Articolo taggato “amburgo”

Ieri sera a Cagliari, nella monumentale chiesa di San Michele,  si è tenuto un concerto-spettacolo dedicato ad Handel e Scarlatti e le loro”sfide tra spade e cembali”. Lo spettacolo è nato in collaborazione col Dipartimento di strumenti antichi del Conservatorio G.P.Da Palestrina

Fautore di questo originalissimo programma è stato Fernando de Luca , clavicembalista e compositore, che ha proposto un interessante “viaggio” tra i maggiori luoghi di scrittura musicale per Clavicembalo al tempo di Handel e Domenico Scarlatti dividendo il concerto in tre sezioni, dai luoghi in cui queste musiche videro la luce o furono portate: Amburgo, Venezia e Roma.

Durante la serata sono state eseguite anche musiche  di autori di grande successo di allora ( 1700), oggi praticamente del tutto dimenticati.

Ad aiutare il “pubblico viaggiatore , c’era anche un testo  (scritto da De Luca), recitato magistralmente dall’attrice-soprano Tiziana Pani , in cui il suo alter ego, Cavaliere di Saingianò, si immagina nei tre contesti, in giornate e momenti precisi, che ne hanno segnato la storia.  Il pubblico aveva un nutrito e particolareggiato  programma di sala che di per sé potrebbe essere parte di un trattato storico e di musicologia altamente specialistica.

In questa occasione il maestro De Luca ha presentato anche una parte degli inediti appena rinvenuti, di Handel – Babel scoperti dal Musicologo australiano  Graham Pont e a lui proposti, che sono stati  integralmente eseguiti a Venezia in un evento del 21 ottobre scorso.
Un programma di alta qualità che ha visto la chiesa gremita di un pubblico attento che ha sottolineato il finale con applausi, ovazione e richiesta di bis.
Maria Rosaria Grisorio
Di seguito il programma eseguito.

Handel e Scarlatti e le loro sfide tra spade e cembali
Concerto di Fernando De Luca
Chiesa di San Michele a Cagliari ore 21 esatte
Per il Dipartimento di strumenti antichi del Conservatorio di Cagliari

organizzato da Organizzato da Fernando De Luca e Michela Toso

Parte I

Amburgo

Johann Mattheson (1681-1764)
Suite XII in Fa minore [Douzieme]
Ouverture, Allemande, Courante, Sarabande, Double I/II/III, Gique, Menuet I/II

Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Suite VIII in Fa minore (HWV 433)
Prélude: Adagio, Allegro [Fuga], Allemande, Courante, Gigue

Parte II

Venezia

THOMAS Roseingrave (1690-1766)
Fifth Sett in F minor
Allemande, Courante, Sarabande, Air (Vivace), Gavotte

Lesson V in Fa minore

Domenico Scarlatti (1685-1757)
Sonate K 238/239 in Fa minore

Parte III 

Roma

Domenico Scarlatti (1685-1757)
Sonate K 183/184 in Fa minore

Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Toccata VIII

Suite in Do minore
Allemande, Courante, Aria con doubles, Gigue

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Non tutti sanno che nei teatri , sia lirici che di prosa,  possono succedere delle cose inaspettate. Ad esempio, che si possa ammalare un protagonista ad un passo dalla Prima. Cosa succede? Generalmente c’è un sostituto che, generalmente, risiede nei paraggi. Ma quando si è in periodo influenzale, anche il sostituto potrebbe a sua volta ammalarsi. Come si risolve? Certamente non si possono mandare a casa 1500 persone che hanno pagato un biglietto e che attendono con ansia la prima.

Ecco di seguito il diario, vero, di un artista che è stato chiamato all’ultimo momento, e che ha deciso di accettare la sfida.

Un qualunque 14 Ottobre.
Ore 5.30 -  “Ciao amore buon lavoro! Si, mi ricordo la merenda per le bimbe, buon lavoro a stasera.”

Ore 7 – “Eccomi bimbe, facciamo colazione!”
Ore 11 – Caffè con mio fratello a Gorizia.

Ore 12  - Chiamata dal teatro di Amburgo: “Viene a salvarci la recita di Cenerentola stasera??”

Devo decidermi in 3 minuti. Ma si, vado!
Ore 14 – Aereoporto di Venezia. L’aereo è in ritardo di 2 ore e 40.
Ore 17.30 – Si parte!

Ore 19 – Arrivo ad Amburgo, intravedo la macchina del Teatro. Arrivo in camerino che la sinfonia sta finendo. Mi accoglie la direttrice del teatro e mi ringrazia.Non ho tempo di fare vocalizzi. Entro scena, e do un rapido sguardo al direttore. Mi sembra uno in gamba. Ormai dopo 27 anni che canto mi basta capire se ha il levare . Gli faccio un cenno di saluto e un sorriso.
Inizio a cantare. Il suo sguardo si rilassa. Iniziamo a far musica. La recita va benissimo e vengo salutato alla fine da un ovazione. Ricevo complimenti dai colleghi e dallo staff del teatro. La direttrice del casting mi dice “lei è sceso dall’aereo ed è venuto qui , e ha tenuto una lezione di canto”.

Il direttore mi abbraccia felicissimo.

Ore 11.30 – Vado a bere una birra con i colleghi tra cui il bravissimo Giorgio Caoduro. Telefono a casa. Mi rilasso ma intanto penso se ho inviato correttamente il codice IBAN al teatro. Almeno qui, in Germania pagano. È mezzanotte e mezzo. Vo a dormire soddisfatto e grato.

Grazie Maestro Rossini grazie Maestro Capobianco.

Grazie genitori e mia famiglia. Sorrido.

Domenico Balzani baritono

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »