Archivio della categoria “Musical”

«Gran parte della mia attenzione sarà per i giovani cantanti lirici, ma anche per i giovani orchestrali, i danzatori, i registi, gli scenografi, i costumisti. In questo periodo storico l’opera, in particolare, sta vivendo in generale un momento molto felice, come indica l’incremento di giovani che si dedicano a questo genere di arte musicale e a tutto quello che ci sta intorno».

Cecilia Gasdia, sovrintendente della Fondazione Arena di Verona, il cui decreto ufficiale di nomina è stato firmato l’altro ieri dal ministro Dario Franceschini, definendosi «molto felice della fiducia che le è stata accordata per guidare la Fondazione», fa capire che uno dei suoi obiettivi è la valorizzazione dei giovani talenti artistici dello spettacolo che le stanno a cuore come il rilancio dell’Arena, una delle capitali mondiali della lirica. Come? La risposta è prudente: «Ho un paio di sogni straordinari per l’opera, ma è presto per rivelarli. Vi dico solo che la mia idea è di ripartire non alla grande, ma alla grandissima, come l’Arena merita. I tempi sono maturi per un rilancio in grande stile, la città se lo merita».

Intanto c’è già il programma per l’edizione numero 96 del festival areniano che quest’anno prevede Carmen, Aida, Turandot, Nabucco, Il barbiere di Siviglia, Roberto Bolle and Friends e Special Opera Night. Ci sarà qualche sorpresa per il cast degli artisti? «Il programma c’è e si parte da lì», risponde la sovrintendente Gasdia, spiegando che intende visionare i contratti d’ingaggio. «Mi sono appena insediata e devo veramente guardare molti documenti. Ci sono molti elementi da valutare».

Cecilia Gasdia, prima donna a guidare l’ente lirico, sarà anche direttore artistico e sarà affiancata da un direttore generale, addetto alla gestione, Gianfranco De Cesaris, direttore commerciale di Man Truck & Bus. Inoltre svolgerà una consulenza per la Fondazione l’ex sovrintendente Renzo Giacchieri.

Lo staff che la affiancherà? «Per statuto posso avvalermi di consulenti, anche se non è obbligatorio», precisa la sovrintendente, che sta valutando alcune ipotesi. Sul tavolo anche il ruolo di Arena Extra, la parte dell’extra lirica che comprende concerti pop, musical e altri spettacoli, il cui numero di serate ormai si avvicina alle 47 dell’opera. Cecilia Gasdia è attenta: «Bisogna fare valutazioni su contenuti e organizzazione».

Altro nodo da affrontare sarà quello del corpo di ballo, oggetto di furiose polemiche e proteste nei mesi scorsi, vicenda finita con lo scioglimento del complesso dei danzatori areniani. Da più parti se ne auspica la rinascita, insieme al rilancio della grande lirica in Arena, «e sono questioni di cui voglio occuparmi ampiamente», assicura la sovrintendente.

Cantante lirica di fama internazionale, soprano, veronese, 57 anni, Cecilia Gasdia, ha interpretato, in oltre 30 anni di carriera, più di 90 ruoli operistici. Dal 2015 dirige l’accademia per l’Opera Italiana a Verona e dal 2017 è docente all’Accademia verdiana del Teatro Regio di Parma. Il suo nome per il ruolo di sovrintendente era stato indicato con voto all’unanimità dal Consiglio di indirizzo della Fondazione Arena. Prima di lei la Fondazione è stata commissariata, con Giuliano Polo, e quindi con Carlo Fuortes. Quando è emerso il suo nome come probabile sovrintendente aveva espresso la sua soddisfazione, ricordando di aver cercato di aiutare la Fondazione con tanti appelli al ministro.

Cecilia Gasdia ha iniziato i primi passi da comparsa, poi nel coro, poi nel 1983 ho debuttato come soprano con Turandot di Puccini. Da quattro anni produce spettacoli coreutici e musicali, dirigendo l’Accademia per l’opera. Già prima della nomina aveva manifestato l’intenzione di ripianare al più presto il debito, incidere positivamente sui lavoratori e impegnarsi per il rilancio artistico. Ora, entrata di diritto nel ruolo, ribadisce: «Amo Verona, dove sono nata e dove ho studiato al Conservatorio mettendo le basi per la mia carriera artistica. Ho avuto molto amore da questa città e voglio ricambiarla con la stessa intensità. Mi è stata data fiducia e mi è stato affidato un incarico di grande responsabilità. Vorrei svolgerlo al meglio».  Elena Cardinali

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il nuovo singolo del cantautore cagliaritano Mattia Sanna è in vendita presso tutti i digital store. Il brano è una denuncia al bullismo (leggi qui intervista)

“Prima di tutto volevo ringraziare i miei genitori e tutta la mia famiglia per il sostegno che mi hanno dato e poi la mia insegnante di canto Elide Uchesu.
Ringrazio la mia amica Marinella Angiargia che ha composto la musica della canzone, Giuseppe Cocco per l’arrangiamento.
Ringrazio Claudia Nirakita Giuseppetti per lo splendido Set Fotografico e Vincenzo Siciliani per le grafiche.
Inoltre un ringraziamento speciale va a tutti voi ed a tutti coloro non hanno mai smesso di credere in me!  :)

Ecco a voi i link per poter scaricare la canzone 

iTunes : https://apple.co/2DoWJ6Q

Spotify : https://open.spotify.com/track/4aGXfGVvcyLgAckk9JnALe

Google Play : https://play.google.com/store/music/album…

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Ancora un successo per la giovanissima cantante di Assemini (CA) Laura Aramu, che ha trionfato  in  Romania. Lei ha solo 12 anni ma un grande talento vocale e scenico. Ascoltarla e vederla è sempre uno spettacolo . Ora commovente, ora divertente, riesce ad interpretare ogni parola di ciò che canta.

Ho avuto il piacere di sentirla dal vivo durante un concorso in cui ero membro di giuria  e vi garantisco che anche in quella occasione   il suo primo premio è stato strameritato.

Laura , qualche giorno fa, ha partecipato all’ Euro Pop Music Vision a Bucarest, trionfando nella sezione composizione inedita con la canzone “Tu ci sei”, dedicata al papà. Il brano ideato da Gianna Melis ‘è stato scritto da Ivan Meli, Mauro Nacci e Gianna Melis, e gli arrangiamenti curati da Meli, Nacci e Sandro Savarese e i cori  di Max Sabetta.

Ha solo 12 anni ma ha già al suo attivo un curriculum di tutto rispetto.

Laura Aramu ha iniziato a cantare già dalla scuola materna.  Ha amato da subito la musica classica. I genitori , vedendola danzare sulle note delle più belle sinfonie,  la iscrivono in una scuola di danza classica.  A 5 anni e mezzo entra nell’oratorio  della parrocchia  dove oltre al catechismo si svolgono anche attivita’ teatrali.   Le educatrici  che si sono subito accorte  che oltre al talento teatrale c’era anche quello del canto consigliano bene  i famigliari di iscriverla ad una scuola di canto .

Comincia così a breve a partecipare a varie rassegne e concorsi , sempre con successo.
Fra quelli più importanti si ricorda il Primo concorso nazionale in Sardegna ” Punto in alto” con giuria composta da Anastasi, Franchi e presieduta da Mogol, arrivando in finale vincendo nella categoria Junior.
Successivamente ha partecipato a Sanremo junior arrivando tra i primi 5 con menzione speciale. Poi Sbaragliando Show, presentato da Max Sabetta, vincendo il primo premio che le ha garantito la semifinale Nazionale al Cantagiro con il brano inedito “ Tu ci sei”,  brano dedicato al papa’ e scritto da Gianna Melis, Ivan Meli e Mauro Nacci, con arrangiamenti di Meli, Nacci e Savarese, cori di Max Sabetta.
Nel tour del Cantagiro, è stata vincitrice Regionale.

Laura ha poi partecipato ad altri due importanti concorsi canori: Il Festival internazionale della Citta’ di Uta, dove ha vinto il premio più ambito ” Premio Maria Giovanna Mallei”, e il Festival Citta’ di Elmas  vincendo per la sua categoria.
Grazie al Festival Internazionale Citta’ di Uta, ideato da Susanna Mallei e condotto da Max Sabetta, Laura ha potuto partecipare al Festival internazionale di Bucarest in Romania  trionfando ancora.
Frequenta la terza media che porta avanti con ottimo profitto.

Questa foto è stata scattata dopo l’intervista che  Anna Crecco ( madrina del festival della Citta’ di Uta), ha realizzato al rientro  dal Festival di Bucarest.
Laura è con  Max SabettaGianna MelisAnna Crecco e Susanna Mallei e i genitori

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Per i “Live di Livere a Cagliari” la seconda edizione de
“LA CHITARRA: REGINA PER UNA NOTTE”.

Sabato 14 Ottobre alle ore 21, sul palco del Fabrik, si presenteranno sei chitarristi, cinque dei quali scelti fra i massimi esponenti della chitarra in Sardegna, rappresentanti dei diversi generi musicali, ed invece, il sesto chitarrista lo scopriremo solo fra chi risulterà il vincitore scelto fra i candidati che hanno partecipato alla selezione che avrà il termine il 27 Settembre; le modalità d’iscrizione al link http://musica.vivereacagliari.com/selezioni-per-la-chitarra-reginaper-unanotte/

Dopo il grande successo della prima edizione del 15 ottobre 2016 e, esattamente a distanza di un anno,

“La Chitarra: regina per una notte” presenta i chitarristi:

Salvatore Amara per il blues
Flavio Secchi trio, per il jazz
Rubens Massidda per la fusion
Giacomo Deiana feat. Claudia Aru alla voce, per l’hard rock
Brian Maillard per il rock progressive

Accompagnati dalla resident band composta da:
Valter Spada al basso e Matteo Ledda alla batteria.

Flavio Secchi trio:
Flavio Secchi, chitarra
Alessandro “Cinzio”Atzori, contrabasso
Gianrico Manca, batteria

Sabato 14 Ottobre – ore 21
Fabrik
Via Mameli, Cagliari. 339 681 5784

Fantastici premi per il pubblico messi in palio da Tronus Guitars:
- Due Set Up completi di una chitarra o un basso che comprende: cambio corde, pulizia tasti e manico, nutrimento tastiera, action, regolazione truss rod, ottave, controllo meccaniche, ponte e totale, controllo impianto elettrico e pulizia, altezza pick up.

- Pesolo strumenti musicali riserva uno sconto speciale al pubblico partecipante alla serata, del 5% su strumenti musicali e del 10% su accessori del settore musicale.

Oltre 15 artisti sul palco, vere e proprie eccellenze della musica, per una serata unica in Sardegna.
Si consiglia di prenotare i biglietti d’ingresso telefonando al numero: 3289810453 Marco Sotgiu
Fabrik 339 681 5784
o scrivendo una email a: musica.vivereacagliari@gmail.com

L’evento, nasce da un’idea di Marco Pinna, di professione commercialista (Solution consulenze aziendali) e nella vita grande appassionato di musica, ed è realizzato con la collaborazione di Salvatore Amara e la direzione artistica di Marco Sotgiu.

Organizzazione:
musica.vivereacagliari.com, il sito web dedicato alla musica e agli artisti della Sardegna, fa parte di vivereacagliari.com il portale dedicato a chi vive la città.

Se la tua passione è la chitarra e vuoi partecipare alle selezioni per suonare a “La Chitarra: regina per una notte” scopri le modalità di partecipazionehttp://musica.vivereacagliari.com/selezioni-per-la-chitarra-reginaper-unanotte/

Sponsor della serata:
Solution, consulenze aziendali
070482451 – email: posta@solutionsrl.info

Scuola di Musica New Music Voice Power
Via Ettore Pais 20, Selargius, 070 234 7535

Tronus Guitars: Servizio di Liuteria completo e professionale, customizzazione e assistenza.

Floricoltora Daniela
realizzazione di allestimenti per matrimoni e location.
via Puccini 45, Cagliari, 349 646 1124

Pesolo Stumenti Musicali
Viale_Monastir 104, Cagliari

POP creazioni – Creazioni Artigianali

Arcadia – Restaurant Lounge bar
via Satta 35, Capoterra. 349 132 4789

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ho conosciuto Alessio  qualche anno fa, ad un concorso per giovani cantanti.  Io facevo parte della commissione. Quella prima volta mi colpì subito la sua interpretazione. Ogni parola  del testo arrivava  prima col cuore e poi con la voce.  Alessio da allora ha continuato a perfezionarsi sia come esecutore che come cantautore scrivendo delle belle canzoni ricche di significato. 

Questo suo nuovo lavoro tratta un argomento molto pesante per noi sardi, quello dell’emigrazione, un argomento che mi tocca molto da vicino.

“Project 1 – SARDINIA è un’idea, un progetto, un pensiero. E’ amore. Va a i miei amici, ai miei cari, a tutte le persone lontane da casa” – Così presenta il suo nuovo lavoro che vi propongo di seguito in versione video.
Il brano  è stato scritto da Alessio Gaviano, Diretto e Editato da Matteo Fadda con la partecipazione di Valentina Mattana.
Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Una delle forme più complete del teatro musicale è sicuramente il Musical, spettacolo composto oltre che dal canto anche dalla recitazione e dalla danza. Il musical è nato e si è sviluppato negli USA tra l’800 ed il ’900 e in Italia lo abbiamo conosciuto attraverso il cinema americano degli anni 30-40-50.  Come non ricordare i film meravigliosi dalle spettacolari coreografie di  Esther Jane Williams!

Ebbene, in questi giorni a Cagliari ci sarà un piccolo festival tutto dedicato ai musical e che vede come protagoniste le migliori compagnie teatrali specializzate nel genere. Compagnie che si sono formate negli anni e che hanno raggiunto livelli quasi professionistici.

Il festival si intitola MUSICALARIS  e si svolgerà dal 22 al 25 marzo 2017 al Piccolo Auditorium Comunale di Cagliari

 Giovedì 16 marzo 2017 alle ore 11 presso il Palazzo Siotto di Cagliari (via dei Genovesi 114 - mappa), verrà presentata alla stampa la prima edizione della rassegna Musicalaris” il primo festival isolano interamente dedicato all’arte del musical, che andrà in scena.

Saranno presenti all’incontro Filippo Piliu e Emanuele Diana (Gemini Club Animazione e Spettacolo), Romina Pusceddu e Camilla Scameroni (Compagnia CBS Elmas), Manuel Cossu (Compagnia Teatrale Modulare), Cristina Melis Alessia Melis (Compagnia EllioT).

L’evento è organizzato dall’Associazione Gemini Club Animazione e Spettacolo di Cagliari.

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Dopo aver partecipato alle finali nazionali di ROCK TARGATO ITALIA, il 21 settembre al LEGEND CLUB di Milano, i D-STORTA vincono il “premio compilation” e sono tra i migliori otto della competizione che ha visto la partecipazione di ventuno band da tutta italia.

La compilation sarà pronta per NATALE 2016 e i D-STORTA, unica band sarda partecipante sarà presente con un singolo.

Finalisti e vincitori del PREMIO COMPILATION a ROCK TARGATO ITALIA 2016, iD-STORTA sono un gruppo Indie Rock Sardo, con un disco all’attivo ( UN COLPO DI PISTOLA) pubblicato nel 2011.

Sono stati vincitori di vari concorsi come L’Unione Sarda & Ichnusa Special contest, ALL WE NEED e premio Donida 2014.

Nel 2011 vengono selezionati da Mario Riso per partecipare a SALA PROVE, programma in ONDA su ROCKTV.

Il primo singolo “CERCHI” è una bomba nel mondo musicale indipendente, entra e rimane per 13 settimane nella classifica INDIE MUSIC LIKE, permettendo tra le numerose interviste su radio/webzine anche la partecipazione al MEDIMEX di Bari.

La loro è una carriera attiva e ricca di open act per artisti nazionali come SUBSONICA e SALMO (Mondo Ichnusa 2014), VELVET, MALIKA AYANE, JOHN SPENCER BLUES EXPLOSION, PINO SCOTTO.


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

 Roma, Catania, Palermo e Torino

Che progetti hai il prossimo anno?
Scegli il meglio per la tua formazione artistica: vieni a trovarci!
Accademia Internazionale del Musical Roma - AUDIZIONI APERTE
Piazza San Felice da Cantalice, 21
prenotazioni numero verde 800.913575 – 06.97271518 -

info@aidmusical.it - www.aidmusical.it

 

 

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

“Favolescion”, ad oggi, è stata messa in scena da 123 gruppi teatrali per un totale di quasi 500 rappresentazioni. E’ ambientata nel Mondo delle Fiabe. Ogni volta che si racconta una fiaba sulla Terra il Mondo delle Fiabe riceve una “chiamata” e una squadra deve mettere in scena la fiaba raccontata. Il Mondo è però in crisi per colpa della televisione e rischia di scomparire, sempre meno genitori raccontano le fiabe ai figli. I personaggi lavorando meno si sono un po’ “arrugginiti”, sono ingrassati e dimenticano le battute. Se loro si fermano la fiaba sulla Terra si blocca e chi sta raccontando non ricorda come continui. Il Re, preoccupato, porta dalla Terra un manager che aiuta le imprese in crisi. Il manager vuole ammodernare le fiabe e inserire la pubblicità…

 “Café Olympus” è un lavoro più complesso. Gli dèi dimenticati (greci, egizi e nordici) hanno nostalgia di essere adorati dagli esseri umani. Mercurio ha l’idea di andare a Hollywood per cercare di diventare divi dello spettacolo e tornare ad avere folle adoranti di fan. Un gruppo di dèi greci, cui si aggiungono Hathor e Odino, arriva a Hollywood. Bacco li segue e apre un locale, invisibile agli umani, dove gli dèi si possono ritrovare, un po’ come emigrati, mentre tentano di diventare famosi. Nel locale campeggia la foto del regista von Filmenstein, che a loro volta adorano. Il locale è frequentato anche a Manitù, preoccupato di questa invasione di dèi stranieri. Travestito arriverà anche Cromo, fuggito dalla prigionia, che ha un piano per distruggere l’umanità accelerando il tempo.

Tutte e due le opere sono state depositate senza musiche associate, quindi è possibile scrivere nuove musiche. Attualmente vengono messe in scena utilizzando le musiche scritte da tre diversi compositori.

Ecco il sito (www.cattivelli.net/q&c/) dove si potranno trovare tutti i  lavori che ad oggi, sono stati rappresentati oltre 800 volte da parte di 220 compagnie, soprattutto amatoriali.

Inoltre si potrà trovare una sinossi più completa dei lavori, l’elenco dei personaggi e delle rappresentazioni fatte nonché i link a video su YouTube fatti da alcune delle compagnie che hanno messo in scena lavori.


YouTube Video

 

 

 

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

“Il Templare” è un musical completamente inedito scritto da Manuel Cossu (compositore/cantante) e orchestrato da Matteo Martis (compositore), con sei protagonisti, un narratore, due cori, basi professionali, della durata complessiva di circa un’ora e mezza.

Ambientato a Gerusalemme tra il 1099 e il 1120 d.C., all’epoca della prima crociata e della conseguente istituzione dell’Ordine dei Cavalieri Templari, è un progetto innovativo sotto diversi aspetti. Innazitutto, a tutt’oggi non esistono musical sull’argomento; il fatto è particolarmente interessante, se si pensa all’enorme richiamo dell’argomento  e alla quantità di best sellers (Il Codice da Vinci, ad esempio), film e programmi televisivi apparsi in questi anni.

In secondo luogo, gli arrangiamenti scelti per la realizzazione del cd propongono atmosfere profondamente contaminate in bilico tra pop colto, rock, musica celtica, interamente suonate con strumenti acustici, dove le sonorità più classiche (quintetto d’archi, piano gran coda, arpa vera, chitarra classica) si mischiano alle più moderne (batteria, basso, chitarra elettrica) e  all’elettronica (sinth, groove machine, arpeggiatori, effetti “noise”). La produzione è durata circa due anni alternandosi tra la Sardegna, Berlino e Parma.

Tutte le registrazioni sono state seguite e dirette dal sound engineer  Jacopo Vannini  . I cantanti e gli strumentisti coinvolti nel lavoro di registrazione sono tutti professionisti italiani accreditati.

Mercoledì 13 aprile 2016 alle ore 10 presso la Ex Sala Giunta del Comune di Cagliari (via Roma 145, Cagliari – mappa), verrà presentato alla stampa “Il Templare”, musical di Manuel Cossu in

scena al Teatro Massimo di Cagliari il prossimo 19 aprile.

Saranno presenti all’incontro Enrica Puggioni (Assessore alla Cultura, Pubblica Istruzione, Sport, Spettacolo e Politiche Giovanili del Comune di Cagliari), Manuel Cossu (Autore), Susanna Cardia e Mario Madeddu dell’associazione Los Quinchos.

Il ricavato dell’evento sarà interamente devoluto all’associazione Los Quinchos.

 

IL TEMPLARE 
Musical inedito con musiche e testi di Manuel Cossu19 APRILE – ore 20:30
Teatro Massimo Cagliari

posto unico €10 (il ricavato sarà interamente devoluto all’associazione Los Quinchos per i bambini di strada del Nicaragua)

Per info e prenotazioni:
iltemplaremusical@gmail.com
Biglietteria Teatro Massimo 070 2796620

Musiche e testi:
Manuel Cossu

Movimenti scenici:
Michela Atzeni

Cast :

Gabriele Broccia: Rafael di Guzman
Eva Pagella: Sara
Giovanni Pedditzi: Bertrand de Charlerois
Alice Madeddu: Yasmina
Desirèe Fadda: Maryam
Manuel Cossu: Izmael

Narratore:
Michela Atzeni

Coro:
Pop’s Eleven: Caterina Vigo, Fabiana Mascia, Eleonora Matta, Elisabetta Secchi, Stefania Ariu, Roberta Ibba, Annalisa Secchi, Denise Zucca, Claudia Fois, Alberto Serra, Ernesto Mereu, Valerio Cugia, Alessandro Uggias, Francesco Maxia

Danz-attori:
Elisa Mulas, Ismaelle Francesca Cogoni, Davide Vallascas

Live band:
Andrea Murtas: batteria
Fabio Useli: basso
Giorgio Del Rio: percussioni
Mauro Laconi: chitarra
Michele Brandinu: pianoforte e tastiere

Orchestrazioni:
Matteo Martis

Disegno luci:
Emiliano Biffi

Service audio:
Matteo Piseddu

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

di Andrea Schinardi

E’ come se mi avessero tolto un braccio. Sento la sua  Assenza  dentro di me.
Quando ero bambino, all’età di 12 anni, sembrava che la Musica fosse -Beatles- e poco altro. Sapevo i loro dischi a memoria, elencavo la successione dei brani, sapevo cantare su ogni voce del coro. Poi un giorno Papà tornò a casa con una bobina.
Inserimmo il nastro nel “Revox” e partì qualcosa di assolutamente Alieno: §Tarkus§. L’abbrivio corale di un accordo evidentemente fuori dalla portata delle mie orecchie (assuefatte ai “giretti armonici di canzonette”) mi suggeriva una aspettativa, come dire “E adesso che succede?”. Succede che parte un -meccanismo- che sembra muovere la Musica. L’arpeggio suonato all’Hammond è trascendentale. Il resto è Musica Classica.
Da quel giorno Lui, Loro  Emerson Lake & Palmer  mi entrarono nel sangue.
Tecnicamente incomparabili a nessuno nel campo musicale di allora, sebbene magari altri gruppi fossero altrettanto noti ma commerciali, Loro erano e sono una spanna sopra.
Le loro composizioni andavano ben oltre il semplice concetto di Brano che, gli altri, per necessità, per creatività, non riuscivano ad estendere oltre un Tema, una/due Varianti e Chiusura che quasi sempre ripeteva il Tema.
Ho potuto leggere i loro spartiti, non tanto per imparare a suonarli, cosa per me quasi impossibile a parte alcuni, quanto per identificare gli Accordi con cui si tessono le Melodie.
E’ evidente una profonda conoscenza Classica, una profonda conoscenza della costruzione Armonica che si evince dalla complessità di Accordi quasi mai “puri” ma soprattutto distanti dalla inevitabile aspettativa di un orecchio musicale “banale”.
Non ho trovato riscontri, posso presumere arrivi da Prokofiev, dove è stato possibile suonare -naturalmente- il Do maggiore e poi il Fa# ovvero due tonalità diametralmente opposte, insospettabili di sentire assieme.
Se un Gruppo musicale si assume la responsabilità di proporsi al mercato discografico con il primo album e decide che il primo brano è un Arrangiamento di “Allegro Barbaro” di Bela Bartok (brano per Pianoforte solo) il cui “solo” finale  vale l’Album, allora la intelligenza dei musicisti va ben oltre le aspettative, ben oltre ciò che, intanto, tutto il resto sembra sia eccezionale che, tuttavia, a confronto, è banale.
Mi frullano le -pale- quando ancora sento gente identificare il Genio Keith Emerson a quello -spicciolo di mancia- di brano “Honky Train Blues” che forse nemmeno Keith sospettava potesse diventare la sua “icona” (andò a fuoco la sua casa e Lui riuscì a salvare alcuni nastri fra cui questo brano. Con gli incassi che arrivarono dalle vendite virali, si comprò la casa nuova). La sua tecnica pianistica, la sua creatività, gli hanno fatto scrivere ben altre composizioni e addirittura il “Concerto per Pianoforte e Orchestra” che, oggi, viene eseguito nelle sale da Concerto.
In Giappone, i bambini, imparano a suonare le sue Musiche.
Se io oggi posso suonare un pochino, eseguire, arrangiare, comporre, sebbene comunque non sappia leggere e scrivere le note (ma scrivendo “note” su un foglio a quadretti), lo devo a Lui.

Ammiro, stimo, comprendo, la persona che sceglie il Suicidio.
Che fosse mancato, dopo averlo appreso dalle notifiche, mi ha devastato.
Poi, ho appreso che si è suicidato. E allora sono entrato in ansia, in aritmia, una commozione implosa, che subito mi ha restituito il valore della §Assenza§ dentro di me.
Io sono uno dei privilegiati ad averlo visto in Concerto addirittura due volte. A Roma, 20 novembre 1992, ero seduto a 30 metri da Lui. Vederlo suonare con la postura a “T” mentre non si cura nemmeno di guardare le tastiere, non ha prezzo e diventa un valore aggiunto alla vita.
Non ci sono eredi, non ci sono bimbi-minkia che, per sbaglio, oppure perché il padre s’inventi di impostarlo a dovere, possano raccogliere il Patrimonio musicale di Keith.
La mia discografia, fra vinili 33-45, cd. CDshm, oggi ha un valore enorme.
Sarebbe bello che da questa §Assenza§ improvvisa, oggi molte persone riuscissero a dedicarsi a questa Musica per capire davvero la autentica superiorità, il grande spessore, la originalità che si distingue dall’altro banale comune.
Grazie mio Keith. A presto.

Andrea Schinardi

 

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Era il pianista più veloce del rock progressive.

Keith Emerson è scomparso a 71 anni, sembra togliendosi la vita nella sua villa di Santa Monica in California. Un altro gigante della stagione d’oro degli anni Settanta abbandona bruscamente il palcoscenico dopo aver scritto decine di capolavori sonori entrati nell’immaginario collettivo. Soprattutto con Greg Lake e Carl Palmer, con cui il tastierista aveva fondato gli EL&P. Un trio, anzi un supergruppo – visto che tutti e tre i musicisti provenivano da band già piuttosto affermate – che ha lasciato il segno con inni generazionali come “Lucky Man”, inciso nell’omonimo album di debutto “Emerson Lake & Palmer” targato 1970. E ancora come “Tarkus”, title-track del successivo disco, o magari come il terzo album “Pictures at an Exhibition”.

leggi qui tutto l’articolo

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

A me piace molto questo artista e ve lo propongo. Bellissimi arrangiamenti con ottimi musicisti.

Il 19 Gennaio 2016 esce in tutti i maggiori store digitali il nuovo singolo di Flavio Secchi Questa vita in mezzo al mare, brano che anticipa il nuovo album in uscita a primavera dal titolo “Parole per Chitarra” con le edizioni La Compagnia di Donida.

 La produzione artistica è di Massimo Satta, che ha prodotto l’intero album e ne ha curato gli arrangiamenti insieme allo stesso Flavio Secchi.

 Mercoledi 6 gennaio è stato pubblicato il video di Questa vita in mezzo al mare diretto da Joe Bastardi con la collaborazione dell’illustratore Riccardo Atzeni.

Flavio Secchi ha collaborato con Le Balentes, il Mogase Trio, gli Haiku Sensei, gli Aletheia e con la cantante Francesca Corrias.

Nel 2013 prende vita il suo primo lavoro cantautorale ed esce l’album Flavio Secchi & the Hall Kitchen. Nel novembre 2014 si aggiudica il “Premio La Compagnia” e il ”Premio Ricordando il Maestro” al Premio Donida – “Il Talent dei compositori”. Nel 2015 collabora con la band Sikitikis in qualità di chitarrista, partecipando alla registrazione del quinto album intitolato “Abbiamo Perso”. Nel settembre 2015 conquista il terzo posto al IV Premio Internazionale di Letteratura “Alda Merini” con la poesia inedita intitolata “Il Perditore di Treni”.

 

Flavio Secchi sito 


YouTube Video

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

  • David Bowie
  • si occupa dagli anni novanta anche di pittura: i suoi quadri vengono esposti in molti musei, soprattutto britannici e statunitensi; è anche fondatore di un’associazione che intende favorire la visibilità di opere di giovani artisti.
  • Negli anni settanta è stato amico intimo di Amanda Lear, con la quale ha collaborato a diversi progetti artistici. In un’intervista a Verissimo del 6 dicembre 2008 la Lear ha dichiarato che Bowie è stato l’unico uomo con cui fosse mai andata a letto che si truccava più di lei.
  • Nel 1997 il cantante è stato il primo artista a collocare delle obbligazioni: i Bowie Bonds, un’emissione di titoli decennali di 55 milioni di USD (interamente acquistata dalla Prudential Insurance Company) garantita dai diritti d’autore di 287 canzoni contenute in 25 album registrati prima del 1990. L’idea è stata seguita da altri artisti tra cui James Brown, Ashford & Simpson e The Isley Brothers.
  • Nel videogioco Little Big Planet una delle skin utilizzabili per modificare l’aspetto del proprio Sackboy richiama il classico trucco di Bowie con il fulmine rosso dipinto in faccia, tratto dalla copertina dell’album Aladdin Sane.

  • Nel maggio 2013 il comandante della stazione spaziale Iss Chris Hadfield lascia il comando e realizza un suggestivo video musicale sulla stazione, il primo video musicale girato nello spazio: ha imbracciato la chitarra per cantare Space Oddity di David Bowie. Il titolo del brano è infatti un gioco di parole con Space Odyssey, il famoso film 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick. Inoltre per questo pezzo David Bowie si sarebbe ispirato alla missione spaziale dell’Apollo 11, quella dello sbarco sulla Luna nel 1969.
  • Nel 2013 viene ingaggiato come testimonial della nuova campagna di Louis Vuitton.
  • La cantante giapponese Kyary Pamyu Pamyu si presentò il 31 ottobre 2015 allo special di Halloween della trasmissione televisiva musicale Music Station truccata col celebre fulmine in volto per della copertina di Aladdin Sane, e vestita con l’abito a strisce arancioni e verdi realizzato per l’Aladdin Sane Tour fotografato nel 1973 da Masayoshi Sukita.
  • Nonostante in molte immagini gli occhi di David Bowie sembrino di due colori diversi, la particolarità estetica del cantante non era quella di avere due iridi diverse, ma una pupilla più grande dell’altra.
    Il difetto risale a un incidente avvenuto nel 1962, quando l’amico George Underwood (15 anni e coetaneo di Bowie) gli tirò un pugno a causa di una lite per una ragazza
  • Bowie scompare oggi 11 gennaio 2016
Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Gravity Sixty , è un sestetto rocker  di giovanissimi ragazzi di Nuoro: Stefano Puggioni alla chitarra, Michele Carta anche lui

chitarrista e bravissimo anche alla batteria, Paolino Fois chitarra ritmica, il giovanissimo cantante Simone Puggioni , (che con piglio da rockettaro scafato ha fatto innamorare le ragazzine di mezza Italia), e poi il bassista Mauro Tore e il batterista Stefano Delussu. Tutti di età compresa tra

i 12 e i 16 anni, appena usciti dalle aule della Scuola civica di Nuoro. Si erano presentati alle selezioni della celebre trasmissione  di Antonella Clerici “Ti lascio una canzone“, forse neanche tanto convinti di arrivare e invece hanno sbaragliato tutti e questa sera, alla finalissima, cercheranno la vittoria.
La Sardegna appassionata di canto oggi sarà con loro.
In bocca al lupo!
Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

  • Se sei di Cagliari e dintorni ,hai dai 7 ai 14 anni, ti piace ballare, cantare,  recitare o sogni di diventare una grande star dei musical… vieni con noi e trasformerai i tuoi sogni in realtà!!!

    Farai parte di una vera compagnia d’arte fatta di soli bambini e imparando in un modo completamente nuovo e divertentissimo dalla base le tecniche del ballo, canto e della recitazione diventerai un piccolo/grande Musical performance!!!

    Non ci credi?? vieni a trovarci senza impegno… non crederai alle tue capacità.

    Unisciti al cast che porterà in scena un vero grande musical cantato ballato e recitato dal vivo!!! cosa aspetti… basta coi soliti hobby… stacca il computer e la tv e dai sfogo alla fantasia …entra nel fantastico mondo dei musical… quelli veri!!!

    LA COMPAGNIA: 
    Come una vera squadra ogni partecipante avrà un ruolo preciso e definito.
    Un modo nuovo di partecipare ad un’attività creativa e formativa come quella del mettere in scena un Musical.

    DAI 7 AI 14 ANNI 
    Non sono necessarie particolari capacità, o esperienze nel campo artistico.
    Solo tanta voglia di divertirsi e mettersi in gioco con un nuovo hobby che potrebbe diventare la passione della tua vita!

  • L’ACCADEMIA
    Musical Child Company è una Accademia d’ arti sceniche a tutti gli effetti. Non uno spazio esclusivamente ricreativo. Piuttosto un luogo in cui ciascun bambino possa imparare, attraverso diversificati percorsi educativi, le tre discipline fondamentali del genere musical: la danza , la recitazione ed il canto. Tutti i bambini, nel pieno rispetto dei tempi di apprendimento di ciascuno, conosceranno i propri limiti espressivi e motori ed affrontandoli, cresceranno insieme divertendosi.

    Recitazione:

    nella cura della recitazione, l’impronta che lo staff-guida segue è in linea con i principi del metodo “no acting” (non recitare). Ciò che si ottiene lavorando su queste linee con gli attori più piccini è una maggiore varietà di linguaggi espressivi, liberi dal vincolo della fiction ( finzione) , nella continua ricerca della vera emozione. Operare in questa direzione permette di portare all’attenzione del bambino molti stati d’animo differenti, che egli esplorerà in base alla propria tendenza creativa. Il risultato sarà quindi una recitazione spontanea piuttosto che una “costruzione esteriore”.
    Giorgio (nome di fantasia) quindi, non riproporrà “il personaggio del pirata” esattamente come gli è stato suggerito di fare dal regista ma, seguendo le linee guida( registiche e di sceneggiatura), sentirà di “divenire autenticamente” quel pirata, senza perdere totalmente il proprio carattere o le proprie espressioni, toni, gesti, ma integrando i nuovi modi ed i risultati scoperti durante le fasi di studio.
    Nel metodo sono riproposti giochi, sperimentazioni, confronti, esercizi di contatto corporeo, esercizi di respirazione, esercizi di postura ed equilibrio, e ancora, tutti quegli esercizi propedeutici che conducono ad una maggiore consapevolezza dello spazio-palco e delle arti sceniche quali il musical.
    Danza:
    Essendo propriamente una scuola di musical, la nostra attenzione per quanto concerne lo studio della danza, è focalizzata sull’ottenimento di tutte quelle basi di coordinazione del movimento che al “musical performer” (attore di musical) occorrono.
    I bambini impareranno a tenere il tempo, a comprendere e coordinare il movimento, a muoversi insieme come un gruppo coeso nella cura dell’aspetto coreografico.Saranno insegnati vari “passi base” dei principali stili di danza di cui il musical si serve.
    Una particolare attenzione avranno le fasi di integrazione tra la disciplina della danza e quella della recitazione, perché ciò che nel musical occorre è recitare mentre si danza.
    L’obiettivo del musical è costruire un esito scenico completo e integrato in tutte le forme di espressione artistica che si possono sviluppare attraverso le arti sceniche, differente quindi dalle realtà dei saggi di danza o degli spettacoli danzati. L’attore agisce, reagisce ed interagisce tramite la recitazione anche con la danza ed il canto.
    Canto:
    Il canto è una disciplina a cui l’accademia dedica parecchia attenzione perché nel musical spesso, si canta “LIVE” (DAL VIVO), ciò che viene insegnato sono inizialmente, tutte quelle fondamentali basi necessarie al performer per potersi esprimere con la voce cantata,come l’ascolto, il ritmo, la tonalità, la respirazione e la coordinazione.
    Il percorso di canto, come quello della danza, non sarà mai affrontato come uno studio fine a se stesso; come detto per la danza, il canto deve fondersi con l’interpretazione attoriale, poiché nel musical l’obiettivo non è una gara canora o un concerto ma un esito scenico, completamente integrato di tutte e tre le discipline.

    I NOSTRI PUNTI DI FORZA

    spesso le persone dopo aver visto uno dei nostri musical ci chiedono ”ma come fate?”, nulla di più “semplice”…

    Armonia
    Solo In un contesto sereno, allegro, spensierato i piccoli attori possono esprimere al meglio la propria creatività, liberandosi da schemi preconcetti e limitanti che talvolta la nostra società ci consiglia, questi sono inoltre spesso errati.
    Ciò che il nostro team garantisce è la cura costante di un ambiente in cui il bambino possa esplorare in libertà la propria fantasia, senza pregiudizi e senza limiti di alcun genere.
    Disciplina
    Per noi disciplina non significa “l’adulto ordina, il bambino esegue” piuttosto, insegniamo il valore della comprensione delle regole necessarie alla convivenza e al “lavoro” di gruppo.
    Il rispetto dell’altro, inteso come attore ma anche come essere umano, l’importanza del sapersi comportare e saper vivere in un luogo speciale come il teatro; il valore dell’impegno nell’ottenimento di un risultato, privo della dipendenza dal giudizio altrui..

    Passione
    L’amore per le arti ci ha portato ad inventare degli spettacoli sempre nuovi, originali e fantasiosi, in grado di trasmettere emozioni semplici e vere. Noi crediamo nell’importanza di coltivare l’anima di coloro che assistono agli spettacoli parallelamente a quella di coloro che creano e interpretano, trasformando i sogni di ciascuno in concrete realtà sul palcoscenico.

    Professionalità
    Il team dell’accademia è in costante aggiornamento, studio, sfida con se stesso. Frequenta stage e corsi in tutto il territorio, oltre promuoverne attivamente di propri.

    Gioco
    Il giocare, inteso come intento ludico è fondamentale in questo “insegnare a fare teatro”, poiché il gioco è un mezzo naturale con il quale i bambini comunicano e interagiscono anche inconsciamente.
    Se si offre loro la possibilità di divertirsi a studiare e creare personaggi, di imparare e sperimentare col proprio corpo una coreografia, di ascoltare e conoscere la propria voce, come riprodurre melodie e brani;
    ecco questo conduce i bambini ad esprimersi liberamente sul palcoscenico senza paure o inibizioni.
    Perché per ogni bambino, qualunque cosa sul palco, sarà comunque un gioco.
    Un gioco, in cui il bambino, senza rendersi conto, imparerà a vivere sognando, ma sopratutto imparerà un arte.

  • Telefono 3738804182
  • E-mail  gemini.club.cagliari@gmail.com

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

L’accademia su misura per te, un luogo magico dove poter imparare a recitare, ballare e cantare in scena in un divertentissimo Musical interprtato dal vivo da bambini come te!

Con questa frase, solo pochi mesi fa, l’associazione

MUSICAL CHILD COMPANY

raccoglieva adesioni per mettere in piedi la compagnia che avrebbe portato in scena il musical.

Ecco che, appena formato il gruppo non si perde tempo e i lavori cominciano a portare i loro frutti. Il Musical Madagascar andrà in scena

 Sabato 4  alle 21 e Domenica 5  alle 19
al Piccolo Auditorium in piazzetta Dettori

Non mancate!!

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Erano una ottantina fra attori, cantanti, ballerini e musicisti, tutti non professionisti. Due anni di prove  due volte la settimana, tutti spinti da una grande passione comune per il musical. In questi giorni hanno fatto il tutto esaurito al Teatro Massimo di Cagliari con lo spettacolo Una suora particolare.

Ieri sera ho assistito ed applaudito, con vero piacere, all’ultima delle repliche . Questa è la compagnia “Il Mosaico” nata a Cagliari nel 1985 e specializzata proprio nella messa in scena di musical.

Conosco perfettamente le difficoltà che si incontrano a mettere in scena uno spettacolo di questa portata dove gli attori oltre che recitare devono danzare e cantare; dove le scene e gli effetti scenici devono funzionare alla perfezione nella velocità dei cambi; dove bisogna trovare i giusti elementi di attrezzeria; creare costumi precisi nei dettagli; curare la recitazione cercando il più possibile di eliminare qualunque inflessione regionale e, soprattutto, eseguire la musica dal vivo con una vera e propria orchestra. Qui la compagnia è riuscita in pieno in tutto questo e soprattutto nell’ intento di divertirsi e far divertire. Un lavoro lungo e difficile ripagato da un grande successo di pubblico. Da tener presente che  la maggior parte dei componenti, nella vita di tutti i giorni, svolgono altre professioni e a questo  spettacolo hanno dedicato solo poche ore a settimana.  Molti di questi artisti però provengono da studi specifici. E’ il caso ad esempio del mezzosoprano Maria Cristiana Ardu che in questo musical ha interpretato egregiamente il ruolo di suor Maria Patrizia, ma che ha al suo attivo un diploma di canto e collabora giornalmente  col Teatro Lirico in qualità di guida per giovani studenti.

La protagonista   Maria Grazia Melis, nel ruolo di Suor Maria Claretta, ha tenuto la scena senza alcun cedimento, sia dal punto di vista della recitazione che da quello vocale.   Da sexi cantante  a suora devota è riuscita a districarsi nel doppio personaggio senza mai eccedere e soprattutto  l’ha resa molto personale.

La regista Pinella Fenu ha fatto un lavoro grandioso. Tutti lo sono stati nello specifico cominciando dal Coro preparato da Andrea Broccia ,la coreografia di Pinella Fenu, Federica Lasio e Rita Pau; la produzione Corrado Caddeo, la scenografia Andrea Belardinelli; i costumi Agnese Casu , il trucco Chiara Caddeo, M.Laura Fanno e Annalisa Melis, le acconciature Sonia Vigo.  Gli Assistenti di scena Francesco Caddeo, Ivana Pisano, Giacomo Tocco,Giorgio Tuberoso, luci Davide Corona, Loïc François Hamelin, fonico Elvio Melas, service audio-luci Giovanni Carlini, macchinista Massimo Fadda, responsabili di sala Maurizio Caddeo, Mariangela Sanna,hanno collaborato Jessica Cadeddu, Domy Madeddu, Gianni Muresu. L’assistente alla produzione è Cristiano Tanas.

La compagnia ha avuto la preziosa collaborazione del  Teatro Lirico di Cagliari e del  Teatro Stabile della Sardegna.

L’Oratorio salesiano San Paolo di Cagliari  da quasi trent’anni ospita le prove.

Sotto un piccolo documento della serata.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

Se avete amato Spring Awakening adorerete Musica Ribelle. Musica live, grandi testi, storie di ragazzi e di ragazze in un viaggio musicale tra gli anni 70 ed i nostri giorni. Sogni, paure, amori di due generazioni a confronto. Un grande autore, un grande staff creativo, per un grande spettacolo musicale. Un’opera rock che è già l’evento teatrale dell’anno!

Le audizioni si terranno rispettivamente
il 3 e 4 giugno a Firenze (Teatro Alla Pergola),
il 10 e 11 giugno a Milano (CPM).

 

SI RICERCANO I SEGUENTI PROFILI:

MASCHILI E FEMMINILI

(CONTRALTI-SOPRANI-BARITONI-TENORI)

 

PER PARTECIPARE AL PROVINO SONO RICHIESTI

-N. 2 MONOLOGHI BREVI A MEMORIA

(uno di ispirazione comica e uno di ispirazione drammatica).

Accanto all’interpretazione del suddetto monologo,

potrà essere richiesta lettura all’impronta,

improvvisazione verbale a tema, improvvisazione fisica.

 

-N. 3 PROVE DI CANTO

1) Un brano a scelta tra i seguenti:

-per gli uomini:

“La forza dell’amore” (E. Finardi) o “Behind blue eyes” (The Who)

-per le donne:

“Dedicato” (I. Fossati, versione Loredana Berté) o

“Blue” (Joni Mitchell)

 

2) Un brano portato dal candidato/a

(può essere sia in italiano che in inglese)

 

3) L’esecuzione di una breve parte corale

assegnata al momento.

 

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO AUDIZIONE

  1. I candidati per partecipare all’audizione dovranno allegare 2 foto e il proprio curriculum di studi e/o artistico alla mail casting@todomodomusicall.com.
  2. Potrà essere effettuata una preselezione sulla base dei profili richiesti in caso di alta affluenza.
  3. Gli attori/cantanti selezionati affronteranno una audizione mediante colloquio preliminare ed esecuzione / improvvisazione di quanto riportato sopra.
  4. Saranno forniti i testi e le basi musicali dei brani suddetti. È necessario portare con sé al momento della convocazione una pennina USB con le basi del brano a piacere portato dal candidato.
  5. Ai candidati è richiesta la disponibilità dalle ore 10.00 alle ore 18.00 del giorno di convocazione.

SI RICERCANO I SEGUENTI MUSICISTI

-1 Batterista uomo – 1 batterista o percussionista donna

-1 Bassista (Elettrico)

-1 Chitarrista (Elettrica, Acustica, Nylon, 12 Corde)

-1 Pianista/Tastierista

STILI RICHIESTI

Pop/Rock ’70 – Pop/Rock Elettronico

 

SI RICHIEDE IN PARTICOLARE

-ottima capacità di lettura delle partiture musicali

-ottima capacità di improvvisazione

-attitudine alla recitazione (i musicisti saranno attivi nella scena)

 

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO AUDIZIONE

  1. I candidati per partecipare all’audizione dovranno allegare 2 foto e il proprio curriculum di studi e/o artistico alla mail casting@todomodomusicall.com. Nel caso il candidato sia polistrumentista indicare per quale strumento o più si presenta.
  2. Potrà essere effettuata una preselezione sulla base dei profili richiesti in caso di alta affluenza.
  3. I musicisti selezionati affronteranno un’audizione mediante colloquio preliminare ed esecuzione/improvvisazione di due brani musicali indicati al momento della convocazione. Saranno fornite le partiture musicali e le basi musicali per la preparazione.
  4. Ai candidati è richiesta la disponibilità dalle ore 10.00 alle ore 18.00 del giorno di convocazione.
Tag:, , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

La prima volta che ho visto il film Sister Act, (e l’ho visto in TV), sono rimasta letteralmente affascinata dalla trama  semplice, ma di grande effetto, e soprattutto dalla bravura della protagonista,la grande attrice americana Whoopi Goldberg. Vincitrice di decine di premi tra cui un premio Oscar per il film Ghost, la Goldberg ha ragggiunto la massima popolarità (almeno in Italia, in America lo era già da tempo),  grazie al ruolo della suora svitata. Il  film incassò 231 milioni di dollari. La prima volta che venne mandato in onda in tv da Rai Uno, l’8 novembre 1995, totalizzò 11.500.000 telespettatori con il 37.53 % di share.

Sister Act è diventato poi un musical scritto da Cheri e Bill Steinkellner con la collaborazione di Douglas Carter Beane, le liriche di Glenn Slater e musiche di Alan Menken.  La produzione Londinese del 2009 è stata prodotta da Stage Entertainment e dalla stessa Whoopi Goldberg, produttrice quest’ultima anche della versione rivista e adattata di Broadway del 2011.

Anche a Cagliari, prossimamente, la Compagnia CGS IL MOSAICO , fra le prime e più antiche compagnie di musicals isolane,  rappresenterà  “Una Suora particolare” ispirato appunto al film. Chi volesse approfittare dell’occasione per rivivere le spericolate avventure della suora, deve prenotare i biglietti prima possibile. Di seguito la locandina.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Un bellissimo spettacolo quello di ieri portato in scena a Sassari al Teatro Verdi,  con la regia di Massimo Romeo Piparo e con un interprete d’eccezione: Ted Neeley, il Gesù “originale” del celebre film di Norman Jewison, lo storico successo del 1973.

Un Ted Neeley, che  ha supplito alla mancanza dell’energia giovanile con una espressività commovente. Il cast era adeguato in tutte le sue parti ma spiccava Giuda, sorprendente, che sembrava Carl Anderson redivivo.

Scene, luci e balletto spettacolari soprattutto nonostante il piccolo spazio del Teatro Verdi.

Interpreti: Ted Neeley (Jesus), Yvonne Elliman (Mary Magdalene), Barry Dennen (Pilate), e con Feysal Bonchani, Emiliano Geppetti, Paride Acacia, Marco Fumarola, Salvador Axel Torrisi, Riccardo Sinisi, Matteo Manoel Vergara

Da non perdere! Ancora oggi e domani sempre al Teatro Verdi di Sassari

Fabrizio Mangatia

 

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Oggi è scomparso un altro grande cantautore italiano: Pino Daniele. Voglio ricordarlo con il brano che me lo ha fatto conoscere.

Diplomatosi ragioniere, comincia la sua carriera artistica con il gruppo “Batracomiomachia”.  Ha fatto da apri pista al concerto milanese di Bob Marley, ha suonato a Cuba e all‘Olympia di Parigi, con artisti dal calibro di Ralph Towner,Yellow Jackets, Mike Mainieri, Danilo Rea, Mel Collins.

Nel 1995 ha suonato, durante il tour estivo, con Pat Metheny, nonché con gli Almamegretta, Jovanotti, Eros Ramazzotti e Chick Corea, mentre nel 1990 era stato ospite di Claudio Baglioni nell’album Oltre.

Nel 2010 un concerto anche al Teatro lirico di Cagliari


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Il prossimo appuntamento della Rassegna teatrale Famiglie d’arte è ispirato a Dracula, uno degli ultimi, se non l’ultimo, tra i grandi romanzi gotici. Dracula è un romanzo scritto dall’irlandese Bram Stoker nel 1897, ispirato alla figura di Vlad III principe di Valacchia.

L’attore narratore Gianluca Medas, come negli spettacoli precedenti, narrerà Dracula alla sua maniera, cercando di far emergere ciò che nel romanzo è soltanto accennato.Il trucco per questa occasione sarà molto particolare e lo realizzerà Giulia Gallus.

Le musiche  Rock sono degli Hellequin, guidati dal chitarrista Andrea Congia.

Lo spettacolo andrà in scena Giovedì 13 Novembre  al Teatro di Guasila  e Venerdì 14 al teatro di Sant’Eulalia a Cagliari ore 21

Nel video sottostante l’attore ci presenta la sua versione di Dracula


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments 2 Commenti »

Ieri sera sono stata invitata ad assistere ad un Musical ambientato negli anni ’60: Hair Spray (una favola degli anni’60). La compagnia teatrale di tipo amatoriale, era la EllioT formata da una sessantina di giovani appassionati di canto, danza e recitazione. Una passione talmente grande che li ha visti protagonisti sulla scena in un primo spettacolo nel 2013 che ha fatto il tutto esaurito e che , a grande richiesta, è stato replicato alla fine dello stesso anno. Lo spettacolo era composto da un medaglione di Musical tra i più famosi. Il grande successo si è ripetuto  ieri (per la prima volta con un musical completo) e nelle due serate precedenti, registrando ancora il tutto esaurito.

Hair Spray è un musical ispirato al film del 1988 “Grasso è bello”. La storia è una bella favola dove a vincere sono le giovani ragazze che non rispondono agli stereotipi fisici della moda del momento . La loro enorme simpatia, l’agilità nel ballo, la bontà d’animo, l’altruismo e l’intelligenza riescono a far si che i bei ragazzi ambiti da tutte, si innamorino di loro, sbaragliando la concorrenza delle ragazze belloccie, viziate e sofisticate.

Son rimasta davvero sorpresa dalla qualità dello spettacolo curato nei minimi particolari: dalle coreografie ai costumi, dalla musica (rigorosamente dal vivo) ai giovani cantanti e ballerini. Per non parlare del trucco e parrucco! Ho faticato a capire che i ragazzi di colore in realtà erano solo truccati. I cambi di scena erano velocissimi grazie ad un elemento rotante centrale, e alle luci. Gli stessi componenti della compagnia spostavano in maniera silenziosa e con grande agilità l’attrezzeria, evitando così di interrompere l’attenzione dello spettatore.

La protagonista Cristina Melis nel ruolo di Tracy, e suo fratello Giacomo nel ruolo di Edna hanno respirato musica e teatro fin dal grembo materno.  Averli visti nascere e poi vederli ieri sulla scena così bravi e disinvolti mi hanno veramente emozionata.

Cristina Melis ha anche firmato la regia in collaborazione con Alessia Melis la quale ha creato le belle coreografie. La preparazione del coro è sempre di Cristina ma con la collaborazione di Andrea Pes.

Bravissimi tutti i co-protagonisti e i comprimari-caratteristi; ognuno nel suo piccolo è stato determinante per la buona riuscita di questo spettacolo.

Notevole la  Maybelle di Alessia Melis che ha  interpretato emozionando,  I know where i’ve been,  forse il momento più alto di tutto lo spettacolo anche dal punto di vista coreografico.

Fra le tantissime cose belle c’è stato però un piccolo neo: la musica dal vivo (grande merito per questo), in alcuni momenti  sovrastava la recitazione e a volte il canto. Un problema comunque risolvibile  per un prossimo spettacolo, facendo maggiore nell’equilibrare l’amplificazione.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Se siete appassionati di Musicals questo è un evento da non perdere.  La compagnia teatrale Elliot presenta :

Fat is… Beautiful! Una favola degli anni ’60

Lasciati trasportare dai ritmi e dai colori dei favolosi anni ’60!!! Un’esilarante e commovente storia che ti appassionerà fino all’ultimo secondo!

Interamente suonato (con band sul palco) e cantato dal vivo, lo spettacolo vedrà avvicendarsi sul palco 60 ragazzitra ballerini, cantanti, attori e musicisti!

Quando???

  il 31 Ottobre, 1 e 2 Novembre 2014! 

“Fat is Beautiful”: sullo sfondo degli anni ’60 e della giovane società americana di provincia affascinata dalle possibilità del neonato mezzo televisivo e alle prese con le problematiche della discriminazione razziale, si intreccia una storia divertente e appassionata, un inno alla libertà e al potere unificatore della musica e del ballo. Un gruppo di sessanta elementi tra ballerini, attori, cantanti e musicisti trascineranno il pubblico nel decennio più emozionante e amato del secolo scorso, in un vortice di balli ed abiti coloratissimi, scene all’insegna della verve comica e momenti intensi della musica black. Una vera e propria occasione per gli amanti del musical e della musica in generale – tutte le musiche saranno suonate e cantate dal vivo –  e per tutti coloro che vogliano godere di un evento unico nel suo genere all’interno dell’offerta degli spettacoli teatrali della nostra città.

La compagnia teatrale EllioT, nata nel 2008 dal sogno di un gruppo di giovani accomunati dalla passione per il teatro e la musica, è al suo quarto spettacolo musicale. “Welcome to the musical”, andato in scena lo scorso anno, ha sbancato il botteghino dei teatri locali che lo hanno ospitato: la compagnia è ora pronta a regalare al pubblico nuove, esilaranti ed indimenticabili emozioni.

prenotatevi subito perchè quando la compagnia Elliot rappresenta , i posti si esauriscono velocemente!

Costo del biglietto:
PLATEA: 18 euro
GALLERIA: 16 euro

Per informazioni e prenotazione biglietti:
per il Venerdì chiamate il 3288086308
per il sabato chiamate il 3296495224
per la domenica chiamate il 3202821950

oppure inviate una email all’indirizzo
elliotcompany@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi!!!

Cagliari  Teatro Massimo ore 21

Si ricorda che nei giorni degli spettacoli, per cui 31 Ottobre, 1 e 2 Novembre, a tutte le persone che si presenteranno con il biglietto del nostro spettacolo presso la Pizzeria “Il Teatro” , verrà applicato il 10% di sconto

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Il gruppo, nato a Londra nel 1965, viene fondato dal cantante e chitarrista Roger Keith “Syd” Barrett, dal bassista George Roger Waters, dal batterista Nicholas Berkeley “Nick” Mason e dal tastierista Richard William “Rick” Wright.

Nel 1968 si aggiunge al gruppo il chitarrista David Jon “Dave” Gilmour, che sostituisce Barrett, costretto da problemi psichiatrici esacerbati dall’uso didroghe pesanti ad abbandonare il gruppo.

Ieri sera Polly Samson, moglie di David Gilmour ha twittato una notizia che forse nessuno si aspettava, l’uscita di un nuovo album dei Pink Floyd.
L’album si intitolerebbe “The Endless River” e dovrebbe uscire ad Ottobre.

Inoltre a Maggio, la storica corista dei Pink Floyd, Durga McBroom- Hudson, aveva postato questa foto dallo studio di registrazione.

Non c’è però ancora nessun comunicato ufficiale ma chi ha amato questo gruppo spera davvero di poter riascoltare un nuovo lavoro dei Pink Floyd.

Fonte: http://www.comingsoon.it/

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments 1 Commento »

Si intitola “BACIO“ il nuovo singolo dei D-STORTA. Questo brano è stato pubblicato in attesa del secondo album della band, il quale è attualmente in lavorazione. Un video semplice e diretto che traduce in immagini l’essenzialità della canzone.

“Bacio è il singolo che descrive una rinascita.
Nei momenti più difficili, quando ansie e preoccupazioni aumentano, nei periodi che sembrano andare sempre per il verso storto, bisogna ricominciare a stare bene partendo dalle piccole cose, e niente è più adatto di un bacio.”
Da oggi è disponibile sul canale YouTube ufficiale dei D-STORTA!

I D-STORTA sono progetto Indie-Rock nato nel 2010 e formato da Christian Sarritzu (Voce e chitarra) Pierlorenzo Zodio (Basso e cori), Biagio Di Pinto (batteria) Giacomo Cossu (sintetizzatori), Marco Mantione (chitarra).
Il 21 Marzo 2011 viene pubblicato, con l’etichetta barese “Nomadism”, “Un colpo di pistola”, disco che contiene 10 tracce inedite interamente scritte dalla band. Il primo singolo “Cerchi”, entra subito nella “Indie Music Like”, la classifica di gradimento più importante per la musica indipendente italiana. Il singolo rimane in classifica per 13 settimane. Da qui la direzione del M.E.I (Meeting etichette indipendenti) propone alla band uno showcase in occasione del MEDIMEX, la fiera delle musiche del mediterraneo, tenutasi dal 29 novembre 2011 al 2 dicembre 2011 a Bari. Nel dicembre 2011 Mario Riso (Rezophonic) seleziona i D-STORTA per registrare una puntata della trasmissione “Sala Prove”, in onda su Rock TV.
Ad Aprile 2012 la band partecipa a : L’Unione Sarda & Ichnusa Special Contest , il concorso musicale per artisti sardi giunto
alla seconda edizione. I D-STORTA si aggiudicano il “Premio della critica”. In quell’occasione condividono il palco con Casino Royale,
Malika Ayane e Jon Spencer Blues Explosion.
A Novembre 2012 i D-STORTA partecipano al Premio Donida, concorso, quest’anno alla quarta edizione, che nasce nel 2009 in memoria dell’autore Carlo Donida Labati comeopportunità, per i giovani compositori, di accedere al mondo della musica, arrivano in finale e vincono il premio “LA COMPAGNIA” BMG Rights Management che offre al vincitore un contratto editoriale con la Major discografica.


YouTube Video


Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

http://www.festaeuropeadellamusica.it

Oggi 21 giugno 2014 ricorre la Festa Europea della Musicasaranno numerosi gli eventi dedicati a questa importante giornata. Una grande festa popolare che permetterà a chiunque di mettere in scena la propria creatività e la propria arte, in uno spirito di profondo divertimento e aggregazione.

Il Comune di Milano ha messo a disposizione ben 150 i luoghi per accogliere al meglio artisti e musicisti con uno spettacolo collettivo e ininterrotto di 6 ore. Si partirà alle 18 e il tutto andrà avanti sino alle 24.

La Festa Europea della Musica di Roma invece, è l’evento di apertura dell’ Estate Romana: la kermesse musicale del Solstizio d’Estate che regala oltre 200 concerti completamente gratuiti, di tutti i generi musicali, sull’intero territorio della città. Dal centro alla periferia, è tutta coinvolta nella manifestazione.

La FESTA si svolge in piazze famose, Chiese prestigiose, luoghi storici e palazzi nobiliari, cortili e chiostri, giardini e parchi, nonché sedi di Istituzioni pubbliche e private, musei ed aree archeologiche, ma anche botteghe artigiane, sale da the e centri culturali, hotel e librerie, pub e locali di musica dal vivo.(in questo link tutto il programma romano)

Da Parigi a Barcellona, passando per Praga, Bruxelles, Istanbul, Roma e altre città, la Festa Europea della Musica torna anche a Cagliari, ed è stata organizzata dal Conservatorio di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina. Ecco di seguito tutto il programma.

 

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Una vittoria annunciata quella di Suor Cristina,  ieri, nella trasmissione The Voice. Era prevedibile che intorno a lei ci sarebbe stata tanta curiosità , e la RAI questo lo ha fiutato da subito. Uno specchietto per le allodole niente male.

Però la ragazza ha delle doti canore. Si, è vero,  c’era di meglio. Ma lei, a mio avviso, ha meritato in ogni caso la vittoria perchè ha sempre cantato bene, col cuore, espressiva e gioiosa, caratteristiche che hanno conquistato prima di tutto i suo coatch J-Ax e poi il pubblico. Col pezzo inedito “Lungo la riva“, (spiritual scritto da Neffa) ha colpito nel segno. Diventerà il tormentone delle gite  e non solo.

Purtroppo ieri, quasi tutti hanno avuto problemi d’intonazione, lei compresa. L’emozione gioca brutti scherzi e soprattutto per l’altro finalista Giacomo Voli (della squadra di Piero Pelù),  è stata forse una delle cause dell’esclusione. Secondo me,avergli fatto cantare Nessun Dorma non è stata una buona idea. Questi arrangiamenti  pop-rock di brani classici così popolari non piacciono,  e quella modifica  nel finale (sopracuto) non ha dato un buon risultato, il suono era stonacchiato e fisso. Nonostante ciò non voglio sminuire il suo grande talento vocale. Lui vincerà nelle vendite del suo indedito e riempirà le piazze delle sue tournée.

Per quanto riguarda gli altri due , devo dire che sono arrivati anche troppo avanti. Giorgia Pino (squadra di Noemi) avrebbe pure una voce interessante, ma nutro dei dubbi sulla naturalezza del suo timbro. Per noi cantanti le caratteristiche di quella voce sono segnali di problemi alle corde vocali. Mi auguro che così non sia. Nel caso basterebbe un buon foniatra, qualche mese di silenzio assoluto e un logopedista.

Di Giacomo Pini (della squadra di Raffaella Carrà), invece, non mi è piaciuto questo suo modo di cantare sempre in falsetto. Ma questi sono gusti personali. Si sa che non tutti possono piacere a tutti. Il fatto che non sia arrivato alla fine significa  che non sono la sola a pensarla in questo modo.

La sorpresa finale poi, ha  lasciato tutti senza fiato. La recita, da parte di Suor Cristina, del Padre Nostro, che ha imbarazzato un po’ tutti, compreso il cameramen che non è riuscito (o non ha voluto)  inquadrare nessuno al di là della suora canterina.

Ecco il video


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Chissà quanti bambini, ascoltando la favola del burattino Pinocchio, avranno pensato che loro non sarebbero mai caduti negli stessi errori! Questa favola è un concentrato di consigli e avvertimenti  su come affrontare i pericoli della vita. Tanti avranno giurato che non avrebbero mai seguito un amico cattivo come  Lucignolo o dato ascolto a persone come il Gatto e la Volpe. Eppure, una volta diventati adolescenti o addirittura adulti, molti di loro, pur sapendo, hanno fatto esattamente il contrario. Molti si sono trasformati in Lucignoli e in tanti sono cascati nelle grinfie di ”Gatti e Volpi”.

Questa è una storia che andrebbe studiata a scuola, sviscerata, discussa, soprattutto nelle scuole superiori dove l’adolescenza, il periodo più di difficile di un giovane ragazzo, avrebbe bisogno di essere illuminato anche da questi racconti ricchi di morale.

Sabato scorso, all’Auditorium del Conservatorio di Cagliari, ho assistito ad un Musical ispirato alla favola di Collodi. Lo spettacolo , di Matteo Martis, compositore, autore e regista, ha ripercorso le varie fasi della celebre favola vista con gli occhi di oggi.

Devo dire che ho trovato geniale questo adattamento, a tratti commovente. Tanti riferimenti alle proposte della vita odierna sul facile successo e guadagno come i Reality televisivi, il gioco d’azzardo  e i rapporti con la malavita.

I protagonisti, pur non essendo tutti professionisti, hanno interpretato i ruoli in maniera impeccabile. Belle voci nei ruoli giusti: Manuel Cossu Geppetto, Giampiero Boi Pinocchio, Ivano Cugia Mangiafuoco, Eva Pagella Fata Turchina, tanto per citarne alcuni.   Conosco perfettamente le difficoltà di una messa in scena di questo tipo ed è per questo che ho potuto apprezzare ancora di più questa grande fatica in ogni particolare: dalle scene realizzate con pochi elementi ma con l’utilizzo della multimedialità ad opera di Daniele Pagella, ai costumi coloratissimi e vari di Marina Tilocca , dai cori vivaci alle belle coreografie di Enrica Demontis ed Elisabetta Musu.

foto di Paola Ruvoli

Cammeo della serata  Simeone Latini , professionista dalla voce calda e dalla dizione perfetta che ha collegato le varie scene accompagnando gli spettatori  dentro la storia.

Complimenti vivissimi a tutti quindi, con la speranza che questo Musical , come detto in precedenza, possa essere rappresentato in tante scuole.

Di seguito alcuni momenti della serata.


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Musical di Matteo Martis “Pinocchio! Tra reale e virtuale compie dieci anni! Per questa speciale ricorrenza torna in scena a Cagliari il 9 e 10 maggio!

E’ possibile acquistare i biglietti in prevendita senza costi aggiuntivi presso “Martis Musica“, via Campania 8, Cagliari, oppure direttamente in teatro il giorno della rappresentazione.

12 euro adulti, 6 euro ridotto under 12.
Posto libero.


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Alzi la mano chi , nella proprie giovinezza, non ha avuto un mito, un artista che ammirava più di altri. Il mio era Ted Neeley. Forse non tutti sanno chi sia, ebbene lui era il protagonista del Musical Jesus Christ Superstar. Ho detto era? No, lo è ancora, nonostante siano passati 40 anni da quella prima volta.

Lo vidi al cinema , con i miei genitori che rimasero delusi dal fatto che si aspettavano un film tradizionale sulla vita di Gesù Cristo e invece si sono ritrovati un musical addirittura in inglese sottotitolato. Mio padre sbadigliava deluso, mia madre cercava di cogliere le cose buone che capiva a metà grazie ai sottotitoli, spiegandocelo ogni due fotogrammi, giusto  per non farci pesare la delusione. Se erano delusi loro e i miei fratelli, io non lo ero per niente . Da allora quel musical ha accompagnato la mia adolescenza ogni giorno, con la mia chitarra. Ne conoscevo ogni brano a memoria e ogni scena nei particolari. All’epoca però non era facile poter vedere una replica, aspettammo forse 5 anni prima di poterlo riammirare, l’unico modo era rivedere le foto pubblicate in qualche rivista e sull’LP, con  le parole e le traduzioni.  La cosa strana è che, diversamente dalla  maggior parte delle mie coetanee che cantavano la canzone di Maria Maddalena, io preferivo le parti maschili, Giuda e Jesus. Mi piaceva l’intensità delle parole, l’estensione vocale, il fraseggio e l’interpretazione.

Ebbene, da domani, a distanza di 40 anni dall’uscita del film, Ted Neeley sarà di nuovo Jesus nel mitico musical, ma a Roma al Teatro Sistina, e con lui ci saranno I Negrita, gruppo musicale italiano, nella parte di alcuni apostoli.

Cosa darei per esserci!

Vi posto di seguito due video: il primo è del film originale e Ted Neeley interpreta il brano più difficile di tutto il musical . Sotto l’artista in una edizione dal vivo a New York, dove, nello stesso brano colma i limiti vocali con una grande interpretazione al punto che gli altri interpreti dietro le quinte non riescono a trattenere la commozione .


YouTube Video


YouTube Video

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Questa è una nuova clip di OneManBand Show di Alberto Sanna: “Canzoni per (r)esistere” ripreso dal vero da Massimo Potenza.

 Lo spettacolo: ALBERTO SANNA – L’Ultimo One Man Band voce/chitarra/armonica/cassa/rullo/charlie … contemporaneamente! NO ALLE BASI / NO AI LEGGII / NO AGLI SGABELLI Un approccio inusuale al “one man show” nel quale Alberto Sanna non utilizza la più tradizionale grancassa sulla schiena, bensì una piccola batteria modificata ad arte per essere suonata con tre pedali, quindi: con le mani la chitarra acustica, con la bocca la voce e le armoniche e con i piedi grancassa, rullante, charleston.

Dicono di lui: Icona del rock sardo, cantautore e musicista poliedrico, dagli esordi degli anni ‘80 con i gruppi storici che hanno tracciato un percorso importante nella storia rock della Sardegna, Alberto Sanna non ha mai smesso di scrivere canzoni e di andare in giro a suonarle, diventando una voce significativa dell’isola contemporanea.

Produzione recente: • 2013 ALBERTO SANNA & FRY MONETI dvd live Musicraiser • 2013 ALBERTO SANNA & FRY MONETI cd live Sardmusic • 2011 ANGELI, SPIAGGE E CANZONI cd L’Unione Sarda • 2009 CANZONI PER (R)ESISTERE cd Sardmusic • 2005 ALBERTO SANNA cd Sardmusic


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Concorso a premi di performance e di arte contemporanea (teatro, danza, musica, poesia, arti figurative, video arte etc.).

Il bando è rivolto sia ad artisti (gruppi o singoli) “professionisti”, sia a giovani under 30 senza qualifica e curriculum artistico, che potranno partecipare in due distinte categorie.

Le candidature complete di tutti i documenti specificati nel bando pubblicato sul sito   http://www.actoresalidos.com/modules.php?name=News&op=news_view&sid=133&newlang=italiandovranno pervenire entro e non oltre il 6 Aprile 2014, in via telematica, all’indirizzo x4mArt.alidos@tiscali.it

I 12 artisti selezionati presenteranno al pubblico e ad una giuria la loro performance presso il Teatro Centrale Alidos, sede operativa della Compagnia. Ai vincitori delle due categorie andrà un premio in denaro.

Inoltre il TAA ha previsto due premi minori come segnalazioni speciali per ciascuna categoria.

Siete tutti invitati a prendere parte alla prima edizione di questo concorso e divulgare l’informazione ai vostri contatti ed amici.

Per maggiori informazioni contattare gli Uffici del Teatro Actores Alidos ai numeri 070 828331 – 8899027, via mail x4mArt.alidos@tiscali.it dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18.

Il Teatro Actores Alidos

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

L’ULTIMO ONEMANBAND vx/chit/arm/cassa/rullo/charlie … CONTEMPORANEAMENTE!
rock, blues, reggae, swing, canzone d’autore & more …
“... a volte faccio anche gli spaghetti “aglio & olio”
(sempre contemporaneamente!)”

Questo è ciò che dice Alberto Sanna che dal 28 febbraio è in tour col suo nuovo album. Di seguito il programma
(ospite DVD live “20 anni di Casa Del Vento”)

3 Marzo @FIRENZE + Claudia Aru trio c/o La Citè
4 marzo @ROMA c/o Crossover (San Lorenzo)

E dice anche:
“… parlo io: “La musica è la mia gabbia e la mia libertà, le canzoni sono il mio pane quotidiano (in tutti i sensi), la voce, la chitarra e le armoniche i miei “arnesi del mestiere” … la batteria poi l’ho sempre suonata, sin da ragazzino … ora però ho deciso di fare tutte queste cose contemporaneamente!
Come dice Marzullo … Lei cosa chiede a se stesso e cosa si risponde? 
L’ho voluta la bicicletta? … E ora pedalo.”

NOTE BIOGRAFICHE
dicono di me:
Icona del rock sardo, cantautore e musicista poliedrico. Esordisce come batterista negli anni ‘70, ma dal decennio successivo è cantante, autore, chitarrista, bassista e armonicista con alcuni gruppi che hanno lasciato una traccia fondamentale nella storia rock della Sardegna. Da allora non ha mai smesso di scrivere canzoni e di andare in giro a suonarle, facendo della musica il punto principe della sua vita e diventando una voce significativa dell’isola contemporanea.
… è recentemente uscito per Sardmusic il suo nuovo lavoro discografico cointestato con il violinista e polistrumentista Francesco Fry Moneti (ModenaCityRamblers/CasaDelVento ecc.) …
Una performance davvero unica questo “one man show” nel quale, in magnifica solitudine, Alberto Sanna suona contemporaneamente:
con le mani la chitarra acustica, con la bocca la voce e le armoniche e … con i piedi, due punti: 
una grancassa, un rullante, un charleston … e in alcuni brani una loop station applicata alla chitarra.
Un originale progetto capace di sposare una particolarissima sensibilità musicale con una spettacolare capacità di coordinazione fisica.
In repertorio una selezione dei brani originali più conosciuti scritti da Sanna, assieme ai classici del rock e del blues di ogni tempo, swing, r’n'r, canzone d’autore …

TRACCE DISCOGRAFICHE
• con Masoko Tanga
1987 MASOKO TANGA mc Masoko
• con T.N.T.
1989 DAL ROCK AL PEGGIO mc TnT
• con High Voltage
1990 CHI TOCCA I FILI MUORE mc Voltage
• con Animanera
1995 IL SOLE NEGLI OCCHI cd Corus
• Alberto Sanna
1997 NOIE AL MOTORE cd Ossidiana
• con All Sun & his Jumpin’ Jivers
2003 LIVE AT MARLIN CLUB cd Ossidiana
• con Radioclash
2004 IN MEMORIA DI JOE STRUMMER 1952/2002 cd Ossidiana
• Alberto Sanna
2005 ALBERTO SANNA cd Sardmusic
• Alberto Sanna
2009 CANZONI PER (R)ESISTERE cd Sardmusic
• Alberto Sanna
2011 ANGELI, SPIAGGE E CANZONI cd L’Unione Sarda
• Alberto Sanna e Fry Moneti
2013 ALBERTO SANNA & FRY MONETI “Sul palco all’FBIclub” cd Sardmusic
• Alberto Sanna e Fry Moneti
2013 DVD live: ALBERTO SANNA & FRY MONETI “Sul palco all’FBIclub” dvd Musicraiser

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

CASTING SPRING AWAKENING – Venezia e Padova

La compagnia Todomodo Music-All seleziona giovanissimi cantanti di entrambi i sessi, da inserire all’interno della produzione di SPRING AWAKENING, nel ruolo di SWING per una delle date del musical al Teatro Goldoni di Venezia (3-6 aprile 2014)

e al Teatro Verdi di Padova (8-13 aprile 2014)

La selezione avverrà attraverso la valutazione dei CV e un’audizione che si terrà al Teatro Goldoni di Venezia martedì 11 marzo 2014.

I ragazzi/e selezionati potranno partecipare, dopo un breve training, alla rappresentazione.

L’inserimento, a carattere di stage, sarà interamente gratuito.

La partecipazione darà diritto a un attestato di partecipazione utile per i personali CV,  oltre al materiale promozionale ufficiale del tour.

Gli interessati possono inviare mail di adesione a:

castingvenezia@springawakening.it

A seguito della quale riceveranno dettagli sull’iniziativa.

Per contatti telefonici: 3332881133

Info:

www.springawakening.it

 www.teatrostabileveneto.it

Synpress 44 Ufficio Stampa:
http://www.synpress44.com 
http://synpress44.blogspot.com

http://www.myspace.com/synpress44
Skype: synpress44
E-mail: synpress44@yahoo.it - synpressinfo@gmail.com

Tel: 0824-312966;

mobili: 349/4352719 (Donato Zoppo) - 328/8665671 (Francesca Grispello)

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Jazz è un genere musicale di origine statunitense nato nei primi anni del XX secolo nelle comunità afro-americane del sud degli Stati Uniti per la confluenza di tradizioni musicali africane ed europee. Caratteristiche peculiari del genere sono l’improvvisazione, la poliritmia, l’utilizzo della sincope e di note swing e di blue note.
Sin dai primi tempi il jazz ha incorporato nel suo linguaggio i generi della musica popolare americana, dal ragtime, al blues, dalla musica di Tin Pan Alley, alla musica leggera e colta dei grandi compositori americani. In tempi più recenti il jazz si è mescolato con tutti i generi musicali moderni anche non americani, come il samba, la musica caraibica e come il rock.

I musicisti e gli appassionati del genere si riunivano in locali di fortuna per poter eseguire ed ascoltare il jazz e forse anche per sottrarsi a quel mondo dorato e razzista che li circondava.

Quasi sempre erano locali di fortuna : sotterranei, cantine, garages. Nascevano così  i jazz club.

Col tempo anche questi questi locali si sono evoluti diventando dei veri e propri club d’élite raffinati nella musica sempre dal vivo, e nella cucina.

Ho avuto modo ieri di poter conoscere finalmente uno di questi locali: il Jambalaya Jazz sito nell’interland cagliaritano, dove alla bella musica è associata  un’ottima cucina, composta da pochi ma raffinatissimi piatti e accompagnata dalla  gentilezza e professionalità del personale.

L’occasione è stata quella di poter riascoltare una brava attrice e interprete come Elena Luisa Pau che ieri sera  ci ha regalato  un concerto di brani  swing,  pop, rock passando per il teatro-canzone e il musical americano  . C’era un po’ di tutto dalle canzoni di Gershwin ai Mattia Bazar, dai Pink Floid,  a  Luigi Tenco e ai Beatles.  L’accompagnava un duo formato da Alessandro Atzori al basso e  Marco Argiolas al clarinetto e sax. Un accompagnamento un po’ anomalo se vogliamo non essendoci una  tastiera, ma devo dire che mi ha sorpreso come questi due strumenti non fossero di fatto un vero accompagnamento ma si fondessero bene con la voce quasi a farne un trio strumentale.

 Jambalaya Jazz  Via Cesare Cabras, 10 - 09042 Monserrato  Chiuso fino a Lunedì 12.45 – 14.45

Telefono 331 348 1436
E-mail info@jazzlounge.it
Sito Web http://www.jazzlounge.it


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

foto Societa.panorama.it

Premetto che io faccio parte di quella schiera di persone che amano il Festival di Sanremo. So che adesso mi arriveranno messaggi di ogni tipo ma io proverò a dare alcune spiegazioni del perchè  non mi metta contro questa manifestazione canora.

Intanto amo la musica e la canzone, quella che mi ha accompagnato fin dalla prima infanzia. Io  vivo di musica e dalla musica.

La canzone italiana ha un suo fascino per come è riuscita a caratterizzare le varie epoche: prima attraverso il grammofono, poi con la radio, i dischi, e la televisione ed infine il web. Le nostre giornate in generale sono scandite dalle canzoni. Molte ci accompagnano fin dalle prime ore del mattino nei nostri spostamenti con la macchina, come colonne sonore delle nostre giornate (pensate ai commercianti) o nei nostri ricordi. Quanti ad esempio hanno visto fiorire il loro amore grazie ad una canzone, ma anche il ricordo di una gita, di un particolare evento.  Diciamo pure che  tutta la musica in generale  fa parte della nostra vita.

Ma avete idea di cosa ci sia dietro una canzone? Di quante persone ci lavorino affinché esca fuori un buon prodotto? Ovviamente, come per tutte le cose ci sono anche le canzoni mal riuscite, ma questo è un altro discorso.

Parolieri, musicisti, arrangiatori, esecutori, ufficio marketing, case discografiche ecc. ecc. tanti posti di lavoro. Se il prodotto non gira nessuno di questi si potrà guadagnare il pane. Ecco allora le macchine che fanno girare e lievitare il prodotto. I grandi eventi, i festivals, gli spettacoli estivi, le tourneé, i concorsi,le trasmissioni televisive. Qui ci sono in gioco milioni di euro investiti da privati, i così detti sponsor . Il Festival di Sanremo è una di queste macchine che, grazie anche alla RAI, ha il potere di valorizzare al massimo il prodotto canzone e naturalmente gli sponsor. La “macchina” si mette in moto molti mesi prima degli eventi pubblici, aiutata anche dalla stampa (altri posti di lavoro).  Quindi tanto lavoro, soprattutto per i precari: operai, sarti, parrucchieri, macchinisti, professori d’orchestra,coristi, musicisti,tecnici, amministrativi che lavorano solo in questo periodo. Lavoro, lavoro per tanta gente.

Ora passiamo al punto compensi. Concordo con chi dice che si devono evitare compensi milionari con i soldi pubblici. Io credo che i compensi non siano solo pubblici ma anzi, la maggior parte arrivino dai privati. Le grandi aziende sganciano i loro soldi solo se sono sicuri di un ritorno, altrimenti nessuno investirebbe il proprio danaro. Il ritorno lo danno i personaggi principali che in questo caso sono i presentatori e gli ospiti. Uno sponsor, come  prima cosa,vuole sapere che riscontro ha un determinato personaggio e poi si decide di investire una somma. Fazio-Littizzetto, personalmente non mi fanno impazzire, a parte qualche sorriso sporadico, ma sono certa che piacciano a diversi milioni di persone. “I due sono molto seguiti ed io investo su di loro“. Così ecco che lievitano i cachet. Infatti le aziende che vorranno sponsorizzarsi saranno tante, gli spazi ridotti e vincerà chi offrirà di più.  Più la manifestazione vende pubblicità, più i grandi nomi avranno compensi elevati.

Il Festival di Sanremo è  ormai famoso  in tutto il mondo, ed il prodotto-canzone arriva facilmente in ogni angolo della terra   aumentando i propri guadagni. Internet poi è il canale di maggior diffusione attuale , con vendite online anche delle canzoni frazionate: arrangiamenti, basi,testi.

Grazie ad Internet quindi anche il mondo della canzone è cambiato, ma la canzone, quella bella, no,vivrà nel tempo anzi, è aria che respiriamo, almeno per me lo è sempre stato e credo che lo sarà ancora.

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Questa mattina sono venuta a conoscenza, tramite un’amica, di un’Orchestra nata da autotassazione e con lo scopo di diffondere la fraternità tra i popoli.  La cosa mi ha incuriosito alquanto. Sono andata subito alla ricerca ed ho trovato queste notizie che voglio condividere con i miei lettori di Musicamore che  non sono a conoscenza di questa bella realtà culturale.

Tutto nasce da un progetto di recupero  dello storico Cinema Apollo di Roma che rischiava di diventare una sala bingo,  da qui Mario Tronco e Agostino Ferrente sviluppano l’idea di creare un’orchestra, denominata appunto  l’Orchestra di Piazza Vittorio. Tutto ha inizio nel 2002 all’interno dell’Associazione Apollo 11, un progetto sostenuto da artisti, intellettuali e operatori culturali che hanno voluto valorizzare il rione Esquilino di Roma, dove gli Italiani sono una minoranza etnica.

L’Orchestra di Piazza Vittorio rappresenta una realtà unica. È la prima ed unica orchestra nata con l’auto-tassazione di alcuni cittadini che ha creato posti di lavoro e relativi permessi di soggiorno per eccellenti musicisti provenienti da tutto il mondo ed ora di fatto nostri concittadini.

Basta guardarli tutti insieme, sul palco, per comprendere quanto possano felicemente rappresentare un messaggio di fratellanza e di pace ben più efficace di proclami, comizi e dibattiti televisivi. Ma al di là del valore politico e sociale L’Orchestra promuove la ricerca e l’integrazione di repertori musicali diversi e spesso sconosciuti al grande pubblico, costituendo anche un mezzo di recupero e di riscatto per  musicisti stranieri che vivono a Roma a volte in condizioni di emarginazione culturale e sociale.

L’Orchestra di Piazza Vittorio debuttò il 24 novembre 2002 con il concerto di chiusura del Romaeuropa Festival.

Il Flauto Magico secondo L’Orchestra di Piazza Vittorio
L’opera di Mozart raccontata come fosse una favola musicale tramandata in forma orale e giunta in modi diversi a ciascuno dei nostri musicisti: Il Flauto Magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio. Nel maggio 2007 la prima fase, l’ouverture, dell’opera, nel 2009 il debutto mondiale dell’opera completa al festival Les Nuits de Fourvière a Lione e, subito dopo, il debutto Italiano al Romaeuropa Festival. Spettacoli in festival e teatri nazionali e internazionali come Parigi, Atene, Barcellona, Napoli, Genova, Bahrein, Helsinki, Aix en Provenne, Amsterdam e Rotterdam, dove l’Orchestra incide il live incluso nel libro Il Flauto Magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio (Ellliot Edizioni, 2010).

Il Giro del Mondo in 80 Minuti
E’ notte sulla banchina del porto di Belesh illuminata dalla sola luna, è ormeggiata una zattera… I viaggiatori in partenza si apprestano a raccontare il mondo attraverso le musica e le loro vicende.
La nuova creazione dell’OPV, ll Giro del Mondo in 80 Minuti, racconta un ideale viaggio di 80 minuti intorno al mondo, attraverso gli uomini, gli artisti e le loro musiche.

Concerti
L’Orchestra di Piazza Vittorio in quasi dieci anni di musica ha girato il mondo. Concerti in tutta l’Italia e all’estero con concerti a New York, San Francisco, Santa Cruz, Los Angeles, Parigi, Londra, Barcellona, Melbourne, Lisbona, Colonia, Hannover, Istanbul, Toronto, Buenos Aires, Tunisi, Mulhouse, Bruxelles, Lussemburgo, Wupertal, Oslo, Helsinki e Stoccolma inoltre alla partecipazioni al Tribeca Film Festival, il Berlin Jazz Festival, e il Feldkirch Music Festival.

Un Film
L’Orchestra di Piazza Vittorio è anche un film, un diario che ne racconta la genesi attraverso la regia di Agostino Ferrente. Premiato in molti festival internazionali, ha conquistato la critica e scaldato i cuori del pubblico in tutto il mondo. Prima proiezione ufficiale: Festival di Locarno 2006 come evento speciale di chiusura.  Cineclub Internazionale Distribuzione

L’Orchestra Oggi
I progetti continuano con una nuova produzione, Il Giro del Mondo in 80 Minuti (prodotto dall’Orchestra di Piazza Vittorio), un nuovo album, L’Isola di Legno (pubblicato dalla Parco della Musica Records), concerti e Il Flauto magico secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio.

Le foto sono tratte del sito http://www.orchestrapiazzavittorio.it

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

 

Una musica può fare

concerti diffusi a sostegno delle vittime dell’alluvione

Cagliari – domenica 29 dicembre – 11,00/23,30

Piccolo Auditorium, Galleria comunale d’arte, Spazio Search, Biblioteca

Universitaria – Sala Settecentesca, Teatro Sant’Eulalia.

PROGRAMMA

Ogni gruppo suonerà per circa mezz’ora. L’ingresso, confidando nella generosità dei cagliaritani, sarà a offerta libera. Ogni spazio sarà gestito

logisticamente da volontari e associazioni che si occuperanno degli ingressi del pubblico, della raccolta dei fondi, dei cambi palco. Tra un set e

l’altro si esibiranno attori e performers. Il programma è suscettibile a variazioni che verranno eventualmente comunicate

 

h 11,00/13,30 – Sala Settecentesca

(Biblioteca Universitaria, via Università)

Yacobaiduo di musica kletzmer

(fisarmonica e violino)

Peter Waters - da Mozart a Bill Evans (piano solo)

Davide Mocci e Alice Madeddu – musica classica

(chitarra e voce)

Andhira – world musica (voci e pianoforte)

h 11,00/13,30 – Galleria comunale d’arte

(Giardinetti pubblici, viale San Vincenzo)

Grazie Fredomaggio a Fred Buscaglione

Loungedelica – duo pop (chitarra e voce)

Andrea Porcu – brit pop (chitarre e voce)

Samba Social Club – musica brasiliana

h 11,30/12,30 – Teatro Sant’Eulalia

(via del Collegio)

Skonk House – funky

Tck – rock e funky

h 14,30/16,30 Spazio Search (largo Carlo Felice)

Buddhafest – cantautori

Nepomuceno Bolognini – cantautore

The Heart & The Void – folk music

Beeside – cantautore

h 16,00/20,00 – Teatro Sant’Eulalia

(via del Collegio)

Bluesmaniac – blues

Rubens Power trio – blues

Bob Forte – blues

Goose Hot Trigger – rock

Escluso il cane – omaggio a Rino Gaetano

Almamediterranea – folk

h 16,30/23,30 – Piccolo Auditorium

(piazza Dettori)

Sphyraena – rock

Herbert Stencil – rock

Lobokassam – punkrock

Greender on Head – rock

Mauro Brai e Arrogalla – musica elettronica

Danilo Casti – musica elettronica

Claudia Aru Trio – world music

Joe Perrino – rock

Ultraviolet – tribute band U2

Armeria dei Briganti - manouche

Zaman – reggae

Ratapignata - rocksteady

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »