Articolo taggato “cantautore”

Ho conosciuto Alessio  qualche anno fa, ad un concorso per giovani cantanti.  Io facevo parte della commissione. Quella prima volta mi colpì subito la sua interpretazione. Ogni parola  del testo arrivava  prima col cuore e poi con la voce.  Alessio da allora ha continuato a perfezionarsi sia come esecutore che come cantautore scrivendo delle belle canzoni ricche di significato. 

Questo suo nuovo lavoro tratta un argomento molto pesante per noi sardi, quello dell’emigrazione, un argomento che mi tocca molto da vicino.

“Project 1 – SARDINIA è un’idea, un progetto, un pensiero. E’ amore. Va a i miei amici, ai miei cari, a tutte le persone lontane da casa” – Così presenta il suo nuovo lavoro che vi propongo di seguito in versione video.
Il brano  è stato scritto da Alessio Gaviano, Diretto e Editato da Matteo Fadda con la partecipazione di Valentina Mattana.
Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

La musica è un grande mezzo per stimolare la sensibilità della gente. Ed è con la musica che a Cagliari si sta cercando di raccogliere fondi per dare un po’ di sollievo alle popolazioni colpite dal terremoto che, ahimè  in tante sono ancora in attesa di una sistemazione sicura.

Un gruppo di 16 cantanti sardi (Artisti sardi per Amatrice)  metteranno in rete un brano scritto da uno di loro, il cantautore 19enne Mattia Sanna, i cui proventi andranno tutti alla cittadinanza di Amatrice. Il brano  si potrà scaricare (e quindi in questo modo contribuire alla raccolta fondi),  da tutti i principali store  su internet.

In attesa dell’uscita di questa canzone anche il mondo della musica classica si sta adoperando per lo stesso scopo.

Al Teatro Lirico di Cagliari, VENERDI’ 2 DICEMBRE si terrà un concerto straordinario di beneficenza, in favore delle popolazioni colpite dal sisma, promosso dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Cagliari e dal Comitato UNICEFdi Cagliari

La serata prevede l’esibizione dell’Orchestra del Teatro Lirico, diretta dal giovane maestro milanese Giampaolo Bisanti, tra i migliori interpreti del grande repertorio musicale che ritorna a Cagliari dopo il successo dei concerti dello scorso febbraio. Nel ruolo di solisti si esibiscono: Daniela Schillaci (soprano), Valentina Boi (soprano), Cristina Melis(mezzosoprano), Massimiliano Pisapia (tenore), Roberto Frontali (baritono).

Il programma musicale del concerto prevede l’esecuzione di: Sinfonia da Il Barbiere di Sivigliadi Gioachino Rossini; Tacea la notte placida. Di tale amor e Condotta ell’era in ceppi da Il Trovatore di Giuseppe Verdi; Sì, mi chiamano Mimì da La Bohème di Giacomo Puccini; E lucevan le stelle da Tosca di Giacomo Puccini; Perfidi! Pietà, rispetto, amore da Macbeth di Giuseppe Verdi; Sinfonia da Guglielmo Tell di Gioachino Rossini.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito, anche se il ricavato delle offerte, a fine serata, verrà interamente devoluto al Commissario Straordinario per la ricostruzione di una scuola sicura.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono +39 0704082230 – +39 0704082249, fax +39 0704082223, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

La prima volta che sentii parlare di Fabrizio de Andrè ero in prima superiore. Il professore d’ italiano ci diede da studiare la poesia “La guerra di Piero“, parlandoci in maniera approfondita dell’autore  e di altre sue composizioni. Mi affascinò subito questo artista, questo suo modo di scrivere i testi a volte trasgressivi, la sua voce baritonale . Erano gli anni in cui cominciavo a strimpellare la chitarra e le canzoni di De Andrè erano particolarmente facili da accompagnare. Insomma erano entrate nel mio repertorio insieme a Battisti, Celentano, Mina ecc.Lo seguivo tantissimo anche attraverso i rotocalchi. Mi piaceva l’idea che avesse scelto la Sardegna per vivere con la sua compagna Dori Ghezzi, anch’essa cantante.

Nel 1979, purtroppo, De Andrè fu rapito con la sua compagna, dalla sua casa di Tempio Pausania e questo provocò in me un senso di sgomento. Ancora una volta la mia terra era balzata alle cronache per i sequestri. Una vergogna oltre che il dispiacere che i due artisti potessero rimanere vittime dei banditi. Giorno per giorno seguivo il fatto e speravo che velocemente si risolvesse, ma i due sfortunati rimasero sotto sequestro per ben 4 mesi.

A raccontarci questo fatto di cronaca, nei dettagli, sarà l’attore cagliaritano Gianluca Medas, in uno degli spettacoli della nuova rassegna dei Figli d’arte Medas”“Storytelling”, in partenza venerdì 14 Ottobre.

Storytelling non è uno spettacolo, né una narrazione, né un concerto: è tutte queste attività insieme, e allo stesso tempo ne è il superamento.

Ci si assume il compito e la responsabilità di liberare dalla comunicazione tradizionale quattro fatti di cronaca importanti, sviscerandoli davanti agli occhi degli spettatori tramite immagini, video, brani giornalistici, brani letterali, narrazioni da vivo, interviste ai protagonisti (reali o interpretati) delle storie.

L’intento di Storytelling 2016 è quello di celebrare l’informazione indipendente senza fare teatro, senza fare televisione, senza fare narrazione ma contemporaneamente ribaltando e giocando con queste “grammatiche” per realizzare qualcosa di nuovo.
È un esperimento, una sorta di sincretismo tra le varie forme di comunicazione per offrire un’informazione alternativa che porti al cuore pulsante dei fatti.

Di seguito la locandina

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Flavio Secchi si aggiudica il premio “Un Certain Regard” alle audizioni di Musicultura 2016 con il brano “La cosa più bella”.

Il cantautore sardo in corsa alle selezioni per i 16 finalisti  della prestigiosa rassegna musicale italiana.

Flavio Secchi si aggiudica il premio Un Certain Regard durante la prima fase delle audizioni di “Musicultura: Festival della Canzone Popolare e d’Autore – XXVII edizione“, rassegna italiana dedicata alla poesia con una particolare attenzione verso la “parola” e il suo brano in gara intitolato “La cosa più bella”, compreso nel disco “Parole per Chitarra” in uscita nella prossima primavera, cattura l’attenzione della nutrita e qualificata giuria impegnata nella selezione dei 16 finalisti che nella prossima fase competeranno per accedere alle serate finali del festival. L’importante riconoscimento impreziosisce la serata del cantautore sardo: la sua esibizione di venerdì 26 febbraio (che oltre al brano in lizza ha compreso anche i brani “Willy” e “Non Mi Va” dall’album “Flavio Secchi & the Hall Kitchen”, 2013)  al Teatro della Filarmonica di Macerata è stata votata come migliore performance della serata. Al termine delle audizioni (il 28 febbraio 2016 l’ultimo appuntamento) le 16 canzoni finaliste andranno a comporre un CD Compilation e verranno presentate ufficialmente il 9 Aprile al Teatro Persiani di Recanati in un concerto dal vivo. I brani passeranno successivamente in consegna a Radio 1 Rai per la programmazione e al giudizio del Comitato Artistico di Garanzia composto da nomi del calibro di Claudio Baglioni, Luca Carboni, Carmen Consoli, Gaetano Curreri, Niccolò Fabi, Max Gazzè, Giorgia, Dacia Maraini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Antonello Venditti e tanti altri. 

 L’ARTISTA - Flavio Secchi inizia lo studio della chitarra classica e jazz nel 1994 con i maestri Paolo Alfonsi e Gianluca Corona. Nel 2009 consegue il diploma accademico in chitarra jazz presso il Conservatorio di Musica G. P. Da Palestrina di Cagliari sotto la guida del maestro Massimo Ferra, con una tesi su Wes Montgomery. Nel 2010 frequenta il St.Louis College of Music di Roma e dal 2012 inizia lo studio della chitarra flamenca a Siviglia. Al suo attivo vanta seminari e masterclass con musicisti di calibro internazionale tra i quali Pat Metheny, Roscoe Mitchell, Dave Douglas, Butch Morris, Rafael Riqueni e Eddy Palermo. Dal 2010, parallelamente alla sua attività da strumentista, intraprende la strada del cantautorato mettendo a frutto le sue passioni poetiche, letterarie e musicali. Collabora con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia e con la cantante Francesca Corrias.

Nel 2013 prende vita il suo primo lavoro cantautorale, l’album Flavio Secchi & the Hall Kitchen, lavoro indipendente e autoprodotto con il quale ha partecipato all’Ichnusa Music Contest qualificandosi tra i primi 20 artisti su oltre 600 iscritti. Un suo brano è entrato, inoltre, in una delle compilation in allegato al quotidiano L’Unione Sarda. Nel novembre 2014 si aggiudica il “Premio La Compagnia” e il ”Premio Ricordando il Maestro” al Premio Donida – “Il Talent dei compositori”. Nel febbraio 2015 l’artista entra a far parte del circuito di Sp Produzioni, impresa di gestione e servizi nel campo dello spettacolo. Nello stesso anno inizia la collaborazione con la band Sikitikis in qualità di chitarrista, partecipando alla registrazione del quinto album intitolato “Abbiamo Perso”. Nel giugno 2015 una sua raccolta di poesie viene pubblicata nell’opera intitolata “Aurisse” per Aletti Editore. Nel settembre 2015 conquista il terzo posto al IV Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini” con la poesia inedita intitolata “Il Perditore di Treni”.

LA RASSEGNA - In ventisette anni, “Musicultura” (già Premio Recanati) si è affermato come una delle rassegne musicali italiane più innovative. La peculiarità della formula, la prerogativa di attingere alla creatività della musica “popolare” senza confini di genere e senza criteri di esclusione che non siano quelli della qualità e della originalità, il dinamismo delle scelte hanno reso il Festival un polo di riferimento spettacolare verso cui si volge annualmente l’attenzione del pubblico e del circuito mediatico. Al contempo, l’elevato profilo culturale della rassegna, anche per l’attenzione dedicata alla poesia e più in generale alla “parola”, ha alimentato nell’immaginario di una platea molto vasta l’idea del “Festival” come “contenitore culturale” credibile, ma non per questo accademico.Insomma, per una serie di circostanze “Musicultura” – uno dei pochi appuntamenti radiofonico-televisivi fissi del panorama musicale italiano (Radio1 Rai, Rai 2, Rai 3) – è oggi sentito come sinonimo di cultura, intrattenimento, spettacolo. La manifestazione, le cui diverse fasi – dal lancio del bando di Concorso, alla selezione delle proposte, fino alle tre serate finali di pubblico spettacolo – tengono ogni anno desta l’attenzione del pubblico per un arco temporale di più mesi, ha avuto e sempre più avrà i suoi punti di forza:

  • nella chiara scelta di una “missione” prioritaria da compiere, che è quella della individuazione delle nuove tendenze e della valorizzazione dei nuovi talenti della musica popolare e d’autore contemporanea, attraverso il Concorso annuale unico nel suo genere per trasparenza, polimedialità della formula, impatto comunicativo, consistenza dei riconoscimenti finali
  • nel forte coinvolgimento dei mezzi di comunicazione tradizionali (carta stampata, radio, tv generaliste) e nuovi (internet, canali tematici, telefonia) per realizzare un ricco e partecipato percorso polimediale in tutte le principali fasi della manifestazione
  • nello sforzo di abbattere i tradizionali steccati tra cultura e spettacolo, tra arte e intrattenimento, tra alta cultura e cultura di massa, nella convinzione che simili contrapposizioni servano solo a fornire alibi ai cattivi operatori sia della cultura, sia dello spettacolo.

Ufficio Stampa

email: s.cavagnino@gmail.com

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

E’ stato un grande ritorno quello dell’orchestra dei Malinda Mai ad Oristano il 9 febbraio in occasione della Sartiglia.   A dividere il palco con loro c’era il figlio del grande  Pierangelo Bertoli, Alberto. La serata, organizzata dal Comune di Oristano, dalla ProLoco di Oristano e dalla Fondazione Sartiglia, ha visto nella piazza Eleonora più di 5000 presenze. Un vero trionfo!

A contribuire al successo della serata è stata anche la presenza della popolare conduttrice  televisiva Claudia Tronci che col suo garbo e la sua esperienza ha saputo gestire con padronanza questo momento importante della musica sarda. Una collaborazione questa che proseguirà nel tour  dei Malinda Mai, prossimamente, in altre piazze sarde con un programma particolare dedicato alla storia della canzone del Festival di Sanremo.

Il percorso dei Malinda Mai nasce nel lontano 1998 anno in cui la formazione, solo strumentale, crea una fusione tra musica popolare e musica “ dotta”; su questa falsariga prosegue il loro lungo tragitto,sempre volti ad interpretare i gusti musicali appartenenti a generi diversi, in chiave classica quasi a voler elevare i brani ad uno stato etereo e senza tempo.

Tutti gli arrangiamenti sono curati dal Maestro Antonello Manca, conosciutissimo a livello mondiale , che vanta numerosissime collaborazioni artistiche, ultima tra tutte la Camerata Geminiani di Londra, propenso alla ricerca e amante del buon gusto.

Nel percorso musicale “Malindiano”, sempre ricco di novità ,vario e colorato si approderà quest’anno al “Sanremo Story”: un viaggio tra le più belle canzoni che hanno fatto la storia di Sanremo, con un taglio giovane, che punta alla sobrietà e al divertimento.

In questo ventaglio di novità si aprono le collaborazioni , già note ai Malinda Mai, con artisti nazionali. La prima collaborazione appunto con Alberto Bertoli, cantautore rock-folk. Nato nel 1980 sotto la buona stella della musica, Alberto inizia prestissimo a studiare chitarra classica, amplia i suoi studi fino ad accompagnare suo padre nei progetti musicali e calcare con lui le più grandi piazze italiane, fino al 2002, anno in cui ci lasciava l’amato papà Pierangelo.

Inizia così la ricca carriera dell’artista che vanta collaborazioni con Ligabue, Mannoia, Elisa, Matia Bazar e tanti altri, e che ha scelto i Malinda Mai per omaggiare il popolo sardo, tanto caro a suo padre.

Sul palco con lui, tutti i Malinda Mai al completo capitanati dal fondatore e direttore dell’orchestra Antonello Manca, primo violino, che ha guidato il quartetto d’archi; Daniele Porta alla chitarra elettrica, Enrico Piredda alla chitarra classica, Massimo Medde e Daniele Bagni ( bassista dei Litfiba) al basso, Sandro Cocco alla batteria, Gianni Puddu e Pierpaolo Cardia alle tastiere, Roberto M.Desiato al flauto e per finire Aurelio Serra ed Enrica Pintus alle voci.

Siamo quindi in attese di conoscere le prossime date del loro tour.

Nelle foto alcuni momenti della serata

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

A me piace molto questo artista e ve lo propongo. Bellissimi arrangiamenti con ottimi musicisti.

Il 19 Gennaio 2016 esce in tutti i maggiori store digitali il nuovo singolo di Flavio Secchi Questa vita in mezzo al mare, brano che anticipa il nuovo album in uscita a primavera dal titolo “Parole per Chitarra” con le edizioni La Compagnia di Donida.

 La produzione artistica è di Massimo Satta, che ha prodotto l’intero album e ne ha curato gli arrangiamenti insieme allo stesso Flavio Secchi.

 Mercoledi 6 gennaio è stato pubblicato il video di Questa vita in mezzo al mare diretto da Joe Bastardi con la collaborazione dell’illustratore Riccardo Atzeni.

Flavio Secchi ha collaborato con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia e con la cantante Francesca Corrias.

Nel 2013 prende vita il suo primo lavoro cantautorale ed esce l’album Flavio Secchi & the Hall Kitchen. Nel novembre 2014 si aggiudica il “Premio La Compagnia” e il ”Premio Ricordando il Maestro” al Premio Donida – “Il Talent dei compositori”. Nel 2015 collabora con la band Sikitikis in qualità di chitarrista, partecipando alla registrazione del quinto album intitolato “Abbiamo Perso”. Nel settembre 2015 conquista il terzo posto al IV Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini” con la poesia inedita intitolata “Il Perditore di Treni”.

 

Flavio Secchi sito 


YouTube Video

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

 Storytelling è la nostra nuova rassegna cagliaritana dei Figli d’arte Medas che quest’anno  si terrà presso la Discoteca del Lido .

“Si tratta di una scelta coerente”, come spiega Gianluca Medas, “con la  volontà di proporre i nostri progetti in spazi alternativi al teatro e raccontare sfruttando ogni genere di medium conosciuto, rielaborandone il senso”.

Insomma si tratta di un lavoro davvero sperimentale e originale.

Per questo lavoro Gianluca Medas, direttore artistico della rassegna, si avvale di nuove collaborazioni come quella col cantautore cagliaritano Alberto Sanna, il tenore Murales di Orgosolo, il cantautore Joe Perrino, il musicista Mauro Palmas e tanti altri.

Il biglietto d’ingresso è di 10 euro

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

‘RIMMEL’: TUTTA LA STORIA DEL DISCO REGISTRATO DI NASCOSTO IN ‘DE GREGORI. MI PUOI LEGGERE FINO A TARDI’ DI ENRICO DEREGIBUS

 DE GREGORI: ‘UN BEL LIBRO, MOLTO FEDELE, FA USCIRE QUELLO CHE SONO IO COME RITRATTO UMANO’

È stato un cammino tortuoso quello che ha portato a “Rimmel”, l’album di Francesco De Gregori che festeggerà i 40 anni il 22 settembre all’Arena di Verona.

È nato come un disco fantasma registrato di nascosto negli studi della Rca, con De Gregori che lo vuole “come un album dei Pooh” e il produttore Lilli Greco che lo scopre e vuole cestinare tutto. E ancora: il diverbio con Baglioni e poi l’amicizia, la lenta ascesa del disco nelle classifiche e di pari passo le contestazioni, “Pablo” che diventa uno slogan politico ma che viene anche suonato nelle discoteche. Questi e tanti altri sono i retroscena, gli aneddoti, le sorprese raccontati in “Francesco De Gregori. Mi puoi leggere fino a tardi” di Enrico Deregibus, insieme a molte dichiarazioni di De Gregori e di chi ha contribuito al disco.

Il libro è la riedizione della biografia pubblicata nel 2003, un successo editoriale che ora torna completamente rivisto, arricchito e aggiornato. Lo stesso De Gregori ha molto apprezzato il lavoro: “è un bel libro, molto fedele e fa uscire quello che sono io come ritratto umano, con i lati buoni e quelli cattivi” (Blogfoolk), “è scritto molto bene, fatto con il rigore dello storico, l’ho letto con curiosità” (Repubblica).

Ma anche la critica ha accolto con entusiasmo il volume. Alcuni estratti:

“Deregibus è uno che la canzone d’autore – e non solo De Gregori – sa raccontarla. Firma un testo ricco e rigoroso, di comprovata completezza. Persino De Gregori, quando l’ha letto, non è riuscito a lamentarsi” (Andrea Scanzi - Il fatto quotidiano).

“Un bel libro di Enrico Deregibus. Tutto quello che avreste voluto sapere su De Gregori ma non avete mai osato chiedergli” (Gianni Mura – Repubblica).

“Una narrazione incalzante, anche grazie a migliaia di dichiarazioni dell’artista romano. In 352 pagine, ogni anno un capitolo, quasi 1500 documenti consultati e citati. Un ritratto per molti versi inatteso di uno dei maggiori artisti italiani” (Ansa).

“Un libro appassionante e appassionato. Imbastire una biografia di Francesco De Gregori è un’impresa da maneggiare con cura. Deregibus vi si cimenta da anni con il rigore dello storico, la competenza del critico e la passione del tifoso. Una mole impressionante da cui scaturisce un ritratto cubista del più vivisezionato e sfuggente degli artisti italiani” (Michele Lauro – Panorama).

“Un libro documentato, ricco di aneddotica e di testimonianze che sfatano molti luoghi comuni sul principe dei cantautori italiani” (Avvenire).

“Affabulatore preciso, dettagliato, abile nel destreggiarsi tra date, notizie, eventi, dischi e concerti, Deregibus presenta una biografia appassionata di De Gregori” (Donato Zoppo – Jam).

“Metteteci anche che il taglio narrativo di Enrico Deregibus è quanto di più accattivante vi riuscirà di scovare nel “giro” saggistico-musicale e avrete il quadro completo delle ragioni per cui questo libro – un moloch di 352 pagine fittissime che si “divorano” però con autentico sollievo letterario – è un libro da non mancare” (Mario Bonanno – Sololibri.net).

 Enrico Deregibus è giornalista e operatore culturale, si occupa principalmente di musica italiana. È membro del direttivo del Club Tenco, per il quale è anche responsabile dell’ufficio stampa, consulente del Mei, collabora con il festival “Collisioni” e con molte altre rassegne come il Premio Bindi. Ha curato il progetto “La leva cantautorale degli anni zero”. Come giornalista, ha scritto e scrive per varie testate. In campo editoriale, per Giunti ha realizzato la prima edizione di questa biografia nel 2003 ed il “Dizionario completo della canzone italiana” nel 2006. Con Enrico de Angelis e Sergio S. Sacchi nel 2007 ha curato “Luigi Tenco. Il mio posto nel mondo” (BUR). Ha inoltre pubblicato nel 2013 “Chi se ne frega della musica?” (NdA Press), una raccolta di suoi scritti.

 

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il cantautore Flavio Secchi in finale al IV Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini”, domenica 13 settembre alle 15 presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di Brunate (CO)

?Trasferta oltremare per il cantautore sardo Flavio Secchi, che domenica 13 settembre alle 15 salirà in qualità di finalista nell’ambìto palcoscenico del IV Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini” presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di Brunate, in provincia di Como. Protagoniste, per l’occasione, saranno le sue poesie inedite “Lo Stregone”“Il Bandito” e “Il Perditore di Treni”, sue recenti composizioni sul filo tra poesia e canzone. In attesa del suo prossimo lavoro discografico intitolato “Parole per Chitarra”, previsto per il prossimo autunno (ed. La Compagnia di Donida), Flavio Secchi continua a raccogliere consensi lungo lo stivale, confermando a suon di riconoscimenti il positivo e prolifico momento artistico vissuto. E’ di recente pubblicazione, infatti, la raccolta di poesie Aurisse uscita per Aletti Editore lo scorso giugno, che presenterà prossimamente in alcune tra le più prestigiose librerie di Cagliari.

IL PREMIO - Da Brunate, sospeso in cima a un colle da cui la vista spazia fino alle Alpi, prende origine la storia della poetessa Alda Merini, poiché in quel paese dimoravano i suoi nonni paterni. Per ricordare questo legame, la Biblioteca Comunale di Brunate bandisce un prestigioso premio letterario internazionale a Lei dedicato, arrivato quest’anno alla IV edizione. Il comitato organizzatore del concorso è composto da Ambrogio Borsani (curatore delle opere di Alda Merini), Flavia, Emanuela, Barbara e Simona Carniti (figlie della poetessa Alda Merini), Vivian Lamarque (poetessa) e dal sindaco del Comune di Brunate. Lagiuria tecnica, invece, è composta da Pietro Berra (presidente), Lucia Bellaspiga, Michelangelo Camelliti, Chiara Milani e Luisella Veroli. L’edizione 2015 inserisce alcune interessanti novità quali una nuova sezione dedicata a ‘Tesi di Laurea e saggi’ sull’opera di Alda Merini o che collocano l’opera ‘meriniana’ in un’analisi più estesa sulla poesia contemporanea e un nuovo premio speciale dedicato alla ‘Poesia al tempo dei social network’ per tracciare l’evoluzione del mondo poetico nei giorni nostri. La premiazione si terrà il giorno 13 settembre 2015 presso l’Auditorium Biblioteca Comunale in via Funicolare, 16.

L’ARTISTA Flavio Secchi inizia lo studio della chitarra classica e jazz nel 1994 con i maestri Paolo Alfonsi e Gianluca Corona. Nel 2009 consegue il diploma accademico in chitarra jazz presso il Conservatorio di Musica G. P. Da Palestrina di Cagliari sotto la guida del maestro Massimo Ferra, con una tesi su Wes Montgomery. Nel 2010 frequenta il St.Louis College of Music di Roma e dal 2012 inizia lo studio della chitarra flamenca a Siviglia. Al suo attivo vanta seminari e masterclass con musicisti di calibro internazionale tra i quali Pat Metheny, Roscoe Mitchell, Dave Douglas, Butch Morris, Rafael Riqueni e Eddy Palermo. Dal 2010, parallelamente alla sua attività da strumentista, intraprende la strada del cantautorato mettendo a frutto le sue passioni poetiche, letterarie e musicali. Collabora con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia, con la cantante Francesca Corrias. Nel 2013 prende vita il suo primo lavoro cantautorale, l’album Flavio Secchi & the Hall Kitchen, lavoro indipendente e autoprodotto con il quale ha partecipato all’Ichnusa Music Contest qualificandosi tra i primi 20 artisti su oltre 600 iscritti. Un suo brano è entrato, inoltre, in una delle compilation in allegato al quotidiano L’Unione Sarda. Nel novembre 2014 si aggiudica il “Premio La Compagnia” e il ”Premio Ricordando il Maestro” al Premio Donida – “Il Talent dei compositori”. Nel febbraio 2015 l’artista entra a far parte del circuito di Sp Produzioni, impresa di gestione e servizi nel campo dello spettacolo. Nello stesso anno inizia la collaborazione con la band SIKITIKIS in qualità di chitarrista, partecipando alla registrazione del quinto album intitolato “Abbiamo Perso”.

IL LUOGO - Brunate è un comune italiano della provincia di Como in Lombardia. Il paese è noto soprattutto per la presenza di numerose ville in stile eclettico e liberty, per la presenza di una funicolare che la collega alla città di Como e per i numerosi punti panoramici da cui si può vedere l’intero arco alpino occidentale, la Pianura Padana e gli Appennini. Per quest’ultima caratteristica, Brunate è nota come il “Balcone sulle Alpi”. (Biblioteca Comunale di Brunate – visualizza la mappa su questo link).

 Appuntamento, quindi, domenica 13 settembre alle 15 presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale di Brunate, in provincia di Como.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

E’ un’estate impegnativa  quella del cantautore cagliaritano Alberto Sanna . Una lunga tournée per un repertorio vastissimo. Se volete andarlo a sentire segnatevi queste date e le località, troverete sicuramente quella più vicina al vostro posto di vacanza.

Per gli organizzatori che volessero prenotare un suo spettacolo c’è ancora qualche data ancora disponibile . Nel caso possono contattarlo su facebook cliccando qui.

Intanto domani  sarà a  S.M. Navarrese (OG) con Fry Moneti  e

domenica 16 Cardedu (OG) alle 22  lo ritroviamo nel suo Show 

L’ULTIMO ONE MAN BAND vx/chit/arm/cassa/rullo/charlie … CONTEMPORANEAMENTE!

“ROCK / BLUES / R’N'R / SWING / REGGAE / CANZONE D’AUTORE”
In repertorio una selezione dei brani originali più conosciuti scritti da Alberto Sanna, nonché varie pietre miliari del rock e del blues di ogni tempo, swing, r’n'r, reggae, canzone d’autore … ELVIS, STONES, CLASH, BENNATO, M.WATERS, SPRINGSTEEN, DYLAN, DE ANDRÈ, BOB MARLEY, LOU REED, DOORS, JANIS JOPLIN, CREEDENCE, PATTY SMITH, ma anche PEARL JAM, SOUNDGARDEN, NIRVANA, RAMONES, AC/DC, CURE … e molto altro

Una performance davvero unica questo “one man show” nel quale, in magnifica solitudine, Alberto Sanna suona contemporaneamente:
con le mani la chitarra acustica, con la bocca la voce e le armoniche e … con i piedi, due punti: una grancassa, un rullante, un charleston … e in alcuni brani una loop station applicata alla chitarra.
Un originale progetto capace di sposare una particolarissima sensibilità musicale con una spettacolare capacità di coordinazione fisica.

17 Cuglieri (OR)
18 … disponibile
19 Orosei (NU)
20 Galtelli (NU)
21 Iglesias (CI)
24 Ottana (NU) con Fry Moneti
25 … disponibile in duo con Fry Moneti

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Si è spento improvvisamente  mentre terminava il concerto al «Pala Ercole» di Policoro, in provincia di Matera, per festeggiare i 30 anni di successi del suo disco ORO, il cantante, Mango all’anagrafe Giuseppe Mango, aveva 60 anni.

Qualche mese fa il cantautore, musicista e scrittore italiano, aveva fatto un tour Elettroacustico toccando anche la città di Cagliari, dove aveva ripercorso le tappe significative della sua carriera attraverso i suoi grandi successi come Bella D’Estate, Oro, Mediterraneo, Nella mia città, Lei Verrà, Australia, Io Nascerò, Il Mare Calmissimo, Disincanto , e presentato  i brani di “L’amore è invisibile”, l’album uscito nel maggio scorso, era un viaggio alla riscoperta di grandi classici italiani ed internazionali, a cui l’artista aveva dato nuova vita con la sua originale vocalità e arrangiamenti emozionanti.
Nel nuovo cd composto da quattordici brani, tra cover e inediti, il cantautore lucano era riuscito a mettere insieme David Bowie e Pino Daniele, gli U2 e Nino Buonocore, Sting e Fabrizio De André. Mango aveva anche proposto  il primo singolo del nuovo album, Scrivimi di Nino Buonocore e La stagione dell’amore di Franco Battiato. Aveva emozionato anche nelle ripetute richieste di bis dove propose anche la versione a cappella di Monnalisa e due tra i brani più amati del suo repertorio, Mediterraneo e La rondine.


YouTube Video

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

E’ entrato nel vivo della competizione il concorso di canto Musicamore 2013 giunto ormai alla 4 edizione. Sotto la testata del blog potrete prendere visione di tutti i candidati e dela classifica sempre aggiornata dai voti del popolo del web.  Se lo desiderate potrete votare inviando una mail ad ottottobre@tiscali.it scrivendo la preferenza direttamente nell’intestazione .

Di seguito vi presento l’ultimo candidato arrivato ieri alla chiusura della prima parte del concorso. Si chiama Carlo Asuni, e molti lo ricorderanno quale vincitore dell’edizione scorsa del concorso Musicamore per la sezione canto lirico. Lui infatti è un baritono ma quest’anno si presenta in qualità di cantautore col suo brano Notte e giorno.

 

         Musicista,cantante e compositore di canzoni, ha iniziato gli studi musicali in giovane età, suonando in formazioni e orchestre di vario tipo, sia come chitarrista, bassista elettrico e contrabbassista, spaziando all’interno di diversi generi musicali come rock, hard rock, blues, pop, bossanova, jazz, swing, musica contemporanea e musica classica.

         Diplomato in contrabbasso classico nel 2013 presso il conservatorio “Luigi Canepa”  sotto la guida del m.tro Sergio Fois.

         Ha intrapreso lo studio del canto fin dalla tenera età (1° classificato alla selezione provinciale dello Zecchino D’oro 1988) approdando allo studio del repertorio lirico in età più matura.

          Ha partecipato ad alcuni masterclass presieduti da cantanti lirici di fama internazionale e attualmente continua lo studio e l’alto perfezionamento sotto la guida del maestro Angelo Romero sia privatamente che frequentando la scuola privata di musica di Pirri.

         Nel 2012 ha vinto per la giuria del Web il concorso online “Musicamore” per cantanti lirici.

         Ha una intensa attività concertistica, si è esibito in concerti pubblici sia in veste di contrabbassista orchestrale sotto la guida di importanti direttori d’orchestra come i maestri Franco Piersanti e Aurelio Canonici , sia in qualità di cantante lirico in serate a concerto e spettacoli di vario genere in circoli culturali e teatri della Sardegna al fianco del suo maestro Angelo Romero .

         Ha inciso musiche e canzoni composte da lui


YouTube Video

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Il concorrente di oggi è un cantautore e si chiama Massimo Campanozzi. Concorrerà per il premio speciale cantautori che verrà assegnato dall’artista cagliaritano Alberto Sanna (guarda colonna destra del blog).

Potete inviare i link dei vostri video fina alla mattina del 4 novembre ai seguenti indirizzi: ciresell@tiscali.it  oppure ottottobre @tiscali.it.

Dal pomeriggio si potrà iniziare a votare mandando una mail ad ottottobre@tiscali.it col nome del preferito. In questo link tutti i candidati da votare.

 


YouTube Video

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

A parte qualche canzone stramba , non ho mai amato particolarmente Enzo Jannacci e non ho mai pensato quindi neppure di approfondire la conoscenza  sua vita se non fosse che sono stata attratta da questo articolo che vi posto di seguito.

ENZO JANNACCI: “C’E’ BISOGNO DELLA CAREZZA DEL NAZARENO”

Il grande Enzo Jannacci è morto nel giorno del venerdì santo, 29 marzo 2013. Aveva 77 anni.

Brillante e creativo cantautore, ha rappresentato per anni l’arte milanese e le sue canzoni hanno fatto sorridere ed entusiasmare numerose generazioni. Brani caratterizzati sempre da un ironico cinismo, le sue storie venivano ispirate dai pazienti che ha sempre continuato a ricevere esercitando anche la professione di medico.

Nel 2009 è avvenuta una svolta pubblica nella sua vita, in parallelo alla terribile vicenda dell’omicidio di Eluana Englaro (una “condanna a morte”, la definì Jannacci). Un’intervista al Corriere della Sera scosse molte coscienze, anche se non servì a cambiare le sorti della povera donna, in molti capirono comunque che ad Enzo era accaduto qualcosa, un cambiamento nella sua vita. C’è chi parlò di conversione, che poi di fatto avvenne.

Queste le parole nell’intervista: «Non staccherei mai una spina e mai sospenderei l’alimentazione a un paziente: interrompere una vita è allucinante e bestiale. Vale sempre la pena di aspettare: quando e se sarà il momento, le cellule del paziente moriranno da sole. E poi non dobbiamo dimenticarci che la medicina è una cosa meravigliosa, in grado di fare progressi straordinari e inattesi.

La vita è sempre importante, non soltanto quando è attraente ed emozionante, ma anche se si presenta inerme e indifesa. L’esistenza è uno spazio che ci hanno regalato e che dobbiamo riempire di senso, sempre e comunque». E poi la frase finale, commovente ancora oggi: «Stare dove la vita è ridotta a un filo sottile è traumatico ma può insegnare parecchie cose a un dottore. C’è anche dell’altro, però. In questi ultimi anni la figura del Cristo è diventata per me fondamentale: è il pensiero della sua fine in croce a rendermi impossibile anche solo l’idea di aiutare qualcuno a morire. Se il Nazareno tornasse ci prenderebbe a sberle tutti quanti. Ce lo meritiamo, eccome, però avremmo così tanto bisogno di una sua carezza».

Poco tempo dopo, un’altra intervista, questa volta per Avvenire: «Non sono ateo, credo in Dio. Sto affrontando una costante dialettica interna attraverso la lettura della Bibbia e del Vangelo. Sto vivendo una maturazione del mio credo religioso. Vidi la carezza del Nazareno a un povero operaio stanco su un tram di Milano. E’ difficile amare il prossimo, ancor più difficile amarlo come se stessi. Ma è la via per arrivare a Dio».

Jannacci è stato accompagnato alla morte dai famigliari e, lo sappiamo da fonti riservate, da due laici dedicati per vocazione a Cristo e alla Chiesa, è morto da cristiano. Caro Enzo, ora sei tra le braccia del Padre, sei andato “a vedere l’effetto che fa”.

FONTE: uccronline.it

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Con l’assegnazioni degli attestati di merito si conclude definitivamente la terza edizione del Concorso di canto online Musicamore 2012.

Rispetto alla passata edizione questa volta la giuria ha deciso di assegnare solo i primi premi per categoria. Gli attestati di merito in qualche modo sostituiscono le posizioni mancanti.

Per la categoria  voci liriche la Giuria Tecnica  ha deciso di assegnare un attestato di merito al soprano Valentina Marghinotti con la seguente motivazione: soprano dalla voce estesa e ben impostata.Ha buona tecnica respiratoria e di emissione. E’ sulla buona strada per poter intraprendere in un prossimo futuro la carriera solistica senza difficoltà.

Per la categoria voci leggere la Giuria tecnica ha deciso di assegnare l’attestato di merito alla voce di Claudia Messa -Purtroppo il video senza la sua presenza viva l’ha penalizzata molto sulle decisioni della giuria. Ha comunque una voce intonata e morbida. Il brano  che ha presentato è molto difficile soprattutto per l’intonazione che lei è riuscita a mantenere sempre corretta.

Un altro attestato di merito va a Germana Calzolari che ha colpito la giuria  soprattutto per il colore particolarmente scuro e interessante.Una voce ben disposta per la musica nera.

Senza premi, ma degne di essere nominate sono le due giovanissime del concorso: Gea Livia Zarba e  il soprano Sara Minieri che già lo scorso anno ebbero delle menzioni d’onore.Tutte e due hanno un grande talento musicale e vocale che solo attraverso uno studio costante nel tempo ci confermerà la grandezza di queste due artiste.

Volevo segnalare la partecipazione di un cantautore indonesiano Nelson EM che  nonostante la difficoltà della lingua è riuscito ad entrare nello spirito del concorso facendo votare amici e conoscenti  della sua terra. A lui un attestato di partecipazione e incoraggiamento a proseguire in questa passione per la musica.

Come detto nel regolamento, lo scopo del concorso è quello di diffondere in rete i video e i CV dei finalisti La visibilità del blog Musicamore è già uno strumento, ma gli  artisti del concorso troveranno i loro CV e i loro video anche nel sito Paperblog, grande contenitore di blog di ampia diffusione nel web. Inoltre i video di tutti i finalisti saranno presenti a turno nella colonna destra del blog fino a tutto il mese di ottobre.

La commissione: Alessandra Atzori, (Musicamore), Simona Collu (Ciresell), Elisabetta Scano, , Giampaolo Loddo e Alberto Sanna.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Roberto Pinna partecipa all’edizione del concorso di canto Online Musicamore 2012 con un suo brano dedicato a Rossella Urru. Gli arrangiamenti sono di Louis Fregapane, più conosciuto come il chitarrista del complesso I nuovi Angeli   mitico gruppo degli anni 70.

Roberto Pinna è scrittore attore e autore di testi teatrali, poesie e canzoni.

Ha messo in scena le sue opere in veste di attore e regista: Il caso Scardella e il Canto del Pettirosso.

Il brano che presenta al concorso di canto è in lingua sarda e  nasce durante la prigionia della cooperante italiana di Samugheo (OR) rapita in Algeria lo scorso ottobre.

Ecco il testo:

Sa libertadi
Sa libertadi, amigu est sa vida
Sa libertadi, amigu fortza scida,
ammentus e notas e prantus
una pariga dolori e spantus
de ti fai zerriai, de ti fai zerriai
ma lassami cantai cun pagu boxi
sa boxi de uni coru che su fogu
sa vida est custa no ti parri jogu
non est jougu de pippius, no est brulla
est asulla de amargura sa ia
ma si pesat s’amori
cun novas et bellas melodia
su benideru est nascendi
sa vida tua sa vida mia ( bis)
is bisu sunt drucis che meli
scarescias is battalas e su feli
obfrescit una canzoni de cantai
su mundu nou po podit preparai
su bonu entu n osi frima mai, non si frima mai
e si sa manu ponis in sa terra, aintr’e sa terra
po sutterrai su sanguni et sa gherra, sa gherra
s’umanidadi s’ada preparai
et seu siguru cussu po lassai
a i fillus unu mundu de amori, uni mundu de amori.
Rit

Traduzione :
la libertà, amico, è la vita/ la liberta, amico forza svegliati/ ricordi, e note e pianti/un paio di dolori e stupori/ da farci urlare/ da farci urlare/ lasciateci cantare con poca voce/ la voce di un cuore come un fuoco/ la vita e’ questa non ti paia gioco/ non è gioco da bambini/ non è scherzo/ e livida di amarezza è la via/ ma si alza l’amore/ con belle note e melodie/ il futuro sta nascendo/ la vita tua/ la vita mia.
• i sogni sono piu’ dolci del miele/ dimenticati i discorsi e il fiele/ sorge una canzone da cantare/ un nuovo mondo che è’ da preparare/il buon vento non si ferma mai/ non si ferma mai/ e se la mani metti nella terra/ dentro la terra/ per sotterrare il sangue e la guerra/ l’umanità si preparera’/ e son sicuro questo per lasciare/ ai figli un mondo d’amore/ un mondo D’amore.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , ,

Comments 1 Commento »

Piero Gasparro è uno dei concorrente del concorso di canto online Musicamore 2012 e si presenta con un suo brano.

“Sono un giovane cantautore di 20 anni e provengo da Céglie Messápica in provincia di Brindisi.

Questo è il mio primo singolo dal titolo “Non andrò via!”  TESTO E MUSICA SONO SCRITTI DA ME..

Questo è un brano sicuramente autobiografico più o meno come tutte le canzoni che scrivo.

RACCONTO UN PEZZO DELLA MIA STORIA VISSUTA..SPERO VI PIACCIA AMICI.!

 

Si ricorda che potete visionare la graduatoria aggiornata del concorso, sotto la testata del blog Musicamore e votare il vostro cantante preferito inviando  una mail ad ottottobre@tiscali.it

 


YouTube Video

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Ecco il curriculum di un altro candidato finalista al concorso di canto online Musicamore 2012. Lui concorre anche per il premio Speciale Cantautori.

E’ classe 1986, nato in un piccolo paesino Cilentano, ai piedi del Monte Gelbison. Conseguita la laurea in giurisprudenza, da più di un anno svolge la pratica da avvocato presso uno studio legale. Il rapporto con la musica è di semplice hobby. A diciotto anni ha iniziato a strimpellare la chitarra e non ha più smesso. L’incontro all’università col musicista ed amico, Tommaso Sollazzo, gli ha fatto scoprire un’innata passione per la musica e per la scrittura di nuove canzoni, rimaste nel cassetto per diversi anni. Attualmente, canta nel coro pop dell’ Università di Salerno, diretto dal Maestro Ciro Caravano. Da pochi mesi ha inserito su youtube alcune delle sue canzoni e da una settimana è nato il suo blog Diario in Musica http://diarioinmusica.blogspot.it/.

Il testo della sua canzone

SEGUI LA MUSICA
amico innamorato
condannato a cercarsi nell’amore,
nel desiderio che ti porta da qui altrove,
a sprecare momenti,
a interrogare le notti,
a confondere al buio un perché che non c’era e non c’è.
Cercati
tra pentagrammi ubriachi,
note dispettose e confuse
trovano un senso se a cercarle sei te.
Segui la musica
come filo d’Arianna ti guiderà
via dall’incanto, dall’illusione
fuori dal labirinto dell’amore.
Un numero uno
inginocchiato a un desiderio represso
di volere, volere ad ogni costo,
una donna che non è per sé.
Lasciati andare alle curve,
ma a quelle di una chitarra,
traduci in lei l’amore che non puoi dare
una compagna ti troverà
Segui la musica
come filo d’Arianna ti guiderà
via dall’incanto e dall’illusione
fuori dal labirinto dell’amore.
testo e musica copyright
Aniello Maiese

Segui la classifica aggiornata sotto la testata del blog Musicamore

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Come annunciato dal regolamento del Concorso di canto Musicamore 2012, quest’anno il premi speciale andrà ad un cantautore che si distinguerà oltre che per la voce anche per la sua canzone che dovrà essere un brano inedito.  Ad assegnare questo premio sarà il cantautore  per eccellenza: il cagliaritano Alberto Sanna. Sanna non ha bisogno di presentazioni , ma per coloro che  si stanno avvicinando al concorso solo quest’anno possono aggiornarsi leggendo questa intervista rilasciato lo scorso anno in esclusiva a Musicamore.

Nella passata edizione, il premio speciale andò  al miglior gruppo : i Kisum .

Il primo cantautore di questa edizione, che ci ha inviato un suo brano è Roberto Pinna , il quale  ha dedicato la sua composizione  a Rossella Urru, la ragazza sarda sequestrata e liberata poco tempo fa. Questo brano porta una firma speciale negli arrangiamenti, ed è quella del chitarrista Louis Fregapane . I giovani degli anni settanta potranno ricordarlo quale componente di uno dei gruppi più famosi di allora: I Nuovi Angeli.


YouTube Video

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Un altro riconoscimento del Concorso di canto online 2011 è il premio “Speciale Band” conferito dal cantautore cagliaritano Alberto Sanna alla band Kysum.

Kysum band premio

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Cominciamo col pubblicare i primi riconoscimenti ricevuti dai concorrenti del Concorso di canto online Musicamore 2011, giunto al termine della 2^ edizione.

La giuria tecnica del concorso ha conferito delle menzioni speciali a tre artisti. Sentirete parlare di loro!

Al soprano Sara Minieri, giovane talento della lirica, per le sue straordinarie doti vocali, con la promessa di continuare nello studio tecnico e musicale con costanza e determinazione .

Sara-minieri soprano

Al cantautore Stefano Panzarasa per il suo impegno nel mantenere viva la memoria del grande poeta Gianni Rodari attraverso le sue canzoni

Stefano panzarasa premio concorso

Alla giovanissima cantante jazz Gea Livia Zarba, vero talento dalle grandi qualità ritmiche e vocali

Gea-livia-Zarba premio concorso canto

Tag:, , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

alberto sanna cantautoreIl cantanutore cagliaritano Alberto Sanna, in occasione del Concorso di Canto online Musicamore 2011, ha voluto darci la sua analisi particolareggiata sulle band in concorso. Sarà infatti lui a stabilire quale gruppo riceverà l’ambito premio “speciale band”.

“Ho accettato con entusiasmo la proposta di Alessandra di valutare come giurato, le band partecipanti al concorso perché penso che un’iniziativa di questo tipo possa essere un’utile esperienza per i partecipanti, ma un’occasione di confronto anche per me. Allo stesso tempo sono cosciente del fatto che il mio giudizio è comunque solo uno dei possibili pareri, e anche se è il parere di un addetto ai lavori, è comunque soggettivo, perché influenzato dalle convinzioni personali e, per quanto si cerchi di lasciarli fuori dal gioco, inevitabilmente anche dai gusti musicali.
Prego quindi i colleghi concorrenti di voler accettare in quest’ottica le mie “fallibili” considerazioni.

Ratti Matti
Bravi ed è ovvio, nel senso che è una band sulla piazza da molti anni … quindi a mio modo di vedere sono un pò fuori luogo in questo concorso di talenti emergenti. Inoltre avrei voluto valutarli su una canzone, che invece non c’è, c’è un medley di pezzi … dal quale si capisce che sono abbondantemente in grado di “tenere” il pubblico durante una serata (quindi complimenti perché ciò non è poco!), ma non è facile valutare fino in fondo l’interpretazione di un brano.
In sintesi va a loro il mio applauso, ma non penso che sia giusto dare a loro la vittoria.

Fool Groove
La prima cosa che mi viene da dire è che il pezzo scelto (Lullaby dei Cure) è il più difficile di quelli in gara, e la scelta di mantenersi tutto sommato fedeli all’impostazione originale non fa che aumentare le difficoltà, perché sfidare il “non canto” ad alto tasso emotivo di Robert Smith è un’impresa titanica! Forse sarebbe stato più giusto ripensare l’arrangiamento in funzione delle peculiarità della voce della cantante, che in questo contesto sembra avere invece troppi limiti espressivi.

Wilds
L’audio del filmato è molto “low fi” e si fatica a capire i dettagli della musica. Si capisce invece che l’età media è molto bassa, e questo fa onore alla band, di gran lunga la più giovane in concorso. Ovviamente c’è bisogno di maturare molto, ma credo sia normale e penso ci sia tutto il tempo per farlo.

Jantro & The Thinkin’Dogs
Gruppo che conosco e che ho avuto modo di valutare positivamente in passato. Propongono una loro canzone, che però non suona molto bene, il testo non sembra rispettare la metrica né gli accenti musicali, e la storia raccontata è un po’ priva di consistenza … l’esecuzione non è male e lo sforzo di presentare materiale proprio è apprezzabile, ma il risultato complessivo mi pare insufficiente. Posso aggiungere di averli sentiti dal vivo, alle prese con altre loro composizioni, e di aver avuto un’impressione migliore.

The Dreamers
Brava lei, canta bene, sopra la media … credo potrebbe entrare di più nelle storie che sceglie di raccontare, cioè andare più in fondo nell’interpretazione, d’altronde è lei che sceglie di confrontarsi con una canzone gigantesca, uno dei più grandi successi di Aretha Franklin scritto da Gerry Goffin e Carol King, però mi piace, vocalmente è la cosa che mi colpito di più … piuttosto mi viene difficile percepirli come band, sento più una ragazza che canta e 2 musicisti che la accompagnano.

Kysum
Bravi, direi i migliori, una band pop (musica leggera italiana, niente di più, ma neanche di meno). Suonano tutti bene, cantante bravo, canzone ben fatta … da quello che ho potuto capire si tratta di un brano originale, scritto dal cantante con la collaborazione di professionisti esterni.”

Intanto il popolo dell’Web può continuare a votare per proclamare il vincitore fra tutti finalisti, inviando una mail ad ottottobre@tiscali.it e scrivendo solo nell’intestazione il nome del preferito. I giudizi personali possono essere lasciati direttamente fra i commenti del blog. Potranno cosi’ essere letti da tutti.

Inoltre la giuria tecnica continua a valutare attentamente tutti i candidati presenti in questo elenco, per poter assegnare i premi e le menzioni d’onore .

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments 6 Commenti »

kysum

Ecco la riproposta del video dei Kysum, band veramente interessante, in gara per il “Premio Speciale band” del Concorso di canto online Musicamore 2011, che sarà assegnato dal cantautore cagliaritano Alberto Sanna.

Questo gruppo è capitanato da Giampaolo Chisu  voce solista, Simone Murtas alla chitarra, Diego Sanna tastiere e piano e Gigi Longu al Basso. L’età media è 30 anni . Arrivano dal centro Sardegna esattamente da Bolotana, Oniferi e  Dorgali.

Riascoltiamoli.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Stefano PanzarasaEcco un’altro video del cantautore Stefano Panzarasa, finalista del concorso di Canto Online Musicamore 2011. La seconda canzone che ci propone è “Sulla Luna”come omaggio  a Giannio Rodari (suo il testo) e al pittore Giorgio Porcelli.

?Sulla luna? fa parte del cd ?Orecchioverde?, di Stefano Panzarasa (musica, voce e chitarra) con 13 canzoni scritte a partire da poesie e filastrocche eco-pacifiste di Gianni Rodari.
Hanno collaborato con lui  William Urbinati, Roberto D?Ambrosio (strumenti e arrangiamenti), Giuseppina Lodovisi, Mariagrazia Pelaia (voci) e Dario Stabile (srumenti e mixaggio).

In questi giorni, per le edizioni Stampa Alternativa, è uscito il suo libro ” L’Orecchio Verde di Gianni Rodari” con allegato cd musicale (con 13 canzoni eco pacifiste da testi di Gianni Rodari tra cui “Lo zampognaro” e “Sulla luna” la canzoni dei videoclip presentati al concorso) Http://www.stampalternativa.it

Stefano Panzarasa è geologo, vive a Moricone (Roma) con la sua compagna Mariagrazia Pelaia e lavora nell? Ente Parco Naturale Regionale Monti Lucretili come responsabile del Servizio Educazione Ambientale. È co-fondatore della Rete Bioregionale Italiana, gruppo che si occupa di consapevolezza ecologica in relazione al luogo dove si vive e membro del Center of Ecozoic societies (USA), centro studi dedicato alla visone ecopacifista di Thomas Berry.

Ecco il suo curriculum musicale :

- 1978: cantante e percussionista del “Collettivo Abruzzese di Musica Popolare”.

- 1981-1982 – cantante del gruppo punk “Amnèsia” (Roma).

- 1984-86: animatore e cantante del gruppo di musica popolare “E’ Tamburelle” (insieme a persone diversamente abili) (Palombara Sabina – RM) e cantante (e chitarrista) del gruppo rock “Bluff”

- 1986-2001: Cantante (e chitarrista) del gruppo rock ecopacifista “Fango” (Palombara Sabina – RM) con cui ha inciso il CD Visioni.

- 2004-2011: “Orecchioverde”, attività musicale ecopacifista con bambini, bambine (con il parco dei Monti Lucretili) e adulti dedicata al poeta Gianni Rodari.

- 2011 – Cantante (e chitarrista) del gruppo rock ecopacifista “Insalata Sbagliata” (dedicato a Gianni Rodari)

Stefano Panzarasa

Via dei Portici, 39 – 00010 Moricone (RM)

te. 0774.605084 – 331.5459674

www.orecchioverde.ilcannocchiale.it

www.myspace.com/insalatasbagliata


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

musicamore blog  concorso di canto online 2011

Oggi, il Concorso di Canto online bandito da Musicamore blog, conclude la sua prima fase. Dalle 21 di questa sera non saranno più accettati link di nuovi concorrenti. Queli che perverrano oggi saranno pubblicati ancora per qualche giorno. Il giorno 22 sarà pubblicata la nuova classifica, quella dei finalisti.

Purtroppo alcuni concorrenti saranno eliminati, anche se il loro video rimarrà comunque pubblicato e avrà una certa visibilità. Ci teniamo a precisare che non tutti gli eliminati sono da considerarsi scadenti. Anzi, dal momento che sono stati ammessi al concorso hanno comunque un certo valore. La defezione si ritiene necessaria per poter arrivare  più agevolmente alla proclamazione dei vincitori.

La classifica appena aggiornata mostra dei grossi cambiamenti soprattutto fra le prime posizioni del settore canto leggero.  Continuate a mandare le vostre preferenze e a diffondere i video fra i blog e i profili facebook di amici e parenti che a loro volta ptranno condividere . Un modo più diretto per farsi conoscere.

Intanto vi presento il prossimo concorrente. E’ un cantautore pacifista. Si chiama Gianni Nachira e canta una sua canzone.


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Il prossimo concorrente si chiama  Raffaele Paribello ha 41 e viene da Quartu S.Elena una città in provincia di Cagliari. Esegue una  canzone napoletana.


YouTube Video

Tag:, , , ,

Comments 2 Commenti »

Alberto SannaEcco una novità nata oggi per il Concorso di Canto online Musicamore 2011.

Stanno arrivando diversi video di band interessanti, pertanto abbiamo pensato di istituire un premio speciale proprio per quella band che per arrangiamenti, testi, suono e voci risulti particolarmente interessante. A decidere però, chi sarà il fortunato vincitore di questo premio extra, sarà il grande cantautore cagliaritano Alberto Sanna che ha accettato di valutare attentamente questo settore di concorrenti. Per chi volesse conoscere più a fondo il nostro artista, rimando ad una recente intervista che  qualche mese fa ha rilasciato proprio per Musicamore.

Si ricorda che questo premio non va ad influire il normale svolgimento del concorso. Se una band dovesse vincere il Primo Premio della giuria popolare o tecnica, potrebbe a sua volta conquistare anche quello per migliore band stabilito da Alberto Sanna.

Invitiamo quindi tutte le band che vogliono partecipare al Concorso di canto online, di inviare il link del loro video alla mail ottottobre@tiscali.it specificando se il brano è personale o si tratta di una cover,  i nomi e la località di provenienza.

Tag:, , , , , ,

Comments 4 Commenti »

concorso canto -musicamore 2011Ecco un nuovo candidato per il canto leggero: è un cantautore e si chiama Luca Riggio. Intanto vi invito a prendere visione della classifica aggiornata che ha subito alcune variazione nella graduatoria. Clicca qui.

Ci stanno cominciando a pervenire alcuni video interessanti anche per la lirica. Continuate a inviare le vostre preferenze e i vostri video ad ottottobre@tiscali.it.


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments 6 Commenti »

Il secondo concorrente del Concorso di canto  Musicamore si presenta con una canzone di un cantautore sardo e vuole mantenere il suo nome d’arte: Whollock.

Ascoltatelo e se credete potete votarlo lasciando un messaggio sulla mail di ottottobre@tiscali.it.


YouTube Video

Tag:, , , ,

Comments 11 Commenti »


sanna1Girando per Youtube alla ricerca di video originali mi sono imbattuta in un bellissimo e commovente brano del cantautore cagliaritano Alberto Sanna.

Nell’infinito”, è la dedica che l’artista fa al padre scomparso, ed è stato arricchito in questo video da foto della sua infanzia e della famiglia montate ad arte dalla sorella Elisabetta.

Ho conosciuto Alberto ai tempi del conservatorio, lui studiava il contrabbasso per completare la sua già vasta cultura nel campo della musica rock, ma per i giovani sardi era già un mito.

I giovani degli anni 80, sicuramente almeno una volta, hanno avuto modo di incontrarlo e di ascoltarlo in qualche locale alternativo ma anche nei festival o in qualche evento nelle piazze isolane.

Per  i pochi che ancora non lo conoscono ho pensato di dedicargli uno spazio in questo mio blog porgendogli qualche domanda.

Alberto, quando è iniziata questa tua avventura musicale?sanna3

A undici anni ho iniziato a suonare l’armonica ispirandomi a Neil Young, Bennato, Bob Dylan. Due anni dopo mi sono fatto regalare una batteria e una chitarra Eko a sei corde acustica. Erano i primi anni ’70 e la musica cominciava ad entrarmi nell’anima.

Quali sono stati i musicisti che hanno in qualche modo influenzato il tuo genere musicale?

Sono diversi i grandi artisti che mi hanno ”segnato”: sicuramente Elvis, ma anche Muddy Waters, Bob Dylan, i Rolling Stones, Patty Smith, Lou Reed, Bruce Springsteen, i Clash, i Ramones, o gli italiani De Gregori, Bennato, De Andrè, Guccini, musicisti che con una chitarra e un’armonica parlavano di cose vere ai ragazzi come me. Poi gli anni ’90 con Pearl Jam, Soundgarden, Nirvana … e tanti altri, ancora oggi qualsiasi nuovo artista che scopro e apprezzo influenza poi la mia musica.

sanna3Ma la tua musica ha molte sfaccettature. Il timbro della musica nera mischiata al rock a volte duro.

Le mie radici affondano nel blues, nel rock e nella canzone italiana dei ’70. Questo non mi impedisce però di apprezzare anche musiche in teoria lontane dalle mie fonti principali. Per esempio lo swing degli anni 40 e 50, che è a suo modo figlio del blues e che ha molto in comune col rock ‘n’ roll delle origini. In tutti questi generi c’è un comune denominatore che è la forma canzone. Ecco qual’è veramente la mia cifra, la canzone. Scrivo canzoni, canto canzoni, ascolto e amo canzoni, sono un cantautore.

Vuoi ricordare i nomi delle tue principali formazioni?

Ho contribuito a creare diversi gruppi rock isolani. Come Masoko Tanga, con i quali ho suonato brani originali in chiave rock (allora si diceva “rock italiano”, qu’est-ce que c’est?), poi gli High Voltage/TNT, in bilico tra hard rock e hard core, una reazione al pop melenso degli anni ’80. Nei primi anni ’90 i Sanna R’n’R Breakers, un esperimento di ricostruzione di un’identità partendo dal leggendario rock degli anni ’50, passando attraverso le mie canzoni e le mie grandi passioni musicali.
E poi soprattutto gli  Animanera, il cui nome rivela palesemente il mio modo di “sentire”….

Ormai da molti anni però uso semplicemente il mio nome, in particolare quando si tratta di cantare le mie canzoni. Per il resto ho da tempo altri altri due progetti.

RADIOCLASH (tributo a Joe Strummer e ai Clash), quartetto con il quale rileggo il repertorio dei Clash con tutto l’amore e il rispetto che mi è possibile. ALL SUN ROCKIN’ JIVE (progetto all’ insegna del rockabilly, dello shake, del twist e del r’n’r old style), in scaletta i padri del rock’n’roll, da Elvis a Chuck Berry, da Little Richard a Eddie Cochran, fino agli Stray Cats.sanna2

Vorrei anche citare un sodalizio tanto recente quanto intenso: ALBERTO SANNA feat FRY MONETI (Modena City Ramblers) un incontro di corde e di anime tra me e il violinista dei M.C.R., basato sulla comune voglia di mettersi in gioco, di vivere la musica come occasione di scambio e di scoperta.

Mi parli del tuo ultimo album?

La mia ultima creazione, nata un anno fa, è intitolata Canzoni per (R)esistere, lo trovo un album “vero”, senza complessi. Un lavoro nel quale l’urgenza di comunicare, unita al piacere puro di fare musica, vincono su qualsiasi tentazione di voler dimostrare chissà cosa a chicchesia.

Chi ha lavorato con te alla riuscita di questo album?

Ho avuto la preziosa collaborazione di SILVANO LOBINA (Basso, Chitarre, Campioni, nonché la maggior parte degli arrangiamenti), PACO MARTUCCI (Chitarre elettriche), CLAUDIO CORONA (Hammond, Fender, Rhodes, Wurlitzer, Pianoforte), LORENZO FALZOI (batteria), e di alcuni ospiti tra i quali  DIABLO che ha cantato con me due brani. Il CD è prodotto da MICHELE PALMAS per S’ARD MUSIC.

So che ci sarà presto un regalo per tutti coloro che ti seguono da sempre , in cosa consiste?

… a breve uscirà un mio disco, una sorta di “Best of…” contenente anche un inedito dedicato alla nostra terra, al quale tengo particolarmente, “Spiagge bianche”. L’album farà parte di un lotto di 12 monografie dedicate ad altrettanti artisti sardi. L’opera si chiamerà “Special Collection”, e sarà distribuita dal quotidiano L’UNIONE SARDA, per la collana La Biblioteca dell’Identità.

A questo proposito mi fa piacere segnalare un evento al quale parteciperò con la mia live band: oltre me alla voce, alla chitarra acustica e alle armoniche, Silvano Lobina al basso, Vittorio Pitzalis alla chitarra elettrica, Daniele Russo alla batteria.

SPECIAL COLLECTION LIVE SHOW

Il 30 Aprile 2011, a Cagliari in Piazza dei Centomila dalle 19.00,
Presenteranno Francesca Figus e Carlo Pastore.

• Alberto Sanna
• Almamediterranea
• Dorian Gray
• Joe Perrino
• Katsudoji
• Maloscantores (Sa Razza)
• Ratapignata
• Sikitikis
• Tamurita
• Tazenda
• Train To Roots

Allora attendiamo, ma nel frattempo regaliamo ai lettori di Musicamore il bellissimo brano dedicato a tuo padre estratto appunto dal tuo ultimo album.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments 6 Commenti »