello di realizzare un talent e un programma radiofonico in cui si ascoltano pezzi originali e/o cover di grandi classici, suonati e cantati, da band o solisti del panorama nazionale. Il format prevede una fase recruiting (3 settimane) che porta successivamente alla fase di gara (5 settimane). Attraverso questo meccanismo di selezione viene assegnato il titolo di “CapiTalent 2017.


ALMAMEDITERRANEA

sito web: www.almamediterranea.it

email: info@almamediterranea.it

Simone Cavagnino

email: s.cavagnino@gmail.com

telefono: +39 340 3951527

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Cosa succede se una designer  e un venditore di zanzariere si incontrano? Lei è Giorgia Luppi di Anomalye, lui, la ditta Secci Zanzariere, insieme hanno creato una linea di borse   da spiaggia  molto funzionale : il suo nome è Z sun bag.

Ma cosa ha di diverso la Z sun bag che si distingue dalle altre borse estive? Il materiale, quello delle zanzariere appunto, permette da subito la fuoriscita della sabbia evitando così che si depositi sui vestiti o il costume bagnato.

La linea è stata creata per partecipare ad un   concorso sulla creazione di opere per la tutela ambientale ( con l’utilizzo di materiali di recupero), e l’idea   si è rivelata subito vincente. Il progetto è stato selezionato fra i migliori e il 21 aprile a Pescara ci sarà la finalissima con la mostra.

per informazioni e ordini cliccate su questo link Zeta sun bag     zsunbag@gmail.com

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Giorgia Luppi, designer cagliaritana, è stata fra gli artisti premiati al concorso DAB ( Design per Artshop e Bookshop) .

Nel concorso DAB veniva richiesto a dei designer di progettare degli articoli da produrre e vendere nei bookshop e artshop museali. Giorgia ha progettato una t-shirt ( visto che sono più facili da vendere anche ai turisti), che raffigurasse il nostro patrimonio culturale e che desse un messaggio di cultura senza barriere.

Spesso nei maggiori musei affianco alle opere d’arte di valore, ci sono dei pannelli in rilievo per persone cieche e ipovedenti.

- Ho voluto unire alla rappresentazione grafica del nostro patrimonio culturale ,(rappresentato con le piante architettoiche di importanti monumenti), al ricamo del perimetro di essi…in modo che fosse in rilievo - Il rilievo del ricamo serve appunto per fare in modo che la maglia offra anche un’esperienza tattile – Il progetto è piaciuto e mi hanno offerto una piccola somma per iniziare la produzione.

La mostra con le opere dgli artisti vincitori del concorso è ora al MAXXI di Roma e successivamente sarà una mostra itinerante in diversi musei nazionali.  Di seguito alcune maglie progettate da Giorgia Luppi che ricordo, è anche produttrice del marchio Anomalye.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è concluso questo pomeriggio il Festival di Sant’Elia dedicato alla canzone degli anni 50-60. E’ stata una bellissima esperienza soprattutto per i giovani artisti che si sono esibiti davanti ad un pubblico attento e partecipe: gli ospiti della Casa della Mercede sita nel Borgo Sant’Elia a Cagliari.

La severa giuria, formata da 6 ospiti della stessa struttura, ha valutato attentamente ogni cantante  assegnando ad ognuno un voto in base all’esecuzione del brano scelto. A fine serata si è potuto così proclamare un vincitore e stilare una classifica.

Al primo posto si è classificato un duo formato da Desirè Sarritzu e Silvia Depau che ha  cantato  Nessuno mi può giudicare.

Al secondo posto ex equo il soprano Claudia Annis che ha eseguito  Hijo de la luna  e Antonio Atzei  Sapore di Sale. Il terzo posto è stato assegnato ad Alessia Casu con la canzone “Ma che freddo fa“.

Durante il conteggio dei voti, sul palco si è esibito l’ospite della serata, il tenore Francesco Scalas che, nonostante abbia subito un infortunio ha voluto ugualmente mantenere l’impegno preso esibendosi con la romanza “Tu che mi hai preso il cuor“.

La serata era organizzata dal gruppo ARTISTI PER IL SOCIALE, il gruppo di artisti che all’occasione offrono la loro arte per gli “ultimi”.

Desirè Sarritzu e Silvia Depau

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Se vi piace cantare e pensate di avere una vocalità interessante, provate a mettervi alla prova con un simpatico concorso ”Under and Over 40

La gara è rivolta a chi ha la passione per il canto e vuole mettersi in gioco sfidando altri partecipanti e nello stesso tempo passare delle serate divertenti.

Sarà organizzata di Martedì a settimane alterne, in una si sfideranno gli OVER 40 e nell’altra gli UNDER 40.
Si svolgerà in 4 serate più 1 serata finale per ciascuna categoria. Saranno premiati i primi 3 delle 2 categorie.
Gli interessati possono iscriversi direttamente presso il RosMur Saloon ad Assemini (CA) in Via Goceano 23.

Organizzazione a cura di Claudio Gasperoni ROS MUR Saloon

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Nel 2010, in questo blog, promossi il Primo concorso di canto online sia moderno che lirico. Non vi erano ancora tracce nella rete di concorsi simili e l’idea mi venne guardando i video su youtube di tanti talenti che avrebbero avuto bisogno di un po’ di visibilità. Per l’occasione, chi si candidava, doveva inviare il proprio video a questo blog. Una volta pubblicato con un breve curriculum, il pubblico votava. C’era poi una giuria tecnica, sempre online, che esprimeva il proprio parere per ogni singolo candidato, che avrebbe poi dato  una votazione finale. Quell’anno il presidente di giuria era il baritono Roberto Servile. 

Fra i tanti video pervenuti ne ricevetti uno di un soprano sudamericano. Non so se ad inviarmelo fosse stata la stessa artista, fatto sta che riscosse un successo immenso al punto che sia la giuria popolare che quella tecnica ne decretò la vittoria per la sezione canto lirico (la sezione canto moderno la vinse Simona Collu). Il suo nome era Maria Aleida Rodriguez. Una voce la sua, di rara bellezza e dall’estensione straordinaria.

A distanza di 6 anni, questo soprano canterà in Sardegna, con Andrea Bocellivenerdì 12 agosto alle 21, al  Forte Arena di Santa Margherita di Pula (Cagliari): promozione speciale per gli abbonati del Teatro Lirico di Cagliari. L’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretti da Carlo Bernini, accompagneranno i due artisti.

Lo spettacolo sarà vario con arie e duetti celebri tratti dalle più famose opere liriche, alternati ai popolari brani del suo repertorio. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

 La serata è aperta dai Carisma, duo internazionale di chitarre classiche, mentre il concerto vero e proprio è diviso in due parti: nella prima, incentrata sul repertorio lirico, il tenore è accompagnato come già detto dal soprano Maria Aleida, mentre nella seconda, che prevede la presenza della cantante toscana Ilaria Della Bidia, l’artista toscano offre al pubblico una ricca scaletta delle sue hit più famose e altri estratti dal suo ultimo album pop Cinema, uscito il 23 ottobre scorso.

A 18 anni dal suo debutto artistico, avvenuto al Teatro Lirico di Cagliari nel febbraio 1998 nel ruolo di Rodolfo in La Bohème di Giacomo Puccini, Andrea Bocelli ha scelto di tornare in Sardegna con un concerto-spettacolo che accontenta tutte le tipologie dei suoi numerosi fans.

Con ottanta milioni di dischi venduti in tutto il mondo, Andrea Bocelli si è affermato, da oltre vent’anni, fra le star più amate e seguite a livello planetario. Dopo la vittoria al Festival di Sanremo nel 1994, la consacrazione con il successo internazionale arriva nel 1996: da allora la sua carriera è una carrellata di successi, nel mondo del pop e della lirica. Cinema è il suo quindicesimo album in studio e la tappa alla Forte Arena fa parte della tournée eponima. Il suo ultimo lavoro, uscito in 75 paesi, è un omaggio alle più belle colonne sonore cinematografiche, composte da artisti quali Ennio Morricone e Leonard Bernstein, tra cui: “La vita è bella”, “Il Padrino”, “Il Gladiatore”, “Colazione da Tiffany”, “Love Story”.

La Forte Arena, nuovo spazio nel Sud Sardegna che vanta 5.000 posti a sedere, modulabili in base alle caratteristiche dei singoli spettacoli e concerti, è ricavata all’interno di un’area che si può definire un vero e proprio anfiteatro naturale, nel quale le infrastrutture di supporto – palco e aree tecniche – sono state realizzate applicando i più avanzati principi della bio-edilizia, nel totale rispetto dell’ambiente circostante.

Per tutti gli abbonati alle Stagioni lirica e di balletto e concertistica 2016 del Teatro Lirico di Cagliari è stata riservata una promozione speciale per il concerto. Si possono acquistare biglietti alla tariffa promozionale di euro 80 (anziché 120) ed euro 50 (anziché 75).

 

Vendita e informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, fax 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

La serata è realizzata in collaborazione con il Comune di Pula, il Forte Village Resort.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Duo Perfetto vince il prestigioso Concorso Tim di Torino

 Domenica 7 agosto 2016 il Duo Perfetto, formazione composta da Robert Witt (violoncello) e Clorinda Perfetto (pianoforte), professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, ha vinto la 17° edizione del prestigioso Concorso Tim (Torneo Internazionale di Musica) di Torino, per la disciplina della Musica da Camera.

Il concorso è biennale e le preselezioni avvengono nei due anni precedenti, durante i quali la commissione seleziona i candidati che, una volta superata l’audizione, vengono ammessi alla fase finale che si tiene al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Torino.

Quest’anno i finalisti sono stati 32 (tra solisti ed ensemble), provenienti da tutta Europa ed hanno affrontato, per ogni disciplina, le 4 fasi della finale, ad eliminazione diretta, suddivise in: Selezione definitiva, Quarti di finale, Semifinale, Finale.

In una delle fasi finali ha sicuramente contribuito in maniera decisiva per la vittoria, l’esecuzione della Pequeña Czarda, celebre brano di Pedro Iturralde, che il Duo Perfetto ha trascritto appositamente per l’occasione e che ha riscosso molto successo nella commissione.

«Sono particolarmente orgoglioso che il Duo Perfetto si sia aggiudicato questa prestigiosa competizione, dal momento che il loro grande talento e la loro indubbia professionalità rappresentano un valore aggiunto per la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari.» (Claudio Orazi, sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari)

Il Duo Perfetto di recente ha vinto il Primo Premio assoluto al Concorso Tim, il torneo internazionale di musica, che si è svolto a Torino e la cui partecipazione era legata al superamento di una serie di preselezioni che la commissione ha svolto in tutta Europa nei due anni precedenti (da Firenze a San Pietroburgo, da Lisbona a Londra).

Il Duo nasce dall’incontro di due personalità molto simili dal punto di vista musicale, ma provenienti da percorsi notevolmente differenti. Proprio la similitudini di intento musicale ed origini eterogenee caratterizzano il Duo, il quale vanta un repertorio che spazia dalle forme compositive più classiche a quelle più innovative d’ispirazione jazzistica.

Numerosi sono i concerti e le rassegne che li ha visti protagonisti in tutta l’isola e nel resto d’Italia, e vari sono i progetti che li vedranno impegnati anche all’estero. In settembre, per esempio, effettueranno diversi concerti tra Dresda e Berlino. Tra le più recenti partecipazioni si ricordano la “Festa della Musica” per Cagliari Capitale europea della cultura 2015, il Festival internazionale all’isola di Carloforte e per l’associazione Gremio di Roma.

Recentemente, inoltre, si ricorda il concerto svolto a Torino all’associazione “Libera”, nella quale hanno utilizzato un pianoforte Steinway and Sons del 1870 interamente costruito con legno di rose; con tale manifattura esistono solo altri due esemplari al mondo dei quali uno è conservato alla Casa Bianca. Il Duo ha preso parte all’inaugurazione della mostra “Eurasia” (Palazzo di Città, Cagliari, 2016), realizzata in collaborazione con il Museo Ermitage di San Pietroburgo che introduceva, dinanzi alla delegazione russa, il gemellaggio tra Cagliari e la città sulla Neva oltre che per l’inaugurazione di una mostra d’arte contemporanea su Sant’Antioco itinerante tra l’isola di Sant’Antioco, Roma e New York. In attivo il Duo vanta già un cd e un secondo, che si intitola “Russian cello jazz”, che è in fase di realizzazione al Forum Music Village di Roma, gli studi dove il Premio Oscar Ennio Morricone ha realizzato tutte le sue indimenticabili colonne sonore. Infine, il Duo è stato ospite di diverse trasmissioni radiofoniche e televisive, tra le quali si ricorda la trasmissione “Radio3 Suite” del 23 maggio scorso su RadioRai condotta dal compositore Francesco Antonioni. (duoperfetto.com)

Cagliari, 10 agosto 2016

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Il giorno 17 maggio alle ore 20,30 presso l’Auditorium del Conservatorio di Cagliari si terrà il concerto dei vincitori del Concorso “Golfo degli Angeli”

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il cantautore sardo Flavio Secchi si qualifica alla fase finale di “Musicultura: Festival della Canzone Popolare e d’Autore – XXVII edizione“ e il prossimo 9 aprile andrà a comporre la rosa dei sedici finalisti che si esibiranno in anteprima al Teatro Persiani di Recanati in una serata in collaborazione con Radio 1 Rai condotta da John Vignola e con la partecipazione di Luca Barbarossa.

Il brano che permette all’artista sardo di giungere alla finale è “La cosa più bella“, composizione selezionata fra oltre 1500 brani e passata attraverso le nove serate di audizioni dal vivo tenutesi nelle scorse settimane al Teatro della Filarmonica di Macerata alla presenza di oltre tremila spettatori, con diecimila appassionati a seguire le dirette in streaming e le amichevoli partecipazioni di Enzo Gragnaniello, Zibba e Paolo Jannacci.

Le sedici canzoni finaliste andranno a comporre il CD Compilation di Musicultura, e accedono alla fase successiva del concorso che coinvolgerà Radio 1 Rai per la programmazione dei brani, il grande pubblico dei social e il prestigioso Comitato Artistico di Garanzia composto, tra i tanti, da Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Luca Carboni, Carmen Consoli, Gaetano Curreri, Niccolò Fabi, Tiziano Ferro, MaxGazzè, Giorgia, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti e Federico Zampaglione. Otto saranno alla fine i vincitori del concorso che accederanno alle serate conclusive di Musicultura all’Arena Sferisterio di Macerata i prossimi23, 24 e 25 giugno.

Al vincitore assoluto eletto dal pubblico andranno i 20.000 euro del Premio UBI - Banca Popolare di Ancona.

Ecco il video del brano finalista


YouTube Video

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Innanzitutto, chi è Eleonora Vicario?

Eleonora Vicario è la nipote di Jole De Maria, il  soprano , al  quale  è stato   dedicato un prestigioso concorso per voci liriche.

Abbiamo pubblicato un libro dal titolo “Oltre la quinta” nel quale raccontiamo la biografia di questa cantante tenace e studiosa, con i documenti del suo percorso: foto, locandine, contratti… Ha avuto il suo successo tra gli anni 1953 e 1964, anni in cui è stata diretta dai più illustri direttori d’orchestra, al fianco dei cantanti più apprezzati dell’epoca. Poi ha continuato a dare concerti, a incidere dischi e a studiare una tecnica che le ha permesso di passare dalla sua voce di mezzosoprano fino a quella di soprano leggero durante la stessa esibizione, senza perdere morbidezza e colore.”

Mi può parlare in maniera più approfondita di questo concorso per voci liriche?

Il concorso è giunto alla quarta edizione   che, ricordiamo, scade il 20 giugno prossimo.  

Chi è ammesso a questo concorso?

Sono ammessi al Concorso i cantanti di tutti i registri vocali e di tutte le nazionalità. I partecipanti dovranno dimostrare di aver compiuto la maggiore età alla data di svolgimento delle prove del Concorso e non è previsto alcun limite di età. L’Associazione metterà a disposizione il pianista per l’accompagnamento dei partecipanti, che il 22 giugno sarà a disposizione presso la sede del Concorso. Naturalmente sarà necessario prenotare la prova entro il 21 giugno, inviando una e-mail alla Segreteria del Concorso. Tutte le informazioni per partecipare le trovate sul gruppo facebook del Concorso e sul sito ufficiale  www.concorsoliricojoledemaria.eu

Anche se può sembrare presto, può tracciarci un primo bilancio delle passate tre edizioni? Come si è evoluto il Concorso, quali le difficoltà riscontrate e quali invece le positività?

E’ evidente una nostra crescita. Il primo anno è stato più che altro esplorativo, un metterci alla prova, Irene Bottaro ed io, per vedere se le nostre competenze ci avrebbero permesso di organizzare un Concorso lirico. Abbiamo un’estrazione differente, lei mezzosoprano ed io medico, ma insieme abbiamo visto che troviamo idee ed energia. Naturalmente ci lega anche un’amicizia che dura da decenni e che aiuta la sinergia nel lavoro. Lavoro assolutamente gratuito perché arriviamo alla fine del Concorso con il denaro esatto che serve a coprire le spese vive … e non sempre. Il problema dei finanziamenti è quello che limita la nostra fantasia e i nostri desideri: lo svolgimento della serata finale trasformata in uno spettacolo completo, come lo vorremmo costruire, rimane per il momento un sogno irrealizzabile.

 All’evento avete associato una raccolta di fondi per la lotta contro il cancro, ci spiega questa nobile iniziativa come viene sviluppata durante i giorni del Concorso?

La raccolta di fondi verrà effettuata solo durante la serata finale e noi regaleremo libri, dischi, segnalibro e spillette con il logo del Concorso a chi sosterrà la Ricerca sul cancro.

 Da persona che vive la lirica dall’interno, ci racconta del mondo della Lirica in Italia? Lo stato di salute, il riscontro del pubblico, le sovvenzioni dello Stato…

E’ un mondo ingiusto nel quale i musicisti e i cantanti vengono pagati spesso con cifre offensive e nel quale non basta la bravura per emergere. Così si dedicano all’insegnamento, altrettanto sottopagato. Fortunatamente i cantanti si impegnano comunque con serietà e costanza nello studio, seguendo il proprio sogno e il pubblico risponde con la sua presenza nei Teatri dell’Opera. Lo Stato non sembra in condizione di aiutare concretamente la cultura. A questo dobbiamo aggiungere la disonestà dilagante e il clientelismo: per il momento non vedo molta salute nel mondo dello spettacolo.

Da quali Paesi del mondo provengono i concorrenti delle tre edizioni passate? Quali le differenze tra i cantanti – per esempio – coreani e quelli italiani?

Negli anni hanno partecipato cantanti lirici di tutti i registri vocali e provenienti da tutto il mondo: Austria, Bulgaria, Cina, Corea, Croazia, Germania, Giappone, Grecia, Kazakstan,  Messico,  Polonia, Romania, Russia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Turchia, Ungheria e, naturalmente, Italia. La maggior parte di loro era ben preparata ma forse, la differenza fra i partecipanti stranieri -soprattutto orientali- con quelli italiani era nella capacità scenica, probabilmente per le difficoltà di interpretazione in una lingua di cui non possono conoscere le sfumature.

 Quali sono i brani più cantati durante il Concorso? I cantanti possono scegliere le arie che preferiscono?

Nella scorsa edizione, dal Rigoletto di Giuseppe Verdi cinque partecipanti hanno portato l’aria “Caro Nome” e quattro “La donna è mobile”; dall’Elisir d’amore di Donizetti cinque partecipanti hanno cantato l’aria “Una furtiva lagrima”. Gli altri brani più ascoltati sono stati ”Eccomi…O quante volte” da Capuleti e Montecchi di Bellini, “E’ strano, è strano… sempre libera” da La traviata di Verdi e “Regnava nel silenzio” dalla Lucia di Lammermoor di Donizetti, presentati ognuno da quattro partecipanti. Bisogna dire che, per il resto, c’è stata una buona varietà di brani ascoltati, anche perché ogni cantante presentava cinque arie diverse. Come descritto nel Regolamento del Concorso, infatti, durante la prova Eliminatoria il candidato esegue un’aria a sua scelta e una su richiesta della Giuria tra le cinque indicate nel modulo d’iscrizione. Durante le prove Semifinale e Finale il candidato esegue una o più arie a scelta della Commissione, sempre tra quelle indicate nel modulo d’iscrizione.

Per tutte le info sul concorso clicca su questo link http://www.concorsoliricojoledemaria.eu/it/


YouTube Video

 

IV Concorso lirico internazionale Jole De Maria 2016

COMPOSIZIONE DELLA GIURIA

Presidente

Giuseppe Sabbatini

Tenore e Direttore d’orchestra

Tonino Carai 

Compositore e Manager

Florin Estefan

 Baritono e Direttore artistico del Teatro dell’opera di Cluj-Napoca, Romania

Marco Impallomeni

Senior Manager

Stefano Valanzuolo

Giornalista e critico musicale

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il basso Alessandro Abis, giovane cantante sardo di Serramanna, è il vincitore dell’ edizione 2016 del concorso per giovani cantati lirici di Spoleto. Prima di lui, altri cantanti isolani hanno raggiunto i podio del famoso Concorso dello “Sperimentale”, studiando e debuttando nella Stagione Lirica dell’Istituzione. Grandi nomi della lirica internazionale tra cui  Il baritono cagliaritano Angelo Romero, il soprano Giusy Devinu, il contralto Bernadette Manca di Nissa, il soprano Valeria Podda, il tenore Ivano Lecca, il soprano Rossella Ragatzu, il baritono Domenico Balzani,

La commissione era formata da prestigiosi nomi della lirica internazionale  la cui presidente era Edda Moser.

Alessandro Abis, che ha solo 23 anni, si è già fatto notare in altre occasioni.(vedi intervista)  La sua è indubbiamente una voce rara ma sappiamo che solo la voce non basta se non si ha anche una bella dose innata di musicalità e lui nonostante la giovane età ha dimostrato di essere un artista ormai pronto per calcare i palcoscenici dei grandi teatri.

Ha iniziato i suoi studi col baritono Angelo Romero, poi al conservatorio G.P. da Palestrina con Elisabetta Scano, e , durante una masterclass sempre con la Scano ha conosciuto anche il basso Riccardo Zanellato.  Lo scorso anno il maestro Alberto Zedda lo aveva voluto nella sua accademia Rossiniana.

Il Concorso di Spoleto dedicato ai giovani cantanti lirici della Comunità Europea è considerato tra i più importanti concorsi europei a livello internazionale e durante il quale un’apposita Giuria seleziona i candidati; il Corso di preparazione al debutto di cinque mesi riservato ai cantanti vincitori del Concorso e la Stagione Lirica, che si svolge a Spoleto al Teatro Nuovo e al Teatro Caio Melisso, che costituisce il coronamento della preparazione dei giovani cantanti.

Hanno vinto il Concorso dello Sperimentale, studiato a Spoleto e debuttato nella Stagione Lirica dell’Istituzione moltissimi grandi nomi della lirica internazionale tra cui ricordiamo Cesare Valletti, Franco Corelli, Antonietta Stella, Anita Cerquetti, Anna Moffo, Marcella Pobbe, Leo Nucci, Ruggero Raimondi, Renato Bruson, Luciana D’Intino, Mariella Devia, Lucia Aliberti, Marcello Giordani, Natale De Carolis, Roberto Frontali, Giuseppe Sabbatini, Roberto De Candia, Sonia Ganassi, Norma Fantini, Daniela Barcellona, Marina Comparato.

Da alcuni anni il Teatro Lirico Sperimentale realizza, in collaborazione con la Regione Umbria, la Provincia di Perugia, il Comune di Spoleto e il Fondo Sociale Europeo corsi di alta formazione per maestri collaboratori e professori d’orchestra.

Ecco i nomi di tutti i vincitori dell’edizione 2016

CONCORSO PER GIOVANI CANTANTI LIRICI 
“COMUNITA’ EUROPEA” 2016

I VINCITORI:

ABIS Alessandro, BASSO
MARINI Mariangela, MEZZOSOPRANO
INTAGLIATA Sara, SOPRANO
MAZZOLA Giulia, SOPRANO
BAGALA’ Maria, SOPRANO
PINNA Annapaola, MEZZOSOPRANO
LIVI Federica, SOPRANO

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si può parlare di fuga di cervelli anche nel caso di un musicista? Io penso di si. Il nostro Teatro Lirico di Cagliari aveva ed ha ancora tantissimi talenti sia nel coro che nell’orchestra,  ma l’insicurezza economica e del posto di lavoro, sta costringendo molti di loro,a cercare offerte migliori fuori dall’Isola. Solo qualche settimana fa vi ho parlato del tenore di Portotorres  Luca Sannai , che, nonostante fosse ormai stabile da più di 10 anni a Cagliari è stato costretto  a lasciare la sua Sardegna e tentare la f0rtuna oltremare. I francesi non se lo sono lasciato sfuggire e gli hanno dato la stabilità all’Opera di Parigi. Ora è la volta del percussionista Filippo Gianfriddo, toscano, che sin da giovanissimo  aveva scelto di vivere in questa nostra isola.

Gianfriddo in buca, suona ne I Shardana di Porrino

Nel 1996 , vinse la sua prima audizione come timpanista al Teatro Lirico di Cagliari  e  nel 1997 vinse il concorso per entrare a tempo indeterminato iniziando a lavorare ad ottobre del 1998. Ma il 5 dicembre scorso, si è presentata un’occasione davvero ghiotta per Filippo e cioè l’opportunità di tentare il concorso nel teatro Lirico più prestigioso al mondo: il Teatro alla Scala di Milano. Filippo supera senza problemi anche questa difficile prova e il 30 dicembre, suona per l’ultima volta a Cagliari in occasione della Vedova Allegra,( ultima opera in programma della tanto discussa  stagione Lirica 2015), salutando così i colleghi che lo hanno accompagnato per quasi vent’anni.

Gianfriddo ha un curriculum ricchissimo e questa nuova opportunità lavorativa è sicuramente la punta di diamante di tutto.

Diplomatosi in strumenti a percussione al Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze, si perfeziona alla Scuola di Musica di Fiesolecon Gionata Faralli, prestando particolare attenzione alla tecnica “Stevens” per marimba. Successivamente frequenta il Conservatoire Supérieur de Musique di Ginevra, sotto la guida di William Blank e di Yves Brustaux, seguendo, inoltre, diversi seminari con Emmanuel Sejourné e Frederic Macarez.

Nel 1992-1993 è membro dell’Orchestra Giovanile Italiana, con la quale effettua registrazioni televisive e radiofoniche, concerti in Italia e all’estero con direttori di fama mondiale.

Come solista vince, nel 1993, il Concorso Nazionale per Percussionisti “Cotogni” di Rovigo, presieduto da David Searcy.

Selezionato nel 1994 dalla Fondazione Arturo Toscanini di Parma, studia nell’omonima Accademia con Michael Rosen, Andrea Dulbecco, L. F. Lenti, G. Bianchi, David Friedman, D. Grassi, Michael Quinn, G. Mortensen, David Searcy, Maurizio Ben Omar.

Vince le audizioni all’Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo (1997), al Teatro Carlo Felice di Genova (1996), al Teatro Massimo Bellini di Catania (1998), al Teatro Lirico di Cagliari (1996, 1997), all’Orchestre de la Suisse Romande di Ginevra (1996) ed all’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (2002, 2003).

È vincitore dei concorsi della Banda della Guardia di Finanza nel 1996, della Banda dell’Aeronautica Militare nel 1997 e, infine, sempre nel 1997, del Concorso per timpani con obbligo delle percussioni al Teatro Lirico di Cagliari, dove, ha avuto la fortuna di lavorare con i più grandi direttori del mondo: Lorin Maazel, Mstislav Rostropovich, Frans Brüggen, Gabor Ötvös, Ton Koopman, Roberto Abbado, GennadiRozhdestvensky, Vladimir Jurowski, Renato Palumbo, Rafael Frühbeck de Burgos, Neville Marriner, Peter Schreier, Georges Prêtre,Trevor Pinnock, Rudolf Barshai, Cristian Mandeal, Will Humburg, Gérard Korsten, Günter Neuhold, Anthony Bramall, ChristopherHogwood.

Dal 2001 collabora con l’Hamburgishen Staatsoper di Amburgo, diretta da Ingo Metzmacher e, dal 2002, con la Mahler Chamber Orchestra,con la quale, a Parigi, nel dicembre dello stesso anno, ha registrato un cd per la Deutsche Grammophon sotto la direzione di Marc Minkowski.

Dal 2003 collabora anche con l’Orchestra del Maggio Musicale Forentino, in qualità di timpanista, effettuando concerti diretti da Georges Prêtre, Roberto Abbado, Zubin Mehta; sotto la direzione di quest’ultimo ha partecipato a importanti tournée (Pisa, Bucarest, Firenze, Parigi, Mosca, San Pietroburgo, Torino).

Nel 2004 è stato invitato a suonare con l’Orchestra Nazionale della RAI di Torino diretta da Jeffrey Tate.

Nel gennaio 2007 ha partecipato come “Assistant Principal Timpani” all’U.S.A. tour della Filarmonica Toscanini, diretta da Lorin Maazel,per l’anniversario della morte di Arturo Toscanini. Svolge intensa attività concertistica, sia come solista che in formazioni da camera.

Tra le numerose composizioni eseguite si ricordano: Concerto per marimba ed archi di Ney Rosauro, eseguito con l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari nel 2004, l’Orchestra Sinfonica Siciliana nel 2005 e con l’Istanbul State Senfoni Orkestrasi nell’ottobre 2006; Concerto per marimba, vibrafono ed orchestra di Darius Milhaud nel gennaio 2006, con l’Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo; Un fruscio lungo trent’anni, prima esecuzione nazionale del quartetto per percussioni, composto da Salvatore Sciarrino. È stato spesso invitato a far parte di commissioni di concorsi ed audizioni.

Auguri a Filippo per la sua nuova vita con la speranza che non si dimentichi del nostro Teatro e della nostra città.

Sotto, un mio video realizzato nel 2011 durante un concerto in trasferta


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments 3 Commenti »

E’ stato pubblicato il bando di concorso per l’assunzione di 60 esperti da parte del Ministero dei Beni Culturali. In attesa dell’annunciato concorso per 500 assunzioni straordinarie per il 2016, ilMibact si è attivato per rispondere al fabbisogno di personale che, presumibilmente, si registrerà nei prossimi mesi nelle strutture gestite dal Ministero a seguito del maggiore afflusso di visitatori  garantito dal Giubileo aperto a Roma lo scorso 8 dicembre.

Mibact, 60 assunzioni per il Giubileo: i requisiti per fare domanda

Le 60 assunzioni previste dal nuovoconcorso del Mibact, saranno impiegate con un contratto temporaneo di nove mesi in attività di tutela, vigilanza, conservazione e valorizzazione dei beni culturali presso musei, biblioteche ed altri siti statali.

Questi i requisiti principali richiesti:

  • Età non superiore ai 40 anni;
  • cittadinanza italiana o di uno degli Stati Ue, purché con una adeguata conoscenza della lingua italiana;
  • pieno godimento dei diritti politici.

Per quanto riguarda il titolo di studio, è richiesta la laurea (specialistica o magistrale) il dottorato di ricerca nell’ambito dei beni culturali, con una comprovata esperienza professionale di almeno tre anni, sempre in attività inerenti i beni culturali.

Quando fare domanda, scadenza e selezione per il concorso Mibact

La domanda per partecipare al concorso del Mibact per 60 assunzioni di esperti a tempo determinato, dovrà essere presentata esclusivamente con modalità on line secondo la procedura predisposta sul sito www.beniculturali.it. a partire dalle ore 12 del prossimo 21 gennaio 2016 ed entro la scadenza fissata per le ore 12 del 22 febbraio 2016. Alla domanda dovrà essere allegato un curriculum vitae redatto sul modello del formato europeo e riportante il titolo di studio, le conoscenze linguistiche e le esperienze professionali nel settore dei beni culturali.

La procedura di selezione consisterà nella redazione di una graduatoria redatta sulla base dei punteggi assegnati ai titoli di studio e alle esperienze professionali secondo la tabella riportata nel bando di concorso consultabile sullo stesso sito del Miur. I primi 180 candidati saranno successivamente chiamati a sostenere un colloquio individuale diretto alla valutazione delle capacità professionali in riferimento all’incarico da svolgere. I posti disponibili, con relative sedi e incarichi, sono dislocati in tutta Italia ed il dettaglio è pubblicato nell’allegato A del bando di concorso stesso.

Al termine della procedura di selezione, i 60 vincitori saranno assunti con contratto a tempo determinato di nove mesi di area III e posizione economica F1 secondo il CCNL del comparto Ministeri in vigore al momento dell’assunzione.

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Si è conclusa ieri la maratona canora dello Scaccomatto Y Sueño Talent di Cagliari. Una serie di serate che, settimana dopo settimana hanno portato finalmente ad un vincitore. Una commissione tecnica  (ma anche il pubblico) ha giudicato di volta in volta i candidati decidendo se farli arrivare in finale.

Il talent locale come tanti altri,  mira (oltre a riempire il locale cui si tiene il concorso) a dare la possibilità ai giovani artisti di potersi sperimentare davanti ad un pubblico. Tantissimi cantanti, oggi famosi, hanno cominciato proprio in questo modo.

Peccato che ieri la finalissima sia stata accompagnata da diverse polemiche riguardo la presentazione di due brani che i candidati hanno definito inediti. Loro avevano scritto il testo, ma su una base musicale trovata su youtube. Ovviamente la giuria, composta principalmente da musicisti-arrangiatori, ha contestato questo, cercando di spiegare ai candidati in questione la differenza fra edito e inedito. Si è ritrovata però davanti ragazzi presuntuosi che non  hanno accettato i consigli ed hanno continuato ad alimentare una polemica senza fine.

Il brano è inedito quando l’autore scrive dal nulla il testo e la musica anche con un proprio musicista arrangiatore e soprattutto che non sia stato mai  nè registato e  nè presentato sia in pubblico che  in rete.

Per fortuna poi ha preso la parola l’organizzatrice dell’evento che ha voluto smorzare i toni  ricordando alla giuria che i ragazzi sono ancora inesperti e che se si trovano lì è anche per imparare ad accettare i consigli;  di rimando, gli stessi, devono avere umiltà e rispetto verso coloro che  hanno, oltre ai titoli anni ed anni di esperienza.

Al di là di tutto ciò la serata (troppo lunga) si è conclusa con una vittoria meritatissima e per nulla scontata. Jessica Fodde ha ammaliato giuria e pubblico con la sua voce e la sua grande interpretazione . Entrata in punta di piedi al concorso, con molta umiltà, ha saputo imporsi fin dalla sua prima esibizione  con un brano di Mia Martini, e ieri sera con uno altrettanto difficile : Addicted to you di Avicii. Ha mostrato di saper gestire bene i registri della voce con un’ottima tecnica, supportati dalla giusta respirazione nonostante le sue condizioni di salute non fossero al top.

Tra i 14 partecipanti comunque c’erano diverse voci interessanti. Fra tutte mi hanno colpito in particolar modo la vocalità jazz di Arianna Sechi, la freschezza e l’ampiezza delle voci di Zena Apolito (15 anni) ed Elisabetta Basile (17) alle quali si deve dare solo  un po’ di tempo per perfezionare la tecnica dell’emissione e a gestire le emozioni. Alla  giovanissima Marta Tronci (13), che ha tanto materiale, consiglio di  mettersi nelle mani di un buon maestro che incanali nelle giuste posizioni i suoi preziosi mezzi vocali.

Ospite d’onore della serata è stato Stefano Corda, reduce dal successo del concorso di Castrocaro  trasmesso sabato scorso da RAI UNO ,dove ha guadagnato il premio della critica.

 

Sotto un video-documento che ho realizzato durante la serata.


YouTube Video

 

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Concorso Internazionale di Composizione
per la realizzazione di una nuova composizione ispirata al
romanzo di Sergio Atzeni “Passavamo sulla terra leggeri”

La Commissione del Concorso Internazionale, presieduta dal Maestro Azio Corghi e composta dai Maestri Fabrizio CastiMichele Dall’OngaroIvan Vandor e Gérard Zinsstag, dopo i lavori di valutazione dei progetti pervenuti alla Fondazione Teatro Lirico di Cagliari, comunica l’elenco dei candidati che hanno superato la prima fase del Concorso e vengono ammessi alla seconda fase:

Bonato Giovanni
Gedda Annachiara
Sanna Michele
Schittino Joe
Travaglione Enrico

I Sigg. in elenco dovranno inviare la partitura definitiva completa di parti orchestrali entro la data indicata nel bando (30 settembre 2015).

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »


CONCORSO PER RUOLI (Europeo)

STAGIONE LIRICA TRADIZIONALE 

COSÌ FAN TUTTE
Di Wolfgang Amadeus Mozart

Fiordiligi Soprano
Dorabella Mezzosoprano
Guglielmo Basso
Ferrando Tenore
Despina Soprano / Mezzosoprano
Don Alfonso Basso / Baritono 

OPERA DOMANI

TURANDOT
Di Giacomo Puccini

Turandot Soprano
Calaf Tenore
Liù Soprano

IL TURCO IN ITALIA
Di Gioachino Rossini

Selim Basso
Donna Fiorilla Soprano
Don Geronio Basso
Don Narciso Tenore
Prosdocimo Basso

CONCORSO PER VOCI ESORDIENTI
(INTERNAZIONALE)

Altre attività dell’As.Li.Co.
Festival Como Città della Musica
Pocket Opera
Concerti Lirico-Sinfonici
Opera Education (Opera kids, Opera it)

PRESELEZIONI
Brno, Meeting Opera Europa – 19 novembre
Vienna, Staatsoper – 5 dicembre
Lione, Opéra de Lyon – 6 dicembre
Como, Teatro Sociale – 12 e 15 dicembre
Palermo, Teatro Massimo – 14 dicembre
Roma, Accademia Filarmonica Romana – 17 dicembre
Barcellona, Liceu – data da definire
Berlino, Komische Oper – data da definire

ISCRIZIONE ONLINE »


SCARICA IL BANDO »

Vincitori Concorso AsLiCo 2015

VAI ALLA SEZIONE »

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

L’estate è un periodo in cui pullulano concorsi e manifestazioni soprattutto  di bellezza e di canto. Anzi, queste in genere si fondono, e con esse  le commissioni giudicatrici,  quelle persone “esperte” che, contattate dall’organizzazione, si mettono a disposizione per entrare a far parte delle giurie tecniche siano esse per cantanti, ballerini, top model o future Miss.

Quest’anno mia figlia, dopo un lungo periodo di fermo, ha deciso di riprendere a cantare.  La sua passione è la musica leggera ed in particolare il genere blues. Per accontentarla, visto il buon esito scolastico, ho deciso di seguirla in quest’ avventura estiva. Ovviamente la mia attenzione, oltre che su di lei, si è concentrata sui giudizi tecnici delle giurie .

In diverse occasioni mi sono chiesta con quale criterio queste giurie vengano composte. I concorsi cui mia figlia ha preso parte sono stati due. Sia nel primo che nel secondo, i giudizi su alcuni brani da lei eseguiti, sono stati molto contraddittori.

Ora faccio io la giurata dei giurati.

Innanzitutto mi soffermo sull’uso della terminologia, che dovrebbe essere adeguata  affinché si possa essere credibili. Non si può sentire quello che usa la parola forte al posto di veloce o acuto! Orrore! Forte sta esclusivamente per volume: forte o piano  . La velocità riguarda il tempo, il ritmo. L’acuto o il grave riguarda l’estensione della voce.

Ciò che mi ha veramente sconcertato è stato il giudizio verso mia figlia dove, la giuria del primo concorso, la contestava per  il brano eseguito giudicandolo all’unanimità inadatto al suo “tono” di voce   (forse voleva dire alla sua tessitura, al suo colore, timbro vocale),  consigliando poi di dedicarsi ad altro genere. Lo stesso brano, eseguito nel secondo concorso e poi in un’audizione privata, e quindi con giurie ancora differenti, veniva apprezzato come brano ideale per la sua voce col consiglio di proseguire in quel filone.

Insomma amici, mettetevi d’accordo. Capisco che molti artisti, anche se non titolati, possano comunque essere in grado di dare un giudizio perchè la loro esperienza è cresciuta direttamente sul campo, però, perchè non si ritorna alla vecchia abitudine in cui il giurato esprimeva il proprio parere al candidato in maniera privata? Giudizi  (e lo ripeterò all’infinito) che devono essere consigli costruttivi, affinchè l’artista abbia strumenti per migliorare e non per entrare in depressione.

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

I VINCITORI DI LAGO FILM FEST EDIZIONE X+1, PROCLAMATI SABATO 1 AGOSTO DURANTE L’ATTESA CLOSING NIGHT: LA GIURIA INTERNAZIONALE HA PREMIATO IL FRANCESE HILLBROW DI NICOLAS BOONE, IL PUBBLICO L’ITALIANO THE AGE OF RUST DI ALESSANDRO MATTEI E FRANCESCO ABER

Revine Lago, 1 Agosto 2015 –

Si è svolta ieri 1 agosto la Closing Night di Lago Film Fest, il festival giunto quest’anno alla sua undicesima edizione con un ricco calendario di proiezioni, incontri, eventi d’arte.

 Evento clou della serata, oltre alla proiezione sul grande schermo dei montaggi realizzati nel corso del primo workshop di blobbing proposto da Lago Film Fest con la redazione di Blob di Rai Tre e dell’atteso documentario sui misteri di Lago prodotto in questi giorni dal collettivo ZERO, è stata dunque la cerimonia di premiazione dei migliori film in concorso, scelti dalla giuria internazionale – composta, lo ricordiamo, da Peter Millard, Cosmina Stratan, Alfredo Covelli, Sebastian Wesman, Danilo Carlani e Alessio Dogana -, dal pubblico e dai più piccoli che nei giorni passati hanno popolato le proiezioni targate Unicef del Cortile Carlettin.

I direttori artistici Viviana Carlet e Carlo Migotto hanno proclamato come vincitori i seguenti film:

- premio della giuria per il documentario Hillbrow di Nicolas Boone (Francia 2014), istantanea di un quartiere periferico di Johannesburg;

- premio del pubblico per  The Age of Rust del duo Alessandro Mattei, Francesco Aber (Italia 2014), documentario breve che guida alla scoperta del “Petramosaurus Cavator”, specie meravigliosa che vive nelle Alpi;

- premio speciale per il migliore film della sezione Veneto a Blue Womb di Laura Bianco e Hanna Thomschke (Italia 2014), storia delicata di un trenino che alla fine della prima Guerra Mondiale è finito in fondo allo specchio d’acqua di Lago;

- premio Unicef per Another Round di Jane Mumford (Svizzera 2013), favola sulla rocambolesche disavventure di una cameriera alle prese con un vassoio di drink.

Il premio della critica firmato Nisimazine coordinato da Chiara Puntil è stato assegnato a La fièvre (A Spell Of Fever) di Safia Benhaim (Francia 2014), documentario silenzioso sul ritorno dal mare di una donna e sul suo incontro con una bimba febbricitante.

Completano il palmarès una manciata di menzioni speciali assegnate per ognuna delle sezioni del concorso.

Per la Internazionale, Killer? di David White (Nuova Zelanda 2015); per la Nazionale, Persefone di Grazia Tricarico (Italia 2014); per Nuovi Segni, Washingtonia di Konstantina Kotzamani (Grecia 2014); per Nuovi Segni sottosezione Animazione,  Mon Bras Armé di  Mathilde Nègre; per Unicef, Prince Ki-Ki-Do: The Swamp Monster di Grega Mastnak (Slovenia 2014).

Tra gli altri premi annunciati anche il Pix Award in collaborazione con Pixartprinting per il migliore short film di animazione dalla selezione The Animation Parade.

La giuria di settore ha scelto Benigni di Pinja Partanen, Elli Vuorinen, Jasmiini Ottelin (Finlandia 2009) e ha assegnato una menzione speciale, Pixart Special Mention, a Symphony no. 42, Réka Bucsi (Ungheria 2013). Inoltre, per il contest Sei uno Zoopper da festival? ideato da Lago Film Fest in collaborazione con la piattaforma Zooppa, ha vinto il videocurriculum/showreel realizzato dal team CHd Animation.

Lago Film Fest, edizione X+1, è un evento organizzato da Pro Loco Revine Lago con Lago Film Fest, Ministero per i Beni Culturali, Regione Veneto, Provincia di Treviso, Rete Eventi, Comune Revine Lago, Comune Treviso, Comune Conegliano, Comune Vittorio Veneto, Unpli, Comitato Unicef Treviso, Mero Onlus e col supporto di Pixartprinting, Val d’Oca, Zooppa, Ats, Metalmont, Conè, Ascopiave. 

 

LAGO FILM FEST X+I Festival internazionale di cortometraggi, documentari e sceneggiature | 24 Luglio – 1 Agosto 2015 | Revine Lago, Treviso  CONTATTI UFFICIO STAMPA | Manuela Morana - manuela@lagofest.org – press@lagofest.org

 

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Domenica a Cagliari, nel foyer del teatro Civico in Castello, è stata inaugurata una interessantissima mostra-concorso dedicata all’artista scomparso Roberto Longu. A questa è abbinata anche una lotteria. I premi   in palio sono 10 opere di 10 ceramisti , tra cui una di Roberto Longu .  La mostra concorso terminerà il 31 luglio.

Roberto Longu ha mosso i primi passi presso il laboratorio di Gian Luigi Mele, da cui negli anni si è staccato acquisendo un suo stile. Le sue ceramiche, bottiglie, piatti, anfore anulari, specchi, pesci, si fanno ammirare infatti per il gusto per la brillantezza e l’ uso espressivo del colore.

Tutti i nomi degli artisti partecipanti:

In mostra 25 pezzi tra ceramica, arte orafa, vetro, alta sartoria, tessitura e altro ancora di artigiani, tutti iscritti alla Camera di commercio: Massimo Boi, Giampaolo Mameli, Wilda Scanu, Angela Zoccheddu, Antonello Atzori, Maria Cristina Boy e Margherita Usai, Anna Catalano, Silvia Concas, Federico Coni, Francesca Addari, Domenico Cubeddu, Giovanni Deidda, Giampaolo Gabba, Maria Grazia Gavini, Simonetta Liscia, Andrea Marceddu, Juri Marrocu, Giampaolo Olianas, Valentina Pisu, Laura Puggioni, Caterina Porcu, Manuela Scotto, Walter Usai, Daniela Zedda, Roberta Zorcolo. In esposizione anche un pezzo della collezione di Roberto Longu

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Trionfo di Tiziano Ferro, bello e bravo; Romina e Albano attesi da tutti, lei disinvolta e bella, splendido abito, lui imbarazzato e finto duro, sembrava un imitatore di se stesso. Ma come mai non si è affidato alle mani esperte di un bravo parrucchiere? Comunque la voce è sempre al top (abellimenti a parte). Siani purtroppo è risultato noioso dalle battute  infelici. Carlo Conti è un grande professionista che ha saputo come muovere i fili, e gli ascolti gli hanno dato ragione. Le due cantanti e l’attrice Rocio, improvvisate vallette, si sono sforzate nel dare il loro meglio preparandosi a dovere. Arisa ed Emma hanno emozionato cantando “Il carrozzone” dedicata agli artisti scomparsi ,  Pino Daniele, Mango, Giorgio Faletti.

Per quanto riguarda i cantanti posso esprimermi solo per alcuni:

Lara Fabian ha cantanto bene un bel brano. Intonatissima, tecnicamente perfetta  ma forse è stata tradita dall’emozione che l’ha un po’ bloccata nell’ espressività facendola scivolare giu nel gradimento del pubblico. Spero possa dimostrare quanto valga veramente.

Gianluca Grignani, cantante che non amo particolarmente, ha dato complessivamente una buona prova grazie con la sua canzone, anche se  ogni tanto non ha disdegnato qualche stonacchiatura.

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi (Platinette), un duo che si è fatto ascoltare soprattutto per la voce baritonale di Mauro .

Nek , sono felice del suo ritorno. Sempre bravo e soprattutto umile.

Malika Ayane invece non mi è piaciuta. Una voce inizialmente quasi afona, molto vicino alla spaccatura per poi ampliarsi, si, ma sempre con un timbro gutturale (noi diciamo che canta con la popetta in bocca), che rendeva le parole incomprensibili. Peccato perchè è una delle cantanti che in genere catturava la mia attenzione.

Da apprezzare l’ospite d’onore, il medico scampato all’Ebola , Fabrizio Pulvirenti, che ha potuto raccontare come è uscito dalla malattia mettendo in evidenza che tornerà al suo lavoro in mezzo agli ultimi in modo tale da portare la speranza che la malattia si può sconfiggere.

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

Al via il nuovo bando dell`unico concorso italiano di world music, il “Premio Andrea Parodi”, organizzato per il settimo anno dall`omonima Fondazione e la cui fase finale e` prevista a Cagliari dall`8 al 10 ottobre, con la direzione artistica di Elena Ledda. 

Per iscriversi c’è tempo fino al 31 maggio, tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it: occorre essere maggiorenni e autori o coautori del brano in gara. Il concorso è gratuito ed aperto ad artisti di tutto il mondo

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

“THE WAR BAND  2º ATTO”


Il contest musicale più atteso dell’anno sta per partire con le SELEZIONI delle BAND/SOLISTI.
Tutti i giovedì,partendo da fine FEBBRAIO,inizio MARZO, al CAFÉ DEGLI ARTISTI,  potrete ascoltare e soprattutto VOTARE la vostra band/solista preferita e far continuare a loro la “corsa” verso la vittoria!!

Vari i premi in palio per le band vincenti tra i quali il buono del valore di 1500 euro
Non mancheranno sorprese e premi per il pubblico votante.
Il contest vedrà affrontarsi a suon di musica TRE/QUATTRO BAND a serata, una giuria tecnica e la votazione da parte del pubblico decreteranno il VINCITORE della SERATA che continuerà la sua partecipazione.

FORZA MUSICISTI….FATEVI AVANTI !!!

Caffè degli artisti

via VALERA,7
Anzano del Parco (COMO)
Tel.031 619327
Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Francesca Faedda

Non tutti sanno chi è un’Arpista. E allora vi posso subito dire che si tratta di una musicista che suona quello stupendo strumento che è l’ Arpa. Ebbene, la giovanissima Arpista Francesca Faedda, di soli  13 anni , ha vinto il 2 premio  al concorso internazionale  intitolato al più grande Arpista di tutti i tempi Nicanor Zabaleta, con votazione 93/100 della categoria A, classe media, suonando The Tear di John Thomas e Florentine Music Box di Carlos Salzedo  .Il concorso, alla sua prima edizione, si è svolto a Nicolosi (Catania).

La giuria era formata dagli arpisti Albarosa Di Lieto, Lahoz Emmanuel, Lorè Maria Luisa,e dai maestri Giuseppe Cantone Arcidiacono Angela e Corrado Ratto.

La giovane Arpista però ha  mostrato il suo grande talento anche in altre occasioni. Nel 2013 ha vinto il premio all’8° concorso musicale di Berchidda (categoria degli strumenti a pizzico), svoltosi il 18 maggio e partecipando al concerto finale che si è svolto nello stesso Teatro Santa Croce nel settembre scorso. Ha vinto anche il 2° premio al 5° concorso regionale di Sorso ( sezione solisti) svoltosi il 27 giugno 2013 nel Palazzo Baronale. Ma quasi sempre, dietro un talento di questo tipo c’è sempre anche una grande maestra che in questo caso è l’arpista Paloma Tironi che invece ha fatto i suoi studi al conservatorio di Cagliari.  In un’altra occasione ho avuto modo di intervistarla   e  chi lo desidera, può riguardare  l’ intervista cliccando su questo link.

Dopo dopo 16 anni d’ insegnamento al Conservatorio di Trapani, Paloma Tironi da due anni è finalmente tornata ad insegnare nella sua terra, al Conservatorio L.Canepa di Sassari, dove ha trovato dei buoni talenti che le stanno dando grande soddisfazione.

Paloma Tironi

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Sara Pischedda 1 classificata

Si è conclusa martedì scorso la lunga maratona del Concorso “MIZAR SONG’S STARS”, con una buona risposta di pubblico e di concorrenti di altissimo livello. Presidente di giuria nella serata finale è stato il maestro Fabrizio Palma .

Tanti ragazzi giovani e meno giovani hanno presentato in questi mesi brani di ogni genere sempre diversi che hanno dato alla giuria elementi per la valutazione conclusiva. Regina incontrastata  vincitrice del concorso, è stata la bravissima Sara Pischedda . Lei canta divinamente perchè non si limita solo a mostrare le qualità vocali e la sua estensione, ma interpreta ogni parola con grande padronanza tecnica. Il secondo premio è stato assegnato a Valeria Onnis che , a quanto riferito dalla giuria, ha mostrato una crescita tecnica costante durante le serate del concorso. Il terzo posto invece è andato  a Maria Dessì, che oltre ad essere una brava cantante è anche un’ottima musicista (suona il flauto traverso).

Anche questo blog Musicamore ha messo a disposizione un premio speciale che è stato assegnato a Nicholas Loru . Giovanissimo artista ho avuto modo di ascoltarlo nella edizione precedente in cui ero membro della giuria, e devo dire che sono contenta che questo premio sia stato assegnato a lui.  Una voce importante, grande interprete, e soprattutto tanta grinta. Se continuerà nello studio tecnico e saprà confrontarsi con gli atri sono certa che andrà lontano.

Non da meno però sono state tante altre voci che , anche senza premio, hanno messo in evidenza grandi qualità vocali e interpretative come Claudia Putzu e Toni Marongiu.

La direzione artistica era di Claudio e Susy Gasperoni

2 classificata

Maria Dessì 3 classificata

Nicholas Loru Premio Musicamore blog

foto di Claudio Gasperoni

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Lo Skepto International Film Festival è una rassegna di natura competitiva dedicata ai cortometraggi.

Il suo obiettivo principale è quello di incoraggiare e offrire visibilità ai filmmaker indipendenti di tutto il mondo, creando uno spazio aperto per il confronto e lo scambio interculturale. Inoltre, lo Skepto International Film Festival punta a diventare un punto di riferimento culturale per la città di Cagliari e ampliare i propri orizzonti verso altre città italiane, europee e di tutto il bacino del Mediterraneo.

Il festival è aperto a film di ogni genere, stile e budget di produzione: cortometraggi narrativi, documentari, animazione, videoclip musicali, videoarte, cortometraggi sperimentali, new media format, mobile videos, e tanto altro ancora…

Quest’anno sono stati iscritti più di 600 cortometraggi, con produzioni estremamente varie per genere, stile, tema e budget di produzione tra cui non mancano titoli legati a nomi di spicco del mondo cinematografico e film che hanno ricevuto riconoscimenti in importanti festival nazionali e internazionali.

Oltre all’Italia sono rappresentati 47 Paesi: Argentina, Austria, Australia, Belgio, Bosnia-Herzegovina, Brasile, Bulgaria, Canada, Cipro, Corea del Sud, Danimarca, Egitto, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Hong Kong, India, Israele, Iran, Irlanda, Islanda, Kazakistan, Libano, Lussemburgo, Macedonia, Malesia, Mali, Moldavia, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Regno Unito, Romania, Russia, Serbia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina, Ungheria.

La quinta edizione dello Skepto International Film Festival si terrà a Cagliari dal

9 al 12 aprile 2014 

h 11.00 – Ostello della Marina, Auditorium Comunale, Piazza San Sepolcro, Caffè Savoia

Cliccando nel link sottostante potrete leggere tutto il programma nel dettaglio, con titoli e date.

http://www.skepto.net/it/content/programma-2014

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Concorso a premi di performance e di arte contemporanea (teatro, danza, musica, poesia, arti figurative, video arte etc.).

Il bando è rivolto sia ad artisti (gruppi o singoli) “professionisti”, sia a giovani under 30 senza qualifica e curriculum artistico, che potranno partecipare in due distinte categorie.

Le candidature complete di tutti i documenti specificati nel bando pubblicato sul sito   http://www.actoresalidos.com/modules.php?name=News&op=news_view&sid=133&newlang=italiandovranno pervenire entro e non oltre il 6 Aprile 2014, in via telematica, all’indirizzo x4mArt.alidos@tiscali.it

I 12 artisti selezionati presenteranno al pubblico e ad una giuria la loro performance presso il Teatro Centrale Alidos, sede operativa della Compagnia. Ai vincitori delle due categorie andrà un premio in denaro.

Inoltre il TAA ha previsto due premi minori come segnalazioni speciali per ciascuna categoria.

Siete tutti invitati a prendere parte alla prima edizione di questo concorso e divulgare l’informazione ai vostri contatti ed amici.

Per maggiori informazioni contattare gli Uffici del Teatro Actores Alidos ai numeri 070 828331 – 8899027, via mail x4mArt.alidos@tiscali.it dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18.

Il Teatro Actores Alidos

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

L’estate è ormai alle porte, ma il desiderio di vedersi ancora insieme in una piazza ad ascoltare musica, mangiare prodotti tipici o ballare a ritmo di Salsa e merenghe è ancora vivo.  Pochi  giorni , e la scuola riapre i battenti, i teatri riprendono le polemiche (perché ormai queste vengono prima degli spettacoli), la politica(quella che si definisce seria), uscirà alla luce con le ultime idiozie, e comincia così un altro anno lavorativo che si prospetta molto colorito.

Tralasciando questi particolari, volevo segnalarvi due eventi interessanti di fine estate.

Nel paese di Serri (OR) a due passi dall’area archeologica di Santa Vittoria (importante sito nuragico da visitare assolutamente), si terrà il concorso di danza e canto: “Una notte di stelle Talentuosi si nasce“.  Un importante concorso aperto a tutti coloro che pensano di avere delle doti artistiche. Una severa commissione giudicherà e proclamerà il vincitore.

Per informazioni sul sito nuragico potrete cliccare in questo link.

Il secondo evento è un interessante laboratorio creativo per i più piccoli . Sarà l’occasione per far divertire i bambini prima del nuovo impegno scolastico.
Il laboratorio di plastilina, è tenuto da una vera ed unica esperta nel suo genere : Monica Tronci.

Il laboratorio si terrà a Terralba (Or) Mercoledì 4 settembre 2013 dalle ore 16 alle ore 19

  • Un laboratorio per piccoli gruppi con temi predefiniti.4-5 anni Creiamo i serpenti
    5-6 anni Creiamo i pesci
    6-8 anni Creiamo gli elefanti
    8-10 anni Creiamo i gattiOgni lab ha la durata di 1 ora.
    L’orario dell’evento si riferisce ai vari lab che si susseguono nella serata
    Il costo di ogni lab è di 7 euro (comprensivo di materiale)

    Si può partecipare a più LAB consecutivi nella stessa sera, avendo un piccolo sconto
    L’orario definitivo dei lab si deciderà in base alle età dei partecipanti
    La prenotazione è obbligatoria

    Per info contattare Monica Twins Tronci

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Quando si presentò al concorso, Luca Sannai colpì tutti per la qualità vocale e la preparazione musicale. All’epoca molti colleghi del Coro del Teatro Lirico andarono in pensione e la sezione dei tenori necessitava di nuovi elementi. Luca arrivava da Portotorres con un bagaglio musicale non indifferente, (era anche direttore del coro Polifonico Turritano), ma questo noi non lo sapevamo. Ricordo che eseguì il Nessun Dorma della Turandot pucciniana senza alcuna difficoltà e lesse i brani a prima vista come se li conoscesse. Questi sono un po’ l’osso duro delle audizioni. In tanti infatti cascano proprio in questa difficile prova.

Insomma Luca fu veramente un ottimo acquisto per Cagliari. Personalmente reputo la sezione dei tenori del nostro coro la migliore, senza sminuire le altre. Il colore uniforme, la solidità e la duttilità negli acuti, le mezze voci, comuni ad tutti gli elementi di quella sezione, da’ a tutto il coro maggior prestigio.  Ai concorsi si cercano sempre queste qualità e non è facile trovarle

Tempo fa un’amica mi raccontava che una cantante solista, per motivi personali, aveva deciso di optare per il coro, ma non superò la selezione, e si scandalizzò per la decisione della commissione. Non c’è nulla da scandalizzarsi e non perché questa non avesse voce, semplicemente non aveva mostrato le caratteristiche richieste per poter far parte di un coro lirico.

Fare i solisti e gli artisti del coro sono due cose diverse. La voce sola non basta. L’artista del coro deve avere capacità di adattamento con la vocalità dei colleghi che cantano al fianco:  capacità di fusione, ovvero non “sforare”, (termine tecnico che sta a significare che non deve emergere dalla massa); deve avere una facilità nella lettura musicale, indispensabile perché diversamente dal solista che canta il suo repertorio, l’artista del coro cambia musica in continuazione. A volte, nello stesso mese si studiano e si eseguono anche tre partiture differenti tra loro: opera, concerto,  musica antica o contemporanea.

In questi tempi di crisi  in Italia, i così detti “cervelloni” sono costretti ad emigrare per trovare altrove una sicurezza economica e  Luca Sannai è uno di questi . Luca ha superato brillantemente le selezioni per il coro dell’Opera di Parigi, vincendo il concorso e la stabilità.

Sono contenta per lui ma allo stesso modo sono dispiaciuta perché il nostro coro   perde un elemento significativo di una bella sezione.

E noi in Italia continuiamo a perdere pezzi! Come in una squadra di calcio, si spera venga rimpiazzato da un tenore con le stesse qualità.

Non mi resta che fare a Luca un bel ” in bocca al lupo” per la sua nuova carriera.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Virginia Soru, 8 anni, è la vincitrice del CONCORSO VIVA VERDI 2013.

Il concorso, ideato da Luca Murgia fondatore del gruppo di Facebook Amici del Teatro Lirico di Cagliari , invitava i ragazzi a proporre un loro disegno per ricordare il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.
Vriginia, che è figlia d’arte, riceverà in regalo l’edizione “Alla scoperta dl melodramma Falstaff” scritto da Cecilia Gobbi edito da CurciYoung.

Un grazie a ELIA, LORENZO, LUCREZIA, ANTONIO, PASQUALE E ALESSIA che con la loro arte creativa hanno voluto festeggiare insieme a tutti noi il bicentenario Verdiano! BRAVI!

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

18° PREMIO INTERNAZIONALE DI MUSICA “GAETANO ZINETTI”

Rivolto a Solisti ed Ensemble di ogni nazionalità e senza limiti d’età

Sanguinetto (Verona) 25 – 30 giugno 2013

Bando di concorso e schede di iscrizione scaricabili dal sito www.zinetticompetition.org

Scadenza iscrizioni: 3 giugno 2013

 In palio PREMI IN CONCERTI secondo le seguenti modalità:

 CATEGORIA SOLISTI:

Primo Premio € 2.500,00

Secondo Premio € 1.500,00

Terzo Premio € 500,00


CATEGORIA ENSEMBLE

Primo Premio € 5.000,00

Secondo Premio € 3.000,00

Terzo premio € 1.000,00

 Sono previsti inoltre Premi Speciali, spettanti al più giovane finalista della categoria “Solisti” e al più giovane pianista semifinalista o finalista della categoria “Solisti”.

Chi era Gaetano Zinetti?

Gaetano Luigi è il primo dei nove figli di Francesco Zinetti, falegname ed accordatore di pianoforti, e Giulia Franceschini.

Nato con una inequivocabile predisposizione alla musica, viene affidato, in tenera età, all’insegnamento musicale di Vincenzo Mela, noto compositore di Isola della Scala, con ottimi risultati, visto che undicenne compone e pubblica due polke.

Il 17 ottobre 1885 viene ammesso al Conservatorio di Milano che frequenta per quattro anni con risultati più che buoni. Tra il 1890 e il 1993 studia “Composizione” al Liceo Musicale “Rossini” di Pesaro con il direttore di allora Carlo Pedrotti, professore di Verona, e “Organo” con un altro noto musicista dell’epoca, Arturo Vanbianchi.

Il 13 agosto 1893 consegue la Licenza in Composizione ed Organo ed il 28 ottobre 1893 esordisce nella stagione operistica del teatro Ristori di Verona (28 rappresentazioni in 44 giorni) dirigendo in apertura Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, seguita da Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e da La Favorita di Donizetti, con grande successo di pubblico e di critica.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Festeggiamo i 200 anni di Giuseppe Verdi

VIVA VERDI!
Concorso online per bambini dai 5 ai 13 anni

REGOLAMENTO

- Possono partecipare tutti i bambini con indispensabile aiuto di un adulto.
- Il concorso consiste in un disegno a colori ( scegliete voi se utilizzare le matite colorate, i pennarelli, le tempere ecc..) in un foglio formato A4 .
- Il soggetto del disegno dovrà rappresentare GIUSEPPE VERDI.
Una volta pronta l’opera d’arte, non vi resta che SCANNERIZZARE il disegno oppure semplicemente FOTOGRAFARLO con una macchina fotografica digitale o telefonino.
- Inviate l’elaborato alla mail concorsovivaverdi@gmail.com entro il 25 marzo 2013 scrivendo il NOME, COGNOME ed ETà del partecipante.
- Tutti gli elaborati pervenuti entro la data stabilita, verranno pubblicati sul gruppo facebook AMICI DEL TEATRO LIRICO DI CAGLIARI il 26 marzo 2013.
- I disegni pubblicati, si potranno votare on line tramite il LIKE entro e non oltre l’8 aprile 2013.
- Il 9 aprile 2013 verrà decretato il vincitore al quale verrà inviato il libro-cd “Alla scoperta del melodramma Falstaff” Edizioni CurciYoung a cura di Cecilia Gobbi.

Buon lavoro e buon divertimento!

Per qualsiasi informazione contattare:
concorsovivaverdi@gmail.com

Un ringraziamento particolare a Cecilia Gobbi e all’Associazione Tito Gobbi per aver messo a disposizione il premio.

Amici del Teatro Lirico di Cagliari su Facebook

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 Il gruppo musicale di artisti sardi D-STORTA ha vinto un contratto editoriale con BMG, Major discografica di portata Mondiale, segnando così un primato in Sardegna e un nuovo traguardo per la musica della nostra regione.
Il Premio Donida, “Il talent dei compositori” nasce nel 2009 in memoria del grande maestro compositore Carlo Donida Labati.
Quest’anno per la sua quarta edizione, apre le porte anche alle band.

I D-STORTA, gruppo di San Sperate e Decimomannu , formato da : Christian Sarritzu (Voce e chitarra), Pierlorenzo Zodio (basso) , Giacomo Cossu (sintetizzatori) e Biagio Di Pinto (batteria) partecipa al concorso partendo dalle selezioni svolte a Cagliari (FBI ottobre 2012) , procedendo poi alla semifinale di Noceto(Caseificio della Musica Feltrinelli , in provincia di Parma) a novembre 2012 e qualificandosi poi per la finale  voltasi al Teatro Agorà di Cernusco sul Naviglio (MI) il 9/03/2013. Quest’ultima ha un esito positivo per i 4 ragazzi, i quali infatti si  aggiudicano il premio “ LA COMPAGNIA” BMG che offre al vincitore un  contratto editoriale con la Major discografica,  la quale vanta produzioni mondiali come Bruno Mars, Gorillaz, Foo Fighters, David Bowie, Sex Pistols etc

Per la finale ogni concorrente presenta 2 brani : uno dell’autore Donida e uno inedito personale. I D-storta suonano “Parlami” (brano inedito) e “La folle corsa” (Donida/Mogol), quest’ultimo è stato arrangiato dalla band in chiave pop Rock .
Vincono dunque il premio “la compagnia” BMG perchè : “in un momento storico così difficile per la musica, nei D-storta è presente una grande originalità e nel creare brani che si differenziano grazie al sound e ai testi

Ecco il video del backstage del teatro subito dopo l’esibizione: https://www.facebook.com/photo.php?v=10200523330746406

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »