Archivio della categoria “concorsi”

Ancora un successo per la giovanissima cantante di Assemini (CA) Laura Aramu, che ha trionfato  in  Romania. Lei ha solo 12 anni ma un grande talento vocale e scenico. Ascoltarla e vederla è sempre uno spettacolo . Ora commovente, ora divertente, riesce ad interpretare ogni parola di ciò che canta.

Ho avuto il piacere di sentirla dal vivo durante un concorso in cui ero membro di giuria  e vi garantisco che anche in quella occasione   il suo primo premio è stato strameritato.

Laura , qualche giorno fa, ha partecipato all’ Euro Pop Music Vision a Bucarest, trionfando nella sezione composizione inedita con la canzone “Tu ci sei”, dedicata al papà. Il brano ideato da Gianna Melis ‘è stato scritto da Ivan Meli, Mauro Nacci e Gianna Melis, e gli arrangiamenti curati da Meli, Nacci e Sandro Savarese e i cori  di Max Sabetta.

Ha solo 12 anni ma ha già al suo attivo un curriculum di tutto rispetto.

Laura Aramu ha iniziato a cantare già dalla scuola materna.  Ha amato da subito la musica classica. I genitori , vedendola danzare sulle note delle più belle sinfonie,  la iscrivono in una scuola di danza classica.  A 5 anni e mezzo entra nell’oratorio  della parrocchia  dove oltre al catechismo si svolgono anche attivita’ teatrali.   Le educatrici  che si sono subito accorte  che oltre al talento teatrale c’era anche quello del canto consigliano bene  i famigliari di iscriverla ad una scuola di canto .

Comincia così a breve a partecipare a varie rassegne e concorsi , sempre con successo.
Fra quelli più importanti si ricorda il Primo concorso nazionale in Sardegna ” Punto in alto” con giuria composta da Anastasi, Franchi e presieduta da Mogol, arrivando in finale vincendo nella categoria Junior.
Successivamente ha partecipato a Sanremo junior arrivando tra i primi 5 con menzione speciale. Poi Sbaragliando Show, presentato da Max Sabetta, vincendo il primo premio che le ha garantito la semifinale Nazionale al Cantagiro con il brano inedito “ Tu ci sei”,  brano dedicato al papa’ e scritto da Gianna Melis, Ivan Meli e Mauro Nacci, con arrangiamenti di Meli, Nacci e Savarese, cori di Max Sabetta.
Nel tour del Cantagiro, è stata vincitrice Regionale.

Laura ha poi partecipato ad altri due importanti concorsi canori: Il Festival internazionale della Citta’ di Uta, dove ha vinto il premio più ambito ” Premio Maria Giovanna Mallei”, e il Festival Citta’ di Elmas  vincendo per la sua categoria.
Grazie al Festival Internazionale Citta’ di Uta, ideato da Susanna Mallei e condotto da Max Sabetta, Laura ha potuto partecipare al Festival internazionale di Bucarest in Romania  trionfando ancora.
Frequenta la terza media che porta avanti con ottimo profitto.

Questa foto è stata scattata dopo l’intervista che  Anna Crecco ( madrina del festival della Citta’ di Uta), ha realizzato al rientro  dal Festival di Bucarest.
Laura è con  Max SabettaGianna MelisAnna Crecco e Susanna Mallei e i genitori

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ieri sera , al Teatro Lirico di Cagliari si è tenuta la Serata di gala dedicata al soprano cagliaritano Giusy Devinu che comprendeva l’esibizione dei finalisti del concorso a lei dedicato e la premiazione dei vincitori.

L’organizzazione del concorso era affidata a Sabino Lenoci che ha anche presentato la serata. Ospiti d’onore Leo Nucci, al quale è stato donato il premio alla carriera “Giusy Devinu“, il soprano Paoletta Marroccu conterranea di Giusy e il baritono Domenico Colaianni collega di palcoscenico di diverse produzioni.

Dopo le presentazioni di rito e qualche ricordo legato a Giusy e alla sua carriera, si sono esibiti i dieci  artisti.

La giuria, formata da Claudio Orazi sovrintendente del Teatro Lirico di Cagliari; Toni Gradsach responsabile delle compagnie del Teatro alla Scala; Dominique Meyer sovrintendente dello Staatsoper di Vienna; Christoph Seuferle direttore Deutsche Oper di Berlino; Paulo Abrao Esper consulente artistico  Opera di Manaus; e dal compositore Marco Tutino, ha esaminato 62 candidati provenienti da tutte le parti del mondo .

I finalisti che si sono esibiti ieri sera sono:  Rubis Natalia,  Nemzer Andrey , Procaccini Davide,  Cappiello Daniela  , Provenzale Titinger Camila , Franchini Nico , Chernii Daria , Mari Marta, Leone FrancescoMarchisio Stefano .

L’orchestra che ha accompagnato gli artisti era quella del Teatro Lirico di Cagliari diretta da Donato Renzetti.

Tutti i cantanti hanno eseguito una sola aria e sono stati giudicati da una giuria popolare (il pubblico con una scheda) e da una giuria tecnica sopra citata. Ho concordato pienamente sulla assegnazione dei primi classificati:

1) Marta Mari, soprano  di bella qualità e ampiezza. Ha eseguito la difficile aria dell’Adriana Lecouver “Io son l’umile ancella“con grande capacità interpretativa. Padrona della tecnica, la ritengo pronta per il palcoscenico.

2) Daniela Cappiello una voce di soprano leggero che avevo già apprezzato in occasione della Campana Sommersa nella stagione al Lirico di Cagliari. Ciò che ha colpito di questa voce è stata l’abilità tecnica a giocare con i colori  su acuti e sopracuti

3) Andrey Nemzer citato come controtenore ma a mio avviso sopranista. Sono molto contenta di questa apertura al concorso. Lui è bravissimo  e ha dimostrato di  essere già padrone della scena oltre che della voce.

La giuria popolare invece ha assegnato il premio al soprano Daniela Cappiello.

Sono stati assegnati inoltre altri due premi messi a disposizione dalla Rivista “L’Opera” : al giovane tenore Nico Franchini e al soprano Provenzale Titinger Camila 

Per le altre voci non voglio entrare nei dettagli. Secondo me alcuni non avevano il brano adatto a valorizzare la propria voce , altri devono rivedere la collocazione del proprio registro vocale. Complessivamente comunque il livello generale era buono.

La seconda parte della serata ha visto protagonista il grande baritono Leo Nucci che con Giusy Devinu ha diviso diverse volte il palcoscenico. In particolare il baritono ha voluto ricordare il bellissimo concerto di Tel Aviv (vedi link) diretti da Daniel Oren, davanti ad un pubblico di centinaia di migliaia di spettatori. Ha poi cantato brani tratti dal Rigoletto e dal Nabucco quest’ultimo in duetto con la mia conterranea Paoletta Marroccu la quale ha eseguito anche l’aria “La luce langue” dal Macbeth con una interpretazione da brivido.

Il terzo ospite, Domenico Colaianni  ha eseguito il brano “Udite o rustici” tratto dall’Elisir d’amore.

Fra i tanti ospiti avrei gradito vedere sul palco , (ma anche in giuria), l’insegnante di Giusy, Maria Casula. La prima e unica maestra che ha sempre incoraggiato l’artista cagliaritana, spronandola a superare le difficoltà senza paura e portandola ad acquisire la sicurezza tecnica  che le ha permesso la vittoria al concorso di Spoleto e il lancio verso una carriera internazionale.

Di seguito un video con l’esibizione dei finalisti. Mi spiace non aver potuto inserire l’esibizione del basso Davide Procaccini  causa motivi tecnici.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments 2 Commenti »

Foto di Priamo Tolu (Teatro Lirico di Cagliari)

Sono arrivati in tanti e da ogni parte del mondo per le fasi eliminatorie del Concorso Internazionale di Canto lirico Giusy Devinu. Tre giorni impegnativi sia per i candidati che per la giuria internazionale che vede componenti Sovrintendenti, Direttori Artistici e Consulenti dei più importanti Teatri del mondo quali, Staatsoper di Vienna, Deutsche Oper di Berlino,Teatro Alla Scala di Milano.

Il concorso culminerà nella Serata di gala, domani sabato 30 settembre alle 20.30 con i 10 finalisti del Concorso, l’Orchestra del Teatro Lirico diretta da Donato Renzetti e ospite d’onore il grande baritono Leo Nucci. 

Ecco i nomi degli artisti che si esibiranno domani nella Serata di Gala

– Nemzer Andrey

– Procaccini Davide

– Cappiello Daniela

– Provenzale Titinger Camila

– Franchini Nico

– Chernii Daria

– Mari Marta

– Leone Francesco

– Marchisio Stefano

– Rubis Natalia

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

LE LINGUE DI TUTTO IL MONDO AL PREMIO ANDREA PARODI 2017

 DIECI FINALISTI IN GARA A CAGLIARI DAL 12 AL 14 OTTOBRE

Dal sabir (l’antica lingua franca mediterranea) all’hem?ince e al turco, dall’arabo al portoghese, dal siciliano al calabrese, dal toscano al gallurese sino all’italiano: ci sono lingue di tutto il mondo nelle canzoni in finale al Premio Andrea Parodi 2017, l’unico concorso italiano dedicato alla world music. La prossima edizione è in programma a Cagliari dal 12 al 14 ottobre al Teatro Auditorium Comunale, con anteprima l’11 ottobre al Jazzino.

Ecco i finalisti con i rispettivi brani:

Aksak Project con “Agouamala” (in sabir),

Davide Campisi con “Piglialu” (in siciliano),

Entu con “Haba” (in hem?ince e turco),

Daniella Firpo con “Destino” (in portoghese),

Musaica con “Inferno V”, (in calabrese),

Frida Neri con “Aida” (in italiano),

Daniela Pes con “Ca Milla Dia Dì” (in gallurese),

Rebis con “Cercami nel mare ????? ??? ?? ?????” (in arabo),

Il Santo con “Magarìa” (in calabrese),

Giuditta Scorcelletti con “Se tu sapessi…” (in italiano e toscano).

La manifestazione, che si avvale della direzione artistica di Elena Ledda, vedrà in scena anche importanti ospiti che saranno comunicati prossimamente. La conduzione sarà a cura di Ottavio Nieddu con la collaborazione e gli interventi di Gianmaurizio Foderaro.

Tutto questo per ricordare Andrea Parodi, un artista passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della World Music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa.

Partner della manifestazione sono: European Jazz Expo (Sardegna), Premio Bianca d’Aponte (Campania), Negro Festival (Campania, Grotte Di Pertosa), Folkest (Spilimbergo, Friuli), Mare e Miniere (Sardegna), Consorzio Cagliari Centro Storico, Jazzino di Cagliari, Boxoffice Sardegna.

Media partner sono Radio Rai, Radio Popolare, Radio Sintony, Unica Radio, Sardegna 1 Tv, Tiscali, Il Giornale della musica, Blogfoolk, Mundofonias (Spagna), Doruzka (Rep. Ceca), Concertzender (Olanda).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall’omonima Fondazione grazie a: Regione autonoma della Sardegna (Fondatore), Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato del turismo, artigianato e commercio; Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari (patrocinio e contributo), Nuovo Imaie, Siae, Federazione degli Autori.

Per maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Il blog Musicamore è il primo sito ad aver creato un  concorso di canto online per voci classiche e moderne, per ben 4 edizioni. Il concorso ha cessato di esistere nel momento in cui sono stati istituiti altri concorsi dello stesso genere. Ma Musicamore, come blog “tematico” è particolarmente attento ai giovani talenti artistici,  prima di tutto del canto, classico e moderno e della musica in generale, e poi in tutte le forme artistiche, e lo fa  mettendo in palio dei premi speciali in occasione di concorsi e manifestazioni.

Anche quest’anno Musicamore sarà presente con un premio  al Primo Festival canoro città di Elmas. Il premio sarà attribuito ad una voce di impostazione classica che può essere anche “vergine”  (cioè senza aver mai studiato),  di qualunque corda: soprano, tenore, mezzosoprano, contralto, baritono e basso , età minima 16 anni. In palio non ci sarà danaro, ma 4 lezioni di canto gratuite presso l’accademia di canto Vi.U.Music Academy, più una borsa porta spartiti. (V.Foto)

Chi crede di avere i requisiti per partecipare , può chiamare l’organizzazione: Pro Loco Elmas 3284461675 oppure Claudio Gasperoni di Art Melody 3496456264

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Nazionale Canto Lirico 

Destinatari

Cantanti lirici italiani dai 18 ai 30 anni

Iscrizione

Quota d’iscrizione €45

Programma

Semifinale. Programma libero contenente due arie d’opera

Finale. Programma libero contenente due arie d’opera

Premi

1° Classificato €500 più due recital da solista con cachet complessivo di €300

Premio Speciale Sa Limba, per la migliore esecuzione di un brano non in lingua italiana €150

Internazionale Canto Lirico

Destinatari

Cantanti lirici italiani e stranieri dai 18 anni in su

Quota d’iscrizione €65

Programma

Eliminatorie. Programma libero contenente due arie d’opera

Semifinale. Programma libero contenente due arie d’opera

Finale. Programma libero contenente due arie d’opera

Premi

1° Classificato €700 più due recital da solista con cachet complessivo di €500

Premio Speciale Puccini, per la migliore esecuzione di un brano di Puccini €150

Informazioni?

Contattaci via email

Vai alla nostra pagina Facebook

Internazionale di Pianoforte

Destinatari

Pianisti italiani e stranieri dai 18 anni

Quota d’iscrizione €55

Programma

Eliminatorie. Programma libero della durata massima di 8 minuti

Semifinale. Programma libero della durata massima di 15 minuti

Finale. Programma libero della durata massima di 20 minuti

Premi

1° Classificato €600 più due recital da solista con cachet complessivo di €500

Premio Speciale Barocco, per la migliore esecuzione di un brano barocco €150

 Premio Sardegna 2017 – Regolamento

 Premio Sardegna 2017 – Moduli

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Mancano pochi giorni alla scadenza del bando dell’unico concorso italiano di world music, il “Premio Andrea Parodi”, organizzato dall’omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda.

La scadenza è fissata al 31 maggio, mentre le finali si terranno a Cagliari dal 12 al 14 ottobre.

Il concorso è gratuito ed aperto ad artisti di tutto il mondo. Le domande di iscrizione dovranno essere inviate tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ).

Dovranno contenere:

- 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare);

- testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;

- curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo);

Il premio consiste in una somma in denaro erogata a copertura di tutti i costi di master class, eventuale acquisto o noleggio di strumenti musicali, corsi e quant’altro il vincitore sceglierà per la propria crescita artistica e musicale, per un importo massimo di 2.500 euro. Per i vincitori del Premio della critica c’è invece la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi. Inoltre, verrà offerta al vincitore l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2018 del Premio Andrea Parodi, dell“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA) e in altri eventi che saranno man mano annunciati.

La dimensione internazionale ormai raggiunta dal Premio è confermata dalla recente presenza al Babel Med Music di Marsiglia e dalla partecipazione a luglio nella Repubblica Ceca al Crossroadsmusic di Ostrava per un incontro in cui si parlerà anche del Premio Andrea Parodi.

La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Le precedenti edizioni sono state vinte nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Per visionare il bando e avere maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

C’è anche una cantante sarda alla finale del concorso per cantautori intitolato a Lucio Dalla, che si terrà domani a Bologna. Lei è Marta Tronci, 15 anni ed il suo brano inedito, Musica addosso, è stato scritto dal poeta sardo Nando Cuccu, musicato da Costa Andrea e arrangiato da Luis Fregapane.

La 5^ edizione del concorso nazionale canoro “Premio Lucio Dalla” in omaggio al grande Maestro e Poeta scomparso è cominciata  il 18 e domani 20 Maggio 2017  si terrà la finalissima. Il concorso ha visto coinvolti tanti artisti provenienti da tutta Italia. Il Premio era riservato a cantautori/trici con brani editi e inediti, duo, gruppi e interpreti con brani ined. La madrina ufficiale del Premio è Claudia Scaglioni, cugina di Lucio Dalla. . I coachlab Manuel Auteri e Renato Droghetti  sono parte integrante della giuria di Finalissima che si svolgerà al Teatro Guardassoni di Via D’Azeglio 55 di Bologna (a pochi metri dalla casa di Lucio).Quartier Generale sarà, anche quest’anno, l’Hotel Michelino (Bologna Fiera) ove si sono svolte le sessioni di laboratorio e semifinali.

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è concluso questo pomeriggio il Festival di Sant’Elia dedicato alla canzone degli anni 50-60. E’ stata una bellissima esperienza soprattutto per i giovani artisti che si sono esibiti davanti ad un pubblico attento e partecipe: gli ospiti della Casa della Mercede sita nel Borgo Sant’Elia a Cagliari.

La severa giuria, formata da 6 ospiti della stessa struttura, ha valutato attentamente ogni cantante  assegnando ad ognuno un voto in base all’esecuzione del brano scelto. A fine serata si è potuto così proclamare un vincitore e stilare una classifica.

Al primo posto si è classificato un duo formato da Desirè Sarritzu e Silvia Depau che ha  cantato  Nessuno mi può giudicare.

Al secondo posto ex equo il soprano Claudia Annis che ha eseguito  Hijo de la luna  e Antonio Atzei  Sapore di Sale. Il terzo posto è stato assegnato ad Alessia Casu con la canzone “Ma che freddo fa“.

Durante il conteggio dei voti, sul palco si è esibito l’ospite della serata, il tenore Francesco Scalas che, nonostante abbia subito un infortunio ha voluto ugualmente mantenere l’impegno preso esibendosi con la romanza “Tu che mi hai preso il cuor“.

La serata era organizzata dal gruppo ARTISTI PER IL SOCIALE, il gruppo di artisti che all’occasione offrono la loro arte per gli “ultimi”.

Desirè Sarritzu e Silvia Depau

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Non si fermano i successi del basso cagliaritano (di Serramanna)  Alessandro Abis. Dopo la vittoria al Festival Internazionale di Spoleto per giovani cantanti lirici, e le sue partecipazioni a diverse produzioni in teatri di prestigio come il Lirico di Cagliari e il Petruzzelli di Bari, ecco ancora un riconoscimento.

Domenica 13 novembre, a Mondovì Piazza, si è tenuta la XXVI edizione del Premio Internazionale “Opera-Città di Mondovì” legata al ricordo del baritono monregalese Domenico Viglione Borghese.

In questa occasione sono stati assegnati due premi: uno al celebre baritono Lorenzo Saccomani (premio alla carriera),  e il secondo al giovanissimo basso sardo Alessandro Abis (voce emergente).

Per la prima volta, l’evento non ha visto la presenza del famoso critico Giorgio Gualerzi, venuto a mancare nella sua Torino lo scorso 20 luglio, ma era presente sua figlia Valeria Gualerzi. .

Nell’incontro pomeridiano di Mondovì, il baritono Lorenzo Saccomani ha ripercorso , con Bruno Baudissone e Giorgio Rampone, le tappe della sua prestigiosa carriera.
Nella Sala Ghislieri invece, il 23enne basso Alessandro Abis ha tenuto un concerto con arie tratte da opere di Rossini (Il barbiere di Siviglia, La pietra del paragone, La gazza ladra, La Cenerentola), Bellini (I Puritani) e Verdi (Macbeth), oltre alla romanza da camera “Preghiera” di Tosti, di cui allego il video.

Al pianoforte il maestro Federico Brunello


YouTube Video


Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

DIECI SUPER-FINALISTI AL PREMIO ANDREA PARODI 2016

LE FINALI DAL 13 AL 15 OTTOBRE A CAGLIARI

Una miscellanea di altissimo livello, con artisti affermati della scena world music internazionale, quella dei dieci finalisti del “Premio Andrea Parodi”, le cui finali sono in programma dal 13 al 15 ottobre 2016 a Cagliari.

Ecco i selezionati (in ordine alfabetico):

Paolo Carrus & Manuela Mameli Quartet (brano “Sa stella”, lingua sarda)

Claudia Crabuzza (brano “L’altra Frida”, lingua algherese)

Domo Emigrantes (brano “Leucade”, lingua salentina)

Lamorivostri (brano “Lamorivostri”, lingua calabrese)

Mau Mau (brano “8000 km”, lingua piemontese)

Mela (brano “Story of Inconsequence”, lingua inglese)

Parafone‘ (brano “Amistà”, lingua calabrese, arabo-egiziana)

Pupi di Surfaro (brano “Li me paroli”, lingua siciliana, italiana, inglese)

Il tempo e la voce (brano “Meravigliusa-menti”, lingua siciliana medievale)

Vesevo (brano “O ‘ Rre Rre”, lingua napoletana)

La manifestazione, che si avvale della direzione artistica di Elena Ledda e che vedrà in scena anche importanti ospiti che saranno annunciati prossimamente, è il solo concorso di world music in Italia.

Si terrà in prossimità del 10° anniversario della scomparsa di Andrea Parodi (17 ottobre 2006), un grande artista passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della World Music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa.

Le precedenti edizioni del Premio sono state vinte nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna, la Fondazione di Sardegna, il Comune di Cagliari, dei Partecipanti Aderenti e degli sponsor.

Partner del Premio sono: European Jazz Expo, Premio Bianca d’Aponte, Negro Festival, Folkest, Nuovo Imaie, Federazione degli Autori, Consorzio Cagliari Centro Storico, Jazzino – Jazz Club Cagliari, Boxoffice Sardegna.

Media Partners: Radio Rai Live 7, Radio Montecarlo, Radio Popolare, Sardegna1, Unica Radio, Tiscali, Il Giornale della Musica, BlogFoolk, Mundofonias.

Per maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

——-

Ufficio stampa:

Monferr’Autore

monferrautore@virgilio.it

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

IRENE GRANDI MADRINA DEL PREMIO BIANCA D’APONTE 2016

DA CUNEO A PALERMO: LE DIECI CANTAUTRICI IN GARA

28 E 29 OTTOBRE, AVERSA

Sarà Irene Grandi la madrina della 12a edizione del Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa, il concorso riservato a sole cantautrici che approderà alle serate finali nella cittadina campana il 28 e 29 ottobre 2016, come sempre con la direzione artistica di Fausto Mesolella.

La cantautrice toscana, che porterà sul palco del teatro Cimarosa i suoi successi, avrà anche il compito di presiedere la giuria del Premio e di reinterpretare uno dei brani di Bianca d’Aponte, l’artista aversana scomparsa prematuramente nel 2003 alla vigilia della pubblicazione del suo primo disco.

A precedere Irene Grandi, nel ruolo di madrina, sono state altre grandi protagoniste della musica in Italia: Paola Turci, Nada, Cristina Donà, Petra Magoni, Rossana Casale, Ginevra di Marco, Mariella Nava, Elena Ledda, Andrea Mirò, Fausta Vetere, Brunella Selo.

A contendersi il più importante riconoscimento nell’ambito della canzone d’autore femminile saranno invece dieci artiste provenienti da tutta Italia.

Ilaria D’Amore di Roma con ‘Infiniti miracoli’;

Giovanna Dazzi di Parma con ‘Orione’;

Marta Delfino di Savona con ‘Abramovic’;

Dominique Fidanza di Lucca con ‘L’aciddruzzu’;

Nicoletta Grazzani di Cuneo con ‘Ad Abelardo, Eloisa’;

Gabriella Martinelli di Bologna con ‘La pancia è un cervello col buco’;

Chiara Minaldi di Palermo con ‘Un’anima’;

Veronica Punzo di Macerata con ‘Il tempo che ho perduto’;

Agnese Valle di Roma con ‘Cambia il vento’;

Clarissa Vichi di Pesaro con ‘Un fiore’.

Le selezioni sono frutto di un mese e mezzo di lavoro del Comitato di Garanzia del Premio. Il Comitato (che in gran parte formerà anche la giuria nelle serate finali) è formato da giornalisti, produttori, autori e musicisti, tra i più importanti del mondo musicale italiano.

Le passate edizioni del Premio sono state vinte da Veronica Marchi e Germana Grano (ex aequo, 2005), Chiara Morucci (2006), Mama’s Gan (2007), Erica Boschiero (2008), Momo (2009), Laura Campisi (2010), Claudia Angelucci (2011), Charlotte Ferradini (2012), Federica Abbate (2013), Elisa Rossi (2014), Irene Ghiotto (2015).

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it

 

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Innanzitutto, chi è Eleonora Vicario?

Eleonora Vicario è la nipote di Jole De Maria, il  soprano , al  quale  è stato   dedicato un prestigioso concorso per voci liriche.

Abbiamo pubblicato un libro dal titolo “Oltre la quinta” nel quale raccontiamo la biografia di questa cantante tenace e studiosa, con i documenti del suo percorso: foto, locandine, contratti… Ha avuto il suo successo tra gli anni 1953 e 1964, anni in cui è stata diretta dai più illustri direttori d’orchestra, al fianco dei cantanti più apprezzati dell’epoca. Poi ha continuato a dare concerti, a incidere dischi e a studiare una tecnica che le ha permesso di passare dalla sua voce di mezzosoprano fino a quella di soprano leggero durante la stessa esibizione, senza perdere morbidezza e colore.”

Mi può parlare in maniera più approfondita di questo concorso per voci liriche?

Il concorso è giunto alla quarta edizione   che, ricordiamo, scade il 20 giugno prossimo.  

Chi è ammesso a questo concorso?

Sono ammessi al Concorso i cantanti di tutti i registri vocali e di tutte le nazionalità. I partecipanti dovranno dimostrare di aver compiuto la maggiore età alla data di svolgimento delle prove del Concorso e non è previsto alcun limite di età. L’Associazione metterà a disposizione il pianista per l’accompagnamento dei partecipanti, che il 22 giugno sarà a disposizione presso la sede del Concorso. Naturalmente sarà necessario prenotare la prova entro il 21 giugno, inviando una e-mail alla Segreteria del Concorso. Tutte le informazioni per partecipare le trovate sul gruppo facebook del Concorso e sul sito ufficiale  www.concorsoliricojoledemaria.eu

Anche se può sembrare presto, può tracciarci un primo bilancio delle passate tre edizioni? Come si è evoluto il Concorso, quali le difficoltà riscontrate e quali invece le positività?

E’ evidente una nostra crescita. Il primo anno è stato più che altro esplorativo, un metterci alla prova, Irene Bottaro ed io, per vedere se le nostre competenze ci avrebbero permesso di organizzare un Concorso lirico. Abbiamo un’estrazione differente, lei mezzosoprano ed io medico, ma insieme abbiamo visto che troviamo idee ed energia. Naturalmente ci lega anche un’amicizia che dura da decenni e che aiuta la sinergia nel lavoro. Lavoro assolutamente gratuito perché arriviamo alla fine del Concorso con il denaro esatto che serve a coprire le spese vive … e non sempre. Il problema dei finanziamenti è quello che limita la nostra fantasia e i nostri desideri: lo svolgimento della serata finale trasformata in uno spettacolo completo, come lo vorremmo costruire, rimane per il momento un sogno irrealizzabile.

 All’evento avete associato una raccolta di fondi per la lotta contro il cancro, ci spiega questa nobile iniziativa come viene sviluppata durante i giorni del Concorso?

La raccolta di fondi verrà effettuata solo durante la serata finale e noi regaleremo libri, dischi, segnalibro e spillette con il logo del Concorso a chi sosterrà la Ricerca sul cancro.

 Da persona che vive la lirica dall’interno, ci racconta del mondo della Lirica in Italia? Lo stato di salute, il riscontro del pubblico, le sovvenzioni dello Stato…

E’ un mondo ingiusto nel quale i musicisti e i cantanti vengono pagati spesso con cifre offensive e nel quale non basta la bravura per emergere. Così si dedicano all’insegnamento, altrettanto sottopagato. Fortunatamente i cantanti si impegnano comunque con serietà e costanza nello studio, seguendo il proprio sogno e il pubblico risponde con la sua presenza nei Teatri dell’Opera. Lo Stato non sembra in condizione di aiutare concretamente la cultura. A questo dobbiamo aggiungere la disonestà dilagante e il clientelismo: per il momento non vedo molta salute nel mondo dello spettacolo.

Da quali Paesi del mondo provengono i concorrenti delle tre edizioni passate? Quali le differenze tra i cantanti – per esempio – coreani e quelli italiani?

Negli anni hanno partecipato cantanti lirici di tutti i registri vocali e provenienti da tutto il mondo: Austria, Bulgaria, Cina, Corea, Croazia, Germania, Giappone, Grecia, Kazakstan,  Messico,  Polonia, Romania, Russia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Turchia, Ungheria e, naturalmente, Italia. La maggior parte di loro era ben preparata ma forse, la differenza fra i partecipanti stranieri -soprattutto orientali- con quelli italiani era nella capacità scenica, probabilmente per le difficoltà di interpretazione in una lingua di cui non possono conoscere le sfumature.

 Quali sono i brani più cantati durante il Concorso? I cantanti possono scegliere le arie che preferiscono?

Nella scorsa edizione, dal Rigoletto di Giuseppe Verdi cinque partecipanti hanno portato l’aria “Caro Nome” e quattro “La donna è mobile”; dall’Elisir d’amore di Donizetti cinque partecipanti hanno cantato l’aria “Una furtiva lagrima”. Gli altri brani più ascoltati sono stati ”Eccomi…O quante volte” da Capuleti e Montecchi di Bellini, “E’ strano, è strano… sempre libera” da La traviata di Verdi e “Regnava nel silenzio” dalla Lucia di Lammermoor di Donizetti, presentati ognuno da quattro partecipanti. Bisogna dire che, per il resto, c’è stata una buona varietà di brani ascoltati, anche perché ogni cantante presentava cinque arie diverse. Come descritto nel Regolamento del Concorso, infatti, durante la prova Eliminatoria il candidato esegue un’aria a sua scelta e una su richiesta della Giuria tra le cinque indicate nel modulo d’iscrizione. Durante le prove Semifinale e Finale il candidato esegue una o più arie a scelta della Commissione, sempre tra quelle indicate nel modulo d’iscrizione.

Per tutte le info sul concorso clicca su questo link http://www.concorsoliricojoledemaria.eu/it/


YouTube Video

 

IV Concorso lirico internazionale Jole De Maria 2016

COMPOSIZIONE DELLA GIURIA

Presidente

Giuseppe Sabbatini

Tenore e Direttore d’orchestra

Tonino Carai 

Compositore e Manager

Florin Estefan

 Baritono e Direttore artistico del Teatro dell’opera di Cluj-Napoca, Romania

Marco Impallomeni

Senior Manager

Stefano Valanzuolo

Giornalista e critico musicale

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il basso Alessandro Abis, giovane cantante sardo di Serramanna, è il vincitore dell’ edizione 2016 del concorso per giovani cantati lirici di Spoleto. Prima di lui, altri cantanti isolani hanno raggiunto i podio del famoso Concorso dello “Sperimentale”, studiando e debuttando nella Stagione Lirica dell’Istituzione. Grandi nomi della lirica internazionale tra cui  Il baritono cagliaritano Angelo Romero, il soprano Giusy Devinu, il contralto Bernadette Manca di Nissa, il soprano Valeria Podda, il tenore Ivano Lecca, il soprano Rossella Ragatzu, il baritono Domenico Balzani,

La commissione era formata da prestigiosi nomi della lirica internazionale  la cui presidente era Edda Moser.

Alessandro Abis, che ha solo 23 anni, si è già fatto notare in altre occasioni.(vedi intervista)  La sua è indubbiamente una voce rara ma sappiamo che solo la voce non basta se non si ha anche una bella dose innata di musicalità e lui nonostante la giovane età ha dimostrato di essere un artista ormai pronto per calcare i palcoscenici dei grandi teatri.

Ha iniziato i suoi studi col baritono Angelo Romero, poi al conservatorio G.P. da Palestrina con Elisabetta Scano, e , durante una masterclass sempre con la Scano ha conosciuto anche il basso Riccardo Zanellato.  Lo scorso anno il maestro Alberto Zedda lo aveva voluto nella sua accademia Rossiniana.

Il Concorso di Spoleto dedicato ai giovani cantanti lirici della Comunità Europea è considerato tra i più importanti concorsi europei a livello internazionale e durante il quale un’apposita Giuria seleziona i candidati; il Corso di preparazione al debutto di cinque mesi riservato ai cantanti vincitori del Concorso e la Stagione Lirica, che si svolge a Spoleto al Teatro Nuovo e al Teatro Caio Melisso, che costituisce il coronamento della preparazione dei giovani cantanti.

Hanno vinto il Concorso dello Sperimentale, studiato a Spoleto e debuttato nella Stagione Lirica dell’Istituzione moltissimi grandi nomi della lirica internazionale tra cui ricordiamo Cesare Valletti, Franco Corelli, Antonietta Stella, Anita Cerquetti, Anna Moffo, Marcella Pobbe, Leo Nucci, Ruggero Raimondi, Renato Bruson, Luciana D’Intino, Mariella Devia, Lucia Aliberti, Marcello Giordani, Natale De Carolis, Roberto Frontali, Giuseppe Sabbatini, Roberto De Candia, Sonia Ganassi, Norma Fantini, Daniela Barcellona, Marina Comparato.

Da alcuni anni il Teatro Lirico Sperimentale realizza, in collaborazione con la Regione Umbria, la Provincia di Perugia, il Comune di Spoleto e il Fondo Sociale Europeo corsi di alta formazione per maestri collaboratori e professori d’orchestra.

Ecco i nomi di tutti i vincitori dell’edizione 2016

CONCORSO PER GIOVANI CANTANTI LIRICI 
“COMUNITA’ EUROPEA” 2016

I VINCITORI:

ABIS Alessandro, BASSO
MARINI Mariangela, MEZZOSOPRANO
INTAGLIATA Sara, SOPRANO
MAZZOLA Giulia, SOPRANO
BAGALA’ Maria, SOPRANO
PINNA Annapaola, MEZZOSOPRANO
LIVI Federica, SOPRANO

Tag:, , , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Non riesco ad accettare i pronostici per il Festival che sono fatti ad hoc per pilotare le giurie popolari. Personalmente sono rimasta colpita da Noemi. Elegantissima in abito nero lungo, pettinata come una diva degli anni 30, Noemi aveva un trucco che evidenziava i suoi occhi chiari e le unghie cortissime laccate di rosso.  Amo particolarmente la  sua voce così diversa da tutte. Una voce profonda e allo stesso tempo espressiva che non ricerca il successo nell’acuto facile ma nella sua originalità. Il testo scritto da Masini è una garanzia. Il titolo “La borsa di una donna ” la dice tutta.

Vi posto subito di seguito il video con le parole


YouTube Video

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Offerte per servizio di formazione e assistenza per procedure appalti

La Fondazione  Teatro Lirico di Cagliari intende acquisire preventivi per la formazione in house del personale e affiancamento per l’espletamento delle procedure connesse al corretto adempimento della normativa in tema di appalti pubblici.

In particolare si richiede un supporto formativo all’ufficio per la fase della programmazione degli acquisti e indizione delle singole procedure, redazione di bandi, disciplinari, capitolati, contratti di appalto e modulistica, partecipazione del consulente alle sedute di gara per consentire l’esatto adempimento delle procedure, supporto al RUP e all’amministrazione per tutta la durata della procedura.

Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12 del giorno 11 settembre 2015 a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: posta-certificata@pec.teatroliricodicagliari.it

L’aggiudicazione verrà fatta al miglior prezzo complessivo offerto.

La Fondazione si riserva di aggiudicare anche in caso di unica offerta valida o di non procedere ad alcuna aggiudicazione.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

L’estate è un periodo in cui pullulano concorsi e manifestazioni soprattutto  di bellezza e di canto. Anzi, queste in genere si fondono, e con esse  le commissioni giudicatrici,  quelle persone “esperte” che, contattate dall’organizzazione, si mettono a disposizione per entrare a far parte delle giurie tecniche siano esse per cantanti, ballerini, top model o future Miss.

Quest’anno mia figlia, dopo un lungo periodo di fermo, ha deciso di riprendere a cantare.  La sua passione è la musica leggera ed in particolare il genere blues. Per accontentarla, visto il buon esito scolastico, ho deciso di seguirla in quest’ avventura estiva. Ovviamente la mia attenzione, oltre che su di lei, si è concentrata sui giudizi tecnici delle giurie .

In diverse occasioni mi sono chiesta con quale criterio queste giurie vengano composte. I concorsi cui mia figlia ha preso parte sono stati due. Sia nel primo che nel secondo, i giudizi su alcuni brani da lei eseguiti, sono stati molto contraddittori.

Ora faccio io la giurata dei giurati.

Innanzitutto mi soffermo sull’uso della terminologia, che dovrebbe essere adeguata  affinché si possa essere credibili. Non si può sentire quello che usa la parola forte al posto di veloce o acuto! Orrore! Forte sta esclusivamente per volume: forte o piano  . La velocità riguarda il tempo, il ritmo. L’acuto o il grave riguarda l’estensione della voce.

Ciò che mi ha veramente sconcertato è stato il giudizio verso mia figlia dove, la giuria del primo concorso, la contestava per  il brano eseguito giudicandolo all’unanimità inadatto al suo “tono” di voce   (forse voleva dire alla sua tessitura, al suo colore, timbro vocale),  consigliando poi di dedicarsi ad altro genere. Lo stesso brano, eseguito nel secondo concorso e poi in un’audizione privata, e quindi con giurie ancora differenti, veniva apprezzato come brano ideale per la sua voce col consiglio di proseguire in quel filone.

Insomma amici, mettetevi d’accordo. Capisco che molti artisti, anche se non titolati, possano comunque essere in grado di dare un giudizio perchè la loro esperienza è cresciuta direttamente sul campo, però, perchè non si ritorna alla vecchia abitudine in cui il giurato esprimeva il proprio parere al candidato in maniera privata? Giudizi  (e lo ripeterò all’infinito) che devono essere consigli costruttivi, affinchè l’artista abbia strumenti per migliorare e non per entrare in depressione.

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Una vittoria annunciata e meritata quella dei tre ragazzi del trio “Il volo“. La loro è stata una buona esecuzione dove hanno messo in evidenza le loro doti musicali e vocali. Tante le polemiche su questo trio soprattutto per il fatto che si spaccino per tenori. Come ho detto in precedenza i tenori sono altra cosa. Non mischiamo il diavolo con l’acqua santa. Loro hanno una voce impostata nello stile del cantante lirico ma ciò non significa che lo siano. Per fortuna il loro repertorio è composto  in prevalenza da canzoni e cover tratte dal repertorio della musica leggera e pop. Nel mondo della lirica si grida  allo scandalo per questa vittoria. Mi pare un po’ esagerato. Personalmente li vedo come tre giovani calciatori ben pagati a cui l’allenatore della nazionale (Placido Domingo) ha dato il suo benestare  incoraggiando a non mollare e a proseguire lo tudio della tecnica in maniera consapevole. Il successo a 20 anni può far perdere la testa.

I ragazzi devono sempre tener presente che la voce (elemento principale del loro successo),  proviene da uno strumento molto delicato che non si può sostituire in caso di “guasto”.  Se questo sarà il loro lavoro devono sapere che ci sono elementi come l’alcool, le droghe, lo stress, il poco riposo e il cibo spazzatura che possono influire sulla resa vocale . Lo stile di vita è importantissimo e con esso lo studio periodico con un bravo maestro.


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Festival di Sanremo è una di quelle manifestazioni che si ama o si odia. Le vicissitudini e le polemiche che lo hanno accomnpagnato per ben 64 edizioni  lo hanno reso popolare nel mondo e con esso pure  molti cantanti che vi anno partecipato. Basti pensare ad esempio a Gigliola Cinquetti e Domenico Modugno, ai più recenti Eros Ramazzotti, Andrea Boccelli, Laura Pausini tanto per citarne alcuni, che sono nati proprio qui nel popolare Festival della Canzone italiana.

Il festival poi, ha una sua storia evolutiva anche dal punto di vista della tecnologia. Ci sono stati gli anni della sua nascita attraverso la divulgazione via radio e poi quelli della TV in bianco e nero (i miei ricordi di bimba sono molto nostalgici in proposito) , quelli  della TV a colori (forse il periodo più nero dal punto di vista della popolarità) e infine i tempi moderni, quelli del web. Tutti momenti con pregi e difetti che però hanno tenuto in vita questo mitico concorso canoro.

C’è però chi definisce il Festival di Sanremo  una inutile macchina mangia soldi. Manifestazioni di diverso tipo sono altrettanto dispendiose ma solo perchè amate da altro pubblico non si detestano, vedi ad esempio i campionati di calcio.

Al Festival di Sanremo ci sono passati tutti, proprio tutti: direttori d’orchestra, compositori, cantanti lirici , attori, campioni dello sport ecc. ecc. fra i più popolari. Pensate ad esempio ai celebri tenori Giuseppe Di  Stefano nel 1965 e Mario del Monaco che salì sul palco sanremese nel 1975. Dieci anni dopo , ci sarà  Katia Ricciarelli che sarà accompagnata al pianoforte da Amedeo Minghi con la canzone Il profumo del tempo arrangiata da Ennio Morricone; nel 2011 il soprano Susanna Rigacci conosciuta come interprete delle musiche di Ennio Morricone  e ancora, il soprano Daniela Dessì, il tenore  Luca Canonici.  

Una cosa è certa, io sono fra quelle che lo ama  per le canzoni e per le musiche . Tutto il resto è noia, come diceva la buonanima di Franco Califano.

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Al via il nuovo bando dell`unico concorso italiano di world music, il “Premio Andrea Parodi”, organizzato per il settimo anno dall`omonima Fondazione e la cui fase finale e` prevista a Cagliari dall`8 al 10 ottobre, con la direzione artistica di Elena Ledda. 

Per iscriversi c’è tempo fino al 31 maggio, tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it: occorre essere maggiorenni e autori o coautori del brano in gara. Il concorso è gratuito ed aperto ad artisti di tutto il mondo

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

L’Associazione Musicale “Europa InCanto” indice audizioni di canto lirico finalizzate alla messa in scena dell’opera “LA TRAVIATA” di G. Verdi che sarà realizzata in forma ridotta con accompagnamento al pianoforte, nei mesi di Aprile – Maggio 2015 presso il Teatro Argentina di Roma e il Teatro Comunale “Mario del Monaco” di Treviso. Tale messa in scena rappresenta la fase finale del progetto didattico musicale Scuola InCanto, ideato per la diffusione dell’opera lirica tra i più giovani e rivolto agli studenti delle scuole dell’obbligo.

Le audizioni si terranno nei giorni mercoledì 11 marzo e giovedì 12 marzo presso il Teatro Argentina di Roma, in Largo Argentina n.52 – 00187 Roma

Si prenderanno in esame le vocalità per i ruoli di:

  • Violetta Valéry (soprano)
  • Flora Bervoix, (mezzosoprano)
  • Alfredo Germont (tenore)
  • Giorgio Germont, (baritono)
  • Gastone, (tenore)
  • Il barone Douphol (baritono)
  • ll marchese d’Obigny (basso)

La Commissione esaminatrice, presieduta dal M° Angelo Gabrielli, Manager aritistico e direttore dell’Agenzia “Stage Door Opera Management” e composta da altre personalità del settore artistico, valutera? i candidati in base alla loro preparazione vocale e scenica. Le decisioni della Commissione sono inappellabili.

L’esito dell’audizione sarà comunicato successivamente solo ai candidati risultati idonei. I cantanti selezionati parteciparanno nel mese di Aprile 2015 a corsi e masterclass di perfezionamento incentrati sulla messa in scena dell’opera La Traviata. In base al ruolo assegnato verrà stabilito il calendario con impegno di prove e recite.

PROGRAMMA AUDIZIONI:

Ai candidati è richiesta obbligatoriamente l’esecuzione a memoria di numero DUE ARIE tratte dal repertorio lirico italiano, di cui

  1. un’aria d’opera a scelta dei seguenti autori: Rossini, Bellini, Donizetti.
  2. un’aria tratta dal repertorio operistico verdiano. Ogni candidato ha facoltà di presentare il ruolo intero per cui si presenta. Per i candidati ai ruoli di Violetta Valery, Alfredo Germont e Giorgio Germont è d’obbligo l’esecuzione delle seguenti arie:

-       Violetta: “È strano! È strano…Follie! Delirio vano è questo…Sempre libera”

-       Giorgio Germont: “Di Provenza il mar, il suol”

-       Alfredo Germont: “De’ miei bollenti spiriti”

Sarà facoltà della commissione chiedere al candidato di ripetere del tutto o in parte l’esecuzione dei brani ed eventualmente di eseguire vocalizzi adatti alla propria vocalità.

L’Associazione metterà a disposizione un pianista accompagnatore, ma è facoltà di ogni candidato essere accompagnato, a proprie spese, da un pianista di fiducia.

I candidati sosterranno l’audizione a titolo gratuito senza alcun tipo di rimborso. Europa InCanto si riserva la facolta? di effettuare video e audio registrazioni delle audizioni, e di utilizzarle, in parte o integralmente, per scopi promozionali senza corrispondere onorari di alcun genere ad alcun interprete.

La richiesta di candidatura o di eventuali informazioni deve essere inviata all’indirizzo di posta elettronica: info@europaincanto.it entro il giorno 06 marzo 2015 con indicato:

  • DATI ANAGRAFICI con recapito telefonico e mail personale
  • il RUOLO per cui si richiede la candidatura
  • indicazione dei BRANI che saranno eseguiti in audizione
  • AUTORIZZAZIONE ai dati personali ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003.

Inoltre le richieste di candidatura dovranno contenere i seguenti allegati:

  • spartiti dei brani che si intende eseguire in formato pdf
  • fotocopia del documento d’identità e codice fiscale/tessera sanitaria in formato pdf
  • n. 1 foto figura intera
  • curriculum vitae con le esperienze nel settore

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Cantare fa bene e questo è un dato di fatto. Quando ci si sente un po’ giù il detto “canta che ti passa” funziona sempre. Ma a volte gli appassionati della voce e della musica in generale hanno desiderio di poter cantare anche davanti a qualcuno che dia loro dei consigli e se poi c’è anche un po’ di pubblico questo non guasta. Ecco che allora nascono i piccoli concorsi locali aperti a qualunque età, organizzati anche con lo scopo della socializzazione. Generalmente hanno la durata di qualche settimana e questo permette , a chi li frequenta, di conoscere nuovi amici  con i quali cenare in compagnia scambiando punti di vista e passioni comuni. Le commissioni di questi concorsi stimolano i concorrenti a migliorare   dando suggerimenti tecnici e consigli sul repertorio. Deus ex machina di questo genere di concorsi è Claudio Gasperoni, che ha una lunga esperienza come direttore artistico di questi e altri concorsi di maggiore portata.

Intanto si è conclusa la prima fase del concorso dedicato agli over ’40 che ha premiato tre appassionatissimi del canto: 1° classificato è  Ignazio Milia, al 2° posto   Gianluigi Lecca e 3°  Ugo Marongiu . 

Il concorso , avrà ancora una finalissima Martedì 3 Febbraio e una Superfinale il 10 Febbraio, dove si sfideranno OVER e UNDER 40.

Il concorso si svolge presso il ”B&B (Biliard and Break) Pub/Bisteccheria”
Assemini (CA) – Via Goceano n.23
Prenotazioni: cell. 329/4512769 – 327/5749382

Claudio Gasperoni fra gli artisti Fabrizo Palma e Claudia Tronci durante il concorso estivo del Festival di San Lussorio

Foto di Gianfranco Boi

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »