Articolo taggato “alice madeddu”

Ph. Maarit Kytöharju

Cinque cantanti-pianisti, opera, musical e celebri melodie italiane, questo è KOR: Barbara Crisponi, Manuel Cossu, Alice Madeddu, Caterina D’Angelo, Alessandro Porcu
Completa il tutto uno spettacolo coinvolgente, arricchito dalla versatilità vocale di ciascuno dei componenti e dalla cura degli arrangiamenti originali.
Il bagaglio musicale del gruppo è valorizzato da importanti esperienze solistiche, in ambito nazionale e internazionale, maturato da ognuno dei cinque cantanti.
Il gruppo, benché di recentissima formazione, ha già partecipato a Festival corali internazionali e importanti kermesse musicali, collaborando con artisti di spicco, ottenendo importanti riconoscimenti sia da parte del pubblico che della critica.

Per chi volesse conoscere più da vicino questo meraviglioso gruppo vocale può cogliere l’occasione  per ascoltarlo in uno degli appuntamenti estivi.

- 16 luglio h. 21,30 MuMA Hostel, S. Antioco

- 23 luglio h. 21,30 Chiostro di S. Agata, Quartu S. Elena

- 5 agosto h. 21,30 Casa Corda (spazio esterno), Serrenti

- 18 agosto h. 21 Museo Diocesano Arborense, Oristano


YouTube Video

Arrangiamento di Barbara Crisponi

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Grande successo per il gruppo vocale cagliaritano  Laeti cantores ( Gian Luca Zedda, Alice Madeddu, Carlo Corda, Francesca Boy, Beatrice Marras, Giovanni Schirra,  Manuel Cossu, e Francesca Simbula, Andrea Galitzia, Nicola Marras, Marivina Rubeddu, Fabrizio Pau, Elena Fadda) che si è esibito in Spagna in due concerti nella città di Mahon a Minorca .  Ad accompagnare il coro cagliaritano c’era la formazione strumentale locale “La Galatea” e il calvicembalista cagliaritano Francesco Bianco.

Il programma si è articolato fra brani di musica sacra e profana. E’ stato particolarmente apprezzato “Il festino del Giovedì grasso” di A.Banchieri che è stato eseguito in forma semi-scenica, tutti gli esecutori infatti indossavano costumi di scena.

 

la Locandina della manifestazione

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto di Sara Deidda

I Serendip presentano il loro primo disco

venerdì 22 gennaio alle 11

presso la MEM – Mediateca del Mediterraneo.

Per l’occasione i musicisti regaleranno ai presenti

un breve live in acustico.

?

Sarà la MEM – Mediateca del Mediterraneo di Cagliari a fare da scenario alla presentazione del primo disco dei Serendip, ensemble di musicisti sardi (con base a Cagliari), che lo scorso dicembre ha dato alle stampe il primo lavoro discografico autoprodotto (Serendip, 2014). Venerdì 22 gennaio alle 11 negli spazi del polo culturale cagliaritano gli artisti presenteranno alla stampa il nuovo progetto e per l’occasione annunceranno l’entrata ufficiale nel gruppo del cantante Sergio Calafiura, importante interprete che sostituisce l’uscente Giampiero Boi. Dopo la presentazione i Serendip regaleranno ai presenti un breve live acustico eseguendo alcuni brani del disco.

 IL GRUPPO - Serendipity è un neologismo coniato nel 1754 dallo scrittore inglese Horace Walpole che lo trasse dal titolo della fiaba The three princes of Serendip: era questo l’antico nome dell’isola di Ceylon, l’odierno Sr? Lanka. Il significato del termine sottolinea la capacità o fortuna di fare per caso inattese e felici scoperte mentre si è impegnati a cercare altro. Proprio da questo concetto prende vita la formazione sarda dei Serendip che nasce nel marzo 2012 dall’incontro di 4 cantanti e 4 musicisti professionisti provenienti da esperienze e formazioni differenti (dalla lirica al pop, passando per il rock, il musical e il jazz). L’ensemble si forma inizialmente su specifica richiesta della direzione artistica del Forte Village per la stagione estiva 2012, con repertorio in prevalenza tratto dal musical. A seguito di questa esperienza, il gruppo decide di proseguire il percorso intrapreso costruendo uno spettacolo di brani inediti in italiano e inglese. L’idea principale è quella di sfruttare le potenzialità solistiche e d’insieme delle 4 voci miste (2 maschili e 2 femminili) sposandole con gli arrangiamenti moderni e dinamici della band. Il sound che ne deriva è riconoscibile, originale e di grande impatto. I Serendip sono composti dalle voci di Manuel CossuAlice MadedduSergio Calafiura e Eva Pagella, dal basso di Fabio Useli, dalle chitarre di Maurizio Marzo, le tastiere di Michele Brandinu e dalla batteria e le percussioni di Giorgio Del Rio.

 IL DISCO - Serendip è il titolo del primo disco dell’omonimo gruppo, progetto autoprodotto che ha visto la luce nel dicembre 2015. Il disco compie un viaggio attraverso sette brani che esplorano linguaggi e generi musicali differenti, con l’obiettivo di giungere alla meta prefissata: la ricerca di una spiritualità umana, non trascendente, che passa attraverso l’esperienza vissuta e l’accettazione di sè come individui e come parte integrante di un sistema in costante mutamento. L’album è pensato come un percorso che dal buio iniziale svela progressivamente la luce. Non a caso il brano che apre ogni concerto è “We Own The Night”. Le composizioni muovono da territori in cui il viaggio è metafora della ricerca di sé (“Irlanda”), a momenti di naufragio delle proprie piccole certezze (“Terra”) per poi riscoprirsi (“The drum tower”), e infine accettarsi con leggerezza (“Someday”). Sovente questa ricerca può condurre in territori illusori, porti sicuri perché totalmente avulsi dal vissuto quotidiano (“Ucronìa”) ma sterili e autoreferenziali. Il senso di solitudine di questo viaggio interiore determina una richiesta di aiuto e comprensione che si ritrova nell’ultima traccia del disco (“Lucky star”). Il filo conduttore di questa ricerca è rappresentato dalle armonie vocali, mentre il desiderio di ricerca si ritrova attraverso la contaminazione tra più generi musicali, sia dal punto di vista compositivo che degli arrangiamenti. Le voci guidano l’ascoltatore in un percorso articolato, senza limiti o barriere imposte, così come articolato e in costante divenire è il percorso di ciascun individuo.

IL LUOGO - La MEM – Mediateca del Mediterraneo di Cagliari è un polo culturale innovativo con aree accoglienza, esposizioni e prestito, spazi commerciali, area formazione, laboratorio fotografico, area convegni e proiezioni, spazi di distribuzione che, con il concorso di una pluralità di soggetti, rappresenta un punto di riferimento e di confronto per un pubblico vasto ed eterogeneo. Ospita la sede dell’Archivio Storico e della Biblioteca Generale Centrale e di Studi Sardi e dà vita a un completamente rinnovato servizio bibliotecario e di archivio storico rispondente alla ricchezza e all’importanza del patrimonio posseduto, alle esigenze di studio e ricerca, al compito di diffondere la sensibilità per la conservazione della memoria storica e di promuovere l’utilizzazione dell’archivio. (CONTROLLA LA POSIZIONE SU GOOGLE MAPS – CLICCA SU QUESTO LINK).

Ufficio Stampa

Simone Cavagnino

email: s.cavagnino@gmail.com

telefono: +39 340 3951527

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ieri sera ho assistito ad uno spettacolo veramente carino: un collage di musica di vario genere eseguita dal gruppo vocale Kor: Barbara Crisponi e Alice Madeddu soprani,Katia D’Angelo contralto, Alessandro Porcu e Manuel Cossu baritoni. La curiosità è che lo spettacolo si è svolto in un centro commerciale, dove la gente è abituata alla frenesia degli acquisti passando da un negozio all’altro quasi senza pause. Ebbene questa sera la gente si è fermata ed ha ascoltato  questi 5 artisti, incantata, applaudendo anche a scena aperta. Il pubblico che ha fatto capannello intorno all’improvvisato palcoscenico è andato aumentando nell’arco dello spettacolo incuriosito dalla novità .

I vocalist del gruppo Kor  erano affiancati anche da un piccolo corpo di ballo (Mosè ObranoCarla Loi, Federica Mancusi, Elena Porcu)  le cui coreografie sono state realizzate da Valentina Masci.

Lo spettacolo è durato quasi un’ora e mezza senza pause, articolandosi fra brani d’opera come La Traviata, Carmen, Madama Butterfly, Romeo e Giulietta, Don Giovanni, La vedova Allegra, fino ai musical come Il fantasma dell’opera, West side story , conclusosi col famosissimo

I Will Follow Him tratto da Sister Act.

I cantanti hanno indossato i costumi di scena mimando e danzando a dovere come  su un vero palcoscenico. Inutile dire che la musica era completamente dal vivo eseguita dal gruppo Serendip (Michele Brandinu (pianoforte e tastiere) Giorgio Del Rio (batteria) Fabio Useli e Carlo Biggio (basso) . Unico neo, l’amplificazione , purtroppo necessaria per via della folla e del viavai . In alcuni momenti infatti  le voci risultavano distorte, ma è decisamente una cosa minima rispetto alla ricchezza dello spettacolo. Applausi  meritatissimi a tutti gli artisti ed in particolare al Deus ex machina del grupp, Manuel Cossu, artista poliedrico e geniale.

Questa sera ho confermato le mie convinzioni che gli artisti devono avvicinarsi di più alla gente, scendendo dal palcoscenico e portando la musica nei posti meno convenzionali.

Questa sera si replica con un altro programma alle ore 18

Nel video sottostante alcuni momenti della serata


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Domani sera , 21 agosto  intorno alle 19  si esibirà L’ensemble vocale Kor. E’ il terzo appuntamento della rassegnaArtisti a Terramaini”

Dopo i ragazzi della scuola di canto moderno V.U. Music Academy con le più belle canzoni del secolo scorso, e  le Musicamore Singers con le canzoni degli anni ‘30 e ’40 ecco  ancora un concerto che vede protagoniste  le voci. Questa volta però non ci sarà alcun accompagnamento strumentale perchè il quintetto vocale canterà a cappella.

Alice Madeddu, Manuel Cossu, Alessandro Porcu, Caterina D’Angelo e Barbara Crisponi si esibiranno in una performance di brani famosissimi arrangiati appunto per sole voci . Sentiremo brani come Volare, Blue Moon, Besame Mucho, Mambo, Pippo non lo sa e tantissimi altri.

Il concerto che L’ensemble  regalerà domani agli amici della casa di riposo di Terramaini,  è aperto a tutti coloro che lo desiderano.

 

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

A tutti i miei lettori consiglio vivamente per questo fine settimana, la partecipazione a due serate che si prospettano interessantissime. Ci sarà cultura per tutti i gusti dalla Poesia all’Opera lirica e all’Operetta. Fra i protagonisti si potrà ascoltare dal vivo una delle belle  voci vincitrici del Concorso di Canto online Musicamore 2012: il soprano Valentina Marghinotti.

Note e rime nella Chiesa di Santa Chiara a Cagliari per la Stagione Concertistica 2012 degli Amici della Musica , è firmato dalla direzione artistica del maestro Valerio Carta per un “Viaggio tra Musica e Parole” stasera, venerdì 26 ottobre, alle 20.45 e, sabato 27 ottobre alla stessa ora.

Sarà quindi l’intrigante “Viaggio tra Musica e Parole” con la voce recitante di Maurizio Mezzorani, il soprano Alice Madeddu e il tenore Samuel Pilia sulle note del pianoforte di Valerio Carta a dare il La al raffinato dittico che intreccia la metrica dei versi alle suggestioni liriche e sonore. In programma pagine di Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, dell’autore di “Musica Proibita” Stanislao Gastaldon e del creatore di celebri operette Franz Lehár, e ancora di Vincenzo di Chiara, Harold Arlen e Giuseppe Rachel che s’intrecciano ai versi di Gabriele D’Annunzio e Giacomo Leopardi, e ancora Giovanni Pascoli e Eugenio Montale fino a Pablo Neruda e A. Melis.

Riflettori puntati poi sull’attore Tino Petilli, protagonista sabato 27 ottobre alle 20.45 di un recital fra “Armonie e Poesia” che propone un eclettico itinerario fra il Canzoniere di Giacomo Leopardi e la poesia visionaria di Arthur Rimbaud, le liriche di Salvatore Quasimodo e la vita in versi di Charles Bukowski, accanto a pagine d’opera e operetta e romanze da Verdi a Bellini a Lehár e Gastaldon interpretate da Valentina Marghinotti (soprano) e Luigi Masala (tenore) con Valerio Carta alla tastiera.

Ingresso: 3 euro

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

antonietta_chironiE’ tutto dedicato alle voci del nuorese il nuovo CD prodotto dall’Associazione Studio del Poggio

Il 31 marzo a Cagliari, alle ore 20,30, nella Sala Consiliare della Provincia, al Palazzo Regio, piazza Palazzo 2, il presidente dell’associazione, Paolo Pirodda presenterà  questo nuovo disco(Lo  scorso anno ci fu quella dedicata alle voci cagliaritane, v. post) .

I protagonisti saranno voci del passato e del presente: il soprano Antonietta Chironi , i tenori Giuseppe Tanchis , Franco Becconi e Piero Pretti.

Dopo la presentazione, alle 21,30 seguirà un concerto di musica da camera con la partecipazione del quartetto d’archi “Karel Quartet” (violini Francesco Pilia e Alessio Devita; viola Marco Fois,violoncello Federico Sanna) che eseguirà musiche di Gabriel, Porrino e Silesu.

La serata prevede anche la partecipazione del soprano Alice Madeddu che interpreterà brani di Rachele e Porrino.

L’Associazione Culturale Studio del Poggio si occupa di ricerca sulla musica da camera, sinfonica e operistica di autori sardi.

Associazione Culturale Studio del Poggio

333 3995983 / 070 725866

info@studiodelpoggio.it /www.studiodelpoggio.it

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »