La regia dei Pagliacci di Leoncavallo, che porta la firma di Franco Zeffirelli, in corso d’opera al Teatro lirico di Cagliari, ha una caratteristica: tutto ciò che avviene sul palco non è lasciato al caso. Come ho detto in un post precedente, ogni personaggio che si trova sul palcoscenico ha un ruolo ben definito, oltre naturalmente ai solisti,  anche gli artisti del coro o le comparse hanno un’azione scenica pensata ad hoc. Chi verrà a vedere lo spettacolo e metterà un po’ di attenzione, riuscirà a scoprire,( magari portandosi appresso i binoccoli) la coppia di giovani che amoreggiano, le premure di un marito verso la sua sposa incinta, lo spacciatore con tanto di valigetta piena di droga, il barzellettiere che racconta le sue storielle circondato dagli amici, le massaie che perdono il bus per il mercato, i fotografi che ritraggono la coppia di sposi e tutti gli invitati. Tutte azioni che al cinema sarebbero messe in risalto da primi piani ma che in teatro, se il pubblico non lo sa, potrebbero passare inosservate.

Intanto vi posto una foto che riguarda il fondale del secondo atto. Quel pagliaccio che si trova al centro porta la firma del grande regista Franco Zeffirelli con la data del 1970.

Per avere un’idea date uno sguardo al video sottostante che riguarda l’edizione di questi Pagliacci al Teatro dell’Opera di Roma


YouTube Video

 

Tag:, , ,


Lascia un commento

Codice di sicurezza: