Articolo taggato “andrea costa”

Nella raccolta di poesie e canzoni  intitolata Passato, presente e futuro,  l’autore  Fernando Cuccu canta l’amore infinito per la sua amata .

Un amore ritrovato, dopo tantissimi anni, in cui si pensava che il destino avesse deciso diversamente. In questa silloge è tangibile la  gioia dell’autore per quell’amore che pareva perduto. Un amore nato in giovane età, tra  due anime artistiche che guardavano lontano ammirando e amando la bellezza della più bella opera d’arte mai esistita: la natura, ed in particolare della propria terra di Sardegna.

Il tuo respiro”  : …e respiri forte e più forte ancora, decisa come una farfalla tra i fiori del campo.

Nel buio una rosa“: Scende la sera sui monti, chiaro di luna sul mare, tu sulla sabbia racconti della tua voglia d’amare.

Per l’amore che lo lega alla sua terra non potevano mancare anche le poesie in limba. Ismeraldos, completa di traduzione, chiude la raccolta.

 Fernando Cuccu ha incontrato la sua amata la prima volta quando tutti gli elementi descritti in precedenza erano presenti,  completati dalla grande passione per la musica. Lo recita bene nella poesia del 1974

lei venne nel mio gruppo, la sua voce era gentile, suonavo la mia vecchia chitarra e lei chiese  ancora di me, era come la brezza sul mare…

La musica e la sua terra spingono Cuccu a trasformare alcune  poesie in canzoni. La bella collaborazione col musicista cagliaritano Andrea Costa e gli arrangiamenti del maestro di Baradili Luis Fregapane ex chitarrista dei Nuovi Angeli , hanno prodotto dei brani che sono stati presentati anche in rassegne, festivals e persino a concorsi come quello dedicato a Lucio Dalla. Proprio qui, il brano Musica addosso, (non presente nella raccolta) è arrivato fra le prime posizioni.

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Vi siete mai chiesti quale sia il motivo per cui uno  decide di scrivere una  canzone? Beh, diciamo che i motivi potrebbero essere tantissimi e poi, a seconda delle situazioni, potrebbero nascere prima le parole e poi la musica. Più un brano è autobiografico più il successo di una canzone è assicurato. Questo è un mio punto di vista perchè credo che una storia vissuta in prima persona arrivi più facilmente a toccare  le corde dell’anima.

E’ successo a me ascoltando un video postato da un amico su facebook. Una canzone fresca, cantata molto bene e con un ritmo accattivante eseguito da una giovane coppia di cantanti in occasione della finalissima del festival Cantagiro-Sardegna.

Ho chiesto quindi all’autore, Nando Cuccu, come fosse nato questo brano intitolato La regina del sud.

Tutto nasce da un viaggio in una città dell’Emilia Romagna,  quando mi sono recato a trovare una donna che la vita volle allontanare da me quando eravamo poco più che ragazzini innamoratissimi. Un giorno i suoi genitori si dovettero trasferire in “continente” costringendoci ad interrompere  la nostra relazione. ( io avevo 21 anni lei nemmeno 18).

La persi di vista . Ma poi, per puro caso, ci riincontrammo qui a Cagliari: era venuta a trovare gli zii. Eravamo liberi entrambi e questa fu l’occasione per andare a trovarla poi in Emilia.

Da qui l’ispirazione per la poesia-canzone che ha preso forma lentamente mentre la osservavo nelle faccende domestiche e ascoltando musica.

Un amico musicista, Andrea Costa, la lesse e mi disse che era un bel testo d’amore decidendo così di musicarla . A quel punto la proposi a due cantanti fidanzati  Maria Paolucci e Davide Mura  i quali l’apprezzarono molto proponendola poi in pubblico in occasione del “Cantagiro – Sardegna” riscuotendo un buon successo.

Eccola di seguito.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments 5 Commenti »