Articolo taggato “Bflat”

Flavio Secchi canta Lucio Dalla al Bflat Club di Cagliari.

Giovedì 25 gennaio il cantautore cagliaritano salirà sul palco del rinomato jazz club

per ripercorrere, tra musica e parole, la storia del poliedrico artista bolognese.

Serata dedicata alle opere e alla storia di Lucio Dalla, giovedì 25 gennaio al Bflat Club di Cagliari, locale cittadino sempre attento alla musica di qualità e alle proposte più interessanti della scena locale e internazionale. Domani alle 22 il compito di sfogliare le pagine più importanti della musica e vita del compianto artista bolognese, spetterà alla voce e alla chitarra del cantautore cagliaritano Flavio Secchi, musicista cresciuto sulle orme del “Ragno di Bologna” (questo è il soprannome che i suoi concittadini solevano attribuirgli), che da tempo propone in Sardegna e nel resto d’Italia un importante spettacolo a lui dedicato. La sua voce, intessuta alle morbide corde di nylon si muoverà tra alcune delle pietre miliari che hanno segnato profondamente la storia della musica italiana, narrandone i personaggi e le storie più intime e inedite, passando per “Anna e Marco”, “Futura”, “Com’è profondo il mare”, “Disperato erotico stomp”, solo per citarne alcune. Una serata, quindi, dedicata alla musica capace di colorare ricordi e parole, perché il pensiero è come l’oceano, non lo puoi bloccare e non lo puoi recintare, diceva Dalla.

 

L’ARTISTA - Flavio Secchi inizia lo studio della chitarra nel 1986, prendendo le prime lezioni da suo padre. Dal 1994 inizia lo studio della chitarra classica e del jazz con i maestri Paolo Alfonsi e Gianluca Corona. Nel 2009 consegue il diploma accademico in chitarra jazz presso il Conservatorio di Musica G. P. Da Palestrina di Cagliari sotto la guida del maestro Massimo Ferra, con una tesi su Wes Montgomery. Nel 2010 frequenta il St.Louis College of Music di Roma e dal 2012 inizia lo studio della chitarra flamenca a Siviglia presso il Conservatorio Cristobal de Morales con Manuel Herrera e l’accademia Artes Escenicas Rebollar di Eduardo Rebollar . Al suo attivo vanta seminari e masterclass con musicisti dicalibro internazionale tra i quali Pat Metheny, Kurt Rosenwinkel, Peter Bernstein, Dave Douglas, Butch Morris, Rafael Riqueni. Dal 2010, parallelamente alla sua attività da strumentista, intraprende la strada del cantautorato mettendo a frutto le sue passioni poetiche, letterarie e musicali. Collabora con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia, Sikitikis e con la cantante Francesca Corrias.

Nel 2013 prende vita il suo primo lavoro cantautorale, l’album Flavio Secchi & the Hall Kitchen, lavoro indipendente e autoprodotto con il quale partecipa all’Ichnusa Music Contest qualificandosi tra i primi 20 artisti su oltre 600 iscritti ed entrando nella compilation del contest in allegato al quotidiano L’Unione Sarda. Nel novembre 2014 si aggiudica il “Premio La Compagnia” e il “Premio Ricordando il Maestro” al Premio Donida – “Il Talent dei compositori”.

Nel giugno 2015 una sua raccolta di poesie viene pubblicata nell’opera intitolata “Aurisse” per Aletti Editore. Nel settembre 2015 conquista il terzo posto al IV Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini” con la poesia inedita intitolata “Il Perditore di Treni“. Nello stesso anno l’artista prende vita la collaborazione con il produttore artistico Massimo Satta con cui inizia il lavoro per la realizzazione del disco “Parole per Chitarra” (pubblicato nel maggio 2017). Il 26 febbraio 2016 partecipa alle audizioni della rassegna musicale “Musicultura: Festival della Canzone Popolare e d’Autore – XXVII edizione“, con due brani inediti inclusi nella prossima produzione discografica e si aggiudica il premio ‘Un Certain Regard’, riconoscimento conferito alla migliore performance della serata. Durante l’importante concorso cantautorale si qualifica per la finalissima del 25 giugno 2016 presso l’Arena Sferisterio diMacerata di fronte a una ricca platea composta da importanti giornalisti e addetti ai lavori. Nel mese di novembre dello stesso anno la Universal Music Italia s.r.l. acquisisce i diritti del suo brano “La cosa più bella” e la Aletti Editore lo inserisce all’interno dell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei. L’artista, attualmente impegnato nella scrittura del suo terzo capitolo discografico, appartiene al circuito di Sp Produzioni, impresa di gestione e servizi nel campo dello spettacolo.

IL LOCALE - Il Bflat Club nasce a Cagliari alla fine del 2014 con l’intento di offrire a tutti gli amanti della musica alcune tra le proposte locali, nazionali e internazionali di maggior rilievo. Alla musica dal vivo è accompagnata un’ampia scelta di drink condita da un’atmosfera calda e avvolgente. Il Bflat offre una programmazione di circa 200 concerti l’anno.

Il locale si trova a Cagliari in via del Pozzetto 9E. Info & prenotazioni 3425163268 - info@bflat.it

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Eravamo bambini spensierati dove il divertimento estivo, per noi immenso, erano i 3 mesi infiniti passati nei  Casotti ,nella nostra meravigliosa spiaggia del Poetto. Le serate  passavano ascoltando i racconti dei grandi che si riunivano negli slarghi sabbiosi fra una corsia e l’altra delle file di casotti.

Noi bambini giocavamo con quello che ci regalava la natura: la sabbia, le paglie marine, i sassolini, e i nostri talenti. Massimo (per gli amici Mamio) era un bambino vivacissimo, allegro, e già da allora riusciva ad incantare strimpellando la sua chitarra. La chitarra che oggi è parte di se. Massimo Ferra a mio avviso, è tra i più grandi musicista jazz della nostra terra di Sardegna.

Lui non ha bisogno di grandi presentazioni, bisogna andare ad un suo concerto e ascoltarlo con attenzione . L’occasione potrebbe essere quella dell’8 dicembre , dove si esibirà con altri due validi artisti: Massimo Tore al contrabasso e Roberto Migoni alle percussioni.

Partendo dal jazz, amplia i suoi riferimenti creativi includendovi le esperienze più disparate pur senza mai rendere i propri brani inutilmente ridondanti, ma anzi tendendo ad una notevole pulizia esecutiva, quasi un minimalismo sonoro in grado di restituire a pieno la semplicità e la ricchezza degli intrecci strumentali. La fonte ispirativa primaria si trova nel background culturale dei tre musicisti, ovvero una visione della musica nella sua totalità, senza distinzioni di genere, insieme ad una solida preparazione accademica.

Giovedì 8 dicembre dalle ore 22:00 alle ore 1:00
BFLAT

Via Del Pozzetto 9 , Quartiere del Sole, 09100 Cagliari
Ingresso 8 euro
info
3479389791
3425163268
info@bflat.it

 

 
 
Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Clorinda Perfetto pianista, e Robert Witt violoncellista, saranno i protagonisti di una serata che prevede le belle musiche del premio Oscar Ennio Morricone e i tanghi del compositore argentino Astor Piazzolla.

La serata si svolgerà dopodomani  25 Marzo al Bflat ,  elegante locale cagliaritano  di Via Del Pozzetto 9.

ORE 21

CLORINDA PERFETTO – Collabora da più di dieci anni, in maniera continuativa, con il Teatro Lirico di Cagliari, in qualità di pianista, professore d’orchestra e maestro collaboratore di sala e palcoscenico.Ha suonato sotto la direzione di numerosi direttori d’orchestra tra i quali: Georges Prêtre, Gérard Korsten, Wayne Marshall, tanto per citarne alcuni.

Ha collaborato, inoltre, in qualità di pianista di sala del coro, con Paolo Vero, William Spaulding, Fulvio Fogliazza e, regolarmente, con il coro di voci bianche del Teatro Lirico di Cagliari guidato da Enrico Di Maira

Nata nel 1981, inizia lo studio del pianoforte al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari sotto la guida di Arlette Eggman Giangrandi. Prosegue poi gli studi con Orio Buccellato, della scuola pianistica di Tito Aprea, con il quale consegue il Diploma di Pianoforte (massimo dei voti e la lode). A diciassette anni viene scelta, tra i più giovani allievi, come solista, per eseguire il Concerto n. 5 di Beethoven accompagnata dall’Orchestra dei docenti del Conservatorio di Cagliari e diretta da Sandro Sanna. Nel 2006 consegue, brillantemente, il diploma di Alto Perfezionamento in pianoforte all’Accademia Musicale Pescarese con Bruno Mezzena, eseguendo il Concerto n. 3 di Bartók accompagnata dall’Orchestra dell’Aquila.

Vincitrice di diverse borse di studio e di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali: “Franz Schubert”di Alessandria, “Città di Alberga”, “Pergolesi” di Napoli, si è, inoltre, perfezionata con: S. Knauer, L. Zilberstein, M. Moretti, A. Katz, S. Pochekin, J. Karnavicius, V. Sofronitzky. Nel 2007 si laurea in Giurisprudenza, con il massimo dei voti e la lode, e nel 2010 consegue la Laurea specialistica in discipline musicali con la votazione di 110/110 e lode, affiancando alla specializzazione in pianoforte lo studio della direzione d’orchestra sotto la guida di Aldo Tarchetti. Nel 2013, supera l’esame di stato e consegue l’abilitazione come avvocato.

*******

ROBERT WITT è discendente da una famiglia di musicisti, è nato a Dresda nel 1971.
All’età di sei anni ha iniziato lo studio del violoncello e compiuti i dodici anni ha proseguito i suoi studi presso la “Scuola Speciale giovanile di Musica” di Berlino-est.
Terminati gli studi scolastici ha studiato presso la Hochschule fuer Musik di Berlino-est, dove ha conseguito il diploma nel 1994 sotto la guida del Maestro M. Pfaender, perfezionandosi nel contempo a Mosca con il Maestro Victor Simon.
Dal 1994 al 2004 è stato Stellvertretender Solocellist della Staatskapelle Dresden.
Parallelamente all’attività prestata in orchestra ha insegnato violoncello presso il Conservatorio di Dresda, ha svolto un’intensa attività concertistica da solista con i Kapellsolisten della Staatskapelle, e ha suonato con diversi gruppi di musica da camera.
Dal 2004 fa parte in qualità di primo Violoncello del Teatro Lirico di Cagliari.
Nel 2006 ha fondato il Karalis Bass Quartet, composto da tre violoncelli e un contrabbasso, con cui svolge una vivace attività concertistica.

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »