Archivio della categoria “Argomenti vari”

Il blog Musicamore è il primo sito ad aver creato un  concorso di canto online per voci classiche e moderne, per ben 4 edizioni. Il concorso ha cessato di esistere nel momento in cui sono stati istituiti altri concorsi dello stesso genere. Ma Musicamore, come blog “tematico” è particolarmente attento ai giovani talenti artistici,  prima di tutto del canto, classico e moderno e della musica in generale, e poi in tutte le forme artistiche, e lo fa  mettendo in palio dei premi speciali in occasione di concorsi e manifestazioni.

Anche quest’anno Musicamore sarà presente con un premio  al Primo Festival canoro città di Elmas. Il premio sarà attribuito ad una voce di impostazione classica che può essere anche “vergine”  (cioè senza aver mai studiato),  di qualunque corda: soprano, tenore, mezzosoprano, contralto, baritono e basso , età minima 16 anni. In palio non ci sarà danaro, ma 4 lezioni di canto gratuite presso l’accademia di canto Vi.U.Music Academy, più una borsa porta spartiti. (V.Foto)

Chi crede di avere i requisiti per partecipare , può chiamare l’organizzazione: Pro Loco Elmas 3284461675 oppure Claudio Gasperoni di Art Melody 3496456264

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

“Agli inizi degli anni ’60, sul palcoscenico del Teatro Duse di Genova, mi capitò di assistere ad uno strano progetto teatrale-cabarettistico condotto da un folletto in calzamaglia nera ed un caschetto di capelli biondo cenere, che, appoggiata al pianoforte, ci invitava a giocare con i testi dei più importanti autori del momento – Pasolini, Flaiano, Moravia, Arbasino, Fabio Mauri, Mario Soldati, Franco Fortini, Goffredo Parise, Camilla Cederna, Giorgio Bassani, scritti apposta per lei, e con la regia di Pippo Crivelli.

Come c’era riuscita? Soltanto molti anni dopo, conoscendola un po’ da vicino, mi resi conto di quale tremenda mantide religiosa fosse questa donna, capace di strappare quelle composizioni da mani tanto prestigiose dopo mesi di assedio estenuante, ossessivo, inesorabile. Si diceva anche dopo numerosi passaggi in camera da letto. Era, per me, il primo esempio di cabaret-letterario, e fu un’esperienza indimenticabile. Alcune di quelle canzoni – musicate da compositori come Fiorenzo Carpi, Gino Negri, Franco Nebbia, Piero Umiliani, Luciano Chailly, Piero Piccioni – mi rimasero impresse nella memoria per anni, man mano che si sviluppava la sua fama di rompiscatole intelligente, di mangiauomini mai banale. Un’attrice/cantante in grado di inventarsi un repertorio nuovo, rifiutandosi di percorrere strade già battute, inducendo lo spettatore ad alcune riflessioni sullo stato del mondo in cui viviamo.

Il suo legame con Pier Paolo Pasolini, ovviamente platonico ma non per questo meno vitale, la consacrò definitivamente come musa privilegiata della sua poetica, sempre provocatoria e corrosiva nei confronti della banalità imperante (negli anni ’60 c’era chi si scandalizzava per come Jula De Palma aveva cantato al Festival di Sanremo TUA, TRA LE BRACCIA TUE, facendone oggetto perfino di un’interrogazione parlamentare). Col tempo questo repertorio è caduto fatalmente e ingiustamente nell’oblio. Perfino Laura Betti non riusciva più a trovare una copia registrata di quel primo concerto, e ricordo la sua felicità quando, poco prima della scomparsa, riuscii a portargliene una copia nell’appartamento di via del Babuino.

Perciò, riproporre oggi queste canzoni significa ricollocare al giusto posto un frammento della nostra cultura musicale che, partita dalle giovanili esperienze della Betti come cantante jazz, ha raggiunto una consistenza professionale di altissimo livello, aprendo squarci di riflessione sul nostro mondo ancora di straordinaria attualità.”  Marco Parodi

GIRO A VUOTO | Con Elena Pau rivive il cabaret letterario di Laura Betti
Laura Betti, un po’ scherzando, un po’ sul serio, presentava Pier Paolo Pasolini come “il mio fidanzato”… Per sapere come si viveva in quegli anni fra gli inizi degli anni sessanta, in mezzo a tutte le contraddizioni del boom economico, fino alla morte di Pasolini, è veramente necessario non perdere lo spettacolo “Giro a vuoto”, che il regista Marco Parodi ha affidato a Elena Pau, giovane e talentuosa cantante e attrice, e al pianista Alessandro Nidi, nei giorni scorsi al Piccolo Auditorium di Cagliari.
… Ventisei brani fra canzoni e monologhi, che meglio di un saggio ci fanno capire quale fosse il clima intellettuale di quegli anni che, nel desolante presente culturale del nostro paese, rimpiangiamo come si rimpiange e ci si strugge davanti a una foto d’epoca un po’ scolorita. …. A dare forma emotiva, sonora, poetica a questo materiale incandescente un’ottima Elena Pau, che qui regala al pubblico, molto numeroso, una splendida prova di attrice che sa cantare o, se preferite, di cantante che sa recitare, così come scriveva di lei il cantante Fausto Amodei, per sottolineare delle qualità che non sono comuni in una artista, ancora giovane, che sta lentamente approdando alla sua maturità. Merito del successo della serata anche i bei costumi di Salvatore Aresu e il magnifico accompagnamento musicale che vede Alessandro Nidi, uno dei più importanti pianisti italiani, dare corpo a queste difficili partiture per voce, emozione e follia. Enrico Pau su Sardegna spettacoli

GIRO A VUOTO | Gli stornelli intellettuali per Laura Betti

con ELENA PAU alla voce e ALESSANDRO NIDI pianoforte

regia MARCO PARODI

SABATO 19 AGOSTO 2017 


TEATRO CIVICO DI CASTELLO VIA DE CANDIA
ORE 21.00
Biglietto Intero euro 10,00
Biglietto Ridotto euro 8,00


INFO: lafabbricailluminata@gmail.com
puntilassociazione@gmail.com

Nel video sottostante potrete vedere un anticipo dello spettacolo


YouTube Video

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Questo pomeriggio, a Cagliari, presso l’Istituto “Vittorio Emanuele II” di Terramaini, si è tenuto il secondo appuntamento con gli ospiti della casa di riposo. Il primo appuntamento ha visto gli artisti dell’Accademia di canto Vi.U.Music Academy di Cagliari in un programma che comprendeva brani cantati, danzati e recitati tratti dai più famosi cartoon di Walt Disney.

Questo pomeriggio invece si è esibito un Duo vocale, Tore & Giomy, accompagnati dalle loro chitarre, in un programma dedicato alla musica degli anni ‘50 e ’60 italiana e straniera: da Battisti a Celentano , dai Beatles alle canzoni popolari americane . E’ stato poi aggiunto il popolarissimo brano sardo  No poto reposare.

Un programma che è stato molto apprezzato dagli ospiti della casa di riposo tant’è che in diverse occasioni   gli stessi ospiti hanno accompagnato i due artisti canticchiando le canzoni e battendo il ritmo con le mani.

Alla fine del concerto al Duo è stato richiesto un bis e la preghiera di vederli ancora nella loro struttura.

Di seguito un video con alcuni momenti della serata.

 


YouTube Video

Comments Nessun commento »

Se per il 2 settembre alle 21 non avete ancora preso impegni, vi consiglio un concerto frizzante davvero originale. I protagonisti sono “Il cinquetto”,  ensamble vocale con l’accompagnamento del pianoforte. Lo spettacolo porta la firma della compagnia teatrale “Lucido sottile” .

CINQUETTO TIRATO A LUCIDO
- il concerto che sconcerta -

con
FEDERIQUE: Federico Melis
DOTTOREDDA: Carla Caredda
ONI: Stefano Onano
LA RICCIA: Daniela Pibiri
PANDA: Alessandro Ragatzu

Scritto da Tiziana Troja e Maurizio Temporin
Regia Tiziana Troja

Il gruppo vocale “Il Cinquetto” nasce nel 2008 dall’idea di quattro giovani sardi – Carla Caredda, Daniela Pibiri, Alessandro Ragatzu e Stefano Onano – i quali, cresciuti artisticamente insieme in un coro di Selargius, decidono di unirsi per creare un gruppo vocale.
Dopo alcune iniziali collaborazioni con diversi pianisti, il gruppo si consolida in una formazione a cappella. Ma è nel 2012, con l’ingresso del sedicenne pianista Federico Melis, che questo progetto musicale prende davvero forma. Il gruppo – è subito evidente – entra in perfetta sintonia con il nuovo arrivato, creando  quindi l’alchimia giusta che determina l’avvio di una proficua collaborazione.

Punti di riferimento nell’elaborazione delle loro performance sono gli australiani The Idea of North, gli americani Manhattan Transfer e Pentatonix, oltre allo storico Quartetto Cetra.

Il loro repertorio quindi gioca con canzoni di diversi generi musicali che il gruppo propone arrangiate con armonizzazioni a 4 voci e interpretate con un tocco di brio e leggerezza.

Vi posto di seguito un simpatico concerto proposto alla stazione complementare di Cagliari qualche tempo fa.


YouTube Video

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

foto di Gianmarco Auriemma

Maria Antonietta Ventre,  Laura Aramu, Susanna Mallei

Classifica 28° Ed. Festival Internazionale Città di Uta

1° Categoria 4/10 Anni

1° Classificato Mario Donato Vinci
2° Classificato Demo Altana
3° Classificato Roberta Toma

2° Categoria 12/ 16 Anni

1° Classificato Paolo Mameli
2° Classificato Alessia Sassi
3° Classificata Maria Loi

3° Categoria 20/ 32 Anni

1° Classificato Alessio Pizzoni
2° Classificato Mattia Sanna
3° Classificato Luana Bellagente

 Vince il Premio Maria Giovanna Mallei

 Laura Aramu

Vince il Premio Mariele Ventre

  Demo Altana 

Ha presentato la serata Max Sabetta

La giuria era cos’ formata:  soprano Maria Casula , Maestro Andrea Medda Presidente di Giuria , pianista Elisabetta Basciu, maestro Nicola Pisu ITALIA , Adriana Marchese ROMANIA , Enrica Pellegrini MESSICO , soprano Monica Gentina TURCHIA.

Madrina della serata la signora Anna Crecco

Il tecnico del suono e fonico Claudio Gasperoni

assistente Mirco Giannoni

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

 Paolo Mameli prima della sua esibizione con Max Sabetta

 Sono tre i premi che gli allievi dell’accademia di canto Vi.U.Music Academy si sono aggiudicati avantieri al Festival-concorso internzionale città di Uta in provincia di Cagliari

Paolo Mameli e Maria Loi hanno ricevuto rispettivamente il primo e terzo premio per la categoria  junior mentre  il secondo premio per la categoria senior lo ha vinto il cantautore Mattia Sanna.   I tre ragazzi studiano sotto la guida delle insegnanti  Elide Uchesu ed Alessandra Atzori. Paolo e Maria sono alle prime esperienze di esibizioni in pubblico e per loro questi premi sono un incentivo a continuare lo studio con serietà e passione. Mattia  invece è un veterano della scuola. I premi da lui vinti sono ormai tanti e questo è l’ennesimo riconoscimento di una passione nata fin dalla prima infanzia e proseguita grazie al sostegno della sua insegnante Elide Uchesu e naturalmente dei suoi genitori . Per lui a breve si prospettano altre esperienze anche in campo televisivo. In questo caso non si tratta di nuove esperinze in quanto anni fa è stato fra i protagonisti di “Ti Lascio una canzone” e ancor prima ne “Lo zecchino d’oro”.

D’estate si tirano le somme del lavoro svolto durante tutto l’anno. Le occasioni per esibirsi sono più numerose e noi da insegnanti stimoliamo i ragazzi a partecipare per provare così a gestire sempre meglio l’emozione oltre che per socializzare con allievi di altre scuole.  Importantissimo è anche imparare ad accettare  le sconfitte, utili quanto le vittorie per una crescita artistica più solida.

Presentatore delle tre serate del festival è stato il bravissimo Max Sabetta, affiancato da una madrina d’eccezione come Anna Crecco la quale ha trasmesso tutta la manifestazione in diretta dalla sua radio  http://www.oltretuttoradio.it/.

Claudio Gasperoni era il tecnico del suono delle serate.  Ancora una volta ha mostrato di essere tra i migliori fonici della provincia di Cagliari gestendo con competenza e precisione ogni singolo momento dell’evento.

Susanna Mallei organizzatrice del Festival ormai da anni,  ha curato  ogni dettaglio: dalla location alla distribuzione dei premi ma anche straordinaria nell’accogliere  i giovanissimi ragazzi e tutti gli ospiti tra cui Maria Antonietta Ventre sorella della mitica Mariele Oltre ai premi sopra descritti sono stati istituiti altri due premi speciali : il primo dedicato a Maria Giovanna Mallei (compianta fondatrice del festival Città di Uta), che è stato assegnato alla bravissima Laura Aramu; il secondo premio speciale era intitolato a Mariele Ventre  storica direttrice del coro dell’Antoniano di Bologna, il quale è stato vinto meritevolmente dal piccolo Demo Altana.

La giuria era così formata: Maria Casula , Andrea Medda Presidente di Giuria , Elisabetta Basciu, Nicola Pisu ITALIA , Adriana Marchese ROMANIA , Enrica Pellegrini MESSICO , Monica Gentina TURCHIA.

 

Tag:, , , , ,

Comments 1 Commento »

Saranno tre gli artisti che provengono dall’Accademia Vi.U. Music Academy di Cagliari, che si metteranno in gioco questa sera al concorso per giovani voci di Uta (CA) . Un Concorso- Festival molto importante per la provincia di Cagliari che ha una sua storia.

I tre ragazzi, Maria Loi 16 anni, Paolo Mameli 12 e Mattia Sanna 20, sono tutti giovanissimi ma hanno al loro attivo già delle vittorie e partecipazioni a importanti manifestazioni  e spettacoli televisivi regionali e nazionali.

Il Festival Canoro Città di Uta nasce nel 1989, ideato e organizzato da Susanna Mallei : in 21 anni hanno cantato oltre 600 ragazzi preparati da Maria Giovanna Mallei , sino al 2006, quando, con la sua prematura scomparsa, il Festival ha avuto un anno di stanbay , lasciando in quanti l’hanno conosciuta un profondo dolore .
Nel 2008 sua sorella Susanna Mallei , riprende l’insegnamento del canto e la realizzazione del Festival, istituendo, in suo ricordo, ” il premio Maria Giovanna Mallei “, assegnato al più meritevole della serata, indicato/a da una giuria imparziale di musicisti e insegnanti esperti. Il Festival Internazionale Città di Uta , da tantissimi anni rappresenta il fiore all ‘ occhiello della Città di Uta , il suo obbiettivo è quello di promuovere lo scambio culturale e musicale ,con Artisti, Insegnanti, Direttori , Scuole di Musica , con un unico obbiettivo di consolidare l amicizia attraverso la musica ed il canto, tra i concorrenti dei varie nazionalità. Nato nel 1989, hanno partecipato artisti di varie nazionalità, tra cui Malta, Romania, Bulgaria ,Georgia. Nell’ ed.2016 aggiunge il premio “Mariele Ventre” ospite la sorella dell’indimenticabile maestra dello Zecchino d’oro- Maria Antonietta Ventre.

Nel 2017 siamo giunti alla 28^ Edizione e la Madrina di questa sera sarà la Designer Anna Crecco - Partnership: www.oltretuttoradio.it - www.brixiachannel.tv - www.retetop.it - www.eterearte.com - uff.cio stampa Terry Melani

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

The Cry of the Double Bass è la nuova opera da camera  del compositore sardo Sebastiano Dessanay.

L’esordio con la presentazione del terzo atto sarà il prossimo 10 agosto al “Tête à Tête: The Opera Festival”

presso il RADA Studios Theatre di Londra.

Attivo il crowdfunding di supporto alla produzione sulla piattaforma Indiegogo.

 Esordirà il prossimo 10 agosto nell’importante cornice del “Tête à Tête: The Opera Festival” presso il RADA Studios Theatre di Londra The Cry of the Double Bass la nuova opera da camera originale del contrabbassista e compositore sardo Sebastiano Dessanay, musicista da anni trapiantato nel Regno Unito (risiede a Birmingham), luogo nel quale ha deciso di vivere per approfondire e arricchire il suo importante percorso musicale. Scritto a quattro mani con il regista teatrale Mike Carter (autore del libretto), il lavoro narra la storia di un artista senza nome, del cui percorso traccia le tappe dall’infanzia fino al suo diventare musicista di talento. Dell’opera verrà rappresentato, per l’occasione, l’intero terzo atto e ad affiancare Dessanay nell’importante appuntamento londinese (segnalato come il secondo evento di maggior interesse nell’estate inglese dalla rivista BBC Classical Music Magazine di agosto) ci saranno il regista italiano Riccardo Buscarini, il direttore d’orchestra Daniele Rosina, con la regia delle luci affidata a  Alex Johnson. Importante e nutrito, sarà inoltre l’ensemble di musicisti e cantanti che parteciperanno all’opera, tra i quali è da segnalare la partecipazione del primo contrabbasso dell’Orchestra della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari Sandro Fontoni. Gli altri musicisti impegnati durante la rappresentazione saranno Arjun Jethwa (flauto traverso), Jack McNeill (clarinetto), Martyn Sanderson (trombone), Neil McGovern (sassofono baritono), Matt Firkins (percussioni), Melissa Morris (pianoforte), Christopher ‘CJ’ Hughes (violino), Matt Johnstone (viola), Lucy French (violoncello) e lo stesso Sebastiano Dessanay al contrabbasso. I cantanti saranno Themba Mvula (baritono) nel ruolo del ragazzo,  Natalie Raybould (soprano) nel ruolo del bambino, Peter Brooks (baritono basso) nel ruolo del professore e uomo anziano, Pete Smith (attore) nel ruolo del padre e voce del Big C, Louisa Petais (soprano) nel ruolo della madre, Riccardo Buscarini (ballerino) nel ruolo del corpo del Big C e Jess Ryan, Alexander Verster, Gwen Reed e Elena Marigomez (quartetto di contrabbassi).

 
L’OPERA - The Cry of the Double Bass narra la storia di un artista senza nome, del cui percorso traccia le tappe dall’infanzia fino al suo diventare musicista di talento. Il lavoro esplora l’evolversi del suo rapporto con la musica e con il contrabbasso mentre si batte per realizzare il desiderio del suo cuore. Altamente simbolico e raccontato come fosse un mitico racconto popolare, mescola la commedia al dramma mentre fa i conti con quelle sfide che molti artisti conoscono fin troppo bene. The Cry of the Double Bass è la prima opera originale che affronta temi raramente presi in considerazione nel contesto operistico. La musica e l’esperienza musicale diventano argomenti principali; un suonatore e il suo strumento storicamente trascurato – il contrabbasso – sono i protagonisti attorno ai quali si sviluppa la trama; la creatività, la ricerca interiore e spirituale dell’artista, e il modo in cui la società percepisce i musicisti sono altri temi di rilevante importanza. Il lavoro contiene un messaggio universale, che è valido in generale e va oltre i confini del mondo degli artisti e che è importante in particolare per il pubblico giovane: le decisioni si prendono seguendo il proprio cuore. La comunicatività dell’opera è efficace su vari livelli e con tutti i tipi di pubblico.
?

IL CROWDFUNDING - The Cry of the Double Bass è un’opera interamente autoprodotta e per questo motivo sulla piattaforma online Indiegogo è stato attivato un crowdfunding per permettere alla produzione e agli artisti di poter compensare, se non completamente, almeno in una piccola percentuale, le ingenti spese derivanti dai costi vivi affrontati per mettere in scena l’intero lavoro. Sono stati predisposti dei pacchetti di spesa facilmente consultabili sulla pagina dedicata.IL FESTIVAL - Fondato nel 1997 dal regista Bill Bankes-Jones, dal direttore Orlando Jopling e dal suo amministratore Katie Price, il “Tête à Tête: The Opera Festival” si è affermato negli anni come punto di riferimento assoluto per l’opera contemporanea in Inghilterra. Dalla sua nascita, la rassegna ha coinvolto oltre diecimila cantanti, direttori, strumentisti, ingegneri del suono, specialisti dell’illuminazione scenica, costumisti, videomaker e produttori, creando e dando spazio a più di cinquecento nuove produzioni. (www.tete-a-tete.org.uk)

L’ARTISTA - Sebastiano Dessanay è un contrabbassista, bassista elettrico e compositore italiano residente a Birmingham (UK). La sua musica è caratterizzata da un forte senso della melodia e una grande attenzione alle tessiture e atmosfere sonore. Il contrabbasso ha spesso un ruolo preminente nella sua ricerca e le sue composizioni hanno un carattere improvvisativo, spesso arricchite dall’uso dell’elettronica. Sebastiano ha iniziato a suonare il pianoforte e il violoncello a dieci anni per poi passare al basso elettrico e al contrabbasso. Dopo essersi laureato in Geologia presso l’Università di Cagliari, si è diplomato in contrabbasso al Conservatorio di Cagliari nel 2007, ha completato un Master in composizione al Birmingham Conservatoire nel 2009, dove ha anche ottenuto un dottorato di ricerca in composizione contemporanea nel 2014. Attualmente insegna contrabbasso e teoria musicale presso il Birmingham Junior Conservatoire, dove svolge anche attività di ricerca, e collabora con il Dipartimento di Musica della University of Birmingham. Molte sono le collaborazioni passate e presenti con musicisti in ambito classico-contemporaneo, jazz, pop-rock ed etnico. Inoltre collabora regolarmente con artisti nel mondo dell’opera, del teatro, della danza contemporanea, del film e delle visual arts; si è esibito assiduamente in Europa e ha registrato in diversi progetti discografici a suo nome e come ospite. Nel 2012 riceve una menzione onoraria dalla International Society of Bassists (ISB) per a composizione Noise per contrabbasso ed elettronica al concorso David Walter Composition Competition 2012. Nel 2004 ha vinto il primo premio al Concorso di Composizione Sardinia International con la composizione Scherzo per contrabbasso solo. La musica di Sebastiano Dessanay è stata suonata presso: MAC (Midlands Arts Centre, Birmingham, 2015), Library of Birmingham (Birmingham, 2015), Stratford On Avon Music Festival (Stratford-upon-Avon 2012), Jazz Dock (Praga, 2012), Sound New Festival (Canterbury, 2010 e 2012), European Jazz Expò (Cagliari, 2012), Nuoro Jazz Festival (Nuoro, 2012 e 2013), Integra Festival (Copenhagen, 2011), University of Nebraska (Omaha, 2011), Royal Conservatoire (Stoccolma, 2011), Frontiers Festival (Birmingham, 2009 e 2010), The Place (Londra, 2008 e 2009), Spazio Musica Festival (Cagliari, 2004), Time in Jazz Festival (Berchidda, 2000). Nel maggio 2016 pubblica il disco “Duets of a Fool” per l’etichetta inglese Slam. Dessanay è autore delle musiche dell’opera teatrale HIM, della regista inglese Sheila Hill con la magistrale interpretazione dell’attore Tim Barlow, andato in scena nei più importanti teatri del Regno Unito nel corso dell’autunno 2016. Nel giugno 2016 esce il suo disco “Live at the Lamp Tavern”, interamente registrato alla Lamp Tavern di Birmingham insieme ai musicisti Paul Dunmall e James Bashford. Previsto per il prossimo 10 agosto 2017 l’esordio della sua opera da camera “The Cry of the Double Bass”.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Sono passati ormai 11 anni da quando ho aperto questo blog con lo scopo principale di far conoscere il mondo del mio lavoro : quello del Teatro lirico e della musica in generale. Ho documentato quasi giornalmente il “dietro le quinte“di un lavoro sempre a contatto con grandi musicisti, cantanti e direttori d’orchestra affinchè si potesse capire l’impegno che c’è dietro la realizzazione di un’Opera lirica o di uno spettacolo in generale. Un lavoro di squadra realizzato da decine di persone con professionalità diverse fra loro, ma con un unico scopo.  Ho realizzato decine di videointerviste ai personaggi con i quali ho lavorato affinchè la gente sentisse direttamente dalla loro voce lo studio e l’impegno affrontato per realizzarsi come cantante lirico,  direttore d’orchestra, regista, costumista, scenografo ecc.

Ho avuto la grande soddisfazione di sapere che tanti miei lettori si sono avvicinati al mondo della musica, grazie all’interesse che ho loro suscitato con questo mio diario personale.

Poi, ieri, mi arriva il link di un articolo di un quotidiano, di una città famosa per la sua grande Arena, dove da secoli si svolgono i più importanti spettacoli musicali del mondo. Leggo che “la Tenore” Maria Callas avrebbe festeggiato i 70 anni dal suo  debutto all’Arena di Verona. Mi riesce difficile capire come un giornalista possa aver scritto una baggianata del genere. Perchè???

Generalmente, quando si ha un dubbio, la prima cosa da fare è quella di documentarsi . Evidentemente questo giornalista era troppo sicuro di se. Ma poi, il soprano Maria Callas è una cantante talmente popolare conosciuta anche dai più giovani i quali non avrebbero avuto il minimo dubbio nel capire che scrivere “La Tenore” è un errore madornale!

Una volta per tutte faccio un riepilogo della classificazione delle voci.

Le voci si dividono in maschili e femminili. Quelle maschili sono così suddivise  dalla più grave a quella più acuta: il basso, il baritono, il tenore.

Le voci femminili invece sono: il contralto, il mezzosoprano, il soprano. Si badi bene all’articolo IL che precede il tipo di voce. Infatti anche se riferito ad una donna  si scrive al maschile. Vi consiglio di rileggere questo mio post in cui , a tal proposito, faccio riferimento ad un articolo dell’Accademia della crusca.

Quindi se io scrivo della grande Maria Callas, scriverò IL SOPRANO MARIA CALLAS. Se scrivo di Pavarotti, scriverò il TENORE LUCIANO PAVAROTTI; se scrivo di Bruson scriverò IL BARITONO RENATO BRUSON; se scrivo della HORNE scriverò IL CONTRALTO MARILIN HORNE; se scrivo di RASHVELISHVILI scriverò il MEZZOSOPRANO Anita Rachvelishvili; se scrivo del basso Siepi scriverò IL BASSO CESARE SIEPI ecc. ecc.

Mi auguro quindi che i giornalisti una volta per tutte, prima di scrivere, facciano una ricerca affinchè possano trovare la giusta risposta ai loro dubbi, sperando che li abbiano.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Un concorso dedicato a tutti coloro che amano cantare  senza alcun limite di età, è stato organizzato  dalla Pro Loco di Elmas in collaborazione con l’Amministrazione Comunale .

Chiunque può iscriversi, basta avere un po’ di voce e possibilmente intonazione e ritmo. Sarà l’occasione per mettersi in gioco e per passare qualche ora spensierata. In questo link tutte le info. Bellissimi premi!

Affrettatevi, ancora pochi giorni!

 

 

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Venerdì 4 agosto alle 21.30 alla Caritas Diocesana di Tortolì 

Alessandro Palumbo dirige Barbara Bargnesi, Matteo Desole ed
Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari

Venerdì 4 agosto alle 21.30, alla Caritas Diocesana di Tortolì (via Mons. Virgilio, 108), il Teatro Lirico di Cagliari offre una serata di musica lirica al pubblico ed ai numerosi turisti presenti sull’Isola: celeberrime scene corali, arie, duetti e brani popolari tratti dalle più famose opere liriche di Verdi, Puccini, Donizetti e Rossini.

Il concerto straordinario presenta l’esibizione di: Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, diretti dal giovane e già affermato Alessandro Palumbo e, in qualità di solisti, Barbara Bargnesi, soprano lirico dalla luminosa carriera, e Matteo Desole, giovanissimo e promettente tenore sassarese. Il maestro del coro è Gaetano Mastroiaco.

Il programma musicale della serata prevede: Sinfonia da Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini; Noi siamo zingarelle - Di Madride noi siam mattadori da La TraviataVedi! Le fosche notturne spoglie da Il TrovatoreLunge da lei… De’ miei bollenti spiriti da La TraviataCaro nomeda RigolettoSinfonia - Gli arredi festivi da Nabucco di Giuseppe Verdi; Che gelida manina da La Bohème, di Giacomo Puccini; Benedette queste carte! da L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti; Va’, pensiero da NabuccoLibiam ne’ lieti calici da La Traviata di Giuseppe Verdi.

L’ingresso alla manifestazione, della durata complessiva di un’ora circa, è libero.

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

I Solisti del Teatro Lirico di Cagliari – “Quintetto Sardò”

rendono omaggio al sito di Barumini Patrimonio dell’Umanità

Mercoledì 2 agosto alle 21, nella suggestiva cornice dell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, sito Patrimonio dell’Umanità, I Solisti del Teatro Lirico – “Quintetto Sardò”, formazione cameristica composta da: Luca Soru, Mario Pani (violini), Martino Piroddi (viola), Fabio Mureddu (violoncello), Andrea Piras (contrabbasso), tutti professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, propongono una serata interamente dedicata alle sonorità americane ed alle immortali atmosfere del jazz e del musical del Novecento, spaziando fino alla musica pop ed a celeberrime colonne sonore, passando dai vorticosi e trascinanti tanghi argentini.

Il programma musicale prevede: When I’m Sixty-Four di John Lennon-Paul McCartney; Fascination di Fermo Dante Marchetti; Summertime di George Gershwin; Makin’ Whoopee di Walter Donaldson; Milonga del Angel di Astor Piazzolla; Bésame mucho di Consuelo Velázquez; Eleanor Rigby di John Lennon-Paul McCartney; The Man I Love di George Gershwin; Schindler’s List di John Williams; Volver di Carlos Gardel; Meditango di Astor Piazzolla; Misty di Erroll Garner; Oblivion di Astor Piazzolla; Jalousie di Jacob Gade.

 

La manifestazione ha una durata di un’ora circa.

 

Prezzi biglietti (posto unico): € 5.

 

Vendita e informazioni: Biglietteria Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21), viale Su Nuraxi, Barumini, telefono +393771805443, info@fondazionebarumini.it, www.fondazionebarumini.it, Facebook: BARUMINI: Su Nuraxi – Casa Zapata – Centro Giovanni Lilliu, Twitter: Fondazione Barumini, Instagram: Fondazione Barumini.

 

La serata è realizzata in collaborazione con il Comune di Barumini e la Fondazione Barumini Sistema Cultura.

 

La Biglietteria del Teatro Lirico è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato dalle 9 alle 13 e nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo. I giorni festivi solo nell’ora precedente l’inizio dello spettacolo.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.it.

 

Cagliari, 31 luglio 2017

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

Domani sera, col saggio-concerto degli allievi della Vi.U.Music Academy , si concluderà l’ anno della nostra accademia musicale cagliaritana. Tanti artisti motivati da un’unica passione per la musica e il canto si esibiranno con brani famosi tratti dal repertorio  popolare del canto moderno e della lirica. Ci sarà l’esibizione anche di alcuni ragazzi della classe di pianoforte.

Sarà una grande festa per tutti. La serata, che è stata inserita nei programmi della Estate Masese,  si terrà nel Teatro di Elmas con inizio alle ore 20.  L’ingresso è aperto a tutti.

 

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Sabato sera al Castello di Tabiano il concerto di

Simonide Braconi, scelto da Riccardo Muti a soli 22 anni
come prima viola del Teatro alla Scala

Virtuosi e virtuosismi

per il penultimo weekend di grande musica del SSC&F

Ospite d’onore Simonide Braconi, prima viola del Teatro alla Scala
sabato sera al Castello di Tabiano. In programma la Sinfonia n.29 di Mozart
Aperitivo in musica domenica alla scoperta del Barocco musicale

Salsomaggiore Terme, 27 luglio – L’VIII edizione del Salso Summer Class & Festival si avvia alla conclusione. Dopo quattro weekend di grande musica, che hanno portato il numeroso pubblico a contatto con arie, opere e brani di grande suggestione tra le bellezze del territorio salsese, I Musici di Parma propongono un altro fine settimana in compagnia della musica classica e dei suoi interpreti. Ospite d’eccezione di questo quinto appuntamento sarà Simonide Braconi, il violista strappato a soli 22 anni dal maestro Riccardo Muti all’Accademia di Santa Cecilia per ricoprire il ruolo di prima viola al Teatro alla Scala.

Sabato 29 luglio, alle ore 21.15, Simonide Braconimembro anche del Quartetto d’archi della Scala, con cui ha compiuto numerose tournèes negli Stati Uniti, Sudamerica, Francia, Germania, Giappone e nelle maggiori società concertistiche in Italia, si esibirà in qualità sia di solista che di direttore d’orchestra nella splendida cornice del Castello di Tabiano, a pochi chilometri da Salsomaggiore Terme. In programma il Concerto per viola d’amore in re minore di A. Vivaldi, la Romanza per viola e pianoforte op. 72 di H. Sitt, trascritta per ensamble d’archi, e il Concerto in Fa maggiore di A. Rolla. Lasciate le vesti di solista, Simonide Braconi vestirà poi quelle di direttore d’orchestra e alla guida de I Musici di Parma proporrà la la Sinfonia n. 29 in La Maggiore K 201 in la maggiore di W.A. Mozart.

Prima del concerto sarà possibile visitare il millenario Castello di Tabiano, per scoprire la magia e e la bellezza di un maniero ricco di storia, che gode di una posizione panoramica unica, tra sale affrescate, terrazze, giardini e un borgo medievale davvero ben conservato. La visita guidata inizierà alle ore 19.00, per una durata di 45 minuti. Prenotazione obbligatoria al numero 3488955378. Biglietto euro 8, gratis per i minori di 8 anni. È previsto il bus navetta andata/ritorno da Salsomaggiore (per info I.A.T. 0524580211). In caso di mal tempo il concerto si terrà presso le Scuderie dell’Antico Borgo di Tabiano Castello, altro luogo ricco di storia.

Il weekend sarà aperto, invece, dal concerto di venerdì 28 luglio, alle ore 21.15. Protagonisti gli allievi di Simonide Braconi, insieme agli allievi della classe di Clavicembalo dei maestri Francesco Tasini e Giovanna Fornari, che proporranno musiche di F.A. HoffmeisterC. Stamitz e P.Hindemith. “Questi concerti offrono al pubblico esecuzioni di altissima qualità ma sono anche il frutto di un lungo lavoro portato avanti con entusiasmo dai Musici di Parma e dall’Accademia”, spiega il Direttore Artistico Carlo D’Alessandro Caprice, alla guida della rassegna dal 2010. “L’obiettivo, oggi come ieri, è quello di creare un bacino di giovani, di cultura e di musica. Un impegno fatto di scambi culturali fra giovani italiani e stranieri, fra musicisti di livello internazionale e studenti che si affacciano alla ribalta dei più grandi palcoscenici italiani ed europei”.

Domenica 30 luglio, consueto appuntamento al mattino con l’aperitivo in musica nel foyer di Palazzo Berzieri, alle ore 11.00. I maestri Simonide BraconiGiovanna Fornari e Francesco Tasini coinvolgeranno il pubblico in un percorso alla scoperta del Barocco musicale, tra strumenti e linguaggi del Seicento. Per l’occasione, alle ore 10.00, sarà possibile visitare il Palazzo delle Terme Berzieri. Vista guidata a cura dell’agenzia Verd&Acque (durata visita 1 ora;prenotazione obbligatoria, 052483377, info@verdeacque.it). La sera, alle ore 21.15, si terrà il concerto che chiuderà il weekend: con Virtuosi e virtuosismi, I Musici di Parma propongono un programma variegato, tra pezzi solistici e brani da camera. Musiche di ShostakovichGlazunovBrahmsPiazzolla e Massenet. Il concerto sarà nella splendida cornice di Palazzo Berzieri, che ormai da quattro anni ospita l’Accademia de I Musici di Parma con oltre 80 allievi.

“Il progetto del Salso Summer Class & Festival rappresenta, all’interno di un ambito territoriale così ricco, un veicolo di promozione non solo culturale ma anche turistica ed economica”, spiega la Responsabile de I Musici di Parma, Elisabetta Pè. “L’iniziativa delinea un mezzo straordinario per l’incremento dei benefici turistici della Città di Salsomaggiore Terme e delle zone circostanti. È un errore non considerare il forte impatto finanziario che la Cultura riesce a far conseguire. L’idea di proporre eventi culturali decontestualizzati dal sistema sociale ed economico nel quale si svolgono, valutandone solo i contenuti artistici, è sbagliata e fuori tempo. L’obiettivo, per I Musici di Parma, è quello di valorizzare il nostro immenso e strategico patrimonio culturale e artistico, sia con il SSC&F, sia con il lavoro costante e continuativo dell’Accademia durante tutto l’anno”.

I concerti sono tutti ad ingresso gratuito.

CALENDARIO

Venerdì 28 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Pieve Romanica di San Giovanni, Località Contignaco, ore 21,15

I Fiori musicali

I Musici di Parma e gli allievi delle classi di Viola e Clavicembalo

Musiche di W.A. Mozart, F.A. Hoffmeister, C. Stamiz e D. Scarlatti

E’ previsto il servizio Bus Navetta andata/ritorno

Per Info: IAT Salsomaggiore Terme – Tel. +39 0524 580211 - E-mail: info@portalesalsomaggiore.it

 

# Sabato 29 luglio

Castello di Tabiano, Frazione di Tabiano Terme, Via Tabiano Castello, ore 21,15

Virtuosismi Barocchi 

Simonide Braconi e I Musici di Parma

Musiche di A. Vivaldi, A. Rolla e L. Janacek

Il concerto sarà preceduto, alle 19,00, dalla visita guidata al Castello di Tabiano. Costo euro 8,00. Gratis per i minori di 8 anni.Prenotazione obbligatoria: tel. +39 348 8955378 / sito web: www.castelloditabiano.com

In caso di mal tempo il concerto si terrà presso le Scuderie dell’Antico Borgo di Tabiano Castello.

Servizio Bus Navetta andata/ritorno. Info: IAT  - +39 0524 580211 - info@portalesalsomaggiore.it

 

Domenica 30 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Palazzo Berzieri, Piazza Lorenzo Berzieri, ore 11,00

Il Barocco. Strumenti e linguaggi del seicento

Aperitivo in Musica . Incontro con Giovanna Fornari, Francesco Tasini e Simonide Braconi

Il concerto sarà preceduto alle ore 10,00 dalla visita guidata alle Terme Berzieri a cura dell’agenzia Verd&Acque. Costo a persona visita guidata: adulti euro 5,00, gratis per i minori di 10 anni.

Prenotazione obbligatoria: tel. +39 0524 83377 / e-mail: info@verdeacque.it

 

Domenica 30 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Palazzo Berzieri, ore 21,15

Virtuosi e virtuosismi

Musiche di S.Reich, A. Cirone e I. Xenakis

I Musici di Parma e gli Allievi della classe di percussione

In caso di mal tempo si terrà presso Palazzo Berzieri, Piazza Lorenzo Berzieri, Salsomaggiore Terme

 

 

Tag:, ,

Comments Nessun commento »

I Solisti del Teatro Lirico di Cagliari
rendono omaggio al sito di Barumini Patrimonio dell’Umanità

Sabato 29 luglio alle 21, nella suggestiva cornice dell’Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, sito Patrimonio dell’Umanità, I Solisti del Teatro Lirico, formazione cameristica composta da: Stefania Bandino (flauto), Francesca Viero, Viviana Marongiu (oboi), Pasquale Iriu, Cristina Mannu (clarinetti), Francesco Orrù, Roberto Pes (fagotti), Luca Maria Leone, Beatrice Melis (corni), tutti professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, propongono una serata dedicata alla celebre ed accattivante musica da camera e rendono omaggio al principale monumento dell’era nuragica in Sardegna.

Il programma musicale prevede: Otto variazioni in Do maggiore sopra «Là ci darem la mano» dal Don Giovanni di Mozart di Ludwig van Beethoven; Carmen Suite (trascrizione David Walter) di Georges Bizet; Serenata per fiati in do minore K. 388 di Wolfgang Amadeus Mozart.

La manifestazione ha una durata di un’ora circa.

Prezzi biglietti (posto unico): € 5.

Vendita e informazioni: Biglietteria Area archeologica di “Su Nuraxi” a Barumini, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 20 (il giorno dello spettacolo fino alle 21), viale Su Nuraxi, Barumini, telefono +393771805443, info@fondazionebarumini.itwww.fondazionebarumini.it, Facebook: BARUMINI: Su Nuraxi – Casa Zapata – Centro Giovanni Lilliu, Twitter: Fondazione Barumini, Instagram: Fondazione Barumini.

La serata è realizzata in collaborazione con il Comune di Barumini e la Fondazione Barumini Sistema Cultura.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Dal 2 al 7 agosto 2017, riparte il Festival Internazionale Città di Uta (Cagliari), giunto alla 28^Edizione e organizzato da Susanna Mallei con il Patrocinio del Comune di Uta.

Gli appuntamenti importanti previst sono: 4 e 5 agosto, con i riconoscimenti: “Premio Maria Giovanna Mallei” e “Premio Mariele Ventre”, ai quali sarà presente la Sig.ra Maria Teresa Ventre (sorella di Mariele), rispettivamente a Villasanpietro presso il Tropical Garden e a Domusnovas, presso il Teatro Scuola Civica.

Il terzo importante appuntamento si terrà la sera del 6 agosto per la “finale”, in Piazza Santa Maria ( Comune di Uta), a ingresso libero.

Il Concorso canoro prevede la selezione dei partecipanti per età, secondo cinque fasce, che partono dai sei agli otto anni (prima fascia), e dai diciannove in poi (ultima). Per partecipare occorre inviare due brani all’indirizzo e-mail: pirimbilla@yahoo.it , dopo presa visione del regolamento, riportato sulla Pagina Facebook – Festival Internazionale Città di Uta, (da poco creata sul social più seguito).

Il Festival consolidatosi nel tempo, e giunto alla 28^Edizione, rappresenta un fiore all’occhiello per la cittadina sarda.

Nasce nel 1989 per idea e volontà di Maria Giovanna Mallei e si protrae fino al 2006, quando la Sua prematura scomparsa lascia un vuoto incolmabile con conseguente anno di pausa. Oltre 600 ragazzi preparati da Maria Giovanna Mallei hanno cantato all’interno del Festival e artisti provenienti da Malta, Romania, Bulgaria, Georgia.

Solo dopo un anno di pausa, sua sorella, Susanna Mallei prende il timone del Festival alfine di dare un seguito al sogno interrotto: promuovere lo scambio culturale e musicale tra Artisti, Insegnanti, Direttori, Scuole di Musica, non solo della Sardegna ma di tutte le nazionalità.

Musicisti e insegnanti qualificati, tra cui il soprano Maria Casula e Monica Gentina,(quest’ultima in rappresentanza della Turchia),

Maria Casula

selezioneranno e decreteranno i vincitori, consegnando loro riconoscimenti, come il “Premio Maria Giovanna Mallei “, istituito in ricordo della “madre” del Festival e il “Premio Mariele Ventre”, istituito nel 2016 in ricordo dell’indimenticabile maestra del Coro Antoniano Zecchino d’Oro.

Madrina di questa 28° Edizione è la Designer Anna Crecco.
Nata a Roma, ama l’Arte in ogni sua forma ed espressione ed essa stessa è definita artista. Nel 1994 è stata insignita del Premio Design Italiano per il tavolino “Cuori”.

Nel 1995 è stata incaricata di coordinare il settore Design della 4° Edizione del “Creativity”, Piazza di Siena, Roma. Tra le sue creazioni la famosa “cucina patchwork” giudicata <opera d’arte> e ispirata dal grande artista Klimt, dando il via a infinite produzioni. Il suo più gratificante riconoscimento: “Vedere gli occhi lucidi dei miei committenti quando, a lavori finiti, si emozionano!” Suo è il programma dedicato al Design e al bellissimo rapporto che s’istaura tra Designer e committenti. Programma di tre serie andato in onda sulla piattaforma Sky per tre repliche e l’ha portata a NewYork ospite di Cipriani.

La musica è stata ed è spesso sua Musa ispiratrice. Alcune sue creazioni sono in molte case sparse nel mondo, anche di Artisti dello spettacolo, della moda e della letteratura. Inizialmente ospite in radio in qualità di Designer, se ne è appassionata tanto che ha ideato Oltre Tutto Radio: www.oltretuttoradio.it. OTR ha compiuto due anni lo scorso 26 maggio, ma fin da subito è stata apprezzata per la sua musica e i suoi programmi, condotti da professionisti, la regia e i temi affrontati, che spaziano dal sociale al design. Vanta ospiti del calibro di Dario Salvatori, Olga Romanko, Paul Buckmaster, Piero Mazzocchetti, Pino D’Angiò Enrico Montesano e tanti altri. Attori e registi del Cinema e del Teatro e molti emergenti talentuosi del panorama musicale indipendente animano quotidianamente OTR. L’unica web radio ad aver trasmesso le dirette dall’Antoniano durante l’ultima edizione dello Zecchino d’Oro e dall’Auditorium Parco della Musica di Roma. Recente la grande emozione provata quando il 18 marzo Oltre Tutto Radio ha inaugurato la riapertura del Palazzetto dello Sport di Amatrice patrocinato dal Comune medesimo, con la preziosa partecipazione del soprano Olga Romanko.

Info e Contatti
Associazione Stelle e Umanità
Via Santa Giusta n° 38 09010 Uta (Ca) – Sardegna – Italia
E-mail: pirimbilla@yahoo.it
Presidente e Socio fondatore del Festival Città di Uta – Susanna Mallei

Pagina Face book: FESTIVAL INTERNAZIONALE CITTA’ DI UTA
https://www.facebook.com/Festival-Internazionale-Citt%C3%A0-di-Uta-1681724688798115/

Media Partner | Realizzeranno interviste e collegamenti con i finalisti e con gli ospiti.

Oltre Tutto Radio: www.oltretuttoradio.it
Brixia Channel Tv: www.brixiachannel.tv
EtereART : www.etereart.com
ReteTOP95: www.retetop95.it

 

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

IL 30 SETTEMBRE E 1 OTTOBRE ALL’INTERNO DEL MEI 2017

CONTINUANO LE ADESIONI

Il futuro del giornalismo musicale passa da Faenza. Sarà infatti una grande occasione di incontro e confronto la seconda edizione del Forum del giornalismo musicale, che si terrà il 30 settembre e 1° ottobre nell’ambito del Mei (che inizierà già il 29 settembre).

La due giorni sarà di nuovo diretta da Enrico Deregibus e prenderà forma anche in base agli stimoli dei giornalisti stessi, che potranno offrire idee e spunti da qui a settembre.

Un evento mai realizzato in Italia, che da subito lo scorso anno ha suscitato grande interesse, con la presenza di tantissimi giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, delle radio e tv e di tutti i new media. Più di 100 i giornalisti e critici musicali che hanno affrontato i problemi del settore.

Dalle riflessioni scaturite in quella occasione nasce l’intenso programma di quest’anno.

Sabato 30 settembre a partire dal primo pomeriggio i giornalisti aderenti potranno partecipare a incontri con varie figure professionali del mondo musicale. Nella prima parte si tratterà di due ospiti internazionali, ovvero i rappresentanti di WIN, l’associazione mondiale dei discografici indipendenti, e del distributore digitale Jamendo. A seguire ci saranno incontri con un ufficio stampa, un manager e un artista, che saranno comunicati prossimamente.

La domenica mattina, 1° ottobre, ci sarà spazio per un corso per la formazione professionale continua dei giornalisti iscritti all’albo. Potranno partecipare come uditori anche i non iscritti. I relatori saranno Federico Guglielmi (su “Giornalismo musicale: professione, o solo hobby?”), Luca Dondoni (“La comunicazione nella musica”), Fabrizio Galassi “Il giornalismo musicale nell’era digitale”), Vincenzo Martorella (“Elementi di scrittura critica”).

Nel pomeriggio della domenica si svolgerà una assemblea di tutti i partecipanti sulla creazione di una associazione di giornalisti musicali e su altri temi scaturiti dalla scorsa edizione.

Sono invitati a parteciparvi tutti i giornalisti interessati a portare il loro contributo, suggerimento o suggestione. Per aderire basta inviare una semplice mail a:

enrico.deregibus@gmail.com e in copia a mei@materialimusicali.it .

Per info: segreteria 0546.646012 . Sito: www.meiweb.it

Quest’anno gli aderenti possono anche partecipare come giurati all’assegnazione della Targa Mei Musicletter, premio dedicato al giornalismo musicale sul web, giunto alla quinta edizione.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »


I musicologi  convengono tutti che per canzone si debba intendere un breve  componimento lirico destinato ad essere anche cantato con accompagnamento musicale”.

Anche la canzone algherese non sfugge a questa definizione, anzi possiamo affermare con certezza che è proprio grazie alla forza espressiva delle liriche e dei versi di poeti eccelsi come Ramon Clavellet, Rafel Catardi, Xiu Terrat, Gavi Ballero, Antoni Dalerci, Antoni Cao, Pino Piras e  Carlo Demartis, che la minoranza linguistica di Alghero può fregiarsi di un filone creativo di notevole qualità.

Molte di queste liriche sono state tradotte in musica da valenti musicisti tra i quali Joan Pais, Antoni Dalerci, Antoni Cao, Isabella Montanari, Vittorio Nannarelli, dando luogo alla specificità della canzone algherese che se per certi versi profuma di sapore napoletano, mantiene in definitiva delle caratteristiche uniche ed estranee ad altre culture musicali e poetiche.

L’ispirazione lirica della canzone algherese e l’operazione di pulizia dagli incrostamenti interpretativi succedutisi nel corso del tempo, viene compiuta e riproposta oggi con competenza e rigore stilistico dal M° Domenico Balzani.

Il baritono algherese si esibirà in un concerto in collaborazione con L’Obra Cultural di Alghero,  nella meravigliosa cornice all’aperto del chiostro di San Francesco il prossimo 26 Luglio. Il programma prevede :  nella prima parte l’esecuzione di arie d’opera tra le più amate del repertorio lirico e nella seconda una selezione di canzoni algheresi.

Sarà una rara occasione per ascoltare uno degli artisti lirici  più significativi che calcano oggi i palcoscenici dei teatri di tutto il mondo  e per gustare l’incomparabile bellezza dei versi e delle melodie della canzone algherese.

 Domenico Balzani, algherese, plurilaureato e diplomato in discipline economiche e musicali, vanta una carriera internazionale che dal 1990 lo vede esibirsi in teatri come Deutches Oper di Berlino, Massimo di Palermo, Maggio Musicale Fiorentino, Regio di Torino, Concertgebown di Amsterdam, Tokio National Theatre, Israeli Opera, Teatro dell’Opera di Roma, San Carlo di Napoli, Arena di Verona, Teatro Sao Carlo di Lisbona. Ha collaborato con prestigiosi direttori d’orchestra come Yuri Ahronovich, Claudio Abbado, Riccardo Chailly, e registi come Franco Zeffirelli, Luca Ronconi. Nell’ultima stagione ha inaugurato il Nuovo Teatro dell’Opera di Dubai, si è esibito allo StaadstOper di Amburgo, al Theatre des Champes Elysees a Parigi, al Teatro Verdi di Trieste, allo StaadstTheater di Basilea. E’ Project Manager dell’Associazione Opera Festival di Perugia, direttore della collana editoriale ProgettArte per Aracne Editrice con cui ha pubblicato il saggio “il project management nell’opera lirica”.

 Docente al conservatorio di Udine, Università Givat Ram di Gerusalemme, Wiener Master Course di Vienna, National Theatre di Oslo in Norvegia. Ha inciso opere liriche e album monografici per Decca, Bongiovanni e Phaedra. E’ Presidente di Assolirica ed è nel consiglio direttivo del Colap Nazionale. Dal 2014 è nel CDA del Conservatorio di Trieste su nomina ministeriale. Caterina Arzani, alessandrina, laureata in Pianoforte si è perfezionata con Sergio Perticaroli, conseguendo, con il massimo dei voti e la lode, il diploma all’Accademia Nazionale di Alto Perfezionamento S.Cecilia, a Roma, e con Andrea Lucchesini presso l’Accademia di Musica triennale di Pinerolo. Parallelamente agli studi musicali, si è laureata in Matematica presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università “A. Avogadro” di Alessandria. Vincitrice di numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tiene concerti sia come solista sia in formazione da camera, in diverse Stagioni Concertistiche.

E’ stata insignita del titolo “Excelsius Musicae et Pacis nuntius” in occasione della manifestazione “Eurofestival, concertisti emergenti” svoltasi a Roma presso Palazzo Venezia sotto il patrocinio del Parlamento Europeo e dell’Unipax. E’ Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione di Musica e Cultura “F. Chopin”. Lo spettacolo è promosso e organizzato dalle associazioni Obra Cultural de l’Alguer e Escola de alguerés “Pasqual Scanu” e il ricavato del concerto sarà devoluto ad una iniziativa editoriale che andrà a promuovere e divulgare la figura e le opere di autori algheresi. Informazioni: tel. 079 977228 tutti i giorni, domenica esclusa, dalle h.18.30 alle h.20.30. Prevendita biglietti (il costo è di 10 euro) presso la sede dell’ Obra Cultural de l’Alguer, via Arduino, 46.

Alghero

 

 

 

 

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Con il concerto di mercoledì 5 luglio 2017, presso il Centro Culturale Casa Frau in Pula (Piazza del Popolo), è iniziata la Rassegna Musicale “Armonie sotto le stelle”, organizzata dagli Amici della Musica di Cagliari in collaborazione con il Comune di Pula e giunta quest’anno alla quarta edizione.

Il primo appuntamento ha visto protagonisti Guido Dorascenzi (voce recitante), Cristina Scalas (flauto traverso) e Davide Mocci (chitarra).

Mercoledì 19 luglio si prosegue con il soprano Elena Schirru, la voce recitante di Eleonora Giua accompagnate dal pianista Valerio Carta, un viaggio tra canzoni, arie d’opera, romanze da camera e le parole di Pasolini, Bennet, NicolaJ, Valentine, Abate, un viaggio tra musica e parole assai variegato.

Si proseguirà il 23 agosto con il duo formato da Massimiliano Loi al flauto e Manuele Pinna al pianoforte che proporranno musiche di: P. Gaubert, C. M. Widor, F. Doppler, T. Boehm.

Il 30 agosto saranno di scena il soprano Silvia Arnone, il tenore Mauro Secci accompagnati dal pianista

Valerio Carta in un programma che comprenderà musiche di: W. A. Mozart, G. Donizetti, G. Verdi, G. Puccini, F. P. Tosti, E. De Curtis.

Il mese di settembre si concluderà con gli ultimi due concerti.

Coordinatore della rassegna è il maestro Valerio Carta.

Programma del 19 Luglio

soprano Elena Schirru

Pianista Valerio Carta

1) Summertime
2) Me vojo fa na casa
3) Il bacio
4) Apres un reve
5) Il bel sogno di Doretta
6) Ma rendi pur contento
7) Traviata

Voce recitante Eleonora Giua

 

1: la buona madre di Nicolaj. 2: Monologo di Francesco Abate. 3: Supplica a mia madre di Pasolini. 4: giorgio Gaber uno spazio vuoto che va ancora popolato.

Programma del 23 agosto

con il duo formato da Massimiliano Loi al flauto e Manuele Pinna al pianoforte

- Taktakishvili, sonata per fl e pf
- Gaubert, notturno e allegro scherzando
- Widor, suite op. 34
- Doppler, fantasia pastorale ungherese
- Boehm, gran polonaise

 

 

Programma del 30 Agosto

col tenore Mauro Secci e il soprano Silvia Arnone accompagnati dal maestro Valerio Carta

Le più belle arie, duetti e romanze tratti da opere di W. A. Mozart, G. Donizetti, G. Verdi, G. Puccini, F. P. Tosti, E. De Curtis.

Elena Schirru e Valerio Carta

 

 

 

 

 

 

 

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Qualche giorno fa l’amica Claudia Tronci mi ha voluto come ospite alla sua trasmissione “Cucina Claudia” per la TV regionale Sardegna UNO. Lei è  una ballerina ma anche conduttrice televisiva. Per 4 anni ha condotto “Di che danza 6 , la trasmissione da lei ideata dedicata alla danza  e che ha coinvolto le migliori scuole regionali . Adesso, dopo quella esperienza legata al suo mondo, ha deciso di cimentarsi in quello che è il suo hobby principale: la gastronomia.

Nel suo spazio televisivo, Claudia, crea tante ricette semplici ma invita anche i suoi amici a proporne sempre nuove. Quando mi ha invitato ho accettato con entusiasmo perchè era per me una nuova esperienza.  Con Claudia volevamo regalare al pubblico una ricetta che in qualche modo legasse l’arte culinaria alla musica e per questo motivo abbiamo pensato che la “Pasta alla Norma” fosse l’ideale.

Il piatto ha origini siciliane, per l’esatezza catanesi, proprio come il musicista Vincenzo Bellini. La Norma è una delle sue opere tra le più famose e questo piatto è dedicato proprio a lui.

Di seguito il video della trasmissione con la ricetta completa


YouTube Video

Tag:, , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Chi non ricorda con piacere il film Mary Poppins?  Io sicuramente! Prima di tutto è stato il mio primo film al cinema, e come dimenticarlo! Poi è stato il film che ha accompagnato l’infanzia  delle mie figlie. Giornalmente era un vero rito guardare almeno una volta il celebre film della Disney.

Oggi, da insegnante di canto,  cerco ditrasmettere alle nuove generazioni le canzoni che hanno fatto da colonna sonora.

Della celebre protagonista Julie Andrews sappiamo  tutto. Lei è davvero una bravissima attrice entrata nel cuore di molti , ha continuato nel suo lavoro sempre con successo vincendo tutti i premi e i titoli possibili. Una vera leggenda vivente. Ma i due bambini  Jane e Micheal Banks (Karen Dotrice e Matthew Garber) che fine hanno fatto? Come sono diventati oggi?

Di lui purtroppo non possiamo dire molto. E’ infatti deceduto a soli 21 anni a causa di una brutta infezione.  Jane invece, dopo il grande successo di Mary Poppins, ha proseguito come attrice ma in piccoli ruoli quasi tutti di telefilm.

Ecco di seguito una loro foto attuale .

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Prefazione di Eugenio Rambaldi

Lo spettacolo lirico, da sempre componente essenziale della cultura e dell’identità nazionale italiana, deve essere considerato oggi una forma di investimento per le ricadute positive che genera come formidabile strumento di edutainment della popolazione e come risorsa indispensabile per politiche di destination management.

L’autore Domenico Balzani, nel trattare le produzioni operistiche come dei progetti con un ciclo di vita ben definito, individua e suggerisce metodi gestionali e processi operativi tipici del project management come strumenti ideali per il raggiungimento di obiettivi quali l’efficienza produttiva, l’ottimizzazione delle risorse e dei tempi, l’economicità e la qualità artistica.

 

Puoi acquistarlo in questo sito  http://www.aracneeditrice.it 

 

 

 

 

 

 

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

 4 appuntamenti in 3 giorni con I Musici di Parma

 Weekend di grande musica a Salsomaggiore Terme

Beethoven, Schumann, Verdi e solisti di fama internazionale 

3 concerti e un aperitivo in musica in compagnia dei Musici di Parma, di Enrico Fagone, primo contrabbasso dell’OSI e del pluripremiato violoncellista Giovanni Gnocchi
Tra castelli e teatri, protagonisti anche gli allievi delle masterclass estive
In programma la Settima sinfonia di L.V. Beethoven

Salsomaggiore Terme, 4 luglio – L’estate della grande musica classica riparte a Salsomaggiore Terme, tra teatri e castelli. Dopo il successo dell’inaugurazione, lo scorso 24 giugno, l’VIII Salso Summer Class & Festival riprende con il secondo weekend, ricco di appuntamenti. Protagonisti grandi musicisti di fama internazionale e giovani allievi di talento, secondo il consueto binomio, tipico di tutto il festival. In programma sabato sera la Settima sinfonia di L.V. Beethoven.

Si incomincia nella suggestiva cornice del Castello medievale di Contignaco, a pochi chilometri da Salsomaggiore Terme, visitabile solo in questa stagione. Venerdì 7 luglio alle ore 21.15Enrico Fagone, primo contrabbasso dell’OSI (Orchestra della Svizzera Italiana) sarà protagonista di un concerto dedicato alle noti gravi e suggestive del contrabbasso. Ad accompagnarlo saranno I Musici di Parma, insieme agli allievi della masterclass e della classe annuale di contrabbasso tenute da Enrico Fagone stesso per l’Accademia dei Musici di Parma, che ormai da quattro anni ha sede nelle meravigliose Terme Berzieri di Salsomaggiore Terme.

Per l’occasione, il primo contrabbasso dell’OSI, artista affermato e musicista riconosciuto a livello internazionale, si esibirà in qualità di solista, accompagnato dall’Orchestra dei Musici di Parma, e vestirà i panni insoliti di direttore d’orchestra. In programma due concerti per Contrabbasso e orchestra: quello di S.A. Koussevitzky, direttore d’orchestra affermato, compositore e virtuoso del contrabbasso, che enrtò a far parte dell’orchestra del Teatro Bol’šoj a soli vent’anni. Il suo concerto per contrabbasso Op. 3, scritto nel 1905, ha il respiro di una composizione unica e un uso del contrabbasso quasi violoncellistico. E il Concerto n.2 di G. Bottesini, clarinettista, direttore d’orchestra e compositore prolifico che morì nel 1889 a Parma. A seguire, sotto la direzione di Enrico Fagone, sarà eseguita la Serenata per archi op. 20 di E.W. Elgar, opera dallo spiccato afflato tardoromantico composta nel 1892. Protagonista del gran finale sarà il Tango di Astor Piazzolla, che lascerà spazio al divertimento e al virtuosismo di Enrico Fagone, con tre brani a sorpresa. Prima del concerto sarà possibile visitare e conoscere la storia e i segreti del Castello di Contignaco.

Il violoncellista Giovanni Gnocchi, fondatore del Quartetto di Cremona, che vanta collaborazioni con le maggiori orchestre di tutto il mondo, sarà protagonista, invece, di una serata dedicata al Classico Romanticismo, sabato 8 luglio, alle 21.15 al Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme. In programma la Sinfonia n. 7 in la maggiore Op. 92 di L.V. Beethoven e il Concerto per Violoncello e Orchestra in la minore Op. 129 di R. Schumann. Ad accompagnare Giovanni Gnocchi, di cui il celebre violoncellista Yo Yo Ma ha detto “è un giovane meravigliosamente pieno di talento, che darà un grande contributo alla musica ovunque egli vada”, saranno i I Musici di Parma e gli allievi della classe di direzione d’orchestra.

I concerti sono il risultato di un’intenzione progettuale che sta alla base dell’intero festival. “Questi concerti offrono al pubblico esecuzioni di altissima qualità ma sono anche il frutto di un lungo lavoro portato avanti con entusiasmo dai Musici di Parma e dall’Accademia”, spiega il Direttore Artistico Carlo D’Alessandro Caprice, alla guida della rassegna dal 2010, quando il festival nacque sulle sponde del Lago d’Iseo. “L’obiettivo, oggi come ieri, è quello di creare un bacino di giovani, di cultura e di musica. Un impegno fatto di scambi culturali fra giovani italiani e stranieri, fra musicisti di livello internazionale e studenti che si affacciano alla ribalta dei più grandi palcoscenici italiani ed europei”.

Cuore dell’intera manifestazione, infatti, resta l’intenzione di fornire ai giovani talenti musicali la possibilità di affinare le proprie doti e di acquisire competenze tecniche e caratteriali in grado di garantire loro un futuro professionale. Dalle 6 masterclass organizzate durante la prima edizione, si è passati a 15, in programma dal 3 luglio al 6 agosto. 200 gli allievi iscritti quest’anno provenienti da Europa, Asia e America. I migliori allievi dei corsi estivi avranno l’opportunità di esibirsi, in qualità di solisti, con l’Orchestra dei Musici di Parma.

Si continua domenica 9 luglio con due appuntamenti: alle ore 18.30, al Castello di Tabiano, musiche di Giuseppe Verdi in compagnia dell’Orchestra di Flauti Zephyrus. Domenica mattin, invece, si apre il ciclo Aperitivi in Musica, incontri con musicisti e musicologi per conoscere da vicino artisti e partiture, che accompagneranno l’estate salsese lungo 5 weekend. Appuntamento ogni domenica mattina alle 11 nel foyer delle bellissime Terme Berzieri, con la possibilità di visita guidata al palazzo storico delle Terme, esempio unico di Art déco termale ispirato alle architetture orientali di Bangkok.

Molti gli artisti di fama internazionale che animeranno il SSC&F nei prossimi weekend fino al 6 agosto: Andrea Lucchi, prima tromba dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’oboe dei Berliner Philarmoniker Christoph Hartmann, il violista scaligero Simonide Braconi, la violinista Yulia Berinskaya, solisti e virtuosi come il sassofonista Mario Marzi o il violinista albanese Klaidi SahatÇi, il direttore d’orchestra Daniele Agiman, i clavicembalisti Giovanna Fornari Francesco TasiniMarco Zoni, primo flauto dell’Orchestra del Teatro alla Scala e il violinista Marco Ferri. Nonché gli altri docenti delle masterclass estive, cuore della manifestazione: Cinzia ForteCarmelo GullottoStefano Conzatti e Giuseppe Miglioli

I concerti sono tutti ad ingresso gratuito.

*** *** *** ***

 

CALDENDARIO e PROGRAMMI

 

# Venerdì 07 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Castello di Contignaco, Via Contignaco Castello n.126, ore 21,15

Il Romanzo del Contrabbasso

Musiche di S.A. Koussevitzky, G. Bottesini, E.W. Elgar e A. Piazzolla

Enrico Fagone con I Musici di Parma e gli Allievi della classe di Contrabbasso

Il concerto sarà preceduto alle ore 20,00 dalla visita guidata al Castello di Contignaco.

Prenotazione obbligatoria: tel. +39 0524 57 32 87 / 320 60 66 721 - castello.contignaco@gmail.com Sito web: www.castellodicontignaco.it È previsto il servizio Bus Navetta andata/ritorno

Per Info: IAT Salsomaggiore Terme – Tel. +39 0524 580211 - E-mail: info@portalesalsomaggiore.it

 

# Sabato 08 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Teatro Nuovo, Viale Romagnosi n.24, ore 21,15

Il Classico Romanticismo

L. Van Beethoven: La Sinfonia n. 7 in la maggiore, Op. 92

R. Schumann: Il Concerto per violoncello e orchestra in la minore, Op. 129

Giovanni Gnocchi con I Musici di Parma e gli Allievi della classe di Direzione d’Orchestra

 

# Domenica 09 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Castello di Tabiano, Frazione di Tabiano Terme, Via Tabiano Castello, ore 18,30.

Viva Verdi

Musiche di Giuseppe Verdi

Orchestra di Flauti Zephyrus

In caso di mal tempo il concerto si terrà presso le Scuderie dell’Antico Borgo di Tabiano Castello.

E’ previsto il servizio Bus Navetta andata/ritorno

Per Info: IAT Salsomaggiore Terme – Tel. +39 0524 580211 - E-mail: info@portalesalsomaggiore.it

 

Domenica 09 luglio

Salsomaggiore Terme (PR), Palazzo Berzieri, Piazza Lorenzo Berzieri, ore 11,00

Team Building Music

Aperitivo in Musica

Incontro con Daniele Agiman e I Musici di Parma

Il concerto sarà preceduto alle ore 10,00 dalla visita guidata alle Terme Berzieri a cura dell’agenzia Verd&Acque. Costo a persona visita guidata: adulti euro 5,00, gratis per i minori di 10 anni.

Prenotazione obbligatoria: tel. +39 0524 83377 / e-mail: info@verdeacque.it

 

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

A fine maggio si è brillantemente conclusa la Rassegna Musicale Giovanile organizzata dagli Amici della Musica di Cagliari con il contributo del Prof. Valerio Carta, in collaborazione con l’istituto comprensivo C. Colombo di Cagliari (Dirigente Prof. Roberto Bernardini) .

Gli obiettivi della rassegna erano quelli di valorizzare giovani musicisti (diplomati e non) del conservatorio cagliaritano, sensibilizzare i giovani all’esperienza musicale, dare la possibilità di far conoscere strumenti musicali (voce compresa) differenti da quelli studiati presso l’istituto (dove è attivo l’indirizzo musicale con le cattedre di: violino, pianoforte, flauto traverso e chitarra) e soprattutto contribuire, anche indirettamente, a limitare la dispersione scolastica.

La rassegna era composta da sei concerti, svoltisi presso l’aula magna restaurata di recente. Le musiche erano di vari autori: Bach, Corelli, Telemann, Mozart, Bellini, Verdi, Scriabin, Listz, Gluck, Rossini, etc..

Bravissimi i cantanti che provenivano tutti dalla scuola del soprano Elisabetta Scano. Tra gli strumentisti è emerso il talento pianistico di Mattia Casu.

Oltre alla presentazione degli strumenti musicali è stato dato spazio alle domande/risposte tra esecutori e discenti, arricchito dalle esperienze dei giovani musicisti. Di seguito tutto il programma della rassegna: lunedì 27 marzo: Eleonora Congiu arpista, Sabrina Piras pianista. Mercoledì 5 aprile, Tiziana Pani, Ilaria Vanacore soprani, Ettore Agati sopranista, Michelangelo Romero tenore, Carlo Asuni baritono, Valerio Carta pianista. Mercoledì 12 aprile, Silvia Piras, Andrea Deidda, Vittorio Pala oboisti:, Veronica Melis, Michelangelo Congiu pianisti. Giovedì 27 aprile, Viola Pisano, Alessandra Mei, Claudia Urru, Jiadi Wu soprani, Martina Serra mezzosoprano, Michelangelo Romero tenore, Valerio Carta pianista. Venerdì 5 maggio, Margherita Moccia, Anna Floris violiniste, Tommaso Delogu violista, Beatrice Deplano violoncellista. Martedì 23 maggio, Mattia Casu pianista.

Un particolare ringraziamento va dato alla disponibilità dei docenti dell’istituto e del conservatorio G. P. da Palestrina: Elisabetta Scano, Romeo Scaccia, Mario Frezzato, Francesco Giammarco, Anna Maria Melis, Giorgio Oppo, Nicoletta Pintor, Luigi Moccia, Marcella Murgia, Stefano Figliola.

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »

Ha solo 10 anni Matilde Loi, cagliaritana, ed è già considerata una promessa della ginnastica italiana, riconoscimento avuto qualche giorno fa ai Campionati Nazionali Fgi di Rimini.

Matilde si allena con la scuola ASD Butterlfly Ritmica SESTU . Il livello generale della squadra  è stato ottimo considerato che le atlete con cui si sono confrontate erano tra le migliori di tutta Italia.

La piccola grande Tilly (così la chiamano le compagne di squadra), si è distinta sfoderando una grinta e una caparbietà incredibili, si è aggiudicata l’accesso alla finale nell’attrezzo cerchio, con un 7° posto nella 1° divisione, la più alta della categoria Silver, concludendo la sua avventura al 10° posto. La decima ginnasta nazionale…e dopo, solo l’Olimpo.

Matilde però ha anche un altro  grande talento, quello del canto e della musica in generale. Solo qualche giorno fa ha accompagnato sua sorella Maria (mia allieva) alla lezione di canto e insieme hanno registrato il duetto che potete vedere nel video sottostante . Lei con grande musicalità ha potuto cantare in armonia con la voce della sorella senza avere alcuna difficoltà e senza uno studio specifico alle spalle.  In questi giorni  sarà impegnata in alcuni concorsi per giovani cantanti dove speriamo, possa mostrare il suo talento con la stessa grinta dimostrata nella ginnastica ritmica.

In bocca al lupo Tilly!


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Al via l’ottava edizione del festival e delle masterclass estive dei Musici di Parma,

la seconda a Salsomaggiore Terme

 Salso Summer Class & Festival

All’opera!

La musica, un tema senza fine 

24 giugno – 6 agosto, Salsomaggiore Terme (PR)

 23 eventi lungo 6 weekend dedicati alla grande musica classica  Protagonista di quest’anno, l’opera lirica, 15 masterclass internazionali tenute dalle prime parti delle più celebri orchestre Berliner Philarmoniker, Scala, Santa Cecilia, OSI. 200 allievi provenienti da tutto il mondo

Si parte sabato 24 giugno con

Il Barbiere di Siviglia diretto da Daniele Agiman partecipazione straordinaria dell’attrice Franca Tragni,

di Adriano Engelbrecht
e dei cantanti Mauro Bonfanti e Annamaria Dell’Oste

Salsomaggiore Terme, 21 giugno – All’opera! è il titolo scelto per l’VIII edizione del festival dei Musici di Parma, che quest’anno ha eletto la musica lirica a propria regina: opere, arie, sinfonie, trascrizioni strumentali faranno da filo conduttore all’intera rassegna.

A partire da sabato 24 giugno la musica animerà le terme, le piazze, i palazzi, i teatri e i castelli di Salsomaggiore Terme. Una dedica speciale per un evento che si svolge nelle terre natie del grande compositore Giuseppe Verdi, tra le bellezze naturali e architettoniche del territorio salsese. Un evento organizzato dall’Associazione I Musici di Parma, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, il Consorzio Terme Berzieri e i castelli del territorio, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Parma e reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cariparma.

Un sodalizio figlio dell’intensa vocazione musicale della città, luogo del primo concerto dei Musici di Parma, 15 anni fa, e sede ormai stabile della loro Accademia.

23 gli eventi in cartellone, tutti a ingresso gratuito, distribuiti lungo l’arco di 6 weekend, tra il venerdì e la domenica. 18 concerti suddivisi in tre categorie: Concerti classici, Concerti lirici e Concerti degli allievi (Young People Together), dove i protagonisti saranno i giovani musicisti impegnati nelle masterclass dei giorni precedenti. Ai concerti si aggiungeranno 5 aperitivi in musica, i Concertlifes, per scoprire da vicino i segreti delle partiture, la storia delle opere e per entrare in contatto diretto con i grandi artisti presenti alla manifestazione.

Si parte in anteprima sabato 24 giugno, alle ore 21.15, al Teatro Nuovo di Salsomaggiore Terme, con la messa in scena di Il Barbiere di Siviglia di G. Rossini, in una versione pensata e riadattata specificatamente per il festival. Un evento impreziosito dalla partecipazione straordinaria dell’attrice Franca Tragni e del poeta, musicista e attore Adriano Engelbrecht.

Sotto la direzione esperta di Daniele Agiman, giovani cantanti di grande talento come la talentuosa Incoronata Maria Buttino, ex allieva dell’Accademia dei Musici di Parma, si esibiranno spalla a spalla con artisti affermati ed esperti come Mauro Bonfanti (Figaro), il baritono trentino Giulio Mastrototaro (Don Bartolo), Massimiliano Catellani (Don Basilio), Francesco Tuppo (Conte d’Almaviva) e l’affermata soprano Annamaria Dell’Oste (Rosina), prossima al suo debutto nei panni di Donna Anna nel Don Giovanni al Teatro Bellini di Catania. La regia è affidata a Roberto Catalano. Orchestra de I Musici di Parma. Coro dell’Opera di Parma diretto da Emiliano Esposito. Ideazione scenica e costumi: Ilaria Ariemme. Mimo: Fausto Lo Verde

Artisti di fama internazionale animeranno non solo le masterclass e i concerti ma anche gli incontri sotto forma di aperitivo in musica: Andrea Lucchi, prima tromba dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, l’oboe dei Berliner Philarmoniker Christoph Hartmann, il violista scaligero Simonide Braconi, la violinista Yulia Berinskaya, solisti e virtuosi come il sassofonista Mario Marzi o il violinista albanese Klaidi SahatÇi, il direttore d’orchestra Daniele Agiman, il violoncellista e fondatore del Quartetto di Cremona Giovanni Gnocchi, i clavicembalisti Giovanna Fornari e Francesco Tasini, Enrico Fagone, primo contrabbasso dell’OSI (Orchestra della Svizzera italiana), Marco Zoni, primo flauto dell’Orchestra del Teatro alla Scala e il violinista Marco Ferri. Nonché gli altri docenti delle masterclass estive, cuore della manifestazione: Cinzia Forte, Carmelo Gullotto, Stefano Conzatti e Giuseppe Miglioli.

“L’attesa è quella delle grandi occasioni”, afferma Daniela Isetti, Assessore alla Cultura del Comune di Salsomaggiore Terme. La fiducia dell’amministrazione nei confronti dei Musici di Parma è ampiamente ripagata. Consideriamo i Musici la nostra orchestra e i doni musicali che ogni anni ci propongono valorizzano il nostro territorio e la nostra bellissima città, eccellenze anche in ambito culturale. In questo festival si riassumono gli aspetti che caratterizzano l’offerta turistica di Salsomaggiore e Tabiano Terme: il territorio con i suoi castelli e le pievi, la cultura, l’enogastronomia, la musica, le terme, la qualità della vita attraverso un turismo per il benessere sweet & slow.

Cosa altrettanto e forse ancor più unica e straordinaria è l’incontro tra giovani talenti e affermati musicisti. In un momento in cui i talent rappresentano una parte importante di ogni palinsesto televisivo, questo Festival racconta l’infinito talento delle nuove generazioni nel campo della musica classica. Un patrimonio che siamo onorati di mostrare al mondo. Così come, orgogliosamente, ci identifichiamo nelle splendide Terme Berzieri – che ospitano la Salso Musici Academy – altrettanto orgogliosamente vogliamo pensare che Salsomaggiore rappresenti la culla di tanti futuri artisti”.

All’opera! è una esclamazione che raccoglie in sé il frutto di un lungo lavoro portato avanti con entusiasmo dai Musici di Parma e dall’Accademia”, spiega il Direttore Artistico Carlo D’Alessandro Caprice, alla guida della rassegna dal 2010, quando il festival nacque sulle sponde del Lago d’Iseo. “L’obiettivo, oggi come ieri, è quello di creare un bacino di giovani, di cultura e di musica. Un lavoro di anni, che prosegue le intenzioni e le motivazioni del Sebino Summer Class & Festival, che del SSC&F costituisce le prime 6 edizioni.

Un impegno fatto di scambi culturali fra giovani italiani e stranieri, fra musicisti di livello internazionale e studenti che si affacciano alla ribalta dei più grandi palcoscenici italiani ed europei. I frutti sono sotto gli occhi di tutti: ragazzi formatisi qui e oggi parti stabili in orchestre prestigiose – RAI, ORT, Maggio Musicale, Teatro Regio di Torino – vincitori di premi in competizioni liriche e strumentali e solisti apprezzati. All’opera! vuole essere anche un monito a trovare soluzioni sempre nuove, a reperire risorse in grado di garantire la crescita e lo sviluppo di un’accademia di grande valore, che ha la fortuna di risiedere in uno dei palazzi più belli d’Italia”.

I concerti del SSC&F sono il naturale punto d’arrivo delle numerose masterclass estive, così come degli apprezzati corsi annuali tenuti dall’Accademia dei Musici di Parma, la Salso Musici Academy, che ormai da quattro anni ha sede proprio nel cuore di Salsomaggiore Terme, a Palazzo Berzieri. 80 gli allievi divisi su 6 classi: oboe, tromba, direzione d’orchestra, violino, clarinetto e flauto. Il binomio artisti affermati e studenti, miscela unica in Italia e caratteristica del festival fin dalle sue origini, si rinnova anche quest’anno e si intensifica. Dalle 6 masterclass organizzate durante la prima edizione, si è passati a 15, in programma dal 3 luglio al 6 agosto. 200 gli allievi iscritti quest’anno provenienti da Europa, Asia e America. I migliori allievi dei corsi estivi avranno l’opportunità di esibirsi, in qualità di solisti, con l’Orchestra dei Musici di Parma. Cuore dell’intera manifestazione resta, infatti, l’intenzione di fornire ai giovani talenti musicali la possibilità di affinare le proprie doti e di acquisire competenze tecniche e caratteriali in grado di garantire loro un futuro professionale.

Il Salso Summer Class & Festival propone dunque per il secondo anno consecutivo un’estate ricca di concerti e di masterclass internazionali. Un evento molto apprezzato nelle edizioni passate e di grande stimolo per le giovani promesse in campo musicale, in linea con l’esperienza positiva del 2016, che ha fatto registrare un sold out quasi totale, e di cui riprende lo slogan “La musica, un tema senza fine”. Una riflessione, sottolinea il Direttore Artistico Carlo D’Alessandro Caprice, che ricorda come “senza la musica e senza comprendere il profondo nesso tra musica e universo, i nostri giorni sul pianeta sarebbero tristi e scontati”.

Da fine giungo a inizio agosto, Salsomaggiore Terme sarà inondata dalle note dei grandi compositori che hanno fatto la storia dell’opera lirica italiana: Giuseppe Verdi, Gioacchino Rossini, e Vincenzo Bellini. La lirica farà da filo conduttore anche nelle esecuzioni strumentali: brani tratti dalla Carmen di G. Bizet, fantasie e trascrizioni originali di temi operistici, composte da Rossini, Pasculli e Bassi. Senza dimenticare giganti come J.S. Bach, W.A. Mozart, L. Van Beethoven e R. Schumann. Spazio anche alla musica sinfonica, con la Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92 di Beethoven e alla musica moderna, con esecuzioni di brani firmati da Frank Martin, dal genio del tango Astor Piazzolla, fino ad arrivare alle suadenti note della bossa nova di A.C. Jobim.

Evento speciale sabato 22 luglio, con Musica Maestro!, un’intera giornata musicale che animerà le vie, le piazze, i giardini e i palazzi di Salsomaggiore Terme. Si conclude domenica 6 agosto nel Duomo di San Vitale, con musiche di G. Rossini, W.A. Mozart, L. Bassi, C. Saint Saens e M. Ravel.

La promozione musicale e l’attenzione per la formazione dei giovani talenti si intrecciano ancora una volta con la valorizzazione del territorio. I concerti si terranno, infatti, in luoghi d’eccezione, scelti tra i più prestigiosi e incantevoli della zona, coinvolgendo anche i tre castelli del territorio: il Castello di Contignaco, il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino e il Castello di Tabiano. Luoghi dalla forte valenza storica e artistica che sarà possibile scoprire, in occasione degli eventi musicali, con percorsi e visite guidate: il Palazzo delle Terme Berzieri, esempio unico di art déco termale, il Palazzo dei Congressi, con le sue eleganti decorazioni in stile liberty (visite guidate a cura dell’agenzia Verd&Acque – Per orari e prenotazioni: tel. +39.052483377 / info@verdeacque.it): il Castello di Contignaco (visite guidate alle ore 20. Prenotazione obbligatoria. Info e costi: +39.0524573287 / 3206066721 – castello.contignaco@gmail.com; il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino (visite guidate alle ore 20.30. per costi e prenotazioni +39.0524572381, info@castellodiscipione.it); e il Castello di Tabiano.   Visite guidate alle ore 20.30. per costi e prenotazioni: +39.3488955378 / info@portalesalsomaggiore.it

http://www.imusicidiparma.it

http://www.comune.salsomaggiore-terme.pr.it/

Per Info: IAT Salsomaggiore Terme Tel. +39 0524 580211 E-mail: info@portalesalsomaggiore.it

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Sino a due anni fa non sapevo cosa fossero i gruppi A.M.A. . Poi, lo scorso anno mi è stato proposto di creare un coro con  un gruppo di ragazzi appartenenti ad uno di questi gruppi (Gruppo AMA Cagliari). Mi hanno spiegato che si trattava di ragazzi con problemi  legati alla  depressione, alle dipendenze di vario genere e a deficit intellettivi.  Ho accettato la sfida senza pensarci due volte. Conosco bene gli effetti benefici della musica ed ero certa che questo impegno mi avrebbe dato molta soddisfazione.

Certamente avendo lavorando tutta una vita in teatro dove la mira principale era la ricerca della perfezione, non è stato facile lavorare senza pensare a questa. La perfezione in questo caso non era di tipo tecnico-musicale,  ma era quella di regalare benessere , far cantare con piacere qualunque cosa pur di tenere  lontano pensieri e ossessioni che purtroppo accompagnano le persone con questo tipo di problemi.

Inizialmente pensavo di impostare il lavoro insegnando un po’ di tecnica del canto per poi  mettere su qualche brano polifonico, ma quasi  subito  ho capito che questo non era ciò che serviva. Sono passata quindi al canto moderno col Karaoke. Anche se la cosa può far inorridire molti colleghi professionisti, l’ho trovato uno strumento utilissimo in tante situazioni e in particolare in questa,  rivelandosi un vero e proprio strumento didattico . Quasi tutti hanno problemi di memoria e di pronuncia e poter leggere il testo di una canzone accompagnato  dalla musica, dava loro sicurezza. Così siamo partiti in quarta con canzoni orecchiabili prima a piccoli gruppi e poi tutti insieme. La gioia è stata immensa, ho visto ragazzi trasformarsi. Se qualcuno inizialmente rimaneva muto, seduto in un angolo dell’aula,  ora prendeva l’iniziativa anche di un cenno ritmico col corpo. C’è  chi mi ha confessato che contava i giorni della settimana aspettando la lezione, ripassando le canzoni per poter essere più sicuro alla lezione successiva. Tra le varie canzoni ha riscosso grande successo il brano di Edoardo Bennato “IL gatto e la volpe” ed è per questo motivo che abbiamo pensato di dare questo nome al nostro gruppo.

Venerdì 16 giugno alle 17,30 a Cagliari, salone della chiesa di San Paolo in Piazza Giovanni XXIII, si terrà la Festa dei Gruppi A.M.A. organizzata dal Dipartimento di Salute Mentale ASSL 8 dove ogni gruppo presenterà il proprio lavoro. Noi ci saremo con il lavoro svolto durante questi 6 mesi e,  comunque andrà, è stata un’esperienza bellissima per me e spero anche per i ragazzi. L’ingresso è aperto a tutti. 

Lo scopo principale di questa festa è far conoscere l’importanza dei gruppi A.M.A. (Auto Mutuo Aiuto) e raccogliere fondi per portare avanti gli scopi di questa associazione. Il Gruppo AMA Cagliari ha organizzato inoltre delle Pesche miracolose ed una lotteria con premi molto importanti: al primo posto un anello d’oro con pietre preziose,  orologi e pezzi da scrivania in pelle e radica e argento.

L’ingresso è aperto a tutti.

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ancora un riconoscimento alla memoria del soprano cagliaritano Giusy Devinu, deceduta a soli 47 anni nel pieno di una luminosa carriera. La città di di Cagliari ha mostrato riconoscenza a colei che ha portato alta la bandiera della nostra terra nei palcoscenici più importanti del mondo, dedicandole nel 2015, l’Arena sita nel Parco della Musica e che sta a metà strada tra il Conservatorio G.P. Da Palestrina, (scuola che l’ha vista nascere artisticamente) e il Teatro Lirico sede di tanti  successi. Dopo l’Arena , il Teatro le ha voluto dedicare un Concorso per giovani promesse.

In questi giorni ho avuto la bella notizia che la Direzione di una scuola media  ad indirizzo musicale, ha deciso di titolare l’Istituto proprio a nome di Giusy Devinu.   L’Istituto comprensivo (ex Mulinu Becciu, Mameli, Ciusa)  diventerà quindi Istituto “Giusy Devinu” ,

il 29 giugno alle ore 18 nell’Auditorium della scuola di  Via Meilogu 18 a Cagliari.

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è concluso ieri a Cagliari il 5 livello del corso di Musicoterapia modello Benenzon. Quando ho iniziato a frequentarlo non conoscevo esattamento a cosa andavo incontro, pensavo ad un corso in cui ci avrebbero insegnato ad usare le musica, quella tradizionale, con persone affette da disabilità o comunque che avessero problemi di salute in generale. Alla conclusione del primo livello ho capito invece che mi trovavo davanti ad una cosa completamente diversa. Inizialmente ero abbastanza perplessa ma  proseguendo con gli altri  livelli , ho capito tantissime cose che me lo hanno fatto apprezzare, soprattutto nella sua caratteristica del “non verbale“.

Ho avuto la fortuna di  frequentare questo 5 livello proprio con colui che lo ha messo a punto: Rolando Omar Benenzon. Questo  livello ha evidenziato  l’utilizzo del modello con pazienti affetti da Autismo, Coma, Alzheimer  e come Terapia del dolore.

A fine corso ho voluto intervistare il prof. Benenzon per capire meglio cosa lo ha portato a creare questa forma di Musicoterapia. Mi ha raccontato della sua infanzia e della passione per la musica che avrebbe voluto  diventasse la sua prima professione ma le cose sono andate diversamente…


YouTube Video

Tag:, , , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Si è concluso ieri sera a cagliari, presso il Conservatorio di musica P.L. da Palestrina il concorso per giovani musicisti Golfo degli Angeli indetto dal Lyon Club. Ad aggiundicarsi il primo premio  è stata la coppia artistica formata dalla violinista Giulia Greco e dal pianista Marco Schirru.   L’altro primo premio è stato attribuito  al chitarrista sassarese Gabriele Lissia.

Il concorso Golfo degli Angeli, fortemente voluto da Mario Lixi e Sivio Fadda, è rivolto ai diplomati e ai giovani iscritti all’ultimo anno di corso dei Conservatori “Pierluigi da Palestrina” di Cagliari e “Luigi Canepa” di Sassari e ha lo scopo di permettere ai più brillanti di andare a perfezionarsi fuori dalla Sardegna attribuendo loro una consistente borsa di studio.

Il concorso ha una cadenza biennale. L’anno successivo all’attribuzione della borsa, i vincitori tengono un concerto pubblico in cui dimostrano le nuove abilità acquisite.

Vincitori delle 13 edizioni

1991      Romeo Scaccia, Michele Spiga, Ettore Arcais Filomena Moretti

1993           Francesco Loi, Pasquale Iriu, Simone Piga

1995          Fabio Furia, Efisio Lecis, Viviana Maroqiu

1997          Silvia Careddu, Federico Cherchi, Oscar Zuddas

1999           Marcello Melis, Michele Piras, Alessandra Pisano

2001          Duo Luca Vito Lana – Michele Nurchis, Graziella Ortu, Anna Tifu

2003         Carlo Doneddu, Samuel Tanca, Giulio Biddau

2005         Duo Fabio Mureddu- Roberto Serra, Claudio Sanna

2007        Rossana Cardia, Fabio Moi

2009        Anna Bruna Attieni, Elsa Paglietti

2011           Lorenzo Baldoni, Leonardo Sini, Marco Sanna

2013         Alessandro Piras, Alberto Sanna

2015        Claudia Foddai, Duo Apeddu – Luciani

 

Tag:, , , , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Ecco il VI° appuntamento della rassegna “Cultura Popolare III: I luoghi dell’Altrove dell’Associazione Figli d’Arte Medas che avrà luogo venerdì 9 giugno.

Con “C’era una volta il Far West” rivivremo le magiche atmosfere del Far West con i suoi balli scatenati; ascolteremo i grandi del country classico come Johnny Cash, Waylon Jennings, Buffalo Springfield, The Band, Carl Perkins; e brani più attuali come quellidi Alan Jackson, George Strait e Josh Turner.
Alla chitarra Roberto NonnisTexardi il corpo di ballo, con le note di Gianluca Medas.

Lo spettacolo si svolgerà venerdì 
9 giugno a Guasila, alle ore 21:00 presso il Teatro Fratelli Medas.
L’ingresso ha un costo di 5 euro.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

Sarà per me una grande emozione seguire il 5 livello del corso di Musicoterapia didattica non verbale,  direttamente da colui che lo ha inventato: il grande psichiatra – musicista  argentino Rolando Benenzon, che tornerà in Sardegna (dopo 20 anni), martedì e mercoledì prossimi.

Il suo è un metodo che esce un po’ dagli schemi classici della musicoterapia perchè si distingue dagli altri per il “non verbale”. Parlano solo i suoni e non le parole. Un metodo creato pensando a coloro che hanno problemi di disabilità come l’ autismo, la sindrome di Down, alcune forme gravi di depressione, Alzheimer e fattori annessi.

A coordinare anche il 5 livello (penultimo) ci sarà come sempre la magister Emanuela Milia.

Il corso si terrà a Cagliari presso l’Acquarium Gallery.

Rolando Benenzon , dopo la tappa in  Sardegna proseguirà  verso la Campania e poi la Lombardia.

Chi volesse approfondire il metodo di Musicoterapia modello Benenzon può trovare in rete diversi trattati.

Il corso è organizzato come ogni anno dall’Associazione University Natura Naturopatia e Musicoterapia Cagliari.

 

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il mercato di San Benedetto a Cagliari è il più grande mercato coperto d’Italia ed uno dei maggiori d’Europa, ospita spazi dedicati alla vendita di pesce, carne, ortofrutta, generi alimentari e servizi vari.

E’ stato inaugurato il 1° giugno 1957 e con i suoi 8.000 metri quadrati di esposizione su due livelli . Ad oggi nel Mercato operano quasi 300 concessionari. Al Piano terra è situato il reparto ittico, mentre nel piano superiore ci sono i reparti ortofrutta, carni alimentari, generi vari e servizi. In occasione dei 60 anni dalla sua apertura, la città di Cagliari organizza varie manifestazioni.

Anche il Il Teatro Lirico di Cagliari partecipa alla festa con due aperitivi musicali affidati a due ensemble sonori, composti da professori dell’Orchestra del Teatro Lirico, che allieteranno il pubblico nelle corsie e tra i 200 box dei due piani della struttura.

Venerdì 2 giugno, il Mercato sarà aperto dalle 7 alle 18 e il Teatro Lirico di Cagliari partecipa

Alle 11 si esibisce Filippo Gianfriddo che, con la sua marimba e le multipercussioni, propone quattro coinvolgenti ed accattivanti brani musicali, di cui uno composto per l’occasione: Yellow after the Rain di Mitchell Peters; Mercato SB60 di Filippo Gianfriddo; Rhythm Song di Paul Smadbeck; Rain Dance di Alice Gomez e Marilyn Rife.

 

Alle 17 si esibisce, invece, il trascinante Quintetto di Ottoni, composto da Lorenzo Panebianco (corno), Vinicio Allegrini (tromba), Luigi Corrias (tromba), Luca Mangini (trombone), Claudio Lotti (basso tuba), che animeranno il pomeriggio attraverso brani celebri, immortali canzoni e motivi da famose colonne sonore di film come: Sonata da Bankelsangerlieder di Anonimo; Sir Duke di Stevie Wonder (arrangiamento John Swan); My Funny Valentine di Richard Rodgers (arr. Roberto Di Marino); Misty di Erroll Garner (arr. Novelli); Yesterday di John LennonPaul McCartney (arr. David Short); Tango di David Short; Fuga BWV578 di Johann Sebastian Bach; Stardust di Hoagy CarmichaelMitchell Parish (arr. Lennie Niehaus); Latin di David Short; Polka Miseria di David Short; Round Midnight di Thelonius MonkCootie Williams (arr. Ingo Luis); The Pink Panther Theme di Henry Mancini (arr. Arthur Frackenpol); Danze inglesi del XVI secolo; No Potho Reposare “A Diosa” di Giuseppe RachelSalvatore Sini (arr. Claudio Lotti).

L’ingresso alla manifestazione è libero.

Cagliari, 31 maggio 2017

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

Avviso di selezione figuranti
Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi

In occasione della messinscena dell’opera Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi, regia Lorenzo Mariani, ripresa da Elisabetta Marini, il Teatro Lirico di Cagliari ricerca le seguenti figure:

n. 8 figuranti uomini, altezza minima cm. 175, attitudine al palcoscenico, buona presenza scenica;
n. 2 figuranti donne, altezza minima cm. 165, corporatura snella, bella presenza.

La Direzione si riserva di valutare eventuali altre caratteristiche e competenze in possesso dei candidati, nonché variare il numero dei figuranti scelti.

Il periodo di impegno (prove e spettacoli) è programmato, indicativamente, dall’8 giugno al 9 luglio, con ulteriori repliche il 12, 15 e 19 luglio 2017.

Gli interessati dovranno inviare la propria candidatura all’indirizzo di posta elettronica produzione@teatroliricodicagliari.it entro e non oltre lunedì 5 giugno 2017 indicando i propri dati anagrafici (luogo e data di nascita, indirizzo, codice fiscale), nonché un recapito telefonico e un breve curriculum, allegando una fotografia a figura intera.

La selezione si tiene
MARTEDÌ 6 GIUGNO alle ore 14 
nella Sala Regia del Teatro Lirico di Cagliari (IV piano).

n.b.: non è prevista mail di conferma per l’avvenuta ricezione della candidatura.

Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla Direzione di Produzione: telefoni 0704082208-0704082257.

Tag:, , , ,

Comments Nessun commento »

“Un pensiero per Onofrio” è il titolo del concerto che si terrà martedì 30 maggio alle ore 20,00 nell’Auditorium del Conservatorio di Cagliari . Si vuole così ricordare il maestro Onofrio Figliola, pianista e direttore di coro, deceduto poco tempo fa.  Il programma prevede l’esecuzione del monumentale Requiem di Faurè, che sarà diretto dal Maestro Sandro Sanna, in una sua particolarissima orchestrazione per fiati, e con le parti solistiche arrangiate per quintetto da Manuel Cossu e affidate al Kor vocalensemble (in rappresentanza del CUM di Cagliari, coro diretto dallo stesso Onofrio per un lungo periodo); la parte corale è affidata al Coro Collegium Karalitanum (maestro preparatore Carmine dell’Orfano) e alla Polifonica Karalitana (maestro preparatore Gianfranco Deiosso) mentre la parte strumentale all’orchestra di fiati formata da colleghi del Conservatorio e amici di Onofrio Figliola.

“… un pensiero per Onofrio… “

Auditorium del Conservatorio 30 Maggio ore 20
Requiem di Fauré 
Orchestrazione per fiati di Sandro Sanna
Arrangiamenti per il Kor di Manuel Cossu
Esecutori: 
Colleghi del Conservatorio e amici di Onofrio
Collegium Karalitanum
Polifonica Karalitana
Kor

L’ingresso è libero

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Mancano pochi giorni alla scadenza del bando dell’unico concorso italiano di world music, il “Premio Andrea Parodi”, organizzato dall’omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda.

La scadenza è fissata al 31 maggio, mentre le finali si terranno a Cagliari dal 12 al 14 ottobre.

Il concorso è gratuito ed aperto ad artisti di tutto il mondo. Le domande di iscrizione dovranno essere inviate tramite il format presente su www.fondazioneandreaparodi.it (per informazioni: fondazione.andreaparodi@gmail.com ).

Dovranno contenere:

- 2 brani (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare);

- testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;

- curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo);

Il premio consiste in una somma in denaro erogata a copertura di tutti i costi di master class, eventuale acquisto o noleggio di strumenti musicali, corsi e quant’altro il vincitore sceglierà per la propria crescita artistica e musicale, per un importo massimo di 2.500 euro. Per i vincitori del Premio della critica c’è invece la realizzazione professionale del videoclip del brano in concorso, a spese della Fondazione Andrea Parodi. Inoltre, verrà offerta al vincitore l’opportunità di esibirsi alle edizioni 2018 del Premio Andrea Parodi, dell“European jazz expo” in Sardegna, di Folkest in Friuli, del Negro Festival di Pertosa (SA) e in altri eventi che saranno man mano annunciati.

La dimensione internazionale ormai raggiunta dal Premio è confermata dalla recente presenza al Babel Med Music di Marsiglia e dalla partecipazione a luglio nella Repubblica Ceca al Crossroadsmusic di Ostrava per un incontro in cui si parlerà anche del Premio Andrea Parodi.

La manifestazione è nata per omaggiare un grande artista come Andrea Parodi, passato dal pop d’autore con i Tazenda a un percorso solistico di grande valore e di rielaborazione delle radici, grazie al quale è diventato un riferimento internazionale della world music, collaborando fra l’altro con artisti come Al Di Meola e Noa. Le precedenti edizioni sono state vinte nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Per visionare il bando e avere maggiori informazioni:

www.fondazioneandreaparodi.it

fondazione.andreaparodi@gmail.com

Tag:, , ,

Comments Nessun commento »

Il III° appuntamento della rassegna “Cultura Popolare III: I luoghi dell’Altrove” dell’Associazione Figli d’Arte Medas  avrà luogo il 26 maggio.
Questo viaggio nella letteratura è dedicato a Giulio Angioni, recentemente scomparso, un grande antropologo e scrittore sardo che ha esplorato sia da studioso che da scrittore le sfaccettature dell’Altrove.

Lo spettacolo/progetto/concerto “preTesti, tra il serio e il faceto”, ad opera di Art’In, ha la peculiarità di mutare contenuto per ogni sua rappresentazione, questo rende davvero unico ogni spettacolo.
Il tema però ci è noto, sarà un modo originale e diverso di esplorare alcuni tra gli Altrove più famosi della letteratura italiana.

Lo spettacolo si svolgerà venerdì 26 maggio a Guasila, alle ore 21:00 presso il Teatro Fratelli Medas.

L’ingresso ha un costo di 5 euro.

Art’In – Breve Storico – origini formative e sviluppo 1977 nasce come Teatro del Borgo a Bologna dove lavora fino all’84 nell’ ’84 si trasforma in Teatro Ridotto e si trasferisce a Lovere dove opera fino al ’99 nell’ ’99 amplia il proprio organico integrandosi con liberi musicisti professionisti dando vita al Teatro “Art’In Scena” al Ridotto ;

nel 2005 in seguito alla confluenza di nuove esperienze artistiche si costituisce Art’In , come diretta emanazione di Art’InScena. Art’In, un ensemble che con le sue due sedi operative (Sardegna e Lombardia), vuole proporsi come luogo/punto di riferimento per una comunità di spettatori, studenti, operatori del settore, associazioni, enti; con la nostra sempre più viva progettualità che, come agli inizi, continua a mirare ad un lavoro multidisciplinare, interculturale con chiari valori sociali e irrinunciabile prerogativa artistica. Quindi non solo come luogo di visione, bensì spazio d’incontro, di confronto, “zona vitale” di scambio di culture e di saperi.

E teatro … musica … cinema… spettacolo…come fenomeno totale come lavoro, luogo di emozioni foresta di segni, paesaggi creativi come unità d’intenti e azioni suoni, luci, immagini, parole, movimenti inscritti in un’unica partitura teatro … musica … cinema… spettacolo…come pubblico, chi lo guarda e lo ascolta chi gli permette di essere tale….…percorso poetico e artistico…

Durante tutti questi anni abbiamo lavorato seguendo una linea di ricerca di contaminazione/integrazione tra le varie forme della comunicazione artistica, teatro-musicacinematografia- danza , sviluppando una personale modalità di relazione tra attore-musicista e spazio-immagine-musica-movimento favorendo una peculiare metodologia di lavoro che ha trovato una felice collaborazione con vari musicisti ed artisti internazionali in importanti progetti/spettacolo ( ricordiamo “viola e apoteosi”, “improvvisamente”, “ritratt…i/o”, “Obra”, “Ucronie”,” giocando a scacchi con la luna” “Santi Briganti”, “dissolvenze” , “inVento”, “al buio”, “Approdi”, “apparenze .. serenate in bianco e nero”,”Sospiri Sospesi”, ”Triple Time” “ …), rappresentati in importanti festival/rassegne europee (Festival Radio France du Montpellier e Languedoc Roussillon, Frankfurt International Theatre Festival, Volterrateatro, Glastonbury Festival of Contemporary Performing ArtsFestival, London Jazz Festival, Festival Internazionale di Lavrion- Greek,El Grec Barcellona, Italienischer Theaterherbst Berlino, International “floraisons musicales” Marsiglia, Edinburgh International Festival, Les Italiens saison Lion, Festival Internazionale Theater Plze? , Lunatica Festival ecc…) .

Accanto allo studio di nuove forme espressive abbiamo sempre affiancato un profondo lavoro sulle problematiche sociali, cercando di mantenere ben viva una delle più importanti funzioni dello spettacolo. E’ da questo intento che sono scaturiti progetti e eventi di impegno civile “dedicati e donati” alla pace, alla lotta contro la mafia, all’ambiente, al ricordo del passato per una memoria del presente. Particolare importanza riveste l’attività di ricerca e divulgazione, nel settore didattico/pedagogico articolata secondo varie modalità di intervento “su misura”, che si sostanzia in proposte progettuali in vari ambiti, nelle collaborazioni e consulenze richieste da Enti ed Istituzioni operanti nel campo della ricerca, della Scuola, nel settore bibliotecario, dell’informazione e della formazione di operatori a vario livello.

Organizziamo nelle nostre sedi e presso altri soggetti culturali, stage di aggiornamento per professionisti e corsi di conoscenza ed avviamento al teatro, alla musica e al cinema, nonché rassegne e festival. Tra i tanti maestri che hanno segnato il nostro percorso formativo incontrati nelle scuole e nei numerosi corsi di formazione/perfezionamento ricordiamo : K. Azuma, I. Miura, E. Barba, J. Beck, C. Bene, E. De Filippo, M. Fabbri, P. Brook, O. C. Giovangigli, M. Marceau, C. Rick, J. Grotowski , J. Xenakis, T. Fiordefalk ….. per le collaborazioni ai nostri progetti, tra i tanti ricordiamo e ringraziamo: D. Lumini, S. Essaian, P. Cowald, G. Ferris, S. Sciarrino, G. Luporini, G. Guccini, L. Agudo, P. Fresu, G.L. Trovesi, F. D’Andrea, G. Coscia, S. Bonafede, M. Serra, P. Ciliberto, G. Murgia, D. Makris, M.R. Omaggio, M. Zanot, A . Grimaldi, R. Denti, G. Petter, G. Canova, C. Lastrego, G. Manfredi, M. Bernardi, D. Savio, M. Nichetti, G. Rimondi, F. Rotondo, F. Testa, E. Zamponi, D. Bisutti, rivista Focus /M. Gaffo/ M. Casareto, V. Melegari, G. Quarenghi, M. Baliani, G. Pallotti, E. Scarsella Mazzocchi, I. Moscati, D. Evola, C. Valendino, M. De Aloe, B. Bozzetto ecc… Dall’76’ ad oggi abbiamo complessivamente dato vita a 87 produzioni tra concerti, spettacoli in allestimenti per un pubblico adulto e per ragazzi. Dall’78’, dopo aver acquisito competenze ai corsi perfezionamento di cinematografia sperimentale di regia e di sceneggiatura, operiamo nel settore cinematografico e video, dall’ 82’ abbiamo: collaborato con varie emittenti televisive regionali e nazionali; prodotto 5 lungometraggi, 19 cortometraggi, 22 film documentari, 16 spot, 9 spettacoli/film/concerto. Dal 2008 per le attività nel territorio regionale Art’In gode dei contributi della Regione Autonoma Sardegna Art.n.56 L.R. n.1/90 Tra le manifestazioni/festival/rassegne a carattere nazionale ed internazionale ideate e organizzate ricordiamo: Voce e teatro; Teatro e musica; InContro; La Carovana, The voice of the body – the body of the voice; “ Maestri e Margherite- forum internazionale di pedagogia teatrale; LagoRà – intorno al comico; L’Improvvisazione; Effetto esterni; Umori contemporanei; Festa Granda; le Notti dell’Orco, MareeMiniere, Asuni Film Festival, Festival Concorso Internazionale Itinerante Cinematografico PuntodiVistaFilmFestival, DivagAzioni tra teatro, musica, cinema, danza e ….; Tra i vari riconoscimenti: – I° premio per: sceneggiatura, soggetto, miglior film comico “ Oscarino 99 “ con “Tempi Moderni” , – Finalista Visioni Italiane BO ‘02 con “in Giro” – I° premio con “il tempo di una…“ Oscarino 05 “- Premio Miglior Attrice a Manuela Loddo Campobasso 05’ – Grado 07’; I° premio Film Festival 03’ TO con “si..ma..no..forse…no….” – “ faccende di cuore” I° premio conc. Naz.“ tutti diversi tutti uguali 05 ” Roma, Minist. Pari Opportunità, Minist. Pubblica istruzione, UNAR – 1° premio spot “e Tu” Agenzia delle Entrate 06 – I° premio per film “respiri … sospesi” festival ANCR TO – ecc ….. Nel settore della formazione/informazione, in collaborazione con organismi provinciali, regionali, Universitari e interbibliotecari, ricordiamo tra i tanti progetti realizzati: Donna e cinema; Risate a grande schermo; Di cose risibili; Seminario di improvvisazione teatrale e musicale; Invito a Calvino; Donna e animazione; Il filo di Arianna; Il meraviglioso paese di Oz; Incontri in penombra tra scritti e versi… tra parole, fatti… storia… e un po’ di musica; Il castello della paura; Invito al libro; Silenzi d’amore; Biblioteca in Rosa ; “pirati, birbe, maghi e bugiardi..letture animate senz’età”, “ Narrando narrando” Fiabulando; Librocando; io non ho mani – dedicato a Turoldo; Per conoscere … ; Tracce: percorsi di fine millennio; Ritorno a Babele; e per dono … il suono di parole scritte , Risate tra le mura – Castelli della Toscana ecc…

Tag:, , , , ,

Comments Nessun commento »



“Brundibar” è la fiaba in musica che racconta la storia di Aninka e Pepicek e di un prepotente suonatore di organetto. L’operina per bambini composta dal musicista ceco Hans Krása, andò in scena nel campo di prigionia di Terezin per ben 55 volte e riuscì a rischiarare i giorni dell’orrore con la luce della bellezza che s’irradiava dalla musica e dalla poesia. Al microfono il racconto del giovane regista Lorenzo Giossi.
Ancora oggi questa tenue favola riesce ad illuminare i sorrisi e gli occhi di centinaia di ragazzi ospiti d’onore del Teatro Verdi di Trieste. Sul podio il maestro Davide Casali.

Sintonizzatevi alle ore 14:00 su Topoditeca! A Trieste RadioUno FM 91,5 mhz oppure in ogni parte del mondo cliccando a destra su “ora in onda” in streaming radio su:
http://www.sedefvg.rai.it/

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »

Il Progetto Händel, è una nuova creazione di Mauro Bigonzetti forgiata sui ballerini scaligeri e sulle étoiles Svetlana Zakharova e Roberto Bolle. Una prima assoluta cui si potrà assistere al Teatro alla Scala nelle recite serali del 20, 23 e 24 maggio e nella recita pomeridiana di domenica 21 maggio.

Per la prima volta scopriremo, in un progetto moderno, questa grande coppia, acclamata nei titoli classici e romantici.

Per il celebre coreografo italiano è un ritorno alle note di Georg Friedrich Händel e alla fantasia illusionistica del teatro barocco, da sempre suo grande amore (InCantoCome un respiroFesta barocca).

Nella prima parte, soli e passi a due si alterneranno sulle note delle Suites händeliane, fra gighe, courante, allemande e sarabande in una dimensione intimistica, asciutta e geometrica.

La seconda parte si arricchisce con diversi timbri strumentali, con una esplosione di colori e un senso di leggerezza e divertimento.

Biglietti da 11 a 127 euro più prevendita (da 5,50 a 63,50 euro per la recita di ScalAperta del 1 giugno).

Tag:, , , , , ,

Comments Nessun commento »

C’è anche una cantante sarda alla finale del concorso per cantautori intitolato a Lucio Dalla, che si terrà domani a Bologna. Lei è Marta Tronci, 15 anni ed il suo brano inedito, Musica addosso, è stato scritto dal poeta sardo Nando Cuccu, musicato da Costa Andrea e arrangiato da Luis Fregapane.

La 5^ edizione del concorso nazionale canoro “Premio Lucio Dalla” in omaggio al grande Maestro e Poeta scomparso è cominciata  il 18 e domani 20 Maggio 2017  si terrà la finalissima. Il concorso ha visto coinvolti tanti artisti provenienti da tutta Italia. Il Premio era riservato a cantautori/trici con brani editi e inediti, duo, gruppi e interpreti con brani ined. La madrina ufficiale del Premio è Claudia Scaglioni, cugina di Lucio Dalla. . I coachlab Manuel Auteri e Renato Droghetti  sono parte integrante della giuria di Finalissima che si svolgerà al Teatro Guardassoni di Via D’Azeglio 55 di Bologna (a pochi metri dalla casa di Lucio).Quartier Generale sarà, anche quest’anno, l’Hotel Michelino (Bologna Fiera) ove si sono svolte le sessioni di laboratorio e semifinali.

 

 

Tag:, , , , , , ,

Comments Nessun commento »