Articolo taggato “Andrea Cossu”

Villa Fanny e la Associazione Culturale “Millenote” sono liete di invitarvi a trascorrere una magica serata all’insegna del gusto e della buona musica. Nella verde cornice dei giardini della villa, lasciatevi incantare dai sapori del nostro buffet e dalla maestria dei musicisti.

Programma del Concerto / Buffet / 9 luglio 2017 – h 21.00

QUADRI D’OPERA
Intrighi e amori da Mozart a Puccini
Concerto per soprano, tenore, baritono, coro e pianoforte

Soprano, Tiziana Pani
Tenore, Damiano Caria
Baritono, Riccardo Spina
Coro, corale nostra signora di Bonaria
Pianoforte, Manuele Pinna
Direttore del coro, maestro Andrea Cossu

INGRESSO SU PRENOTAZIONE
BIGLIETTI DISPONIBILI SINO AD ESAURIMENTO

Per informazioni e prenotazioni, prevendite e pacchetti:
Tel. 070 8587300
booking@hotelvillafanny.it

Viale Merello 43

Cagliari

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Liricittà è il titolo di una rassegna che intende riportare la lirica e il belcanto alle sue origini cioè alla sua natura popolare, proponendola in contesti quali spazi architettonici, piazze, scalinate, vie, borghi.

Angoli della città che diventano palcoscenici sotto il cielo per far conoscere a tutti, cittadini e turisti il potere comunicativo della musica e del belcanto.

Non perdete quindi questo appuntamento fisso, tutti i martedì di agosto alle ore 22 nella suggestiva cornice della Salita Santa Chiara (PIAZZA YENNE) nel cuore della città di Cagliari.

Domani MARTEDI’ 22 agosto ore 22

soprano VIOLA PISANO

mezzosoprano MARTINA SERRA

al pianoforte il m° ANDREA COSSU

I concerti sono organizzati con la collaborazione delle attività commerciali

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Per me che faccio musica da sempre spesso mi viene  difficile essere attratta al primo colpo da una canzone  . Mi lascio trasportare prima dal giudizio tecnico vocale, dalla forma musicale, dagli arrangiamenti. Questo brano invece è scivolato tutto intero nella mia anima, quando suol dirsi, un colpo di fulmine! Non ho avuto il tempo di giudicare perchè mi ha subito conquistata.

Omines è una poesia cullata dalla musica. Parole che riecheggiano la nostra tradizione linguistica e poetica. Si può immaginare scritta a quattro mani con Peppinu Mereu e intonata da Andrea Parodi, voce meravigliosa che tanti di noi hanno amato, e non dispiace immaginarlo mentre duetta con questo gruppo di voci giovani e calde, chiare e sfrontate.

Omines, scritta testualmente in sardo da Sergio Era e pubblicata lo scorso mese di Ottobre, è il primo inedito dei Phonema e segna un passaggio importante per il gruppo. Le musiche della canzone sono dello stesso Sergio, composte con il fratello Gian Michele Era, e con gli arrangiamenti di Andrea Cossu.

Omines è una canzone dai forti tratti emotivi che affronta tematiche attuali e concrete, senza rinunciare a un forte clima poetico. Al centro del testo c’è un uomo che guarda il suo mondo, la Sardegna, percepisce tutta la difficoltà di esserci e la racconta descrivendo rabbia senza rassegnazione; rabbia nel vedere la propria terra saccheggiata e spesso umiliata. Il canto dell’uomo non è chiuso ma capace di guardare all’altro, percepire un dolore e una difficoltà che accomuna e rende simili nella condivisione.

La canzone, strofa dopo strofa, passa il confine del sé e della Sardegna stessa. Omines è attuale perché descrive una condizione di precarietà, di conti che non tornano, di disoccupazione e d’ingiustizie sociali, è il canto di un’umanità che non delega ma si assume le proprie responsabilità. Restare, partire, migrare? La canzone non dà pretestuose risposte ma descrive un percorso di coscienza, un’assunzione di responsabilità che nasce dal guardare alla propria terra con uno sguardo da protagonisti.

La musica che accompagna le parole risulta circolare e, piano piano, si apre verso l’esterno, con le quattro voci dei componenti del gruppo che accompagnano l’ascoltatore in un percorso intimo, in un crescendo di armonizzazioni vocali e un ritmo sempre maggiore, che coinvolge l’ascoltatore in una sorta di coro collettivo.

Il primo brano inedito dei Phonema è anche un videoclip, girato nell’estate del 2014, per la regia di Andrea Kondra, nelle campagne e nei boschi di Illorai, piccolo comune della Sardegna che ha patrocinato il lavoro, in una sapiente ottica di valorizzazione del territorio.

Omines video clip. Regia, Fotografia e montaggio: Andrea Kondra; Location: Illorai; Realizzazione: Agosto – Settembre 2014; Durata: 3’43”; Produzione: Alessandra Palmas con il patrocinio del Comune di Illorai.
 I quattro componenti del gruppo camminano nelle campagne perfettamente integrati nel paesaggio, si muovono con la naturalezza e la famigliarità della casa. Panoramiche, primi piani e particolari si alternano. La visione d’insieme riesce a interpretare un sotteso della canzone: un legame profondo con la terra intesa come natura da vivere in modo quasi panteistico e allo stesso tempo carnale. I primi piani sui volti dei cantanti sono intensi e danno espressione e corpo al testo con una mimica coinvolgente ed emotiva.

Il videoclip riesce a raggiungere elementi fondamentali: ricreare il climax del testo della canzone, valorizzare gli aspetti naturalistici di Illorai e creare allo stesso tempo un orizzonte ampio di un’identità aperta e accogliente.

Omines. Testo: Sergio Era; Musica: Sergio & GianMichele Era; Arrangiamenti: Andrea Cossu; Durata: 3’44”; Produzione: Alessandra Palmas


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments 4 Commenti »

170269_126046520798067_100001781588000_170985_1075920_oE’ sempre emozionante partecipare ad un concorso di canto sia in veste di concorrente (a suo tempo) sia in veste di giurata come è capitato a me ieri. Sono appunto stata invitata a far parte della giuria del primo Concorso di Canto lirico bandito dall’Associazione Insieme con la Musica. Nell’elegante  palcoscenico del Ridotto del Teatro Massimo,  con gli altri colleghi della giuria (il soprano Franca Devinu e il maestro Salvatore Maddaluno) abbiamo ascoltato 11 voci. Non vi era limite d’età, infatti tra i candidati c’erano sia giovanissimi che cantanti diciamo maturi.

I finalisti sono stati 7: i soprani Silvia Arnone, Vittoria Lai e Fabrizia Sbressa: i tenori Oscar Piras, Damiano Caria, Luigi Masala e il baritono Omar Trincas.

Tutte belle voci che abbiamo poi dovuto valutare in maniera più particolareggiata per poter stilare una graduatoria: interpretazione, sicurezza tecnica  nel fraseggio e nell’emissione degli acuti.35601_177827772246300_100000572350638_524847_1983648_n

Con i colleghi giurati  abbiamo decretato vincitore il tenore Oscar Piras che ha fatto sfoggio appunto di grande padronanza tecnica. La sua era un’emmissione raffinata ricca di sfumature, sicurezza dei fiati e padronanza dei registri; nulla era lasciato al caso, un canto studiato nei minimi particolari e soprattutto generosissimo.

Abbiamo poi ricorso a degli ex equo per il secondo e terzo premio: il tenore Damiano Caria e il soprano Vittoria Lai e  il tenore Luigi Masala col baritono Omar Trincas. Le due menzioni speciali sono andate ai soprani Fabrizia Sbressa e Silvia Arnone.

E’ stata una bellissima serata, completata da intermezzi di danza e canto fuori concorso. La passione del presidente dell’associazione Angelo Pinna, e del suo staff è stata premiata da un pubblico numeroso e caloroso.

Ha presentato la serata Antonella Maddaluno che ha saputo mantenere sempre viva l’attenzione dei presenti con  conduzione equilibrata e sicura e mettendo a prorpio agio i candidati.

I candidati sono stati accompagnati al pianoforte dai maestri Andrea Cossu e Valerio Carta.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Testata-concorso-MusicamoreIl concorso per voci liriche e leggere bandito dal blog Musicamore (vedi regolamento) prosegue. Oggi pubblico il primo video ricevuto da un artista sardo.

Canta la popolare romanza “E lucevan le stelle” tratta dalla Tosca di Giacomo Puccini.

Si tratta del tenore di 41 anni Andrea Pinna accompagnato al piano dal maestro Andrea Cossu.

Aspetto commenti e giudizi


YouTube Video

Tag:, , , , , ,

Comments 3 Commenti »