Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando saluta gli artisti  in partenza (foto La Repubblica)

Se in Italia i Teatri lirici sono bistrattati dalla politica, mettendo molti di essi in condizioni di sopravvivere a stento, all’estero le richieste per i nostri artisti e le nostre orchestre vanno sempre in crescendo  soprattutto in Oriente e Medio Oriente.  .

In questi giorni è il turno del teatro Massimo di Palermo che  è appena giunto al  Royal Opera House di Muscat   in Oman, per rappresentare l’Opera ” La figlia del reggimento” , opera di uno dei nostri più importanti musicisti italiani: Gaetano Donizetti .

Tre recite, e sul podio Keri-Lynn Wilson in uno storico allestimento di Franco Zefirelli per la regia di Filippo Crivelli

Nel ruolo di Marie, la vivandiera del reggimento,  il soprano Desirèe Rancatore. Accanto a lei i tenori Shalva Mukeria e Pietro Adaini ; il baritono Vincenzo Taormina interpreta Sulpice; Anna Maria Chiuri, la marchesa di Berkenfield; il soprano Daniela Mazzucato, gia’ interprete di tantissimi ruoli nelle stagioni del Teatro Massimo, che torna nel ruolo della Duchessa di Krakenthorp, da sempre affidato a carismatici interpreti teatrali.

Godetevi il video sottostante dove parte del coro si esibisce in un simpatico flash mob all’aeroporto, poco prima della trasferta.


YouTube Video

 

Tag:, , , , , , , , ,


Lascia un commento

Codice di sicurezza: