Articolo taggato “cagliari”

Non è la prima volta che il Coro e l’orchestra del Teatro Lirico di Cagliari si esibiscono nella monumentale terrazza del Bastione. Se la memoria non m’ inganna, l’ultima volta risale al 17 marzo del 2011, in occasione dell’anniversario dei 150 anni dell’unità  d’Italia. All’epoca il direttore d’orchestra era il giovanissimo Andrea Battistoni

Giovedì 6 luglio alle 21, sempre sulla Terrazza Umberto I del Bastione di Saint Remy a Cagliari, il Teatro Lirico di Cagliari offre una serata di musica lirica al pubblico ed alla cittadinanza tutta: celeberrime scene corali, arie, duetti e brani popolari tratti dalle più famose opere liriche di Verdi, Puccini, Donizetti e Rossini.

Questa volta però il direttore sarà  Gérard Korsten e, in qualità di solisti, Tiziana Caruso (soprano), Lavinia Bini (soprano), Agostina Smimmero (mezzosoprano), Angelo Villari (tenore), Devid Cecconi (baritono). Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale della serata prevede: Sinfonia da Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini; Noi siamo zingarelleDi Madride noi siam mattadori da La Traviata, Vedi! Le fosche notturne spoglieStride la vampa! da Il Trovatore, Di Provenza il mar, il suol da La Traviata di Giuseppe Verdi; Vissi d’arteE lucevan le stelle da Tosca di Giacomo Puccini; Bella figlia dell’amore da Rigoletto di Giuseppe Verdi; Benedette queste carte! da L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti; Va’, pensiero da Nabucco, Libiam ne’ lieti calici da La Traviata di Giuseppe Verdi.

L’ingresso alla manifestazione, della durata complessiva di un’ora circa, è libero.

 La serata è inserita nel progetto “CagliariPaesaggio”, a cura del Comune di Cagliari.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it

 

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

A fine maggio si è brillantemente conclusa la Rassegna Musicale Giovanile organizzata dagli Amici della Musica di Cagliari con il contributo del Prof. Valerio Carta, in collaborazione con l’istituto comprensivo C. Colombo di Cagliari (Dirigente Prof. Roberto Bernardini) .

Gli obiettivi della rassegna erano quelli di valorizzare giovani musicisti (diplomati e non) del conservatorio cagliaritano, sensibilizzare i giovani all’esperienza musicale, dare la possibilità di far conoscere strumenti musicali (voce compresa) differenti da quelli studiati presso l’istituto (dove è attivo l’indirizzo musicale con le cattedre di: violino, pianoforte, flauto traverso e chitarra) e soprattutto contribuire, anche indirettamente, a limitare la dispersione scolastica.

La rassegna era composta da sei concerti, svoltisi presso l’aula magna restaurata di recente. Le musiche erano di vari autori: Bach, Corelli, Telemann, Mozart, Bellini, Verdi, Scriabin, Listz, Gluck, Rossini, etc..

Bravissimi i cantanti che provenivano tutti dalla scuola del soprano Elisabetta Scano. Tra gli strumentisti è emerso il talento pianistico di Mattia Casu.

Oltre alla presentazione degli strumenti musicali è stato dato spazio alle domande/risposte tra esecutori e discenti, arricchito dalle esperienze dei giovani musicisti. Di seguito tutto il programma della rassegna: lunedì 27 marzo: Eleonora Congiu arpista, Sabrina Piras pianista. Mercoledì 5 aprile, Tiziana Pani, Ilaria Vanacore soprani, Ettore Agati sopranista, Michelangelo Romero tenore, Carlo Asuni baritono, Valerio Carta pianista. Mercoledì 12 aprile, Silvia Piras, Andrea Deidda, Vittorio Pala oboisti:, Veronica Melis, Michelangelo Congiu pianisti. Giovedì 27 aprile, Viola Pisano, Alessandra Mei, Claudia Urru, Jiadi Wu soprani, Martina Serra mezzosoprano, Michelangelo Romero tenore, Valerio Carta pianista. Venerdì 5 maggio, Margherita Moccia, Anna Floris violiniste, Tommaso Delogu violista, Beatrice Deplano violoncellista. Martedì 23 maggio, Mattia Casu pianista.

Un particolare ringraziamento va dato alla disponibilità dei docenti dell’istituto e del conservatorio G. P. da Palestrina: Elisabetta Scano, Romeo Scaccia, Mario Frezzato, Francesco Giammarco, Anna Maria Melis, Giorgio Oppo, Nicoletta Pintor, Luigi Moccia, Marcella Murgia, Stefano Figliola.

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Si è svolta ieri la cerimonia di intitolazione della Scuola media Istituto comprensivo Via Meilogu, a Cagliari,  dedicata al soprano cagliaritano Giusy Devinu. Il pubblico è accorso numeroso nell’ auditorium della scuola che per l’occasione è stato allestito con una bella gigantografia di Giusy.

Ha aperto la serata la dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo, Giuseppina Miceli, che ha presentato l’assessore Yuri Marcialis, Assessore alla Pubblica istruzione, Sport e Politiche giovanili , e il dirigente Luca Cancelliere, con i quali ha intrapreso il percorso burocratico per poter raggiungere l’obiettivo.

Ha dato poi la parola al marito Francesco Musinu che con Giusy ha condiviso, oltre che la vita privata anche i  palcoscenici dei più importanti del mondo. Aveva con se un cimelio che Giusy custodiva gelosamente: la locandina del suo debutto nella Traviata al Teatro alla Scala diretta da Riccardo Muti, firmata da 200 loggionisti in segno di grande apprezzamento.

La sua testimonianza è stata bella e commovente come quella della sua insegnante Maria Casula che  , anche privatamente, ci ha raccontato tanti piccoli aneddoti. Si è passati poi alla proiezione di un video con alcuni momenti della carriera dell’artista.

La violinista Giulia Greco (nipote di Giusy Devinu) accompagnata al pianoforte da Marco Schirru hanno regalato al pubblico un intermezzo musicale.

Dopo la premiazione di alcuni studenti tra i più meritevoli del triennio scolastico, la dirigente ha invitato il pubblico all’ingresso dell’Istituto dove la sorella del soprano, Franca Devinu, ha scoperto la targa  alla presenza anche della madre . Nei video sottostanti ho realizzato il documento  particolareggiato di tutta la serata.


YouTube Video

SECONDA PARTE: il ricordo di Francesco Musinu

TERZA PARTE: il ricordo dell’insegnante Maria Casula

QUARTA PARTE: La violinista Giulia Greco e il Lyons club

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Villa Fanny e la Associazione Culturale “Millenote” sono liete di invitarvi a trascorrere una magica serata all’insegna del gusto e della buona musica. Nella verde cornice dei giardini della villa, lasciatevi incantare dai sapori del nostro buffet e dalla maestria dei musicisti.

Programma del Concerto / Buffet / 9 luglio 2017 – h 21.00

QUADRI D’OPERA
Intrighi e amori da Mozart a Puccini
Concerto per soprano, tenore, baritono, coro e pianoforte

Soprano, Tiziana Pani
Tenore, Damiano Caria
Baritono, Riccardo Spina
Coro, corale nostra signora di Bonaria
Pianoforte, Manuele Pinna
Direttore del coro, maestro Andrea Cossu

INGRESSO SU PRENOTAZIONE
BIGLIETTI DISPONIBILI SINO AD ESAURIMENTO

Per informazioni e prenotazioni, prevendite e pacchetti:
Tel. 070 8587300
booking@hotelvillafanny.it

Viale Merello 43

Cagliari

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Giovedì 29 giugno alle ore 18, presso l’Auditorium della scuola media di  Via Meilogu 18 a Cagliari, si terrà la cerimonia di intitolazione dell’Istituto Comprensivo a nome del soprano cagliaritano Giusy Devinu .

Per l’occasione saranno presenti le autorità scolastiche e comunali , i parenti e gli amici del soprano cagliaritano.

Durante la serata la violinista Giulia Greco (nipote di Giusy ) e il pianista Marco Francesco Schirru, reduci dalla vittoria del concorso “Golfo degli angeli” e dai concerti in Vaticano, si esibiranno in un breve concerto.

La cerimonia è aperta a tutta la cittadinanza

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Era tutto dedicato a Gioachino Rossini il concerto che si è tenuto ieri sera a Palazzo Siotto a Cagliari. I protagonisti erano due giovani cantanti lirici (ma già ottime promesse) e il pianista accompagnatore Giancarlo Salaris.

Sia il basso Alessandro Abis che il soprano Claudia Urru hanno  evidenziato grandi capacità tecniche di emissione di fiato e padronanza della voce: agilità, filati, smorzati, picchettati, intonazione ,acuti e gravi, tutto era sotto controllo in voci di prima qualità.

Le romanze eseguite, tra le più difficile del compositore pesarese, erano tratte da opere quali “Il signor Bruschino”, “Il barbiere di Siviglia”, “Il viaggio a Reims”, “La Semiramide”, “La Gazza Ladra”.

Dal canto suo il maestro Giancarlo Salaris è stato all’altezza della situazione accompagnando e respirando con gli artisti , dote non facile e non comune a tutti i pianisti accompagnatori. Ci ha poi regalato una perla pianistica: un brano raro che Rossini ha scritto a fine carriera come una sorta di testamento; una marcia funebre molto ironica  al cui interno emergevano piccole porzioni musicali delle sue opere più famose.

I due cantanti (che provengono dalla stessa scuola, quella del soprano Elisabetta Scano) hanno già affrontato il palcoscenico del professionismo. Tutti  e due infatti  hanno  debuttato in grandi teatri come il Lirico di Cagliari ,  Petruzzelli di Bari,  Filarmonico di Verona tanto per citarne alcuni.

Di seguito un videodocumento della serata


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Sino a due anni fa non sapevo cosa fossero i gruppi A.M.A. . Poi, lo scorso anno mi è stato proposto di creare un coro con  un gruppo di ragazzi appartenenti ad uno di questi gruppi (Gruppo AMA Cagliari). Mi hanno spiegato che si trattava di ragazzi con problemi  legati alla  depressione, alle dipendenze di vario genere e a deficit intellettivi.  Ho accettato la sfida senza pensarci due volte. Conosco bene gli effetti benefici della musica ed ero certa che questo impegno mi avrebbe dato molta soddisfazione.

Certamente avendo lavorando tutta una vita in teatro dove la mira principale era la ricerca della perfezione, non è stato facile lavorare senza pensare a questa. La perfezione in questo caso non era di tipo tecnico-musicale,  ma era quella di regalare benessere , far cantare con piacere qualunque cosa pur di tenere  lontano pensieri e ossessioni che purtroppo accompagnano le persone con questo tipo di problemi.

Inizialmente pensavo di impostare il lavoro insegnando un po’ di tecnica del canto per poi  mettere su qualche brano polifonico, ma quasi  subito  ho capito che questo non era ciò che serviva. Sono passata quindi al canto moderno col Karaoke. Anche se la cosa può far inorridire molti colleghi professionisti, l’ho trovato uno strumento utilissimo in tante situazioni e in particolare in questa,  rivelandosi un vero e proprio strumento didattico . Quasi tutti hanno problemi di memoria e di pronuncia e poter leggere il testo di una canzone accompagnato  dalla musica, dava loro sicurezza. Così siamo partiti in quarta con canzoni orecchiabili prima a piccoli gruppi e poi tutti insieme. La gioia è stata immensa, ho visto ragazzi trasformarsi. Se qualcuno inizialmente rimaneva muto, seduto in un angolo dell’aula,  ora prendeva l’iniziativa anche di un cenno ritmico col corpo. C’è  chi mi ha confessato che contava i giorni della settimana aspettando la lezione, ripassando le canzoni per poter essere più sicuro alla lezione successiva. Tra le varie canzoni ha riscosso grande successo il brano di Edoardo Bennato “IL gatto e la volpe” ed è per questo motivo che abbiamo pensato di dare questo nome al nostro gruppo.

Venerdì 16 giugno alle 17,30 a Cagliari, salone della chiesa di San Paolo in Piazza Giovanni XXIII, si terrà la Festa dei Gruppi A.M.A. organizzata dal Dipartimento di Salute Mentale ASSL 8 dove ogni gruppo presenterà il proprio lavoro. Noi ci saremo con il lavoro svolto durante questi 6 mesi e,  comunque andrà, è stata un’esperienza bellissima per me e spero anche per i ragazzi. L’ingresso è aperto a tutti. 

Lo scopo principale di questa festa è far conoscere l’importanza dei gruppi A.M.A. (Auto Mutuo Aiuto) e raccogliere fondi per portare avanti gli scopi di questa associazione. Il Gruppo AMA Cagliari ha organizzato inoltre delle Pesche miracolose ed una lotteria con premi molto importanti: al primo posto un anello d’oro con pietre preziose,  orologi e pezzi da scrivania in pelle e radica e argento.

L’ingresso è aperto a tutti.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ancora un riconoscimento alla memoria del soprano cagliaritano Giusy Devinu, deceduta a soli 47 anni nel pieno di una luminosa carriera. La città di di Cagliari ha mostrato riconoscenza a colei che ha portato alta la bandiera della nostra terra nei palcoscenici più importanti del mondo, dedicandole nel 2015, l’Arena sita nel Parco della Musica e che sta a metà strada tra il Conservatorio G.P. Da Palestrina, (scuola che l’ha vista nascere artisticamente) e il Teatro Lirico sede di tanti  successi. Dopo l’Arena , il Teatro le ha voluto dedicare un Concorso per giovani promesse.

In questi giorni ho avuto la bella notizia che la Direzione di una scuola media  ad indirizzo musicale, ha deciso di titolare l’Istituto proprio a nome di Giusy Devinu.   L’Istituto comprensivo (ex Mulinu Becciu, Mameli, Ciusa)  diventerà quindi Istituto “Giusy Devinu” ,

il 29 giugno alle ore 18 nell’Auditorium della scuola di  Via Meilogu 18 a Cagliari.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

I

In questi giorni il grande baritono Leo Nucci si trova a Cagliari per interpetare ancora una volta uno dei ruoli che lo hanno reso celebre: Il Rigoletto di Giuseppe Verdi. La sua esibizione però non sarà al Teatro Comunale sede del teatro Lirico bensì alla Forte Arena di Pula.

Non tutti sanno però che  Leo Nucci cantò per la prima volta a Cagliari nel 1985 agli albori della sua brillante carriera sempre nel Rigoletto. All’epoca i suoi parners erano Ettore Nova nel ruoldo del Duca di Mantova, Mariella Devia Gilda, Carlo Cava Sparafucile, Franca Mattiucci Naddalena, Rosy Orani Giovanna, e ancora Angelo Nardinocchi, Enrico Marini, Tullio Pane, Luigi Medda, Annalisa Pittiu, Rossella Ragatzu.

Il soprano Giusy Devinu ,la nostra grande artista cagliaritana (quest’ano ricorrono i 10 anni dalla sua scomparsa) invece cantò con Leo Nucci in diverse occasioni tra cui un memorabile Rigoletto al Teatro dell’Opera di Roma (vedi foto), e un grande concerto a Tel Aviv (vedi Video).

Domani Sabato 10 giugno, alle 21.30 quindi il ritorno del grande Rigoletto che  aprirà la stagione alla Forte Arena di Santa Margherita di Pula (Cagliari)

Melodramma in tre atti Rigoletto su libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma Le roi s’amuse di Victor Hugo, e musica di Giuseppe Verdi (Roncole di Busseto, Parma, 1813 – Milano, 1901).

La regia è affidata a Joseph Franconi Lee, assistente e collaboratore per vent’anni di Alberto Fassini, autentico erede della tradizione registico-musicale italiana. Le scene e i costumi sono di Alessandro Ciammarughi, scenografo-costumista, moderno interprete di una classica visualità, mentre le luci sono affidate a Fabio Rossi e la coreografia a Marta Ferri. In questo allestimento del Teatro Lirico di Cagliari, l’opera di Verdi viene riproposta attraverso un’ideale rilettura che esalta la magnificenza architettonica e lo splendore della Mantova dei Gonzaga.

La direzione musicale di Rigoletto è affidata alla grande bacchetta di Donato Renzetti, direttore abruzzese ed apprezzato interprete della tradizione musicale italiana, in particolare verdiana che ritorna a Cagliari, a dirigere l’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico, dopo il successo dell’opera inaugurale della stagione 2017 La bella dormente nel bosco di Ottorino Respighi. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

L’opera si avvale di un cast di cantanti prestigiosi, fra i quali spicca Leo Nucci, il più grande baritono verdiano vivente che ha interpretato il ruolo di Rigoletto per oltre 500 recite: Antonio Gandìa (Il Duca di Mantova)Leo Nucci (10)/Giovanni Meoni (17, 24) (Rigoletto)Barbara Bargnesi (Gilda)Cristian Saitta (Sparafucile)Martina Serra (Maddalena)Leonora Sofia(Giovanna)Gocha Abduladze (Il Conte di Monterone)Nicola Ebau (Marullo)Enrico Zara(Matteo Borsa)Francesco Leone (Il Conte di Ceprano/Un usciere di corte)Ivana Canovic (La Contessa di Ceprano/Un paggio della duchessa).

Si replica il 17 e 24 giugno.

Sotto un video di Giusy Devinu e Leo Nucci proprio nel Rigoletto. La Vendetta in un concerto a Tel Aviv diretto da Daniel Oren


YouTube Video

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è concluso ieri a Cagliari il 5 livello del corso di Musicoterapia modello Benenzon. Quando ho iniziato a frequentarlo non conoscevo esattamento a cosa andavo incontro, pensavo ad un corso in cui ci avrebbero insegnato ad usare le musica, quella tradizionale, con persone affette da disabilità o comunque che avessero problemi di salute in generale. Alla conclusione del primo livello ho capito invece che mi trovavo davanti ad una cosa completamente diversa. Inizialmente ero abbastanza perplessa ma  proseguendo con gli altri  livelli , ho capito tantissime cose che me lo hanno fatto apprezzare, soprattutto nella sua caratteristica del “non verbale“.

Ho avuto la fortuna di  frequentare questo 5 livello proprio con colui che lo ha messo a punto: Rolando Omar Benenzon. Questo  livello ha evidenziato  l’utilizzo del modello con pazienti affetti da Autismo, Coma, Alzheimer  e come Terapia del dolore.

A fine corso ho voluto intervistare il prof. Benenzon per capire meglio cosa lo ha portato a creare questa forma di Musicoterapia. Mi ha raccontato della sua infanzia e della passione per la musica che avrebbe voluto  diventasse la sua prima professione ma le cose sono andate diversamente…


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è concluso ieri sera a cagliari, presso il Conservatorio di musica P.L. da Palestrina il concorso per giovani musicisti Golfo degli Angeli indetto dal Lyon Club. Ad aggiundicarsi il primo premio  è stata la coppia artistica formata dalla violinista Giulia Greco e dal pianista Marco Schirru.   L’altro primo premio è stato attribuito  al chitarrista sassarese Gabriele Lissia.

Il concorso Golfo degli Angeli, fortemente voluto da Mario Lixi e Sivio Fadda, è rivolto ai diplomati e ai giovani iscritti all’ultimo anno di corso dei Conservatori “Pierluigi da Palestrina” di Cagliari e “Luigi Canepa” di Sassari e ha lo scopo di permettere ai più brillanti di andare a perfezionarsi fuori dalla Sardegna attribuendo loro una consistente borsa di studio.

Il concorso ha una cadenza biennale. L’anno successivo all’attribuzione della borsa, i vincitori tengono un concerto pubblico in cui dimostrano le nuove abilità acquisite.

Vincitori delle 13 edizioni

1991      Romeo Scaccia, Michele Spiga, Ettore Arcais Filomena Moretti

1993           Francesco Loi, Pasquale Iriu, Simone Piga

1995          Fabio Furia, Efisio Lecis, Viviana Maroqiu

1997          Silvia Careddu, Federico Cherchi, Oscar Zuddas

1999           Marcello Melis, Michele Piras, Alessandra Pisano

2001          Duo Luca Vito Lana – Michele Nurchis, Graziella Ortu, Anna Tifu

2003         Carlo Doneddu, Samuel Tanca, Giulio Biddau

2005         Duo Fabio Mureddu- Roberto Serra, Claudio Sanna

2007        Rossana Cardia, Fabio Moi

2009        Anna Bruna Attieni, Elsa Paglietti

2011           Lorenzo Baldoni, Leonardo Sini, Marco Sanna

2013         Alessandro Piras, Alberto Sanna

2015        Claudia Foddai, Duo Apeddu – Luciani

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Sarà per me una grande emozione seguire il 5 livello del corso di Musicoterapia didattica non verbale,  direttamente da colui che lo ha inventato: il grande psichiatra – musicista  argentino Rolando Benenzon, che tornerà in Sardegna (dopo 20 anni), martedì e mercoledì prossimi.

Il suo è un metodo che esce un po’ dagli schemi classici della musicoterapia perchè si distingue dagli altri per il “non verbale”. Parlano solo i suoni e non le parole. Un metodo creato pensando a coloro che hanno problemi di disabilità come l’ autismo, la sindrome di Down, alcune forme gravi di depressione, Alzheimer e fattori annessi.

A coordinare anche il 5 livello (penultimo) ci sarà come sempre la magister Emanuela Milia.

Il corso si terrà a Cagliari presso l’Acquarium Gallery.

Rolando Benenzon , dopo la tappa in  Sardegna proseguirà  verso la Campania e poi la Lombardia.

Chi volesse approfondire il metodo di Musicoterapia modello Benenzon può trovare in rete diversi trattati.

Il corso è organizzato come ogni anno dall’Associazione University Natura Naturopatia e Musicoterapia Cagliari.

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il mercato di San Benedetto a Cagliari è il più grande mercato coperto d’Italia ed uno dei maggiori d’Europa, ospita spazi dedicati alla vendita di pesce, carne, ortofrutta, generi alimentari e servizi vari.

E’ stato inaugurato il 1° giugno 1957 e con i suoi 8.000 metri quadrati di esposizione su due livelli . Ad oggi nel Mercato operano quasi 300 concessionari. Al Piano terra è situato il reparto ittico, mentre nel piano superiore ci sono i reparti ortofrutta, carni alimentari, generi vari e servizi. In occasione dei 60 anni dalla sua apertura, la città di Cagliari organizza varie manifestazioni.

Anche il Il Teatro Lirico di Cagliari partecipa alla festa con due aperitivi musicali affidati a due ensemble sonori, composti da professori dell’Orchestra del Teatro Lirico, che allieteranno il pubblico nelle corsie e tra i 200 box dei due piani della struttura.

Venerdì 2 giugno, il Mercato sarà aperto dalle 7 alle 18 e il Teatro Lirico di Cagliari partecipa

Alle 11 si esibisce Filippo Gianfriddo che, con la sua marimba e le multipercussioni, propone quattro coinvolgenti ed accattivanti brani musicali, di cui uno composto per l’occasione: Yellow after the Rain di Mitchell Peters; Mercato SB60 di Filippo Gianfriddo; Rhythm Song di Paul Smadbeck; Rain Dance di Alice Gomez e Marilyn Rife.

 

Alle 17 si esibisce, invece, il trascinante Quintetto di Ottoni, composto da Lorenzo Panebianco (corno), Vinicio Allegrini (tromba), Luigi Corrias (tromba), Luca Mangini (trombone), Claudio Lotti (basso tuba), che animeranno il pomeriggio attraverso brani celebri, immortali canzoni e motivi da famose colonne sonore di film come: Sonata da Bankelsangerlieder di Anonimo; Sir Duke di Stevie Wonder (arrangiamento John Swan); My Funny Valentine di Richard Rodgers (arr. Roberto Di Marino); Misty di Erroll Garner (arr. Novelli); Yesterday di John LennonPaul McCartney (arr. David Short); Tango di David Short; Fuga BWV578 di Johann Sebastian Bach; Stardust di Hoagy CarmichaelMitchell Parish (arr. Lennie Niehaus); Latin di David Short; Polka Miseria di David Short; Round Midnight di Thelonius MonkCootie Williams (arr. Ingo Luis); The Pink Panther Theme di Henry Mancini (arr. Arthur Frackenpol); Danze inglesi del XVI secolo; No Potho Reposare “A Diosa” di Giuseppe RachelSalvatore Sini (arr. Claudio Lotti).

L’ingresso alla manifestazione è libero.

Cagliari, 31 maggio 2017

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si ripete l’esperimento OPERA-MARE, in cui si cerca di avvicinare l’opera lirica ad un pubblico diverso da quello che frequenta il Teatro. Il cagliaritano e il turista che sceglie il mare del Poetto per passare la propria giornata di relax, avrà l’opportunità di completarla con un aperitivo e un concerto di qualità. Lo scorso anno il Teatro lirico di Cagliari aveva presentato “La traviata” davanti alla Rotonda dello stabilimento balneare il Lido. Il concerto aveva riscosso  un buon successo di pubblico nonostante l’insolita location.   

Giovedì 1° giugno alle 19 ,sempre nello Stabilimento balneare “Il Lido” il giornalista Fabio Marcello presenterà “Speciale Rigoletto”

 dedicata al capolavoro di Giuseppe Verdi che va in scena nella suggestiva cornice della Forte Arena di Santa Margherita di Pula (Cagliari), con inizio sempre alle 21.30, sabato 10 giugno, sabato 17 giugno e sabato 24 giugno 2017.

 La serata è impreziosita, nella prima parte, dal Coro femminile del Teatro Lirico di Cagliari, diretto da Gaetano Mastroiaco, dal soprano Barbara Crisponi, dal mezzosoprano Martina Serra e dai pianisti Mayumi Ogawa e Giancarlo Salaris, e, nella seconda parte, dalla presenza del baritono Gocha Abuladze (Rigoletto), del soprano Barbara Bargnesi (Gilda), del tenore Antonio Gandìa (Duca di Mantova) e del mezzosoprano Martina Serra (Maddalena) che, accompagnati al pianoforte da Andrea Mudu, interpretano le arie e i brani più celebri del popolare melodramma.

Il programma musicale nel dettaglio prevede: Suite da Sogno di una notte di mezza estate op. 61 per soli, coro femminile e pianoforti di Felix Mendelssohn-Bartholdy, le arie Caro nome (Gilda); Cortigiani, vil razza dannata (Rigoletto); La donna è mobile (Duca di Mantova) e il celebre quartetto Bella figlia dell’amore (Gilda, Rigoletto, Duca di Mantova, Maddalena) da Rigoletto di Giuseppe Verdi.

L’ingresso alla manifestazione, la cui durata è di 50 minuti circa, è libero.

La serata viene diffusa, in diretta streaming su www.unionesarda.it, dall’emittente televisiva Videolina.

La manifestazione si avvale della collaborazione di: L’Unione Sarda, Videolina, Radiolina, Stabilimento balneare “Il Lido”.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

La Direzione del Forte Village Resort informa che, in occasione delle tre rappresentazioni di Rigoletto, il pubblico potrà usufruire di un servizio di bus-navetta (Cagliari/Piazza dei Centomila – Forte Arena – Cagliari/Piazza dei Centomila) a pagamento (€ 15). La partenza da Cagliari è prevista per le 19.

 

Per informazioni e vendita: Box Office, viale Regina Margherita 43, 09124 Cagliari; dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, telefono 070657428.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

“Un pensiero per Onofrio” è il titolo del concerto che si terrà martedì 30 maggio alle ore 20,00 nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari . Si vuole così ricordare il maestro Onofrio Figliola, pianista e direttore di coro, deceduto poco tempo fa.  Il programma prevede l’esecuzione del monumentale Requiem di Faurè, che sarà diretto dal Maestro Sandro Sanna, in una sua particolarissima orchestrazione per fiati, e con le parti solistiche arrangiate per quintetto da Manuel Cossu e affidate al Kor vocalensemble (in rappresentanza del CUM di Cagliari, coro diretto dallo stesso Onofrio per un lungo periodo); la parte corale è affidata al Coro Collegium Karalitanum (maestro preparatore Carmine dell’Orfano) e alla Polifonica Karalitana (maestro preparatore Gianfranco Deiosso) mentre la parte strumentale all’orchestra di fiati formata da colleghi del Conservatorio e amici di Onofrio Figliola.

“… un pensiero per Onofrio… “

Auditorium del Conservatorio 30 Maggio ore 20
Requiem di Fauré 
Orchestrazione per fiati di Sandro Sanna
Arrangiamenti per il Kor di Manuel Cossu
Esecutori: 
Colleghi del Conservatorio e amici di Onofrio
Collegium Karalitanum
Polifonica Karalitana
Kor

L’ingresso è libero

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Mancano pochi giorni alla scadenza del bando dell’unico concorso italiano di world music, il “Premio Andrea Parodi”, organizzato dall’omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda.

La scadenza è fissata al 31 maggio, mentre le finali si terranno a Cagliari dal 12 al 14 ottobre.

Il concorso è gratuito ed aperto ad artisti di tutto il mondo. Le domande di iscrizione dovranno essere inviate tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ).

Dovranno contenere:

- 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare);

- testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;

- curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo);

Il premio consiste in una somma in denaro erogata a copertura di tutti i costi di master class, eventuale acquisto o noleggio di strumenti musicali, corsi e quant’altro il vincitore sceglierà per la propria crescita artistica e musicale, per un importo massimo di 2.500 euro. Per i vincitori del Premio della critica c’è invece la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi. Inoltre, verrà offerta al vincitore l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2018 del Premio Andrea Parodi, dell“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA) e in altri eventi che saranno man mano annunciati.

La dimensione internazionale ormai raggiunta dal Premio è confermata dalla recente presenza al Babel Med Music di Marsiglia e dalla partecipazione a luglio nella Repubblica Ceca al Crossroadsmusic di Ostrava per un incontro in cui si parlerà anche del Premio Andrea Parodi.

La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Le precedenti edizioni sono state vinte nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Per visionare il bando e avere maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Schillelè  è un’ espressione dello slang cagliaritano accompagnata quasi sempre  dall’esclamazione: “Oooh, ooh schillelè”. I ragazzini la usano soprattutto quando devono dimostrare la loro forza verso un  compagno più piccolo oppure  verso una persona che  vuole prevalere  senza averne i mezzi.

Schillelè è anche il titolo del primo libro, autobiografico, dell’attore Gianluca Medas, in cui   descrive la vita di un adolescente  attraverso una serie di brevi racconti. Medas ci narra uno spaccato di storia cagliaritana che abbraccia un periodo tra la fine degli anni  ’60 e gli anni ’80.

I racconti sono momenti di vita semplice, quelli di un ragazzo di periferia vissuti tra scuola, parrocchia e piazzetta. Tanti gli argomenti toccati che hanno caratterizzato  la sua vita in quegli anni: le bande e il bullismo, i primi amori, il primo bacio, i momenti goliardici, lo sviluppo delle droghe e la conseguente epidemia di AIDS, il senso dell’amicizia ( quella vera e quella falsa), i sogni e la passione sempre crescente per la musica e  il teatro, quel teatro che lo ha visto giovanissimo sul palcoscenico con suo padre e i suoi zii   della mitica ed eclettica famiglia Medas.

I racconti sono narrati con una semplicità diretta come solo Gianluca Medas sa fare. Chi, come me, ha vissuto l’adolescenza in quegli anni ci si ritrova in pieno, compresa l’esperienza dell’epidemia “epatite virale” scoppiata a Cagliari in quegli anni.

Eravamo in tanti ad essere ricoverati nella clinica pediatrica   “Macciotta“. La cosa che più mi ha divertito è stato leggere la narrazione  delle giornate del ricovero che passavano dalla drammaticità della malattia (punture dolorosissime e schifose medicine)   a  momenti di puro divertimento  nello trasgredire le regole del posto. Inquietante la descrizione particolareggiata della terribile infermiera che pur di sfogare la sua frustrazione personale se la prende  con i bambini malati, punendoli in ogni modo e spesso anche senza motivo.  E’ un’ esperienza che ho vissuto anche io e che ho ritrovato in questo libro quasi come un copia incolla della mia memoria.

Tra gli episodi c’è anche quello del momento  drammatico della perdita  della madre, insegnante elementare, con conseguente divisione della famiglia e le difficoltà economiche; gli studi tra scuola pubblica e privata e quelli al Conservatorio di Musica legati poi alle esperienze teatrali divertenti come comparse nelle Opere liriche.

La passione per il teatro la si ritrova in particolar modo anche nella descrizione dei sacrifici affrontati per poter essere sempre in prima fila agli spettacoli della Stagione lirica:  notti intere in fila davanti alla  biglietteria per essere tra i primi all’apertura del botteghino. Sembra roba da medioevo soprattutto oggi, nell’epoca di internet.  C’ero anche io, e sono contenta che Gianluca  lo abbia ricordato. La nuova generazione deve capire quanto fosse forte per noi la passione per quel mondo diventato poi la nostra principale professione.

I libro di Gianluca Medas , edito dalla CUEC, è in vendita nelle migliori librerie.

 

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Teatro Lirico di Cagliari partecipa alla

XXI edizione di “Cagliari Monumenti Aperti”

 Sabato 13 e domenica 14 maggio, dalle 9 alle 14, il Teatro Lirico di Cagliari partecipa, per l’undicesimo anno consecutivo, alla manifestazione “Cagliari Monumenti Aperti”, promossa dal Comune di Cagliari e dall’Associazione Culturale Imago Mundi Onlus, giunta quest’anno alla XXI edizione, con una serie di visite guidate al Teatro, realizzate in collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari.

La manifestazione prevede la visita dell’intera struttura: le sale prove musicali e la sala regìa, i laboratori di sartoria, scenografia, illuminotecnica e falegnameria, il palcoscenico. Le visite guidate previste sono tre al giorno, con partenza alle 9.30, alle 11 e alle 12.30.

Oltre a ciò viene anche presentata la formula, già sperimentata negli anni passati, delle “sale musicali”: durante la visita, ogni sala viene “animata” dagli allievi del Conservatorio, musicisti e cantanti, attraverso brevi intermezzi musicali che allieteranno il percorso dei visitatori. Questa formula, molto gradita al pubblico, rientra nella rassegna “Monumenti in Musica”, una delle iniziative speciali della manifestazione “Cagliari Monumenti Aperti”.

L’ingresso a tutte le manifestazioni è libero.

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

Per informazioniBiglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it.Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it

 

Cagliari, 12 maggio 2017

 

 

 

Pierluigi Corona

Responsabile Ufficio Stampa

Teatro Lirico di Cagliari, via Efisio Cao di San Marco, 09128 Cagliari – Italia

telefono +39 0704082209 - stampa@teatroliricodicagliari.it - www.teatroliricodicagliari.it

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

E’ successo che un geniale compositore è rimasto incantato dall’acustica di   un’antica cisterna romana, la quale è situata  nei sotterranei dell’antica Cagliari dentro l’orto Botanico.  Questa cisterna del tipo cosiddetto a “bottiglia”,   ha subito, nel corso dei secoli diverse modifiche. Ha una base circolare del diametro di 9 m ed un’altezza di 8,50 m.
La cisterna è internamente rivestita in cocciopesto, una malta idraulica, costituita da calce pozzolanica e frammenti di laterizi, utilizzata dagli antichi romani per impermeabilizzare i condotti idrici. La capienza era di circa 160 m³, l’acqua piovana veniva convogliata sfruttando la pendenza della collina.
La cisterna era inserita in un sistema di cisterne e canalizzazioni che costituivano un piccolo acquedotto nella valla di Palabanda forse parte integrante dell’acquedotto che i romani realizzarono nell’antica Karalis.
Attualmente la cisterna presenta l’apertura per la raccolta delle acque chiusa, in quanto al di sopra è stato costruito il Dipartimento di Giurisprudenza.
Per prelevare l’acqua della cisterna sfruttando la forza di gravità i romani scavarono alla base un condotto lungo circa 40 m, largo mediamente 1 m e alto circa 1,7 m. Interessante notare la canaletta scavata a circa un metro d’altezza larga 15 cm e profonda circa 10, che permetteva di convogliare l’acqua all’esterno.
Di cisterne come questa nel solo Orto Botanico ve ne sono altre 2 in stato di conservazione abbastanza buono.

Il compositore Manuel Cossu (con la band Serendip ) ha  avuto l’opportunità di esibirsi dentro questa cisterna  col suo brano  “Before the rain“ . E’ fantastico sentire l’effetto sonoro che ne vien fuori: una musica celestiale che si diffonde eterea intorno agli esecutori e a chi ascolta. Se volte vedere il video ufficiale di Serendip cliccate in questo link: TERRA

 

I Serendip ringraziano Gianluca Liriti del Centro Servizi d’Ateneo Hortus Botanicus Karalitanus – Università degli Studi di Cagliari, per l’opportunità concessa.

 


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

foto Alessandro Cani

Sabato, 13 Maggio, 2017 – 15:00  e Domenica, 14 Maggio, 2017 – 15:00 , in collaborazione col  Sardegna Teatro, si  terrà una installazione interattiva progettata dagli allievi del corso “Visual Show, verso il videomapping e oltre” sulle produzioni appunto  di Sardegna Teatro.
ll corso “VisualShow, verso il videomapping è oltre” è stato  organizzato da Open Campus e tenuto da AM Artist.
Rivolto a video maker, VJ, artisti multimediali e agli operatori dello spettacolo e dell’arte in genere, ha posto le basi per l’utilizzo del software TouchDesigner, analizzando gli aspetti di progettazione e realizzazione di installazioni e spettacoli visuali.

L’applicazione pHoToSpHeRiC è stata realizzata come esempio pratico di utilizzo del software e come sviluppo degli argomenti trattati durante il corso e sarà fruibile tramite un installazone interattiva il 13 e il 14 maggio al Teatro Massimo in occasione della manifestazione Monumenti Aperti.

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Efisio Atzori campione sardo

Oggi la città di Cagliari sarà protagonista della gara ciclistica del Giro d’Italia che quest’anno  compie 100 anni.  Questo pomeriggio la tappa infatti sbarcherà proprio nella mia città . Un evento sportivo unico nel suo genere che mi ha accompagnato fin da bambina.

Quando cominciava il Giro, mio padre e la televisione diventavano un’unica cosa. La grande passione per questa disciplina probabilmente era nata con suo padre Efisio campione sardo proprio di questo sport. Cosa avrei dato oggi per vedere mio padre godere dal vivo di quello sport che tanto aveva amato!

Il Giro d’Italia non si limita soltanto al lato tecnicamente sportivo. Intorno a questo evento ruota un business legato al turismo. Grazie al passaggio dei ciclisti, chi segue lo sport in televisione, può ammirare le bellezze della nostra bella penisola dal nor al sud. Oggi la protagonista sarà Cagliari e di questo  sono molto orgogliosa.

Il mondo delle due ruote è fatto sia di imprese eroiche e  sia di spensierate pedalate, ed entrambi questi modi di vivere il ciclismo, hanno ispirato poeti e cantautori. Nascono cosi tante storie e canzoni narrate dalla voce di cantanti che decantano le epiche imprese di ciclisti famosi o raccontano i tempi felici dell’italia in bicicletta.
Ecco una raccolta delle piu famose conzoni che parlano di biciclette !

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Ieri sera, al Teatro Comunale di Elmas, si è tenuto il primo dei concerti del tour degli Artisti Sardi per Amatrice.   L’inizio della serata è stato siglato dal brano Ripartiremo in live con l’accompagnamento strumentale della pianista Marinella Angiargia e del chitarrista Giuseppe Cocco.  Il brano, che è stato composto da Mattia Sanna, è diffuso via web e può essere acquistato in tutti gli store al costo di 99 centesimi. Il ricavato, (insieme a quello delle serate del tour) andrà alla ricostruzione del Teatro-cinema del comune di Amatrice pesantemente colpito dal terremoto.

La serata è stata condotta con sicurezza e professionalità da  Valeria Onnis, che ha saputo gestire lo spettacolo anche con piccole interviste e aneddoti. Sicuramente toccante la lettura della Lettera che il sindaco di Amatrice ha inviato al gruppo per congratularsi dell’iniziativa lodevole.

Gli ASPA (Mattia Sanna,Valeria Onnis, Marta Moricio, Alessia Casu, Alessandra Atzori, Francesco Scalas, Alessandro Orrù, Alessio Pizzoni, Alessandro Garau, Giuseppe Cocco, Marinella Angiargia) si sono esibiti sia con brani inediti che con cover popolari che spaziavano dagli anni 70 ai giorni nostri.  I generi erano tra i più svariati sia per impostazione vocale che per scelta artistica: classico sudamericano, pop, rock ma anche rap.Di particolare impatto emotivo è stata l’esibizione di Marta Moricio alle prese col difficilissimo  Still Loving You degli Skorpions .  Buona la risposta del pubblico che generosamente ha contribuito alla raccolta fondi per Amatrice.

La serata è stata sponsorizzata dal Comune di Elmas, dalla Pro Loco e dalla ditta  Pani e Casu. Un particolare ringraziamento va al tecnico del suono Claudio Gasperoni e alla Vi.U.Music Academy di Cagliari.

In attesa della prossima data del tour,  si può continuare a scaricare il brano Ripartiremo dai principali stores.

Questi i link

Tunes : https://itunes.apple.com/…/…/ripartiremo-single/id1179695725

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

 

Cosa succede se una designer  e un venditore di zanzariere si incontrano? Lei è Giorgia Luppi di Anomalye, lui, la ditta Secci Zanzariere, insieme hanno creato una linea di borse   da spiaggia  molto funzionale : il suo nome è Z sun bag.

Ma cosa ha di diverso la Z sun bag che si distingue dalle altre borse estive? Il materiale, quello delle zanzariere appunto, permette da subito la fuoriscita della sabbia evitando così che si depositi sui vestiti o il costume bagnato.

La linea è stata creata per partecipare ad un   concorso sulla creazione di opere per la tutela ambientale ( con l’utilizzo di materiali di recupero), e l’idea   si è rivelata subito vincente. Il progetto è stato selezionato fra i migliori e il 21 aprile a Pescara ci sarà la finalissima con la mostra.

per informazioni e ordini cliccate su questo link Zeta sun bag     zsunbag@gmail.com

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

I Polyphonica sono una corale giovanile di Cagliari nata nel 2015, diretta dal Maestro Franca Devinu.
Galeotto fu il Coro del Liceo Pacinotti, all’interno del quale i giovani universitari che ne fanno parte, si sono conosciuti e formati musicalmente, condividendo momenti di crescita personale e di sano divertimento tra amici.
Recentemente hanno costituito l’Associazione culturale “Corale Polyphonica, con lo scopo di coltivare e diffondere la comune passione per il canto corale.

Grazie ad un contributo dell’Ersu (Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario ), hanno progettato e realizzato con grande impegno, cinque eventi che li vedranno protagonisti di conferenze e concerti, sul tema “storia della musica corale“, con la collaborazione di altri cori, musicisti e docenti.
Il primo appuntamento sarà il 29 Aprile alle ore 20.00, presso il cineteatro Studium Franciscanum, in Via Principe Amedeo 20 (CA).

La corale Polifonika è così composta:
Franca Devinu, Maestro e Direttore Artistico;
Laura Matta, soprano;
Giulia Pinna, soprano;
Laura Usai, soprano;
Mirjana Atzeni, contralto;
Claudia Falchi, contralto;
Silvia Lavena, contralto;
Beatrice Schivo, contralto;
Andrea Caria, tenore;
Giovanni Pillitu, tenore;
Marcello Calabrò, basso;
Francesco Cocco, basso;
Davide Sarigu, basso.

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Cristina Melis Elisabetta Scano

Un successo annunciato quello di ieri, per l’evento dedicato al maestro Gustavo Melis a 30 anni dalla sua scomparsa. La chiesa di Sant’Anna a Cagliari, era gremita e molte persone pur di assistere  hanno trovato posto in terra ai lati della navata centrale. Il concerto comprendeva Lo Stabat Mater di Pergolesi e il Requem di Faurè . Ad eseguirlo sono stati due cori storici cagliaritani: il Collegium Kalaritanum e la Polifonica Karalitana preparati rispettivamente dai maestri Carmine dell’Orfano e Gianfranco Deiosso.

Elena Schirru Nicola Ebau

Le voci solistiche erano quelle di due artiste cagliaritane: il soprano Elisabetta Scano e il mezzosoprano Cristina Melis, per lo Stabat Mater ,invece per il Requiem ,il soprano Elena Schirru e il baritono Nicola Ebau.  Ad accompagnare i complessi vocali c’era l’Orchestra Kamerata Karalis   diretta dal maestro Sandro Sanna.

Per l’occasione il Requiem di Faurè è stato eseguito in una emozionante versione per Arpa e Organo con Paloma Tironi e Francesca Ajossa.

Fra un brano e l’altro, il vescovo Arrigo Miglio è intervenuto per una breve riflessione sulla Pasqua.

La serata è stata presentata dal giornalista Giacomo Serreli

L’EVENTO è stato organizzato anche grazie alla preziosa collaborazione del LIONS CLUB CAGLIARI SAINT REMY per raccogliere fondi  da destinarsi  alla nuova Casa di accoglienza della Caritas in via Santa Croce.

La  cronaca fotografica è di Stefano Anedda.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ieri sera ho assistito ad uno spettacolo di beneficenza, organizzato dal Rotary club Cagliari sud, che mirava a raccogliere fondi per il restauro di una preziosa opera d’arte: il Crocifisso del 1700 sito nella antica chiesa di Sant’Efisio a Cagliari.

Il Teatro era quello delle Saline che per l’occasione ha fatto il tutto esaurito. Il teatro è un piccolo gioiello nato negli anni 30 che serviva come dopolavoro ai dipendenti delle saline appunto. Dopo un lungo periodo è stato restaurato e preso in gestione. Purtroppo però le autorità comunali competenti non hanno curato abbastanza l’illuminazione esterna. In tanti abbiamo avuto difficoltà a raggiungere l’ingresso dopo aver parcheggiato.

Lo spettacolo, che ha visto attori non professionisti sul palco (quasi tutti avvocati), aveva lo stile della “Rivista”. Un succedersi di battute,  e gags hanno divertito il pubblico dall’inizio alla fine. Tanti gli sketch che  mi hanno colpita, in particolare il numero del Mago Thomas e  la parodia della mitica trasmissione di Maria De Filippi  ”C’è posta per te“, i cui protagonisti interpretavano  tre “gaggi”cagliaritani.  La piccola performance oltre che ben strutturata, (comprendeva anche un video girato in esterno) ha messo in evidenza la verve e la predisposizione artistica degli attori.  A fare da collante tra un quadretto e l’altro è stato il simpaticissimo Luca De Angelis affiancato dall’avvenente Monica Bardi.

Fiore all’occhiello della serata è stata l’attrice professionista  Marta Proietti Orzella che non ci ha fatto rimpiangere due mostri sacri della risata: Ettore Petrolini  e Anna Marchesini  nei rispettivi monologhi di Gastone e della Sessuologa. Bravissima!

Degno di nota il gruppo musicale Trio Matic che ha fatto da colonna sonora alla serata. Il gruppo era formato da tre vocalist (Maura Olla, Daniela Casu, Laura Spano) che si sono esibite in maniera impeccabile con l’accompagnamento dei musicisti Riccardo Zinzula, Roberto Melis e Alan Calabrò,  in diversi brani resi famosi dal Trio Lescano, il tutto sotto la direzione del maestro Lorenzo Zonca.

Un plauso generale a tutti gli attori ed in particolare a Lalla De Angelis che ha avuto l’idea di creare questo evento  grazie al quale ha potuto realizzare il contributo necessario per la ristrutturazione dell’opera d’arte.

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Rotary Club Cagliari sud ha organizzato uno spettacolo di beneficenza con lo scopo di raccogliere fondi per il  restauro del preziosissimo Crocefisso del 1700 che si trova esposto nella chiesa di Sant’Efisio a Cagliari. Si tratta del Cristo “snodato” che duranti i riti della “Settimana Santa” viene portato in processione.

Lo spettacolo è intitolato Gran Varietà e la compagnia è composta da diversi avvocati di Cagliari. La regia e la conduzione è a cura di  Luca De Angelis. 

Sabato 8 Aprile alle ore 21 presso il Teatro delle saline a Cagliari

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Eleonora Congiu arpista e Sabrina Piras pianista, hanno aperto la rassegna

Con il concerto di lunedì 27 marzo 2017, ore 10.15, è iniziata la Rassegna Musicale Giovanile organizzata dagli Amici della Musica di Cagliari, in collaborazione con l’istituto comprensivo C. Colombo di Cagliari (Dirigente Prof. Roberto Bernardini).

L’obiettivo che si pone la rassegna è quello di valorizzare giovani musicisti (diplomati e non) del conservatorio cagliaritano, sensibilizzare i giovani all’esperienza musicale e dare la possibilità di far conoscere strumenti musicali (voce compresa) differenti da quelli studiati presso l’istituto. In questo istituto   è attivo l’indirizzo musicale con le cattedre di: violino, pianoforte, flauto traverso e chitarra. Si vuole inoltre  contribuire, anche indirettamente, a limitare la dispersione scolastica.

La rassegna è articolata per un totale di sei concerti, che si svolgeranno presso l’aula magna, ove verranno eseguite  musiche di varia tipologia e periodo storico. Oltre alla presentazione degli strumenti musicali verrà dato spazio alle domande/risposte tra esecutori e discenti arricchito dalle esperienze dei giovani musicisti.

Di seguito il programma della rassegna:

lunedì 27 marzo ore 10.15, Eleonora Congiu arpista, Sabrina Piras pianista, musiche di Fauré, Rota, Katchaturian,  Mozart, Chopin.

Mercoledì 5 aprile 2017 ore 10.15, Tiziana Pani, Ilaria Vanacore soprani, Ettore Agati sopranista, Carlo Asuni baritono, Valerio Carta pianista, musiche: Mozart, Puccini, Donizetti, Rossini.

Mercoledì 12 aprile 2017 ore 16.15, Silvia Piras, Andrea Deidda, Vittorio Pala, Lia Scalas, Claudia Frau oboisti:, Veronica Melis, Michelangelo Congiu pianisti, musiche: Bach, Corelli, Telemann, Yvon.

Giovedì 27 aprile 2017 ore 10.15, Viola Pisano soprano, Martina Serra mezzosoprano, Michelangelo Romero tenore, Francesco Leone baritono, Valerio Carta pianista, musiche: Bellini, Verdi, Donizetti, Tosti.

Venerdì 5 maggio 2017 ore 10.15, Margherita Moccia, Anna Floris violiniste, Tommaso Delogu violista, Beatrice Deplano violoncellista, musiche: Mozart, Bach, Morricone.

Martedì 23 maggio 2017 ore 10.15, Mattia Casu pianista, musiche: Scriabin, Listz, W. Gluck.

Un particolare e significativo ringraziamento va dato alla disponibilità dei docenti dell’istituto e del Conservatorio G. P. da Palestrina: Elisabetta Scano, Romeo Scaccia, Mario Frezzato, Francesco Giammarco, Anna Maria Melis, Giorgio Oppo, Nicoletta Pintor, Luigi Moccia, Marcella Murgia, Stefano Figliola.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Passio Christi è il monologo di Gianluca Medas che ripercorre le tappe della Passione di Gesù, dalla cena alla crocifissione. Lo spettacolo attraversa il percorso che porta Gesù dal calore della famiglia alla violenza della sua crocifissione e lo fa attraverso uno sguardo umano, intimo.

PASSIO CHRISTI

Questa storia è conosciuta, se ne parla da secoli. Sono stati scritti poemi, saggi, preghiere, canzoni. Sono stati fatti quadri, opere cinematografiche e ogni genere di rappresentazione.

Questo perché, cristiani o non cristiani, il racconto della Passione di Gesù è una storia affascinante nella quale è semplice immedesimarsi.

Immaginiamo un uomo qualunque, stimato e rispettato, considerato una persona spiritualmente elevata tanto da essere chiamato Maestro. Gesù viveva e predicava la povertà e non ambiva ad alcun tipo di potere. L’unico messaggio che portava era quello dell’Amore e lo predicava con decisione e fermezza per città e villaggi. Si definiva figlio di Dio e invitava tutti quanti a sentirsi tali.

Quest’uomo, fastidioso per il clero ebraico, viene arrestato nonostante sia di fatto innocente.

I suoi nemici non sopportavano ciò che diceva, non tolleravano la sua persona e i dubbi che la sua predicazione insinuava.

L’unica soluzione era eliminarlo, umiliare la sua immagine, cancellare le speranze di coloro che pensavano fosse arrivato finalmente il Messia e ripristinare lo status quo.

Sembrava che Gesù sapesse già cosa volevano fare di lui e non solo non fuggì ma non provò neanche a difendersi, provocando ancor di più la loro ira.

Questo è il contesto, i fatti.

Ma come visse Gesù questo crescendo di eventi?

Era un uomo e soffriva come un uomo.

Il tradimento di un amico, un fratello, che lo portò all’arresto con un bacio.

Tutti i suoi a cui aveva dedicato anima e corpo erano dispersi, impauriti e confusi.

La folla inferocita, in preda al delirio della violenza che si accaniva contro di lui.

Pietro, che aveva affermato di essere disposto a fare qualsiasi cosa per lui, l’aveva rinnegato per ben tre volte durante il suo arresto.

La maggioranza di coloro che aveva amato e con cui aveva vissuto i suoi ultimi anni l’avevano lasciato solo, appeso ad una croce col corpo martoriato.

Ai suoi piedi, prima di morire, c’erano solamente la madre, alcune donne che lo seguivano e il discepolo a cui era fortemente legato.

Cosa avrà pensato Gesù in quei momenti?

 Questa è la PASSIO CHRISTI, la storia di un uomo innocente che predicava l’Amore

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Artaruga è lieta di ospitare il nuovo Corso di Dizione e Lettura Espressiva tenuto da Michela Atzeni con inizio a metà Aprile e conclusione a Giugno con lettura degli allievi aperta al pubblico.

STRUTTURA IN SINTESI
Il corso è articolato in un ciclo di 10 incontri da due ore ciascuno a cadenza settimanale ogni mercoledì (orientativamente dalle 18 alle 20, orario preciso da definire con gli iscritti) l’ultimo dei quali ospiterà la lettura finale aperta al pubblico in una magica e calda sera di giugno.
La classe è composta da un minimo di 6 a un massimo di 8/10 partecipanti. L’inizio del corso è fissato per mercoledì 19 Aprile.

CONTRIBUTI
Il contributo dell’intero corso è di euro 110. Per iscrizioni entro il 31 marzo: 90 euro. Per info sulle modalità di iscrizione (e per usufruire del contributo ridotto) contattare info.artaruga@gmail.com

UN APPROCCIO INTEGRATO ALLO STUDIO DELLA DIZIONE
L’insegnamento della dizione (la corretta pronuncia della lingua italiana) non consiste solo in un pacchetto di regole
(ortoepia) ed esercizi “miracolosi” per trasformare la propria pronuncia, piena di inflessioni regionali e di difetti di articolazione, in una perfetta pronuncia da speaker radiofonico delle reti nazionali. Essa riguarda più profondamente un’attenzione allo strumento voce nella sua interezza, strumento unico e inimitabile per ciascuno, a prescindere dalla professione e dalle finalità personali per le quali ci si avvicina allo studio della stessa. Tutti dovremmo conoscere non solo la giusta pronuncia della lingua che parliamo quotidianamente, poiché tale conoscenza dovrebbe far parte del nostro bagaglio culturale, ma soprattutto conoscere l’unicità della nostra voce, le sue caratteristiche, i pregi, i vizi di emissione, i limiti di estensione, i difetti, le sonorità, le esigenze, le potenzialità. Migliorare la propria pronuncia, migliorare la propria emissione vocale, rendere più chiari i concetti esposti attraverso una padronanza della propria espressività, raggiungere sicurezza nel parlare davanti a un pubblico, significa migliorare la propria capacità di comunicare.

LA LETTURA AD ALTA VOCE
Il corso si pone dunque non solo l’obiettivo di fornire le basi essenziali per lo studio della dizione, ma anche quello di riappropriarsi della lettura a voce alta come ancestrale strumento di comunicazione, svincolandola da esigenze performative come ormai sembra essere relegata.
Leggere davanti a un pubblico non è infatti un’attività strettamente circoscritta ad attori o personaggi pubblici (pensiamo ad esempio agli insegnanti e a tutti coloro che per ragioni di lavoro si ritrovano spesso a parlare davanti a un auditorio): tuttavia è necessario appropriarsi di alcune regole basilari affinchè la pagina che ci ha emozionato, riesca poi a toccare le stesse corde nelle persone che ci ascoltano. Per questo il corso è aperto non solo ad allievi attori, per i quali è imprescindibile lo studio della dizione all’interno del proprio percorso formativo, ma a chiunque sia interessato a migliorare le proprie capacità espositive.

ARGOMENTI TRATTATI: RESPIRAZIONE ED EMISSIONE VOCALE
esercizi di respirazione, riscaldamento, emissione, articolazione

ORTOEPIA
accento tonico e accento fonico
regole per la è aperta
regole per la é chiusa
regole per la ò aperta
regole per la o chiusa
omonimi
i verbi
gruppi consonantici gn, gl, sc
rafforzamento
pronuncia della s: sorda e sonora
pronuncia della z: sorda e sonora
le altre consonanti

LETTURA ESPRESSIVA
tempo, ritmo, pause, volume
espressività vocale: timbro, toni, mordente, colore
comprensione del testo
esercizi di lettura: lettura istituzionale e lettura espressiva?lettura interpretata

OBIETTIVI E FINALITA’
Miglioramento della dizione, miglioramento della esposizione in pubblico e della comprensibilità nella lettura a prima vista, maggiore sicurezza e soddisfazione nella lettura a voce alta, ampliamento degli stili di lettura da quella istituzionale a quella espressiva e autonomia nella scelta dello stile.

DESTINATARI
Il progetto (in lingua italiana) è rivolto a tutti senza limiti di età: unico requisito…saper leggere in lingua italiana! Il gruppo di lavoro ideale è composto da un minimo di 6 a un massimo di 10 partecipanti. Possibilità di organizzare più gruppi.

MICHELA ATZENI
Attrice, doppiatrice, performer, ha collaborato con numerosi artisti e compagnie teatrali in spettacoli che spaziano dalla prosa al teatro danza, dal teatro musicale al radiodramma, esibendosi in Teatri e Festival in Italia e all’estero.
Studia recitazione, espressività vocale, danza contemporanea, maschera con maestri di fama internazionale. Studia canto jazz al Centro di Formazione Musicale di Torino, e Tip Tap all’Atelier Teatro Fisico Philiphe Radice.
Dal 2007 al 2010 è attrice interna della compagnia Teatro Actores Alidos. Selezionata per Crediti d’Attore nel 2012 (in diretta su RaiRadio3 dal Teatro dei Filodrammatici di Milano) è poi attrice di radiodrammi per la regia di Sergio Ferrentino (Fonderia Mercury, Milano) e di Alberto Gozzi (RadioSpazioTeatro, Torino).
Nel biennio 2012/2014 si diploma alla Scuola di Doppiaggio del centro O.D.S. di Torino con cui inizia una collaborazione come doppiatrice e insegnante.
Attualmente collabora col Teatro di Sardegna (viene diretta da Guido de Monticelli, Veronica Cruciani, Franco Graziosi, Roberto Rustioni, Davide Iodice) e col Riverrun Performing Arts.
Tiene il seminario “Il corpo dell’attore – principi di biomeccanica teatrale e movimento scenico”, insegna Dizione e Lettura Espressiva, esegue doppiaggi e voice over per cortometraggi e spot pubblicitari.
https://www.facebook.com/michelatzeni

foto Fiorella Sanna

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Mercoledi 8 Marzo dalle ore 21.30 nella suggestiva cornice  del locale Sei Ottavi Bistrot (Corso Vittorio Emanuele II 82), l’A.S.D.La Via di Oz” , in occasione della festa della Donna,  presenta una serata all’insegna della Femminilità che esprime la sua essenza in un percorso sensoriale intriso di arte ed eleganza. La Settima arte ne esaltera’ la sensibilità, l’indipendenza e la vanità;  il tango metterà in scena passione e sensualità mentre il contest fotografico farà da cornice alla bellezza!
L’evento sarà accompagnato da un ricco buffet con degustazione dei migliori vini delle tenute Smeralda.

Ogni sponsor metterà in palio dei premi!

Con la prima consumazione verranno consegnati i biglietti per partecipare all’estrazione dei premi .

Apericena con degustazione vini Tenute Smeralda 15€ 

Per prenotazioni telefonare a  3479721656 – 3401715814


Installazioni artistiche
Dj set Luma

Si ringraziano per la collaborazione:
- Tenute Smeralda
- Akademia della Salute
- Vanità intimo e oltre
- A.S.D. El Abrazo Tango Argentino

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

ROLANDO BENENZON, psichiatra argentino, sarà a Cagliari il 6-7 giugno per condurre personalmente il quinto livello del corso di musicoterapia  Benenzon, che fu decretato a Washington nel ’99 il secondo modello musicoterapico più importante a livello mondiale.

Benenzon rappresenta una delle massime autorità nel panorama musicoterapico; l’evento ? organizzato dalla magister Emanuela Milia attraverso l’Associazione University natura Naturopatia Musicoterapia Cagliari e si svolgerà presso l’Aquarium Gallery a Cagliari.

Possono partecipare solo coloro che abbiano conseguito almeno il primo livello di suddetta formazione.

Per tutte le informazioni rivolgersi a  infouninatura@libero.it

ROLANDO BENENZON

Nato a Buenos Aires nell’anno 1939, rappresenta la massima autorità mondiale nel campo della musicoterapia e della sua applicazione all’autismo, pazienti in coma, Alzheimer e nella formazione professionale.

Direttore della Benenzon International Academy, Medico-Psichiatra, Facoltà di Medicina – Università di Buenos Aires. 1962 Medico Consulente, Servizio di Psichiatria – Ospedale Municipale J. Penna. 1966 – ad oggi. Formazione in psicoanalisi e in tecniche psicodrammatiche.

Musicista e Compositore. Fonda nel 1966 il corso di Musicoterapeuta presso la Facoltà di Medicina dell’Universidad del Salvador de Buenos Aires.

Cofondatore delle Associazioni di Musicoterapia di Brasile, Uruguay, Perù, Messico, Ecuador, Spagna, Venezuela. Supervisore delle scuole di Formazione di Musicoterapisti in:

  • Conservatorio Brasiliano di Musica di Rio de Janeiro (Rio de Janeiro, Basile)
  • Facultà Marcelo Tupinamba de Sao Pablo (San Paolo, Brasile)
  • Atelier MBDX (Bordeaux, Francia)
  • CRM (Napoli, Italia)
  • CIM (Bilbao, Spagna)
  • Scuola di Musicoterapia di Neuchatel (Neuchatel, Svizzera)
  • Associazione Anni Verdi (Roma, Italia)

Direttore della Scuola di Formazione in Musicoterapia di Anni Verdi – Roma – Italia.
Ha realizzato 1250 seminari in più di 150 città e 25 paesi del mondo.
Ha presieduto il secondo Congresso Mondiale di Musicoterapia.
Cofondatore della World Federation of Musictherapy, della quale fu il primo presidente. Attualmente ne è Membro (Socio) Onorario.
Nel campo della Disfunzionalità, ha fondato la fattoria pilota per la convivenza di disfunzioni gravi (ASANA), (Asociazione di Aiuto al Bambino Isolato). Escobar (Prov, Buenos Aires).
Ha presieduto tre Congressi Mondiali sul “Bambino Isolato”, e “l’Isolamento respettivamente…”(1982-1987-1995).
Professore Titolare della Facoltá di Umanistica; Corso di Psicologia della Università di Belgrano – Buenos Aires.
Professore di corsi di Postlaurea della Università John F.Kennedy.
Professore di corsi di Postlaurea Università del Salvador.
Supervisore delle Comunità terapeutiche per gravi disturbi comportamentali e della Condotta:

  • Governatorato di La Pampa (Ruca-Antun)
  • Comunità Terapeutica, Naranjito, Mendoza
  • Istituto di livellazione (livello) Psicopedagogica de Buenos Aires
  • Quinta El Alba (associazione di genitori)

Ricerche

L’applicazione della Musicoterapia in pazienti in coma. Argentina – Brasile – Italia (Università di Torino)
Applicazione della musicoterapia in pazienti con psicosi e deficienze mentali gravi e Alzheimer.
Istituto del Sospiro (Cremona) – Italia
Miglioramento della qualità della vita nella sale d’attesa dei consultori esterni degli ospedali generali.
(Ospedale J. Penna)
Musicoterapia e prevenzione primaria

Premi

Professore Onorario – Università del Salvatore di Buenos Aires
Dottore Honoris Causa – Facoltà Marcelo Tupinamba – Repubblica Federal del Brasil
Ha ricevuto la “Croix de la Charite” dell’Ordre Militaire et Hospitalier de Saint Lazare di Gerusalemme

Coordinatore della Assemblea permanente di Studio e Ricerca dell’Isolamento.

Co-presidente del VI Congresso Mondiale dell’Isolamento – Roma – Italia – Università Cattolica del Sacro Cuore-15/18 Ottobre 1998

Premio “Dr. Pedro Chutro” della Associazione Professionale Universitari della Salute (Ospedale Jose Maria Penna) per il suo lavoro “Isolamento e Calcolo”

Si è anche distinto come pittore, ottenendo vari premi per le sue sculture Fondatore della Scuola Argentina di Musicoterapia (EAM)

Ha prodotto tre film documentari:
“Quella immensa solitudine” (ha ottenuto il premio menzione al migliore film scientifico – Congresso Mondiale del bambino isolato).
“Puoi farcela; proviamoci insieme” (ha ottenuto il premio menzione al miglior film per genitori) e “Autismo, la memoria del no – verbale” (presentato al primo salone internazionale della musica a Torino Italia; 1996).
Ha ricevuto il premio “Excellence” come pionere della musicoterapia nel mondo durante il IX World congress of Music Therapy – Washington – 1999 – aggiudicatogli dal The World Federation of Music therapy and The American Music Ttherapy Association.
Membro del Comité Científico de la Fundación Hadassah Argentina.
Supervisore ufficiale in Musicoterapia della Confederazione Italiana di Associazioni di Musicoterapia.
Presidente della Fondazione di Musicoterapia Prof. Dr. Benenzon – Per la Salute Comunitaria.

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Quella di Karen è una storia vera, registrata come in un nastro magnetico dalla prosa neorealista e tragica dello scrittore Sandro Mascia che offre all’adattamento scenico solidi basamenti metrici per l’orchestraggio dell’azione.

Noi scegliamo il vortice e compiamo una scelta. Per questo non possiamo più fare a meno della musica.

Il 14 febbraio alle ore 19.00 e in replica alle ore 21 va in scena al Teatro Sant’Eulalia di Cagliari in prima nazionale “IO SONO KAREN – pura e senza paura”, uno spettacolo prodotto da Afrori Distilleria Guitta in collaborazione con Sandro Mascia, autore del racconto “Karen” da cui questo lavoro è stato tratto.

Adattamento, drammaturgia e performance di Mixa Fortuna, in scena con Mario Massa, tromba ed elettronica, autore delle musiche originali che abitano la struttura dell’opera (#terzosegnale)

L’allestimento scenico è un’installazione dell’artista e ricercatrice tessile Pietrina Atzori, che recupera, sul discorso intorno al corpo e al ciclo femminile, una collezione di biancheria appartenuta a corredi di donne che agli inizi del secolo scorso si votarono alla vita monacale.

Amsterdam, 9 febbraio 2011, centro storico. Una vetrina. Una donna esercita il mestiere, si espone al vetro, ogni giorno verso un nuovo futuro. È il primo momento della sua vita in cui può formulare un progetto. Quella posizione è finalmente adatta alla conoscenza, alla vita. Il primo passo della Maddalena dopo il risveglio. È a questo punto che una persona può fare i conti e raccontare la storia del proprio passato senza dovere più rimescolarne le sorti.

Afrori Distilleria Guitta
è uno spazio mobile condiviso reso possibile dall’intervento performativo, autorale, editoriale degli elementi fondatori Mixa Fortuna e Giuseppe Carta e di tutti gli artisti che convergono nelle operazioni. Nucleo in azione nel territorio sardo dal 2015 con attività teatrali, ermeneutiche, laboratori, musica e promozione dell’arte contemporanea sarda.
L’incontro con Mascia e Pietrina Atzori è una risultante naturale dell’interazione con il territorio, dal quale emergono spontaneamente le forze creative.

INGRESSO 8 EURO – rivendita Caffè Barcellona, Piazza Dettori Cagliari la biglietteria del teatro apre alle 18

per informazioni e biglietti mischa_fortuna@live.it

Tragica è drammaturgia, cadenza, cerchio che si chiude, forma concettuale, distillazione dell’atto performativo come vortice di tutte le possibilità di quell’azione che producono una scelta.

 

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Da bambina mi affascinava tantissimo la storia della “Lampada di Aladino” e di quel genio che usciva dalla lampada, pronto a realizzare tre desideri. Ogni volta che la leggevo però entravo in crisi perchè, dicevo tra me: “tre sono troppo pochi”!   Allora trovavo sempre la soluzione che era quella di esprimere il desiderio di diventare un mago, dove con un solo desiderio  avrei potuto realizzare tutti gli altri. In questo modo   mi sentivo appagata.

Ieri sera, alla casa di riposo “Casa della Mercede” di Sant’Elia a Cagliari, si è tenuto uno spettacolo di “Magia” dove 5 giovani maghi  hanno portato indietro nel tempo  il pubblico formato dagli ospiti della casa di riposo i loro parenti. Si è potuto godere di uno spettacolo vario fatto da semplici ma efficaci giochi di prestigio. C’era il mentalista, il mago comico, il baro, il mago delle carte, l’illusionista; ognuno ha dato del suo lasciando il pubblico veramente a bocca aperta.

Un’ora di spettacolo scivolata velocemente che ha fatto si che gli ospiti della casa potessero dimenticarsi, almeno per un po’, della triste realtà e della monotonia delle loro giornate.

I cinque maghi, che con tanta generosità si sono messi a disposizione , provengono dalla scuola di Magia “Oudini” del maestro Alfredo Barrago.

Lo spettacolo di ieri sera rientra nel progetto “Artisti per il sociale“,  gruppo di artisti che dedicano volontariamente un po’ del loro tempo libero agli ultimi.

Il prossimo appuntamento (sempre nella casa di riposo “Casa della Mercede” di Sant’Elia), sarà con i maestri e allievi della scuola di danza “Arabesque” di Benedetta Bucceri e Roberto Magnabosco, in occasione del carnevale.

 


YouTube Video

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Conservatorio di Musica e Teatro Lirico di Cagliari:

concerto straordinario che sancisce l’accordo d’intesa culturale,

mercoledì 25 gennaio alle 20.30 nel foyer di platea

 

Mercoledì 25 gennaio alle 20.30 nel foyer di platea del Teatro Lirico di Cagliari si tiene un concerto straordinario che anticipa la prossima firma di un accordo d’intesa culturale fra due delle più importanti istituzioni musicali regionali, il Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” e il Teatro Lirico di Cagliari.

 

Il programma musicale della serata prevede, nella prima parte, Gianmaria Melis (primo violino dell’Orchestra del Teatro Lirico) e Mayumi Ogawa (pianoforte) che propongono: Fratres di Arvo Pärt; Siciliana di Maria Theresia von Paradis; Tema da “Schindler’s List” di John Williams e l’Ottetto di Fiati del Teatro Lirico, composto da Salvatore Chierchia e Francesca Viero (oboi), Pasquale Iriu e Cristina Mannu (clarinetti), Lorenzo Panebianco e Beatrice Melis (corni), Roberto Pes e Francesco Orrù (fagotti), che presenta la Serenata per fiati in do minore Kv. 388 di Wolfgang Amadeus Mozart; e, nella seconda parte, l’esibizione del New Made Ensemble, formazione composta da Enrico Di Felice (flauto, flauto in sol, flauto basso, ottavino), Raffaele Bertolini (clarinetto, clarinetto basso), Raphael Negri (violino, viola), Luca Colardo (violoncello), Rossella Spinosa (pianoforte) e diretta da Alessandro Calcagnile, che eseguono il celeberrimo manifesto dell’espressionismo musicale Pierrot lunaire, op. 21 per voce recitante ed ensemble musicale di Arnold Schönberg. Voce recitante: Anna Clementi.

 

L’ingresso alla manifestazione è libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

«Le sinergie tra la Formazione e la Produzione debbono essere sempre più interconnesse attraverso la progettazione e l’attuazione di un futuro ambizioso che sia impostato su basi sempre più attuali e adeguate allo sviluppo culturale della nostra Isola per rafforzarne ulteriormente la competitività. Ciò dipenderà dalla nostra lungimiranza, leggibilità, ed incisiva presenza sul territorio, condizione imprescindibile per valorizzare le specificità del Conservatorio e del Teatro Lirico e farne quindi uno strumento di politica culturale efficace anche sul piano internazionale.» (Elisabetta Porrà, direttore Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari)

 

«Il Teatro Lirico di Cagliari ed il Conservatorio di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina”  hanno approfonditamente studiato, negli ultimi mesi, ipotesi di collaborazione culturale e produttiva finalizzate alla valorizzazione delle nuove professionalità musicali della nostra Regione, oltre che della crescita della produzione artistica del Teatro. Il radicamento territoriale del Teatro Lirico di Cagliari con il Conservatorio di Musica e tutte le realtà istituzionali e culturali della Regione Sardegna è la base, imprescindibile, di partenza per proseguire nel processo di internazionalizzazione del Teatro che prevede di portare nel mondo l’immagine dell’intera Regione.» (Claudio Orazi, sovrintendente Teatro Lirico di Cagliari)

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 20 gennaio 2017

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Charlot è sicuramente uno dei primi comici che ho conosciuto attraverso la televisione dei primi anni 60, quando, esisteva solo un canale e noi bambini potevamo guardarla solo alle 17. A quell’ora cominciava la TV dei ragazzi che comprendeva qualche cartone animato, qualche documentario e qualche film comico: Stanlio ed Ollio e Charlot tanto per citare i più diffusi.

Charlot, o meglio Charlie Chaplin è ad oggi un pioniere ancora insuperato per scrupolosità, originalità e capacità di raccontare i suoi tempi senza mai cadere nel banale. Esordisce il 2 febbraio del 1914 con il cortometraggio “Charlot Giornalista”, prodotto dalla Keystone. Ma è solo qualche settimana più tardi, il 7 e il 9 di Febbraio che, ispirandosi ad un personaggio inventato da Lew Bloom, crea una figura simile a quella di un vagabondo un po’ birbante e un po’ gentile. Svelerà ancora di più questo personaggio, capace di colpire al cuore milioni di americani, nell’aprile del 1915 con il corto “Il Vagabondo”.

In quella pellicola il personaggio, meglio definito, conquista un successo universale. In cinque anni di produzioni Chaplin conquista un posto d’onore nella storia del cinema di tutti i tempi. Ma egli è un artista tutto tondo e non si accontenta del successo; indomito fonda la United Artists Corporation per autoprodurre i propri film, essere artisticamente indipendente e tenersi i maggiori proventi dalla circuitazione dei propri film, il tutto assieme ad altri colleghi: Mary Pickford, Douglas Fairbanks e David Griffith.

 Il 13 Gennaio 2017  alle ore 21:00 a Cagliari, avrà luogo il secondo appuntamento dell’Epopea del Cinema Muto, “ Gianluca Medas, autore dei testi della narrazione, racconterà la sua carriera con l’ausilio della proiezione di immagini e video.

Grande spazio verrà dato alla pellicola il “Il Grande Dittatore”, anche se non strettamente legato al tempo del cinema muto, una delle pagine più significative della carriera del Chaplin, unico cineasta americano a capire la pericolosità del Führer e a dichiararlo davanti al mondo. La rassegna proseguirà con: – “Metropolis” il 27 Gennaio; – “Fine di un sogno” il 10 Febbraio.

Lo spettacolo si terrà in Piazza Dettori 9 (presso EX ART) Cagliari.

Tutti  gli incontri verranno realizzati all’interno dei locali dell’Ex Art grazie alla collaborazione con l’associazione EX ART.

Per info e prenotazioni

Mattia 340 93 03 617 - pubblisponsor@gmail.com

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

L’associazione” university natura, naturopatia e musicoterapia Cagliari”   annuncia il primo dei 6 livelli della formazione di musicoterapia didattica secondo il modello Benenzon , che si terrà a Cagliari il 29-30 aprile 2017 con scadenza prevista per il 10 marzo,cui seguirà il secondo livello a maggio nelle date 20-21 maggio con scadenza prevista per 2 maggio.
E’ previsto un quinto livello per tutti coloro che abbiamo almeno iniziato la formazione nelle date 6-7 giugno, condotto direttamente dal dott.Benenzon.

Il suddetto modello fu decretato nel convegno di Washington del 1999, il secondo modello più importante a livello mondiale. E’ una formazione rivolta a chiunque operi nel campo della relazione, anche al di fuori del contesto medico-assistenziale, a tutti coloro che auspicano ad approfondire l’utilizzo della comunicazione non verbale, sia a livello professionale che a livello personale. I corsi sono tenuti dalla magiste Emanuela Milia.

Per info scrivere a:infouninatura@libero.it

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

E’ cominciata ieri un’ interessante rassegna ad opera dell’associazione “Figli d’Arte Medas”, dedicata alla nasciata e allo sviluppo del cinema. La narrazione era affidata alla voce esperta dell’attore Gianluca Medas. Davanti  ad un pubblico numeroso, in una sala dell’Ex Liceo artistico nel cuore della città di Cagliari, l’attore ha iniziato il suo racconto con la storia della scoperta del cinema, dal 1888, con la proiezione di Roundhay Garden, per proseguire poi con le vicende oscure che hanno accompagnato la scoperta: i tradimenti, gli omicidi, le morti, il controllo serrato della censura, la nascita del gossip, le prime case di distribuzione, i magnati, il tutto accompagnato da immagini e foto proiettate su un grande schermo sistemato alle spalle del narratore, autore anche dei testi.

Come primo impatto, il pubblico ha assistito alla proiezione di alcune scene drammatiche tratte dal famosissimo film di Oliver Stone, Platoon. Da queste scene si è evinto quanto siano diventati spettacolari gli effetti scenici al punto tale da far quasi entrare lo spettatore nel film, creando quindi  emozioni forti fino alle lacrime. Ebbene, tornando indietro nel tempo, Medas ha cercato di far capire al pubblico l’emozione e lo stupore che poteva aver suscitato il primo effetto scenico cinematografico ad opera del mago Houdini. E’ stato interessare vedere il primo bacio , prima scena cinematografica dopo la grande scoperta, e ancor di più la prima danza psudo-erotica di una famosa attrice intorno al suo amato. Scene davvero proibite per quell’ epoca che oggi possono farci solo sorridere.

Spettacolare il primo film completo dei fratelli Lumier , che aveva  come tema l’”Uscita dalla Fabbrica“. Tutto rigorosamente muto. (lo trovate alla fine del post).

Man mano, il racconto è  entrato nel dettaglio tecnico della composizione di un film, dalla scoperta del controcampo  alla soggettiva, sino all’importanza del montaggio, considerato oggi fondamentale per la sicura riuscita di un film di successo.

Il prossimo appuntamento prevede la storia del cinema relativo al comico Charlot (Charlie Chaplin) e alla sua memorabile interpretazione de  ”Il grande dittatore” ispirato ad Hitler accompagnato da non poche polemiche.

La rassegna proseguirà con:
- “Charlot” il 13, Gennaio;
- “Metropolis” il 27, Gennaio;
- “Fine di un sogno” il 10 Febbraio.
? Piazza Dettori 9 (presso EX ART), Cagliari.

Tutti e quattro gli incontri verranno realizzati all’interno dei locali dell’Ex Art grazie alla collaborazione con l’associazione EX ART.

? INGRESSO ?
Sono disponibili sono 100 posti è dunque necessaria la prenotazione.

Biglietto [7€]
Abbonamento [20€]

Riduzione per soci Notorius e FICC
Biglietto [5€]
Abbonamento a [18€]

? INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI ?
? 340 93 03 617
? pubblisponsor@gmail.com


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Nella nuova rassegna organizzata dell’Associazione Figli D’Arte Medas: “EPOPEA DEL CINEMA MUTO”, vediamo un percorso articolato in quattro tappe che condurrà alla riscoperta di personaggi incredibili, di pionieri e rivoluzionari, di registi innovativi e di attori straordinari.

Il primo appuntamento,

“L’Inizio dell’Epopea”, si svolgerà giovedì 29 Dicembre a Cagliari presso i locali dell’Associazione Ex Art.
Si racconterà la vera storia della Silent Era: i suoi divi, le sue storie, le vicende oscure, i tradimenti, gli omicidi, le morti, il controllo serrato della censura, la nascita del gossip, le prime case di distribuzione, i magnati.

La narrazione di Gianluca Medas, accompagnata da immagini e foto proiettate su un grande schermo, guiderà il viaggio dentro l’Epopea del Cinema Muto.

La rassegna proseguirà con:

– “Charlot” il 13 Gennaio;

- “Metropolis” il 27 Gennaio;

- “Fine di un sogno” il 10 Febbraio.

Tutti e quattro gli incontri verranno realizzati all’interno dei locali dell’Ex Art grazie alla collaborazione con l’associazione EX ART.

in Piazza Dettori 9  a Cagliari.

 INGRESSO

Sono disponibili solamente 100 posti è dunque necessaria la prenotazione. Il costo del biglietto è di 7 euro, l’abbonamento di 10 euro.

Riduzione per soci Notorius e FICC  Biglietto [5€]  Abbonamento a [18€]  

PRENOTAZIONI 

340 93 03 617
pubblisponsor@gmail.com

Esagerazioni retoriche al limite dell’assurdo, tecnica di recitazione piena di enfasi, espressività e azione corporea esasperata, tecniche sorpassate sostituite ormai da altre: più vere, efficaci e minimaliste.

Eppure … dietro a queste immagini del primo 900 si celano personaggi degni di rispetto, pionieri e rivoluzionari, registi innovativi e attori straordinari capaci di raccontare i turbamenti del loro tempo con uno strumento ancora acerbo.

Il valore dei grandi interpreti è racchiuso nell’essenzialità del gesto, nella pantomima, nella capacità di trasmettere l’intensità dell’emozione nell’istante di un gesto.

Il 90% di questo prezioso materiale è andato perduto, anche a causa della facile deperibilità con cui venivano realizzate le pellicole.
Nonostante ciò sono sopravvissute delle testimonianze di quella straordinaria epopea che fu quella del Cinema Muto.
Purtroppo è sempre più raro poter visionare sul grande schermo queste produzioni ed è per questo che l’Associazione Figli d’Arte Medas, assieme all’Associazione Notorius e all’ERSU, si presta a raccontare questa epopea.

Sarà l’occasione per conoscere personaggi dimenticati ingiustamente e per rendere omaggio ai pionieri del cinema.

Esagerazioni retoriche al limite dell’assurdo, tecnica di recitazione piena di enfasi, espressività e azione corporea esasperata, tecniche sorpassate sostituite ormai da altre: più vere, efficaci e minimaliste.

Eppure … dietro a queste immagini del primo 900 si celano personaggi degni di rispetto, pionieri e rivoluzionari, registi innovativi e attori straordinari capaci di raccontare i turbamenti del loro tempo con uno strumento ancora acerbo.

Il valore dei grandi interpreti è racchiuso nell’essenzialità del gesto, nella pantomima, nella capacità di trasmettere l’intensità dell’emozione nell’istante di un gesto.

Il 90% di questo prezioso materiale è andato perduto, anche a causa della facile deperibilità con cui venivano realizzate le pellicole.
Nonostante ciò sono sopravvissute delle testimonianze di quella straordinaria epopea che fu quella del Cinema Muto.
Purtroppo è sempre più raro poter visionare sul grande schermo queste produzioni ed è per questo che l’Associazione Figli d’Arte Medas, assieme all’Associazione Notorius e all’ERSU, si presta a raccontare questa epopea.

Sarà l’occasione per conoscere personaggi dimenticati ingiustamente e per rendere omaggio ai pionieri del cinema.

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Sono tanti coloro che a Natale non festeggeranno col cenone e i loro cari, con lo scambio di regali, con la gioia. Tra questi sicuramente la popolazione di Aleppo, la città siriana martoriata dalla guerra iniziata 19 luglio 2012, e ritenuta molto importante dalle organizzazioni e gruppi armati nella guerra civile siriana.

Questa guerra ha portato alla divisione della città in due parti controllate rispettivamente dal governo (Aleppo Ovest) e dai ribelli (Aleppo Est), e si è trasformata sostanzialmente in una guerra di posizione con vari tentativi di avanzamento da ambo le parti. Nella seconda metà del 2016, le forze governative hanno posto sotto assedio la parte est, riconquistandola quasi interamente tra novembre e dicembre. Il 22 Dicembre 2016 il Comando Generale Siriano annuncia ufficialmente la conquista totale della città da parte dell’esercito.

Martedì 27 dicembre il coro Hit et Nunc vuole trasmettere un messaggio di pace,  di dialogo e di tolleranza per Aleppo, con un concerto, che si terrà a Cagliari nella Parrocchia Madonna della Strada.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »